Pancreatite: sintomi di infiammazione del pancreas e misure di trattamento

Di regola, ci preoccupiamo molto spesso della salute del cuore e dei vasi sanguigni, meno spesso - del fegato o dei reni, quasi senza pensare al pancreas. Nel frattempo, questo organo è vitale per il normale funzionamento del corpo. È lì che avviene la sintesi di insulina, un ormone che regola quasi tutti i processi biochimici all'interno della cellula. Ed è il pancreas che produce enzimi digestivi che assicurano il normale corso della digestione e dell'assorbimento dei nutrienti. In effetti, contrariamente alle credenze ordinarie, lo stadio principale della digestione non si verifica nello stomaco, ma nell'intestino tenue, dove entra il succo pancreatico.

Pancreatite: cos'è questa malattia e quali sono le sue manifestazioni?

L'infiammazione del pancreas si chiama pancreatite. Le sue manifestazioni sono piuttosto caratteristiche: dolore molto forte e acuto nell'addome superiore, che dà alla schiena o alle cinture il corpo e non è alleviato dagli analgesici convenzionali. Un'altra lamentela caratteristica è il vomito ripetuto profuso, che inoltre non può essere fermato a casa dai farmaci antiemetici convenzionali. Inoltre, il medico durante l'esame rileva la tensione muscolare dell'addome superiore.

Questi segni - la classica triade di sintomi - sono caratteristici sia della pancreatite acuta che dell'esacerbazione della pancreatite cronica..

Ma in un processo cronico, cioè con un'infiammazione che dura per molti mesi e anni, oltre al dolore, compaiono anche segni di insufficienza pancreatica esocrina (mancanza di enzimi digestivi), tra cui:

  • gonfiore, brontolio, dolore addominale;
  • improvviso espresso bisogno di defecare;
  • abbondante feci di grasso fetido che galleggiano sulla superficie dell'acqua;
  • perdita di peso, nei bambini - ritardo nella crescita e nello sviluppo.

Queste manifestazioni derivano dal fatto che alimenti non completamente digeriti non entrano nel flusso sanguigno per fornire sostanze nutritive all'organismo, ma rimangono nel lume intestinale e lo irritano.

Infiammazione del pancreas: cause

Qualunque sia l'infiammazione del pancreas, acuta o cronica, dal punto di vista delle statistiche mediche, la sua causa principale è un eccesso di alcol. L'uso eccessivo di esso provoca fino al 55% di pancreatite acuta [1] e fino all'80% di cronica [2].

Altre possibili cause di pancreatite acuta:

  • Malattie del tratto biliare (35%). Con l'aumento della pressione nei dotti biliari, il loro contenuto inizia a essere gettato nei dotti pancreatici situati nelle vicinanze (e con un'uscita). La bile danneggia i tessuti che normalmente non dovrebbero essere in contatto con esso, causando infiammazione.
  • Lesione al pancreas (4%). Può essere domestico (pestaggio, incidente, ecc.) O causato dalle azioni dei medici durante interventi chirurgici o test diagnostici.
  • Altre cause (6%): virus (epatite, parotite, citomegalovirus), tumori e altre malattie degli organi vicini, assunzione di determinati farmaci (ormoni, alcuni antibiotici, diuretici e citostatici), reazioni allergiche (shock anafilattico), processi autoimmuni.

Le cause della pancreatite cronica non sono troppo diverse dalle cause di acuta. Anche l'alcol è al primo posto e le malattie del tratto biliare al secondo posto. Inoltre, in ordine decrescente di frequenza, seguire:

  • pancreatite farmacologica;
  • pancreatite idiopatica (condizioni in cui non è possibile identificare la causa dell'infiammazione);
  • pancreatite autoimmune;
  • infiammazione causata da disturbi metabolici (con fibrosi cistica, malfunzionamento delle ghiandole paratiroidee, alterazione del metabolismo dell'emoglobina, dislipidemia);
  • intossicazione, compresi i propri prodotti metabolici in caso di insufficienza renale (uremia);
  • pancreatite alimentare (causata da una carenza di proteine ​​e un eccesso di grasso nella dieta);
  • infezioni
  • collagenosi sistemica (lupus eritematoso);
  • insufficiente apporto di sangue (aterosclerosi);
  • lesioni
  • restringimento del dotto, sia congenito che acquisito (compressione da parte del tumore);
  • fumo.

Separatamente, esiste una tale causa di pancreatite cronica come una mutazione genetica ereditaria che codifica per la sintesi dell'enzima digestivo tripsina. Queste pancreatiti di solito iniziano in giovane età e senza motivo apparente..

Effetti pericolosi della pancreatite

La complicazione più pericolosa della pancreatite acuta è la necrosi pancreatica. Questa è una condizione in cui gli enzimi digestivi, invece di essere escreti attraverso i dotti nella cavità intestinale, dalle cellule distrutte dall'infiammazione entrano direttamente nel tessuto pancreatico, digerendo effettivamente l'organo stesso. Questa è una delle principali cause di morte nella pancreatite acuta..

Ma anche se questo pericolo può essere evitato, la malattia non passa senza conseguenze.

Qualsiasi infiammazione, acuta o cronica, interrompe il normale funzionamento dell'organo. Se stiamo parlando del lavoro del pancreas, allora prima di tutto diminuisce la sua funzione esocrina. Ciò significa che vengono prodotti troppo pochi enzimi per la normale digestione, l'assorbimento dei nutrienti è peggiorato, il che colpisce tutto il corpo. Si osserva perdita di peso. Ci sono segni di una mancanza di vitamine (principalmente A, D, K liposolubili), che possono manifestarsi come ossa fragili, pelle e capelli secchi e sanguinamento. La carenza di ferro porta all'anemia. Una diminuzione della concentrazione di grassi nel corpo interrompe la normale sintesi degli ormoni sessuali (i grassi sono l'unica fonte da cui vengono prodotti). La libido è rotta, la natura della crescita dei capelli cambia. La carenza di proteine ​​porta ad atrofia muscolare e gonfiore.

Oltre agli enzimi, il pancreas sintetizza anche i bicarbonati, sostanze che alcalinizzano il contenuto acido proveniente dallo stomaco. Quando il loro numero diminuisce, non si forma un ambiente alcalino per il nodulo alimentare e danneggia la mucosa del duodeno. Per questo motivo, compaiono ulcere.

Se il processo infiammatorio dura a lungo e la maggior parte delle cellule pancreatiche che producono insulina muoiono, il diabete si sviluppa. Simile si verifica nella pancreatite cronica in circa il 10% dei casi [3].

Poiché il tessuto infiammato si gonfia sempre, può spremere il dotto escretore della cistifellea, che scorre nello spessore della testa del pancreas. Se il gonfiore è così forte che viene interrotto il normale deflusso della bile, può iniziare l'ittero (fino al 3% dei casi).

Inoltre, è stato dimostrato [4] che esiste una relazione diretta tra l'infiammazione cronica del pancreas e la sua degenerazione maligna.

Diagnosi di infiammazione del pancreas

Quando si diagnostica un'infiammazione acuta del pancreas, il medico attira l'attenzione sui disturbi caratteristici del paziente. Durante un esame del sangue, vengono rilevati cambiamenti infiammatori (un aumento dell'ESR e dei globuli bianchi) e si osserva un'attività più di tre volte maggiore degli enzimi (amilasi o lipasi nel sangue). L'esame ecografico aiuta a identificare i cambiamenti nell'organo stesso, ma l'imaging a risonanza magnetica o la tomografia computerizzata (se sono disponibili questi due tipi di studi) è più affidabile. In caso di dubbi (e se sono disponibili attrezzature appropriate), il medico può prescrivere la laparoscopia..

Per diagnosticare la pancreatite cronica, di solito effettuata:

  • Analisi del sangue. Con il loro aiuto, vengono determinati segni di infiammazione, aumento dell'attività dell'amilasi, disproteinemia, caratterizzati da un rapporto alterato di proteine ​​nel plasma sanguigno o ipoproteinemia, che indica una generale riduzione delle proteine ​​nel sangue.
  • L'analisi fecale è comune. Con una colorazione speciale al microscopio, sono visibili grassi non digeriti e, se la situazione è già in corso, fibre muscolari non digerite.
  • Analisi delle feci per l'attività enzimatica, il più delle volte è una determinazione dell'attività dell'elastasi-1 pancreatica nelle feci. Con pancreatite cronica, è ridotto.
  • Suono duodenale con analisi del contenuto (eseguita se possibile). Il processo è il seguente: il paziente ingerisce una sonda speciale che raggiunge il duodeno; poi gli viene somministrato un medicinale che stimola la produzione di secrezioni pancreatiche; i campioni ottenuti vengono esaminati per l'attività della tripsina, degli enzimi lipasi e del contenuto di bicarbonati - un substrato alcalino necessario per il normale funzionamento degli enzimi digestivi.
  • Esame ecografico del pancreas (indicato anche come tomografia computerizzata o risonanza magnetica): consente di valutare direttamente la struttura e la struttura dell'organo.

Inoltre, una diminuzione della gravità della digestione compromessa dopo diversi giorni di assunzione di enzimi pancreatici può essere considerata un segno indiretto dello sviluppo della pancreatite..

Misure di trattamento della pancreatite

La pancreatite è una patologia potenzialmente letale, pertanto il trattamento deve essere prescritto solo da un medico.

Se stiamo parlando di pancreatite acuta, il paziente deve essere ricoverato in ospedale in un ospedale chirurgico. I primi tre giorni è necessario osservare la fame: fino al fatto che tutto il contenuto dello stomaco viene rimosso da una sonda. Una vescica di ghiaccio viene applicata allo stomaco e viene prescritto il riposo a letto. Questa formula classica si chiama "raffreddore, fame e pace" e il trattamento inizia con esso sia nella pancreatite acuta che nelle esacerbazioni della pancreatite cronica.

Naturalmente, nel primo caso, tali misure non sono limitate. Per ridurre il dolore e ripristinare il normale deflusso del succo pancreatico, vengono prescritti antispasmodici. Poiché il dolore può essere molto grave, a volte si rivolgono a analgesici narcotici. Per ridurre l'attività del pancreas, vengono prescritti antagonisti della somatotropina, ad esempio octreotide o lanreotide, con sanguinamento concomitante - somatostatina o terlipressina.

A seconda delle condizioni del paziente, ricorrono al trattamento sintomatico, che consente di regolare alcuni cambiamenti nel suo corpo. Può nominare:

  • farmaci che normalizzano la pressione sanguigna;
  • fondi che supportano il normale funzionamento del cuore;
  • antibiotici per infiammazione purulenta e altro.

