Rimozione del pancreas

Il pancreas è un organo importante che è responsabile della digestione del cibo e del metabolismo. Senza di esso, il corpo umano non può funzionare normalmente. Tuttavia, ci sono alcune malattie che richiedono l'immediata rimozione della ghiandola, poiché solo in questo modo è possibile salvare la vita di una persona. E in quali situazioni il pancreas viene rimosso e come cambia la vita del paziente dopo, lo scoprirai ora.

Funzioni corporee

Il pancreas è impegnato nella sintesi di enzimi necessari per il normale corso dei processi digestivi. Forniscono la scomposizione di proteine, grassi e carboidrati e contribuiscono anche alla formazione di un nodulo alimentare, che quindi penetra nell'intestino. Se c'è un malfunzionamento nel pancreas, tutti questi processi sono interrotti e sorgono gravi problemi di salute..

Ma oltre agli enzimi digestivi, il pancreas produce ormoni, il principale dei quali è l'insulina, che controlla il livello di glucosio nel sangue. La sua carenza diventa la causa dello sviluppo del diabete mellito, che, sfortunatamente, non è suscettibile di trattamento e richiede al paziente di assumere costantemente farmaci, che influisce negativamente anche sul funzionamento generale del corpo. E il paziente non può farne a meno, poiché un brusco salto di zucchero nel sangue può portare a morte improvvisa.

Poiché questo organo è così importante per il corpo umano, rimuovono il pancreas? Le persone con pancreatite sono per lo più trattate con farmaci. Ma questa malattia è provocatrice di patologie più gravi, come la formazione di tumori maligni sulla superficie della ghiandola, le cisti, i calcoli nei dotti o lo sviluppo della necrosi. In tutti questi casi, la chirurgia è l'unico trattamento corretto. Tuttavia, i medici non hanno fretta di ricorrere ad esso, poiché il pancreas è un organo importante nel corpo umano ed è quasi impossibile prevedere le conseguenze che potrebbero verificarsi dopo la sua rimozione.

Anche se durante l'operazione è pianificata una resezione parziale della ghiandola, ciò non garantisce al 100% che l'infiammazione non si ripresenti. Se stiamo parlando di cancro al pancreas, in questo caso le possibilità di una cura completa dopo l'intervento sono solo del 20%, soprattutto se la malattia ha colpito gli organi vicini.

Indicazioni per la rimozione

Rimuovere il pancreas con lo sviluppo delle seguenti malattie:

  • pancreatite acuta complicata da necrosi;
  • oncologia;
  • cisti;
  • deposizione di pietre nei condotti della ghiandola;
  • necrosi pancreatica;
  • ascesso;
  • emorragia all'interno della cisti.

Elimina metodo

Per la resezione parziale o completa del pancreas, viene utilizzato un metodo come la pancreatectomia. Se è necessario rimuovere completamente l'organo, l'operazione viene eseguita in modo laparatomico, cioè l'accesso alla ghiandola interessata si ottiene attraverso un'incisione nella cavità addominale. Dopo aver eseguito tutte le misure, il sito di incisione viene cucito o fissato con parentesi graffe..

A volte durante tale operazione, i tubi di drenaggio sono installati nella cavità addominale, che consente di rimuovere il fluido che si accumula nell'area di lavoro del chirurgo. In alcuni casi, i medici installano anche tubi di drenaggio nell'intestino. Di norma, questo viene fatto solo quando è necessario il potere percepito.

Se la ghiandola non viene completamente rimossa (solo una parte di essa), la pancreatectomia può essere eseguita con il metodo laparoscopico: l'accesso all'organo si ottiene attraverso le forature della cavità addominale introducendo nella cavità addominale uno speciale dispositivo dotato di una fotocamera che consente di monitorare tutte le azioni che si svolgono sul monitor del computer. Tale operazione è meno traumatica e richiede un periodo di riabilitazione più breve. Ma, sfortunatamente, non in tutti i casi è possibile utilizzare questo metodo di intervento chirurgico.

Durante l'operazione, non solo è possibile rimuovere il pancreas, ma anche altri organi situati vicino ad esso, ad esempio:

  • cistifellea;
  • milza;
  • parte superiore dello stomaco.

Durante l'operazione e dopo, c'è un'alta probabilità di gravi complicazioni. In questo caso, si dice non solo della possibilità di sviluppare infiammazione o infezione, ma anche dell'ulteriore lavoro dell'intero organismo. Infatti, più recentemente, le operazioni durante le quali è stata eseguita una completa rimozione della ghiandola non sono state eseguite nella pratica medica, poiché si credeva che senza questo organo la gente non potesse vivere nemmeno un anno.

Tuttavia, oggi la situazione è completamente cambiata e la prognosi dopo tali operazioni è favorevole, ma solo se vengono osservate tutte le prescrizioni del medico. Come si riprenderà il corpo durante il periodo di riabilitazione e per quanto tempo una persona può sopravvivere dopo questo dipende da diversi fattori:

  • peso del paziente (le persone in sovrappeso guariscono più duramente dopo l'intervento chirurgico e vivono di meno);
  • età del paziente;
  • nutrizione;
  • la presenza di cattive abitudini in una persona;
  • stato del sistema cardiovascolare;
  • altri problemi di salute del paziente.

Una persona può vivere senza un pancreas? Ovviamente! Ma si dovrebbe capire che più fattori negativi influenzano il corpo, maggiore è la probabilità che dopo l'operazione ci saranno complicazioni che possono portare a una riduzione dell'aspettativa di vita. Dopo la rimozione del pancreas, puoi vivere per sempre felici e contenti solo se mantieni uno stile di vita sano e segui tutte le raccomandazioni del medico.

Periodo di riabilitazione

La vita dopo la rimozione del pancreas in una persona cambia radicalmente. Anche se è stata rimossa solo la coda dell'organo o la sua altra parte e l'operazione stessa è andata senza complicazioni, il paziente avrà bisogno di molto tempo ed energia per recuperare completamente.

Se il pancreas viene rimosso, il paziente dovrà seguire una dieta rigorosa, assumere farmaci speciali e utilizzare iniezioni di insulina per garantire il controllo della glicemia.

Molti pazienti lamentano a lungo di avere dolore nell'area operata e i dolori sono pronunciati. E per minimizzarli, i medici, di norma, prescrivono antidolorifici come terapia aggiuntiva. Il recupero completo del corpo dopo un intervento chirurgico al pancreas dura circa 10-12 mesi.

Possibili conseguenze nel periodo postoperatorio

Le conseguenze della rimozione del pancreas possono essere diverse. Qualsiasi intervento chirurgico ha alti rischi di sviluppare processi infiammatori o infettivi nei tessuti del corpo nel periodo postoperatorio. E per evitarli, prima dell'operazione e dopo il medico prescrive un ciclo di antibiotici. Se il paziente li prende rigorosamente secondo il programma prescritto, i rischi di tali complicanze vengono ridotti più volte.

Dopo la rimozione della ghiandola, il diabete si sviluppa, perché dopo l'operazione, il corpo ha una carenza acuta di insulina, motivo per cui una persona è costretta a iniettare costantemente insulina. Se li salti o li usi in modo errato, questo è anche carico di varie conseguenze, tra cui c'è un coma ipo e iperglicemico.

Inoltre, anche la rimozione di una piccola parte del pancreas interrompe le sue funzioni esocrine responsabili della digestione. Pertanto, il paziente dovrà anche assumere costantemente preparati enzimatici (sono prescritti individualmente).

Nutrizione dopo l'intervento chirurgico

Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere il pancreas, viene prescritta una dieta rigorosa a tutti i pazienti senza eccezioni. Devi attenersi ad esso tutto il tempo. Dalla dieta una volta per tutte rimosse:

  • piatti fritti e grassi;
  • carni affumicate;
  • sottaceti;
  • Farina;
  • spezie;
  • cibo in scatola;
  • prodotti semi-finiti;
  • salsicce;
  • piatti e salse piccanti;
  • bevande gassate e alcoliche;
  • cioccolato;
  • cacao;
  • fagiolo.

Nella dieta quotidiana del paziente, devono esserci carne e pesce di varietà a basso contenuto di grassi. Tuttavia, non puoi usarli con la pelle. Inoltre, ogni giorno ha bisogno di mangiare latticini e prodotti lattiero-caseari (il contenuto di grassi in essi non dovrebbe essere superiore al 2,5%).

