Cause, sintomi e metodi di trattamento dell'adenoma gastrico e BDS

Al suo interno, gli adenomi sono tumori benigni indolori. Si formano in organi in presenza di tessuti ghiandolari, aumentano lentamente di dimensioni, non crescono nei tessuti circostanti e non formano focolai secondari di crescita tumorale.

Tuttavia, nonostante la relativa sicurezza, lo sviluppo di adenomi tubulari dello stomaco, così come la grande papilla duodenale (BDS) e il pancreas, causano non solo sintomi negativi e compromissione del funzionamento degli organi colpiti, ma possono anche portare all'insorgenza di processi maligni.

Cos'è l'adenoma e i suoi tipi

Gli adenomi sono neoplasie derivanti dalla proliferazione dei tessuti ghiandolari.

Se ci sono alcune ragioni, il DNA delle cellule viene inizialmente danneggiato, che iniziano a dividersi in modo incontrollato e formano una formazione tumorale. Con lo sviluppo dei processi patologici, inizia a comprimere gli organi vicini e talvolta si trasforma in cancro.

Le neoplasie possono essere singole o multiple, hanno una struttura diversa e sono:

  • cistico: sotto forma di formazioni simili a sacchi chiusi, inclini alla malignità;
  • papillare (papillare) - caratterizzato da escrescenze papillari;
  • polipoide: in apparenza simile ai polipi;
  • solido - ha uno stroma connettivo mal sviluppato e assomiglia a macchie;
  • tubolare - con il contenuto di canali stretti rivestiti con tessuto epiteliale con il contenuto di stroma tra le cellule.

La determinazione del tipo di tumore viene effettuata da specialisti sulla base di misure diagnostiche.

Adenoma di stomaco

Gli adenomi che si formano nello stomaco sono anche classificati in alcuni tipi:

  • tubolare - sono caratterizzati da un contorno chiaro e sono costituiti da tessuto ghiandolare circondato da tessuto connettivo. Spesso maligno;
  • villo - hanno sottili escrescenze del tessuto connettivo che circondano la mucosa e l'epitelio;
  • tubolare-villo - combina le caratteristiche delle prime due specie;
  • dentata - caratterizzata da una caratteristica struttura frastagliata.

Adenoma tubulare dello stomaco (polipo) - la formazione del colore lampone, ha una forma chiara e può crescere fino a dimensioni superiori a 3 cm.

La maggior parte delle neoplasie ha una gamba spessa e corta (fino a 0,5 cm), non rappresenta alcun pericolo e raramente viene ferita..

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata ai polipi dello stomaco che hanno una gamba sottile (lunga circa 1,5 cm). Possono torcere, rompersi, causare emorragie o contribuire a cambiamenti necrotici e ostruzione intestinale..

Adenoma bds

L'adenoma BDS sotto forma di un singolo nodo o formazione polipoidea cresce fino a una dimensione non superiore a due centimetri, riempie l'ampolla epatico-pancreatica e sporge nel lume del duodeno.

È interessante notare che le strutture di adenomiosi si distinguono per l'assenza di mitosi; inoltre, non si osserva la loro crescita distruttiva e significativa atipia delle cellule..

Adenoma pancreatico

Gli adenomi pancreatici sono raramente diagnosticati e colpiscono principalmente la coda e il corpo dell'organo. Hanno una forma rotonda, consistenza densa o morbida, possono raggiungere dimensioni fino a 6 cm e sono nella capsula.

I tumori sono ormonali attivi, accompagnati da un'eccessiva produzione di ormoni e ormoni inattivi. Quando producono tumori in grandi quantità di insulina, sono chiamati insulinomi.

Cause di adenoma

Fino ad ora, gli esperti non hanno raggiunto un consenso sui motivi della formazione di adenomi. Si ritiene che i processi patologici siano il risultato di uno squilibrio ormonale, una predisposizione ereditaria, effetti ambientali avversi.

Un ruolo importante nell'insorgenza della malattia è assegnato a cattive abitudini (fumo, abuso di alcool), assunzione di determinati farmaci, metabolismo alterato e dieta squilibrata. I pazienti di solito mangiano cibo con un alto contenuto di grassi animali, mancanza di fibre e vitamine, violando i requisiti della dieta, spesso mangiando troppo.

L'adenoma gastrico viene diagnosticato più spesso in soggetti sensibili alle infezioni batteriche (Helicobacterpylori), patologie infiammatorie o croniche (gastrite, ulcera) del tratto gastrointestinale, intossicazione del corpo, reflusso duodenogastrico.

I tumori benigni del BDS si sviluppano con duodenite distale e totale prolungata, colecistite cronica, malattia del calcoli biliari, patologie parassitarie del duodeno e del tratto biliare.

