Cause e sintomi di polipi nell'intestino, trattamento e rimozione

I polipi nell'intestino sono neoplasie benigne che sono spesso localizzate sulle sue pareti interne, come in altri organi cavi. Tali escrescenze si formano dall'epitelio ghiandolare e sporgono nel lume dell'intestino, a volte sono tenuti sulla gamba, a volte sono assenti, e poi parlano di polipi su un'ampia base.

I polipi intestinali sono classificati come malattie precancerose, poiché spesso subiscono degenerazione maligna (specialmente con la forma ereditaria di poliposi). Pertanto, quando si trovano nell'intestino, i medici raccomandano inequivocabilmente la rimozione chirurgica. La difficoltà nella diagnosi della malattia sta nel fatto che i polipi danno sintomi lievi, anche se a volte è possibile sospettare la loro presenza in base a una serie di segni clinici (gonfiore, costipazione, prurito e sensazione di un corpo estraneo nell'ano).

La consistenza delle formazioni è morbida, come per la forma, può essere variata: sferica, ramificata, a forma di fungo. Molto spesso, le crescite si formano nel retto o nella parte inferiore del colon. Nell'intestino superiore, i polipi sono estremamente rari. Ad esempio, solo nello 0,15% dei casi vengono rilevati nel duodeno. Il loro colore varia, può essere rosso scuro, grigio rossastro, con una tinta gialla. A volte il muco si trova sulla superficie dei polipi.

Secondo le statistiche, la poliposi intestinale è una malattia comune. Circa il 10% delle persone che hanno superato il limite a 40 anni hanno tumori benigni nell'intestino. Inoltre, negli uomini si formano 1,5 volte più spesso. Più velocemente viene rilevata la patologia, maggiori sono le possibilità di prevenirne la malignità. Spesso questo aiuta a fare un esame del sangue occulto nelle feci. Quando l'operazione per rimuovere i polipi dall'intestino viene eseguita in modo tempestivo, quindi nel 90% dei casi diventa la chiave per la sopravvivenza umana.

Sintomi di polipi nell'intestino

È spesso impossibile sospettare la presenza di un polipo per determinati sintomi, che è associato all'assenza di specifiche manifestazioni cliniche della patologia. Il grado della loro gravità dipende dalla dimensione della formazione, dove si trovano esattamente nell'intestino e anche dal fatto che si sia verificata la loro malignità o meno..

Tra i possibili sintomi di polipi nell'intestino:

Isolamento di muco e sangue, che è più spesso osservato in presenza di adenomi villi;

Se i polipi sono di dimensioni impressionanti, il paziente si lamenta di dolori che si verificano periodicamente che sono crampi in natura. Si verificano nell'addome inferiore. Inoltre, si osservano muco e sangue e si verifica costipazione, procedendo come ostruzione intestinale. Spesso con grandi polipi, una persona sperimenta una sensazione di corpo estraneo nell'ano;

Parallelamente ai polipi, il paziente presenta spesso altre patologie del tratto digestivo, che lo inducono a sottoporsi a un esame completo, durante il quale viene rilevata accidentalmente una neoplasia;

Lo sviluppo del carcinoma del colon-retto si verifica 5-15 anni dopo la formazione di un polipo adenomatoso villo. La neoplasia si verifica nel 90% dei casi;

I sintomi evidenti dei polipi sono disturbi costanti della peristalsi. Può essere sia diarrea che costipazione. Maggiore è la formazione, più spesso si verifica la costipazione, mentre il lume intestinale si restringe. Di conseguenza, si forma un'ostruzione intestinale parziale;

Il paziente può provare una sensazione di pienezza dello stomaco, soffrire di eruttazione e nausea;

Con la comparsa di dolore nell'intestino, si può sospettare l'inizio del processo infiammatorio;

Un motivo urgente per contattare un medico è l'insorgenza di sanguinamento dall'ano. Questo è un sintomo abbastanza grave e può indicare un processo maligno nell'intestino;

Se il polipo ha una gamba lunga, può sporgere dall'ano, anche se questo è abbastanza raro;

L'ipopotassiemia è il risultato di un'interruzione dell'intestino dovuta alla presenza di grandi polipi in esso con processi a forma di dito. Secernono una quantità significativa di sale e acqua, stimolando in tal modo la diarrea abbondante. Ciò porta a un calo del livello di potassio nel sangue.

Cause di polipi nell'intestino

La medicina moderna non ha dati inequivocabili sull'eziologia della poliposi intestinale.

Tuttavia, ci sono alcune teorie che suggeriscono il meccanismo di sviluppo della malattia:

Infiammazione cronica della parete intestinale. È stato stabilito che i polipi non possono iniziare a formarsi nei tessuti sani. Pertanto, tale ipotesi sulla causa del loro verificarsi sembra più ovvia. I processi infiammatori che si verificano nella mucosa fanno sì che l'epitelio si rigeneri più rapidamente e ciò può provocare una crescita incontrollata. Inoltre, gli scienziati sottolineano la relazione tra la formazione di polipi intestinali e malattie come dissenteria, colite ulcerosa, febbre tifoide, enterite, proctosigmoidite. La base di questa ipotesi è la scomparsa della recidiva della poliposi dopo aver eliminato queste malattie. Inoltre, costipazione e discinesia intestinale possono provocare la crescita di polipi. Si è scoperto che le crescite polipiche si trovano più spesso nel posto dell'intestino dove le feci erano stagnanti e c'erano microtraumi;

Problemi di salute globali nella maggior parte della popolazione associati al degrado ambientale. È abbastanza difficile non notare l'indebolimento della salute nelle persone moderne. Questo è particolarmente vero per i bambini. Il numero di bambini con gravi patologie congenite è in costante aumento. Molti bambini soffrono di malattie che in precedenza erano inerenti alle persone solo nella vecchiaia. La formazione di polipi è anche influenzata da fattori quali il consumo di alimenti con sostanze chimiche, l'inattività fisica, la mancanza di aria fresca nelle condizioni di vita in città, l'abuso di alcol, il fumo, la violazione della dieta;

Patologia dell'apparato digerente e dei vasi sanguigni. La condizione della mucosa intestinale dipende in gran parte dai vasi sanguigni. La malattia varicosa e diverticolare, l'aterosclerosi sono influenzate negativamente. La patologia dell'apparato digerente (ulcera gastrica, gastrite, pancreatite, colecistite e altri) non può che influire sulla salute intestinale;

Genetica. Si ritiene che l'ereditarietà ponderata influenzi lo sviluppo della malattia. Ciò è confermato dal fatto che, anche sullo sfondo di una salute assoluta, in alcuni bambini si riscontrano escrescenze polipose. Gli scienziati spiegano questo fatto con un programma genetico che fa funzionare in modo diverso alcune parti dell'intestino;

Teoria embrionale. Gli scienziati ipotizzano che quelle aree dell'intestino in cui si verifica la formazione di polipi si siano formate in modo errato durante lo sviluppo intrauterino. I sintomi della malattia iniziano a manifestarsi un po 'più tardi a causa dell'influenza di ulteriori fattori negativi;

Allergia alimentare, intolleranza al glutine. Se solo qualche decennio fa un problema come l'intolleranza al glutine era una rarità, ora sempre più bambini soffrono di questa forma di allergia alimentare. Quando i prodotti contenenti questa proteina entrano nel corpo, il sistema immunitario inizia a reagire violentemente ad esso. Percepisce il glutine come un agente estraneo, che porta a danni alla mucosa che riveste gli intestini. Se si ignora una risposta immunitaria inadeguata, una persona affronta gravi problemi di salute, tra cui il cancro dell'intestino e lo sviluppo dell'osteoporosi.