È necessario mangiare cibo secondo determinate regole:

  • i primi 3-4 mesi dopo l'operazione, deve essere frantumato in una consistenza di purea;
  • devi mangiare in piccole porzioni almeno 5 volte al giorno;
  • 30-40 minuti prima di un pasto, deve essere somministrata un'iniezione di insulina (solo se viene utilizzata insulina ad azione breve) e una preparazione enzimatica deve essere presa durante i pasti;
  • il cibo dovrebbe essere caldo, i piatti caldi e freddi sono vietati;
  • l'ultimo pasto dovrebbe essere 2-3 ore prima di coricarsi.

Se segui rigorosamente una dieta e usi tempestivamente le medicine prescritte dal tuo medico, puoi vivere una vita lunga e felice anche dopo che il pancreas è stato completamente rimosso. Se si trascurano le raccomandazioni del medico, questo può portare a gravi conseguenze e ridurre significativamente l'aspettativa di vita.

Metodi e conseguenze dopo la rimozione del pancreas

La rimozione di qualsiasi organo, in particolare il pancreas, è l'ultimo metodo utilizzato. Ciò è determinato dall'importante ruolo della ghiandola nel corpo e dallo sviluppo di gravi complicanze. Il pancreas è l'unico organo che svolge due funzioni vitali: escretore e increzione. Anche con la sua resezione incompleta, la condizione umana è significativamente compromessa, la qualità della vita è ridotta.

Pancreatectomia - un metodo per rimuovere il pancreas

La pancreatectomia è la rimozione del pancreas. Viene eseguito con una grave patologia potenzialmente letale, quando tutti i possibili metodi di terapia conservativa non hanno avuto successo. In tali casi, vengono eseguiti i seguenti tipi di resezione:

  • totale: la ghiandola viene completamente rimossa insieme agli organi adiacenti (milza, parte dello stomaco e dell'intestino tenue, cistifellea),
  • parziale - a seguito del trattamento chirurgico, è necessario rimuovere solo la testa o la coda.

L'operazione viene schematicamente eseguita secondo il seguente algoritmo: viene praticata un'incisione nella proiezione del pancreas, parte o tutto il quale, insieme agli organi digestivi adiacenti danneggiati, viene rimosso, l'incisione viene suturata e fissata con noduli o parentesi graffe. Il trattamento chirurgico è pericoloso a causa della maggiore complessità di manipolazione, traumi e morti frequenti.

Dopo un'operazione riuscita, possono verificarsi complicazioni. Il loro sviluppo è influenzato da:

  • obesità,
  • età,
  • malattie concomitanti,
  • malnutrizione,
  • fumo.

Il periodo di recupero è lungo: ci vogliono molti mesi, a volte un anno. Fin dai primi giorni, può apparire una sensazione spiacevole, che ferirà costantemente nell'ipocondrio sinistro durante l'intera riabilitazione. E c'è anche qualche sintomo astenico (diminuzione dell'appetito, grave debolezza), si sviluppa un'allergia agli alimenti.

Cause e indicazioni per la rimozione di parte del pancreas

I metodi di trattamento radicale per la patologia pancreatica grave sono l'ultima scelta in assenza di effetti positivi dalla terapia nelle fasi precedenti. Qualsiasi grave patologia pancreatica dovuta all'inefficacia del trattamento conservativo è soggetta a intervento chirurgico..

La resezione parziale viene eseguita se vengono trovate le seguenti indicazioni:

  • gonfiore, fistola, cisti, pietra, ascesso,
  • neoplasie maligne in una certa parte di un organo o danno metastatico quando un altro organo è una fonte di cancro,
  • danno tissutale traumatico,
  • peritonite, la cui fonte era l'infiammazione del pancreas,
  • sanguinamento intenso dalle ghiandole della ghiandola,
  • esacerbazione dell'infiammazione cronica nella ghiandola.

La chirurgia viene eseguita se c'è:

  • complicanze dopo colecistectomia (senza bile si verificano disturbi della digestione profonda, che aumentano il carico sulla milza e richiedono restrizioni nutrizionali costanti, errori dietetici causano una patologia pancreatica profonda),
  • disfunzione o completa cessazione dell'attività della milza (c'è necrosi e un urgente bisogno di rimuovere il pancreas interessato, ma anche con la sua assenza, puoi vivere a lungo, conducendo una vita completamente normale),
  • sviluppo del tumore: anche una normale cisti pancreatica, sotto l'influenza di fattori esterni avversi (fumo, alcol, cibo malsano), può trasformarsi in un tumore maligno che necessita di resezione urgente,
  • ingestione di calcolo dalla cistifellea attraverso il dotto comune nel pancreas durante un intervento chirurgico per la malattia del calcoli biliari (è impossibile rimuovere il calcolo dal tessuto pancreatico senza danni significativi, di solito il tessuto pancreatico non viene ripristinato, l'organo deve essere resecato),
  • decorso cronico della pancreatite con frequenti esacerbazioni gravi e prognosi sfavorevole.

Il costo di qualsiasi resezione pianificata, ad esempio cisti pancreatiche, negli ospedali e nei centri medici varia a seconda della posizione territoriale e delle qualifiche degli specialisti operativi.

Rimozione della testa del pancreas

Le statistiche indicano che nell'80% dello sviluppo di un tumore della ghiandola, la sua testa è interessata. Viene chiamato il metodo pancreatoduodenale dell'intervento chirurgico, che viene chiamato dall'autore - la procedura di Whipple. L'operazione viene eseguita in due fasi:

  • Rimozione del frammento interessato e parte degli organi vicini coinvolti nel processo patologico.
  • Ripristino successivo di dotti, cistifellea e tratto digestivo compromessi.

    Viene utilizzato il metodo laparoscopico, viene eseguita un'operazione in anestesia generale..

    Un laparoscopio viene inserito attraverso piccole incisioni, viene esaminata l'area operata, i vasi di alimentazione, il duodeno vengono chiusi e rimossi, i linfonodi regionali vicini vengono rimossi, a volte gli organi adiacenti devono essere parzialmente rimossi.

    Successivamente, viene creata una nuova connessione tra lo stomaco e l'intestino tenue con il corpo del pancreas.

    L'operazione è grave, comporta conseguenze pericolose dopo la rimozione della testa del pancreas:

    • malassorbimento dei nutrienti dovuto alla rimozione di una parte importante dell'organo che sintetizza gli enzimi digestivi,
    • fallimento del metabolismo dei carboidrati con conseguente sviluppo del diabete.

    In caso di rimozione della testa spesso si sviluppano:

    • lesioni di nervi e vasi sanguigni adiacenti alla ghiandola,
    • emorragia,
    • infezioni.

    Quasi sempre si sviluppa pancreatite postoperatoria con grave insufficienza secretoria. Il regime di trattamento raccomandato deve essere seguito per anni. Può consistere nel fatto che è prescritta una somministrazione orale per tutta la vita della terapia sostitutiva, oltre a una dieta speciale per un lungo periodo. Una persona dopo l'intervento chirurgico riceve una disabilità.

    Iniziare l'operazione

    Una resezione isolata della testa pancreatica interessata senza rimozione del duodeno fu sviluppata e introdotta da Beger nel 1972. Durante questa operazione, lo stomaco e il bulbo duodenale strettamente adiacenti alla ghiandola vengono preservati, il che non interferisce con il passaggio del grumo alimentare attraverso il canale digestivo. Viene mantenuta la secrezione gastrropancreatoduodenale dalla cistifellea e dal pancreas attraverso l'intestino tenue.

    Come risultato degli studi, sono stati ottenuti risultati positivi nel periodo postoperatorio, sulla base dei quali il metodo ha ricevuto un buon feedback di esperti e un uso diffuso. Con questa tecnica, un pancreas viene sezionato nell'istmo con il rilascio delle vene mesenterica e portale superiori. Esiste una probabilità di sanguinamento con complicanze esistenti della pancreatite cronica, in particolare con lo sviluppo dell'ipertensione portale regionale. In questi casi, le manipolazioni sulle vene sono pericolose con una grande perdita di sangue..