Per rimuovere i prodotti tossici di infiammazione dal sangue, utilizzare la terapia per infusione (i cosiddetti contagocce). Se si sviluppa necrosi pancreatica, il paziente viene operato, rimuovendo le aree morte del pancreas.

Con l'esacerbazione della pancreatite cronica, come già accennato, nei primi tre giorni si raccomanda anche il regime di "raffreddore, fame e riposo". Dopo questo periodo, se la condizione lo consente, puoi iniziare a mangiare. All'inizio - cereali ben bolliti, gelatina, zuppe di purè. A poco a poco ha permesso di passare al cibo solido.

La dieta dovrebbe contenere molte proteine, preferibilmente latte o soia. Si raccomanda di limitare l'uso di alimenti con grassi animali refrattari (con carne di maiale, agnello), ma i grassi vegetali e di latte non sono vietati. Inoltre, è indesiderabile scegliere prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi. Dolci grassi, burro di arachidi e altri prodotti di questo tipo non sono solo ammessi, ma anche raccomandati (soggetti all'uso di enzimi e alla normale tolleranza di tali alimenti). L'alcol è severamente proibito. Non puoi mangiare acido, fritto, affumicato, salato a stomaco vuoto o iniziare un pasto con brodi grassi ricchi di sostanze estrattive.

Nel frattempo, non solo la dieta è necessaria, ma anche i farmaci. Per alleviare il dolore, si consiglia di assumere analgesici e antispasmodici. Gli enzimi pancreatici hanno anche un effetto analgesico: forniscono riposo all'organo interessato [5] durante i pasti. I preparati enzimatici su base permanente sono prescritti per l'insufficienza pancreatica esocrina. Ripristinano la normale digestione, permettendoti di digerire tutti i nutrienti necessari. E per mantenere il loro effetto e ripristinare un ambiente normale nel duodeno, vengono prescritti bloccanti di H2 o inibitori della pompa protonica, che riducono l'acidità del succo gastrico.

Preparazione degli enzimi pancreatici

I preparati contenenti enzimi pancreatici sono in circolazione da un po 'di tempo. Ma grazie alla loro forma moderna, e queste sono microsfere, o microsfere, con un diametro fino a 2 mm, è possibile la massima efficacia di questi farmaci.

Mikrasim® [6] è un agente contenente lipasi pancreatiche, proteasi e amilasi di origine animale, nonché enzimi che digeriscono rispettivamente grassi, proteine ​​e carboidrati. Gli enzimi sono posti in microgranuli con un guscio resistente agli acidi, che li protegge dall'inattivazione nello stomaco. A loro volta, i microgranuli vengono "impaccati" in capsule contenenti 10.000 unità o 25.000 unità di enzimi attivi.

Una volta nello stomaco, la capsula di gelatina si dissolve. Sotto l'influenza dei movimenti peristaltici, i microgranuli si mescolano uniformemente con il cibo ed entrano gradualmente nel lume intestinale. In un ambiente alcalino all'interno del duodeno, la loro membrana si dissolve e gli enzimi iniziano a "funzionare". L'attività massima degli enzimi si osserva 30 minuti dopo aver mangiato.

È necessario assumere Mikrasim® durante ogni pasto - l'eccezione sono gli snack che non contengono grassi (insalata di verdure senza condimento, succo di frutta, tè con zucchero senza latte e simili). Di solito, una capsula è sufficiente durante un pasto, perché contiene una quantità sufficiente di enzimi che aiutano a normalizzare la digestione. Se è difficile ingerire una capsula, può essere aperta, ma in nessun caso puoi masticare o macinare i microgranuli in alcun modo: per questo motivo, la membrana protettiva si romperà e gli enzimi perderanno la loro attività.

L'indicazione principale per l'uso delle capsule di Mikrazim® è la pancreatite cronica senza esacerbazione. Inoltre, il farmaco viene utilizzato per l'insufficienza pancreatica esocrina di qualsiasi origine: a causa della fibrosi cistica, dopo interventi sul pancreas, dopo resezione dello stomaco o dell'intestino tenue. Le persone sane possono usare Mikrazim® per ridurre il carico sul pancreas quando si mangia troppo, specialmente quando si mangiano cibi grassi..

Mikrazim® è controindicato nella pancreatite acuta e nell'esacerbazione della pancreatite cronica, nonché in caso di intolleranza individuale.

Il farmaco è incluso nell'elenco dei farmaci vitali ed essenziali, dispensati senza prescrizione medica.

* Numero del certificato di registrazione nel registro statale dei medicinali - LS-000995 del 18 ottobre 2011.

Come rilevare la pancreatite cronica negli adulti? Diagnostica di laboratorio differenziale

Come determinare la pancreatite dovrebbe essere noto a tutti. Da oggi, molti non notano che sono a rischio di malattia e molti sintomi evidenti sono attribuiti a semplici disturbi del tratto gastrico e al solito malessere. E per monitorare la salute del pancreas è molto importante. Dopotutto, la qualità della vita può dipendere da lui.

Che cos'è la pancreatite??

La pancreatite è una malattia del pancreas. La malattia si manifesta con il restringimento dei dotti della ghiandola. Tale restringimento può provocare calcoli che si trovano nella cistifellea, nonché tumori sotto forma di tumori e cisti. Tutto ciò impedisce il deflusso di succhi digestivi nell'intestino, il che porta al fatto che la ghiandola si digerisce. Tale processo è molto pericoloso per la salute del paziente e talvolta anche per la vita..

Le cause

I seguenti indicatori sono spesso riferiti a motivi:

  • Nutrizione impropria, ovvero abuso di cibo spazzatura, cibi fritti, affumicati, grassi, aceto, speziati, in scatola e in scatola
  • Cattive abitudini, questo può includere il fumo e l'abuso di alcol
  • Lo stress e lo stress

La pancreatite può anche causare:

  • colelitiasi
  • Malattia del fegato
  • Malattie gastrointestinali

Come posso determinare la malattia a casa

Molto spesso, i segni della malattia sono direttamente correlati alla sua forma e fase. Gli indicatori generali includono dolore all'addome. Il dolore può insorgere nella parte sinistra e spostarsi lentamente verso lo sterno e può anche restituire nella regione delle scapole.

Nella forma acuta, il paziente può osservare una specie di feci molli, in cui i pezzi di cibo vengono osservati in una forma non digerita con una consistenza sotto forma di schiuma, l'odore, che può essere chiamato spiacevole, diventa anche molto evidente. Inoltre, il paziente può osservare vomito e nausea periodica. Molto spesso ci sono problemi con la temperatura corporea nella pancreatite acuta, che diminuisce o aumenta.

Nella pancreatite cronica, molto spesso il paziente ha una perdita di appetito, diarrea, flatulenza, eruttazione, bruciore di stomaco e brontolio nella cavità addominale. Inoltre, il paziente può osservare una perdita di peso molto rapida, che molto spesso indica la comparsa di diabete. In alcuni casi, un'eruzione cutanea può apparire sul corpo, il più delle volte appaiono macchie sulla schiena, sul torace e sullo stomaco.

Cosa determinano i test

Per determinare con precisione la pancreatite nel corpo umano, gli specialisti possono inviare i seguenti test, che aiuteranno a fare una diagnosi accurata e consentiranno di prescrivere un trattamento adeguato:

  • Coptogramma - con l'aiuto di questo studio, vengono valutati la composizione chimica delle feci, la microflora intestinale e anche l'aspetto.
  • Diastasi: questa analisi viene eseguita in tutte le fasi della pancreatite. Permette di capire in quale stato si trova l'organo e che tipo di enzima è presente in esso. Il test viene eseguito dal sangue..
  • Amilasi: questo studio è caratteristico di un attacco, se la malattia è nella fase iniziale, questa analisi non è efficace.
  • Radiografia: molto spesso questo metodo viene utilizzato nella chirurgia di emergenza per identificare le pietre nei dotti e nei depositi di sale.
  • Ultrasuoni: questo studio viene condotto dopo che il paziente ha seguito una dieta rigorosa per due settimane. L'ecografia aiuta a determinare la crescita del tessuto connettivo, quanto gli organi sono cambiati e se c'è liquido nella cavità addominale.
  • Tomografia computerizzata: questo metodo aiuterà a identificare e determinare la dimensione delle neoplasie e a scoprire se la malattia si è trasformata in una forma di cancro.
  • Endoscopia: questo studio parlerà dei processi infiammatori nel tratto digestivo.
  • Risonanza magnetica - aiuterà a valutare l'efficacia dei processi metabolici nei tessuti.

Per quei pazienti che non possono essere trasportati, in primo luogo sono prescritti i seguenti test:

  • Al
  • LDH
  • Azoto
  • Urina sulla diastasi
  • Sangue per calcio e siero amilasi

Test dell'ormone pancreatico

  • Insulina. Questo ormone nel corpo umano svolge un ruolo insostituibile. Le seguenti funzioni sono incluse nel lavoro di questo ormone:
  1. Aiuta l'assorbimento del glucosio
  2. Regola lo scambio di carbone
  3. Abbassa la glicemia se necessario
  • C-peptide, una sostanza proteica. Questa sostanza è prodotta dall'organismo insieme all'insulina e ne mostra la quantità..
  • Glucagone. Cellule alfa-ghiandole dell'ormone peptidico. Uno studio su questo ormone è prescritto per gravi infiammazioni, coma ipoglicemico e stesse condizioni..

Come identificare pancreatite o gastrite

Per identificare queste due malattie, è necessariamente prescritto un esame completo e puoi anche fare una diagnosi utilizzando la presenza di sintomi. La gastrite, come la pancreatite, può essere acuta e cronica I sintomi di questa malattia possono essere attribuiti a:

  • Debolezza in tutto il corpo
  • Pesantezza dello stomaco
  • Diarrea
  • Nausea
  • vomito
  • Sensazione di secchezza in bocca
  • Vertigini
  • Colore della pelle pallido con una tinta verde

Come puoi vedere dall'elenco, molti sintomi coincidono con quelli della pancreatite. Pertanto, solo uno specialista in ricerca e analisi può identificare con precisione la diagnosi..

Trattamento

La pancreatite acuta può essere trattata solo in ospedale, con l'aiuto di specialisti. Poiché la pancreatite acuta è una condizione piuttosto pericolosa. Se ci sono sospetti di questa malattia, non esitare a chiamare un'ambulanza, che deve offrire un ricovero urgente. Prima dell'arrivo dell'ambulanza, raffreddano lo stomaco del paziente e gli somministrano antispasmodici, tra cui Papaverin e No-shpa. Inoltre, il paziente deve rifiutare completamente di mangiare, in una qualsiasi delle sue manifestazioni.

Il trattamento della pancreatite acuta può essere caratterizzato come: freddo, fame e riposo.