Neoplasie nel pancreas possono formarsi sullo sfondo di malattie infiammatorie croniche (pancreatite). Una situazione ambientale sfavorevole spesso causa patologia se l'amianto, la fuliggine, il cadmio, il benzene, i prodotti petroliferi, le resine fenoliche sono abbondanti nell'aria.

Sintomi e manifestazioni

Le piccole neoplasie non si manifestano in alcun modo e possono essere rilevate casualmente durante i sondaggi per una ragione completamente diversa. Con l'aumentare delle manifestazioni cliniche si verificano a seconda del luogo della loro formazione.

L'adenoma nello stomaco porta a:

  • intolleranza al cibo a base di carne;
  • dolore, specialmente quando si mangiano cibi grassi, salati e piccanti;
  • passaggio difficile di grumi di cibo (con grandi neoplasie), che è accompagnato da una sensazione di pesantezza allo stomaco, eruttazione, bruciore di stomaco, nausea, vomito;
  • perdita di appetito, perdita di peso;
  • un cambiamento nella natura della sedia, flatulenza;
  • sanguinamento cronico con grandi polipi, che provoca anemia postemorragica.

Con un comportamento alimentare e una digestione alterati, si sviluppa un esaurimento generale del corpo, caratterizzato da affaticamento rapido, debolezza e diminuzione dell'immunità.

In caso di pizzicamento o torsione della gamba dell'adenoma, il paziente avverte un forte dolore ai crampi.

Le neoplasie nel BDS provocano ittero (nel 70% dei pazienti), dolore sordo o colico nell'ipocondrio destro (60%), perdita di peso (30%), anemia e diarrea (5%).

Quando si schiaccia il dotto biliare pancreatico o comune, gli adenomi ormonali inattivi del pancreas manifestano dolore solo quando sono meccanicamente esposti agli organi vicini, nonché prurito, oscuramento dell'urina, scolorimento delle feci, giallo della sclera e tegumento della pelle.

L'esposizione al duodeno è irta di ostruzione intestinale, che provoca nausea, vomito, sensazione di pesantezza dopo aver mangiato.

L'aumentata secrezione di insulina osservata con insulinomi in casi lievi porta ad aumento della sudorazione, debolezza, arrossamento della testa, nausea, dolore nella regione epigastrica, palpitazioni, aumento dell'appetito, aumento del peso corporeo e vertigini. Per le forme gravi, la perdita di coscienza e le convulsioni vengono aggiunte alle manifestazioni di cui sopra.

Diagnostica

Una visita da un medico inizia con una storia medica, oltre ad ascoltare i reclami di una persona.

In futuro, il paziente deve sottoporsi a esami del sangue generali e biochimici per identificare gli ormoni e i marker tumorali in esso. Inoltre, per il rilevamento tempestivo di sanguinamento interno dell'apparato digerente, è necessario analizzare le feci per il sangue occulto.

La visualizzazione delle neoplasie, la determinazione della loro posizione, quantità e dimensione esatte viene effettuata mediante ultrasuoni, risonanza magnetica e tomografia computerizzata.

Con la colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP), vengono esaminati la mucosa gastrica, il duodeno, i dotti biliari e il pancreas. Durante la diagnosi, un endoscopio dotato di una sonda ad ultrasuoni viene inserito nello stomaco attraverso la bocca e l'esofago.

Il metodo diagnostico più accurato è una biopsia, che prevede l'assunzione di una piccola parte del tumore per un ulteriore esame istologico al fine di rilevare i processi maligni.

Trattamento di adenoma gastrico e BDS

Il trattamento con adenomi può essere effettuato solo chirurgicamente. Qualsiasi metodo conservativo non porta successo e viene prescritto per eliminare i sintomi negativi e normalizzare i livelli ormonali..

L'intervento chirurgico può essere effettuato in vari modi..

Per trattare i polipi nello stomaco, gli specialisti usano due metodi: chirurgia addominale o endoscopica. L'elettrocoagulazione degli adenomi è anche possibile, prevedendo non una loro rimozione, ma una cauterizzazione, che porta alla necrosi del tessuto trattato e all'ulteriore scomparsa delle neoplasie.

I tumori del BDS possono anche essere eliminati con il metodo endoscopico se hanno una gamba sottile. Se il tumore si trova nella parte distale della papilla, gli specialisti amputano il BDS.

Durante la rimozione chirurgica dei tumori nel pancreas, è possibile una resezione d'organo parziale o espansa..

Ho bisogno di un intervento?

L'opportunità dell'intervento chirurgico è determinata dal medico. Con le piccole neoplasie, lo specialista, di norma, sceglie una tattica osservativa quando il paziente deve sottoporsi a esami sistematici per determinare la dinamica dello sviluppo dei processi patologici.

