Sintomi e trattamento della necrosi pancreatica pancreatica

La necrosi pancreatica è una complicazione della pancreatite acuta. Questa patologia porta alla morte dei tessuti degli organi. In assenza di un trattamento tempestivo, si verifica la morte.

Il concetto di necrosi pancreatica

La necrosi pancreatica del pancreas è una malattia di natura grave. Con esso, si verifica un danno agli organi della cavità addominale. Il processo patologico si verifica a causa dell'ostruzione dei passaggi attraverso i quali escono gli enzimi chiamati enzimi. L'ulteriore digestione del cibo è difficile, poiché il pancreas inizia a perdere la capacità di spingere il succo pancreatico nell'intestino tenue.

Il focus della malattia è in vari luoghi. Il grado di danno dipende da alcuni fattori sotto forma di:

  • immunità;
  • caratteristiche dell'età;
  • Genere;
  • salute generale.

La natura della sindrome del dolore dipende dal sito del processo infiammatorio. Il pancreas è diviso in tre dipartimenti principali.

  1. Testa. Una sensazione dolorosa si osserva sul lato destro..
  2. Corpo. Il dolore fa male È localizzato nel processo xifoideo.
  3. Coda. Dolore sul lato sinistro sotto le costole.

La necrosi si presta a qualsiasi misura terapeutica. Con un corso prolungato, viene eseguito un intervento chirurgico. Ma circa il 2% dei casi è fatale.

Cause di necrosi

La morte tissutale può verificarsi per vari motivi. In medicina, di solito sono divisi in tre gruppi principali nella forma:

  • alimegtarnyh. Il processo distruttivo si verifica a seguito del consumo di bevande contenenti alcol. L'assunzione di cibi dannosi e pesanti può portare a malattie. Questo processo è particolarmente pericoloso quando il paziente ha malattie concomitanti che richiedono una dieta rigorosa;
  • ostruttivo. Le cause della malattia sono l'intasamento dei dotti biliari e l'interruzione della cistifellea. Ciò porta all'ostruzione del dotto pancreatico. Il succo pancreatico ritorna, sullo sfondo del quale vi è una forte pressione e un trauma all'organo;
  • riflusso. Questa categoria di fattori comprende intossicazione alimentare, traumi all'addome, effetti avversi dopo l'intervento chirurgico. La bile viene lanciata dal duodeno nel pancreas. Per questo motivo, si sviluppa la pancreatite cronica e quindi la necrosi pancreatica.

I medici identificano anche i gruppi a rischio esposti a fattori avversi.

  • pazienti con patologie di organi congeniti;
  • persone con tossicodipendenza;
  • pazienti con malattie concomitanti del fegato, del pancreas e della cistifellea.

L'ulcerazione dello stomaco o del duodeno, il processo patologico nei reni e nel fegato e le malattie infettive possono portare alla morte delle strutture dei tessuti..

Varietà di necrosi

La necrosi pancreatica è generalmente divisa in diversi tipi.

  • limitato o comune. Sviluppo di processi distruttivi;
  • infetto o sterile. Si chiama anche dal vivo o misto. Un'infezione può essere presente nel pancreas;
  • abortivo o progressivo. Dipende dal decorso della malattia.

La pancrosi sterile è divisa in tre gruppi.

  1. Forma grassa. Si manifesta con una maggiore separazione delle lipasi. Questo enzima inizia a digerire lo strato di grasso corporeo. La necrosi inizia a estendersi oltre il pancreas e colpisce gli organi vicini. Accompagnato dal Dipartimento dell'infiltrato infiammatorio. Dura da 4 a 6 giorni.
  2. Forma emorragica La causa della patologia è uno spasmo dei vasi dell'organo sullo sfondo di un aumento della quantità di elastasi. Si sviluppa in poche ore o giorni. C'è un deterioramento della funzionalità delle pareti vascolari e una diminuzione della velocità del flusso sanguigno. In assenza di misure terapeutiche, si formano coaguli di sangue e shock ischemico. La caratteristica principale di questa specie è considerata l'emorragia negli organi interni.
  3. Forma mista. Si manifesta nel caso in cui lo strato grasso del paziente e le strutture cellulari dell'organo siano interessati.

Spesso c'è un tale fenomeno quando la malattia è esacerbata dalla formazione di infiammazione purulenta. Se questo porta ad un ascesso, si verificheranno processi irreversibili nella regione retroperitoneale.

Quadro sintomatico

Uno dei segni importanti del processo patologico è una sensazione dolorosa costante nel pancreas. Ci sono momenti in cui il disagio scompare, ma non per molto.

Ancora in pratica, altri sintomi di necrosi pancreatica pancreatica si distinguono sotto forma di:

  • conati di vomito. Questo fenomeno porta alla disidratazione;
  • la comparsa di macchie di blu o viola nella regione ombelicale, sul lato, glutei.

All'inizio, la malattia è caratterizzata da sintomi tossici sotto forma di:

  • aumento dell'umidità della pelle;
  • la formazione di macchie vascolari;
  • sporgenze di sudore freddo;
  • sviluppo di tachicardia;
  • grave mancanza di respiro;
  • lingua secca;
  • arrossamento e ingiallimento della pelle;
  • aumento dei valori di temperatura;
  • emorragia interna;
  • forte gas addominale e gonfiore.

Se si sviluppa un collasso totale, questo processo è accompagnato da forti dolori e sbiancamento della pelle.

Misure diagnostiche


Se si sospetta una necrosi pancreatica, i sintomi devono essere identificati al più presto. Per fare una diagnosi accurata, è necessario misurare il livello di attività alfa-amilasi nel sangue e nelle urine. Quando il tessuto muore, l'indicatore supera due volte la norma.

Quindi viene prescritto un esame diagnostico, tra cui:

  • diagnostica ecografica. L'immagine mostrerà che l'organo è gonfio e allargato;
  • tomografia computerizzata. Controlla la struttura del pancreas e altri organi della cavità addominale;
  • pittura per celiaci. Permette di visualizzare il flusso sanguigno epatico e gastrico totale;
  • laparotomia diagnostica. Chiarisce i risultati precedentemente ottenuti.

Successivamente, viene fatta una diagnosi accurata e viene selezionato il trattamento tra le singole caratteristiche e il decorso della malattia.

Misure terapeutiche

Il trattamento della necrosi pancreatica inizia con il ricovero immediato del paziente in ospedale. Se il decorso della malattia è da lieve a moderato, la terapia conservativa è collegata.

  • rispetto del riposo a letto ed esclusione di qualsiasi sforzo fisico;
  • il digiuno per diversi giorni;
  • riduzione o completa eliminazione del dolore. Al paziente viene prescritto Analgin o Platifillin come somministrazione parenterale. È consentita la somministrazione di difenidramina o novocaina;
  • bloccando la secrezione gastrica. I preparativi di Gordox o Trasilol aiutano a risolvere questo problema;
  • la nomina di farmaci antibatterici per eliminare gli agenti infettivi. Molto spesso, i fluorochinoli sono prescritti al paziente;
  • soppressione del sistema endocrino mediante l'introduzione della somatostatina.

La terapia farmacologica aiuta a ridurre il carico sul tratto digestivo e stabilizzare le condizioni del paziente..

Come metodo di trattamento aggiuntivo, viene utilizzata una dieta. Dopo che passa la sensazione dolorosa, al paziente è permesso mangiare:

  • frittate di uova;
  • cracker;
  • pane raffermo;
  • ricotta a basso contenuto di grassi e latte;
  • tè verde o nero sotto forma di calore;
  • composte;
  • succhi senza zucchero;
  • brodo di rosa canina;
  • varietà di frutta non acide.