Il pronto soccorso di emergenza dovrebbe assomigliare a questo:

  1. Un contagocce con soluzione salina viene iniettato in una vena
  2. Dare antiemetico
  3. Anestetizzare
  4. Applicare antisecretory

Esami del sangue per pancreatite

La pancreatite è un gruppo di malattie pancreatiche che sono molto difficili da diagnosticare. Il fatto è che il quadro sintomatico che appare durante il loro sviluppo ha molte somiglianze con le manifestazioni cliniche di altre malattie gastrointestinali, quindi saranno necessarie una serie di misure diagnostiche per fare una diagnosi accurata. Un esame del sangue per pancreatite fornisce le informazioni più ampie sullo stato del pancreas e del corpo nel suo insieme, quindi è obbligatorio nel processo di diagnosi della malattia.

Brevemente sulla malattia

La pancreatite è una malattia in cui i processi infiammatori iniziano a svilupparsi nel pancreas. Allo stesso tempo, c'è una violazione del deflusso del succo pancreatico e l'attivazione dei processi di "auto-digestione". Vari fattori possono contribuire allo sviluppo della pancreatite. Tra questi, i più comuni sono:

  • cattive abitudini;
  • malnutrizione;
  • assunzione di determinati farmaci;
  • stress e mancanza di sonno;
  • colecistite;
  • infiammazione dei dotti biliari;
  • duodenite;
  • malattia cardiovascolare;
  • cirrosi epatica, ecc..

I principali sintomi di questo disturbo sono:

  • nausea persistente, accompagnata da vomito, dopo di che non c'è sollievo;
  • diminuzione dell'appetito e peso corporeo;
  • dolore alla cintura nell'ipocondrio sinistro;
  • aumento della temperatura;
  • frequenti rutti;
  • singhiozzo;
  • aumento della salivazione;
  • rivestimento biancastro sulla lingua;
  • disturbo della sedia.

Se appare almeno un segno dello sviluppo della pancreatite, è necessario consultare immediatamente un medico e sottoporsi a test che confermeranno o negheranno la presenza di questa malattia.

Quali esami del sangue vengono eseguiti per sospetta pancreatite?

La diagnosi di pancreatite è un processo complesso e che richiede tempo. I processi infiammatori che si sviluppano nel pancreas sono spesso manifestati da sintomi che possono essere facilmente attribuiti alla stanchezza, alla mancanza di sonno o allo stress di una persona. I residenti delle grandi città, dove predomina il ritmo accelerato della vita, si lamentano spesso di affaticamento rapido, affaticamento, perdita di peso e comparsa di vari disturbi gastrointestinali. Ma sono proprio questi sintomi che sono i primi segni dello sviluppo della pancreatite e richiedono cure mediche immediate.

Per questo motivo, il medico, non appena sente le lamentele da parte del paziente per affaticamento costante, affaticamento rapido e disturbi gastrointestinali, esamina immediatamente il paziente e prescrive test. E dopo aver ricevuto i risultati dello studio, decide sulla necessità di ulteriori esami.

Di norma, prima di tutto, tali test sono prescritti al paziente:

  • chimica del sangue;
  • analisi del sangue generale;
  • analisi generale di urina e feci.

Se i risultati di questi studi hanno rivelato anomalie del pancreas, vengono prescritte misure diagnostiche più complesse, tra cui ultrasuoni, tomografia computerizzata, risonanza magnetica, ecc..

Analisi del sangue generale

Se sospetti lo sviluppo di pancreatite cronica o acuta, viene sempre prescritto un esame del sangue generale. Fornisce le informazioni più estese sullo stato del pancreas. Tuttavia, la diagnosi non può essere fatta esclusivamente sulla base dei risultati di questo studio. È richiesto un ulteriore esame del paziente.

Con colecistite o pancreatite, un esame del sangue generale mostra i seguenti risultati:

  • diminuzione dei globuli rossi;
  • diminuzione del livello di emoglobina;
  • aumento della velocità di eritrosedimentazione;
  • un forte aumento del livello dei globuli bianchi (con queste malattie, il livello dei globuli bianchi è 2-3 volte superiore al normale);
  • aumento dell'ematocrito.

Gli indicatori di un esame del sangue per pancreatite nelle donne e negli uomini possono aumentare o diminuire. Tali cambiamenti sono causati dallo sviluppo di processi infiammatori nel pancreas e dal rilascio di sostanze tossiche nel sangue. E per capire quali indicatori indicano lo sviluppo di questa malattia, è necessario prima scoprire la loro norma. L'emocromo normale è mostrato nella tabella seguente..

Chimica del sangue

Il metodo più informativo per diagnosticare la pancreatite è un esame del sangue biochimico. Dà un quadro completo dello stato del corpo e del pancreas. Nella pancreatite acuta e cronica, un esame del sangue biochimico consente di ottenere i seguenti dati:

  • Amilasi. È un enzima pancreatico responsabile della degradazione dell'amido nel corpo. Con lo sviluppo della pancreatite, si nota il suo aumento, che indica il ristagno del succo pancreatico nei dotti del pancreas.
  • Fosfolipasi, tripsina, lipasi ed elastasi. Sono anche enzimi del succo pancreatico. E con lo sviluppo di questo disturbo, aumenta anche il loro livello nel sangue.
  • Glucosio. Nella pancreatite, il livello di questa sostanza nel sangue aumenta a causa del fatto che le cellule pancreatiche danneggiate smettono di produrre la giusta quantità di insulina, che è responsabile della scomposizione e del trasporto del glucosio nelle cellule e nei tessuti del corpo..
  • Bilirubina. Anche il livello di questa sostanza con pancreatite supera la norma. Ciò è dovuto al ristagno del tratto biliare derivante da edema pancreatico..
  • Proteina. Con lo sviluppo di questa malattia, il livello di proteine ​​è ridotto.
  • Transaminasi. Questa sostanza aumenta anche con l'infiammazione del pancreas, ma non in tutti i casi..

Va notato che quando riceve i risultati di un esame del sangue biochimico, il medico prima di tutto esamina il livello di amilasi, poiché è il suo aumento che indica lo sviluppo di pancreatite acuta o cronica. Successivamente, l'attenzione del medico passa al livello di altri enzimi.

Va detto che tutti svolgono il loro ruolo nel corpo e la loro diminuzione o aumento indica gravi disturbi. Ad esempio, l'amilasi è responsabile della degradazione dei carboidrati, lipasi - grassi. L'elastasi e la tripsina forniscono un legame peptidico nelle proteine ​​degli aminoacidi. Pertanto, con un aumento o una diminuzione del livello di questi enzimi, i processi metabolici sono disturbati, il che può innescare la comparsa di altri problemi di salute.

Un esame del sangue biochimico viene eseguito il primo giorno dopo che il paziente è entrato in ospedale con un attacco di dolore. Se si aumenta il livello di amilasi, è necessario ripetere l'analisi il giorno successivo. Ciò consente di tracciare le sue dinamiche e l'efficacia del trattamento..

Analisi aggiuntive

Se il medico sospetta lo sviluppo della pancreatite nel paziente, oltre agli studi OAC e biochimici, può prescrivere altri esami del sangue. Tra questi c'è un esame del sangue di laboratorio per la tripsina immunoreattiva. Questa analisi è molto istruttiva, poiché consente di ottenere dati non solo sullo stato del pancreas, ma anche su altri organi, il che consente di rilevare tempestivamente la presenza di complicanze nel paziente contro la pancreatite, ad esempio ipercorticismo, insufficienza renale, ecc..

Va immediatamente notato che il principale indicatore dello sviluppo della pancreatite è una diminuzione del livello di tripsina nel sangue. E più basso è, meno favorevole è la previsione. Tuttavia, questa analisi nella pratica medica viene eseguita molto raramente, poiché è pagata e costa molti soldi.

Va anche detto che nella diagnosi di pancreatite viene spesso prescritto un test delle urine. Ma non generale, ma che ti consente di identificare il livello di tripsinogeno nel materiale di prova. Questo enzima è una forma inattiva di tripsina e appare nelle urine solo in presenza di processi infiammatori nel pancreas.

Lo sviluppo della pancreatite influisce negativamente sul funzionamento dell'intero tratto digestivo. Pertanto, quando si verifica, quasi 9 pazienti su 10 hanno disturbi alle feci. È per questo motivo che nella diagnosi di questa malattia è obbligatorio superare un test delle feci. Durante la sua ricerca, viene prestata particolare attenzione a:

  • la presenza di grasso nelle feci (durante il normale funzionamento dell'apparato digerente non dovrebbe essere);
  • il colore del materiale di prova;
  • la presenza di elementi alimentari non digeriti nelle feci.

In presenza di eventuali anomalie, possiamo parlare della presenza di vari disturbi del tratto digestivo. Inoltre, per determinarli non è necessario condurre uno studio di laboratorio. Il paziente stesso può rilevare tali violazioni se esamina attentamente le feci. Lo scolorimento indica la chiusura dei dotti biliari. In questo caso, lo sgabello stesso è scarsamente lavato dalle pareti del water, il che indica anche la presenza di processi infiammatori nel corpo. Grazie al suo alto contenuto di grassi, le feci diventano brillanti ed emanano uno sgradevole odore pungente..

Come accennato in precedenza, i test di laboratorio su sangue, urina e feci da soli non sono sufficienti per fare una diagnosi. Per verificare lo sviluppo della pancreatite nell'uomo, è indispensabile condurre un esame ecografico del pancreas, nonché fibroesofagogastroduodenoscopia, che rileverà violazioni nei luoghi in cui il dotto pancreatico principale entra nel duodeno. Di norma, la diagnosi strumentale viene eseguita in un ambiente ospedaliero e consente di dare una valutazione completa dello stato del corpo e del pancreas.

Diagnosi di pancreatite: determinazione delle forme acute e croniche mediante analisi

Per iniziare il trattamento - è necessario condurre una diagnosi. Esistono numerose malattie i cui sintomi sono lievi e non è possibile riconoscerli da loro. Tali malattie includono pancreatite..

Metodi di diagnosi della pancreatite

Il successo del trattamento di questa malattia dipende direttamente da un esame tempestivo e una diagnosi corretta. Quando si effettua una diagnosi, uno specialista si basa non solo sui dati di ricerca, ma anche sui segni che accompagnano la malattia. Questi includono:

  • dolore acuto all'addome della cintura;
  • costante sensazione di nausea e vomito, che non porta sollievo;
  • debolezza generale;
  • un forte calo della pressione;
  • aumento della sudorazione e pallore della pelle;
  • salti di temperatura corporea;
  • disturbi delle feci;
  • bocca asciutta, placca bianca sulla lingua.

