Antibiotici pancreatite

Nella maggior parte dei casi, la pancreatite viene trattata con successo con l'aiuto di una dieta speciale e di una terapia farmacologica. Molto spesso abbastanza antispasmodici, enzimi e farmaci antisecretori. Ma circa il 20% dei pazienti soffre di questa malattia in una forma molto grave.

La loro infiammazione progredisce rapidamente, è possibile lo sviluppo di un processo purulento, la diffusione dell'infezione ad altri organi del tratto gastrointestinale. In questo caso, è necessario assumere farmaci antibatterici. Aiutano a prevenire gravi complicanze e riducono il processo infiammatorio. Ma gli antibiotici per la pancreatite possono essere assunti solo come ultima risorsa e come indicato da un medico. Dopotutto, tali farmaci influenzano negativamente la microflora intestinale e hanno molti effetti collaterali..

Quando ne hai bisogno

Gli antibiotici per la pancreatite negli adulti sono usati come ultima risorsa, quando esiste il rischio di infezione. Aiutano a fermare il processo infiammatorio che si diffonde ad altri organi del tratto digestivo. Tali farmaci sono prescritti se il paziente avverte un forte dolore che non può essere alleviato dagli antidolorifici convenzionali, con un aumento della temperatura e anche se si sospetta lo sviluppo di un'infezione batterica.

Il trattamento adeguato della pancreatite con antibiotici aiuta a fermare il processo infiammatorio, impedendogli di diffondersi ad altri organi. Soprattutto spesso sono prescritti per il decorso acuto della malattia. Allo stesso tempo, il processo infiammatorio e la distruzione del tessuto pancreatico spesso portano allo sviluppo della flora batterica. L'uso di antibiotici aiuta a prevenire la peritonite e blocca rapidamente l'infiammazione..

Ma con pancreatite cronica, tali farmaci sono raramente prescritti. Di solito, l'infiammazione in questo caso è asettica, si sviluppa lentamente. Solo a volte è accompagnato da complicazioni. Ai fini profilattici, gli antibiotici non possono essere utilizzati, altrimenti potrebbe svilupparsi una flora batterica resistente a qualsiasi farmaco. Sono prescritti solo in presenza di infezione, con infiammazione della cistifellea, deflusso alterato della bile, rischio di danni ai dotti.

Azione negativa

È molto importante che gli antibiotici per il trattamento della pancreatite siano prescritti da un medico. Oltre al fatto che l'automedicazione spesso termina con effetti collaterali negativi, la scelta sbagliata del farmaco può portare allo sviluppo di resistenza nei batteri. Per questo motivo, il processo infiammatorio progredisce, l'infezione si diffonde, che può essere fatale.

Quando si assumono farmaci antibatterici, possono verificarsi reazioni allergiche. Ma molto spesso danneggiano la mucosa gastrointestinale e portano allo sviluppo di disbiosi. Per questo motivo, dopo gli antibiotici, e talvolta contemporaneamente a prenderli, si consiglia di assumere probiotici. Meglio di tutto, Linex, Hilak Forte, Bifiform, Lactobacterin, Bifidumbacterin. Questi agenti ripristinano la normale microflora intestinale..

Regole di applicazione

La pancreatite è una malattia molto grave che spesso porta a complicazioni pericolose. Pertanto, la terapia deve essere eseguita solo sotto la supervisione di un medico. Dopotutto, la scelta dei farmaci dipende da molti fattori.

Inoltre, l'uso di antibiotici ha alcune caratteristiche:

  • l'efficacia del trattamento dipende dalla tempestività della nomina dei farmaci necessari;
  • devi prendere solo quei farmaci che sono prescritti da un medico, non puoi regolare autonomamente il loro dosaggio;
  • nella pancreatite acuta, è meglio usare antibiotici sotto forma di iniezioni, quindi agiscono più velocemente e non danneggiano la mucosa gastrointestinale;
  • il corso del trattamento il più delle volte è di 1-2 settimane, a seconda della gravità della malattia, se la condizione migliora, non è possibile interrompere il corso senza la raccomandazione di un medico;
  • assicurarsi di seguire il regime terapeutico raccomandato;
  • quando si usano antibiotici in compresse, è necessario berli con acqua pulita;
  • se non si osserva alcun miglioramento entro 3 giorni, sostituire il farmaco.