Oltre al fatto che ci sono cause comuni dello sviluppo di polipi nell'intestino, sono stati proposti i fattori più probabili della loro formazione in vari dipartimenti, ad esempio:

Le crescite di poliposi raramente formate all'interno del duodeno spesso derivano da gastrite con acidità, colecistite o colelitiasi aumentate. L'età dei pazienti varia nell'intervallo da 30 a 60 anni;

Ancora meno spesso, vengono rilevate formazioni nella cavità dell'intestino tenue. Allo stesso tempo, sono combinati con polipi in altre parti dell'intestino e nello stomaco, più spesso diagnosticati nelle donne dai 20 ai 60 anni. La comparsa di escrescenze può essere innescata da molteplici fattori, tra cui il processo infiammatorio sta conducendo;

Le formazioni trovate nel colon sono spesso il risultato di ereditarietà negativa..

Qual è la probabilità che un polipo degeneri nel cancro intestinale?

Circa il 75% di tutte le formazioni polifere presenti nell'intestino possiede la capacità di malignità. Tali escrescenze sono chiamate adenomatose. Al fine di determinare il sottotipo di un polipo adenomatoso, è necessario studiarlo al microscopio. I polipi possono essere tubolari, ghiandolari-villi o semplicemente villi. La prognosi più favorevole in termini di malignità è data dalle formazioni tubulari. Polipi villi - il più pericoloso e il più delle volte degenerato nel cancro.

Se il polipo minaccia la malignità è inoltre influenzato dalla dimensione della formazione. Più è grande, maggiore è il rischio. Quando la crescita del volume supera i 20 mm, la minaccia aumenta del 20%. A causa del fatto che anche i polipi più piccoli aumenteranno costantemente, devono essere rimossi immediatamente dopo il rilevamento.

Esistono anche varietà di polipi che non sono minacciate di malignità: sono iperplastiche, infiammatorie e amartomi.

Le formazioni adenomatose sono le più pericolose. Hanno un alto potenziale di malignità..

I grandi polipi degenerano malignamente con un maggior grado di probabilità.

La colonscopia, la sigmoidoscopia e la sigmoidoscopia sono procedure diagnostiche obbligatorie per il passaggio regolare per le persone di età superiore ai 50 anni che hanno una pericolosa eredità. Se le crescite non vengono rilevate, la prossima volta si consiglia di venire in clinica tra due anni;

Dopo aver eliminato la formazione adenomatosa, a una persona viene mostrato un esame regolare per identificare nuovi polipi nell'intestino;

La medicina moderna ha test speciali per diagnosticare una predisposizione ereditaria allo sviluppo del cancro intestinale. Questa tecnica consente di prevenire tempestivamente la degenerazione oncologica dei polipi.

Diagnosi di un polipo nell'intestino

La fase iniziale della malattia non dà sintomi vividi, quindi la maggior parte dei paesi sviluppati ha introdotto una consegna annuale obbligatoria di feci per rilevare il sangue nascosto in essa. Questa analisi consente di rilevare anche particelle di sangue invisibili che escono con le feci durante i movimenti intestinali. Tuttavia, anche un risultato del test negativo non può indicare che non vi è chiaramente alcun polipo nell'intestino.

Tecniche come la risonanza magnetica e la TC possono rilevare escrescenze in alcune parti dell'intestino. Per diagnosticarli nel retto e nel colon sigmoideo, è più appropriato sottoporsi a una sigmoidoscopia usando un rettoscopio. Questo dispositivo consente di visualizzare la parete intestinale in modo più dettagliato. Inoltre, i proctologi danno una raccomandazione per il passaggio profilattico della sigmoidoscopia ogni 5 anni. Questo deve essere fatto da tutti gli over 50..

La ricerca sulle dita è un altro modo per rilevare escrescenze polifere, ragadi, tumori, cisti ed emorroidi nel retto terminale e nell'ano..

L'irrigoscopia consente di visualizzare formazioni di dimensioni superiori a 10 mm. Viene effettuato introducendo un mezzo di contrasto nell'intestino crasso ed eseguendo immagini radiologiche.

Tuttavia, il metodo più moderno e informativo per la diagnosi di poliposi è la colonscopia. Permette di ottenere informazioni su eventuali patologie dell'intestino e, se viene rilevato un polipo, è possibile eseguirne immediatamente la biopsia. La biopsia risultante viene inviata per esame istologico e citologico.

È importante che il medico non prenda il polipo per un'altra educazione simile ad esso:

Angioma. Questo è un tumore che ha più vasi e si manifesta spesso con sanguinamento grave;

Il lipoma è un piccolo tumore, spesso scegliendo la parte giusta del colon come posizione di localizzazione;

Il mioma, che provoca ostruzione intestinale, viene diagnosticato abbastanza raramente;

Tumore non epiteliale, che non ha gambe e allo stesso tempo raggiunge dimensioni impressionanti;

La malattia di Crohn può provocare pseudo-poliposi, che si trova nella parte superiore dell'intestino crasso;

Actinomicosi che colpisce il cieco.

Differenziare il tipo di istruzione aiuta principalmente l'istologia.

Domande e risposte popolari

Devo rimuovere i polipi nell'intestino? La risposta a questa domanda è inequivocabilmente positiva. Qualsiasi polipo deve essere rimosso, altrimenti il ​​suo trattamento è impossibile.

Lo stomaco fa male con i polipi nell'intestino? Dolori crampi possono verificarsi con grandi polipi. In questo caso, l'addome inferiore e la regione iliaca sono doloranti. Inoltre, il dolore addominale può apparire sullo sfondo dell'infiammazione unita..

I polipi intestinali vengono rimossi durante la rettoscopia? Durante questo test diagnostico, è possibile rimuovere piccole formazioni ben posizionate. In tutte le altre situazioni, è necessario un intervento chirurgico..

