Pancreatite pseudotumorale: sintomi, trattamento

Una delle forme di pancreatite cronica in cui può derivare da un trattamento prematuro è la pancreatite pseudotumorale. Questa forma è chiamata così perché i sintomi della pancreatite sono in molti modi simili ai sintomi di un tumore del pancreas ("pseudo" - immaginario, falso; "tumore" - un tumore).

Come si manifesta la pancreatite cronica da pseudotumore

Dal momento della diagnosi di "pancreatite cronica" allo sviluppo di una forma pseudotumorosa possono passare 10-15 anni. Spesso il paziente viene completamente trattato per malattie epatiche, colecistite cronica o discinesia biliare e la diagnosi attuale diventa chiara solo dopo un esame dettagliato durante una degenza ospedaliera. In circa il 5% dei pazienti con pancreatite cronica sottoposti a esame fisso, viene rilevata una forma pseudotumorale. In circa 7 pazienti su 10, la malattia viene diagnosticata nella fase di sviluppo delle complicanze.

I seguenti sintomi sono degni di nota:

  • Dolore intenso.
  • Grave perdita di peso in un breve periodo di tempo.
  • Ingrandimento pancreatico irregolare determinato dalla palpazione addominale.
  • Violazione della funzione esocrina di un organo per tipo di insufficienza: feci instabili, steatorrea ("feci grasse"), una grande quantità di fibre non digerite e fibre muscolari.
  • Un quadro caratteristico quando si esegue la diagnostica ecografica: la crescita (di regola) del tessuto della testa del pancreas, l'espansione del dotto di Wirsung, i contorni sono sciolti, sfocati, intervallati da pseudocisti.

Ragioni per lo sviluppo

Le principali cause che portano alla crescita del tessuto pancreatico sono malattie concomitanti del sistema epatobiliare (epatite, colecistite, colelitiasi, discinesia biliare) e abuso di alcol.

Diagnosi di pancreatite pseudotumorale

Se sospetti una forma pseudotumorale di pancreatite cronica, è importante condurre una diagnosi differenziale con un tumore reale: il cancro del pancreas (adenocarcinoma), che nell'80% dei casi colpisce la testa dell'organo.

A tale scopo, viene eseguita una biopsia del pancreas con un esame istologico dei campioni di tessuto ottenuti dall'area interessata. Se vengono rilevate cellule atipiche (tumore), al paziente viene diagnosticato un cancro.

Tuttavia, una biopsia per il cancro solo nel 56% dei casi rivela cellule atipiche e nel 12% dei pazienti operati per pancreatite pseudotumorale, viene rilevato il cancro del pancreas (secondo i ricercatori tedeschi). Pertanto, quando si stabilisce una diagnosi in casi dubbi, vengono presi in considerazione molti criteri.

Tipicamente per pancreatite cronica da pseudotumore:

  • L'età è più giovane.
  • Genere: più spesso uomini.
  • Abuso di alcool.
  • Anamnesi della malattia per oltre un anno e mezzo.
  • Perdita di peso significativa (oltre 10 kg).
  • Sindrome del dolore addominale.
  • L'ittero in non più del 20% dei pazienti è regressivo, con un moderato aumento della bilirubina.
  • L'ecografia e la TC mostrano una diminuzione dell'ecogenicità della testa della ghiandola in circa il 18% dei casi.

Tipico per il tumore alla testa del pancreas:

  • Età più matura, in media, 59 anni.
  • Sia gli uomini che le donne sono ugualmente colpiti.
  • Perdita di peso moderata fino a 5-6 kg.
  • Ittero progressivo con elevata bilirubina nel 90% dei pazienti.
  • L'ecografia e la TC mostrano una diminuzione dell'ecogenicità della testa della ghiandola in circa il 75% dei casi.

Metodi di trattamento

La malattia viene trattata chirurgicamente. Questo può essere il drenaggio dei dotti pancreatici (migliorandone la pervietà e il deflusso del succo pancreatico) o può essere l'escissione della testa del pancreas.

I metodi conservativi apportano un sollievo temporaneo e non risolvono il problema: le remissioni non possono essere raggiunte con il loro aiuto. Includono l'uso di antidolorifici (antispasmodici - no-spa, papaverina, duspatalin, ecc.), Farmaci che sopprimono la secrezione (kontrikal, gordoks). Durante le riacutizzazioni, la fame viene prescritta per 2-3 giorni.

Tutte queste misure sono di natura preparatoria e, dopo l'abbattimento, il paziente necessita di un intervento chirurgico.

L'escissione dei tessuti troppo cresciuti della testa della ghiandola allevia la compressione del Wirsung e dei dotti biliari comuni. I frammenti del tessuto ghiandolare sono sottoposti a esame istologico direttamente durante l'operazione. Se vengono rilevate cellule tumorali, viene spesso utilizzata la PDR - resezione pancreatoduodenale. Questo è un intervento piuttosto complicato, che colpisce gli organi adiacenti al pancreas: duodeno, dotti biliari, tessuto periopancreatico.

Se un esame istologico non rivela una lesione maligna del tessuto ghiandolare, allora il chirurgo acceca la testa e bagna le cisti più grandi, stringendo il grande dotto pancreatico. Tale operazione consente di ottenere una remissione completa o quasi completa e, dopo un periodo di riabilitazione, migliora significativamente la qualità della vita dei pazienti. Nella maggior parte dei casi, previene lo sviluppo del diabete, poiché una parte significativa della ghiandola continua a funzionare e a produrre insulina..

Cosa minaccia il rifiuto del trattamento chirurgico? Progressione inevitabile della malattia, aumento delle esacerbazioni, aumento dell'ittero e dell'intossicazione a causa della maggiore compressione degli organi vicini. Lo sviluppo dell'insufficienza pancreatica endocrina ed esocrina.

Naturalmente, i pazienti operati seguiranno una dieta per tutta la vita - arricchita con proteine ​​e povera di grassi. Dovranno smettere di bere alcolici. Per ridurre l'insufficienza pancreatica, devono assumere enzimi. Giornate di digiuno periodiche, trattamenti di sanatorio presso i resort di bevande - Kislovodsk, Essentuki, Zheleznovodsk, Truskavets, Morshin, Karlovy Vary sono utili per tali pazienti..

Cura i pazienti dal 1988. Tra cui pancreatite. Parlo della malattia, dei suoi sintomi, dei metodi di diagnosi e trattamento, della prevenzione, della dieta e del regime.

Commenti

Per poter pubblicare commenti, registrati o accedi..

Che cos'è la pancreatite pseudotumorale? Cancro e pancreatite pseudotumorale: esiste una connessione?

La pancreatite pseudotumorale è una delle poche varietà più pericolose di lesione pancreatica pancreatica, che ha un codice di 10 mb - K86.1, con un decorso cronico. Questa forma della malattia ha preso il nome dalla sua somiglianza di segni sintomatici con lo sviluppo di una neoplasia simile al tumore nel pancreas. Tradotto, "pseudo" significa un tumore falso o immaginario e "tumore". La forma pseudotumorale della pancreatite cronica è un'infiammazione del pancreas, che causa lo sviluppo di fibrosi parziale e ipertrofia delle strutture del tessuto pancreatico. Una caratteristica dello sviluppo di questa malattia è un aumento locale in qualsiasi parte del pancreas, che è una buona ragione per la diagnosi differenziale con il cancro. Nella maggior parte dei casi, è la testa della ghiandola che è interessata, quindi la clinica di questa forma della malattia è spesso accompagnata da ittero ostruttivo e ipertensione subepatica.

Le cause

Le principali cause che portano alla crescita del tessuto pancreatico sono malattie concomitanti del sistema epatobiliare (epatite, colecistite, colelitiasi, discinesia biliare) e abuso di alcol.
Più della metà dei casi è causata dall'abuso prolungato di alcol e dalla presenza di patologie del fegato o dei dotti biliari. Allo stesso tempo, il fumo aggrava i processi dannosi, accelerandone lo sviluppo.

Ci sono anche casi noti in cui la malattia appare a causa dell'assunzione di una serie di farmaci che violano l'attività del tratto gastrointestinale.

La pancreatite pseudotumorale non è una malattia indipendente, ma appare a causa dello sviluppo di malattie come:

  • pancreatite cronica;
  • malattie del sistema coleretico;
  • tumori formati nel corpo;
  • assenza o trattamento tardivo nel periodo di pancreatite cronica;
  • l'ingresso di infezione o parassiti nel corpo, nonché l'infiammazione ad esso associata.

Inoltre, circa l'80% dei casi è associato all'uso continuo di alcol o al fumo di prodotti del tabacco che distruggono le cellule. Molto meno spesso, la malattia appare a causa dell'uso di droghe. A causa della colelitiasi, la pancreatite può svilupparsi più spesso nelle donne che negli uomini. A volte, la pancreatite pseudotumorale appare come una malattia ereditaria.

Quando un gran numero di enzimi, che di solito sono coinvolti nella digestione, si accumulano nell'organo interessato, iniziano questi composti

, con conseguente necrosi tissutale.

Il tessuto fibroso appare a seguito di una reazione protettiva del corpo, che cerca quindi di limitare la diffusione dei processi patologici.

Allo stesso tempo, sul sito di tali fuochi compaiono pseudocisti, le cui pareti si calcificano, poiché i sali di calcio si depositano su di essi. Ma tali processi non aiutano a evitare l'intossicazione..

Se non si fa nulla in tempo, la morte è possibile..

Tali processi possono svilupparsi nel corso degli anni, durante i quali il pancreas aumenta di dimensioni e inizia a spremere le grandi arterie, la cistifellea e il duodeno. Ciò porta a funzioni compromesse di questi organi..

Le cause dello sviluppo di una tale malattia possono essere:

  1. processi patologici nel tratto biliare;
  2. malattie autoimmuni e disturbi immunitari;
  3. alcune lesioni e lesioni virali degli organi interni (compresi quelli causati da negligenza a seguito di intervento chirurgico);
  4. trattamento a lungo termine con antibiotici, corticosteroidi e diuretici;
  5. cibo grasso e abuso di alcool.

Tale violazione è considerata l'ultima fase dello sviluppo della pancreatite cronica e se il trattamento non viene diagnosticato, il risultato sarà il più sfavorevole. Tuttavia, in alcuni casi, anche un trattamento qualificato non può prevenire la morte del paziente con uno stadio avanzato di sviluppo della malattia.

Eziologia

La malattia può svilupparsi come conseguenza di qualsiasi forma di CP. La sua origine è promossa da fattori "classici" come l'alcolismo cronico, la malnutrizione, l'avvelenamento da droghe, nonché il fumo e altre cause di stenosi prolungata di vasi sanguigni, dotti e muscoli lisci. Insieme ai meccanismi tossici e metabolici, sono indicati i processi immediati che anticipano gli pseudotumori: formazioni cistiche, pseudo ipertrofia e pancreatite xantogranulomatosa.

I meccanismi della comparsa dei principali sintomi

La pancreatite pseudotumorale è caratterizzata da sindrome del dolore acuto. Soprattutto nell'area dell'ombelico e sotto le costole. Ogni secondo paziente ha problemi al tratto digestivo (diarrea e costipazione, per lo più si alternano). Spesso sullo sfondo generale, si sente nausea, in rari casi, vomito.

Con un decorso prolungato della malattia, il peso corporeo diminuisce rapidamente a causa della mancanza di sostanze nutritive nel corpo, ingiallimento della pelle, deterioramento delle condizioni di capelli e unghie. Nelle feci puoi notare particelle di cibo che il corpo non ha digerito.