Droghe comuni

Quali antibiotici sono necessari in ciascun caso possono essere determinati solo da un medico. Non tutti questi farmaci sono ugualmente efficaci proprio sul pancreas. Per interrompere con successo l'infezione, potrebbe essere necessaria una combinazione di diversi farmaci..

Molto spesso, per trattamenti complessi, viene utilizzato metronidazolo. Questo è un farmaco antimicrobico efficace con un ampio spettro di azione, che è più attivo nel tratto gastrointestinale. È meglio combinarlo con fluorochinoloni o cefalosporine..

La scelta del farmaco dipende dalla gravità della patologia, dalla presenza di complicanze. Di solito, nella fase iniziale, sono sufficienti farmaci più deboli, in questo caso vengono prescritti Biseptol, Oletetrin, Bactrim, Tetracycline, Amoxicillin. Nell'infiammazione acuta e nella diffusione dell'infezione, sono necessari farmaci più forti: doxiciclina, kanamicina, ciprolet, ampicillina. Se non aiutano o l'infiammazione non è causata da batteri, ma da altri microrganismi, Sumamed, Abactal o Metronidazole sono prescritti in combinazione con antibiotici ad ampio spettro.

Con esacerbazione

La pancreatite acuta raramente inizia immediatamente con un processo infettivo. Pertanto, i farmaci antibatterici sono generalmente prescritti per 2-3 settimane di malattia. Ma è molto importante iniziare a prenderli il più presto possibile con una forte esacerbazione della patologia con febbre alta e forte dolore. In tali casi, gli antibiotici vengono spesso utilizzati nelle iniezioni: intramuscolare o endovenosa. A volte è necessario iniettare farmaci direttamente nella cavità addominale per prevenire la peritonite.

In decorso cronico

Nella pancreatite cronica, l'uso di antibiotici è raramente necessario. Di solito sono prescritti dopo un esame completo in presenza di infezione o diffusione dell'infiammazione agli organi circostanti. In questo caso, gli antibiotici vengono selezionati individualmente, a seconda dei sintomi manifestati e della gravità della malattia..

Molto spesso, con pancreatite cronica, vengono prescritti i seguenti farmaci:

  • Il cloramfenicolo è efficace per la grave diarrea;
  • Tsiprolet previene il processo purulento e la peritonite;
  • con colecistite, è necessaria l'amoxicillina;
  • Amoxiclav rimuove rapidamente qualsiasi infezione batterica.

pillole

Questa forma di agenti antibatterici viene utilizzata per la malattia moderata, se esiste il rischio di infezione, ma non vi è alcuna complicazione nello stomaco e nell'intestino. Le compresse vengono bevute 1-3 volte al giorno per 5-10 giorni. Assicurati di seguire il regime di dosaggio e trattamento prescritto dal medico. Molto spesso, con pancreatite, vengono prescritti i seguenti farmaci:

  • L'amoxiciclina è un antibiotico ad ampio spettro che è ben assorbito nel tratto digestivo e previene lo sviluppo di complicanze;
  • L'amoxiclav è una combinazione di amoxiciclina con acido clavulanico, i suoi vantaggi includono una buona tolleranza e la necessità di prendere solo 1 volta al giorno;
  • Sumamed o Azithromycin è efficace contro un gran numero di microrganismi;
  • Ciprolet è un farmaco ad ampio spettro efficace nel trattamento dell'infiammazione purulenta..

iniezioni

Nella pancreatite acuta con presenza di infezione batterica, gli antibiotici sono necessari nelle iniezioni. A questi scopi vengono utilizzati farmaci forti, che iniziano ad agire quasi immediatamente dopo la prima iniezione. Il giorno successivo, l'infiammazione si attenua, la temperatura del paziente diminuisce e la salute generale migliora.