Nella pratica medica, ci sono diversi modi per determinare la pancreatite senza usare un esame strumentale, basato solo su sintomi caratteristici. Ciò consente di diagnosticare un adulto in una fase precoce. Questi sintomi includono:

  1. in presenza di pancreatite, il paziente non avverte pulsazioni aortiche nello stomaco.
  2. la comparsa di macchie blu nella parete addominale durante la progettazione del pancreas.
  3. macchie blu nella regione ombelicale. La loro manifestazione è associata all'azione dei prodotti di decomposizione del pancreas sui tessuti di organi e muscoli.
  4. dolore nella posizione del pancreas.
  5. l'insorgenza di dolore durante la palpazione da parte di uno specialista sul lato sinistro dello sterno, all'incrocio delle costole con la colonna vertebrale.
  6. dolore quando si tocca il pancreas. La comparsa del dolore è associata al processo infiammatorio dell'organo.
  7. forte dolore quando il palmo viene inserito in profondità nella parete addominale, associato all'irritazione del peritoneo.

Segni e diagnosi di pancreatite cronica

Al fine di determinare la pancreatite cronica, il medico deve prestare attenzione ai sintomi presenti nel paziente. Per questa malattia, i seguenti sintomi sono caratteristici:

  1. dolore periodico sotto le costole sul lato sinistro della colonna vertebrale;
  2. la diffusione del dolore dal pancreas alla schiena;
  3. il verificarsi di dolore dopo aver mangiato cibi affumicati, fritti o grassi, oltre a bere alcolici;
  4. costante sensazione di nausea;
  5. diarrea con un odore caratteristico;
  6. improvvisa perdita di peso associata ad un ridotto assorbimento dei nutrienti da parte dell'organismo dal cibo.

Il trattamento della pancreatite cronica può richiedere molto tempo. Durante il periodo di trattamento, è possibile la sua esacerbazione o remissione della malattia, quindi è così importante diagnosticare correttamente. Per una malattia così a lungo termine, i seguenti sintomi sono caratteristici:

  • debolezza, vertigini, mancanza di respiro, compromissione della memoria;
  • aumento dello zucchero, diabete di tipo 2;
  • malfunzionamenti dell'apparato digerente, diarrea o costipazione, nausea e vomito;
  • un aumento del pancreas che causa il blocco della vena splenica;
  • ristagno della bile nel corpo e insorgenza di ittero.

Chimica del sangue

Questa è la prima analisi che viene assegnata ai pazienti nel determinare la malattia del pancreas. È abbastanza semplice e informativo. Secondo i suoi risultati, viene determinato il tipo di malattia d'organo. Con la pancreatite, un esame del sangue biochimico può rivelare le seguenti deviazioni dalla norma:

  • aumento dei livelli di alfa-amilasi. Questo è un enzima prodotto dal pancreas e favorisce la scomposizione dell'amido nel corpo. Il suo livello elevato indica una malattia d'organo. Tuttavia, basato esclusivamente su questo indicatore, non è possibile stabilire con precisione una diagnosi;
  • un aumento del livello di lipasi, un enzima necessario per la scomposizione dei grassi negli alimenti;
  • una diminuzione dell'insulina e, di conseguenza, un aumento del glucosio
  • una diminuzione dei livelli ematici di proteine, in particolare proteine ​​di albumina;
  • un forte aumento dell'attività della proteina c-reattiva;
  • aumento dell'urea nel sangue in caso di compromissione della funzionalità renale.

Analisi elettrolitiche e idriche del sangue

Le violazioni del pancreas comportano cambiamenti nella composizione del sangue, nonché la quantità di liquido presente nel sangue. Ciò può portare al blocco dei vasi sanguigni e dei coaguli di sangue..

La pancreatite porta a una diminuzione dei livelli ematici di minerali come potassio, calcio e sodio. Il contenuto di minerali influenza il normale funzionamento del sistema cardiovascolare.

Analisi del sangue generale

Secondo i risultati di questa analisi, vale a dire il numero di leucociti e globuli rossi, possiamo concludere che esiste una malattia. Un aumento dei globuli bianchi indica un processo infiammatorio nel corpo. La sedimentazione eritrocitaria si osserva con una diminuzione del liquido nel letto vascolare.

Analisi generale delle urine

In un paziente con pancreatite, si osserva una deviazione significativa dalla norma per il contenuto di alfa-amilasi. Questo è caratteristico dello stadio iniziale del decorso della malattia. Nelle fasi successive, i globuli bianchi, i globuli rossi e altri componenti possono essere rilevati nelle urine..

Metodi diagnostici strumentali

I metodi strumentali per la ricerca sulle malattie del pancreas sono parte integrante della diagnosi. Nel processo di ricerca strumentale, diventa possibile visualizzare la ghiandola, nonché identificare gli effetti della pancreatite e il suo effetto su altri organi.

I metodi di ricerca strumentale più comuni sono i seguenti:

Diagnostica ad ultrasuoni

Questo è il metodo più efficace per determinare la malattia del pancreas, oltre a rilevare i cambiamenti nei tessuti degli organi, la presenza di infiammazione. Gli ultrasuoni hanno l'opportunità di vedere le condizioni dei dotti biliari, la presenza di ascessi purulenti e liquidi.

è anche importante notare che il paziente deve sapere come procede la preparazione per l'ecografia pancreatica, in modo che lo studio sia il più informativo possibile.

Radiografia del pancreas

Questo tipo di diagnosi consente di determinare la presenza di calcoli nei dotti biliari, nonché di confermare indirettamente la presenza di pancreatite nel paziente. Nelle immagini del paziente con questa malattia, si noteranno anse intestinali allargate e altri segni caratteristici.

Tomografia

Un metodo informativo per diagnosticare la malattia del pancreas. Con il suo aiuto, puoi determinare la dimensione dell'organo, la presenza di tessuto morto e l'infiammazione. Tuttavia, questo metodo viene usato raramente a causa del suo alto costo e della presenza di tomografi in grandi cliniche..

Laparoscopia

Questo metodo è sia una diagnosi che un trattamento della malattia. Condurre questo studio in armadi o sale operatorie appositamente attrezzate.

La laparoscopia può rilevare patologie di organi in tempo reale e, in alcuni casi, adottare misure per ridurne gli effetti sul corpo. Questo metodo viene utilizzato in casi estremamente gravi della malattia..

Endoscopia

Questo metodo di ricerca ti consente di vedere tutti i cambiamenti nel pancreas e nel duodeno. Per fare questo, un endoscopio con una telecamera installata viene inserito attraverso l'esofago e l'organo viene esaminato.

Come risultato dell'endoscopia, è possibile determinare il livello di secrezione e il suo effetto sul pancreas.

Diagnosi differenziale di pancreatite

Per la pancreatite, i principali sintomi caratteristici sono il dolore all'addome, che restituisce, diarrea e vomito. Tuttavia, diverse altre malattie digestive presentano sintomi simili..

A volte anche i risultati delle analisi potrebbero non fornire un quadro completo, in modo che lo specialista diagnostica con sicurezza. È necessario distinguere la pancreatite da possibili altre malattie.

La differenza tra pancreatite e ulcera perforata

Abbastanza spesso, la pancreatite ha sintomi simili con un'ulcera perforata. Queste malattie sono caratterizzate da un forte dolore e dal conseguente shock del dolore, diminuzione della frequenza cardiaca e della tensione delle pareti dell'addome.

Tuttavia, ci sono differenze significative che sono importanti da notare quando si effettua una diagnosi e si prescrive un trattamento. Un paziente con un'ulcera perforata sta cercando di assumere una posizione in cui il dolore sarà meno sentito. Inoltre, con una tale malattia, il vomito si verifica raramente..

Con pancreatite, il paziente si comporta a disagio. Non riesce a trovare una posizione per dormire. Inoltre, la malattia è accompagnata da vomito costante. A causa della malattia, l'afflusso di sangue periferico può essere compromesso..

La differenza tra pancreatite e colecistite

Queste due malattie hanno sintomi molto simili. E spesso la colecistite è una conseguenza della malattia di una persona con pancreatite. La colecistite è caratterizzata dalla comparsa di dolore nella parte destra dell'addome e dalla transizione del dolore alla spalla destra. Su ultrasuoni, il processo infiammatorio è pronunciato.

Inoltre, il lettore troverà informazioni utili su cosa sia la colecistite e su come trattarla, sulle pagine del nostro sito.

La differenza tra pancreatite e ostruzione intestinale acuta

La pancreatite è accompagnata da ostruzione intestinale dinamica. Il dolore nell'intestino si manifesta acutamente, vomito, flatulenza, dopo di che costipazione per un po '- tutti questi sono sintomi di pancreatite.

È possibile distinguere questa malattia dall'ostruzione intestinale dai risultati del sangue. Se il livello ematico di cloruri è basso, ciò indica un'ostruzione intestinale. Un alto livello di cloruri e diastasi indica la presenza di pancreatite in un paziente.

La differenza tra pancreatite e infarto del miocardio

È abbastanza facile distinguere tra queste due malattie. L'infarto del miocardio viene diagnosticato dai risultati di un elettrocardiogramma, che viene eseguito per ciascun paziente al momento del ricovero in ospedale.

Come riconoscere la pancreatite: determinazione delle forme acute e croniche

Come determinare se ho la pancreatite

IMPORTANTE! Per aggiungere un articolo ai segnalibri, premere: CTRL + D

Puoi porre una domanda a un MEDICO e ottenere una RISPOSTA GRATUITA compilando un modulo speciale sul NOSTRO SITO a questo link >>>

Diagnosi di pancreatite: determinazione delle forme acute e croniche mediante analisi

Per iniziare il trattamento - è necessario condurre una diagnosi. Esistono numerose malattie i cui sintomi sono lievi e non è possibile riconoscerli da loro. Tali malattie includono pancreatite..

Metodi di diagnosi della pancreatite

Il successo del trattamento di questa malattia dipende direttamente da un esame tempestivo e una diagnosi corretta. Quando si effettua una diagnosi, uno specialista si basa non solo sui dati di ricerca, ma anche sui segni che accompagnano la malattia. Questi includono:

  • dolore acuto all'addome della cintura;
  • costante sensazione di nausea e vomito, che non porta sollievo;
  • debolezza generale;
  • un forte calo della pressione;
  • aumento della sudorazione e pallore della pelle;
  • salti di temperatura corporea;
  • disturbi delle feci;
  • bocca asciutta, placca bianca sulla lingua.