Alcuni pazienti sviluppano diabete mellito sullo sfondo di questa forma di patologia..

I segni caratteristici della pancreatite pseudotumorale sono: • Dolore all'ombelico e nella regione dell'ipocondrio, che si estende alla schiena, alle cinture. • Nausea, a volte vomito, appare al culmine del dolore. • La funzione intestinale è disturbata nel 30-40% dei casi (costipazione, diarrea). la malattia porta a una significativa perdita di peso a causa della paura di mangiare.

Tutti questi sintomi non sono marcatori strettamente obbligatori della pancreatite e possono mascherare altre malattie (ulcere gastriche o intestinali, gastrite, epatite, cancro del pancreas). Per chiarire la diagnosi, viene eseguito un esame completo: • Un esame del sangue mostrerà un'accelerazione dell'ESR, un aumento del numero di leucociti, bilirubina, tripsina, amilasi e acidi sialici.

• Analisi delle urine - comparsa di bilirubina, aumento dell'amilasi • L'esame ecografico mostrerà una densificazione della struttura interna dell'organo, cisti • Durante un esame radiografico, incluso l'uso del contrasto, è possibile determinare l'ingrandimento della ghiandola, vedere la sua superficie tuberosa e calcificazioni.

Il dolore nella parte sinistra può essere un sintomo di pancreatite..

Lo sviluppo della pancreatite pseudotumorale può essere visto dai seguenti sintomi:

  • dolore nella parte sinistra, che può restituire, che appare di notte;
  • deterioramento del tratto digestivo, con conseguente diarrea;
  • si può osservare una forte perdita di peso;
  • le aree del pancreas possono crescere in modo non uniforme e in particolare la testa dell'organo cresce;
  • il livello di produzione di insulina diminuisce;
  • il dolore può essere accompagnato da nausea e vomito.

Se il trattamento non viene avviato in tempo, possono comparire complicanze come peritonite o sepsi. Sebbene il pancreas dopo la malattia non si riprenda, è ancora possibile semplificare la vita e migliorare il benessere con il giusto trattamento e la dieta.

Nel settanta percento dei pazienti, la pancreatite pseudotumorale viene diagnosticata già nella fase della complicazione, poiché i suoi sintomi sono simili allo sviluppo di cancro, colecistite e altre malattie. Tra i più pronunciati:

  • dolore sistematico nella parte sinistra, peggiora durante la notte;
  • violazione del sistema digestivo, cambiamento nelle feci;
  • una forte riduzione del peso corporeo;
  • diminuzione del livello dell'insulina ormonale;
  • nausea periodica, vomito;
  • ingiallimento della sclera degli occhi e della pelle.

Durante la palpazione può verificarsi un forte dolore a causa di un aumento significativo del pancreas. Allo stesso tempo, il quadro clinico della risonanza magnetica mostra che i tessuti dell'organo crescono in modo non uniforme.


Sintomi di pancreatite pseudotumorale

Nelle manifestazioni cliniche, tale malattia ricorda il decorso della pancreatite acuta e del cancro. Man mano che la malattia si sviluppa, tali sintomi di pancreatite pseudotumorale si manifestano come:

  • sindrome del dolore pronunciata, che è l'herpes zoster. Per questo motivo, il dolore si diffonde spesso alla schiena, così come nell'ipocondrio destro e sinistro. Una caratteristica è che c'è un aumento del dolore dopo aver bevuto alcolici e mangiato cibo;
  • manifestazioni di ittero ostruttivo, che includono l'acquisizione della pelle e delle mucose di una tonalità giallastra, l'oscuramento delle urine e lo scolorimento delle feci. Con un decorso grave della malattia, si nota il prurito della pelle;
  • attacchi di nausea e vomito;
  • perdita di peso;
  • aumento della formazione di gas;
  • violazione del processo di defecazione - si esprime in alternanza di costipazione e diarrea. Le masse fecali hanno un odore fetido sgradevole;
  • aumento dell'addome.

Inoltre, una tale malattia provoca un aumento del volume del pancreas, in particolare della sua testa, che può essere facilmente rilevata da uno specialista durante l'esame. Sotto l'influenza di processi infiammatori e altri fattori avversi, il dotto principale dell'organo interessato si restringe, il che comporta una violazione del deflusso del succo pancreatico.

Nei casi più gravi si osserva un blocco completo del dotto, contro il quale gli enzimi iniziano ad accumularsi. Per questo motivo, la cavità pancreatica trabocca, motivo per cui si sviluppano processi autoimmuni in cui il corpo produce anticorpi contro le proprie cellule.

Manifestazioni cliniche

La clinica della malattia è simile ai segni del cancro del pancreas, che complica in modo significativo la diagnosi differenziale. Molto spesso, sintomi come:

  • sindromi da dolore di cintura severa nell'area dell'ipocondrio sinistro;
  • disturbi dispeptici, quando la costipazione frequente cambia diarrea senza causa;
  • disturbi nella digestione del cibo;
  • la comparsa di nausea e vomito, soprattutto dopo aver mangiato cibo;
  • perdita di peso senza causa.

Con un esame obiettivo, il medico è allarmato da fattori fisiologici come:

  • pallore e giallo della pelle;
  • dolore nella regione epigastrica durante la palpazione;
  • testa del pancreas allargata (la palpazione è facile da palpare);
  • pelle cascante e secca con conseguente perdita di peso drammatica.

Sullo sfondo di questi segni, i pazienti lamentano anche debolezza, affaticamento, disturbi del sonno e stato emotivo..

I sintomi di questa forma di pancreatite sono associati a compressione del tratto biliare, insufficienza endocrina e mancanza di enzimi pancreatici coinvolti nella digestione. Inoltre, tra le manifestazioni cliniche, ci sono sintomi di tumori e forti dolori. Lo stadio iniziale della forma pseudotumorosa può essere asintomatico.

Ma molto spesso, i seguenti segni della malattia sono presenti nei pazienti:

  • ittero ostruttivo;
  • dolore alla cintura che si verifica dopo aver mangiato cibi piccanti o grassi, alcool o eccesso di cibo;
  • cibo non digerito nelle feci;
  • nausea seguita da vomito, che porta sollievo;
  • Feci grasse (steatorrea);
  • diarrea alternata a costipazione;
  • ridotta tolleranza al glucosio;
  • perdita di peso senza causa;
  • alla palpazione - una testa del pancreas compattata;
  • allargamento della ghiandola.

Come si manifesta la pancreatite cronica da pseudotumore

Dal momento della diagnosi di "pancreatite cronica" allo sviluppo di una forma pseudotumorosa possono passare 10-15 anni. Spesso il paziente è completamente trattato per malattie epatiche, colecistite cronica o discinesia biliare e la diagnosi attuale diventa chiara solo dopo un esame dettagliato durante una degenza in ospedale.

I seguenti sintomi sono degni di nota:

  • Dolore intenso.
  • Grave perdita di peso in un breve periodo di tempo.
  • Ingrandimento pancreatico irregolare determinato dalla palpazione addominale.
  • Violazione della funzione esocrina di un organo per tipo di insufficienza: feci instabili, steatorrea ("feci grasse"), una grande quantità di fibre non digerite e fibre muscolari.
  • Un quadro caratteristico quando si esegue la diagnostica ecografica: la crescita (di regola) del tessuto della testa del pancreas, l'espansione del dotto di Wirsung, i contorni sono sciolti, sfocati, intervallati da pseudocisti.

Classificazione

La malattia è considerata sia nel quadro della tipologia generale della pancreatite cronica (CP), sia come fenomeno dotato di segni specifici. La specificità si concentra principalmente sugli archetipi patogenetici associati all'aumento del pancreas:

  • edema (nella fase iniziale della pancreatite cronica, con necrosi lieve);
  • cistosi (principalmente secondaria, non congenita);
  • fibrosi tissutale;
  • aumento del numero e delle dimensioni dei calcoli nel corpo e nei dotti della ghiandola.

La formazione di cisti è osservata nel 30% - 50% dei pazienti. Lo sviluppo di ittero ostruttivo a causa di edema o progressione della fibrosi si verifica in base a varie fonti nel 20% - 35% dei casi. Queste categorie si sovrappongono per circa il 30%..

previsione

Di solito, la prognosi dopo il trattamento è favorevole. Se si verificano le minime deviazioni, lo specialista le corregge immediatamente. Quando un paziente rifiuta l'intervento chirurgico, compaiono le seguenti complicazioni:

  • emorragia interna;
  • la comparsa di cisti pancreatiche;
  • trombosi venosa con particelle in decomposizione di un organo;
  • pleurite;
  • ittero e molti altri.

Se una persona segue le raccomandazioni del medico curante, tali complicazioni non compariranno e il trattamento sarà favorevole.

La prognosi per la vita con pancreatite pseudotumorale è favorevole. La malattia si sviluppa lentamente, si verificano raramente esacerbazioni, ma in assenza di trattamento, il paziente può manifestare le seguenti complicanze:

  • calcificazione della ghiandola,
  • itterizia,
  • blocco delle vene,
  • peritonite,
  • diabete,
  • emorragia interna,
  • degenerazione dei tessuti di organi ipertrofici in una neoplasia maligna.

La stretta osservanza delle raccomandazioni del medico consentirà al paziente di salvare la vita e garantire una remissione stabile..

Nonostante il fatto che la pancreatite pseudotumorale abbia una prognosi favorevole, è necessario prendere il trattamento di questa patologia con tutta serietà. Dopotutto, per ottenere un effetto duraturo è possibile solo nel caso di un approccio integrato.

Nella situazione opposta, possono verificarsi complicazioni sotto forma di:

  • ittero;
  • peritonite;
  • trombosi venosa;
  • neoplasie cistiche;
  • emorragia interna;
  • malignità.

Dieta e prevenzione

Per la terapia dietetica, la conformità dietetica è prescritta nella tabella n. 5, che prevede l'esclusione dei seguenti alimenti:

  • forti bevande di tè e caffè e alcol,
  • delizie da forno e pasticceria,
  • cibo grasso,
  • cavoli e legumi,
  • colture di frutta con un gusto aspro pronunciato.
  • frutta e verdura trattate termicamente,
  • varietà non grasse di carne e pesce bolliti,
  • zuppe di purè,
  • latticini non grassi,
  • pasta e cereali,
  • composta, bevanda alla frutta, bevande alla tisana.

L'alimentazione dietetica dovrebbe essere per il paziente un cambiamento grandioso in tutto lo stile di vita, che deve essere rispettato per tutto il successivo periodo di vita. Solo in questo modo si può contare su una remissione stabile della patologia.

Un rifiuto completo delle cattive abitudini sotto forma di bere alcolici e fumare diventerà una misura preventiva affidabile contro lo sviluppo di recidive e l'esacerbazione della malattia.

Come diagnosticare la pancreatite pseudotumorale

Per una diagnosi corretta, è necessario un esame approfondito del paziente. Qui viene svolto un ruolo importante raccogliendo un'anamnesi, quindi vengono eseguiti metodi di ricerca di laboratorio: test per l'attività enzimatica del pancreas e della funzionalità epatica, i principali sono amilasi, lipasi, fosfatasi alcalina, determinazione della bilirubina diretta e totale, transaminasi.

Quindi passano ai metodi di ricerca strumentale: diagnostica ecografica, gastroscopia, radiografia dello stomaco con mezzo di contrasto, tomografia computerizzata. Per escludere il processo oncologico, viene eseguito un esame istologico di un pezzo di un organo malato. Per evitare queste malattie, è necessario iniziare il trattamento.