  • Cefotaxime o Cefoperazone - efficaci antibiotici ad ampio spettro, hanno proprietà battericide, prevengono le complicanze dopo l'intervento chirurgico;
  • Abactal è spesso usato nell'infiammazione acuta del pancreas, poiché è più attivo nel tratto gastrointestinale, il farmaco è efficace anche quando altri farmaci non hanno funzionato;
  • La vancomicina è usata per infezioni gravi, con sepsi e in caso di inefficacia di altri farmaci;
  • Ceftriaxone distrugge efficacemente la maggior parte dei batteri ed è ben tollerato dai pazienti, quindi può essere utilizzato anche nei bambini;
  • Ampiox o Ampicillin alleviano rapidamente l'infiammazione e facilitano il decorso della patologia.

Tutti i farmaci antibatterici possono essere utilizzati solo come indicato da un medico. Scelte farmacologiche non autorizzate o variazioni del dosaggio possono portare a gravi complicazioni..

Pancreas e antibiotici: infiammazione con farmaci

Sullo sfondo dell'uso incontrollato di antibiotici, esiste una probabilità di sviluppo di pancreatite (farmaco) farmacologica - infiammazione del pancreas dovuta alla terapia. Le sue manifestazioni principali sono dolore e dispepsia.

L'uso di AB può portare alla pancreatite.

Vari metodi sono usati per identificare la malattia. Il suo trattamento consiste nel rifiutare di assumere il medicinale che ha provocato il processo infiammatorio, nonché nel sopprimere l'attività enzimatica del pancreas. La terapia include l'uso di antidolorifici, disintossicazione.

Forma di dosaggio

Le cause

Tale pancreatite è rara. Rappresenta solo il 3% dei casi acuti. A rischio sono i bambini, le persone con infezione da HIV.

Gli antibiotici agiscono sulla ghiandola. Tuttavia, è impossibile affermare con certezza al 100% che l'uso di un determinato farmaco porterà allo sviluppo di un decorso acuto.

I colpevoli della malattia possono essere i seguenti farmaci:

  • antibiotici cefalosporinici e metronidazolo;
  • diuretici;
  • farmaci antiipertensivi;
  • inibitori della pompa protonica;
  • agenti antivirali per il trattamento dell'infezione da HIV;
  • alcune altre medicine.

I fondi di cui sopra hanno un effetto citotossico autoimmune, che determina la loro capacità di danneggiare il pancreas. È impossibile prevedere lo sviluppo della malattia. Si verifica quando si assumono farmaci in dosi normali..

Sintomi

Le manifestazioni dopo l'assunzione di antibiotici sono diverse, determinate dalla gravità della patologia. Di solito c'è un piccolo gonfiore dell'organo con segni clinici insignificanti, tuttavia spesso si sviluppa una variante necrotica della malattia. Di norma, la patologia è acuta.

I sintomi sono simili al quadro clinico di un tipo acuto di malattia. Molto spesso, una persona si lamenta di avere dolore nella parte superiore dell'addome, l'ipocondrio sinistro. La gravità del dolore è diversa: dal disagio al dolore intenso, diminuendo solo con una certa posizione del corpo.

Dolore alla pancreatite

Molti pazienti manifestano dispepsia (nausea, diarrea, vomito). A volte si osservano manifestazioni asteniche: perdita di forza, vertigini, mal di testa.

I sintomi della malattia possono verificarsi sia durante la terapia che dopo il suo completamento, a causa dell'accumulo di sostanze nocive nel corpo. Alcuni farmaci causano danni alcuni mesi dopo la loro cancellazione, altri dopo una singola dose.

Nelle lesioni acute (farmaci), il dolore è localizzato nell'ombelico, ma può diffondersi allo stomaco. Il dolore si irradia alla schiena o alla parte bassa della schiena. Se il paziente assume una posizione orizzontale, il disagio si intensifica.

A causa dell'uso di alcool e cibo, le condizioni del paziente di solito peggiorano. Dopo il vomito, non si verifica sollievo. Questo distingue questo sintomo dalla pancreatite da uno simile che si è sviluppato sullo sfondo di ipertensione o intossicazione alimentare..