Nella pratica medica, ci sono diversi modi per determinare la pancreatite senza usare un esame strumentale, basato solo su sintomi caratteristici. Ciò consente di diagnosticare un adulto in una fase precoce. Questi sintomi includono:

  1. in presenza di pancreatite, il paziente non avverte pulsazioni aortiche nello stomaco.
  2. la comparsa di macchie blu nella parete addominale durante la progettazione del pancreas.
  3. macchie blu nella regione ombelicale. La loro manifestazione è associata all'azione dei prodotti di decomposizione del pancreas sui tessuti di organi e muscoli.
  4. dolore nella posizione del pancreas.
  5. l'insorgenza di dolore durante la palpazione da parte di uno specialista sul lato sinistro dello sterno, all'incrocio delle costole con la colonna vertebrale.
  6. dolore quando si tocca il pancreas. La comparsa del dolore è associata al processo infiammatorio dell'organo.
  7. forte dolore quando il palmo viene inserito in profondità nella parete addominale, associato all'irritazione del peritoneo.

Segni e diagnosi di pancreatite cronica

Al fine di determinare la pancreatite cronica, il medico deve prestare attenzione ai sintomi presenti nel paziente. Per questa malattia, i seguenti sintomi sono caratteristici:

  1. dolore periodico sotto le costole sul lato sinistro della colonna vertebrale;
  2. la diffusione del dolore dal pancreas alla schiena;
  3. il verificarsi di dolore dopo aver mangiato cibi affumicati, fritti o grassi, oltre a bere alcolici;
  4. costante sensazione di nausea;
  5. diarrea con un odore caratteristico;
  6. improvvisa perdita di peso associata ad un ridotto assorbimento dei nutrienti da parte dell'organismo dal cibo.

Il trattamento della pancreatite cronica può richiedere molto tempo. Durante il periodo di trattamento, è possibile la sua esacerbazione o remissione della malattia, quindi è così importante diagnosticare correttamente. Per una malattia così a lungo termine, i seguenti sintomi sono caratteristici:

  • debolezza, vertigini, mancanza di respiro, compromissione della memoria;
  • aumento dello zucchero, diabete di tipo 2;
  • malfunzionamenti dell'apparato digerente, diarrea o costipazione, nausea e vomito;
  • un aumento del pancreas che causa il blocco della vena splenica;
  • ristagno della bile nel corpo e insorgenza di ittero.

Chimica del sangue

Questa è la prima analisi che viene assegnata ai pazienti nel determinare la malattia del pancreas. È abbastanza semplice e informativo. Secondo i suoi risultati, viene determinato il tipo di malattia d'organo. Con la pancreatite, un esame del sangue biochimico può rivelare le seguenti deviazioni dalla norma:

  • aumento dei livelli di alfa-amilasi. Questo è un enzima prodotto dal pancreas e favorisce la scomposizione dell'amido nel corpo. Il suo livello elevato indica una malattia d'organo. Tuttavia, basato esclusivamente su questo indicatore, non è possibile stabilire con precisione una diagnosi;
  • un aumento del livello di lipasi, un enzima necessario per la scomposizione dei grassi negli alimenti;
  • una diminuzione dell'insulina e, di conseguenza, un aumento del glucosio
  • una diminuzione dei livelli ematici di proteine, in particolare proteine ​​di albumina;
  • un forte aumento dell'attività della proteina c-reattiva;
  • aumento dell'urea nel sangue in caso di compromissione della funzionalità renale.

Analisi elettrolitiche e idriche del sangue

Le violazioni del pancreas comportano cambiamenti nella composizione del sangue, nonché la quantità di liquido presente nel sangue. Ciò può portare al blocco dei vasi sanguigni e dei coaguli di sangue..

La pancreatite porta a una diminuzione dei livelli ematici di minerali come potassio, calcio e sodio. Il contenuto di minerali influenza il normale funzionamento del sistema cardiovascolare.

Analisi del sangue generale

Secondo i risultati di questa analisi, vale a dire il numero di leucociti e globuli rossi, possiamo concludere che esiste una malattia. Un aumento dei globuli bianchi indica un processo infiammatorio nel corpo. La sedimentazione eritrocitaria si osserva con una diminuzione del liquido nel letto vascolare.

Analisi generale delle urine

In un paziente con pancreatite, si osserva una deviazione significativa dalla norma per il contenuto di alfa-amilasi. Questo è caratteristico dello stadio iniziale del decorso della malattia. Nelle fasi successive, i globuli bianchi, i globuli rossi e altri componenti possono essere rilevati nelle urine..

Metodi diagnostici strumentali

I metodi strumentali per la ricerca sulle malattie del pancreas sono parte integrante della diagnosi. Nel processo di ricerca strumentale, diventa possibile visualizzare la ghiandola, nonché identificare gli effetti della pancreatite e il suo effetto su altri organi.

I metodi di ricerca strumentale più comuni sono i seguenti:

Diagnostica ad ultrasuoni

Questo è il metodo più efficace per determinare la malattia del pancreas, oltre a rilevare i cambiamenti nei tessuti degli organi, la presenza di infiammazione. Gli ultrasuoni hanno l'opportunità di vedere le condizioni dei dotti biliari, la presenza di ascessi purulenti e liquidi.

è anche importante notare che il paziente deve sapere come procede la preparazione per l'ecografia pancreatica, in modo che lo studio sia il più informativo possibile.

Radiografia del pancreas

Questo tipo di diagnosi consente di determinare la presenza di calcoli nei dotti biliari, nonché di confermare indirettamente la presenza di pancreatite nel paziente. Nelle immagini del paziente con questa malattia, si noteranno anse intestinali allargate e altri segni caratteristici.

Tomografia

Un metodo informativo per diagnosticare la malattia del pancreas. Con il suo aiuto, puoi determinare la dimensione dell'organo, la presenza di tessuto morto e l'infiammazione. Tuttavia, questo metodo viene usato raramente a causa del suo alto costo e della presenza di tomografi in grandi cliniche..

Come riconoscere la pancreatite: determinazione delle forme acute e croniche

Il successo del trattamento con pancreatite dipende dalla diagnosi, diagnosi e rispetto tempestivi di tutte le istruzioni del medico curante. Il medico si basa sui dati di laboratorio, i sintomi della malattia.

Come determinare la pancreatite? I segni di pancreatite sono dolore acuto alla cintura nella cavità addominale, attacchi costanti di nausea, vomito, debolezza irragionevole, una rapida diminuzione della pressione sanguigna, variazioni della temperatura corporea, eccessiva sudorazione, eccessivo pallore della pelle.

A causa del ristagno della bile nel pancreas, dell'ingiallimento della pelle, si osservano interruzioni nel processo digestivo, lo sviluppo del diabete mellito di tipo 2, l'iperglicemia non è escluso.

Le manifestazioni caratteristiche del processo infiammatorio nel pancreas sono:

  1. rivestimento bianco sulla lingua;
  2. disagio durante la palpazione dell'organo;
  3. dolore alla giunzione della colonna vertebrale con costole.

I primi segni saranno costipazione frequente, accompagnata da gonfiore, pesantezza dopo aver mangiato, nausea e fastidio nell'addome superiore. Alcuni pazienti lamentano dolore a sinistra, altri a destra, mentre altri lamentano dolore nel mezzo dell'addome.

La localizzazione del dolore dipende da quale parte del pancreas è infiammata. Quando la testa dell'organo è danneggiata, fa male a destra, con l'infiammazione di tutto il corpo della ghiandola, il dolore si fa sentire nel mezzo e quando le lesioni hanno colpito la coda, il dolore si verifica a sinistra. La stessa persona fa male ovunque di tanto in tanto.

I medici conoscono i metodi per determinare la pancreatite, che aiutano a fare una diagnosi in una fase precoce della malattia. Se la ghiandola si è infiammata, il paziente non avverte una pulsazione aortica vicino allo stomaco e quando si progetta un organo nella regione addominale, sono visibili macchie blu. Questo sintomo è associato ai pericolosi effetti dei prodotti di decomposizione sul tessuto muscolare e sugli organi interni..

Una brusca perdita di peso, un ridotto assorbimento dei nutrienti, una frequente diarrea con un odore sgradevole fetido aiuteranno a identificare la malattia. Con un decorso prolungato della malattia, il paziente soffre di grave debolezza, insufficienza respiratoria, compromissione della memoria e incapacità di concentrazione. Particolare attenzione dovrà essere data ai pazienti durante la gravidanza, i loro sintomi sono più pronunciati.

Ricerche di laboratorio

Un esame del sangue biochimico aiuta a rilevare l'infiammazione nel pancreas, questo è il primo studio prescritto da un medico. L'analisi è semplice, istruttiva, aiuta a comprendere il tipo di malattia..

Se c'è pancreatite, il sangue mostrerà un aumento della quantità di alfa-amilasi, lipasi, una diminuzione dei livelli di insulina (in questo contesto, livelli di glucosio, stato di prediabete), proteine ​​del sangue (albumina), crescita dell'urea e attività delle proteine ​​c-reattive.

L'alfa amilasi è prodotta dal pancreas per abbattere l'amido e livelli elevati di sostanza aiutano a fare una diagnosi accurata. Un aumento della concentrazione di urea indica anche una violazione dei reni.

Riconoscere le anomalie nel corpo aiuterà un esame del sangue acquoso ed elettrolitico. È noto che i malfunzionamenti nel funzionamento del pancreas portano a tali problemi:

  • cambiamento nella composizione del sangue;
  • aumento del fluido nel sangue;
  • intasamento dei vasi sanguigni;
  • coaguli di sangue.

La malattia provoca una ridotta quantità di minerali nel sangue, stiamo parlando di minerali: calcio, sodio, potassio. Di conseguenza, inevitabilmente si verificano interruzioni nel lavoro degli organi del sistema cardiovascolare.

I medici sanno come rilevare la pancreatite mediante un esame del sangue generale, più precisamente, dal numero di globuli rossi e globuli bianchi. L'aumento della conta dei leucociti parla di un processo infiammatorio acuto, con una diminuzione della quantità di liquido nel letto vascolare, si osserva un aumento della velocità di eritrosedimentazione.

Un esame delle urine generale aiuterà a diagnosticare la patologia, mostrerà una deviazione significativa dell'alfa-amilasi.

Metodi diagnostici strumentali

Indica il tuo zucchero o seleziona un genere per i consigli Ricerca non trovata Ricerca non trovata Ricerca non trovata

Parte integrante della diagnosi di pancreatite pancreatica sono i metodi di ricerca strumentale. Durante l'esame, è possibile visualizzare il pancreas, stabilire le probabili conseguenze della malattia, l'impatto su altri organi interni.

Come controllare la pancreatite? Per cominciare, viene prescritto un esame ecografico (ultrasuoni), questo metodo è più efficace per rilevare i cambiamenti patologici nell'organo, la presenza del processo infiammatorio e il suo stadio.

L'ecografia del pancreas consente di rilevare la presenza di calcoli nei dotti biliari, ascesso purulento, liquido. Va sottolineato che per ottenere un quadro accurato, il paziente deve prepararsi adeguatamente per lo studio..