La diagnosi di pancreatite pseudotumorale è determinata solo in un piccolo numero di pazienti con una storia di una o un'altra patologia del pancreas o del fegato. La malattia non ha sviluppo inverso, quindi solo un trattamento chirurgico.

Durante l'operazione, la proliferazione patologica viene rimossa. Successivamente, le condizioni del paziente migliorano, i sintomi spiacevoli scompaiono, il rischio di sviluppare il diabete mellito, la formazione di calcoli biliari è ridotta.

patogenesi

Comprendere i meccanismi della malattia da parte del paziente è il primo passo non solo sulla strada della guarigione, ma anche nel diventare responsabili della propria salute.

Considera le attuali opinioni sulla patogenesi della pancreatite pseudotumorale.

Il ruolo dei processi autoimmuni

Una caratteristica distintiva della patologia autoimmune è l'infiammazione intensa, che porta all'infiltrazione cellulare attorno al dotto interlobulare medio e grande. A poco a poco vengono coinvolti nel processo. L'infiltrato riempie completamente i canali, contribuendo alla crescita dei tessuti epiteliali nel loro lume, creando una caratteristica struttura a forma di stella. Le pareti sono affette da fibrosi preduttale. Se i cambiamenti sclerotici colpiscono i vasi, il tessuto ghiandolare perde resistenza all'infiammazione e alla distruzione.

La testa della ghiandola con pancreatite pseudotumorale di natura autoimmune aumenta con una probabilità dell'80%. Le pareti del condotto di Wirsung si addensano. In combinazione con la pressione del pancreas sul duodeno 12, questo porta a ridotta pervietà della bile e colecistite. Nei casi più gravi, vengono avviati processi patogeni nel fegato.

Natura tossica e metabolica della pancreatite pseudotumorale

L'avvelenamento cronico da etanolo o l'infiammazione acuta da farmaci aumentano significativamente la concentrazione proteica nel succo pancreatico. La precipitazione di aminoacidi è una specie di colla per la calcificazione dei condotti. La precipitazione di CaCO3 nei lumi sotto l'influenza dell'alcol è stata dimostrata in una serie di studi patologici.

La formazione di pietre, a sua volta, porta all'ostruzione dei dotti e all'ulcerazione dell'epitelio delle sue pareti. L'aumento della fibrosi e la distrofia acinaria portano alla pancreatite cronica con formazione di cisti nel corpo della ghiandola e calcificazioni (calcoli, calcoli) nei dotti.

Diagnosi di pancreatite pseudotumorale

Se sospetti una forma pseudotumorale di pancreatite cronica, è importante condurre una diagnosi differenziale con un tumore reale: il cancro del pancreas (adenocarcinoma), che nell'80% dei casi colpisce la testa dell'organo.

A tale scopo, viene eseguita una biopsia del pancreas con un esame istologico dei campioni di tessuto ottenuti dall'area interessata. Se vengono rilevate cellule atipiche (tumore), al paziente viene diagnosticato un cancro.

Tuttavia, una biopsia per il cancro solo nel 56% dei casi rivela cellule atipiche e nel 12% dei pazienti operati per pancreatite pseudotumorale, viene rilevato il cancro del pancreas (secondo i ricercatori tedeschi). Pertanto, quando si stabilisce una diagnosi in casi dubbi, vengono presi in considerazione molti criteri.

  • L'età è più giovane.
  • Genere: più spesso uomini.
  • Abuso di alcool.
  • Anamnesi della malattia per oltre un anno e mezzo.
  • Perdita di peso significativa (oltre 10 kg).
  • Sindrome del dolore addominale.
  • L'ittero in non più del 20% dei pazienti è regressivo, con un moderato aumento della bilirubina.
  • L'ecografia e la TC mostrano una diminuzione dell'ecogenicità della testa della ghiandola in circa il 18% dei casi.

Tipico per il tumore alla testa del pancreas:

  • Età più matura, in media, 59 anni.
  • Sia gli uomini che le donne sono ugualmente colpiti.
  • Perdita di peso moderata fino a 5-6 kg.
  • Ittero progressivo con elevata bilirubina nel 90% dei pazienti.
  • L'ecografia e la TC mostrano una diminuzione dell'ecogenicità della testa della ghiandola in circa il 75% dei casi.

Caratteristiche della medicina tradizionale

Oltre a queste opzioni di trattamento, i medici possono raccomandare l'uso di fondi da parte delle persone. Ciò include decotti di erbe, varie tinture e infuso di piante medicinali.

Il decotto di camomilla e calendula, che differiscono per gli effetti antibatterici e antinfiammatori, ha un effetto curativo..

Merita un feedback positivo e una tintura alcolica di crespino.

Per cucinarlo, devi avere 20 grammi di questa materia prima a portata di mano, versarlo con 200 millilitri di alcol e lasciarlo fermentare per 2 settimane.

Prendi una tale tintura in un dosaggio come prescritto dal medico curante.

È possibile rimuovere tutte le tossine dal corpo e normalizzare il funzionamento del pancreas con l'aiuto di decotti e kissel fatti sulla base di avena.

I fondi considerati dovrebbero essere bevuti per circa 40 giorni, dopo aver consultato uno specialista.

Misure diagnostiche

La diagnosi di PTP inizia con il chiarimento dei segni della malattia sulla base dei reclami dei pazienti. Dopo studi più approfonditi vengono assegnati.

I test di laboratorio possono determinare i seguenti fattori:

  • esame del sangue - lo stato di ESR e globuli bianchi, la presenza di bilirubina, vari enzimi e acidi;
  • analisi delle urine - presenza di bilirubina, urobilina e amilasi;
  • coprologia: la qualità della digestione del cibo e la presenza di grasso.
  • CT
  • Ultrasuoni del sistema digestivo;
  • radiografia;
  • ecolocazione endoscopica;
  • gastroscopia del tratto gastrointestinale e del tratto biliare;
  • colangiografia endovenosa: l'introduzione del liquido di contrasto nelle vene pancreatiche per studiare l'ostruzione del dotto, la presenza di calcoli e neoplasie;
  • colecistografia con radionuclidi - l'introduzione di agenti di contrasto per la successiva radiografia dell'organo, consente di ottenere un'immagine chiara del pancreas nella foto;
  • istologia - lo studio del tessuto vivente ottenuto da un paziente per la presenza di oncologia.

Metodi di trattamento

La malattia viene trattata chirurgicamente. Questo può essere il drenaggio dei dotti pancreatici (migliorandone la pervietà e il deflusso del succo pancreatico) o può essere l'escissione della testa del pancreas.

I metodi conservativi apportano un sollievo temporaneo e non risolvono il problema: le remissioni non possono essere raggiunte con il loro aiuto. Includono l'uso di antidolorifici (antispasmodici - no-spa, papaverina, duspatalin, ecc.), Farmaci che sopprimono la secrezione (kontrikal, gordoks). Durante le riacutizzazioni, la fame viene prescritta per 2-3 giorni.

Tutte queste misure sono di natura preparatoria e, dopo l'abbattimento, il paziente necessita di un intervento chirurgico.

L'escissione dei tessuti troppo cresciuti della testa della ghiandola allevia la compressione del Wirsung e dei dotti biliari comuni. I frammenti del tessuto ghiandolare sono sottoposti a esame istologico direttamente durante l'operazione. Se vengono rilevate cellule tumorali, viene spesso utilizzato il PDR: resezione pancreatoduodenale.

Se un esame istologico non rivela una lesione maligna del tessuto ghiandolare, allora il chirurgo acceca la testa e bagna le cisti più grandi, stringendo il grande dotto pancreatico. Tale operazione consente di ottenere una remissione completa o quasi completa e, dopo un periodo di riabilitazione, migliora significativamente la qualità della vita dei pazienti.

Cosa minaccia il rifiuto del trattamento chirurgico? Progressione inevitabile della malattia, aumento delle esacerbazioni, aumento dell'ittero e dell'intossicazione a causa della maggiore compressione degli organi vicini. Lo sviluppo dell'insufficienza pancreatica endocrina ed esocrina.

Naturalmente, i pazienti operati seguiranno una dieta per tutta la vita - arricchita con proteine ​​e povera di grassi. Dovranno smettere di bere alcolici. Per ridurre l'insufficienza pancreatica, devono assumere enzimi. Giornate di digiuno periodiche, trattamenti di sanatorio presso i resort di bevande - Kislovodsk, Essentuki, Zheleznovodsk, Truskavets, Morshin, Karlovy Vary sono utili per tali pazienti..

La forma pseudotumorale di pancreatite, il cui trattamento deve essere effettuato esclusivamente sotto la supervisione di personale medico, nella maggior parte dei casi ha una prognosi favorevole per il paziente. Per questo, viene adottato un approccio integrato..

  1. Terapia farmacologica.
  2. Terapia dietetica.
  3. Endoscopia.
  4. Intervento chirurgico.
  5. Ricette di medicina tradizionale.

Natura tossica e metabolica della malattia

Considera un altro meccanismo per lo sviluppo della malattia, poiché, nella maggior parte dei casi, la causa della pancreatite pseudotumorale è l'abuso sistematico di una grande quantità di alcol e l'uso a lungo termine di alcuni farmaci (acetaminofene, estrogeni). L'etanolo contenuto nelle bevande alcoliche porta ad un aumento significativo del livello di molecole proteiche del succo pancreatico.

I radicali liberi formati durante la scissione delle sostanze tossiche accelerano il processo di sedimentazione del carbonato di calcio nella cavità corporea. Ciò porta alla formazione di calcoli che interferiscono con il deflusso degli enzimi e l'ulcerazione delle pareti epiteliali..

Terapia

Pancreatite pseudotumorale, il cui trattamento durante i periodi di esacerbazione viene effettuato in gastoenterologia, è caratterizzato da un decorso ondulato (cioè un'alternanza di remissioni ed esacerbazioni).

La terapia di questa patologia comporta la nomina di una dieta parsimoniosa (tabella n. 5). Sono ammessi pasti frequenti (da cinque a sei volte al giorno), ma in piccole porzioni. Metodi di cottura: cottura e cottura, raramente - stufatura. Cibi grassi, fritti, uova strapazzate, tè forte, caffè sono vietati, la quantità di carne (specialmente di maiale) e il latte è strettamente limitata.

L'obiettivo principale della terapia è il trattamento etiotropico, cioè l'eliminazione dei fattori provocatori (assunzione di alcol, droghe) e le ragioni che hanno causato questa condizione. Ad esempio, con colelitiasi - colecistectomia e così via.

Il trattamento farmacologico dovrebbe mirare a correggere l'insufficienza della ghiandola intra- ed esocrina. Per fare questo, prescrivere preparati enzimatici: "Pancreatina" in combinazione con "Solizim" o "Lipasi". Gli antiacidi e i preparati di calcio sono usati per ridurre la steatorrea..

Al fine di ridurre le discinesie, vengono prescritti anticolinergici. Per il sollievo della sindrome del dolore grave, vengono utilizzati antispasmodici o Atropina. Come efficace antispasmodico per lo sfintere di Oddi, usano Mebeverin o Gimekromon. Nel periodo di esacerbazione, i farmaci antibatterici sono inclusi nel trattamento.

Oltre ai metodi di trattamento di cui sopra, abbastanza spesso con pancreatite pseudotumorale, vengono eseguite operazioni endoscopiche (ad esempio papillosfincterotomia) volte alla decompressione del sistema duttale. Tali interventi sono particolarmente efficaci per la stenosi della regione prepalillare, la papillostenosi, un aumento della testa del pancreas, accompagnati da ittero ostruttivo e compressione del dotto biliare comune.