La necessità di un intervento chirurgico sorge con le grandi dimensioni dei tumori, il loro rapido aumento, la presenza di vivide manifestazioni cliniche, malfunzionamenti degli organi vicini e persino il minimo rischio di insorgenza di processi maligni.

Saremo molto grati se lo giudichi e lo condividi sui social network

Cancro della grande papilla duodenale

Consulenza gratuita sul trattamento a Mosca.
Chiama 8 (800) 350-85-60 o compila il modulo sottostante:

Il cancro della grande papilla duodenale è un gruppo di tumori maligni situati alla giunzione della bile e dei dotti pancreatici con il duodeno. Una delle neoplasie più comuni in quest'area..

Il tumore è formato dai tessuti della papilla Vater, segmento duodenale dell'intestino o dei dotti. Per molto tempo non è aggressivo, quindi c'è la possibilità di identificarlo mentre il cancro è operabile. La germinazione e la metastasi cambiano le dinamiche del cancro, peggiorano la prognosi.

L'epidemiologia del cancro della grande papilla indica una maggiore incidenza nella popolazione con un basso tenore di vita, dove vi è una maggiore probabilità di esposizione alla mucosa del segmento duodenale dell'intestino di fattori dannosi (alcolismo, cattiva alimentazione). In Russia, l'incidenza è dello 0,2-1%, che rappresenta il 40% dei tumori epatobiliari. L'urgenza del problema sta nella tempistica del rilevamento della patologia e della complessità tecnica degli interventi chirurgici, che è associata alle caratteristiche anatomiche.

Se tu o i tuoi cari avete bisogno di cure mediche, contattateci. Gli specialisti del sito consiglieranno una clinica in cui è possibile ottenere un trattamento efficace:

Tipi di cancro della grande papilla duodenale

Le specie cancerose della grande papilla duodenale sono classificate in base al luogo della sua formazione. Ci sono formazioni da:

  • • papilla duodenale;
  • • epitelio intestinale;
  • • condotti.

Il quadro citologico consente di determinare un carattere benigno o maligno. I tipi di cancro si distinguono per citologia:

  • • adenocarcinoma (scirrosi, tubulare, papillare);
  • • solido;
  • • piccola cellula;
  • • indifferenziato.

Il tipo di crescita determina i tipi di cancro della papilla grande:

  • • esofitico o poliposi - è più comune, il tasso di propagazione è basso;
  • • endofitico o infiltrativo: progredisce rapidamente, caratterizzato da ittero persistente.

La stadiazione del cancro della grande papilla duodenale o Vater viene effettuata secondo la classificazione TNM dopo un esame approfondito, che viene fatto per ottenere una descrizione del cancro, informazioni sulla sua posizione e distribuzione. Per fare una diagnosi e dare una conclusione, utilizzare immagini a raggi X, foto ad ultrasuoni, fotografie digitali di un computer o imaging a risonanza magnetica.

Cancro della papilla duodenale, sintomi e segni con una foto

Il decorso clinico del cancro della grande papilla duodenale è diviso in periodi itterici e itterici. L'inizio è asintomatico. Poiché l'educazione si sviluppa a lungo e cresce lentamente, non vi è alcuna sintomatologia evidente nelle prime fasi. I suoi primi sintomi sono rilevati quando il tumore cresce di dimensioni o ulcerati, si sviluppa infiammazione, gonfiore del grande capezzolo duodenale. Un tale presagio, come il dolore nell'ipocondrio destro, si verifica più tardi.

La manifestazione visibile iniziale è un cambiamento nel colore della pelle, che è associato alla compressione del dotto cistico ed è visibile durante l'esame esterno iniziale. Segni di ittero in tutto il corpo (compresi pelle e mucose) fanno sospettare altre patologie simili: colangite, colecistite (spesso nelle donne). Per distinguerli, è necessario studiare attentamente la storia medica.

Se il giallo appare a causa del processo infiammatorio e del gonfiore della grande papilla duodenale, inizia a ferire nell'ipocondrio destro, appare una temperatura. Un nodulo viene palpato nella cistifellea (sintomo di Courvoisier), l'urina si scurisce e le feci diventano leggere. Di solito la terapia antinfiammatoria allevia il gonfiore, l'ittero scompare gradualmente.

Se il dotto di Wirsung si sovrappone al dotto pancreatico, la sintomatologia assomiglia alla pancreatite - con caratteristiche sensazioni di bruciore e forte dolore alla cintura. Il fegato aumenta, che è determinato dalla percussione dito-dito, doloroso alla palpazione. Macchie di grasso si trovano nelle feci e, con alterazioni ulcerative, compaiono tracce di sangue.