    Viene anche utilizzata un'opzione di conservazione del duodeno per la resezione della testa senza attraversare il pancreas sulla vena porta - Versione bernese dell'operazione di Beger.

    Rimozione della coda

    Se la parte caudale (caudale) del pancreas è interessata, viene eseguita la pancreatomia distale. Quando si verifica una neoplasia nella coda, che cattura la milza, la sua parte o organo viene completamente rimossa. La milza viene resecata insieme alle navi. In tali situazioni, non si verificano disturbi del metabolismo dei carboidrati e sviluppo del diabete. Il periodo di riabilitazione dura 2-3 settimane.

    In un tumore maligno con localizzazione nella coda e nel corpo del pancreas, viene utilizzata la resezione corporocaudale dell'organo interessato. Tale intervento chirurgico è accompagnato da splenectomia - rimozione della milza.

    Operazione Frey

    La resezione particolare del pancreas con rimozione completa della testa o della coda si riferisce all'operazione Frey sul pancreas, che è un intervento chirurgico più radicale, traumatico e difficile. Viene eseguito raramente e solo in casi gravi, poiché la sua tecnica è particolarmente complessa e non sempre una prognosi favorevole. Questa è una procedura chirurgica cardinale, le cui indicazioni sono:

    • necrosi pancreatica totale e subtotale,
    • lesioni di gran parte della ghiandola,
    • neoplasie maligne con un grande volume di danni ai tessuti d'organo.

    Il corso del periodo postoperatorio dipende dalla scala dell'operazione. Se è stata eseguita una resezione della coda, la prognosi è più favorevole, l'operazione è meglio tollerata dal paziente, non si verificano complicazioni.

    Resezione pancreatica completa

    La rimozione totale della ghiandola è rara e in casi eccezionali. Con qualsiasi, anche la patologia più grave, è preferibile preservare l'organo. Per questo, vengono utilizzati tutti i possibili metodi conservativi:

    • terapia di infusione speciale,
    • trattamento farmacologico,
    • fisioterapia.

    La resezione si riferisce alla categoria di operazioni complesse: per asportare il pancreas, il chirurgo deve essere altamente qualificato ed esperto. Ciò è tecnicamente difficile a causa della vicinanza dell'aorta, dei suoi rami viscerali e degli organi adiacenti strettamente adiacenti che chiudono l'accesso chirurgico. Questi includono:

    • stomaco,
    • duodeno,
    • cistifellea,
    • milza,
    • fegato.

    L'operazione dura 6 ore.

    La rimozione incondizionata del pancreas viene eseguita solo con la sua necrosi, quando è necessario salvare il paziente. Ciò richiede letture rigorose..

    I dettagli dell'operazione

    La specificità delle operazioni è le caratteristiche strutturali della ghiandola:

    • i suoi tessuti si feriscono facilmente e non si riprendono dopo un danno,
    • gli enzimi durante l'intervento chirurgico su una ghiandola danneggiata possono entrare nella cavità addominale e causare necrosi degli organi vicini, peritonite, sviluppo di shock fulminante,
    • Il pancreas è sensibile all'influenza di qualsiasi fattore: sono noti casi di sviluppo di pancreatite a seguito di operazioni su organi distanti dal pancreas,
    • le pareti dell'organo sono deboli, le cuciture su di esse sono fissate in modo irreversibile.

    Il processo di riabilitazione dopo pancreatectomia

    Vivere dopo la rimozione del pancreas e della milza, specialmente all'inizio, è difficile. C'è dolore costante nel sito di cicatrici delle suture e una sensazione di fame: è vietato mangiare nei primi giorni, nel periodo successivo è necessario osservare una dieta rigorosa. Quanto durerà, determinerà il medico.

    Per prevenire le complicanze, viene eseguito un corso di terapia:

    • antibatterico,
    • antinfiammatorio,
    • terapia insulinica.

    Viene prescritto un lungo corso a volte permanente di preparazioni enzimatiche. Il nome, il dosaggio e la durata della somministrazione sono prescritti dal medico, tenendo conto del volume dell'operazione e delle condizioni del paziente. Se viene eseguita una resezione della testa o della coda della ghiandola, la parte rimanente assumerà nel tempo parte delle funzioni. Con la rimozione totale, ci sono problemi con la terapia sostitutiva e la nutrizione.

  • Per 2-3 giorni, il paziente osserva un rigoroso riposo a letto e fame. Solo permesso di bere.
  • Dopo 3 giorni, ti sarà permesso di sederti, in futuro: alzarti dal letto, fare brevi passeggiate con il supporto. La camminata e il movimento sono necessari in una fase iniziale per prevenire la formazione di aderenze nella cavità addominale.
  • Dopo 8-10 giorni, la ferita guarisce, le suture vengono rimosse, il paziente viene dimesso dall'ospedale. A seconda del volume rimosso del tessuto ghiandolare e delle dimensioni dell'intervento, il paziente può essere in congedo per malattia per altri 10-20 giorni, dopo di che si verifica una dimissione al lavoro.

    Dieta dopo la rimozione del pancreas

    Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere il pancreas, una persona vive con una dieta a vita. Per esistere, devi rendere una dieta uno stile di vita. I principi inalienabili della nutrizione sono la conformità:

    • molteplicità,
    • frammentazione,
    • assunzione di soli alimenti consentiti o consentiti e un rifiuto categorico di alimenti vietati (è necessario essere in grado di utilizzare una tabella speciale che indichi il contenuto calorico e gli elenchi degli alimenti consentiti per redigere il menu giusto e calcolare il suo valore calorico).

    Dopo l'operazione, è importante:

  • alto contenuto proteico negli alimenti (è coinvolto nel ripristino delle membrane cellulari e nella guarigione dei tessuti),
  • restrizione di carboidrati (a causa della ridotta funzionalità endocrina del pancreas associata alla produzione di insulina),
  • il divieto dei grassi (nel processo di recupero è consentito un leggero consumo di burro e olio vegetale).

    Sono vietati cibi fritti, piccanti, in salamoia e salati.

    Prime complicazioni dopo l'intervento chirurgico

    Le complicazioni precoci possono verificarsi immediatamente al momento dell'intervento chirurgico. Questi includono:

    • sviluppato sanguinamento di varia intensità,
    • intersezione di tronchi nervosi,
    • trauma a organi e necrosi strettamente adiacenti a seguito di un danno ai loro enzimi attivi dal pancreas che penetra nella cavità addominale durante l'intervento chirurgico,
    • forte calo della pressione sanguigna come reazione agli anestetici,
    • coma,
    • infezione.

    La probabilità di complicanze è sempre maggiore nelle persone:

    • sovrappeso,
    • tossicodipendenti alcolici,
    • con grave patologia del sistema cardiovascolare.

    Dopo l'operazione, si sviluppa quanto segue:

  • carenza di enzimi,
  • diabete,
  • trombosi,
  • infezione (quando si rimuove la milza).

    Le conseguenze della chirurgia pancreatica

    La prognosi dopo l'operazione sul ferro è ambigua. È aggravato dal ruolo del pancreas nel corpo umano - questo è l'unico organo appartenente a due diversi sistemi:

    Pertanto, nel periodo postoperatorio, la carenza di enzimi e il diabete mellito possono svilupparsi con alta probabilità. Questa è una patologia grave che porta a gravi complicazioni. Le conseguenze che ne conseguono richiedono:

    • una dieta rigorosa, la cui violazione porterà ad un forte deterioramento,
    • uso a lungo termine di farmaci: enzimi e ipoglicemizzanti.

    Può una persona vivere senza un pancreas?

    La medicina moderna ha trovato una soluzione al problema della vita senza pancreas. Nessun organo può sostituire il suo ruolo e le sue funzioni nel corpo. La resezione della ghiandola porterà a un significativo deterioramento dello stato di salute se non vengono seguite le raccomandazioni mediche. Ma puoi condurre uno stile di vita normale, l'unico aspetto negativo è una dieta rigorosa e un uso prolungato dei farmaci prescritti. Nel primo periodo di riabilitazione, potresti aver bisogno dell'aiuto di uno psicologo che ti aiuterà a capire l'intero bisogno di uno stile di vita sano in futuro.