Il divieto include:

  • prodotti dolciari e farinacei;
  • spezie e spezie;
  • bevande contenenti alcol;
  • affumicati e varie salsicce;
  • legumi e mais;
  • succo d'uva;
  • cipolle, peperoni, cavoli.

Devi mangiare un po 'più volte al giorno. Nei primi giorni dopo la scomparsa del dolore, è meglio mangiare cibi liquidi.

Nei casi più gravi, viene eseguita un'operazione. Implica la rimozione delle aree necrotiche, l'arresto del sanguinamento interno e l'esecuzione del drenaggio per rimuovere il contenuto in eccesso dalla cavità addominale.

In alcuni casi, i chirurghi puliscono le aree adiacenti che sono state colpite dalla necrosi. Meno comunemente, l'intero organo viene rimosso. Se si è sviluppata la necrosi pancreatica pancreatica, la prognosi dopo l'intervento chirurgico è del 50%. Nessuno specialista può prevedere come reagirà il corpo del paziente.

Fase di recupero

Se viene rilevata una necrosi pancreatica pancreatica totale, l'operazione viene eseguita immediatamente. Dopo le procedure chirurgiche, il paziente dovrebbe essere sotto la supervisione di un medico per qualche tempo. Il recupero consiste in una corretta alimentazione, mancanza di sforzo fisico e stress.

I medici raccomandano anche di frequentare sessioni di massaggio ed eseguire ginnastica speciali. Queste misure mirano ad aumentare il tono delle strutture muscolari. Particolare attenzione è prestata alla camminata lenta..

Possibili effetti avversi

La previsione dipende direttamente da una visita tempestiva a uno specialista. Una persona dovrebbe essere attenta alla sua salute e, quando compaiono i primi segni, sottoporsi all'esame.

A volte la necrosi del tessuto pancreatico è fatale. Questo processo non dura più di 1 giorno..

Anche se il paziente consulta un medico e inizia il trattamento, possono verificarsi conseguenze avverse sotto forma di:

  • lacerazione del tratto biliare;
  • decomposizione della cavità gastrica e del pancreas sullo sfondo del sanguinamento interno;
  • gonfiore del tessuto cerebrale;
  • danno polmonare acuto;
  • intossicazione gastrointestinale.

Dopo l'intervento chirurgico, possono verificarsi anche complicazioni. Questo processo è accompagnato da:

  • fistola pancreatica;
  • peritonite;
  • sanguinamento gastrointestinale;
  • carenza di enzimi;
  • lesioni ulcerative della cavità gastrica e del canale intestinale;
  • pancreas festante e formazione di una cisti;
  • stato di shock di natura infettiva-tossica o dolorosa;
  • ascesso della cavità addominale e fibra retroperitoneale;
  • trombosi venosa.

La necrosi pancreatica porta spesso al diabete, al cancro del pancreas o al retto.

Ci sono anche casi del genere in cui è stata diagnosticata la pleurite del lato destro e del lato sinistro. Danno complicazioni ai polmoni. In questo contesto, si verifica insufficienza respiratoria. Tale processo è accompagnato da pelle blu, una sensazione dolorosa dietro lo sterno, respiro superficiale.

L'insufficienza epatica-renale si sta gradualmente sviluppando. È caratterizzato da:

  • ingiallimento della pelle;
  • fegato ingrossato;
  • palpitazioni;
  • pelle secca e mucose;
  • inibizione psico-emotiva;
  • eccessiva separazione delle urine o sua assenza;
  • tachicardia e aumento della pressione.

È molto peggio quando la malattia è accompagnata da complicazioni purulente. Sono osservati nel 10-15% dei pazienti con pancreatite acuta. Il paziente è in gravi condizioni. Il rischio di morte sta aumentando. Si sviluppa a seguito di una reazione enzimatica accelerata.

Quanto tempo vivrà una persona dopo l'intervento chirurgico dipende da una visita tempestiva dal medico, dal trattamento iniziato, dal rispetto delle raccomandazioni e dallo sviluppo di complicanze. Se l'organo viene completamente rimosso, la vita della persona viene ridotta. Questo processo richiede una terapia di mantenimento in corso. In molti casi, richiede un'iniezione di insulina. Con una forte mancanza di enzimi, il paziente muore.

Se viene rimossa solo una parte dell'organo e i tessuti vicini non sono interessati, una persona sarà in grado di vivere più di 5 anni. Ma il successo dipende dalle seguenti raccomandazioni e da una dieta rigorosa..

L'approccio corretto alla fase di recupero consentirà al paziente di alzarsi in piedi ed evitare gravi complicazioni. La malattia è considerata grave e pericolosa. Pertanto, è necessario essere registrati per molto tempo.

Necrosi pancreatica

Il pancreas (pancreas) è un organo parenchimale situato nella cavità addominale e direttamente coinvolto in molti processi nel corpo.
I dotti pancreatici si aprono nel duodeno, dove entrano gli enzimi secreti da esso. Le funzioni più importanti di questa struttura anatomica sono: la produzione di insulina (un ormone coinvolto nel metabolismo dei carboidrati nel corpo) e la produzione di succo pancreatico, che è una sostanza complessa che contribuisce alla normale scomposizione del cibo che entra nel corpo umano. Questa combinazione di funzione endocrina ed esocrina rende il pancreas un organo vitale, ma allo stesso tempo è una struttura molto fragile e sottile che è facilmente suscettibile a varie influenze negative..

Fattori che contribuiscono alla distruzione del pancreas

La necrosi pancreatica è una condizione piuttosto pericolosa che minaccia direttamente la vita di una persona. Esistono molti fattori che possono causare la distruzione del pancreas.
Prima di tutto, è la malattia di calcoli biliari. Come è noto, il dotto cistico (dotto della cistifellea), come il dotto pancreatico, si apre direttamente nel duodeno. Se ci sono calcoli nella cistifellea o nei dotti, può verificarsi una situazione quando uno dei calcoli blocca il deflusso del succo pancreatico dal pancreas, a seguito del quale aumenta la pressione nei condotti della ghiandola, il segreto inizia ad essere assorbito nell'organo, il che porta al "automodestione" dei tessuti e alla loro distruzione.

Un altro fattore pericoloso che può causare la distruzione del pancreas, ovviamente, è l'abuso di alcol e cibi grassi. Spesso c'è un effetto di questi due fattori. Una tale combinazione è mortale! Se la dieta è disturbata, si verifica lo spasmo dello sfintere di Oddi (buchi attraverso i quali i dotti della ghiandola si aprono nell'intestino), che contribuisce di nuovo alla violazione dell'uscita del succo pancreatico e della lisi degli organi.

Sintomi di necrosi pancreatica

Tutti i sintomi che si verificano con questa malattia possono essere suddivisi in tre gruppi principali

Trattamento conservativo della necrosi pancreatica

La necrosi pancreatica è molto difficile da trattare e deve essere eseguita nel reparto di terapia intensiva sotto la stretta guida di specialisti.

Trattamento della necrosi pancreatica in un ospedale

Con questo processo patologico, l'intero organismo soffre, poiché i prodotti della decomposizione dei tessuti vengono assorbiti nel sangue e i sintomi di intossicazione appariranno di conseguenza. Prima di tutto, è necessario eseguire una terapia di disintossicazione con l'aiuto della somministrazione endovenosa di soluzioni di sale di glucosio.

Inoltre, una fase essenziale del trattamento è la terapia antisecretoria: l'introduzione di farmaci che riducono la produzione di enzimi pancreatici.

Un ruolo importante è svolto dalla nomina di farmaci antibatterici ad ampio spettro, preferibilmente due diversi gruppi, per prevenire l'unione delle infezioni e ridurre i sintomi esistenti.
La complessa terapia di una malattia così grave come la necrosi pancreatica fornisce buoni risultati nelle fasi iniziali dello sviluppo della malattia.