Chi è a rischio?

Molti fattori possono provocare il progresso di questo modello morfologico della malattia:

  • abuso di alcol (principalmente, dopo che si osservano esacerbazioni);
  • colelitiasi;
  • a seguito dell'assunzione di determinati farmaci;
  • eredità;
  • dieta sbagliata;
  • processo infettivo nel duodeno;
  • intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea;
  • aterosclerosi, trombosi vascolare;
  • processi autoimmuni;
  • patologie congenite della ghiandola pancreatica.

Solo il 15% delle persone che abusano di alcol osserva lo sviluppo di questo modulo dopo la prima esacerbazione.

Fondamentalmente, la malattia è tipica per le donne che seguono costantemente diete estenuanti e per coloro che sono sovraccarichi di lavoro e non c'è tempo per un pranzo o uno spuntino completo. Quindi i processi metabolici nel corpo e la funzione del tratto gastrointestinale sono interrotti.

Molto spesso, questa infiammazione si sviluppa a causa di disturbi patologici nel lavoro del fegato, del tratto biliare.

Diagnosi differenziale

Sfortunatamente, le malattie pseudotumorali più avanzate nelle fasi avanzate sono estremamente difficili da separare dal cancro del pancreas..

Le analisi dei marker tumorali forniscono una risposta positiva per i tumori maligni con un'alta probabilità solo sullo sfondo dell'esclusione della pancreatite.

Le opinioni di oncologi e pancreatologi sugli studi istologici indicativi di queste biopsie sono spesso divergenti. Il fatto è che quando si campiona una quantità insufficiente di materiale può essere raccolta e ottenere un ago in un piccolo gruppo di cellule può essere molto difficile.

Allo stesso tempo, uno studio parallelo di ultrasuoni con una biopsia con ago sottile aumenta significativamente l'efficacia della diagnosi differenziale. In caso di dubbi sulla diagnosi, assicurati che il medico ti indirizzi a questo esame..

Poiché gli interventi chirurgici vengono talvolta eseguiti secondo indicazioni situazionali, la rilevazione finale del cancro viene già effettuata intraoperatoriamente. Un campione affidabile viene prelevato e inviato per una biopsia urgente, i cui risultati possono influenzare l'ulteriore corso dell'intervento chirurgico.

Pancreatite reattiva: una revisione della malattia

Nell'esclusione delle malattie della cistifellea, del fegato, dello stomaco e del duodeno, il ruolo decisivo è svolto dagli esami tomografici ed endoscopici di questi organi.

Conclusione

In conclusione, vorrei suggerire di guardare un video tematico e ricordare che la salute è il valore più grande nella vita umana. Deve essere protetto dalla nascita.

Per diventare un fegato lungo attivo, devi solo soddisfare tutti i punti sopra descritti, oltre a riempire la tua vita di emozioni positive e pensieri giusti. E quando si verificano i primi sintomi allarmanti, è necessario cercare un aiuto qualificato e non automedicare a caso. Buona salute a tutti!

Come viene trattata la pancreatite di tipo pseudotumore

La pancreatite cronica da pseudotumore richiede un trattamento di emergenza effettuato in ospedale. Viene utilizzata una terapia complessa, le cui caratteristiche individuali dipendono dal quadro clinico della malattia e dalle condizioni del paziente.

Prima di tutto, ai pazienti viene prescritta una dieta speciale. Il prossimo stadio importante è l'eliminazione della causa dello sviluppo della malattia e la regolazione delle funzioni secretorie del pancreas.

Dieta terapeutica

Se viene diagnosticata una pancreatite pseudotumorale nella fase iniziale, ai pazienti viene assegnata una dieta n. 5, che allevia la condizione. Nei periodi acuti, il digiuno è raccomandato per i primi giorni, quindi il risparmio di cibo viene gradualmente introdotto nella dieta del paziente in piccole porzioni. Il rispetto della tabella di trattamento è obbligatorio prima dell'intervento chirurgico.

  1. Per eliminare la sindrome del dolore, ai pazienti vengono prescritti antispasmodici (ad esempio, No-shpa, Papaverina).
  2. Farmaci prescritti obbligatoriamente che regolano la produzione di enzimi (pancreatina, amilasi).
  3. A discrezione del medico, vengono prescritti anche farmaci antibatterici e altri.

Nelle fasi iniziali della malattia, i metodi conservativi aiuteranno a evitare l'intervento chirurgico. Se è necessario un intervento chirurgico, dopo la procedura, il medico prescrive farmaci per stimolare il normale funzionamento del pancreas e alleviare le condizioni del paziente.

Sfortunatamente, nella maggior parte dei casi, la cura per la pancreatite pseudotumorale è impossibile senza un intervento chirurgico per rimuovere il tumore o la parte interessata del pancreas, nonché ripristinare il dotto pancreatico. Durante l'operazione, le cisti rilevate vengono sbucciate, viene prelevata una parte delle cellule rimosse per condurre un'analisi istologica in breve tempo. Se il cancro è confermato, il chirurgo regola il corso della chirurgia.

Tali metodi consentono ai medici di ottenere una remissione stabile, per evitare lo sviluppo di altre patologie: diabete mellito e calcoli biliari. Tuttavia, l'operazione non significa un recupero finale. I pazienti devono seguire una dieta, assumere farmaci speciali e consultare un medico.

Video utile

La pancreatite è una malattia infiammatoria del pancreas causata dal ristagno di enzimi nel corpo, dalla sua auto-digestione e dalla sua distruzione. Le tossine assegnate penetrano nel sistema circolatorio e danneggiano gli organi interni - cuore, fegato, reni. La pancreatite pseudotumorale è una forma speciale di infiammazione cronica del pancreas, caratterizzata da un tumore della testa e che si sviluppa in assenza di un trattamento tempestivo. Questo tipo di malattia viene rilevata all'incirca da dieci a quindici anni dal momento in cui si verificano cambiamenti infiammatori nella ghiandola. La pancreatite cronica da pseudotumore è spesso confusa con malattie del tratto biliare o del fegato e di solito viene diagnosticata dopo che un paziente è entrato in ospedale con altre malattie..

Pancreatite pseudotumorale o cancro

Eziologia

La malattia può svilupparsi come conseguenza di qualsiasi forma di CP. La sua origine è promossa da fattori "classici" come l'alcolismo cronico, la malnutrizione, l'avvelenamento da droghe, nonché il fumo e altre cause di stenosi prolungata di vasi sanguigni, dotti e muscoli lisci. Insieme ai meccanismi tossici e metabolici, sono indicati i processi immediati che anticipano gli pseudotumori: formazioni cistiche, pseudo ipertrofia e pancreatite xantogranulomatosa.

Studi recenti mostrano l'associazione predominante di manifestazioni pseudotumorali nel pancreas con pancreatite autoimmune e infezioni di origine infettiva associate a vari tipi di micoplasmi.

Negli anziani, la pancreatite pseudotumorale si verifica senza una storia di infiammazione cronica o acuta del pancreas. In essi, l'iperplasia papillare duttale correlata all'età può causare fibrosi eterogenea alla periferia del pancreas. La fibrosi, a seconda dello stato immunitario e della presenza di patologie gastrointestinali, può crescere, a volte trasformandosi in una forma maligna.

La pancreatite pseudotumorale si sviluppa sempre sullo sfondo della pancreatite acuta non trattata. Tuttavia, i fattori che provocano il suo verificarsi possono essere:

  • abuso a lungo termine di nicotina e alcol;
  • dieta irrazionale, ad esempio, sovralimentazione frequente;
  • la presenza di calcoli biliari in una persona;
  • una vasta gamma di disturbi del fegato e dei dotti biliari, in particolare malformazioni congenite;
  • uso a lungo termine di determinati farmaci.

Inoltre, ci sono molte controversie in medicina sulla predisposizione ereditaria.

Chi è a rischio?

Molti fattori possono provocare il progresso di questo modello morfologico della malattia:

  • abuso di alcol (principalmente, dopo che si osservano esacerbazioni);
  • colelitiasi;
  • a seguito dell'assunzione di determinati farmaci;
  • eredità;
  • dieta sbagliata;
  • processo infettivo nel duodeno;
  • intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea;
  • aterosclerosi, trombosi vascolare;
  • processi autoimmuni;
  • patologie congenite della ghiandola pancreatica.

Fondamentalmente, la malattia è tipica per le donne che seguono costantemente diete estenuanti e per coloro che sono sovraccarichi di lavoro e non c'è tempo per un pranzo o uno spuntino completo. Quindi i processi metabolici nel corpo e la funzione del tratto gastrointestinale sono interrotti.

Molto spesso, questa infiammazione si sviluppa a causa di disturbi patologici nel lavoro del fegato, del tratto biliare.

Sintomi e segni della malattia

Lo sviluppo di una forma pseudotumorale di lesione pancreatica pancreatica è accompagnato dal verificarsi dei seguenti segni sintomatici:

  • dolore intenso,
  • una forte riduzione del peso corporeo per un breve periodo di tempo,
  • determinazione di irregolarità nell'aumento del pancreas al momento dell'esame della palpazione della cavità addominale,
  • cambiamento patologico nella funzionalità dell'organo esocrino,
  • disturbi dispeptici,
  • vomito e nausea,
  • sbiancamento della pelle con l'acquisizione di un ittero,
  • allargamento della testa della ghiandola.

Nelle manifestazioni cliniche, tale malattia ricorda il decorso della pancreatite acuta e del cancro. Man mano che la malattia si sviluppa, tali sintomi di pancreatite pseudotumorale si manifestano come:

  • sindrome del dolore pronunciata, che è l'herpes zoster. Per questo motivo, il dolore si diffonde spesso alla schiena, così come nell'ipocondrio destro e sinistro. Una caratteristica è che c'è un aumento del dolore dopo aver bevuto alcolici e mangiato cibo;
  • manifestazioni di ittero ostruttivo, che includono l'acquisizione della pelle e delle mucose di una tonalità giallastra, l'oscuramento delle urine e lo scolorimento delle feci. Con un decorso grave della malattia, si nota il prurito della pelle;
  • attacchi di nausea e vomito;
  • perdita di peso;
  • aumento della formazione di gas;
  • violazione del processo di defecazione - si esprime in alternanza di costipazione e diarrea. Le masse fecali hanno un odore fetido sgradevole;
  • aumento dell'addome.

Inoltre, una tale malattia provoca un aumento del volume del pancreas, in particolare della sua testa, che può essere facilmente rilevata da uno specialista durante l'esame. Sotto l'influenza di processi infiammatori e altri fattori avversi, il dotto principale dell'organo interessato si restringe, il che comporta una violazione del deflusso del succo pancreatico.

Nei casi più gravi si osserva un blocco completo del dotto, contro il quale gli enzimi iniziano ad accumularsi. Per questo motivo, la cavità pancreatica trabocca, motivo per cui si sviluppano processi autoimmuni in cui il corpo produce anticorpi contro le proprie cellule.

La pancreatite pseudotumorale è caratterizzata da sindrome del dolore acuto. Soprattutto nell'area dell'ombelico e sotto le costole. Ogni secondo paziente ha problemi al tratto digestivo (diarrea e costipazione, per lo più si alternano). Spesso sullo sfondo generale, si sente nausea, in rari casi, vomito.