    È importante capire che non ci si può aspettare un'altra esacerbazione, che peggiorerà ulteriormente la situazione. L'esperienza passata dovrebbe, con qualsiasi sospetto di malattia, portare ad un accesso tempestivo alle cure mediche. Non dobbiamo perdere il momento in cui il trattamento può essere completato senza chirurgia e preservare un organo vitale.

    Possibilità e conseguenze della rimozione del pancreas

    Un organo importante situato dietro lo stomaco nella curva del duodeno è responsabile della produzione di diversi ormoni e succo pancreatico, quindi è difficile sopravvalutare l'importanza del pancreas. Anomalie in questo lavoro portano allo sviluppo di una varietà di malattie - diabete, pancreatite, ecc. È anche possibile rilevare neoplasie, quindi rimuovere il pancreas può essere l'unico modo per curare il cancro.

    Il valore del pancreas nel corpo

    Per comprendere la gravità della malattia, le possibili conseguenze della rimozione del pancreas e la vita dopo tale operazione, è necessario conoscere le funzioni dell'organo e le caratteristiche del suo lavoro. Gli enzimi prodotti dalla ghiandola partecipano attivamente alla digestione. Aiutano la scomposizione dei nutrienti e promuovono ulteriormente l'avanzamento del cibo lungo il tratto digestivo. Gli enzimi agiscono sui prodotti in arrivo e li aiutano a digerire. Senza un pancreas, il corpo semplicemente non può assorbirli. Inoltre, questo corpo produce insulina e glicagone, ormoni che regolano la glicemia.

    La malattia più comune associata a questa particolare ghiandola è la pancreatite, che si verifica dopo l'abuso di cibi grassi, alcol e fumo. Il decorso acuto dell'infiammazione può portare alla necessità di un intervento chirurgico. Ma molto spesso, la chirurgia del pancreas viene eseguita quando vengono rilevati tumori, cisti, necrosi - un processo irreversibile di morte di cellule e tessuti.

    Caratteristiche dell'intervento chirurgico

    I chirurghi hanno sempre qualche preoccupazione sulla necessità di operare su questo organo: il pancreas può comportarsi in modo abbastanza imprevedibile. Spesso c'è una complicazione anche durante le operazioni sugli organi vicini - pancreatite acuta. Le ragioni sono diverse, tra le più comuni: è una pietra caduta dalla cistifellea nel condotto.

    Anche i processi infiammatori vengono eliminati con il trattamento medico, ma le malattie protratte possono portare allo sviluppo di neoplasie e il cancro in questo caso richiede un intervento chirurgico pancreatico immediato.

    Rimozione di organi

    Quando viene presa la decisione di rimuovere il pancreas, i chirurghi determinano la possibilità di resezione parziale o è necessario rimuovere completamente l'organo. Questa operazione si chiama pancreatectomia. Potrebbe richiedere la rimozione o la resezione parziale degli organi che si trovano nelle vicinanze. Milza, intestino tenue, linfonodi, bile: tutto può essere infetto o infetto, il che diventa evidente proprio nel processo di intervento chirurgico.

    L'operazione per rimuovere il pancreas è una procedura piuttosto complicata, poiché esiste il rischio di sanguinamento eccessivo, infezione di altri organi, ecc. A rischio sono i pazienti in sovrappeso, con problemi nel lavoro del sistema cardiovascolare, con cattive abitudini. La chirurgia pancreatica nelle persone in età avanzata è ancora più difficile..

    Indicazioni per la chirurgia

    È necessario un intervento chirurgico nella diagnosi di infiammazione purulenta, tumori, cisti e un processo infiammatorio acuto con peritonite. Il pancreas viene rimosso urgentemente per pancreatite necrotica con il rilevamento di un focus purulento.

    La pancreatite acuta non è un'indicazione assoluta per la chirurgia, ma un organo viene rimosso se:

    • inizia la necrosi tissutale;
    • per due giorni di trattamento farmacologico, le condizioni del paziente sono ancora complicate;
    • si sviluppa la peritonite purulenta.

    C'è un urgente bisogno di rimuovere il pancreas con suppurazione della necrosi pancreatica. La mancata esecuzione dell'operazione porta alla morte in quasi il 100% dei casi, poiché la prognosi dello sviluppo di tale malattia è inequivocabile e la domanda è: la pancreatectomia può essere eliminata, in questo caso, il medico non dovrebbe nemmeno chiedere.

    Varietà di operazioni

    A seconda della localizzazione della formazione, delle cisti o delle cellule morte, si distinguono i seguenti tipi di intervento chirurgico:

    • resezione pancreatica distale - un'operazione sul corpo e sulla coda di un organo;
    • necrectomia - eliminazione del tessuto morto;
    • resezione corporocaudale - rimozione di un tumore canceroso sulla coda e sul corpo della ghiandola;
    • pancreatectomia completa - rimozione dell'intero organo;
    • drenaggio di luoghi con suppurazione, ascessi e formazioni;
    • resezione pancreatica.

    operazione

    L'operazione di solito avviene in modo standard: il chirurgo seziona la cavità addominale, rimuove la formazione, suppurazione o tessuto morto, vengono applicati punti. Ma in realtà, tutto non è così semplice come descritto, poiché i medici riferiscono tale interferenza a procedure complesse e pericolose. Rimane un rischio piuttosto elevato di sviluppare complicazioni, perché, di norma, le persone che predicano uno stile di vita sano non hanno bisogno di far funzionare questo organo.

    Complessa è la resezione distale del pancreas, nonché la rimozione della testa dell'organo. In quest'ultimo caso, sia il duodeno, che circonda la ghiandola, sia una parte dello stomaco si prestano alla resezione. Ovviamente, un tale processo, eseguito anche dai chirurghi più esperti, ha le sue conseguenze difficili..

    La vita dopo l'intervento chirurgico

    In precedenza si credeva che fosse impossibile vivere senza un organo come il pancreas, poiché il suo ruolo nel corpo è grande e insostituibile. Ma le medicine moderne possono compensare la mancanza di enzimi e ormoni che questo corpo produce di solito. Indipendentemente dal fatto che il pancreas sia completamente o parzialmente rimosso, la terapia è necessaria fino alla fine della vita, poiché la digestione è impossibile senza tali enzimi e la vita è impossibile senza ormoni, perché il livello di zucchero nel sangue sarà incontrollato, le cui conseguenze sono note.

    Un prerequisito per una vita normale dopo la rimozione degli organi è la nutrizione dietetica per alleviare lo stress su altri organi ed eliminare il sovradosaggio di farmaci. La dieta dovrebbe essere equilibrata e varia, ma sono severamente vietati cibi grassi e piccanti, cibi fritti e in scatola, cibi ricchi di carboidrati e salati.

    Se segui una dieta permanente, dovrai dividere il cibo in 5-6 pasti in piccole porzioni. È inoltre necessario eliminare completamente l'alcool e il fumo. Si consiglia di proteggersi da situazioni stressanti. Solo in questo caso, i medici possono dare speranza per una vita lunga, anche se già non abbastanza sana..

    Resezione del pancreas

    Pubblicato: 15 ottobre 2014 alle 10:28

    La resezione pancreatica è la rimozione di una parte di essa in caso di neoplasie maligne, cisti, danni estesi al corpo, alla testa o alla coda dell'organo. La decisione del medico di rimuovere parte della ghiandola o l'intero organo dipende dalla posizione e dalla diffusione della patologia.

    Tale operazione è molto complessa e altamente traumatica, pertanto le indicazioni per un tale intervento chirurgico sono molto rigide. In questo caso, vengono prese in considerazione le condizioni generali del paziente, la natura della diffusione del tumore, lo stato degli organi su cui verrà operato e i tessuti circostanti. Al fine di prevenire le complicanze dopo la resezione, molti specialisti utilizzano metodi speciali per il trattamento del moncone pancreatico.

    Attualmente, la resezione (Frey, Beger) viene utilizzata nel trattamento chirurgico della pancreatite cronica. Ma queste operazioni sono nella maggior parte dei casi eseguite quando c'è una lesione della testa del pancreas nella pancreatite. Per tali pazienti, lo sviluppo speciale degli interventi di resezione è particolarmente rilevante. Il metodo di resezione proposto da C. Frey è ampiamente utilizzato..