Trattamenti chirurgici

Sfortunatamente, capita spesso che alcuni farmaci siano pochi e debbano ricorrere a trattamenti chirurgici. Le indicazioni per lui sono estese necrosi della ghiandola con insorgenza di molte strisce purulente nella cavità addominale.
La chirurgia di distruzione del pancreas è piuttosto traumatica. Viene eseguita un'ampia dissezione dei tessuti della parete addominale anteriore, dopo di che il chirurgo rimuove la necrosi respinta e la sequenza del pancreas, apre tutte le tasche e le strisce. Dopo questa manipolazione, il drenaggio esterno della cavità addominale viene effettuato utilizzando tubi polimerici e tamponi di garza. L'area operativa rimane disponibile per la revisione, la ravvivatura e il lavaggio.

Chirurgia del pancreas

previsione

In conclusione, voglio dire. Quella necrosi pancreatica è una malattia molto grave. Se il paziente sopravvive questo è un miracolo. Di conseguenza, la qualità della vita è notevolmente ridotta. È necessario osservare una dieta costante, la minima deviazione dalla quale provoca la comparsa di dolore e disturbi dispeptici.

Dopo l'intervento chirurgico, possono rimanere fistole non cicatrizzanti, che richiedono cure e medicazioni costanti..
La vita del paziente diventa indissolubilmente legata all'assunzione costante di farmaci che sostituiscono la funzione del pancreas. E, naturalmente, non dimenticare la possibilità di sviluppare una complicazione così grave come il diabete, i cui sintomi sono ben noti a tutte le persone.

Segni di necrosi pancreatica pancreatica e metodi del suo trattamento

Le cause della necrosi pancreatica variano a seconda dell'età del paziente. Il principale fattore predisponente nelle persone anziane è la malattia del calcoli biliari, nei giovani: trauma o dipendenza da bevande alcoliche. Possono essere prese in considerazione altre fonti della malattia: lesioni ulcerative del tratto digestivo, complicanze dopo l'intervento medico, nonché il decorso di gravi malattie virali o infettive.

L'insorgenza della malattia è acuta e rapida, motivo per cui i sintomi sono molto pronunciati. Il primo segno è il verificarsi di un forte dolore nel pancreas, che può essere di natura herpes zoster. C'è anche una manifestazione di attacchi di nausea e vomito, feci alterate e confusione.

Le misure diagnostiche si basano su esami strumentali, tra cui radiografia, ultrasuoni, risonanza magnetica, laparoscopia diagnostica e TC. Il trattamento della necrosi pancreatica è complesso, combina la nomina di farmaci e interventi chirurgici. Per mantenere un effetto positivo della terapia, è necessaria l'alimentazione dietetica..

Cause di necrosi pancreatica

Secondo le statistiche, circa il 70% dei pazienti con necrosi pancreatica per lungo tempo ha consumato quantità eccessive di bevande alcoliche. Un altro 30% dei pazienti con necrosi pancreatica pancreatica aveva precedentemente avuto calcoli biliari.
Pertanto, le cause più comuni della necrosi pancreatica sono:

  • abuso di alcool;
  • eccesso di cibo regolare, abuso di cibi troppo grassi o fritti;
  • gravi malattie virali e infettive;
  • colelitiasi;
  • ulcera peptica dello stomaco e del duodeno;
  • precedente intervento chirurgico o lesioni addominali.

Ad oggi, la necrosi pancreatica è considerata una delle malattie più pericolose della cavità addominale, in cui non solo il pancreas soffre, ma anche il funzionamento di altri organi digestivi è disturbato..

Nel processo di progressione della malattia, si verifica prima l'edema pancreatico, dopo di che compaiono macchie di tessuto necrotico. Se la necrosi pancreatica non viene diagnosticata in tempo e non inizia un trattamento immediato, un ascesso viene spesso aggiunto al processo di necrosi pancreatica.

Lo sviluppo grave e distruttivo (distruttivo) della pancreatite con comparsa di necrosi pancreatica può essere causato da:

  • alcool e / o suoi sostituti;
  • eccesso di cibo (cibi grassi, carni affumicate, cibi fritti);
  • calcoli nella cistifellea e nel tratto biliare, nonché complicanze della malattia del calcoli biliari;
  • trauma
  • danno al sistema pancreatico duttale (a volte succede dopo ERCP);
  • disturbi della coagulazione;
  • sostanze tossiche (sali di acido tetraborico, sostanze organofosforiche);
  • medicinali (oppiacei, azatioprina, anfetamina, tetraciclina, isoniazide, salicilati, metronidazolo, ecc.).

La necrosi pancreatica può formarsi in un'età molto diversa, anche se nel 70% dei casi si riscontra in soggetti attivi. Allo stesso tempo, la natura delle cause della necrosi pancreatica differisce nelle persone appartenenti a diverse categorie di età. Quindi, nei pazienti anziani, la colelitiasi è la principale causa di necrosi pancreatica.

La pancreatite acuta porta alla malattia del pancreas. Le cause dello sviluppo della malattia saranno:

  • violazione dell'alimentazione dietetica (tabella n. 5), uso di cibi grassi e fritti;
  • alcolismo;
  • malattie dei dotti biliari (percorsi);
  • complicanze operative, lesioni addominali;
  • ulcera gastrica e ulcera duodenale.

Con lo sviluppo della malattia, il pancreas non fa fronte alle sue funzioni. La morte delle cellule di questo organo non si verifica immediatamente. I medici distinguono tre fasi della necrosi pancreatica.

  1. Fase di tossiemia Al primo stadio, il corpo non può far fronte alla secrezione biliare, la pressione intraduttale aumenta. Questo porta al gonfiore del tessuto parenchimale. Di conseguenza, gli acini vengono distrutti. Il ferro inizia a digerire se stesso. Emorragie negli organi interni, tessuto adiposo retroperitoneale indica che inizia la necrosi pancreatica emorragica.
  2. Inizia la seconda fase La formazione dell'ascesso.
  3. La terza fase si sviluppano cambiamenti purulenti nel pancreas e nello spazio retroperitoneale..

La necrosi pancreatica si basa sulla disfunzione pancreatica sotto l'influenza di fattori provocatori. Un eccesso di cibo spazzatura o alcol migliora la secrezione esterna, allunga le pareti dei dotti di un organo e viola il deflusso di succhi pancreatici. La lipasi va oltre la capsula pancreatica, che provoca la morte delle cellule adipose.

Secondo le statistiche, circa il 70% dei pazienti prima dello sviluppo della necrosi pancreatica era stato sistematicamente abusato da alcol, cibi grassi e fritti, il 30% aveva la malattia di calcoli biliari. In generale, i fattori patogeni che provocano questa malattia sono:

  • ulcera allo stomaco e 12 ulcera duodenale;
  • eccesso di cibo sistematico, una forma di obesità;
  • alimentazione impropria (cibi grassi, fritti);
  • malattie infettive e virali;
  • precedenti interventi chirurgici;
  • terapia farmacologica a lungo termine;
  • malformazioni congenite del pancreas;
  • violazione del processo di coagulazione;
  • intossicazione del corpo con sostanze tossiche;
  • malattie parassitarie;
  • sfintere della disfunzione di Oddi;
  • trauma, danno meccanico alla cavità addominale.

Il meccanismo dello sviluppo della malattia

Se un eccesso di cibo alcolico provoca un aumento della funzione esocrina della ghiandola, si verifica quanto segue:

  • aumento della pressione all'interno del dotto pancreatico;
  • violazione del deflusso della bile;
  • allungamento eccessivo dei dotti biliari;
  • stimolazione della sintesi enzimatica.