Per il dolore, altri segni di pancreatite, dovresti consultare un medico il prima possibile. Per alleviare le tue condizioni, puoi temporaneamente rifiutare di prendere acqua e cibo e mettere una bolla di ghiaccio sulla zona del corpo dove si osserva il dolore. Si consiglia di assumere una posizione forzata, sollevandosi su ginocchia e gomiti. Le ginocchia sono meglio premute sul petto.

Diagnostica

Identificare una lesione medica non è un compito facile. Ciò è dovuto al fatto che gli intervalli di tempo durante i quali si sviluppa la malattia sono diversi. Inoltre, non ci sono segni specifici che indicano la natura dell'infiammazione del pancreas..

Il paziente deve trasferire al gastroenterologo i fondi che ha preso prima della malattia. Ciò consentirà allo specialista di capire se si è verificato un effetto di antibiotici sul pancreas. È importante escludere danni agli organi dall'abuso di alcol e dalla malattia dei calcoli biliari..

L'abolizione del farmaco, che ha provocato lo sviluppo del processo infiammatorio, porta a un miglioramento della condizione.

La diagnostica di laboratorio prevede la determinazione del livello di proteina C reattiva, che non aumenta tanto con la forma del farmaco quanto con la varietà acuta di una malattia di diversa origine.

Se la patologia è di natura medicinale, nell'analisi clinica della leucocitosi ematica si osserva un aumento della velocità di eritrosedimentazione. Nella biochimica del sangue, c'è un aumento della quantità di amilasi, LDH e G-GTP, a volte glucosio. Non ci sono segni inerenti solo alla pancreatite da farmaco sugli ultrasuoni, si osservano solo i sintomi generali del processo infiammatorio.

Trattamento di forma di dosaggio

Se il pancreas avverte dolore dopo agenti antibatterici, si consiglia di consultare un gastroenterologo per la nomina di un regime di trattamento. Il medico selezionerà i farmaci in base all'analisi del paziente e alle caratteristiche del farmaco.

Nei casi più gravi, il trattamento viene eseguito in regime di ricovero. Si raccomanda al paziente di aderire alla dieta "Tabella n. 5". Naturalmente, il farmaco che ha portato allo sviluppo della pancreatite viene annullato.

Per la pancreatite, la dieta consigliata è "Tabella n. 5"

La terapia conservativa prevede l'uso di analgesici e disintossicazione. Per prevenire lo sviluppo di complicanze, si raccomandano farmaci antibatterici. Al paziente vengono mostrati antispasmodici, miscela di glucosio-novocaina, farmaci antiallergici e somministrazione endovenosa di aprotinina.

Per alleviare il dolore nella pancreatite emorragica, viene prescritto promedol. Con la tossiemia pancreatogenica massiccia, vengono praticati metodi di emocorrezione extracorporea..

Se il trattamento conservativo è inefficace e il paziente soffre di pancreatite da farmaco necrotico-emorragico, viene eseguito un intervento chirurgico. La rimozione radicale o la resezione dell'organo interessato vengono eseguite in casi estremi..

Molto spesso, la pancreatite da farmaco procede in una forma lieve e viene trattata con successo. Pertanto, quasi sempre la malattia ha una prognosi favorevole. Con una grave forma necrotica-emorragica di patologia, la prognosi è grave.

Trattamento antibiotico pancreatico

Gli antibiotici per la pancreatite sono di solito prescritti nella forma acuta della malattia, in una grave condizione del paziente e ad alto rischio di morte a causa dello sviluppo di reazioni infiammatorie incontrollate e necrosi del tessuto pancreatico (pancreas). Le indicazioni per il loro uso sono per prevenire lo sviluppo di complicazioni purulente, necrosi pancreatica infetta, peritonite, sepsi e il loro trattamento, se si verificano.

Vengono utilizzati farmaci antibatterici ad ampio spettro che sono attivi contro i patogeni anaerobici gram-negativi e gram-positivi. I requisiti importanti nella scelta di un farmaco includono la capacità del principio attivo di penetrare bene nel tessuto pancreatico e di accumularsi in alte concentrazioni che inibiscono la crescita e la riproduzione della microflora patogena. I principali agenti causali dell'infezione batterica sono Escherichia coli, Proteus, Clostridia che vivono nell'intestino.