Con un decorso prolungato della malattia, il peso corporeo diminuisce rapidamente a causa della mancanza di sostanze nutritive nel corpo, ingiallimento della pelle, deterioramento delle condizioni di capelli e unghie. Nelle feci puoi notare particelle di cibo che il corpo non ha digerito.

Alcuni pazienti sviluppano diabete mellito sullo sfondo di questa forma di patologia..

Sintomi e segni della malattia

La pancreatite pseudotumorale presenta sintomi caratteristici non solo per l'infiammazione del pancreas, ma anche per il cancro. A questo proposito, la diagnosi della malattia è molto difficile, perché i sintomi coincidono con molti disturbi dell'apparato digerente e problemi al fegato.

I sintomi di questo disturbo possono anche portare alla confusione di una persona ed è per questo che si consiglia di contattare uno specialista qualificato anche con il minimo sospetto di un problema.

  • Ittero ostruttivo: si osservano nausea, vomito, diminuzione dell'appetito e del peso, ingiallimento della pelle, bianchi degli occhi, nel tempo la pelle acquisisce una tinta terrosa.
  • La palpazione del fegato provoca dolore.
  • L'urina è scura, le feci sono liquide, sbiancate.
  • Testa pancreatica ingrandita, determinata dalla palpazione.
  • La sindrome del dolore è caratteristica solo per il 30-40% dei pazienti. Il dolore si avverte nella parte superiore dell'addome, in diverse posizioni può essere di diversa intensità. Il suo aspetto dopo aver mangiato cibi piccanti, salati o grassi è caratteristico.
  • Il cibo viene digerito molto male a causa di funzioni secretorie compromesse.

Molto spesso, i pazienti vengono trattati a lungo per la colecistite e solo durante l'esame in ospedale viene rivelata un'infiammazione del pancreas, già con complicazioni. Il decorso della malattia può iniziare immediatamente nella fase cronica precoce e procedere di nascosto.

Pancreatite pseudotumorale: che cos'è? La domanda, purtroppo, è rilevante per molte persone moderne. Devi capire che le caratteristiche di questa forma non sono solo l'infiammazione, ma la formazione di una testa di forma irregolare densificata nel pancreas. A causa delle funzioni alterate della secrezione e del ristagno della bile, il fegato aumenta.

La testa infiammata del pancreas chiude i dotti per l'uscita della bile, quindi nel tempo viene assorbita nel sangue e si diffonde in tutto il corpo, quindi l'ingiallimento della pelle.

Negli esami del sangue, c'è un aumento della bilirubina nel sangue e un aumento della velocità di eritrosedimentazione (VES).

I segni esterni della malattia compaiono solo nel momento in cui la cavità della ghiandola è già piena di enzimi. Il lavoro inibito dell'organo porta al fatto che il succo digestivo in grandi quantità si accumula nello stomaco e non passa, come previsto, nell'intestino. Nell'ambiente acido, il pancreas stesso inizia a digerire, di conseguenza, il paziente avverte dolore quando i tessuti iniziano a danneggiare.

I principali segni della malattia sono:

  1. Dolore nell'addome superiore a sinistra o a destra. Il dolore ha intensità variabile e può essere l'unico sintomo. Si intensifica dopo aver mangiato cibi grassi e piccanti. Questo sintomo si osserva nel 30-40% dei pazienti.
  2. Giallo della pelle e sclera degli occhi. Può essere il primo sintomo della pancreatite. È associato a ristagno della bile e ad un aumento della bilirubina nel sangue e nei tessuti..
  3. Gonfiore. A causa della formazione di un grande volume di gas a causa della mancanza di enzimi e di una violazione della digestione di proteine ​​e carboidrati.
  4. Diarrea. La sedia è frequente (3-4 volte al giorno) e molle. La steatorrea è caratteristica (feci oleose, macchiate di lucentezza).
  5. Perdita di peso. Il motivo è il malassorbimento dei nutrienti.
  6. Nausea.
  7. vomito.

In rari casi, con pancreatite, si osservano sintomi di nefropatia e chetoacidosi. La causa è la disfunzione endocrina (una violazione della produzione di ormoni). Di conseguenza, la tolleranza ai carboidrati è ridotta..

Con la malattia descritta, si verifica un aumento del pancreas, che è associato alla comparsa di cisti (pancreatite pseudotumorale cronica, cisti pancreatica), sviluppo di lipomatosi e lesioni autoimmuni.

Il processo infiammatorio, di regola, colpisce la testa del pancreas - il sito di uscita del dotto pancreatico principale. Di conseguenza, quest'ultimo si restringe e il succo pancreatico ristagna nell'organo. Di conseguenza, il condotto trabocca e la pressione in esso aumenta. Gli enzimi contenuti nel succo iniziano a digerire il tessuto pancreatico, che provoca l'insorgenza di un forte dolore, che è spesso accompagnato da una forma pseudotumorale di pancreatite.

Più della metà dei casi è causata dall'abuso prolungato di alcol e dalla presenza di patologie del fegato o dei dotti biliari. Allo stesso tempo, il fumo aggrava i processi dannosi, accelerandone lo sviluppo.

Ci sono anche casi noti in cui la malattia appare a causa dell'assunzione di una serie di farmaci che violano l'attività del tratto gastrointestinale.

Insieme alle caratteristiche generali della CP (dolore addominale che si irradia alla schiena, manifestazioni di dispepsia), con pancreatite pseudotumorale, sono più pronunciati i seguenti marcatori soggettivi e oggettivi:

  • Il dolore in tutte le posizioni del pancreas, ma nell'ipocondrio destro è notato più volte più spesso che a sinistra.
  • La nausea si trasforma in vomito a un picco di dolore.
  • Costipazione o diarrea nel 35% - 40% del decorso della malattia.
  • Ittero ostruttivo, accompagnato da ingiallimento della sclera, delle dita, del viso e (a volte) della pelle di tutto il corpo.
  • Una clinica più pesante e più lunga rispetto, in media, con altre forme di CP. Porta rapidamente alla perdita di peso a causa della malnutrizione (a causa della paura di provocare un attacco).

I segni dello sviluppo della patologia sono:

  1. Un aumento di parte del pancreas, che viene rilevato dalla palpazione.
  2. Dolore pronunciato.
  3. Improvvisa perdita di peso.
  4. Nausea e vomito.
  5. Disturbi digestivi.
  6. Pallore della pelle, accettazione di una tinta gialla, regressione dell'ittero.
  7. Costante debolezza.
  8. Affaticabilità rapida.

Sullo sfondo della costante stanchezza, ci sono problemi con il sonno, che provoca disturbi psico-emotivi.

Il quadro clinico è caratterizzato da una predominanza di sintomi di compressione del tratto biliare da una testa pancreatica allargata, segni di insufficienza endocrina, nonché sindromi dispeptiche e dolorose. Abbastanza spesso, questa forma della malattia è principalmente cronica e può essere asintomatica nelle fasi iniziali.

La prima manifestazione di solito diventa l'ittero ostruttivo. Il dolore nell'addome superiore di varie intensità è anche caratteristico, che per lungo tempo può essere l'unica lamentela del paziente. Poco dopo, endocrino (bassa tolleranza ai carboidrati con casi relativamente rari di chetoacidosi, nefropatia) e insufficienza esocrina (sindrome dispeptica e steatorrea) si uniscono.

Nonostante il fatto che il dolore sia patognomonico per la pancreatite, con una forma pseudotumorale si verifica solo nel 30-40% dei pazienti. Il dolore è spesso localizzato nell'epigastrio e nell'ipocondrio destro, si verifica dopo un pasto pesante, specialmente oleoso, persiste per due o tre ore. I disturbi dispeptici comprendono nausea, vomito, perdita di peso e diarrea associati a deficit di enzimi e digestione digestiva compromessa.

Una delle forme di pancreatite cronica in cui può derivare da un trattamento prematuro è la pancreatite pseudotumorale. Questa forma è chiamata così perché i sintomi della pancreatite sono per molti versi simili ai sintomi di un tumore del pancreas ("pseudo" - immaginario, falso; "tumore" - un tumore).

Le principali cause che portano alla crescita del tessuto pancreatico sono malattie concomitanti del sistema epatobiliare (epatite, colecistite, colelitiasi, discinesia biliare) e abuso di alcol.

I fattori che provocano lo sviluppo di questa malattia sono patologie del sistema epatobiliare (ad esempio colelitiasi) e assunzione prolungata di alcol. Molto meno spesso - assunzione di farmaci e altre malattie somatiche. Molto spesso, la pancreatite pseudotumorale è una conseguenza di un processo infiammatorio cronico nei tessuti del pancreas e molto meno spesso (circa il 10% dei casi) viene rilevata dopo un'infiammazione acuta.

Lo sviluppo di sintomi sullo sfondo della colelitiasi è più spesso registrato nelle donne. Tuttavia, non solo può diventare un fattore stimolante, le malformazioni del sistema biliare, le malattie del dotto biliare o la papilla Vater sono di grande importanza qui. In questi casi, l'infiammazione si sviluppa a causa del costante riflusso della bile nel dotto pancreatico.

Uno dei modi per lo sviluppo della pancreatite pseudotumorale può essere il pancreas di danno del tessuto linfogeno (di solito l'area della testa della ghiandola), quando il processo infiammatorio si diffonde dalla cistifellea attraverso la rete linfatica di nodi e vasi.

In casi più rari, la forma pseudotumorale di pancreatite cronica può verificarsi sullo sfondo di un uso prolungato di estrogeni, paracetamolo e altri farmaci o può essere ereditaria. Inoltre, con l'eziologia ereditaria, la malattia sta attivamente progredendo, la probabilità di malignità (malignità) sta aumentando e l'insufficienza delle ghiandole sta rapidamente aumentando.

Il processo infiammatorio, di regola, colpisce la testa del pancreas - il sito di uscita del dotto pancreatico principale. Di conseguenza, quest'ultimo si restringe e il succo pancreatico ristagna nell'organo. Di conseguenza, il condotto trabocca e la pressione in esso aumenta. Gli enzimi contenuti nel succo iniziano a digerire il tessuto pancreatico, che provoca l'insorgenza di un forte dolore, che è spesso accompagnato da una forma pseudotumorale di pancreatite.

Classificazione

Esistono molti tipi e forme di infiammazione del pancreas. È molto importante facilitare la diagnosi di una malattia come la pancreatite, la classificazione della malattia. Nella pratica medica, si basa sulla classificazione internazionale di Marsiglia, che include i seguenti tipi di pancreatite:

  1. acuto.
  2. Acuto progressivo con la capacità di ripristinare la funzione pancreatica.
  3. Progressivo cronico, con attacchi acuti, con possibile ripristino parziale della ghiandola. Chiamata anche pancreatite parenchimatosa..
  4. Ostruttivo, accompagnato dalla formazione di depositi di calcoli, compattazione, alterata pervietà dei dotti biliari del pancreas e un aumento del tessuto fibroso.
  5. Pancreatite cronica con alterazioni patologiche nella struttura del tessuto della ghiandola. A volte è accompagnato dalla deposizione di calcoli, successivamente inizia la calcreatite della pancreatite e questi sono processi necrotici. Gli acini responsabili della produzione di enzimi e del processo di digestione sono più colpiti..

La pancreatite cronica calculosa è caratterizzata dalla deposizione di sali nel pancreas a causa di una violazione della composizione chimica della secrezione pancreatica e porta alla formazione di calcoli o sabbia nei condotti della ghiandola attraverso i quali viene espulso il succo pancreatico. Di conseguenza, nel sito di formazione del calcolo, iniziano i processi necrotici del tessuto ghiandolare.