Come risultato di questi processi interconnessi, il deflusso di enzimi dalla ghiandola viene interrotto - inizia l'auto-digestione dei suoi tessuti dai suoi stessi enzimi (tripsina, chimotripsina, lipasi, elastasi). Si attivano non nel bulbo del duodeno, come dovrebbe normalmente, ma nel pancreas stesso, violano le pareti dei vasi sanguigni, entrano nel flusso sanguigno. Si verifica uno spasmo vascolare iniziale, che viene sostituito da una forte espansione del loro lume e da un rallentamento del flusso sanguigno. Gli elementi formati di sangue, fluido e sostanze biologicamente attive (serotonina) lasciano il tessuto, causando un grave edema pancreatico. Questa è la patogenesi della pancreatite acuta..

A causa di microscopiche rotture della coroide, si verificano emorragie nel tessuto ghiandolare e nel tessuto adiposo - compaiono aree di necrosi emorragica.

A causa della violazione della microcircolazione, c'è una maggiore formazione di trombi, morte cellulare in queste aree, rilascio di lipasi intracellulare da esse, che distrugge il tessuto adiposo. Si formano foci di necrosi grassa.

Fasi di sviluppo della necrosi pancreatica

I primi 4-7 giorni, la malattia procede come necrosi asettica. Questa fase passa senza la partecipazione di microrganismi patogeni..

Se la microflora patologica si unisce, il processo va oltre il pancreas: sono coinvolti omento, fibra, organi e strutture vicini. Ci sono varie complicazioni (ascesso).

Poiché l'infezione si diffonde in tutto il corpo, a causa dell'elevato numero di prodotti in decomposizione:

  • infiammazione sistemica;
  • violazione o cessazione del funzionamento di organi e sistemi.

Si sviluppa uno shock (settico o enzimatico pancreatogenico) e morte.

La mortalità con necrosi pancreatica sterile - il 10% di tutti i casi della malattia, con infezione dei siti di necrosi - aumenta al 30% o più.

Cos'è la necrosi pancreatica

La necrosi pancreatica del pancreas nella maggior parte dei casi è la causa della morte delle persone che soffrono di patologia pancreatica. Il trattamento e le possibilità di sopravvivenza dipendono in gran parte dalle dimensioni degli organi colpiti..

La dimensione dell'area interessata

  1. Totale (la morte della maggior parte dell'organo);
  2. Totale parziale (morte);
  3. Piccola focale;
  4. Focale media;
  5. Focale grande.

Nella zona interessata

  • Comune (subtotale, necrosi totale);
  • Limitato (varie lesioni nel parenchima).

Dalla presenza di infezione nelle aree interessate

  • Sterile (ce ne sono di diversi tipi: misto, grasso ed emorragico);
  • Necrosi pancreatica infetta (risultato: elevata mortalità dovuta a shock tossico tossico).

Nutrizione

I piatti devono essere cotti a vapore o bolliti. Il cibo deve essere somministrato al paziente in una forma calda. Tutti i prodotti devono essere macinati. Devi mangiare 5-6 volte al giorno. Le porzioni sono piccole. I pasti dovrebbero essere regolari. Non saltare i pasti.


È meglio cucinare al vapore cibi gustosi e genuini.

Necrosi pancreatica del pancreas - sintomi, trattamento, dieta

Per la necrosi pancreatica emorragica, le seguenti manifestazioni sono caratteristiche:

  • dolori taglienti localizzati nello stomaco e nella parte sinistra, che si estendono alla spalla e alla scapola;
  • bocca secca persistente;
  • la presenza di uno spesso rivestimento giallastro sulla lingua;
  • segni di motilità gastrica (nausea, che provoca attacchi di vomito che non portano sollievo al paziente);
  • flatulenza, crampi e gonfiore;
  • costipazione, bruscamente sostituita dalla diarrea;
  • iperemia e pallore della pelle del viso, del collo e del torace;
  • sindrome peritoneale, accompagnata dalla formazione di macchie bluastre sulla pelle dell'addome;
  • salti di pressione sanguigna;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • riduzione della produzione di urina;
  • segni di danno al sistema nervoso centrale (aumento dell'eccitabilità motoria, inibizione delle reazioni).


La necrosi pancreatica emorragica è caratterizzata da salti della pressione sanguigna.
La necrosi pancreatica emorragica è una patologia del pancreas, che si sviluppa dopo un processo infiammatorio acuto. È una condizione grave dovuta all'autodistruzione dei tessuti di organi durante la produzione di enzimi..

Le possibilità di sopravvivere con questa grave malattia sono abbastanza basse. La morte si verifica nel 40-70 percento dei casi, anche se tempestivamente fornito un trattamento efficace. Pertanto, è importante prevenire questa malattia, poiché la sua prognosi è estremamente sfavorevole.

Le conseguenze sono caratterizzate dalla morte parziale di una determinata area o dell'intero organo sotto l'influenza dell'attività dei propri enzimi. E i fattori provocatori sono l'infiammazione nel periodo acuto, i processi infettivi e altre malattie.

Le principali cause della necrosi pancreatica sono le seguenti:

  • Abuso di alcol e alcool;
  • Uso frequente di cibi grassi e fritti, che influisce negativamente sull'intero tratto gastrointestinale;
  • Calcoli biliari
  • Avvelenamento del cibo;
  • Le conseguenze dell'esame endoscopico;
  • Malformazioni congenite;
  • Ulcera peptica del duodeno e pareti della mucosa gastrica;
  • Intervento chirurgico e trauma della cavità addominale;
  • Malattie infettive e malattie virali (periodo acuto).

Questi fattori possono innescare lo sviluppo di questo disturbo difficile e complesso, che è uno dei più pericolosi e difficili da trattare. Anche con l'inizio tempestivo della terapia, la morte nei pazienti si verifica nel 40-70 percento dei casi.

Di solito la malattia si sviluppa dopo una festa tempestosa, quando una persona consuma una grande quantità di alcol e cibi fritti. Le sue conseguenze sono estremamente negative per la salute e, con un risultato favorevole, una persona deve osservare rigorose restrizioni dietetiche per la vita.

La necrosi pancreatica emorragica inizia bruscamente nella maggior parte dei casi sullo sfondo di bere una quantità significativa di alcol e mangiare troppo. I sintomi della malattia crescono quasi istantaneamente e il primo giorno della malattia sono così dolorosi che una persona viene ricoverata in ospedale per un intervento chirurgico urgente.

Di solito si notano i seguenti sintomi di necrosi pancreatica:

  • Le sensazioni dolorose nella cavità addominale senza un chiaro luogo di occorrenza, spesso danno nella parte posteriore;
  • Nausea, vomito che non porta sollievo;
  • Aumento della formazione di gas;
  • Bocca secca, sete costante, minzione frequente, che sono accompagnati da disidratazione;
  • Ritardo delle feci;
  • Aumento della temperatura.

Tuttavia, la complessità della differenziazione di questa malattia provoca la somiglianza dei sintomi con segni di disturbi gastrointestinali, ma le sue conseguenze dipendono dalla gravità del decorso. Pertanto, una diagnosi rapida e corretta aumenta le possibilità di sopravvivenza del paziente..

Di solito, la patomorfologia della malattia procede in tre fasi, che si sostituiscono in successione. Tra questi ci sono:

  • La secrezione di tossine nel sangue, che può essere rilevata dall'analisi biochimica;
  • La formazione dell'area dell'ascesso nell'organo stesso e nei tessuti circostanti;
  • La comparsa di formazioni purulente nel pancreas e nei tessuti vicini.