A scopo preventivo e terapeutico, il risultato è l'uso dei seguenti gruppi di farmaci:

  • penicilline (piperacillina, ampicillina, meslocillina);
  • cefalosporine (ceftisoxima, cefotaxima, ceftazidima);
  • fluorochinoloni (ofloxacin, pefloxacin);
  • carbapenemi (imipenem, meropenem, thienam);
  • derivati ​​dell'imidazolo (metronidazolo).

Con la pancreatite, gli antibiotici sono prescritti in forma iniettabile, principalmente per via endovenosa.

In alcuni casi, i farmaci antibatterici possono anche essere utilizzati nella forma cronica del processo infiammatorio nel pancreas. Le indicazioni sono il periodo di esacerbazioni e una combinazione di pancreatite con colecistite, colangite, peripancreatite. Vengono utilizzati antibiotici di penicillina (Amoxicillina, Augmentin, Ampioks) e cefalosporina (Cefuroxime, Cefoperazone, Cefixime). Per scegliere la medicina più adatta, è consigliabile condurre un'analisi batteriologica del contenuto del duodeno (bile, secrezione pancreatica) e determinare la sensibilità del patogeno rilevato a vari farmaci antibatterici.

L'uso di antibiotici per la pancreatite concomitante

Il trattamento di tali lesioni come infezioni batteriche degli organi ENT, bronchite grave, polmonite, organi del sistema genito-urinario, tratto gastrointestinale, pelle, ecc. Spesso non è privo di droghe. È possibile berlo in pazienti con infiammazione del pancreas e quali potrebbero essere le conseguenze?

La pancreatite non è inclusa nell'elenco delle controindicazioni agli agenti antibatterici, quindi possono essere incluse nel trattamento delle malattie infettive di vari organi che si verificano sullo sfondo di un processo infiammatorio cronico nel pancreas. Tuttavia, quando li prescrivono, è necessario prestare attenzione e assumere i farmaci solo in base alle indicazioni che il medico determina. Secondo le statistiche, nel 3% dei casi, la causa dello sviluppo di un'acuta o esacerbazione della forma cronica della patologia sono i farmaci (pancreatite farmacologica), tra i quali ci sono antibiotici. Questi includono ceftriaxone, eritromicina, ampicillina, rifampicina, tetraciclina, metronidazolo, nitrofurantoina, a base di isoniazide.

Trattamento della pancreatite con antibiotici

La nomina di antibiotici per pancreatite è associata a una combinazione di infiammazione causata dal rilascio di enzimi eccessivi che sciolgono il tessuto, con un'infezione attaccata dall'intestino, cistifellea.

Allo stesso tempo, il rischio di infezione aumenta in modo significativo e la pancreatite è complicata da uno stato settico, peritonite, ascesso retroperitoneale o flemmone. In ogni quinto caso si osserva un grave decorso dell'infiammazione del pancreas. Solo un medico può determinare quale farmaco deve essere assunto in un caso particolare.

Quando gli antimicrobici sono appropriati?

I farmaci antibatterici devono essere trattati con la dovuta attenzione in relazione ai probabili effetti collaterali, l'inibizione della flora intestinale. Pertanto, ci devono essere chiare indicazioni per la prescrizione di antibiotici. Questi includono:

  • ottenere durante l'esame di dati innegabili sul processo infiammatorio nei tessuti ghiandolari, negli organi vicini (colecistite), nell'intestino;
  • ristagno della bile, discinesia della cistifellea e dei dotti;
  • il rischio di diffusione di infezioni e complicanze batteriche, che aumenta in presenza di colangite, cisti nel corpo della ghiandola, necrosi pancreatica;
  • sospetto di rottura del dotto principale nel tessuto ghiandolare;
  • la comparsa di segni di peripancreatite (infiammazione nei tessuti circostanti).