La natura e la posizione delle lesioni pancreatiche distinguono i seguenti tipi di pancreatite:

  1. La pancreatite edematosa è, di regola, la forma iniziale di sviluppo della pancreatite acuta e cronica. L'edema copre i lobi del pancreas senza alterazioni degenerative. È più comune negli uomini, poiché la causa principale è una lesione alcolica della ghiandola, che provoca la sindrome edematosa. La pancreatite edematosa è reversibile. Con un trattamento tempestivo e la rimozione del gonfiore, la prognosi è favorevole.
  2. La pancreatite parenchimale è una lesione dell'intero pancreas o parte di esso, accompagnata da una violazione dell'attività esocrina dell'organo. La pancreatite parenchimale è molto pericolosa per le sue complicanze, che possono causare la morte del paziente..
  3. La pancreatite infettiva si sviluppa sullo sfondo di un'infezione virale, principalmente l'epatite virale, portando a danni da virus del pancreas e causando un'accelerazione del processo di cicatrizzazione dei tessuti degli organi.
  4. Con un trattamento di scarsa qualità, si verifica una forma trascurata di pancreatite acuta in combinazione con infezioni infettive del pancreas, pancreatite pancreatica purulenta. Con questa forma della malattia, si osservano lesioni purulente diffuse del parenchima. Ciò richiede un intervento chirurgico urgente. L'esito letale è possibile. L'infiammazione purulenta provoca spesso pancreatite necrotica, cioè il processo di morte dei tessuti interessati.
  5. Una forma trascurata di infiammazione cronica del pancreas può portare alla sua graduale atrofia. La pancreatite atrofica inizia con cambiamenti fibrosi nella ghiandola, che gradualmente si diffondono in profondità nei tessuti, deformando i lobuli, gli spazi interlobulari, le isole di Langerhans, che alla fine porta all'insufficienza ormonale ed enzimatica della ghiandola. Ulteriore danno ai dotti e ai vasi sanguigni contribuisce all'emorragia e provoca pancreatite emorragica. Può essere completo o parziale. L'organo è significativamente ridotto di dimensioni e diventa cartilagineo, il che provoca la cirrosi epatica. La previsione è sfavorevole.
  6. La pancreatite emorragica è una conseguenza della distruzione del sistema vascolare del pancreas a causa della fibrosi o della corrosione delle pareti dei vasi da parte dei suoi stessi enzimi a causa del blocco dei dotti della ghiandola. In questo caso, si verificano sanguinamenti interni profondi e peritonite..
  7. Tra i tipi di malattie del pancreas che sono più comuni nelle donne, la pancreatite idiopatica è una condizione in cui i tessuti pancreatici sani vengono convertiti in tessuti adiposi. Le cause di tali cambiamenti degenerativi non sono ancora state studiate. Esistono diversi tipi di pancreatite idiopatica: precoce (che si verifica in 15-20 anni), tropicale (presente negli abitanti dei paesi tropicali ed è causata da una carenza di proteine ​​e minerali), senile (senile).
  8. Il danno al pancreas con la formazione di composti fibrosi e pietre nei tessuti è classificato come pancreatite induttiva. La progressione della malattia porta al blocco dei dotti pancreatici, causando in tal modo una violazione dell'uscita del succo pancreatico nell'intestino. Il risultato è una violazione dell'apparato digerente, malattie del duodeno, fegato, tratto gastrointestinale. La pancreatite induttiva si sviluppa sullo sfondo di numerosi attacchi acuti.
  9. Il tipo più raro di malattia pancreatica riscontrata nella pratica medica è la pancreatite autoimmune. Si esprime in malfunzionamenti del sistema di difesa del corpo, quando l'immunità aumenta e le cellule immunitarie iniziano ad "attaccare" il proprio corpo. La pancreatite autoimmune si manifesta in un danno non solo al pancreas stesso, ma anche a tutti gli organi ad esso associati (fegato, reni, linfonodi, ghiandole salivari, dotti biliari, tratto gastrointestinale). Si manifesta come un insieme di segni caratteristici di tutti i tipi di pancreatite: ittero, disturbi dispeptici, deficit enzimatico e ormonale, diabete mellito, perdita di peso, debolezza generale e affaticamento, ecc..

Secondo lo stadio di sviluppo della malattia, sono suddivisi nelle seguenti fasi:

  1. Fase enzimatica (3-5 giorni) - durante questo periodo c'è una patogenesi della necrosi pancreatica (necrosi pancreatica), inizia l'ubriachezza del corpo con endotossine (endotossiemia), a volte interruzione di altri organi a causa del loro danno (insufficienza multipla di organi) e shock di endotossina.
  2. Fase reattiva (6-15 giorni) - caratterizzata dall'insorgenza di processi infiammatori nelle zone necrotiche.
  3. Fase di sequestro (dopo 2 settimane) - indica la formazione nel pancreas di siti necrotici (sequenze). Esistono sequestri asettici con formazione di cistoma e perforazione e settica, complicata dall'infiammazione purulenta-necrotica del pancreas.
  4. Fase iniziale - si verifica dopo 6 mesi dopo i primi segni di malessere.

La malattia è considerata sia nel quadro della tipologia generale della pancreatite cronica (CP), sia come fenomeno dotato di segni specifici. La specificità si concentra principalmente sugli archetipi patogenetici associati all'aumento del pancreas:

  • edema (nella fase iniziale della pancreatite cronica, con necrosi lieve);
  • cistosi (principalmente secondaria, non congenita);
  • fibrosi tissutale;
  • aumento del numero e delle dimensioni dei calcoli nel corpo e nei dotti della ghiandola.

La formazione di cisti è osservata nel 30% - 50% dei pazienti. Lo sviluppo di ittero ostruttivo a causa di edema o progressione della fibrosi si verifica in base a varie fonti nel 20% - 35% dei casi. Queste categorie si sovrappongono per circa il 30%..

A quale regime terapeutico dovresti aderire??

Le misure terapeutiche iniziano ad essere eseguite in un ospedale:

  • dieta numero 5;
  • antidolorifici;
  • farmaci per ridurre la fermentazione;
  • antinfiammatorio.

Se la terapia farmacologica non ha prodotto risultati, viene prescritta la radioterapia o l'ipotermia locale. Secondo le statistiche, ci sono pochissimi casi di recupero senza chirurgia.

Molto spesso, la malattia richiede la pronta rimozione di neoplasie benigne. Numerose formazioni cistiche possono svilupparsi molto rapidamente in un tumore maligno. La procedura è volta a migliorare la pervietà della ghiandola. Questo aiuta a prevenire gravi complicazioni come diabete mellito, calcoli biliari, tumori e ulcere..

Quasi immediatamente dopo l'operazione, si verifica un miglioramento e se si seguono determinate terapie e si adottano tutte le misure preventive, si possono evitare esacerbazioni multiple. Quasi l'80% dei casi determina il recupero dei pazienti.

Al momento, questo è il trattamento di maggior successo per l'infiammazione pseudotumorale del pancreas. Senza chirurgia, le complicanze possono essere molto più gravi, il che porterà alla morte.

Sintomi e segni della malattia

La forma descritta di pancreatite è accompagnata da una serie di segni che indicano processi patologici che si verificano nel pancreas e in altri organi correlati. I pazienti hanno sintomi caratteristici del cancro. Elenchiamo i possibili segni di pancreatite pseudotumorale.

  1. I pazienti hanno una forte sindrome da dolore alla cintura che si verifica dopo aver consumato cibi piccanti, grassi o alcolici, aumenta di notte.
  2. I pazienti avvertono nausea, vomito ripetuto, portando un senso di sollievo.
  3. La dimensione dell'addome aumenta a causa della comparsa di neoplasie e della crescita del pancreas in volume.
  4. Sono noti disturbi costanti delle feci (la costipazione è sostituita dalla diarrea).
  5. La pelle del paziente e il bianco degli occhi acquisiscono una tinta gialla (indica lo sviluppo di ittero ostruttivo).
  6. Particelle di cibo presenti nelle feci indicano una digestione insufficiente.
  7. I pazienti hanno una forte perdita di peso, un deterioramento delle condizioni generali.
  8. Alla palpazione, il medico nota un sigillo nell'area della testa del pancreas.

I segni più comuni di pancreatite pseudotumorale sono forti dolori alla cintura e improvvisa perdita di peso..

Come si manifesta la patologia?

Per una diagnosi corretta, è necessario un esame approfondito del paziente. Qui viene svolto un ruolo importante raccogliendo un'anamnesi, quindi vengono eseguiti metodi di ricerca di laboratorio: test per l'attività enzimatica del pancreas e della funzionalità epatica, i principali sono amilasi, lipasi, fosfatasi alcalina, determinazione della bilirubina diretta e totale, transaminasi.

Quindi passano ai metodi di ricerca strumentale: diagnostica ecografica, gastroscopia, radiografia dello stomaco con mezzo di contrasto, tomografia computerizzata. Per escludere il processo oncologico, viene eseguito un esame istologico di un pezzo di un organo malato. Per evitare queste malattie, è necessario iniziare il trattamento.

La diagnosi di pancreatite pseudotumorale è determinata solo in un piccolo numero di pazienti con una storia di una o un'altra patologia del pancreas o del fegato. La malattia non ha sviluppo inverso, quindi solo un trattamento chirurgico.

Durante l'operazione, la proliferazione patologica viene rimossa. Successivamente, le condizioni del paziente migliorano, i sintomi spiacevoli scompaiono, il rischio di sviluppare il diabete mellito, la formazione di calcoli biliari è ridotta.

L'essenza dell'esame del paziente è una diagnosi graduale. A tal fine, i medici svolgono le seguenti attività:

  1. Esecuzione dei test: feci, sangue, urina. Eseguendo la loro ricerca strumentale.
  2. Esame ecografico degli organi interni.
  3. Biochimica del sangue.
  4. Radiografia.
  5. RM e TC.
  6. Studio di endoscopia del dotto pancreatico.
  7. Istologia: una procedura che consente di condurre uno studio differenziale che aiuta a distinguere la pancreatite pseudotumorale dal cancro della testa del pancreas.

Senza tutte queste analisi e studi, è quasi impossibile stabilire una diagnosi accurata..

In una persona che soffre della malattia in questione, nel sangue si troveranno i seguenti indicatori:

  1. Aumento ESR.
  2. Un gran numero di globuli bianchi.
  3. Livelli aumentati di bilirubina, lipasi, acido sialico e tripsina.

Nelle urine aumenterà anche la bilirubina, ma non c'è assolutamente urobilina. Inoltre, c'è un aumento dell'alfa - amilasi. Le feci possono determinare quanto è grave la tua digestione.

Utilizzando la diagnostica a ultrasuoni della cavità addominale, il medico può determinare se si osserva un ingrandimento d'organo, se viene ricevuta uniformemente un'eco dalla struttura del tessuto pancreatico, quanto è liscio il pancreas, se c'è un restringimento dei dotti o se sono completamente bloccati.

Al fine di studiare la malattia in modo più dettagliato e differenziarlo tempestivamente dall'oncologia, specialisti qualificati prescrivono un'analisi istologica.

Cosa mostra la risonanza magnetica

La procedura in esame è il metodo diagnostico più efficace, che consente di prendere in considerazione organi parenchimali. Durante una risonanza magnetica, è di moda confermare o confutare la crescita del carcinoma.

Nel processo di esecuzione della risonanza magnetica, i medici possono eseguire ERCP - una procedura che aiuta a valutare l'aspetto del dotto pancreatico e capire quanto gravemente sia interessato..