La diagnosi della malattia inizia dal momento in cui il paziente entra in ospedale. Tuttavia, solo il 20 percento delle diagnosi nel periodo acuto sono accurate: il medico non può determinare la causa del problema sulla base di un esame visivo e dei reclami dei pazienti; per questo, un esame approfondito e test di laboratorio.

I seguenti metodi possono essere usati per questo:

  • Chimica del sangue. Viene utilizzato per determinare l'enzima amilasi, il cui volume supera di 4 volte il valore normale, nonché il livello dell'enzima lipasi, che rompe il grasso corporeo;
  • Esame ecografico per determinare la dimensione, la forma e la struttura dei tessuti degli organi. Questo metodo può determinare non solo la posizione del sito necrotico, ma anche la sua area e ascessi;
  • La laparoscopia è un metodo di esame più affidabile e informativo, che prevede un intervento chirurgico per la diagnosi di emergenza della malattia e con risultati di scansione non informativi utilizzando una macchina ad ultrasuoni;
  • CT Utilizzando questa opzione di esame, il medico può determinare la presenza e l'area della lesione, l'infiammazione, le neoplasie fluide, un aumento del condotto e dell'organo stesso;
  • MRI Uno strumento diagnostico più efficace e preciso che identifica la causa del dolore.

Tutti questi metodi consentono di determinare la necessità di un intervento chirurgico urgente e le possibili conseguenze. Nella maggior parte dei casi, i medici riescono a rilevare i sintomi e diagnosticare correttamente la malattia nella prima fase del suo sviluppo.

La diagnosi è facilitata dalla raccolta di un'anamnesi, che include la frequenza del consumo di alcol, la presenza di malattie del fegato e della cistifellea. In effetti, molti pazienti con questa diagnosi sono ricoverati in ospedale in uno stato di intossicazione.

Il trattamento della necrosi pancreatica è piuttosto lungo e complicato. Nella prima fase, al paziente vengono prescritti potenti farmaci, il cui scopo principale è bloccare l'attività del pancreas. La chirurgia in questa fase della terapia è ingiustificata, poiché qualsiasi intervento ha conseguenze gravi.

Ciò è dovuto al fatto che determinare la posizione esatta del sito necrotico è piuttosto difficile. L'assunzione di farmaci non solo può bloccare la produzione di enzimi, ma anche prevenire la formazione di cavità purulente. Questi includono:

  • Bloccanti che, dopo la somministrazione, si combinano con gli enzimi della ghiandola;
  • Antispasmodici: farmaci che assicurano l'espansione dei vasi sanguigni e dei dotti;
  • Antisecretolitici: farmaci che riducono l'attività della ghiandola e la produzione di succo gastrico.

Al fine di ridurre al minimo le conseguenze di questa grave malattia, al paziente vengono prescritti trattamenti antibatterici e antisettici, nonché farmaci che stimolano il sistema immunitario. In questo caso, la prognosi dell'esito della necrosi è favorevole..

Con il trattamento tempestivo e adeguato, tenendo conto delle specificità della malattia, è possibile interrompere lo sviluppo della necrosi al primo stadio senza un intervento urgente. Ma per questo, il paziente richiede il ricovero in ospedale, poiché molti metodi di analisi e analisi richiedono un approccio professionale.

Il trattamento conservativo iniziale include:

  • Un rifiuto completo di mangiare cibo, è possibile prendere solo acqua minerale in piccole quantità. Una tale dieta per la necrosi pancreatica può durare diversi giorni, dopo di che è già prescritta in forma modificata al paziente per tutta la vita;
  • Quando si chiudono i dotti biliari e i dotti pancreatici, il paziente viene nutrito tramite contagocce;
  • Purificazione del sangue con grave intossicazione del corpo;
  • Eliminazione della disidratazione dovuta all'introduzione di soluzioni speciali;
  • L'introduzione dell'ormone somatostatina, che riduce la probabilità di morte del paziente e le possibili conseguenze negative;
  • Terapia antibiotica. Utilizzato in presenza di infezione nel corpo del paziente.

Nel periodo acuto, il medico può determinare la necessità di un'operazione, prima della quale è richiesta una diagnosi della posizione e delle dimensioni del sito necrotico. Durante l'intervento chirurgico, i medici rimuovono la formazione. Tuttavia, dopo l'operazione, la diffusione della necrosi può continuare.

Altre conseguenze dell'intervento chirurgico sono lo sviluppo di una cavità purulenta nell'organo e il sanguinamento. Nella maggior parte dei casi, i pazienti richiedono un intervento chirurgico ripetuto, che aumenta ulteriormente la probabilità di un risultato negativo.

La necrosi pancreatica è la malattia più pericolosa e grave che si arriccia all'istante e ha varie conseguenze, inclusa la morte. Ecco perché il trattamento di un disturbo con l'aiuto di rimedi popolari è ingiustificato. Anche la terapia farmacologica e la chirurgia non danno risultati garantiti.

Ma i rimedi popolari possono essere utilizzati durante il periodo di recupero e riabilitazione dopo una precedente malattia per alleviare la gravità delle complicanze. La loro assunzione dovrebbe essere effettuata solo sotto la supervisione di un medico e la sua dieta completa la necrosi pancreatica.

L'uso indipendente di rimedi popolari per il trattamento della necrosi è pericoloso, quindi è necessario astenersi da esso.

Le misure preventive per prevenire lo sviluppo della malattia e conseguenze pericolose includono:

  • Una dieta equilibrata per la necrosi pancreatica, eliminando l'uso di cibi fritti e grassi;
  • Evitare le bevande alcoliche e contenenti alcol;
  • Stile di vita sano, aderenza al sonno e veglia;
  • Trattamento tempestivo di malattie infettive e virali, nonché di malattie gastrointestinali.

La necrosi pancreatica progredisce spontaneamente. Il paziente si lamenta di un attacco acuto di dolore al pancreas, mentre gli è difficile cambiare la posizione del corpo, respirare. La sindrome del dolore dà alla scapola, alla spalla sinistra, al torace, alla schiena, mentre è ricorrente in natura. La somministrazione orale di analgesici non aiuta, è necessario consultare uno specialista in tempo per consigli dettagliati e diagnosi. Solo allora iniettare antidolorifici per via endovenosa, intramuscolare. Altri segni di necrosi pancreatica sono presentati in un elenco così completo:

  • nausea e vomito;
  • iperemia, pallore della pelle;
  • ipertermia (alta temperatura);
  • gonfiore;
  • lingua secca, pelle;
  • confusione di coscienza;
  • gravi segni di dispepsia;
  • abbassamento della pressione sanguigna;
  • dolori articolari e di tutto il corpo;
  • febbre;
  • emorragia interna;
  • respirazione superficiale rapida;
  • tachicardia;
  • dispnea;
  • polso rapido;
  • coaguli di sangue, bile nella massa di rifiuti;
  • debolezza generale.

iniezione di esacerbazione

Trattamento

Tutti i pazienti con necrosi pancreatica devono essere ricoverati in ospedale nel reparto di terapia intensiva.!

I primi 5-7 giorni dopo l'insorgenza della malattia, il trattamento chirurgico non viene eseguito, poiché è impossibile valutare accuratamente l'estensione della necrosi pancreatica. Ciò aumenta in modo significativo il rischio di peggioramento della necrosi pancreatica, infezione, sviluppo di sanguinamenti aggressivi.

Il paziente ha bisogno di un rigoroso riposo a letto e di riposo completo. Terapia farmacologica condotta:

  • terapia di disintossicazione (correzione del bilancio idrico-salino e proteico) - introduzione endovenosa di soluzioni colloidali e cristalloidi;
  • terapia analgesica - introduzione di antidolorifici (compresi narcotici e misti), antispasmodici, blocco della novocaina;
  • terapia antibiotica - per la prevenzione di complicanze infettive;
  • epatocardioprotettori - farmaci per proteggere il fegato e il cuore;
  • terapia sintomatica - correzione della minzione, movimenti intestinali, disturbi neurologici e vascolari.