Trattamento di polipi nell'intestino

Dopo che il polipo è stato accuratamente differenziato, il medico decide il metodo di rimozione. Per quanto riguarda il trattamento medico, non è praticato, in quanto non è in grado di salvare il paziente dalla crescita eccessiva. In alcuni casi, sono indicati i farmaci, ma questa misura è temporanea e consente di preparare il paziente per l'operazione imminente. Ciò è particolarmente vero per i pazienti con un sistema immunitario indebolito e in età avanzata..

Per ridurre il gonfiore, vengono prescritti farmaci del gruppo di antiflatulanti, ad esempio il simeticone. In presenza di forti dolori, si consiglia di assumere antispasmodici, ad esempio No-shp.

Rimozione di polipi nell'intestino

Indipendentemente dalle dimensioni delle formazioni, ognuna di esse deve essere rimossa. Dopo questa procedura, viene eseguito un esame microscopico per la presenza di cellule atipiche.

I modi più popolari per rimuovere le crescite nell'intestino sono:

Asportazione di polipo transrettale

La procedura viene eseguita utilizzando le forbici o un bisturi. In questo modo, è possibile rimuovere dal corpo solo i polipi situati vicino all'ano. Non dovrebbero essere più di 10 cm dall'inizio dell'ano, sebbene una distanza di 6 cm sia considerata ottimale per tale operazione.

Un anestetico locale viene somministrato al paziente. Molto spesso, Novocain 0,25% viene utilizzato per questo. L'anestesia generale è usata molto raramente. Dopo l'inizio dell'anestesia, il medico che utilizza uno specchio speciale spinge il canale anale e rimuove il polipo.

Quando la formazione ha una gamba, viene utilizzata una clip di Billroth, con la quale viene pizzicata la gamba. Il difetto che si forma sulla mucosa deve essere suturato. Per questo è sufficiente un massimo di 3 nodi realizzati con una cucitura di catgut. Non richiede rimozione e dopo un mese è completamente assorbito. Se il polipo è attaccato su una base larga, la rimozione viene eseguita tagliando la neoplasia dalla zona di una mucosa sana usando un'incisione ovale.

Nel caso in cui le crescite si trovino a più di 6 cm, ma a più di 10 cm dall'ingresso dell'ano, la tecnologia di funzionamento è in qualche modo modificata. Con l'aiuto di uno specchio rettale, il canale anale si apre e viene successivamente allungato dalle dita fino a quando non è completamente rilassato. Quindi, viene introdotto uno specchio ginecologico più grande, che consente di deviare la parete intestinale senza un polipo. Quindi viene introdotto un breve specchio e il paziente deve spingere. Ciò consente di avvicinare la formazione e offre al medico l'opportunità di catturarla con l'aiuto di una pinza Billroth allungata o una pinza terminale. Il medico rimuove lo specchio corto, l'anestesia aggiuntiva viene introdotta nella base del polipo e quindi viene rimossa.

Polipectomia endoscopica

È consigliabile applicare questo metodo di rimozione del polipo se le formazioni si trovano nelle parti centrali (prossimali) dell'intestino. Tale intervento chirurgico si riferisce a metodi chirurgici minimamente invasivi che possono essere utilizzati nello stato di sonno del paziente. Durante la procedura, un endoscopio viene inserito nell'ano, con l'aiuto del quale viene trovato un polipo. Dopo la sua rilevazione, la neoplasia viene rimossa utilizzando strumenti endoscopici. Quindi il medico si assicura che non vi siano sanguinamenti e, se necessario, esegue ripetute coagulazioni. Il polipo viene rimosso dal corpo del paziente usando un endoscopio..

Se l'espansione è grande, non deve essere rimossa completamente, ma in parti. Questa procedura si chiama grumo. Questa è una tecnica piuttosto complicata, durante la quale può verificarsi un'esplosione di gas intestinali, nonché la perforazione della parete intestinale se l'ustione è troppo grave. Pertanto, solo un proctologo o un endoscopista appositamente addestrato può eseguire tale operazione. Dopo aver rimosso un grande polipo superiore a 20 mm, il paziente ha bisogno di ripetute endoscopie un anno dopo. Una persona non viene cancellata da un proctologo e ogni 3 anni deve sottoporsi a questa procedura volta a identificare una possibile ricaduta della malattia.

Electroexcision

Un rettoscopio viene inserito nella cavità rettale. Su di esso, viene eseguito un circuito elettrico al polipo. Si getta su un polipo, la corrente la attraversa. La temperatura del circuito aumenta, il tessuto epiteliale si riscalda. Di conseguenza, il tumore riceve un'ustione termica e diventa necrotico. Quando il circuito viene stretto, la formazione viene interrotta e messa in evidenza.

Questo metodo ha diversi vantaggi, prima di tutto, ti consente di prevenire lo sviluppo di sanguinamento, in quanto vi è una coagulazione istantanea dei vasi sanguigni.

Colotomia o resezione intestinale

L'operazione è indicata per il rilevamento di polipi nel colon sigmoideo, nonché per la diagnosi di entità volubili con una base ampia. La procedura richiederà l'introduzione dell'anestesia generale. Quindi il medico esegue un'incisione nella regione ileale sinistra e l'intestino viene rimosso nel lume formato. Il sito polipo viene palpato e aperto. In via preliminare, la polpa molle restrittiva viene applicata alle aree sane. Il tumore e la parte della mucosa su cui si trova vengono asportati, quindi i punti vengono posizionati in questo punto. L'intestino stesso è suturato in due file e la parete addominale anteriore a strati.

enterotomia

Intervento chirurgico mirato alla rimozione di polipi di piccole dimensioni e attaccati alla gamba. A seconda di quale parte dell'intestino ha subito proliferazione patologica, si distinguono duodenotomia (duodeno), ileotomia (ileo) e gineotomia (digiuno). La parte necessaria dell'intestino tenue viene sezionata con un bisturi o un coltello elettrico, il polipo viene rimosso e il foro risultante viene suturato. L'operazione più spesso non porta a complicazioni, poiché il lume con un'enterotomia standard si restringe leggermente.

Resezione segmentaria dell'intestino tenue

L'operazione è indicata quando si trovano polipi grandi nell'intestino tenue o se la loro base è larga. Viene eliminata l'intera area in cui è localizzata la proliferazione. Le estremità dell'intestino si uniscono e si forma un'anastomosi intestinale. Spesso, un tale intervento diventa una causa di disturbi digestivi in ​​futuro, poiché il paziente soffre di "sindrome dell'intestino corto".

Per quanto riguarda la prognosi per il recupero, è favorevole se la formazione è stata rilevata nelle prime fasi e prontamente eliminata dal corpo. Più a lungo i polipi sono nell'intestino e maggiori sono le loro dimensioni e quantità, maggiori sono i rischi che degenereranno in un tumore maligno. La probabilità di recidiva rimane piuttosto elevata anche dopo che il tumore è stato completamente rimosso, pari al 30%. Pertanto, è così importante seguire il paziente e sottoporsi a un esame regolare.