Inoltre, gli specialisti ricorrono spesso all'esame angiografico delle navi ghiandolari.

La pancreatite pseudotumorale può formarsi a lungo. Lo sviluppo della malattia in questione dalla pancreatite cronica all'ipertrofia degli organi dura dai 10 ai 18 anni.

Spesso, una vera diagnosi può essere determinata solo durante un esame in-paziente di un paziente che è stato trattato a lungo per discinesia biliare, una forma cronica di colecistite o varie patologie epatiche.

Come accennato in precedenza, la pancreatite pseudotumorale si manifesta allo stesso modo del processo oncologico del pancreas, quindi non è immediatamente possibile diagnosticare.

Il fatto che il paziente sviluppi la forma considerata di pancreatite è indicato dai seguenti sintomi:

  1. Fuoco di Sant'Antonio che si avverte nell'ipocondrio sinistro.
  2. Disturbi dispeptici regolari: la diarrea è sostituita dalla costipazione e i medici non possono stabilire le cause di questo fenomeno.
  3. Segni di un sistema digestivo turbato.
  4. Nausea accompagnata da vomito subito dopo aver mangiato.
  5. Una forte riduzione del peso corporeo senza una buona ragione.
  6. Scolorimento della pelle: la pelle diventa giallo pallido.
  7. Dolore durante la palpazione della regione epigastrica.
  8. Durante la palpazione, il medico ritiene che la testa del pancreas sia notevolmente ingrandita.
  9. Pelle secca e grave, per una persona che sta rapidamente perdendo peso.
  10. Aumento della fatica anche dopo un leggero sforzo fisico.
  11. Insonnia, sonno ansioso e sensibile.
  12. Sbalzi d'umore improvvisi e frequenti.

Se si verifica questo sintomo, è necessario prendere immediatamente un appuntamento con uno specialista.

Vale la pena ricordare che solo un medico con una vasta esperienza sarà in grado di fare una diagnosi accurata e prescrivere una terapia tempestiva e adeguata, che porterà all'effetto desiderato..

patogenesi

Comprendere i meccanismi della malattia da parte del paziente è il primo passo non solo sulla strada della guarigione, ma anche nel diventare responsabili della propria salute.

Considera le attuali opinioni sulla patogenesi della pancreatite pseudotumorale.

Una caratteristica distintiva della patologia autoimmune è l'infiammazione intensa, che porta all'infiltrazione cellulare attorno al dotto interlobulare medio e grande. A poco a poco vengono coinvolti nel processo. L'infiltrato riempie completamente i canali, contribuendo alla crescita dei tessuti epiteliali nel loro lume, creando una caratteristica struttura a forma di stella.

La testa della ghiandola con pancreatite pseudotumorale di natura autoimmune aumenta con una probabilità dell'80%. Le pareti del condotto di Wirsung si addensano. In combinazione con la pressione del pancreas sul duodeno 12, questo porta a ridotta pervietà della bile e colecistite. Nei casi più gravi, vengono avviati processi patogeni nel fegato.

L'avvelenamento cronico da etanolo o l'infiammazione acuta da farmaci aumentano significativamente la concentrazione proteica nel succo pancreatico. La precipitazione di aminoacidi è una specie di colla per la calcificazione dei condotti. La precipitazione di CaCO3 nei lumi sotto l'influenza dell'alcol è stata dimostrata in una serie di studi patologici.

La formazione di pietre, a sua volta, porta all'ostruzione dei dotti e all'ulcerazione dell'epitelio delle sue pareti. L'aumento della fibrosi e la distrofia acinaria portano alla pancreatite cronica con formazione di cisti nel corpo della ghiandola e calcificazioni (calcoli, calcoli) nei dotti.

L'azione si svolge sullo sfondo dell'inibizione dell'energia cellulare a causa dell'ossidazione delle loro membrane da parte dei radicali liberi formati durante il metabolismo dei veleni.

Diagnosi differenziale

Sfortunatamente, le malattie pseudotumorali più avanzate nelle fasi avanzate sono estremamente difficili da separare dal cancro del pancreas..

Le analisi dei marker tumorali forniscono una risposta positiva per i tumori maligni con un'alta probabilità solo sullo sfondo dell'esclusione della pancreatite.

Le opinioni di oncologi e pancreatologi sugli studi istologici indicativi di queste biopsie sono spesso divergenti. Il fatto è che quando si campiona una quantità insufficiente di materiale può essere raccolta e ottenere un ago in un piccolo gruppo di cellule può essere molto difficile.

Allo stesso tempo, uno studio parallelo di ultrasuoni con una biopsia con ago sottile aumenta significativamente l'efficacia della diagnosi differenziale. In caso di dubbi sulla diagnosi, assicurati che il medico ti indirizzi a questo esame..

Poiché gli interventi chirurgici vengono talvolta eseguiti secondo indicazioni situazionali, la rilevazione finale del cancro viene già effettuata intraoperatoriamente. Un campione affidabile viene prelevato e inviato per una biopsia urgente, i cui risultati possono influenzare l'ulteriore corso dell'intervento chirurgico.

Steatosi pancreatica: caratteristiche del decorso e diagnosi

Nell'esclusione delle malattie della cistifellea, del fegato, dello stomaco e del duodeno, il ruolo decisivo è svolto dagli esami tomografici ed endoscopici di questi organi.

previsione

La pancreatite pseudotumorale è la variante più complessa del decorso della pancreatite cronica. La diagnosi della malattia indica la presenza di un intero complesso di gravi problemi al tratto digestivo. In una fase pronunciata della malattia, la chirurgia è indispensabile. La buona notizia è che tutti i tipi di resezioni e drenaggi sono stati elaborati in cliniche specializzate a tal punto che il rischio di complicanze dopo le manipolazioni non è molto più elevato rispetto all'appendicite ordinaria. Ma mantenere la salute, tuttavia, è molto più facile che restituirla...

Con poche eccezioni, le misure per prevenire la pancreatite pseudotumorale coincidono con le raccomandazioni generali per la prevenzione dell'infiammazione pancreatica cronica. Questo è, prima di tutto, il rifiuto dell'alcool forte o la completa esclusione di tutti i suoi tipi (se sei già malato). I prossimi fattori più importanti che dipendono dalle persone stesse sono la moderazione nel cibo, l'adesione alla routine quotidiana e la cessazione del fumo.

Presta particolare attenzione: data la rilevanza dell'eziologia autoimmune e infettiva (micoplasmatica), possiamo consigliarti di non testare l'energia del corpo per la forza. Per fare questo, proteggiti da raffreddori, lesioni, depressione prolungata e sesso non protetti completamente inutili..

Questa forma di pancreatite è caratterizzata da uno sviluppo lento, che fornisce una prognosi favorevole. La patologia non ha frequenti esacerbazioni e durante il periodo di remissione quasi non disturba il paziente. Dopo l'operazione, l'ulteriore crescita della ghiandola non è registrata, non c'è pericolo per la vita del paziente.

La prognosi per questa forma di malattia è relativamente favorevole: la pancreatite pseudotumorale è caratterizzata da esacerbazioni rare, progressione lenta; l'insufficienza endocrina (diabete pancreatogenico) raramente porta a nefropatia e angiopatia. Il trattamento tempestivo, nonché il rispetto delle raccomandazioni durante i periodi di remissione, possono prevenire la progressione.

Di solito, la prognosi dopo il trattamento è favorevole. Se si verificano le minime deviazioni, lo specialista le corregge immediatamente. Quando un paziente rifiuta l'intervento chirurgico, compaiono le seguenti complicazioni:

  • emorragia interna;
  • la comparsa di cisti pancreatiche;
  • trombosi venosa con particelle in decomposizione di un organo;
  • pleurite;
  • ittero e molti altri.

Se una persona segue le raccomandazioni del medico curante, tali complicazioni non compariranno e il trattamento sarà favorevole.

Il trattamento terapeutico della patologia ha generalmente una prognosi favorevole, ma nonostante ciò, il processo di eliminazione della patologia stessa deve essere affrontato con piena responsabilità e tutte le prescrizioni del medico devono essere osservate. Altrimenti, l'ulteriore sviluppo della storia medica può provocare le seguenti varietà di complicanze:

  • itterizia,
  • peritonite,
  • trombosi venosa,
  • aumento dell'intensità della lesione cistica,
  • emorragia interna,
  • malignità.

Inoltre, una forma trascurata di pancreatite pseudotumorale può causare lo sviluppo del diabete.

  1. Panov S.V., Malattie del pancreas. Pancreatite M.: AST, 2011.
  2. Bozhenkov, Yu. G. Pancreatologia pratica. Una guida per i medici M. Honey. libro N. Novgorod Casa editrice dell'Accademia medica statale di Novosibirsk, 2003.
  3. V.A. Kubyshkin, G.G., Karmazanovsky, S.A. Grishankov. Tumori cistici del pancreas: diagnosi e trattamento. M., Vidar-M, 2013.
  4. Minushkin O.N. Maslovsky L.V. Evsikov A.E. Valutazione dell'efficacia e della sicurezza dell'uso di preparati micronizzati di polienzima in pazienti con pancreatite cronica con insufficienza pancreatica esocrina del carcinoma mammario, sezione "Gastroenterologia" n. 17 del 2017, p. 1225-1231.
  5. Bunin V.A. Objectification della scelta di interventi di drenaggio minimamente invasivi in ​​pazienti con ittero ostruttivo di origine tumorale. Estratto della tesi. Chirurgia. WMA loro. CENTIMETRO. Kirova, San Pietroburgo, 2011.

Le previsioni per il verificarsi della forma descritta di pancreatite sono relativamente favorevoli. Questa malattia si verifica con rare esacerbazioni e progredisce lentamente e l'insufficienza endocrina raramente comporta lo sviluppo di danni ai reni e angiopatia. L'avanzamento della malattia può essere fermato prescrivendo un trattamento tempestivo e seguendo le raccomandazioni del medico curante durante i periodi di remissione. essere sano!

Misure diagnostiche

La diagnosi di PTP inizia con il chiarimento dei segni della malattia sulla base dei reclami dei pazienti. Dopo studi più approfonditi vengono assegnati.

I test di laboratorio possono determinare i seguenti fattori:

  • esame del sangue - lo stato di ESR e globuli bianchi, la presenza di bilirubina, vari enzimi e acidi;
  • analisi delle urine - presenza di bilirubina, urobilina e amilasi;
  • coprologia: la qualità della digestione del cibo e la presenza di grasso.
  • CT
  • Ultrasuoni del sistema digestivo;
  • radiografia;
  • ecolocazione endoscopica;
  • gastroscopia del tratto gastrointestinale e del tratto biliare;
  • colangiografia endovenosa: l'introduzione del liquido di contrasto nelle vene pancreatiche per studiare l'ostruzione del dotto, la presenza di calcoli e neoplasie;
  • colecistografia con radionuclidi - l'introduzione di agenti di contrasto per la successiva radiografia dell'organo, consente di ottenere un'immagine chiara del pancreas nella foto;
  • istologia - lo studio del tessuto vivente ottenuto da un paziente per la presenza di oncologia.

Che cos'è la pancreatite cronica da pseudotumore?

Dal momento della diagnosi di "pancreatite cronica" allo sviluppo di una forma pseudotumorosa possono passare 10-15 anni. Spesso il paziente è completamente trattato per malattie epatiche, colecistite cronica o discinesia biliare e la diagnosi attuale diventa chiara solo dopo un esame dettagliato durante una degenza in ospedale.