Il trattamento chirurgico è l'escissione delle aree necrotiche del pancreas, il drenaggio dello spazio retroperitoneale con soluzioni antisettiche e l'installazione di scarichi per il deflusso di fluidi. Il periodo postoperatorio è generalmente lungo.

Necrosi pancreatica del pancreas, la prognosi dopo l'intervento chirurgico nella maggior parte dei casi è dubbia. L'ulteriore qualità della vita del paziente dipende da molti fattori: la quantità di necrosi della ghiandola, la velocità delle cure mediche, la presenza o l'assenza di complicanze, l'età e le malattie correlate. I pazienti postoperatori richiedono un follow-up a lungo termine da parte di un gastroenterologo e un chirurgo.

Cos'è la necrosi pancreatica emorragica

La necrosi pancreatica emorragica è una patologia del pancreas, che è accompagnata da sanguinamento e morte cellulare. Si sviluppa rapidamente a causa dell'esposizione alla tripsina e ad altri enzimi che scindono le proteine. Prima di iniziare il trattamento, i gastroenterologi devono scoprire la causa della malattia. E secondo la storia e gli esami, prescrivere la terapia.

Con la necrosi pancreatica grassa, la malattia progredisce fino a 4-5 giorni, è accompagnata da un fallimento dei processi metabolici, cellule pancreatiche compromesse, un forte calo della pressione. È possibile un esito positivo del trattamento..

Con un tipo misto di malattia, tessuto adiposo e connettivo, le cellule epiteliali del parenchima vengono distrutte. L'influenza di fattori negativi porta al fatto che dopo una forte stimolazione, inizia la produzione di succo pancreatico. I condotti non possono far fronte a un tale carico e inizia a concentrarsi. Questo porta alla distruzione dei vasi pancreatici. Una tendenza a questa forma di necrosi è nelle persone di mezza età e nei giovani..

Come si sviluppa

La patologia inizia a svilupparsi molto prima dell'inizio dei primi segni clinici. La base del meccanismo di progressione della malattia è considerata il malfunzionamento della difesa locale di questo corpo.

L'ulteriore sviluppo della patologia si verifica in più fasi:

PalcoscenicoDescrizione
tossiemiaDopo l'esposizione a un fattore provocante, c'è un aumento della secrezione della secrezione dell'organo interessato, nonché un'estensione dei dotti pancreatici. Inizia il processo di estinzione delle cellule dell'organo interessato. Con la lipasi attiva, si osserva la necrosi dei tessuti grassi. Nel caso del lavoro attivo dell'elastasi, i medici notano la distruzione dei canali, che è un segno clinico dello sviluppo di una forma emorragica. Indipendentemente dal tipo di patologia in via di sviluppo, si forma l'insufficienza multipla di organi, tutti i sistemi vitali del corpo soffrono
AscessoNella seconda fase, si sviluppa un processo infiammatorio nel pancreas, che successivamente si diffonde ad altri organi vitali della persona. Man mano che si sviluppa l'infiammazione, si formano delle cavità con contenuto purulento.
Formazione di ascessiAl fine di mantenere una prognosi relativamente favorevole, bisogna assolutamente evitare l'inizio del terzo stadio - l'insorgenza di focolai con contenuti purulenti. Anche con i moderni metodi di trattamento, non vi è alcuna garanzia di recupero del paziente

Classificazione

Nella pratica medica estensiva, la necrosi pancreatica acuta ha diverse varietà, a seconda della localizzazione dei processi distruttivi e di altri criteri altrettanto rilevanti per la valutazione della funzionalità del pancreas. Ciò facilita notevolmente la diagnosi, la diagnosi finale e l'identificazione di metodi di trattamento efficaci. Secondo la prima classificazione, i medici distinguono:

  • necrosi pancreatica limitata (focolai di patologia sono presenti localmente);
  • molto diffuso (l'intera superficie del pancreas è coinvolta nel processo patologico);
  • necrosi pancreatica totale (danno completo a tutto il volume dell'organo gastrointestinale).

A seconda delle caratteristiche del processo patologico e del tasso di insorgenza dei primi sintomi, viene fornita anche una classificazione condizionale. allocare:

  • progressivo;
  • necrosi pancreatica abortiva.

A seconda della presenza di un'infezione patogena, gli schemi di terapia conservativa differiscono notevolmente, quindi viene introdotta anche una classificazione delle diagnosi. I medici distinguono tra:

  • necrosi pancreatica infetta (con presenza di flora patogena);
  • necrosi pancreatica sterile (in assenza di infezione).

Separatamente, è necessario concentrarsi sulla forma sterile della malattia e sulle sue tre manifestazioni cliniche e anatomiche. Questi sono tali processi patologici con una breve descrizione:

  • necrosi pancreatica grassa, quando i sintomi aumentano lentamente - entro 4-5 giorni, l'esito clinico è favorevole;
  • emorragico, in cui la ricaduta inizia con abbondante sanguinamento interno nella cavità peritoneale;
  • necrosi pancreatica mista, che è caratterizzata da sintomi e manifestazioni di entrambe le forme sopra della malattia (l'opzione più comune)

Sintomi caratteristici

Il quadro clinico della necrosi pancreatica è abbastanza peculiare, è facile distinguerlo da qualsiasi altra patologia. I sintomi dello sviluppo della malattia includono principalmente dolore localizzato nell'addome sinistro e irradiato alla schiena, alla spalla o all'inguine. Spesso il paziente è difficile determinare la posizione esatta del dolore e afferma che si tratta di herpes zoster. A seconda del grado di sviluppo del processo necrotico, il dolore può essere di varia intensità: maggiore è il grado di danno tissutale, meno evidente diventa il dolore, a causa della necrosi dei tessuti e delle terminazioni nervose.

Ecco perché migliorare il benessere del paziente con la necrosi pancreatica rivelata è un segnale estremamente negativo, che dovrebbe essere seguito da manipolazioni mediche immediate. Tuttavia, la rimozione del dolore nella fase iniziale dello sviluppo della malattia è possibile dopo che il paziente ha preso una posizione sdraiato su un fianco con le gambe piegate sulle ginocchia.

Il prossimo sintomo dopo l'inizio del dolore è nausea e vomito. Indipendentemente dall'assunzione di cibo e da altri fattori, il paziente lamenta vomito indomito. Quando si analizza il vomito, è possibile rilevare le impurità della bile e del sangue. Anche dopo che non è rimasto cibo nello stomaco, il vomito continuerà, ma già sotto forma di coaguli di sangue e bile. Ciò suggerisce che esiste un processo di distruzione dei vasi sanguigni da parte dell'elastasi. Dopo un lungo periodo di vomito, si verifica la disidratazione - disidratazione. La pelle del paziente si secca, appare la placca sulla lingua, si sente la secchezza nelle mucose, la quantità di urina escreta viene ridotta alla sua completa assenza, c'è una sete costante che non può essere soddisfatta a causa del vomito costante.

L'interruzione del tratto gastrointestinale è un altro segno dell'inizio dello sviluppo della malattia. A causa della "chiusura" del pancreas dal processo digestivo, si verifica un malfunzionamento in questo sistema, compaiono gonfiore e flatulenza, con costipazione e ritenzione di gas. L'ulteriore decorso della malattia porta all'intossicazione del corpo, i cui segni sono:

  • aumento della temperatura corporea a 38 gradi e oltre;
  • frequenza cardiaca e respiro;
  • la comparsa di mancanza di respiro;
  • abbassamento della pressione sanguigna;
  • debolezza generale e dolori muscolari.