Dieta dopo la rimozione di polipi nell'intestino

La riabilitazione del paziente dopo l'operazione dipende principalmente dalla dieta. Il recupero consiste in più fasi e deve avvenire secondo determinate regole..

Dopo l'operazione, inizia la prima fase della dieta. Dura 3 giorni dopo l'intervento. Il paziente non è autorizzato a bere o consumare cibo nelle prime 24 ore. Allo scadere di questo tempo, una persona può dissetarsi. Il volume massimo di fluido prelevato in una sola volta non deve superare i 50 ml. Inoltre, il paziente sarà in grado di bere brodo vegetale o composta di frutta a base di frutta non zuccherata. Dopo altre 12 ore, sono consentiti brodo di riso, brodo di carne debole o gelatina. Puoi anche diversificare il menu rigoroso del paziente dopo l'intervento chirurgico con un decotto di rosa canina. Tali limitazioni sono dovute al fatto che è necessario eliminare la motilità intestinale e ridurne la funzione escretoria. La bile prodotta e gli enzimi digestivi possono influenzare negativamente lo stato delle suture e dei tessuti danneggiati..

La seconda fase della dieta inizia tre giorni dopo l'intervento. Se il paziente si sente in modo soddisfacente, la sua dieta può essere ampliata con l'introduzione di cereali liquidi, soufflé di carne (da carne magra), zuppe di muco e uova alla coque. Per quanto riguarda i cereali, si dovrebbe privilegiare il miglio, la farina d'avena e il riso. Quando viene introdotto un nuovo prodotto, vale la pena monitorare attentamente il benessere del paziente. Se, dopo l'ingestione di uno o un altro piatto, si verifica un aumento della formazione di gas o compaiono sensazioni dolorose, è importante rifiutare tale cibo. La seconda fase della dieta è mirata ad un aumento sequenziale del carico sull'intestino operato. In questo momento, il paziente deve normalizzare le feci. È necessario attenersi a tale dieta fino alla dimissione dall'ospedale.

Il terzo stadio si verifica due settimane dopo l'operazione. Nei prossimi quattro mesi, il paziente dovrà aderire a una dieta parsimoniosa.

Il medico dovrebbe familiarizzare il paziente con le regole di base della nutrizione:

È importante aderire al regime. Se i prodotti entreranno nel corpo contemporaneamente, ciò consentirà agli enzimi di iniziare a essere prodotti in anticipo. In questo caso, il processo di digestione non sarà così difficile per il recupero dell'intestino;

È necessaria un'alimentazione parziale. Ciò migliorerà la funzione motoria intestinale, ridurrà il carico su di essa. Il numero di pasti non dovrebbe essere inferiore a 6, ma dovrebbero essere consumate piccole porzioni;

È importante non consentire processi di fermentazione nell'intestino, poiché possono causare lo sviluppo di peritonite. Per questo, vale la pena abbandonare l'inclusione dei legumi nella dieta. La restrizione comprende noci, asparagi e funghi;

Per prevenire la costipazione, il paziente deve ricevere una quantità sufficiente di liquido. Il suo volume dipende dal peso corporeo del paziente e in media 3 litri. Assicurati di includere i primi piatti nel menu;

Più grasso è il cibo, più la bile viene secreta. Il suo contenuto eccessivo influisce negativamente sul processo di rigenerazione dei tessuti intestinali;

È importante rifiutare di assumere cibi troppo grossolani che possono danneggiare l'intestino. I prodotti devono essere accuratamente cotti o cotti al forno;

Vale la pena aggiungere latticini, uova e carne magra alla dieta. Tutti contengono proteine, che contribuiscono al rapido ripristino dei tessuti;

I cibi acidi, piccanti e fritti rientrano nel divieto completo. Ciò è dovuto alla loro capacità di irritare chimicamente l'intestino..

Il menu dovrebbe essere progettato e strutturato in modo tale da soddisfare pienamente le esigenze della persona in via di guarigione. Questo è importante da fare nonostante le limitazioni. La normale motilità intestinale è la chiave per le feci regolari. Ciò aiuta a prevenire la disbiosi e la costipazione, e quindi, in una certa misura, riduce il rischio di riformazione dei polipi.

Autore dell'articolo: Volkov Dmitry Sergeevich | centimetro. chirurgo, flebologo

Formazione scolastica: Università statale di medicina e odontoiatria di Mosca (1996). Nel 2003, ha ricevuto un diploma dal Training and Scientific Medical Center for the Management of the President of the Russian Federation.

Chirurgia per rimuovere i polipi nell'intestino: indicazioni, condotta, riabilitazione

In precedenza si riteneva che la rimozione di polipi nell'intestino fosse consigliabile solo per neoplasie grandi o multiple. Tuttavia, le statistiche sulla degenerazione di questi tumori benigni in maligni (10-30% dei casi) hanno mostrato agli specialisti che è importante sbarazzarsi anche di piccoli polipi per la prevenzione del cancro.

Oggi, il trattamento endoscopico viene utilizzato per rimuovere i polipi nel colon e nell'intestino tenue, ad eccezione dei casi in cui la neoplasia si trova in parti dell'intestino inaccessibili all'endoscopio. Polipi grandi e multipli, un alto rischio di degenerazione nel cancro - un'indicazione per l'operazione di resezione segmentaria.

Tattiche di trattamento

Se viene rilevato un piccolo polipo, può essere prescritta una tattica di attesa: il medico monitora la dinamica della crescita del tumore durante l'anno e se non vengono rilevati cambiamenti significativi, i polipi non vengono rimossi. Tuttavia, in questo caso, è indispensabile continuare a essere regolarmente esaminati al fine di eliminare il rischio di degenerazione nel tempo.

A causa della psicologia dei pazienti russi, nella maggior parte dei casi, la rimozione endoscopica viene immediatamente prescritta invece delle tattiche in attesa. Le persone credono che non valga la pena preoccuparsi dei piccoli polipi e ignorano la nomina dei medici per esami ripetuti, quindi gli specialisti affrontano immediatamente il problema radicalmente: questa è l'opzione più sicura. Anche una piccola neoplasia può rapidamente diffamare..

Non esiste un trattamento conservativo dei polipi nell'intestino: è semplicemente inefficace.

In presenza di altre possibili complicanze dei polipi - sanguinamento, diarrea persistente, secrezione di muco abbondante o processi infiammatori gravi - non vengono utilizzate tattiche in attesa, l'operazione viene prescritta immediatamente.

Rimozione di polipi nel colon

Nella maggior parte dei casi, la rimozione di polipi nel retto con un decorso semplice viene eseguita con il metodo endoscopico durante la colonscopia. Lo stesso trattamento si applica ai polipi del colon sigmoideo. L'operazione si chiama polipectomia..