I seguenti sintomi sono degni di nota:

  • Dolore intenso.
  • Grave perdita di peso in un breve periodo di tempo.
  • Ingrandimento pancreatico irregolare determinato dalla palpazione addominale.
  • Violazione della funzione esocrina di un organo per tipo di insufficienza: feci instabili, steatorrea ("feci grasse"), una grande quantità di fibre non digerite e fibre muscolari.
  • Un quadro caratteristico quando si esegue la diagnostica ecografica: la crescita (di regola) del tessuto della testa del pancreas, l'espansione del dotto di Wirsung, i contorni sono sciolti, sfocati, intervallati da pseudocisti.

La pancreatite pseudotumorale ha sintomi che coincidono con quelli che compaiono con lo sviluppo di un tumore al pancreas. In patologia, che ha un codice secondo l'ICD 10 K 86.1, vengono registrati ipertrofia e fibrosi del tessuto ghiandolare. La malattia provoca un aumento locale nell'area dell'organo, che ne interrompe il funzionamento.

Metodi di trattamento

La diagnosi di questa forma di patologia consiste in uno studio graduale del paziente:

  • test di feci, sangue e urina sono prescritti per uno studio clinico generale,
  • ultrasuono,
  • sangue per biochimica,
  • radiografia,
  • RM e TC,
  • esame endoscopico dei dotti pancreatici,
  • esame istologico per diagnosi differenziale con sviluppo di un tumore nella testa della ghiandola.

Nel sangue, in uno studio di laboratorio, si trova:

  • aumento della concentrazione di ESR,
  • elevato numero di globuli bianchi,
  • uno studio biochimico mostra un aumento di bilirubina, lipasi, tripsina e acidi sialici.

L'analisi delle urine mostra una maggiore concentrazione di bilirubina, ma l'assenza di urobilina, nonché una maggiore quantità di alfa-amilasi. Sulla base di analisi fecali, vengono tratte conclusioni sui disturbi digestivi.

Ultrasuoni dell'addome

La diagnosi ecografica rivela un aumento della parte interessata della ghiandola, un'eco irregolare dalle strutture del tessuto pancreatico, un contorno irregolare, il restringimento o il blocco completo dei dotti pancreatici.

Per ottenere informazioni più complete sullo sviluppo della patologia e differenziarlo dallo sviluppo del cancro, un esame istologico aiuterà.

La diagnosi di risonanza magnetica è uno dei modi più altamente informativi per chiarire lo stato degli organi parenchimali. Durante una risonanza magnetica o una TAC, lo sviluppo di un lento processo di formazione del carcinoma viene confermato o completamente eliminato.

Al fine di visualizzare le condizioni dei dotti pancreatici e valutare il grado del loro danno durante la risonanza magnetica, viene eseguita la procedura ERCP e in alcune situazioni, può essere eseguito uno studio angiografico delle fibre vascolari del pancreas.

La forma pseudotumorale di pancreatite, il cui trattamento deve essere effettuato esclusivamente sotto la supervisione di personale medico, nella maggior parte dei casi ha una prognosi favorevole per il paziente. Per questo, viene adottato un approccio integrato..

  1. Terapia farmacologica.
  2. Terapia dietetica.
  3. Endoscopia.
  4. Intervento chirurgico.
  5. Ricette di medicina tradizionale.

Molti pazienti sono pronti da anni a bere pillole, se non altro per curare tale pancreatite senza chirurgia. Questo approccio non è corretto e il compito degli specialisti medici è di convincere il paziente dell'opportunità di un intervento chirurgico. Dopotutto, per eliminare la causa principale della malattia e ottenere una remissione stabile è spesso possibile solo con mezzi operativi.

La medicina moderna si sviluppa sempre più intensamente ogni anno. I chirurghi di tutto il mondo sviluppano costantemente nuove tecniche minimamente invasive che avrebbero un numero minimo di complicanze, un breve periodo postoperatorio e un buon effetto terapeutico..

Nella lotta contro questa malattia, la chirurgia può essere eseguita in due modi:

  • escissione del tessuto interessato;
  • drenaggio del condotto pancreatico.

La decisione sul tipo di operazione viene presa dal medico. In questa fase, vengono prese in considerazione le condizioni del paziente e le specifiche del processo patologico.

Grazie all'industria farmaceutica sviluppata, ogni paziente ha la capacità di fermare un attacco acuto di dolore usando farmaci ad alta velocità. Vale la pena ricordare che il trattamento conservativo in questo caso è in grado solo per un certo periodo di alleviare lo stato di salute del paziente. Dopotutto, colpisce solo i sintomi della malattia e non la sua causa.

Per alleviare i sintomi della malattia, applicare:

  • antispasmodici (No-shpa, Drotaverin, Spazmalgon, Duspatalin);
  • preparati enzimatici (Pancreatina, Mezim, Festal);
  • anticolinergici (Atropina, Methyldiazil);
  • preparati antiacidi (Fosfalugel, Almagel, Maalox);
  • terapia antibiotica indicativa.

Se i suddetti farmaci non hanno l'effetto desiderato, ricorrere all'ipotermia locale (abbassamento della temperatura) o alla terapia laser.

Endoscopia

Ad oggi, un buon effetto terapeutico è stato ottenuto usando metodi endoscopici. Tale trattamento viene effettuato in situazioni di grave ingrossamento della testa con compressione del dotto biliare e sviluppo di ittero ostruttivo. Anche le indicazioni per tale manipolazione sono la stenosi e la stenosi della regione papillare.

Terapia dietetica

Con questo tipo di malattia, insieme ai metodi tradizionali di trattamento, ricorrere alla terapia dietetica. Utilizzando la dieta giusta, non solo puoi alleviare la condizione, ma anche prevenire l'ulteriore progressione della malattia.

In medicina, le tabelle dietetiche Pevzner sono utilizzate per questo scopo. Per il trattamento di questa malattia e degli organi del sistema epatobiliare, viene mostrata la tabella No. 5. Secondo il menu, dovrebbero essere esclusi dalla dieta del paziente:

  • alcol;
  • tè e caffè preparati forte;
  • pasticceria, pasticceria e pane fresco;
  • grassi
  • brodi ricchi;
  • latticini grassi e prodotti a base di carne;
  • tutte le varietà di cavolo, fagioli;
  • frutta acida e uva.

La base per una dieta sana dovrebbe essere:

  • frutta e verdura, preferibilmente in forma trattata termicamente;
  • pesce e carne magra bolliti;
  • zuppe di verdure;
  • prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi fermentati;
  • marshmallow e marmellata di dolci;
  • cereali e pasta di grano duro;
  • decotti alle erbe, tè, bevande alla frutta e composte.

Oltre all'elenco dei prodotti, è necessario modificare anche la dieta stessa. È importante consumare sistematicamente sostanze nutritive, vale a dire in piccole quantità. L'organo malato non dovrebbe essere sovraccarico.

Pertanto, la dieta dovrebbe consistere in 5-6 pasti regolari, in cui la porzione non supererà le dimensioni del palmo. Prima di andare a letto, è consigliabile non mangiare cibo, perché l'esacerbazione di una malattia pseudotumorosa si verifica principalmente di notte.

La dieta non dovrebbe essere un fenomeno temporaneo, ma un nuovo modo di vivere. Solo in questa condizione si può contare su un lungo periodo di remissione.

Etnoscienza

Oltre ai metodi tradizionali di terapia, con un tale problema, le persone usano ampiamente ricette con rimedi naturali. Può essere decotti a base di erbe, tinture. Un decotto di erbe medicinali come la camomilla e la calendula, che hanno effetti sia antibatterici che antinfiammatori, si è dimostrato efficace.

Anche l'uso della tintura alcolica della radice di crespino dà un buon risultato. Per prepararlo, devi prendere 20 g di materie prime secche, infonderlo in 200 ml di vodka per 14 giorni, quindi applicare secondo le raccomandazioni mediche.

Pulire il corpo dalle tossine e migliorare il pancreas aiuterà i decotti e la gelatina a base di avena. Per ottenere un effetto pronunciato, è necessario prendere questi fondi per 30-45 giorni. Prima di iniziare il trattamento, assicurarsi di consultare il proprio medico.

Pancreatite pseudotumorale, il cui trattamento durante i periodi di esacerbazione viene effettuato in gastoenterologia, è caratterizzato da un decorso ondulato (cioè un'alternanza di remissioni ed esacerbazioni).

La terapia di questa patologia comporta la nomina di una dieta parsimoniosa (tabella n. 5). Sono ammessi pasti frequenti (da cinque a sei volte al giorno), ma in piccole porzioni. Metodi di cottura: cottura e cottura, raramente - stufatura. Cibi grassi, fritti, uova strapazzate, tè forte, caffè sono vietati, la quantità di carne (specialmente di maiale) e il latte è strettamente limitata.

L'obiettivo principale della terapia è il trattamento etiotropico, cioè l'eliminazione dei fattori provocatori (assunzione di alcol, droghe) e le ragioni che hanno causato questa condizione. Ad esempio, con colelitiasi - colecistectomia e così via.

Il trattamento farmacologico dovrebbe mirare a correggere l'insufficienza della ghiandola intra- ed esocrina. Per fare questo, prescrivere preparati enzimatici: "Pancreatina" in combinazione con "Solizim" o "Lipasi". Gli antiacidi e i preparati di calcio sono usati per ridurre la steatorrea..

Al fine di ridurre le discinesie, vengono prescritti anticolinergici. Per il sollievo della sindrome del dolore grave, vengono utilizzati antispasmodici o Atropina. Come efficace antispasmodico per lo sfintere di Oddi, usano Mebeverin o Gimekromon. Nel periodo di esacerbazione, i farmaci antibatterici sono inclusi nel trattamento.

Oltre ai metodi di trattamento di cui sopra, abbastanza spesso con pancreatite pseudotumorale, vengono eseguite operazioni endoscopiche (ad esempio papillosfincterotomia) volte alla decompressione del sistema duttale. Tali interventi sono particolarmente efficaci per la stenosi della regione prepalillare, la papillostenosi, un aumento della testa del pancreas, accompagnati da ittero ostruttivo e compressione del dotto biliare comune.

La malattia viene trattata chirurgicamente. Questo può essere il drenaggio dei dotti pancreatici (migliorandone la pervietà e il deflusso del succo pancreatico) o può essere l'escissione della testa del pancreas.

I metodi conservativi apportano un sollievo temporaneo e non risolvono il problema: le remissioni non possono essere raggiunte con il loro aiuto. Includono l'uso di antidolorifici (antispasmodici - no-spa, papaverina, duspatalin, ecc.), Farmaci che sopprimono la secrezione (kontrikal, gordoks). Durante le riacutizzazioni, la fame viene prescritta per 2-3 giorni.

Tutte queste misure sono di natura preparatoria e, dopo l'abbattimento, il paziente necessita di un intervento chirurgico.

L'escissione dei tessuti troppo cresciuti della testa della ghiandola allevia la compressione del Wirsung e dei dotti biliari comuni. I frammenti del tessuto ghiandolare sono sottoposti a esame istologico direttamente durante l'operazione. Se vengono rilevate cellule tumorali, viene spesso utilizzato il PDR: resezione pancreatoduodenale.

Se un esame istologico non rivela una lesione maligna del tessuto ghiandolare, allora il chirurgo acceca la testa e bagna le cisti più grandi, stringendo il grande dotto pancreatico. Tale operazione consente di ottenere una remissione completa o quasi completa e, dopo un periodo di riabilitazione, migliora significativamente la qualità della vita dei pazienti.