    La resezione pancreatica distale viene eseguita nei casi in cui la coda o il corpo dell'organo sono coperti da infiammazione o tumore. In questo caso, parte della ghiandola viene rimossa e il suo condotto viene suturato a livello di separazione. A volte il chirurgo deve collegare il dotto pancreatico e l'intestino tenue. Tutte le procedure chirurgiche vengono eseguite in modo da non influire sulla milza del paziente. Ma questo non sempre riesce, perché la coda del pancreas e della milza condividono la circolazione sanguigna. Per evitare effetti collaterali negativi dell'operazione, la cistifellea viene solitamente rimossa.

    Le condizioni postoperatorie del paziente dipendono da quale parte del pancreas è stata rimossa. Abbastanza spesso, con resezione distale, si evitano disturbi digestivi e diabete. Se la milza è stata rimossa, c'è un'alta probabilità di trombosi e una diminuzione della resistenza del corpo a varie infezioni.

    Le indicazioni per la resezione distale sono: lesioni e schiacciamento dell'organo, pancreatite cronica con complicanze locali, fistole, tumori, cisti della ghiandola - vera e combinata, danno limitato al parenchima con pancreatite distruttiva, nonché interventi per danni agli organi adiacenti.

    Le conseguenze della resezione pancreatica

    La chirurgia correlata alla resezione del pancreas è un'operazione rischiosa. Prima di effettuare tali manipolazioni, viene effettuato uno studio approfondito delle condizioni generali del paziente, vengono utilizzati numerosi studi strumentali. Tuttavia, nonostante una preparazione così accurata, in alcuni casi, a seguito dell'operazione, si verificano conseguenze abbastanza gravi.

    I più comuni sono: sanguinamento. il verificarsi di infezioni, danni agli organi vicini, nonché terminazioni nervose. Inoltre, gli enzimi pancreatici entrano direttamente in altri organi. Molto spesso, tali effetti si verificano direttamente durante la resezione. Tuttavia, spesso, si verificano anche qualche tempo dopo l'intervento chirurgico.

    Almeno, a seguito dell'operazione, il paziente acquisisce il diabete. Anche nell'elenco dei principali effetti negativi della resezione, l'insufficienza pancreatica, che si manifesta con la produzione di un numero insufficiente di enzimi. Spesso, sullo sfondo di un tale intervento, il paziente inizia ad acquisire un eccesso di peso corporeo, causando obesità.

    Quando viene utilizzata la resezione del pancreas??

    Il pancreas (pancreas, pancreas) è un organo spaiato tubulare-alveolare, che si trova sotto lo stomaco sul lato sinistro nella regione retroperitoneale e ha una forma allungata. Produce succo pancreatico che, attraverso molti canali dell'organo, penetra nell'intestino. Inoltre, produce un ormone come l'insulina. La violazione del lavoro di questo corpo può portare ad alcune malattie, che possono essere controllate solo chirurgicamente.

    In quali casi viene prescritta una resezione pancreatica

    Prima di prescrivere il trattamento chirurgico di varie malattie del pancreas, utilizzare tutti i possibili metodi che non richiedono un intervento chirurgico. Se si sospetta un tumore del cancro, la cui presenza può essere confermata dopo un'accurata diagnosi del pancreas (dopo che è stata eseguita una biopsia pancreatica e il paziente viene testato di conseguenza), viene prescritta una pancreatectomia. Una resezione parziale di questo organo può essere prescritta in caso di:

    • fasi di esacerbazione di una forma cronica di pancreatite
    • danno meccanico al corpo e distruzione della sua integrità (lacrime, schiacciamento)
    • la presenza di neoplasie maligne (carcinoma)
    • formazione di cisti
    • la presenza di fistole
    • alterazioni del tessuto necrotico

    Tipi di chirurgia pancreatica eseguiti frequentemente

    • La resezione pancreatica distale è caratterizzata dalla parziale rimozione del lato sinistro della coda o della parte del corpo dell'organo.
    • L'operazione caudale corporea (resezione) viene utilizzata per un tumore canceroso, che può essere localizzato sia nel corpo dell'organo che nella sua parte caudale. In questo caso, l'intervento è accompagnato da splenectomia (rimozione della milza).
    • Se la neoplasia si rivela inoperabile, ricorrono al trattamento chirurgico palliativo (interventi non radicali che non perseguono l'obiettivo di rimuovere completamente il tumore canceroso).
    • Rimozione della coda e della testa.

    Parti del pancreas

    Qualsiasi intervento chirurgico nel pancreas richiede un'alta qualificazione ed esperienza lavorativa da parte del medico curante, poiché alcuni tipi di interventi chirurgici sono considerati traumatici per il paziente e sono piuttosto difficili (operazione di Freya, gastrectomia combinata).

    Indubbiamente, l'intervento chirurgico dovrebbe mirare alla massima conservazione possibile dell'organo, inclusa la linfoadenectomia parallela (rimozione della fibra con linfonodi e vasi sanguigni).

    Trattamento chirurgico: resezione della testa

    Molto spesso, il tumore può essere localizzato direttamente nella testa dell'organo (pancreas). Se l'educazione è praticabile, il corso dell'operazione può essere diviso in più parti:

    • Resezione della parte interessata, nonché escissione delle aree interessate degli organi adiacenti.
    • Ripristino dell'integrità e delle prestazioni dei condotti, del canale digestivo e della cistifellea.

    L'intervento viene eseguito in anestesia generale e un laparoscopio viene utilizzato per accedere all'organo. Con esso, il medico può esaminare qualitativamente gli organi ed esaminare l'area dell'operazione proposta, durante la quale i vasi che alimentano il pancreas vengono prima bloccati. A seconda del grado di danno d'organo, è possibile rimuovere una parte del duodeno, dei linfonodi o della cistifellea. Dopodiché, durante l'operazione, il chirurgo deve ripristinare il sistema digestivo articolando il pancreas con l'intestino e lo stomaco (ad esempio, utilizzando anastomosi, cioè collegando gli organi).

    Rimozione (resezione) della coda (coda)

    La resezione della coda del pancreas è solitamente accompagnata dalla rimozione della milza. In questo caso, il gruppo corrispondente di navi viene ligato, dopo di che la polpa viene sovrapposta sulla coda e il pancreas danneggiato si interseca. Inoltre, durante l'intervento chirurgico, le legature (suture chirurgiche) vengono applicate sul moncone risultante (nel punto di taglio della coda) e i vasi vengono legati per evitare sanguinamenti eccessivi. Dopo una pancreatotomia parziale distale (dissezione del tessuto), le conseguenze come il diabete mellito sono quasi completamente eliminate. Dopo la resezione della coda, il ferro viene drenato con la chiusura della cavità addominale.

    Resezione della ghiandola

    A differenza della coda e della testa, il corpo è sezionato lungo il bordo inferiore (dal lato del peritoneo dietro). Il prossimo passo nella conduzione della chirurgia sarà un passaggio smussato da sotto il pancreas e il suo rilascio dalla fibra. Quindi tutti i vasi del pancreas e della milza richiedono un esame approfondito. Dopo aver applicato la polpa, attraversa l'area corrispondente della ghiandola. Per proteggere i vasi mesenterici (mesenterici), durante l'operazione viene utilizzata una sonda Kocher, mentre l'eventuale sanguinamento viene arrestato applicando "zanzare" ai vasi e poi vestendoli.

    La parte distale dell'organo deve essere rimossa, dopodiché durante l'operazione il chirurgo ritaglia il lembo dall'omento e lo copre con il segmento prossimale (situato più vicino al centro) (ferita). Dopo la resezione trasversale, la superficie della ferita viene generalmente coperta con una cosiddetta sutura a forma di borsa.

    Vita dopo la rimozione del pancreas

    Nel periodo postoperatorio, è necessario seguire una dieta prescritta da un medico

    Dopo la resezione di una parte del pancreas, il paziente può riscontrare uno scarso assorbimento di varie sostanze, poiché il corpo presenta una carenza acuta di enzimi digestivi. Pertanto, il medico prescrive farmaci contenenti enzimi da assumere e quando si rimuovono vaste parti del corpo, l'insulina è anche.

    Inizialmente, nel periodo postoperatorio, si raccomanda la fame e il rigoroso rispetto delle istruzioni del medico curante. Pazienti con necrosi pancreatica pancreatica. dopo l'operazione, oltre alla dieta, è necessario essere osservati dal medico curante, poiché sono possibili varie complicazioni.