Al momento è vietato l'uso di antibiotici a scopo preventivo..
Il pancreas è collegato dalla circolazione sanguigna con gli organi vicini, l'infezione può diffondersi per contatto attraverso il dotto comune, i dotti biliari

Vantaggi e svantaggi degli antibiotici

La selezione di antibiotici richiede la conoscenza del meccanismo d'azione. È impossibile sopprimere la flora patogena da altri farmaci. Il tempo perso porterà un paziente con pancreatite acuta a necrosi e morte per grave intossicazione, che è quasi impossibile far fronte ad altri farmaci.

Le manifestazioni negative includono:

  • la possibilità di sviluppare ipersensibilità con manifestazioni allergiche (eruzione cutanea, prurito, gonfiore del viso, naso che cola, attacco d'asma);
  • effetti tossici sul fegato e sui reni quando il dosaggio viene superato, mentre il paziente sta assumendo bevande alcoliche;
  • aumento indesiderato dell'azione di altri medicinali assunti dal paziente (ad esempio fluidificanti del sangue);
  • vertigini, nausea, perdita dell'udito sono spesso causati dall'azione di antibiotici sull'apparato vestibolare del cervello;
  • lo squilibrio nella flora intestinale porta alla necessità di assumere probiotici e farmaci prebiotici per ripristinare la digestione dopo un ciclo di antibiotici.

Gli antibiotici sono un tipo speciale di farmaco. Sono ottenuti da materie prime naturali o sintetiche. Agire sui microrganismi viventi. Le diverse classi differiscono nel meccanismo di influenza. I farmaci più potenti uccidono i microbi patogeni..

Altri violano il metabolismo, la costruzione delle membrane cellulari e quindi disorganizzano il metabolismo in modo da creare condizioni inaccettabili per la vita del microbo.

Sfortunatamente, i farmaci possono anche influenzare la microflora desiderata, le cellule del sistema nervoso, il fegato e i reni. Le sostanze tossiche impediscono il funzionamento degli organi interni di una persona, causano avvelenamento e richiedono un'ulteriore purificazione del corpo.

Gli svantaggi del trattamento antibiotico comprendono la capacità di causare resistenza della flora patogena. Piuttosto, si tratta di dipendenza da microrganismi, ma di conseguenza intere classi vengono perse da possibili droghe. Il problema della resistenza viene studiato dagli scienziati di tutto il mondo..

Come altri medicinali, gli antibiotici possono causare una reazione allergica in un singolo paziente. Con un'alta frequenza di allergenicità, i farmaci sono esclusi dalla pratica.


Prima di usare un antibiotico, è necessario testare la sensibilità per prevenire possibili allergie.

Regole per l'uso di antibiotici

Il trattamento della pancreatite con antibiotici viene effettuato secondo le regole generali della terapia. Se non ci sono dati sui microrganismi che hanno causato il processo infiammatorio, vengono prescritti farmaci ad ampio spettro. Al ricevimento della conclusione, il serbatoio di analisi per la flora utilizza l'antibiotico ad azione ottimale.

Prima dell'uso, viene effettuato un test intradermico per identificare l'ipersensibilità del corpo e prevenire una reazione allergica. Il dosaggio viene calcolato in base al peso e all'età del paziente..

Gli antibiotici per pancreatite negli adulti e nei bambini sono prescritti in un ciclo di 7-10 giorni, accorciando o allungando in modo indipendente la durata del trattamento, i pazienti causano danni irreparabili al loro corpo, poiché si perde la sensibilità al farmaco scelto.

È necessario tenere conto della corrispondenza del modulo di somministrazione con le condizioni del paziente, nei casi più gravi, si raccomanda solo il metodo di iniezione (per via intramuscolare e endovenosa) a causa di vomito, basso assorbimento intestinale, i pazienti bevono compresse con miglioramento.

La molteplicità dei ricevimenti è dovuta alla necessità di mantenere un dosaggio terapeutico sufficiente e costante nel corpo, quindi il medico si concentra sui dati sulla velocità di accumulo ed escrezione. Si tiene conto del principio dell'interazione farmacologica, dell'amplificazione o della direzione opposta dell'influenza.