Per chiarire la presenza di colecistite e pancreatite, viene prescritta una radiografia del pancreas, i segni caratteristici della malattia sono evidenti nel quadro, ad esempio, anse intestinali allargate. Come rilevare la pancreatite con altri metodi? Questo può essere fatto grazie alla tomografia computerizzata, con il suo aiuto il medico può scoprire:

  1. dimensione dell'organo;
  2. la presenza di infiammazione;
  3. il numero di tessuti morti.

Ma la tomografia viene praticata raramente, poiché la procedura è costosa, i tomografi sono disponibili solo in grandi cliniche private e centri medici.

Succede che non si può fare a meno della laparoscopia, questo metodo di ricerca è il trattamento e la diagnosi allo stesso tempo. Viene effettuato in sale operatorie o sale speciali, rispettivamente attrezzate.

Con l'aiuto della laparoscopia, le patologie pancreatiche vengono rilevate in tempo reale, puoi contare sulla riduzione dell'impatto negativo sul corpo di una persona malata. Il metodo è giustificato in casi estremamente gravi di pancreatite..

Un altro modo per diagnosticare l'infiammazione è endoscopico, consente di stabilire tutte le modifiche disponibili in:

  • pancreas;
  • il duodeno;
  • lo stomaco.

Per condurre uno studio, un endoscopio con una telecamera in miniatura all'estremità viene inserito nell'esofago.

Per studiare lo stato dei vasi sanguigni del pancreas, sarà necessaria l'angiografia o l'angiografia TC. Per determinare le violazioni dei grandi dotti biliari, viene prescritto il dotto di Wirsungov, uno studio di pancreatocholangioscopy. In casi particolarmente difficili, viene eseguita anche un'ulteriore biopsia mirata..

In un ospedale e una clinica, i metodi diagnostici possono variare leggermente, dipende da una serie di fattori: la gravità del processo patologico, la presenza di altre malattie, complicanze, età, peso del paziente.

Diagnosi differenziale

Il medico dovrà distinguere tra pancreatite acuta e cronica da altre malattie, che sono caratterizzate da un forte dolore nella cavità addominale, che restituisce, bavaglio e diarrea. I risultati dei test non contribuiscono sempre alla diagnosi finale, nel qual caso è necessaria una diagnosi differenziale.

Sintomi simili alle manifestazioni della pancreatite si verificano con ulcera peptica perforata, il paziente in entrambi i casi è disturbato da un forte dolore, una diminuzione della frequenza cardiaca, una potente tensione delle pareti addominali.

Durante la diagnosi e la prescrizione del trattamento, devono essere determinate differenze significative nelle ulcere perforate e nella pancreatite. Nel primo caso, il paziente può ricevere il sollievo desiderato dopo un cambiamento nella posizione del corpo e il vomito con un'ulcera perforata è estremamente raro.

Uomo con pancreatite:

  • comportarsi a disagio;
  • è sopraffatto dal vomito;
  • l'afflusso di sangue periferico è disturbato.

La pancreatite ha molto in comune con la colecistite ed entrambe le malattie si sviluppano contemporaneamente. La colecistite dà dolore sul lato destro della cavità addominale, dà alla spalla destra. Se esegui un'ecografia, aiuta a rilevare un processo infiammatorio pronunciato.

Come riconoscere la pancreatite e distinguerla dall'ostruzione intestinale? Con la pancreatite si verifica un'ostruzione dinamica dell'intestino, raramente si verifica dolore, dopo aver osservato vomito, flatulenza e costipazione.

Un esame del sangue consente di differenziare il disturbo, con ostruzione intestinale c'è un livello ridotto di cloruri, con un indicatore normale o aumentato di cloruri in un paziente, viene determinata la pancreatite.

Prevenzione della pancreatite

Uno stile di vita attivo aiuta a prevenire lo sviluppo della pancreatite, anche con il lavoro sedentario, devi provare a camminare, camminare, fare il tuo sport preferito il più possibile. Si consiglia di fare esercizi ogni giorno, monitorare costantemente la dieta, escludere dalla dieta cibi grassi, piccanti, affumicati, limitare l'uso di alcol.

Le cause principali di eventuali problemi di salute sono la scarsa attività fisica, un'alimentazione non salutare, stress frequenti, stati depressivi e malessere sociale. È estremamente importante cercare di eliminare i fattori negativi, per evitare esperienze nervose..

Non fa male mantenere il corretto regime di sonno e riposo, è dannoso non solo lavorare sodo, ma anche riposarsi costantemente, ci dovrebbe essere una misura in tutto. Quando i sintomi della pancreatite sono già iniziati, è necessario contattare immediatamente un medico per la diagnosi e prescrivere un trattamento adeguato.

Le informazioni sui sintomi della pancreatite sono fornite nel video in questo articolo..

Indica il tuo zucchero o seleziona un genere per i consigli Ricerca non trovata Ricerca non trovata Ricerca non trovata

Pancreatite cronica: sintomi, diagnosi e caratteristiche del trattamento

La pancreatite cronica è una patologia del pancreas associata allo sviluppo di un processo infiammatorio cronico. La malattia viene diagnosticata più spesso nelle donne di mezza età e anziane..

La malattia può essere una conseguenza della pancreatite acuta, ma spesso si sviluppa gradualmente sullo sfondo delle patologie croniche del tratto digestivo.

È necessario considerare più in dettaglio che cos'è la pancreatite cronica, i suoi sintomi, quale diagnosi e trattamento sono richiesti..

Cause dello sviluppo della pancreatite cronica

Il pancreas sintetizza gli enzimi digestivi in ​​una forma inattiva. Questo protegge le cellule d'organo dai loro effetti. La successiva attivazione di enzimi si verifica solo nel lume del duodeno. Tuttavia, alcuni fattori possono interrompere l'equilibrio descritto e innescare meccanismi a cascata..

Si distinguono i seguenti fattori provocatori:

  • Cibi piccanti e grassi che aumentano il carico sul pancreas;
  • Abuso di alcool. Questo ha un effetto tossico sull'organo digestivo, il succo pancreatico cambia la sua composizione;
  • fumatori;
  • Avvelenamento da composti tossici;
  • Patologia del fegato e della cistifellea (calcoli biliari, epatite, colecistite). Le malattie portano ad un aumento del carico sul pancreas e allo sviluppo della pancreatite biliare-dipendente;
  • Rimozione della cistifellea;
  • Malattia vascolare aterosclerotica;
  • Patologia del duodeno;
  • Lesioni che portano a una violazione dell'integrità della ghiandola;
  • Situazioni stressanti frequenti.

Questi fattori portano a danni alle cellule del pancreas, allo sviluppo di un processo infiammatorio asettico, a sintomi specifici. I processi patologici causano una diminuzione della funzionalità dell'organo, la graduale sostituzione del tessuto ghiandolare con il tessuto connettivo. Di conseguenza, la malattia provoca una progressiva riduzione della capacità secretoria della ghiandola digestiva..

Classificazione della pancreatite cronica

A seconda dell'origine, la pancreatite cronica è isolata primaria (tossica, alcolica) e secondaria (biliare). A seconda del quadro clinico, esistono tali forme di malattia:

  • Doloroso (ricorrente o persistente);
  • Pseudotumoroso (con ipertensione portale, colestatico, con ostruzione duodenale parziale);
  • Latente. I sintomi sono assenti;
  • Combinato. La malattia è caratterizzata da diversi sintomi..

Secondo il quadro morfologico, la pancreatite cronica è classificata in:

  • Ostruttivo;
  • calcificazione;
  • infiammatori;
  • Induttivo.

Quadro clinico

Nella pancreatite cronica si sviluppano i seguenti sintomi:

  • Dolore intenso. Il dolore può essere sordo o tagliente, in assenza di cure mediche tempestive, può verificarsi shock da dolore. Le sensazioni del dolore sono localizzate nella regione epigastrica a destra, se l'infiammazione si sviluppa nella testa del pancreas, quando è coinvolta nel processo infiammatorio del corpo, nella regione epigastrica a sinistra e con danni alla coda, nell'ipocondrio sinistro. La patologia estesa è caratterizzata da dolore alla cintura;
  • vomito Durante un'esacerbazione, i pazienti lamentano vomito misto a bile. Durante questo periodo, è necessario un rifiuto completo del cibo;
  • Violazione delle feci. Lo sviluppo della diarrea è caratteristico, le feci hanno un odore pungente, contengono cibo non digerito. La costipazione si sviluppa meno spesso sullo sfondo della flatulenza;
  • Violazione dei muscoli Durante un attacco, i muscoli dell'addome smettono di contrarsi, causando una grave flatulenza;
  • Instabilità di temperatura e pressione sanguigna. Durante un attacco, il benessere del paziente peggiora. I salti della pressione sanguigna causano disturbi nel cuore, si sviluppa respiro corto, appare il sudore appiccicoso, un rivestimento giallastro sulla lingua;
  • Scolorimento della pelle. La pelle diventa pallida e acquisisce una tinta terrosa;
  • Emorragia. La formazione di lividi nella regione ombelicale e nella parte bassa della schiena è caratteristica. La pelle assume una tonalità marmorizzata. La ragione di questi cambiamenti è la penetrazione del sangue dalla ghiandola sotto la pelle;
  • Lo sviluppo di ittero ostruttivo. La pelle e la sclera acquisiscono una tinta giallastra. La condizione è associata alla pressione del dotto biliare da parte del pancreas infiammato.

Inoltre, i pazienti lamentano diminuzione dell'appetito, secchezza delle fauci, brontolio nell'addome. La pancreatite cronica è caratterizzata dalla presenza persistente di sintomi dispeptici..

Misure diagnostiche

La diagnosi di pancreatite cronica comporta un approccio integrato. È impossibile diagnosticare con precisione, basandosi esclusivamente sul quadro clinico o sui risultati degli esami di laboratorio. Le misure diagnostiche dovrebbero iniziare con un esame fisico e un'anamnesi approfondita.

Diagnostica di laboratorio

Per chiarire la diagnosi, il medico avrà bisogno di uno studio di laboratorio su feci, urine e sangue:

  1. Analisi del sangue generale. Lo studio durante l'esacerbazione mostra un quadro di un processo infiammatorio non specifico: aumenta il numero di leucociti e di VES;
  2. Esame del sangue biochimico. L'analisi ci consente di differenziare la malattia. Con un aumento della lipasi, dell'amilasi, del glucosio, dell'attività delle proteine ​​C-reattive sullo sfondo di una diminuzione delle proteine ​​totali e dell'albumina nel sangue, si può sospettare la presenza di infiammazione del pancreas.
  3. Analisi generale delle urine. Un aumento della concentrazione di amilasi nelle urine (più di 17 unità / h) parla dello sviluppo della pancreatite.
  4. Coprogram. Vengono determinate le fibre ad alto contenuto di grassi, non digerite e le fibre muscolari.