    Dopo che una persona è dimessa da un istituto medico, è necessario escludere patate, dolciumi e dolci, caffè e latte intero, nonché cibi fritti dalla dieta dopo un intervento chirurgico al pancreas.

    Suggerimento: si consiglia inoltre di evitare di mangiare cibi grassi e cibi che contengono un gran numero di spezie diverse. Tutti i tipi di sottaceti sono inaccettabili nella dieta del paziente. Si consiglia di mangiare cibo in piccole porzioni per 5 volte e bere fino a 1,5 litri di acqua durante il giorno.

    Senza il pancreas o parte di esso, puoi vivere una vita piena. La cosa principale è seguire le raccomandazioni del medico e aderire a uno stile di vita sano.

    Attenzione! Le informazioni sul sito sono fornite da specialisti, ma sono solo indicative e non possono essere utilizzate per l'autotrattamento. Assicurati di consultare un medico!

    Quali sono le cause della rimozione del pancreas e come convivere con le conseguenze della resezione?

    Ogni organo umano ha il suo scopo, svolge funzioni importanti. È possibile vivere senza nessuno di loro? Il pancreas è uno dei più grandi organi addominali. Sintetizza ormoni ed enzimi, senza i quali la digestione e l'assimilazione dei nutrienti non sono possibili. Questo organo è costituito da piccole ghiandole collegate da condotti. È in queste ghiandole che vengono sintetizzate le sostanze necessarie. Pertanto, la rimozione del pancreas può cambiare drasticamente la vita del paziente.

    In quali casi è necessario eseguire un intervento chirurgico?

    Le malattie del pancreas si sviluppano a causa dell'eccessivo consumo di alcol, cibi grassi, fumo, infezioni, lesioni autoimmuni, lesioni, tossine e altre cause. La malattia può iniziare dopo una disfunzione prolungata di stomaco, cistifellea e duodeno. La causa può essere uno spasmo dello sfintere del pancreas, un'ostruzione o un tumore dei dotti, disturbi circolatori, a seguito dei quali il succo della ghiandola viene respinto. Questi fattori portano alla comparsa di una tale patologia: pancreatite acuta purulenta-necrotica, formazione di cisti, ascessi, ematomi, pseudocisti, malattie oncologiche benigne e maligne dell'organo.

    Cibi grassi fritti, alcol, stress o infezioni possono scatenare un attacco..

    Con qualsiasi, anche la patologia più complessa, cercano di preservare l'organo, conducono una terapia di infusione intensiva, il trattamento farmacologico e la fisioterapia.

    Se i metodi sopra indicati sono inefficaci, il deterioramento progredisce, ricorrere alla resezione del pancreas. La rimozione della ghiandola è completa e parziale.

    La resezione pancreatica distale è indicata per:

    • progressione del dolore;
    • la comparsa di ittero ostruttivo;
    • la formazione di calcoli nella cistifellea e nei dotti;
    • la presenza di fistola, tumore, cisti, pseudocisti;
    • lesioni d'organo;
    • sanguinamento massiccio;

    I campioni di tessuto rimosso vengono inviati per l'esame istologico, i cui risultati determinano ulteriori tattiche. Se viene rilevato un tumore maligno, è necessario un esame completo del corpo per le metastasi. Viene eseguita la resezione completa per: lesioni pancreatiche estese, pancreatite distruttiva, tumori multipli.

    Fasi operative

    La resezione pancreatica è una delle operazioni più difficili in chirurgia. La durata media è di 6 ore. La scelta delle tattiche operative dipende dalla localizzazione del processo patologico. Quando viene colpita la testa del pancreas, viene eseguita la chirurgia di Whipple. Viene eseguito in anestesia generale e si compone di due fasi. All'inizio, l'area interessata dell'organo viene rimossa. La fase successiva è volta a ripristinare il passaggio del cibo attraverso l'intestino: plastica dei dotti biliari e duodeno. Metodo di intervento - laparoscopia.

    Una resezione pancreatica distale viene eseguita se la patologia è localizzata nella coda. Subisce anche l'anestesia generale e il materiale rimosso viene inviato a un laboratorio istologico..

    complicazioni

    La chirurgia sul pancreas presenta alcune difficoltà, un'alta incidenza di complicanze e un'alta mortalità. Durante la rimozione degli organi, possono verificarsi le seguenti conseguenze: sanguinamento, intersezione dei tronchi nervosi, infezione, lesioni agli organi vicini. Nel periodo postoperatorio, possono svilupparsi diabete mellito e deficit enzimatico, trombosi. Se la milza viene rimossa, aumenta il rischio di malattie infettive..

    Come prepararsi all'intervento chirurgico?

    Per eseguire interventi chirurgici complessi, è necessaria un'attenta preparazione del paziente. Viene eseguito un esame di organi e sistemi vitali: un elettrocardiogramma del cuore, un esame a raggi X degli organi toracici, un esame del sangue generale e biochimico, coagulazione del sangue, EFGS, esame ecografico della cavità addominale, TC, risonanza magnetica. L'assunzione di fluidificanti del sangue viene interrotta una settimana prima dell'intervento previsto. Prima dell'intervento chirurgico, è necessaria una consultazione anestesista.

    In tali casi non è possibile eseguire un intervento chirurgico: forte riduzione della pressione sanguigna, shock da intossicazione, mancanza di diuresi, elevato numero di enzimi pancreatici nel sangue, glucosuria massiccia.

    Dopo resezione

    Immediatamente dopo l'intervento chirurgico, il paziente viene posto nell'unità di terapia intensiva. All'inizio viene prescritto il digiuno completo. Nei giorni seguenti, puoi bere acqua non gassata alcalina, un brodo di rosa canina. Per 2-3 giorni possono alzarsi da soli. La durata media del periodo postoperatorio di 1,5 - 2 settimane.

    Dopo l'operazione, una persona deve compensare tutte le funzioni che il pancreas ha svolto con l'aiuto di farmaci. Assicurati di seguire una dieta rigorosa. Escludere cibi grassi, fritti, piccanti, caffè, prodotti a base di farina, cibi contenenti fibre grossolane, latte intero, patate. La dieta dovrebbe contenere alimenti proteici. Si raccomandano pasti frazionati frequenti - 5-6 volte al giorno. La quantità di liquido che bevi deve essere mantenuta entro 1-1,5 litri.

    Sulla base di quanto precede, possiamo fornire un esempio di dieta per un giorno:

    • 1a colazione: farina d'avena cotta nel latte, carne bollita, tè debole, senza zucchero.
    • 2a colazione: frittata proteica al vapore, brodo di rosa canina.
    • Pranzo: zuppa di verdure tritata, spezzatino di verdure con carne magra, composta di frutta secca.
    • Spuntino: ricotta a basso contenuto di grassi, tè al latte.
    • Cena: purè di verdure, pesce al vapore, tè senza zucchero.
    • Prima di andare a letto, puoi bere un bicchiere di kefir.

    La mancanza di enzimi si riempie con l'aiuto di tali farmaci:

    Man mano che il diabete si sviluppa, sono necessarie iniezioni di insulina. Inoltre, si consiglia di assumere vitamine e minerali, poiché vengono assorbiti in quantità inferiori rispetto al normale. Per prevenire una possibile infezione, si raccomanda di essere vaccinati contro i patogeni più comuni..

    In generale, possiamo dire che puoi vivere senza una parte del pancreas. Allo stesso tempo, è importante seguire le raccomandazioni su alimentazione e dieta, per evitare infezioni, stress, aumento dello sforzo fisico.

    Autore. Nikulina Natalya Viktorovna,
    specificamente per il sito web Moizhivot. ru

    Video di chirurgia pancreatica

    Gastroenterologi nella tua città

    Possibilità e conseguenze della rimozione del pancreas

    Un organo importante situato dietro lo stomaco nella curva del duodeno è responsabile della produzione di diversi ormoni e succo pancreatico, quindi è difficile sopravvalutare l'importanza del pancreas. Anomalie in questo lavoro portano allo sviluppo di una varietà di malattie - diabete, pancreatite, ecc. È anche possibile rilevare neoplasie, quindi rimuovere il pancreas può essere l'unico modo per curare il cancro.