Preparazione all'intervento chirurgico

In preparazione all'intervento chirurgico, è necessario pulire l'intestino. Per fare questo, il giorno prima viene mostrato al paziente di bere almeno 3,5 litri di acqua pura, il cibo include solo alimenti liquidi e leggeri. La sera prima della procedura, non puoi mangiare e bere. Un clistere detergente può essere prescritto..

A volte viene prescritta una soluzione speciale con acqua e un lassativo. Molto spesso, questa è una soluzione di polietilenglicole (4 litri), che viene bevuta per 180 minuti la sera prima dell'intervento chirurgico o preparazioni al lattulosio (soluzioni di Dufalac o altri farmaci contenenti questo componente). Nel secondo caso, 3 litri di liquido sono divisi in due dosi - prima di pranzo il giorno prima dell'intervento e la sera. Dopo aver preso queste soluzioni, la diarrea dovrebbe aprirsi, possibilmente gonfiore e dolore all'addome.

Se il paziente sta assumendo farmaci per fluidificare il sangue (aspirina, warfarin, ibuprofene, ecc.), È importante informare il medico. Molto probabilmente, 1-2 giorni prima della colonscopia dovranno essere abbandonati.

polipectomia

La colonscopia viene eseguita solo in stanze appositamente attrezzate. Il paziente si trova sul divano con il lato sinistro, vengono introdotti farmaci per l'anestesia. L'accesso ai polipi avviene attraverso l'ano, un endoscopio flessibile e sottile (colonscopio) viene inserito al suo interno con una piccola torcia e una videocamera, che consente di monitorare visivamente l'avanzamento dell'operazione.

Se il polipo è piatto, viene iniettato un farmaco speciale (spesso adrenalina), che lo solleva sopra la superficie della mucosa. La neoplasia viene rimossa usando uno strumento con un anello diatermico all'estremità. Raccolgono la base del polipo e lo tagliano, esponendolo contemporaneamente a scosse elettriche per cauterizzare l'area danneggiata e prevenire il sanguinamento.

Importante! I polipi tagliati devono essere inviati per l'analisi istologica, solo dopo che è stata fatta una diagnosi finale. Se vengono rilevate cellule atipiche che indicano malignità del tumore, al paziente viene prescritta una resezione parziale dell'intestino..

In rari casi, viene utilizzata un'operazione laser per rimuovere i polipi. Non è efficace come la colonscopia, poiché non è possibile ottenere materiale tissutale per l'istologia (il polipo viene semplicemente bruciato alla radice) e ci sono difficoltà con il controllo visivo (a causa del fumo).

Escissione transanale di polipi

Se non è possibile eseguire un'operazione colonscopica, può essere prescritto un intervento chirurgico diretto attraverso l'ano. Tale trattamento non è possibile quando i polipi si trovano a più di 10 cm dall'ano.

Prima dell'operazione, l'anestesia locale viene eseguita secondo Vishnevsky, a volte viene prescritta l'anestesia generale. Uno specchio rettale viene inserito nell'ano. La base / gamba del polipo viene asportata con strumenti speciali (pinza di Billroth), la ferita viene suturata con 2-3 nodi di catgut.

Se il polipo si trova nell'intervallo 6-10 cm dal foro, quindi durante l'operazione dopo l'inserimento dello specchio rettale, lo sfintere viene rilassato con le dita, dopo di che viene introdotto un grande specchio ginecologico, che viene utilizzato per spostare la parete intestinale non influenzata dai polipi. Quindi viene inserito uno specchio corto e la neoplasia viene rimossa allo stesso modo. I polipi vengono inviati per istologia.

Resezione segmentaria dell'intestino crasso

Tale operazione è prescritta solo ad alto rischio di malignità di un tumore del colon o della presenza di più polipi ravvicinati. Viene effettuato in anestesia generale. A seconda della posizione delle neoplasie, viene scelto il tipo di operazione:

  • Resezione frontale del retto. È prescritto per tumori sopra i 12 cm dall'ano. Il medico rimuove le parti interessate del sigmoide e del retto, quindi sutura insieme le parti rimanenti dell'intestino. Le terminazioni nervose, la minzione sana e la funzione sessuale persistono, le feci rimangono normalmente nell'intestino.
  • Frontale basso. È usato quando il tumore si trova a 6-12 cm dall'ano. Parte del sigmoide e l'intero retto vengono rimossi, l'ano viene preservato. Si forma un “serbatoio” temporaneo per trattenere le feci e lo stoma (parte dell'intestino viene espulso attraverso il peritoneo), il che aiuta a impedire che gli escrementi entrino nell'area curativa e cucita dell'intestino. Dopo 2-3 mesi, viene eseguita un'operazione ricostruttiva per chiudere la stomia e tornare alla normale funzione intestinale.
  • Anale addominale Viene eseguito con la posizione delle neoplasie a una distanza di 4-6 cm dall'ano. Parte del colon sigmoideo, intero retto e possibilmente parte dell'ano vengono rimossi. Si forma una stomia, che viene chiusa dopo 2-3 mesi.
  • Addominale-perineale. È indicato quando il tumore si trova vicino all'ano. Una parte del colon sigmoideo, l'intero retto, l'ano e una parte dei muscoli del pavimento pelvico vengono rimossi. Si forma una stomia costante, poiché è impossibile mantenere la funzione del normale movimento intestinale (lo sfintere viene asportato).

Importante! Quando viene aperto uno stoma permanente, al paziente vengono fornite raccomandazioni per prendersi cura di lei e organizzare le attività della vita. Nella maggior parte dei casi, è possibile ottenere un'alta qualità della vita, nonostante l'inconveniente e il difetto estetico..

Trattamento di polipi nell'intestino tenue

Singoli piccoli polipi dell'intestino tenue sulla gamba vengono rimossi mediante enterotomia; in presenza di altre neoplasie, è indicata una resezione dell'intestino tenue.

enterotomia

Questo intervento chirurgico è pericoloso, è molto più grave dei metodi endoscopici e richiede un chirurgo altamente qualificato. Fasi di realizzazione:

  1. Il paziente viene iniettato in anestesia generale..
  2. Viene praticata un'incisione trasversale sulla sezione necessaria dell'intestino tenue con un bisturi o un coltello elettrico..
  3. I polipi vengono asportati attraverso l'area incisa e inviati per istologia..
  4. Tutti i tagli sono suturati.

Dopo l'operazione, il paziente deve essere in ospedale sotto la supervisione di un chirurgo e gastroenterologo. È richiesto riposo a letto, vengono prescritti farmaci antidolorifici per alleviare il dolore, viene seguita una dieta rigorosa. Con insufficiente professionalità del medico, restringimento dell'intestino tenue, è possibile sanguinamento.