Non usare antibiotici che hanno un alto effetto tossico sul fegato, sui reni. I farmaci antibatterici sono utilizzati in un regime di trattamento completo..

Il medico può giudicare la presenza di una complicazione infettiva da un aumento della temperatura nel paziente, un aumento del dolore.
La somministrazione di diversi farmaci deve essere controllata dal loro effetto combinato.

Antibiotici per pancreatite acuta

I cambiamenti patologici nella pancreatite acuta iniziano con il ristagno del segreto, contenente potenti enzimi all'interno del tessuto ghiandolare e lo sviluppo di auto-digestione dell'organo. In risposta, le cellule immunitarie si accumulano nel peritoneo, fornendo infiammazione asettica (senza la partecipazione di microbi) per delimitare il processo.

Esame del pancreas

Ma i microrganismi condizionatamente patogeni (Escherichia coli) situati nell'intestino, sfruttando il caso di un indebolimento delle proprietà protettive, si trasformano in agenti causali gravi di infiammazione infettiva e complicano il decorso della pancreatite.

Il corpo umano richiede ulteriori sforzi per la lotta, che non ha. In questa situazione, solo gli agenti antibatterici possono aiutare. Vengono utilizzati farmaci ad ampio spettro. Sono somministrati per via endovenosa e intraperitoneale..

Nel processo acuto, l'efficacia del trattamento e l'esito della malattia dipendono in gran parte dall'avvio del trattamento antibiotico. L'uso ritardato minaccia la vita del paziente.

A cosa servono gli antibiotici nella pancreatite cronica?

La pancreatite cronica è meno grave, ma ogni esacerbazione è accompagnata da una maggiore attività della microflora patogena e cattura nuove aree del pancreas. Allo stesso tempo, la cistifellea, i dotti, il duodeno, lo stomaco, il fegato sono coinvolti nel processo infiammatorio.

I tessuti circostanti sono i primi ad essere colpiti (peripancreatite). In tali casi, è necessario prevedere una contrazione attiva ai microrganismi..

I farmaci sono prescritti nella fase acuta:

  • Ampiox,
  • Augmentin,
  • amoxicillina,
  • amoxiclav,
  • cloramfenicolo,
  • Cefoperazone,
  • Cefuroxime,
  • Cefixime.

L'efficienza è giudicata dalla normalizzazione della temperatura, dall'assenza di dolore, dal ripristino delle feci. Prima dell'uso, è consigliabile isolare l'agente patogeno più significativo o la microflora mista con il metodo batteriologico per selezionare l'antibiotico ottimale. Semina di bile, succo gastrico. Assicurati di confermare la sensibilità del farmaco.


Se non ci sono dati per l'attaccamento dell'infiammazione infettiva, allora la prescrizione di antibiotici non ha senso, il trattamento viene effettuato con enzimi e altri farmaci

Caratteristiche degli antibiotici più utilizzati

La scelta della forma (compresse o iniezioni) è determinata dalla gravità delle condizioni del paziente. Altre caratteristiche sono prese in considerazione con la prescrizione individuale del farmaco. Nell'infiammazione acuta vengono utilizzati gli antibiotici più potenti..

Cefotaxime è una cefalosporina semisintetica di terza generazione, è disponibile solo in flaconcini in polvere per ricostituzione e somministrazione per via intramuscolare o endovenosa, l'effetto inizia dopo 30 minuti e dura 12 ore, distrugge i batteri, bloccando i sistemi enzimatici vitali, ha un effetto negativo sulla coagulabilità del sangue, quindi è controindicato con una tendenza al sanguinamento.

La doxiciclina - prodotta in compresse, capsule e fiale, inibisce la sintesi proteica nei batteri, appartiene al gruppo delle tetracicline, è più attiva e ha meno danni alla normale flora intestinale, migliora l'effetto tossico sul fegato, quindi non viene utilizzata per manifestazioni di insufficienza epatica, provoca effetti collaterali con compromissione udito, visione, sistema nervoso.