    Il valore del pancreas nel corpo

    Per comprendere la gravità della malattia, le possibili conseguenze della rimozione del pancreas e la vita dopo tale operazione, è necessario conoscere le funzioni dell'organo e le caratteristiche del suo lavoro. Gli enzimi prodotti dalla ghiandola partecipano attivamente alla digestione. Aiutano la scomposizione dei nutrienti e promuovono ulteriormente l'avanzamento del cibo lungo il tratto digestivo. Gli enzimi agiscono sui prodotti in arrivo e li aiutano a digerire. Senza un pancreas, il corpo semplicemente non può assorbirli. Inoltre, questo corpo produce insulina e glicagone, ormoni che regolano la glicemia.

    La malattia più comune associata a questa particolare ghiandola è la pancreatite, che si verifica dopo l'abuso di cibi grassi, alcol e fumo. Il decorso acuto dell'infiammazione può portare alla necessità di un intervento chirurgico. Ma molto spesso, la chirurgia del pancreas viene eseguita quando vengono rilevati tumori, cisti, necrosi - un processo irreversibile di morte di cellule e tessuti.

    Caratteristiche dell'intervento chirurgico

    I chirurghi hanno sempre qualche preoccupazione sulla necessità di operare su questo organo: il pancreas può comportarsi in modo abbastanza imprevedibile. Spesso c'è una complicazione anche durante le operazioni sugli organi vicini - pancreatite acuta. Le ragioni sono diverse, tra le più comuni: è una pietra caduta dalla cistifellea nel condotto.

    Anche i processi infiammatori vengono eliminati con il trattamento medico, ma le malattie protratte possono portare allo sviluppo di neoplasie e il cancro in questo caso richiede un intervento chirurgico pancreatico immediato.

    Rimozione di organi

    Quando viene presa la decisione di rimuovere il pancreas, i chirurghi determinano la possibilità di resezione parziale o è necessario rimuovere completamente l'organo. Questa operazione si chiama pancreatectomia. Potrebbe richiedere la rimozione o la resezione parziale degli organi che si trovano nelle vicinanze. Milza, intestino tenue, linfonodi, bile: tutto può essere infetto o infetto, il che diventa evidente proprio nel processo di intervento chirurgico.

    L'operazione per rimuovere il pancreas è una procedura piuttosto complicata, poiché esiste il rischio di sanguinamento eccessivo, infezione di altri organi, ecc. A rischio sono i pazienti con sovrappeso, problemi al sistema cardiovascolare e cattive abitudini. La chirurgia pancreatica nelle persone in età avanzata è ancora più difficile..

    Indicazioni per la chirurgia

    È necessario un intervento chirurgico nella diagnosi di infiammazione purulenta, tumori, cisti e un processo infiammatorio acuto con peritonite. Il pancreas viene rimosso urgentemente per pancreatite necrotica con il rilevamento di un focus purulento.

    La pancreatite acuta non è un'indicazione assoluta per la chirurgia, ma un organo viene rimosso se:

    • inizia la necrosi tissutale;
    • per due giorni di trattamento farmacologico, le condizioni del paziente sono ancora complicate;
    • si sviluppa la peritonite purulenta.

    C'è un urgente bisogno di rimuovere il pancreas con suppurazione della necrosi pancreatica. La mancata esecuzione dell'operazione porta alla morte in quasi il 100% dei casi, poiché la prognosi dello sviluppo di tale malattia è inequivocabile e la domanda è: la pancreatectomia può essere eliminata, in questo caso, il medico non dovrebbe nemmeno chiedere.

    Varietà di operazioni

    A seconda della localizzazione della formazione, delle cisti o delle cellule morte, si distinguono i seguenti tipi di intervento chirurgico:

    • resezione pancreatica distale - un'operazione sul corpo e sulla coda di un organo;
    • necrectomia - eliminazione del tessuto morto;
    • resezione corporocaudale - rimozione di un tumore canceroso sulla coda e sul corpo della ghiandola;
    • pancreatectomia completa - rimozione dell'intero organo;
    • drenaggio di luoghi con suppurazione, ascessi e formazioni;
    • resezione pancreatica.

    operazione

    L'operazione di solito avviene in modo standard: il chirurgo seziona la cavità addominale, rimuove la formazione, suppurazione o tessuto morto, vengono applicati punti. Ma in realtà, tutto non è così semplice come descritto, poiché i medici riferiscono tale interferenza a procedure complesse e pericolose. Rimane un rischio piuttosto elevato di sviluppare complicazioni, perché, di norma, le persone che predicano uno stile di vita sano non hanno bisogno di far funzionare questo organo.

    Complessa è la resezione distale del pancreas, nonché la rimozione della testa dell'organo. In quest'ultimo caso, sia il duodeno, che circonda la ghiandola, sia una parte dello stomaco si prestano alla resezione. Ovviamente, un tale processo, eseguito anche dai chirurghi più esperti, ha le sue conseguenze difficili..

    La vita dopo l'intervento chirurgico

    In precedenza si credeva che fosse impossibile vivere senza un organo come il pancreas, poiché il suo ruolo nel corpo è grande e insostituibile. Ma le medicine moderne possono compensare la mancanza di enzimi e ormoni che questo corpo produce di solito. Indipendentemente dal fatto che il pancreas sia completamente o parzialmente rimosso, la terapia è necessaria fino alla fine della vita, poiché la digestione è impossibile senza tali enzimi e la vita è impossibile senza ormoni, perché il livello di zucchero nel sangue sarà incontrollato, le cui conseguenze sono note.

    Un prerequisito per una vita normale dopo la rimozione degli organi è la nutrizione dietetica per alleviare lo stress su altri organi ed eliminare il sovradosaggio di farmaci. La dieta dovrebbe essere equilibrata e varia, ma sono severamente vietati cibi grassi e piccanti, cibi fritti e in scatola, cibi ricchi di carboidrati e salati.

    Se segui una dieta permanente, dovrai dividere il cibo in 5-6 pasti in piccole porzioni. È inoltre necessario eliminare completamente l'alcool e il fumo. Si consiglia di proteggersi da situazioni stressanti. Solo in questo caso, i medici possono dare speranza per una vita lunga, anche se già non abbastanza sana..

    Le conseguenze della rimozione del pancreas e della vita dopo l'intervento chirurgico

    La rimozione del pancreas è un'operazione vitale quando altri trattamenti sono impotenti. È possibile evitare lo sviluppo di gravi conseguenze della rimozione del pancreas, la vita dopo l'intervento chirurgico sarà piena se regolarmente osservata da un medico - gastroenterologo ed endocrinologo, adempiere a tutti i loro appuntamenti e aderire rigorosamente a una dieta speciale.

    Soddisfare

    • Indicazioni per la chirurgia pancreatica e i loro tipi
    • Conseguenze delle operazioni
      • Le conseguenze della resezione pancreatica
      • Conseguenze dopo la rimozione del pancreas
    • Caratteristiche della nutrizione dopo la rimozione della ghiandola
    • Trapianto di ghiandole

    Il pancreas è un organo importante correlato sia al sistema digestivo che a quello endocrino. Nella zona della sua testa, l'epitelio ghiandolare produce liquido secretorio con enzimi per abbattere proteine, grassi e carboidrati. Si raccoglie nel dotto comune, aprendosi nel lume del duodeno insieme al dotto biliare, e si mescola con il cibo proveniente dallo stomaco.

    La parte caudale della ghiandola svolge una funzione endocrina. Contiene le isole di Langerhans, costituite da cellule beta e alfa. Le cellule beta producono l'insulina necessaria per lo scambio di glucosio nel corpo.

    Il pancreas svolge una funzione secretoria - produce enzimi digestivi e uno endocrino - produce l'ormone insulina

    La ghiandola è molto vulnerabile e suscettibile alle malattie - infiammazione e sviluppo di tumori, quando spesso l'unico trattamento possibile è la chirurgia: rimozione dell'intero pancreas o parte di esso.