Resezione segmentaria dell'intestino tenue

L'operazione viene eseguita con un metodo aperto o laparoscopico, il secondo è preferibile, poiché ha meno conseguenze negative: le cicatrici sono più piccole, la probabilità di infezione è inferiore e il paziente viene rapidamente riabilitato. La preparazione all'intervento viene eseguita secondo lo schema standard sopra descritto. L'esecuzione è la seguente:

  1. Immersione del paziente in anestesia generale.
  2. L'introduzione di anidride carbonica sotto il peritoneo per facilitare la manipolazione di strumenti chirurgici nell'addome.
  3. Dissezione del peritoneo in 4-6 punti, incisioni lunghe 1-2 cm, un laparoscopio con una telecamera è inserito in uno di essi, gli strumenti del chirurgo negli altri.
  4. La parte danneggiata dell'intestino viene rimossa, le parti sane vengono suturate o graffette chirurgiche posizionate su di esse.
  5. Gli strumenti chirurgici vengono rimossi, l'anidride carbonica viene rimossa, le sezioni vengono cucite e sterilizzate..

L'operazione dura fino a 3 ore, dopo le quali il paziente viene gradualmente ritirato dall'anestesia (fino a 2 ore). Il recupero richiede 3-7 giorni in ospedale. Quando si esegue la resezione di tipo aperto, viene eseguita una grande incisione del peritoneo, la riabilitazione richiede fino a 10 giorni in ospedale, altrimenti non ci sono differenze.

Periodo di riabilitazione

Entro 2 anni dalla rimozione dei polipi, il rischio di recidiva e carcinoma intestinale è elevato. I pazienti vengono sottoposti a regolari esami - ogni 3-6 mesi. Il primo esame è previsto 1-2 mesi dopo l'intervento chirurgico. Nel tempo successivo (dal terzo anno dopo il trattamento), è richiesto un esame ogni 12 mesi.

Le raccomandazioni generali dopo la rimozione del polipo includono quanto segue:

  • Non ignorare gli esami preventivi, vieni dal medico all'ora designata, segui le sue raccomandazioni.
  • Abbandonare le cattive abitudini, fumare e bere sono altamente indesiderabili.
  • Non impegnarti in un pesante lavoro fisico, sollevando pesi - questo aumenterà il rischio di sanguinamento.
  • Evita il raffreddamento eccessivo e il surriscaldamento, non stare al sole per molto tempo, gettare un lettino abbronzante e seguire le misure igieniche prescritte.
  • Cerca di limitare lo stress, prevenire il superlavoro. Il rilassamento salutare svolge un ruolo significativo nel recupero.

Durante il periodo di riabilitazione, è necessario seguire una dieta. Durante la prima settimana dopo la chirurgia endoscopica, dovresti mangiare cibo schiacciato, purè di patate, cereali liquidi morbidi. Sono esclusi i cibi duri e indigeribili, ricchi di fibre. Il cibo dovrebbe essere frazionario: mangiare cibo fino a 6 volte al giorno.

Importante! Dopo le operazioni aperte, il medico prescrive la dieta, è molto rigida ed esclude quasi tutto il cibo.

Consultare urgentemente un medico in presenza delle seguenti complicanze:

  • Febbre, brividi;
  • Pesantezza nell'addome, tirando dolori;
  • Rossore, gonfiore nell'ano;
  • Annerimento delle feci, impurità del sangue durante i movimenti intestinali, costipazione;
  • Nausea, vomito e altri segni di intossicazione.

Ciò può indicare le pericolose conseguenze dell'operazione, tra cui sanguinamento, perforazione della parete intestinale, ostruzione intestinale, enterocolite, formazione di calcoli fecali o malignità.

Prezzi medi

Il costo delle operazioni per rimuovere i polipi nell'intestino varia notevolmente a seconda della clinica, delle qualifiche del medico e della quantità di lavoro. Nella tabella è presentato uno spread approssimativo dei prezzi..

il nome dell'operazioneCosto stimato (in base all'estensione della lesione)
Polipectomia coloscopica2-25 mila p.
Escissione transanale di polipi5-40 mila p.
Resezione segmentaria dell'intestino crasso25-200 mila p.
Chiusura per stomia7-45 mila p.
enterotomia30-50 mila p.
Resezione segmentaria dell'intestino tenue16-200 mila rubli.

Il trattamento gratuito è possibile nelle cliniche statali nell'ambito della polizza assicurativa medica obbligatoria. L'aiuto è anche possibile nell'ambito del programma VMP, se la malignità del polipo è confermata.

Le recensioni dei pazienti spesso menzionano dubbi sulla necessità di un intervento chirurgico per rimuovere i polipi nell'intestino. Tuttavia, i medici sostengono all'unanimità che la sua attuazione è giustificata, poiché ciò riduce significativamente il rischio di cancro. Le persone sottoposte a chirurgia mini-invasiva sono soddisfatte dei risultati e della velocità della riabilitazione. La cosa principale nel trattamento è trovare un medico esperto e affidabile su cui fare affidamento per aiutare..

Polipi del retto e del colon

Seconda opinione

Non sei sicuro della correttezza della tua diagnosi? Esci dai dubbi! Vieni a MedicCity e consulta n gratuitamente.

Consultazione proctologa - 50%!

Nella direzione dei medici dell'endoscopista (dopo la colonscopia), il gastroenterologo o ginecologo "MedicCity" consulta il medico-proct.

Sconti per amici dai social network!

Questa promozione è per i nostri amici su Facebook, Twitter, VKontakte, YouTube e Instagram! Se sei un amico o seguace della pagina clinica.

Residente nel distretto residenziale "Savelovsky", "Begovoy", "Aeroporto", "Khoroshevsky"

Questo mese, residenti nelle aree di "Savelovsky", "Running", "Airport", "Khoroshevsky".

Abdullaev Rustam Kazimovich

Coloproctologo, chirurgo generale

Pak Alexey Gennadievich

Sazonov Victor Vasilievich

Proctologia presso MedicCity

"MediaMetrics", stazione radio, programma "Ricezione online" (febbraio 2017)

Pharmacy, una rivista per medici, farmacisti e farmacisti (maggio 2015)

Polipi rettali - un concetto collettivo che include neoplasie benigne dell'intestino, sia vere che infiammatorie.

Un polipo rettale è un tumore benigno costituito da mucose del retto e del colon. Molto spesso, il polipo è fissato alla parete di un organo cavo con l'aiuto di una base o della sua gamba. Il polipo del retto cresce dal tessuto dell'epitelio, ma all'interno è costituito da un altro tessuto.

La forma del polipo del retto può apparire come una palla, un fungo o avere una forma ramificata. Il polipo ha una consistenza morbida, rosa, rosso scuro o bordeaux (a seconda dell'afflusso di sangue al polipo).