Con la diffusione di tossine distruttive nel cervello, si sviluppa l'encefalopatia, che si manifesta in confusione, aumento dell'eccitabilità o, al contrario, inibizione, disorientamento nello spazio. La peggiore conseguenza dell'intossicazione è il coma.

I sintomi della progressione della malattia sono espressi in un cambiamento nella pelle. In primo luogo, a causa del rilascio da parte del pancreas di sostanze vasoattive che dilatano i vasi sanguigni, compaiono aree arrossate, quindi con l'insorgenza dell'intossicazione la pelle diventa pallida, in seguito il colore della pelle può diventare itterico, terroso, di marmo. In alcuni casi, possono verificarsi emorragie sottocutanee, che appaiono sotto forma di macchie blu-viola, prima sull'addome e poi su altre parti del corpo. Indipendentemente dall'intensità del trattamento medico, il processo di tossiemia dura circa 4-5 giorni con un aumento giornaliero dell'espressione dei sintomi.

La fase successiva del quadro clinico della malattia è la formazione di infiltrati purulenti - complicazioni dovute a processi necrotici negli organi. L'insufficienza multiorgano inizia a svilupparsi - un'interruzione del funzionamento di tutti gli organi vitali. Oltre ai sintomi generali, in alcuni casi possono verificarsi vari tipi di complicanze. I più pericolosi sono:

  • peritonite;
  • emorragia interna;
  • ampio ascesso addominale;
  • carenza di enzimi;
  • coaguli di sangue;
  • shock di dolore o infezione.

Se si verifica almeno una delle complicanze, è probabile che le conseguenze della malattia siano tragiche..

Diagnostica

Un medico non può fare una diagnosi di necrosi pancreatica acuta. Il dolore è il principale segno della malattia. L'esame viene eseguito congiuntamente da un chirurgo e un gastroenterologo. La presenza di un rianimatore non è esclusa. In gravi condizioni, il paziente ha bisogno di ricovero in ospedale. Nella maggior parte dei casi, il paziente ha bisogno di un intervento chirurgico. Usando i test per determinare la presenza di secrezione pancreatica nel sangue e nelle urine.

diagnostica ecografica

La pancreatite necrotica viene diagnosticata mediante test di laboratorio. I livelli di alfa-amilasi sono determinati usando esami del sangue e delle urine. Sorge dalle prime ore della malattia. KLA mostrerà ESR elevato, leucocitosi e emoglobina bassa. Analisi biochimiche - elevati livelli di zuccheri ed enzimi epatici.

Metodi diagnostici strumentali:

  • Ultrasuoni del pancreas;
  • radiografia della cavità addominale;
  • Ultrasuoni del dotto biliare;
  • La risonanza magnetica dello stomaco e del pancreas mostrerà cambiamenti patologici negli organi;
  • la tomografia computerizzata mostrerà focolai di necrosi, ghiandole ingrossate, infiammazione della fibra;
  • punture diagnostiche di liquido dal pancreas, che determineranno la presenza di infezione, una varietà di microbi, la loro sensibilità all'assunzione di farmaci antibiotici;
  • L'ERCP (colangiopancreatografia retrograda) aiuterà a determinare lo stato dei dotti della ghiandola;
  • la laparoscopia diagnostica aiuterà a fornire accuratamente un referto medico. Aiuterà a valutare correttamente le condizioni del pancreas, degli organi vicini e dei tessuti circostanti..

La necrosi pancreatica sterile richiede un intervento minimamente invasivo.

Per escludere pericolose complicanze della necrosi pancreatica, a volte incompatibile con la vita del corpo, è necessario condurre una diagnosi adeguata in ambito ambulatoriale. È necessario iniziare l'esame con una consultazione individuale con un rianimatore, un gastroenterologo e un chirurgo. È necessario raccogliere dati sull'anamnesi, studiare i reclami dei pazienti e coinvolgere la palpazione. In quest'ultimo caso, la principale fonte di dolore può essere determinata in modo affidabile. Dai metodi diagnostici strumentali, i medici distinguono:

  • angiografia dei vasi del pancreas;
  • radiografia della cavità addominale;
  • laparoscopia diagnostica come tecnica minimamente invasiva;
  • puntura del pancreas per rilevare il grado di sensibilità agli antibiotici;
  • colangiopancreatografia retrograda (per rilevare cambiamenti nei dotti pancreatici);
  • Ultrasuoni del tratto biliare e del pancreas;
  • CT, MRI (richiesto).

Inoltre, sono necessari numerosi test di laboratorio, inclusi esami del sangue e delle urine. Nel primo caso, la crescita di proteina C-reattiva, enzimi epatici, tripsina, elastasi, amilasi viene rilevata nel fluido biologico. Un esame del sangue di laboratorio rivela anche la presenza di calcitonina, alto contenuto di zucchero, leucocitosi, un salto nell'ESR e un'elevata granularità dei neutrofili.

Per stabilire la presenza di necrosi pancreatica e determinarne le forme, di norma vengono eseguiti i seguenti test diagnostici di laboratorio e strumentali:

  • emogramma: aumento dei globuli bianchi nel sangue, comparsa di granularità tossica dei neutrofili, aumento della VES;
  • valutazione del siero e dell'amilasi urinaria (in caso di necrosi pancreatica sono aumentati);
  • determinazione della calcitonina nel sangue - una proteina che è un segno di infiammazione sistemica e grave infezione, il test della procalcitonina consente di distinguere la necrosi pancreatica sterile da quella infetta;
  • Ultrasuoni: lo studio diagnostico iniziale visualizza l'edema, la struttura irregolare della ghiandola dovuta alle zone di necrosi, la sfocatura dei suoi contorni, i versamenti, rileva un aumento del divario tra la parete gastrica posteriore e il pancreas.
  • TC o risonanza magnetica - con maggiore precisione rispetto agli ultrasuoni, rilevano i siti di necrosi (compresi quelli piccoli) e i cambiamenti nei tessuti che circondano la ghiandola, i versamenti nell'addome, con l'obiettivo di ulteriori informazioni, gli studi sono condotti con contrasto;
  • puntura (penetrante attraverso la pelle con un ago speciale) di formazioni fluide necrotiche nella ghiandola, seguita da esame batteriologico (semina) dei contenuti ottenuti e chiarimento della sensibilità dei microrganismi trovati ai farmaci antibatterici;
  • angiografia - rivela disturbi del flusso sanguigno locale nelle aree necrotiche del pancreas (le ombre vascolari si indeboliscono o scompaiono del tutto), lo spostamento delle arterie epatiche e gastro-duodenali;
  • laparoscopia - questa procedura endoscopica aiuta i medici a vedere segni indiretti di necrosi pancreatica - aree di necrosi grassa sul peritoneo, omento, legamenti intraperitoneali (manifestazioni di necrosi pancreatica grassa), impregnazione di sangue del più grande omento, mesenteria dell'intestino, versamento con un tumore del pancreas nell'addome del pancreas versamento, depositi di fibrina (con la diffusione del processo purulento oltre i confini del pancreas).

Per effettuare una diagnosi accurata, vengono utilizzati metodi di ricerca di laboratorio e hardware per aiutare a determinare la forma della malattia e distinguerla dalle altre patologie del tratto gastrointestinale che danno sintomi di addome acuto. In una grave condizione del paziente, viene presa la decisione di condurre un'operazione diagnostica volta a valutare le condizioni degli organi addominali.

Questa procedura aiuta a determinare la natura e la prevalenza dei cambiamenti patologici nei tessuti del pancreas. L'esame ecografico degli organi e dei tessuti vicini è obbligatorio..