Ceftriaxone - è disponibile solo per iniezione, in quanto Cefotaxime appartiene al gruppo delle cefalosporine semisintetiche di terza generazione, tra gli effetti negativi va considerato l'effetto sull'ematopoiesi (sintesi delle cellule del sangue), aumento della deposizione di sali nella bile, infiammazione dell'intestino.

Ampioks - è disponibile in capsule e flaconcini per iniezione, il principio attivo è una combinazione di ampicillina e oxacillina, è un membro del gruppo della penicillina, quindi ha un effetto negativo sulla formazione del sangue, migliora l'effetto degli anticoagulanti.


In combinazione con i diuretici, le proprietà negative sono più pronunciate

Tutti questi farmaci sono controindicati in gravidanza, l'allattamento, non sono prescritti per i piccoli pazienti. È usato secondo indicazioni urgenti, ma dopo il trattamento richiederà il ripristino della digestione intestinale.

Tra le compresse gli antibiotici usati nella pancreatite cronica possono essere considerati efficaci. L'azitromicina è un derivato sintetico dell'eritromicina che inibisce la sintesi proteica in vari tipi di cellule batteriche. Tuttavia, può causare nausea, vomito, visione alterata, inibizione della produzione di linfociti nel sangue. Dopo l'interruzione, rimane nel sangue del paziente per altri 5-7 giorni.

Abattale: il farmaco appartiene al gruppo dei fluorochinoloni, agisce sul DNA dei microrganismi, ha una vasta gamma di lesioni. Si presta attenzione ai pazienti con malattia cerebrovascolare aterosclerotica, accidente cerebrovascolare, sindrome epilettica, insufficienza renale ed epatica, è controindicato nei pazienti di età inferiore ai 18 anni, con anemia emolitica.

Sumamed - il componente attivo del farmaco è l'azitromicina diidrato, rispettivamente, tutte le proprietà sono preservate e migliorate, i bambini vengono prescritti dopo 12 anni, a seconda del peso, il dosaggio è accuratamente selezionato per i pazienti con aritmie, insufficienza cardiaca, miastenia.

Ciprolet A - è una combinazione di Tinidazole e Ciprofloxacin. È indicato per le infezioni miste. Prudentemente prescritto per aterosclerosi dei vasi cerebrali negli anziani, malattia mentale, epilessia. Controindicato in porfiria acuta, malattie del sangue, di età inferiore ai 18 anni, in gravidanza.

Come proteggersi dagli effetti negativi degli antibiotici?

Per eliminare gli effetti negativi degli antibiotici sull'intestino, si raccomanda di combinare il trattamento con l'uso di farmaci contenenti batteri benefici (probiotici). Questi includono:

  • Bifidumbacterin,
  • Bifiform,
  • Lattobatterino,
  • Linex,
  • Acipol,
  • Holastarm.

Le medicine con un effetto prebiotico non contengono i microrganismi stessi, ma ne migliorano l'assorbimento, l'alimentazione e la riproduzione nell'ambiente intestinale. Pertanto, allo stesso tempo, ai pazienti viene raccomandato un ciclo di Maxilac, Lb17, Multidophilus plus.


Batteri probiotici benefici forniti di energia attraverso i prebiotici

La dieta prescritta per la pancreatite consente anche di proteggere al massimo gli organi dagli effetti negativi degli antibiotici. Il processo acuto richiede un digiuno a breve termine (1-3 giorni) con l'assunzione di solo un decotto di rosa canina, acqua minerale senza gas. Quindi, entro una settimana, al paziente è consentito:

  • purè di cereali liquidi sull'acqua;
  • cracker bianchi secchi;
  • gelatina liquida;
  • brodo di riso o avena;
  • purè di patate liquido senza olio.

In futuro, i piatti di carne a base di carne cotta e arrotolata, zuppe di verdure e burro vengono rigorosamente dosati. Il cibo per un paziente con pancreatite cronica spesso elimina i farmaci.

Il passaggio a una dieta rigorosa con aumento del dolore aiuta a scaricare il pancreas e prevenire l'infiammazione. La terapia antibiotica è un'area di trattamento non sicura. Pertanto, l'assunzione di droghe deve essere trattata con cura, tenendo conto delle controindicazioni e della convenienza.