I polipi possono apparire in qualsiasi organo del tratto digestivo, questa malattia è abbastanza comune. I polipi rettali possono essere trovati in persone di qualsiasi età, anche nei bambini.

Negli uomini, questa malattia si verifica una volta e mezza più spesso rispetto al gentil sesso.

Consultazione proctologica presso MedicCity

Consultazione proctologica presso MedicCity

Consultazione proctologica presso MedicCity

Tipi di polipi del retto

I polipi del retto sono singoli e multipli. Anche variare nella struttura.

Si distinguono i seguenti tipi di polipi:

  • I polipi fibrosi sono costituiti principalmente da tessuto connettivo e si formano in quelle parti della mucosa soggette a frequenti infiammazioni. Un polipo fibroso è spesso soggetto a suppurazione e infiammazione, ma raramente degenera in una formazione maligna.
  • Il polipo adenomatoso cresce di diametro fino a 2-3 cm, è montato su una gamba mobile. Il polipo adenomatoso contiene tessuto ghiandolare. Questo tipo di polipo può trasformarsi più spesso di altri in un tumore canceroso. L'identificazione di questo polipo è considerata l'inizio di una condizione precancerosa..
  • Il polipo villo è allungato o rotondo, ha una superficie vellutata, che consiste di molti villi. È morbido, ferito rapidamente e può anche diventare maligno..
  • Polipi multipli, il più delle volte di forma mista: villo-ghiandolare o mucoso-cistica.
  • Poliposi diffusa, è la proliferazione di un grande gruppo di polipi che si diffondono su tutta la superficie dell'intestino e non consentono al cibo già trasformato di muoversi.

Cause di polipi rettali

Le cause dei polipi sono ambigue, i fattori che provocano sono:

  • disturbi psico-emotivi;
  • infiammazione cronica della mucosa della parete intestinale;
  • fattore ereditario;
  • cattiva ecologia;
  • mancanza di esercizio fisico (bassa attività locomotoria);
  • malnutrizione, basso contenuto di fibre negli alimenti.

Esistono anche teorie secondo cui i polipi possono derivare da malattie infiammatorie croniche nel colon. Il rischio di formazione di polipi aumenta con malattie come:

  • colite ulcerosa;
  • enterite;
  • dissenteria;
  • emorroidi;
  • frequente costipazione e disturbi digestivi;
  • predisposizione ereditaria;
  • malattie virali;
  • consumo eccessivo di grassi animali;
  • fumo e abuso di alcool;
  • età.

Polipi del colon

I polipi del colon sono intesi come escrescenze di consistenza morbida, che si formano sulla mucosa del colon e del retto. I polipi sono neoplasie benigne, tuttavia, secondo le statistiche mediche, in media ogni quinta crescita successivamente maligna, cioè maligna.

Classificazione

Importante: le persone con più di 50 anni rappresentano quasi l'80% dei polipi diagnosticati del colon.

Vengono diagnosticate sia le neoplasie singole che multiple che sporgono nel lume intestinale. La poliposi diffusa richiede un'attenzione speciale. L'aspetto dei polipi può essere diverso: sferico, a forma di fungo o ramificato. Alcuni escrescenze hanno una gamba, mentre altri (i cosiddetti sessili) hanno una base larga.

Molto spesso, i polipi sono dipinti in colore rosso-grigiastro, meno spesso - giallastri o rosso porpora.

Per la loro origine, i polipi del colon sono divisi in:

  • iperplastico;
  • infiammatorio;
  • neoplastico.

Le escrescenze iperplastiche si formano a causa dell'ipertrofia del tessuto normale (epitelio ghiandolare). I polipi infiammatori si formano nelle aree della mucosa del colon in cui si svolge il processo infiammatorio. Il pericolo maggiore sono le neoplasie neoplastiche. Possono essere di natura benigna o maligna, come appaiono durante la crescita di cellule atipiche..

Importante: secondo i principali coloproctologi, il cancro del colon è più spesso (nel 50-75% dei casi diagnosticati) una conseguenza della malignità dei polipi.

Secondo la struttura istologica, è consuetudine distinguere le seguenti varietà di polipi del colon:

Neoplasie adenomatose rotonde dense e lisce vengono spesso rilevate..

Le escrescenze dei polipi di tipo villo sulla parete intestinale esternamente presentano alcune somiglianze con il tappeto. Questo tipo di escrescenze subisce malignità nel 40% dei casi.

Cause di polipi del colon

Le cause più probabili di tumori benigni del colon includono:

  • costipazione frequente (cronica);
  • discinesia intestinale;
  • caratteristiche nutrizionali.

Un ruolo molto importante nello sviluppo di cambiamenti patologici è anche svolto da una predisposizione familiare (geneticamente determinata).

I polipi vengono ora diagnosticati sempre più spesso a causa del fatto che una parte significativa della popolazione ha cambiato la natura della loro alimentazione. Lo sviluppo di escrescenze nell'intestino è promosso dal consumo di una grande quantità di carne e vari prodotti raffinati, nonché dalla mancanza di fibre grossolane nella dieta.

Gli studi hanno confermato che le infiammazioni croniche e acute accelerano l'invecchiamento dell'epitelio, provocando una crescita irregolare dei tessuti.

Malattie che possono provocare la formazione di polipi del colon:

Nota: si nota che i polipi si sviluppano più spesso in soggetti che soffrono di gastrite con bassa acidità di stomaco.

Sullo sfondo dell'infiammazione, di regola, non si formano veri polipi, ma i cosiddetti. pseudo-polipi. Spesso causano sanguinamento.

Sviluppo della malattia

Le cellule della mucosa dell'apparato digerente sono normalmente costantemente e uniformemente aggiornate. Nel caso in cui questo processo venga violato per qualche motivo, nel colon si formano escrescenze locali separate, chiamate polipi.

I fattori ereditari in combinazione con la malnutrizione interferiscono con il rinnovamento cellulare. Proteine ​​e grassi di origine animale sono in grado di trasformarsi in composti cancerogeni che, se ritardati nel tratto gastrointestinale inferiore a causa della costipazione, influenzano continuamente le mucose. Ciò contribuisce alla crescita delle sezioni di parete con la possibile degenerazione delle cellule normali in cancerose.

Sintomi di polipi del colon

Come accennato in precedenza, le dimensioni del polipo sono variabili. Le neoplasie, la cui dimensione non supera i diversi millimetri, non si manifestano in alcun modo. Possono essere trovati per caso solo durante un esame strumentale dell'intestino per un'altra malattia..

I polipi del colon, che crescono fino a pochi centimetri, in alcuni casi portano all'ulcerazione e persino alla perforazione della parete intestinale. La violazione dell'integrità della mucosa può causare sanguinamento intestinale.