Utilizzando metodi strumentali

Come parte della diagnosi strumentale della pancreatite cronica, vengono utilizzati metodi per visualizzare il pancreas, le conseguenze dello sviluppo della pancreatite per il corpo. Sono ampiamente utilizzati i seguenti metodi:

  1. Diagnostica ad ultrasuoni. Questo non è uno studio invasivo ed efficace. Consente di determinare lo stato dell'organo e i suoi dotti, dimensioni, presenza di fluido dietro il peritoneo, che è masse purulente o necrotiche.
  2. Roentgenogram. Utilizzato per determinare pietre localizzate nella ghiandola o nei suoi condotti. Il metodo consente di stabilire la presenza di segni indiretti di pancreatite: versamento nella cavità pleurica, gonfiore.
  3. TAC. Il metodo appartiene ai tipi di ricerca più informativi, ma molto costosi. La tomografia consente di stabilire la presenza di necrosi dell'organo, le sue dimensioni, la presenza di liquido nelle cavità pleuriche e addominali.
  4. Laparoscopia. Questa tecnica consente non solo di diagnosticare la patologia, ma anche di effettuare un trattamento chirurgico. Grazie a un dispositivo speciale (laparoscopio), il medico ha l'opportunità di esaminare attentamente l'organo, per valutare la scala del processo infiammatorio. La laparoscopia è prescritta solo in casi gravi..

Diagnosi differenziale

Durante la pancreatite, il paziente sviluppa sintomi caratteristici di un "addome acuto". Pertanto, come parte della diagnosi, è necessario escludere le seguenti patologie chirurgiche:

  • Perforazione di un'ulcera. Caratterizzato dallo sviluppo del dolore del pugnale, che è associato alla penetrazione nella cavità addominale del contenuto dello stomaco o dell'intestino. Ciò porta alla tensione riflessa della parete addominale, il paziente ha paura di muoversi. Tali sintomi non sono caratteristici della pancreatite. Con lo sviluppo di un attacco, il dolore acuto è caratteristico, da cui una persona si precipita nel letto;
  • Colecistite acuta. La differenziazione con questa malattia può causare alcune difficoltà. Tuttavia, con la colecistite, i dolori sono localizzati sul lato destro, irradiandosi sulla spalla destra;
  • Ostruzione intestinale acuta. La patologia è caratterizzata dallo sviluppo di dolori crampi. La pancreatite provoca dolore costante e doloroso. Come parte di un esame radiografico, l'immagine mostrerà un grosso intestino gonfio senza ciotole di Kloiber;
  • Mesothrombosis. La malattia si sviluppa in età avanzata nelle persone che hanno una storia di patologia del sistema cardiovascolare. I sintomi aumentano rapidamente, non hanno alcun legame con l'assunzione di cibo.

Caratteristiche del trattamento della pancreatite cronica

Il trattamento efficace della pancreatite è possibile solo con un approccio integrato. Implica la terapia dietetica, i farmaci, l'uso di ricette di medicina tradizionale e l'intervento chirurgico nei casi più gravi..

Organizzazione della nutrizione medica

Come trattare la pancreatite in forma cronica? La terapia della malattia comporta la riduzione del rischio di esacerbazioni e il mantenimento della ghiandola digestiva. Pertanto, un'attenzione particolare dovrebbe essere data alla corretta alimentazione..

Nei primi giorni di esacerbazione, è necessario escludere completamente l'assunzione di cibo. Il glucosio per via endovenosa è necessario come nutrizione; per dissetarsi, utilizzare una soluzione all'1% di bicarbonato di sodio.

Da 3-4 giorni, puoi aumentare gradualmente il contenuto calorico del cibo. La dieta giornaliera (2-2,5 litri di liquido) deve essere suddivisa in 8 dosi. È consentito assumere cibi non salati che contengono carboidrati semplici, vitamina C, gruppo B, molto liquido. Consentito: succhi di frutta, miele, marmellata, decotti (ribes nero, rosa canina), bevande alla frutta.

Il quinto giorno, puoi diversificare la dieta con alimenti che contengono una piccola quantità di proteine ​​vegetali e del latte. Solo dal giorno 7 è consentito consumare grassi. Il cibo deve essere schiacciato, cotto a vapore o bollito. Dalla nutrizione del paziente, i prodotti che stimolano la produzione di succo gastrico e pancreatico dovrebbero essere esclusi. Questi includono:

  • Decotti di carne e pesce;
  • Frutta e verdura fresca;
  • Funghi;
  • Bevande alcoliche e gassate;
  • Cioccolato, caffè, cacao;
  • Legumi;
  • Piatti piccanti, fritti e salati;
  • Pane bianco nero e fresco;
  • Uova
  • Succhi di frutta in verdure e in agrodolce;
  • Panna acida;
  • Eventuali dolci e pasticcini;
  • Alimenti affumicati e in scatola;
  • Spezie.

Numerosi studi hanno dimostrato che una quantità completa di proteine ​​nella dieta porta a un miglioramento delle condizioni del paziente. Pertanto, i pazienti devono consumare fino a 140 g di proteine ​​al giorno, la maggior parte dei quali è di origine animale.

Terapia farmacologica

Le medicine possono alleviare il dolore, eliminare l'infiammazione e normalizzare la digestione.

Gestione del dolore

A tal fine, sono ampiamente utilizzati farmaci con il seguente meccanismo d'azione:

  • Bloccanti del recettore H2-istamina (famotidina, ranitidina). Riducono la produzione di acido cloridrico bloccando i recettori dell'istamina situati nella parete dello stomaco;
  • Bloccanti della pompa protonica (Omeprazolo, Pantoprazolo, Lansoprazolo, Rabeprazolo, Esomeprazolo). I mezzi causano l'inibizione della sintesi di acido cloridrico e riducono indirettamente l'attività del pancreas;
  • Farmaci antispasmodici (No-shpa, Mebeverin, Spasmolgon). La sindrome del dolore con pancreatite si sviluppa con una maggiore pressione all'interno dei dotti, gli antispasmodici possono eliminare un sintomo spiacevole.

Eliminazione dell'infiammazione

Per sopprimere il processo infiammatorio, è indicato l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (Diclofenac, Nurofen). L'efficacia della terapia è possibile solo con un corso di almeno 3 settimane.

Caratteristiche della terapia sostitutiva

L'infiammazione del pancreas provoca un disturbo nella produzione di enzimi digestivi, che influisce negativamente sulla qualità della digestione del cibo. Pertanto, la terapia della pancreatite dovrebbe sempre includere l'uso di preparati enzimatici (Mezim, Pancreatin, Creon, Pangrol, Festal). È importante scegliere la dose giusta per normalizzare la digestione.

Tutti i preparati a base di enzimi hanno un rivestimento speciale che si dissolve solo nell'intestino. Le compresse vengono assunte con il cibo e non possono essere masticate..

Chirurgia

Potrebbe essere necessario un intervento chirurgico se:

  • Complicazioni purulente;
  • L'aspetto di una cisti;
  • Stenosi dello sfintere di Oddi;
  • Ostruzione dei dotti della cistifellea e del pancreas;
  • Gravi cambiamenti nella ghiandola;
  • Pancreatite grave, quando la malattia non è suscettibile di metodi conservativi di terapia.

L'uso della medicina tradizionale

L'uso aggiuntivo di ricette alternative deve essere concordato con il medico. Esistono i seguenti rimedi efficaci:

  • Per normalizzare l'escrezione della bile. In proporzioni uguali (1 cucchiaio ciascuno), mescola le radici di dente di leone, tanaceto, poligono, camomilla e immortelle. La miscela viene prodotta in 1 litro di acqua bollente e infusa per 2 ore. Si prende un decotto 200 ml 30 minuti dopo ogni pasto;
  • Per ridurre il dolore Mescola e macina l'erba di zapnik, tarassaco, motherwort, ravanello, camomilla, achillea, piantaggine e cannella. 2 cucchiai di miscela versare 500 ml di acqua bollente, lasciare per 8 ore. Il farmaco viene assunto prima di coricarsi;
  • Per ridurre l'infiammazione Dall'erba fresca di piantaggine, devi spremere il succo. Viene assunto in un cucchiaino prima di ogni pasto per 30 giorni.

Complicanze della pancreatite cronica

La malattia porta a una graduale interruzione del lavoro di molti organi del corpo. Tra le prime complicanze si distinguono le seguenti patologie:

  • Ipertensione portale;
  • Ittero ostruttivo;
  • Sanguinamento causato dalla perforazione degli organi digestivi cavi;
  • Malattie infettive.

La pancreatite contribuisce allo sviluppo di complicanze sistemiche:

  • DIC;
  • encefalopatia
  • Insufficienza multipla d'organo.

previsione

Se il paziente segue accuratamente le raccomandazioni del medico, la pancreatite ha una prognosi favorevole. In assenza di terapia e una violazione della dieta, la malattia può portare alla morte.

Prevenzione delle malattie

Nel quadro della prevenzione primaria, si consiglia di eseguire le seguenti fasi:

  • Aderire a una dieta equilibrata;
  • Rifiutare le cattive abitudini (fumare, bere alcolici);
  • Bere molti liquidi
  • Trattamento adeguato delle patologie degli organi digestivi.

La pancreatite cronica è una patologia comune. Questa malattia provoca cambiamenti irreversibili nella struttura del pancreas, richiede un trattamento responsabile.

Pancreatite acuta e cronica: differenze, diagnosi, trattamento

La pancreatite è una malattia che colpisce il tessuto pancreatico. La pancreatite acuta e cronica si distinguono in base alla forma. Per effettuare un trattamento adeguato, è necessario condurre una diagnosi completa. La comparsa di una forma cronica della malattia è spesso associata a una forma acuta della malattia..

Forme di disturbo

La pancreatite acuta è un processo patologico del pancreas, durante il quale può verificarsi l'autolisi: la distruzione delle cellule ghiandolari da parte dei loro stessi enzimi.

Una forma cronica della malattia è considerata una malattia con pronunciati cambiamenti infiammatori nel tessuto che non scompaiono dopo l'eliminazione della causa della malattia.

Il risultato di questa forma di pancreatite sarà la sclerosi pancreatica con una soppressione del suo funzionamento..

Sintomi della malattia

Il pancreas è di piccole dimensioni, ma svolge importanti funzioni all'interno del corpo, il principale è la secrezione di enzimi alimentari per il corretto processo digestivo e la produzione di insulina, la mancanza di quest'ultimo porta al diabete mellito. Nel processo di pancreatite acuta, la sintomatologia può manifestarsi allo stesso modo con un avvelenamento grave. Gli enzimi prodotti dalla ghiandola rimarranno al suo interno o sui suoi percorsi e distruggeranno l'organo stesso, e una volta nel flusso sanguigno provocano sintomi di avvelenamento generale.