L'esame ecografico aiuta a determinare la natura e la prevalenza dei cambiamenti patologici nei tessuti del pancreas.

Analisi

Per confermare la diagnosi, i medici utilizzano i seguenti tipi di test di laboratorio:

  1. Analisi del sangue generale. Con la distruzione del tessuto ghiandolare, c'è una diminuzione del livello di emoglobina e globuli rossi, un aumento dell'ESR, un aumento multiplo del numero di leucociti.
  2. Analisi fecale Una mancanza di enzimi digestivi interferisce con il normale assorbimento dei nutrienti, che influisce sulla composizione delle feci. Le feci nella necrosi pancreatica contengono inclusioni grasse e particelle di cibo non digerito.
  3. Chimica del sangue. Aiuta a rilevare la bilirubina - un componente della bile, il cui livello aumenta con il blocco dei dotti biliari. Il contenuto di amilasi e tripsina - enzimi coinvolti nella scomposizione dei nutrienti aumenta.
  4. Test delle urine per tripsinogeno.


Per rilevare la necrosi pancreatica, è necessario eseguire un esame del sangue biochimico.

Cosa fare in caso di sintomi?

Prima di tutto, il paziente deve essere messo a letto, il ghiaccio deve essere applicato nell'area del tratto gastrointestinale. L'uso di cibo o acqua è strettamente controindicato. L'assunzione di farmaci analgesici aumenta anche il rischio di morte. Al fine di facilitare i segni clinici, è consentita la somministrazione intramuscolare di No-Shpa. Quando si verificano i primi sintomi della necrosi pancreatica, deve essere chiamato un team di ambulanze.

effetti

Se il trattamento viene scelto in modo errato o avviato in modo inappropriato, i medici non escludono gravi conseguenze per la salute del paziente. Esiste una minaccia per la vita del paziente, in assenza di misure di rianimazione, un esito fatale improvviso non è escluso. Le potenziali complicanze della necrosi pancreatica spesso diventano:

  • fistole di nuova formazione;
  • un'ulcera intestinale o allo stomaco;
  • sanguinamento gastrointestinale;
  • carenza di enzimi;
  • peritonite purulenta;
  • shock acuto da dolore;
  • ampia trombosi delle vene mesenteriche, spleniche, portale;
  • cisti pancreatica, suppurazione (necrosi pancreatica purulenta);
  • ascesso retroperitoneale;
  • ascesso addominale.

complicazioni

  • tossiemia massiccia (tossico, shock pancreatico) - un significativo afflusso di enzimi pancreatici nel flusso sanguigno generale porta a disturbi circolatori irreversibili, regolazione nervosa e morte;
  • complicanze purulente - l'infezione del pancreas danneggiato può portare alla formazione di ascessi e flemmoni dello spazio retroperitoneale, peritonite, empiema pleurico, sepsi;
  • sanguinamento - sotto l'influenza di enzimi aggressivi, si verifica un sanguinamento interno spesso aggressivo (una prognosi estremamente sfavorevole, poiché l'intervento chirurgico per l'emostasi in sé può destabilizzare le condizioni del paziente);
  • L'insufficienza pancreatica esocrina ed endocrina sono complicazioni del periodo tardivo. Queste complicanze possono essere corrette con successo mediante l'uso della terapia farmacologica..

previsione

Durante la rianimazione, la probabilità di morte è del 50%. Quando si rifiuta il trattamento, la maggior parte dei pazienti muore.

Cause di morte

La morte improvvisa e improvvisa di un paziente si verifica a causa dell'influenza dei seguenti fattori:

  • sepsi, accompagnata da insufficienza multipla di organi;
  • shock tossico infettivo;
  • cambiamenti irreversibili nella struttura del tessuto ghiandolare;
  • morte totale dei tessuti;
  • cambiamenti reattivi nel tratto digestivo.

Il paziente muore all'istante o entro le prime ore dopo l'inizio di un attacco.


Per prevenire l'insorgenza della malattia, è necessario condurre uno stile di vita sano.

Il risultato clinico è difficile da prevedere, poiché la dinamica positiva della necrosi pancreatica dipende da molti fattori. In generale, se si avverte un attacco acuto di dolore al pancreas, il paziente deve immediatamente consultare un medico, dare il consenso volontario al ricovero. È importante rimanere sotto stretto controllo medico, non auto-medicare e essere diagnosticati in tempo. In questo caso, le possibilità di un lungo periodo di remissione aumentano significativamente..

Durata della dieta

Il paziente dovrà seguire una dieta appositamente prescritta dal medico fino alla fine della sua vita, smettere di fumare, assumere bevande contenenti alcol e cibi grassi.

I medici proibiscono categoricamente di utilizzare qualsiasi metodo di medicina tradizionale nello sviluppo della necrosi pancreatica: questo è pericoloso per la vita del paziente. L'uso di vari decotti comporterà un peggioramento del quadro clinico generale.

Il fumo o l'uso di cibi grassi e bevande alcoliche può portare a una ripetuta esacerbazione della necrosi pancreatica. La ricaduta può anche essere innescata da una patologia sviluppata dell'apparato digerente, ad esempio l'erosione ulcerosa dell'esofago. La bile viene prodotta dove studi per riferimento.

Perché sorge

La necrosi pancreatica emorragica si sviluppa sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  • infiammazione del pancreas, combinata con una violazione del deflusso del succo pancreatico contenente enzimi proteolitici;
  • avvelenando il corpo con prodotti di decomposizione dell'alcool etilico (le persone che consumano alcol forte sono le più sensibili alla malattia);
  • malattia del calcoli biliari, contribuendo al lancio di contenuti pancreatici nei dotti della ghiandola;
  • infezioni acute della cistifellea e del tratto biliare;
  • sindrome tromboemorragica, accompagnata da coagulazione del sangue nei lumi delle vene;
  • danno batterico alla ghiandola e ai tessuti circostanti;
  • uso prolungato di farmaci chemioterapici;
  • esposizione a radiazioni ionizzanti;
  • aggressività autoimmune, accompagnata da danno vascolare emorragico;
  • malattia coronarica, che viola la nutrizione di tutti gli organi e tessuti;
  • lesioni e irritazioni del peritoneo;
  • complicanze degli interventi chirurgici.

Indipendentemente dai fattori che portano alla necrosi pancreatica, il meccanismo di sviluppo della malattia comprende le seguenti fasi:

  1. Irritazione del centro di secrezione acinosa responsabile della produzione di secrezione pancreatica.
  2. Un aumento del livello di enzimi nei tessuti del pancreas ai valori massimi consentiti. Aiuta ad avviare il processo di degradazione cellulare - idrolisi delle proteine.
  3. Violazione dell'integrità delle pareti di vene e arterie. La penetrazione dell'elastasi nel tessuto è accompagnata da emorragia. Simile in medicina si chiama autoaggressione pancreatica..
  4. La distruzione delle proteine ​​sotto l'influenza della pancreatopeptidasi e della tripsina.
  5. Violazione del processo umorale di controllo della produzione di enzimi pancreatici.

Quanti vivono dopo la necrosi pancreatica

Le possibilità di sopravvivenza con una tale patologia come la necrosi pancreatica nella prima settimana non raggiungono più del 40%. La mortalità dovuta a questa malattia è alta..


I medici affermano che le possibilità di sopravvivenza con necrosi pancreatica nella prima settimana non raggiungono più del 40%.

Il danno residuo influisce sull'aspettativa di vita complessiva delle persone che sopravvivono a questa condizione. A causa di danni agli organi, raramente supera più di 10-15 anni. La probabilità di un pieno recupero è estremamente bassa..