In alcuni casi, con polipi del colon, si verificano i seguenti sintomi clinici:

  • escrezione di sangue (presente nelle feci);
  • disfunzione intestinale;
  • dolore addominale (raramente).

Sullo sfondo di polipi diffusi, a volte si notano frequenti feci frequenti o diarrea con una miscela di muco e (o) sangue. Nel tempo, il paziente può sviluppare stanchezza e anemia..

I sintomi dei polipi del colon non sono specifici; possono accompagnare una serie di altre patologie del tratto digestivo..

Se il polipo ha una gamba ed è localizzato nella parte inferiore del retto, durante la defecazione può cadere ed essere trattenuto dallo sfintere rettale, che è accompagnato da dolore. Tuttavia, è anche possibile sanguinare. Queste escrescenze possono anche formarsi dall'emorroidi.

Diagnosi di polipi intestinali

Importante: le escrescenze della mucosa del retto e del colon sono una patologia abbastanza comune. Si trovano nel 15-20% della popolazione adulta. Probabilmente, la percentuale di morbilità è significativamente più alta, ma non tutti passano attraverso un esame di routine del retto nel nostro paese e la malattia spesso non provoca alcun disturbo e non manifesta alcun sintomo specifico.

Per rilevare i polipi, viene utilizzata l'irroscopia: un tipo di esame a raggi X, che prevede l'introduzione preliminare della sospensione di bario nell'intestino attraverso un clistere.

Importante: in alcuni casi, la poliposi del colon è combinata con la comparsa di neoplasie in altre parti del tratto digestivo. Se vengono rilevati anche singoli polipi del colon, viene indicata la fluoroscopia gastrica..

L'esame comprende un esame digitale del retto, nonché uno studio della mucosa con l'aiuto di un sigmoidoscopio - un tubo metallico con retroilluminazione, ottica e pinza per biopsia. Durante la sigmoidoscopia, puoi esaminare 30 cm del tratto digestivo inferiore: il retto e una sezione del sigmoide.

I polipi del colon nel 30% dei casi sono diffusi e quindi, anche se viene rilevata una singola crescita della mucosa, è necessario un esame strumentale approfondito.

Per chiarire la diagnosi, in alcuni casi un gastroenterologo specializzato deve condurre un ulteriore esame strumentale dell'intestino crasso. La tecnica principale in questo caso è la colonscopia. Il tubo dell'endoscopio viene inserito nell'ano e si sposta gradualmente lungo le pieghe dell'intestino fino a una profondità di 1 m. Prima della procedura, al paziente vengono somministrati sedativi per ridurre al minimo le sensazioni spiacevoli.

Se vengono rilevate neoplasie, viene indicata una biopsia per chiarire la loro natura: prelevare un frammento di tessuto per l'esame istologico.

Nota: i tumori sono diagnosticati sia nei bambini che negli adulti, ma più è anziano il paziente, maggiore è la probabilità di diagnosticare la poliposi intestinale in lui. Si consiglia di eseguire la procedura di colonscopia per tutte le persone che hanno raggiunto l'età di 50 anni e con una storia familiare gravata - per i giovani.

Prima della colonscopia, è consigliabile condurre uno studio di laboratorio sull'analisi delle feci per il sangue occulto. Un risultato negativo non garantisce l'assenza di alterazioni patologiche nella mucosa.

Nota: in alcuni paesi europei, la pratica di utilizzare i test di emocoltura viene utilizzata per rilevare in modo indipendente anche la scarsa presenza di sangue nelle feci. La tecnica consente di rilevare le neoplasie nell'intestino nelle prime fasi, in completa assenza di lamentele da parte del paziente. La diagnosi precoce dei polipi del colon consente un trattamento chirurgico tempestivo e la prevenzione del cancro del colon-retto.

Trattamento dei polipi del colon

La pratica dimostra che le tecniche conservative per sbarazzarsi dei polipi del colon sono inutili. Tutte le neoplasie rilevate durante le procedure diagnostiche devono essere rimosse con successivo esame istologico e citologico..

L'eliminazione immediata anche delle escrescenze più piccole è la misura principale per prevenire lo sviluppo di tumori maligni nel tratto digestivo inferiore.

Per rimuovere i polipi del colon, viene utilizzata una tecnica di trattamento endoscopica, che è meno traumatica e non richiede sollievo dal dolore. Il paziente viene iniettato nell'ano con un endoscopio quasi analogo a un dispositivo per colonscopia. Il dispositivo è dotato di uno speciale elettrodo ad anello, con l'aiuto del quale l'escrescenza viene pizzicata alla base e tagliata.

Piccoli polipi del colon e l'area circostante della mucosa sono semplicemente cauterizzati da un diatermocoagulatore.

Dopo la chirurgia endoscopica, il paziente può tornare a casa il giorno successivo all'eliminazione del polipo.

Se la neoplasia ha dimensioni significative, non viene completamente rimossa, ma in frammenti separati..

Con la poliposi diffusa, i chirurghi ricorrono alla chirurgia addominale in anestesia generale, poiché questo tipo di patologia richiede la resezione dell'intestino.

Il materiale biologico ottenuto durante l'operazione viene necessariamente inviato per esame istologico al fine di escludere o confermare la neoplasia.

Importante: se la poliposi colpisce l'intero retto e le crescite patologiche causano sanguinamento e sono accompagnate dallo sviluppo di proctite purulenta, questa è un'indicazione per la resezione.

Se il paziente è stato sottoposto a rimozione di grandi escrescenze (oltre 2 cm di diametro), neoplasie multiple (più di 5 pezzi), così come adenomi villi (uno o più), è necessario eseguire una colonscopia di controllo un anno dopo l'operazione.

La probabilità di recidiva è trascurabile, ma il trattamento chirurgico non è in grado di eliminare i fattori che predispongono alla formazione di polipi del colon. Anche se non sono state rilevate nuove escrescenze, la procedura diagnostica viene ripetuta ogni tre anni, poiché tali pazienti vengono automaticamente inclusi nel gruppo a rischio.

Importante: qualsiasi polipo del colon deve essere considerato una malattia precancerosa..

Profilassi del polipo del colon

Per prevenire lo sviluppo di neoplasie benigne dell'intestino, si raccomanda:

  • consumare più alimenti vegetali contenenti fibre grossolane;
  • se possibile, sostituire i grassi animali con grassi vegetali nella dieta;
  • minimizzare o eliminare completamente il consumo di bevande alcoliche (compresa la birra), poiché l'etanolo è cancerogeno.

Elenco di alimenti contenenti fibre e raccomandato per la prevenzione dei polipi del colon:

Riceverai informazioni più dettagliate sulla poliposi intestinale guardando questa recensione video:

Plisov Vladimir, osservatore medico

22.135 visualizzazioni totali, 4 viste oggi