    Indicazioni per la chirurgia pancreatica e i loro tipi

    A causa della fragilità e delicatezza della struttura della ghiandola, gli interventi chirurgici su di essa vengono eseguiti solo come ultima risorsa, quando il trattamento farmacologico è inefficace. Le indicazioni per la chirurgia sono:

    1. Forme gravi di pancreatite acuta che non sono suscettibili di trattamento conservativo.
    2. Pancreatite emorragica con emorragia nel corpo della ghiandola.
    3. Necrosi pancreatica - necrosi della ghiandola con pancreatite.
    4. Infiammazione purulenta, ascesso ghiandolare.
    5. Grandi cisti ghiandolari.
    6. Fistola pancreatica.
    7. Suppurazione della cisti.
    8. lesioni.
    9. La presenza di pietre nei dotti della ghiandola.

    La rimozione completa della ghiandola viene spesso eseguita con un tumore canceroso.

    Importante! Le operazioni del pancreas sono causate dalle sue malattie croniche trascurate (pancreatite, cisti) a causa della mancanza di trattamento e dieta.

    Il volume delle operazioni può essere diverso, a seconda della natura della malattia:

    • dissezione della capsula per ridurre il gonfiore;
    • necrectomia - rimozione di singoli siti necrotici;
    • rimozione parziale (resezione del pancreas - testa, corpo, coda);
    • rimozione completa - pancreatectomia.

    La rimozione parziale del pancreas viene eseguita in presenza di cisti, necrosi, emorragia, un piccolo tumore. Rimozione completa - per cancro, necrosi pancreatica estesa, fusione purulenta della ghiandola e danno grave, quando non è possibile il recupero.

    Nelle cliniche moderne, le operazioni di rimozione della ghiandola robotica vengono eseguite con maggiore precisione e un minimo di errori

    Importante! Il pancreas può essere rimosso se è un organo tanto necessario? Sì, la rimozione è possibile per salvare la vita del paziente, seguita da una terapia di sostituzione continua.

    Conseguenze delle operazioni

    Quali sono le conseguenze e la vita dopo l'intervento chirurgico al pancreas - la sua rimozione completa o parziale? Le conseguenze non possono essere, perché il corpo perde un organo o parte di esso, che è necessario per la normale digestione e il metabolismo del glucosio. Maggiore è il volume dell'operazione eseguita, cioè più viene rimosso il tessuto ghiandolare, più pronunciati sono i disturbi.

    Le conseguenze della resezione pancreatica

    Quando una ghiandola viene resecata, la sua area patologicamente modificata viene rimossa: la testa, parte del corpo o della coda, mentre i chirurghi si sforzano sempre di preservare il tessuto ghiandolare il più possibile. Se la testa o parte del corpo della ghiandola è stata rimossa, il tratto digestivo manca di enzimi.

    Quando viene resecata una ghiandola, è possibile rimuovere la coda, la parte del corpo o la testa.

    Di conseguenza, l'assorbimento dei nutrienti viene interrotto, la maggior parte di essi viene escreta non digerita con contenuto intestinale. Il paziente sviluppa perdita di peso, debolezza generale, feci rapide, disturbo metabolico. Pertanto, è necessaria una correzione obbligatoria del processo digestivo attraverso la terapia sostitutiva e l'adesione a una dieta terapeutica. Come terapia sostitutiva, durante i pasti vengono prescritti preparati enzimatici: Pancreatina, Mezim-forte, Creonte, Wobenzym e altri analoghi.

    Se è stata eseguita una resezione della parte caudale della ghiandola, che produce insulina, non si verificano disturbi digestivi pronunciati, ma si sviluppa iperglicemia, come nel diabete mellito. Tali pazienti devono essere costantemente monitorati da un endocrinologo, monitorare i livelli di zucchero nel sangue e ricevere costantemente terapia con insulina o suoi analoghi, nonché dieta.

    Conseguenze dopo la rimozione del pancreas

    Il pancreas è stato rimosso completamente? Sì, cancella. La chirurgia della pancreatectomia viene eseguita abbastanza raramente, è tecnicamente complicata, piena di sviluppo delle conseguenze, ma viene eseguita in nome del salvataggio della vita del paziente.

    Importante! Dopo l'operazione per rimuovere il pancreas, il corpo perde i suoi enzimi digestivi e l'insulina, che in linea di principio è una grande minaccia per la salute e la vita. Ma la pratica dimostra che una vita piena senza il pancreas è possibile e la medicina moderna lo consente.

    Creonte: il set ottimale di enzimi per il trattamento della sostituzione della ghiandola dopo la sua rimozione

    Se sostituisci le sue funzioni con competenza assumendo preparati enzimatici combinati, correggendo la glicemia e aderendo rigorosamente a una dieta, puoi eliminare completamente il pericolo, normalizzare la digestione e ripristinare la qualità della vita.

    Importante! La rimozione completa del pancreas è sempre un'operazione salvavita e, poiché viene salvato, il suo livello deve essere mantenuto dalla costante attuazione delle prescrizioni mediche.

    Caratteristiche della nutrizione dopo la rimozione della ghiandola

    L'alimentazione dietetica è un prerequisito per prevenire gravi conseguenze dopo la rimozione del pancreas. Il paziente deve immediatamente sintonizzarsi sul fatto che seguire una dieta, insieme alla terapia enzimatica sostitutiva e ipolipemizzante, è una necessità vitale, e questo è per sempre, quindi non si sviluppano gravi conseguenze dopo la rimozione del pancreas.

    Immediatamente dopo l'intervento chirurgico, al paziente viene prescritta una fame per 3 giorni, l'acqua è consentita in piccole porzioni fino a 1 litro al giorno. Nutrienti e vitamine vengono somministrati per via endovenosa con un contagocce.

    Il 4 ° giorno è permesso mangiare un paio di biscotti secchi o cracker di pane bianco in piccole porzioni durante il giorno, 1-2 bicchieri di tè debole non caldo. Per 5-6 giorni dare purè di zuppe, cracker, tè. Entro la fine della settimana, i cereali semiliquidi bolliti vengono introdotti nel menu: grano saraceno o riso, pane secco. Dai 7-8 giorni, oltre alle zuppe, dai secondi piatti - purè di verdure, piatti di carne al vapore.

    Un menu giornaliero approssimativo dopo la rimozione del pancreas dovrebbe includere cibi ricchi di proteine ​​e vitamine.

    Dopo 10 giorni, passano gradualmente al cibo preparato nel solito modo. Di solito a questo punto il paziente è già dimesso dall'ospedale. Cosa posso mangiare dopo la rimozione del pancreas? I prodotti possono essere molto diversi, la cosa principale è osservare rigorosamente le seguenti regole durante la creazione del menu:

    • il cibo dovrebbe essere frazionario: 4-6 volte al giorno con piccole quantità di cibo;
    • cibi grassi, pasticcini (torte, pasticcini, cioccolato) dovrebbero essere esclusi;
    • escludere dalla dieta carni affumicate e cibi in scatola, spezie piccanti, salse e ketchup;
    • escludere caffè e tè forti, bevande gassate e alcoliche;
    • il menu dovrebbe includere sia proteine ​​animali che vegetali, oli vegetali, verdure fresche e in umido, frutta e verdura.

    Prodotti che devono essere esclusi dalla dieta con pancreas operato

    Trapianto di ghiandole

    L'attuale livello di trapianto consente di eseguire un trapianto di pancreas. Tali operazioni nel mondo vengono ancora eseguite non più di 1 mila all'anno, in grandi cliniche straniere, nonché in Russia, Bielorussia e Kazakistan.

    Il trapianto di pancreas è indicato dopo la sua rimozione, se non ci sono controindicazioni - per età e stato di salute. La sezione di coda con cellule beta viene spesso trapiantata per normalizzare il metabolismo del glucosio. Viene applicata la moderna tecnologia di impiantare queste cellule introducendo la loro miscela in una vena..

    Trapianto di cellule beta che secernono insulina dopo pancreatectomia

    Un trapianto di ghiandola completo viene eseguito raramente. Si tratta di un'operazione complessa, che richiede, prima di tutto, la normale funzione di tutti gli altri organi e, successivamente, la somministrazione permanente di immunosoppressori per sopprimere il rigetto di un organo donatore. Il tasso di sopravvivenza dei pazienti con ghiandola donatrice è ancora basso (l'80% dei pazienti sopravvive a 2 anni e solo il 28% a 10).

    L'intervento chirurgico di rimozione del pancreas viene eseguito per motivi di salute. Senza un pancreas, la vita è possibile e anche senza conseguenze, se si eseguono con cura appuntamenti medici e si aderisce a una dieta.