Sintomi di pancreatite acuta

La pancreatite acuta è un'infiammazione all'interno del pancreas con vari coinvolgimento di tessuti e altri organi e sistemi. I sintomi comuni di tale pancreatite includono:

  1. Dolore I sintomi più pronunciati. Intenso dolore continuo durante pancreatite di natura tagliente o noiosa. Se in tempo per fornire assistenza medica e non eliminare il dolore nel paziente, inizia lo shock. Concentrati vicino all'ipocondrio, a seconda del sito del danno pancreatico.
  2. Febbre, diminuzione o aumento della pressione sanguigna. Durante un brusco decorso dell'infiammazione, le condizioni del paziente peggiorano significativamente, la temperatura sale a tassi elevati.
  3. Tonalità del viso. Nel processo di pancreatite, il viso del paziente diventa più nitido, la pelle inizialmente diventa pallida, con il tempo l'ombra diventerà un colore grigio-terroso.
  4. Singhiozzo, nausea. Sintomi come secchezza delle fauci, singhiozzo, eruttazione e nausea sono caratteristici della malattia..
  5. Riflesso di vomito. Il vomito con la bile non fornisce un sollievo significativo. Pertanto, nella fase iniziale della pancreatite acuta è vietato mangiare cibo, in tale situazione uno sciopero della fame è la condizione principale per la successiva terapia.
  6. Diarrea o costipazione. In questa fase, la sedia è abbastanza frequente con un odore fetido. Inoltre, si verificano costipazione, gonfiore e indurimento dei muscoli addominali, che diventa il segnale iniziale di avvicinamento alla pancreatite acuta.
  7. Dispnea. Si verifica a causa della perdita di elettroliti durante il riflesso del vomito. Il paziente è disturbato dalla mancanza di respiro regolare, dall'eccessiva sudorazione e c'è una placca intensa nella lingua giallastra.
  8. Gonfiore. Il tratto gastrointestinale durante l'esacerbazione della pancreatite non diminuisce, quindi, durante l'esame, lo specialista rivela un notevole gonfiore, quando si sondano, i muscoli addominali non si sentono.
  9. Tonalità della pelle blu. Le macchie blu appaiono vicino all'ombelico o alla parte bassa della schiena, che conferiscono alla pelle un colore marmorizzato; nella regione inguinale, la pelle diventa bluastra.

Durante questa sintomatologia della pancreatite acuta, il paziente si sente peggio ogni minuto, non perdere tempo in una tale situazione e devi chiamare i medici.

Sintomi di pancreatite cronica

Durante la formazione della forma cronica della malattia, si possono distinguere 2 stadi, il primo - che dura da anni, che si manifesta come sintomi caratteristici o si attenua, il secondo - malfunzionamenti, lesioni pancreatiche gravi e disturbare regolarmente il paziente.

  1. Nella fase iniziale, il paziente avverte solo dolori a breve termine che compaiono 15 minuti dopo aver mangiato e durano da 3-5 ore a 3-5 giorni. Le sensazioni del dolore sono spesso concentrate nella parte superiore dell'addome, vicino al cuore, a sinistra del torace, nella parte bassa della schiena, ci sono cinture. Ciò è dovuto all'assunzione eccessiva di bevande grasse, fritte, alcoliche o bibite gassate, cioccolato, caffè. Il pancreas difficilmente può far fronte a vari tipi di proteine, grassi e carboidrati..
  2. Nella pancreatite cronica, è spesso possibile dispepsia (riflesso di vomito, nausea, diarrea persistente, gonfiore, magrezza). Se viene eseguita un'adeguata terapia sintomatica, il lavoro dell'organo produttore di enzimi non è significativamente compromesso e il paziente conduce il suo stile di vita precedente fino alla successiva disfunzione.
  3. Con una pancreatite cronica prolungata, la struttura del tessuto organico viene distrutta, la produzione di enzimi e ormoni diminuisce e nel tempo si forma una carenza di secrezione. Durante questo dolore, potrebbero non essere affatto osservati o potrebbero non essere pronunciati e il disturbo dispeptico diventerà il sintomo principale della malattia.
  4. Per la forma cronica di pancreatite, un leggero giallo della pelle, la sclera è caratteristica, a volte scompare per un po '.
  5. Nelle fasi successive, quando il pancreas si atrofizza, si sviluppa il diabete..

Diagnosi di pancreatite

Il medico, a partire da lamentele del paziente, un'anamnesi di pancreatite e successiva diagnosi, stabilisce una diagnosi accurata:

  1. Studi clinici sulla forma cronica della malattia - un cambiamento nel contenuto di elastasi nelle feci. L'analisi delle feci aiuta a determinare la quantità di grasso non digerito nelle feci, questo indicherà una violazione nella funzione del pancreas.
  2. Prova con dispositivi speciali per stimolare la ghiandola.
  3. L'ecografia promuove una diagnosi corretta.
  4. Quando ci sono dubbi o per motivi di fiducia, CT.
  5. È necessario eseguire un esame del sangue per la quantità totale di glucosio, al fine di rilevare il diabete, superare un test di sensibilità al glucosio.
  6. La diagnosi basata su ecografie non è considerata affidabile, poiché non ci sono sintomi specifici e ci sono solo lievi cambiamenti strutturali diffusi o edema nel processo di pancreatite acuta. Spesso non ci sono manifestazioni ecografiche.

Trattamento della pancreatite

La terapia farmacologica della malattia del pancreas è la principale nel processo di eliminazione della pancreatite acuta e cronica. L'elenco di farmaci specializzati durante il trattamento della malattia è piccolo, ma la terapia stessa non è limitata a loro ed è integrata da vari farmaci di altri gruppi: effetti metabolici, eliminazione dell'intossicazione, rimozione dei fenomeni infiammatori.

Terapia della pancreatite acuta

Nella fase della terapia conservativa precoce e multicomponente, la maggior parte dei pazienti con pancreatite acuta sperimenta il recupero entro una settimana dall'inizio del trattamento.

Il ricovero prematuro è necessario per evitare la progressione della pancreatite acuta, per prevenire la conversione delle forme edematose della malattia in necrotica, al fine di limitare la diffusione dei cambiamenti necrotici nella ghiandola.

Entro 2-3 giorni, si raccomanda il freddo nella regione epigastrica, che inibirà la secrezione escretoria del pancreas. Per garantire la calma funzionale del corpo, il paziente deve morire di fame per una settimana.

Quando il decorso è semplice dopo una diminuzione della gravità del dolore, il consumo di cibo riprende. Deve essere assunto a piccole dosi, ma spesso (5-6 volte al giorno).

Il cibo dovrebbe contenere una grande quantità di carboidrati, proteine ​​e grassi dovrebbero essere limitati, il che riduce la secrezione di enzimi pancreatici.

In condizioni cliniche, non viene utilizzato solo il trattamento medico, ma anche in alcune situazioni l'intervento chirurgico.

Trattamento della pancreatite cronica

La terapia complessa della forma cronica di pancreatite consiste nel risolvere tali problemi:

  • il paziente deve abbandonare la dipendenza da bevande alcoliche e seguire una dieta equilibrata;
  • è necessaria una terapia sostitutiva enzimatica per compensare l'insufficienza pancreatica esocrina. Queste misure sono progettate per prevenire la formazione di effetti avversi e prevenire le ricadute..

Terapia non farmacologica

La pace funzionale di questo corpo è creata principalmente dalla nutrizione dietetica, che limita la secrezione del succo pancreatico e previene il verificarsi della migrazione di piccoli calcoli. Quando si verificano gravi esacerbazioni della pancreatite per diversi giorni, viene prescritta la tabella 0. Dopo 3-5 giorni, il paziente può essere trasferito alla nutrizione orale.

Dovrebbe essere regolare (fino a 4-6 volte al giorno), a piccole dosi. Il cibo deve essere macinato correttamente, deve includere un gran numero di proteine ​​facilmente digeribili e ben digeribili. Limitare il consumo di cibo, che può provocare la secrezione della ghiandola, in particolare i grassi, aspri.

Al paziente è vietato bere bevande alcoliche, cibi piccanti, cibi in scatola, soda, succhi di frutta acida.

Trattamento farmacologico

La terapia farmacologica per la pancreatite cronica viene eseguita con i seguenti farmaci:

  1. Per alleviare il dolore durante un'esacerbazione della forma cronica di pancreatite, vengono utilizzati analgesici non narcotici e antispasmodici miotropici.
  2. Durante il trattamento vengono utilizzati antistaminici che inibiscono la secrezione della ghiandola e l'attività degli enzimi idrolitici.
  3. Per ridurre l'effetto stimolante dei peptidi regolari sulla secrezione esterna del pancreas e della secrezione gastrica, sono prescritti inibitori della pompa protonica o bloccanti del recettore H2 dell'istamina.
  4. Gli antiacidi aiutano a neutralizzare l'HCI e abbassano i livelli di secretina, fornendo calma funzionale alla ghiandola.
  5. In combinazione, vengono utilizzati agenti che inibiscono l'attività degli enzimi di questo organo che entrano nel flusso sanguigno. Le indicazioni per l'uso di tali medicinali saranno una grave iperfermentemia.
  6. Nel periodo di esacerbazione della forma cronica di pancreatite, che è accompagnata dalla formazione di peripancreatite, colangite e altri effetti avversi, vengono prescritti antibiotici ad ampio spettro.

Terapia sostitutiva

Quando la funzione pancreatica esocrina è ridotta, sono presenti sintomi di malassorbimento e steatorrea ai fini del trattamento sostitutivo, vengono utilizzati agenti enzimatici. Il dosaggio di tali farmaci dipende dal livello di insufficienza pancreatica..

Gli agenti enzimatici non devono abbassare il pH del succo gastrico o stimolare la secrezione pancreatica. La durata della terapia varia dal benessere del paziente..

Vengono usati medicinali che riducono la secrezione del pancreas: antiacidi, antagonisti del recettore H2 dell'istamina, PPI, farmaci anticolinergici. Quando è presente insufficienza esocrina di questo organo, è necessario assumere enzimi.

Il monitoraggio regolare da parte di uno specialista, l'alimentazione dietetica e la corretta modalità di lavoro e riposo riducono significativamente la probabilità di una ricaduta della forma acuta e cronica di pancreatite. La remissione può essere lunga, fino a 5-7 anni. Dopo un certo tempo, dovrebbe essere eseguita una terapia preventiva, abbandonando le dipendenze e bevendo alcolici.