I reclami tardivi del paziente includono: debolezza senza sforzo fisico, intossicazione, che è espressa da un polso frequente, condizione subfebrilare, insufficienza respiratoria (respiro corto), perdita di peso, cachessia. Il crollo di un grosso tumore alla papilla porta a sanguinamento, che è mortale..

Cause del cancro della grande papilla duodenale

L'eziologia del cancro della grande papilla duodenale non è ben compresa. Si presume che l'elevata oncopatogenicità di quest'area sia associata alle sue caratteristiche funzionali. Gli enzimi biliari e pancreatici che causano l'oncologia sembrano essere i più aggressivi.

Le principali cause della formazione del cancro includono:

  • • Età: le persone anziane si ammalano, raramente si formano negli adolescenti.
  • • Eredità. Malattie ereditarie e che provocano malignità (poliposi familiare), nonché mutazioni in un gene che inibisce i disturbi del DNA o che possono innescare un processo oncologico (ad esempio, il gene K-ras).
  • • Cattive abitudini (fumo, alcol). Più spesso, negli uomini si riscontra una neoplasia, ma l'alcolismo femminile crea anche una predisposizione alla formazione del cancro della grande papilla duodenale.
  • • malnutrizione. La fame, le diete che le ragazze amano, portano alla carenza di vitamine e riducono la naturale difesa delle mucose e l'immunità.
  • • Elmintiasi (giardiasi, schistosomiasi). Gli elminti danneggiano le cellule della mucosa, il che contribuisce alla malignità. Non possono essere infettati da goccioline trasportate dall'aria, ma le feci umane che penetrano nelle acque reflue e negli oggetti domestici sono contagiose se la persona infetta non osserva l'igiene. Con la giardiasi, l'infezione si verifica quando si nuota negli stagni, attraverso gli animali. Giardia, agenti causali della malattia, penetrano nell'epitelio mucoso che riveste la grande papilla, il dotto biliare comune e la cistifellea.
  • • Psicosomatici: esperienze emotive, stress, superlavoro.
  • • Irradiazione.
  • • Lavori nelle industrie chimiche (esposizione ad amianto, pitture e vernici).

Stadio del cancro della grande papilla duodenale

Lo stadio del decorso del cancro della grande papilla duodenale caratterizza la sua prevalenza, metastasi, che sia curabile o meno. Tutto ciò è necessario affinché il medico scelga le tattiche di gestione del paziente. Fasi di sviluppo:

  • • 0 - carcinoma in situ;
  • • 1 - è coinvolta solo la papilla;
  • • 2 - c'è una germinazione della parete del duodeno, una singola lesione dei linfonodi;
  • • 3 - i tessuti e i linfonodi circostanti vicini sono influenzati dalle metastasi;
  • • 4 - il processo oncologico metastatizza in organi distanti.

Nelle prime fasi, il primo o il secondo, la possibilità di sopravvivenza è alta, il tasso di sopravvivenza è dell'80-90%. Se l'oncologia non viene curata, il cancro passa al terzo stadio, ma ha ancora senso iniziare a combattere. L'aspettativa di vita di cinque anni è del 5-10% e la ricaduta dopo la remissione clinica si verifica nel 40-50% dei pazienti.

Se viene trovato un quarto (e ultimo) grado, la mortalità è, purtroppo, al 100%. Il cancro della grande papilla duodenale è già incurabile, trascurato, inoperabile. L'aiuto consiste in un intervento palliativo al fine di alleviare le condizioni del paziente, la prognosi è scarsa. La morte non viene dal cancro stesso, ma dalle sue conseguenze, complicazioni.

Diagnosi del cancro della grande papilla duodenale

La diagnosi del cancro della grande papilla duodenale solo mediante esame è inefficace, poiché i sintomi assomigliano a malattie del fegato, del pancreas e della cistifellea. Lo stesso vale per alcuni studi clinici e di laboratorio, quindi assicurati di prescrivere:

  • • controllo delle feci e delle urine;
  • • analisi della composizione biochimica del sangue, degli enzimi;
  • • test per marcatori tumorali;
  • • studio dei contenuti duodenali.

Controllare il sospetto di un tumore della grande papilla duodenale e rilevare le metastasi possono essere metodi strumentali di esame. Solitamente effettuato:

  • • ultrasuoni;
  • • radiografia del contrasto: mostra un difetto nel riempimento della zona duodenale;
  • • colangiografia retrograda;
  • • endoscopia duodenale con biopsia della grande papilla per determinare la composizione cellulare;
  • • CT;
  • • RM;
  • • PET-CT.

Trattamento del cancro della grande papilla duodenale

La medicina non ha ancora trovato una cura efficace per il cancro, ma ciò non significa che il cancro della grande papilla duodenale non possa essere sconfitto. La chirurgia ha già sviluppato una serie di interventi chirurgici efficaci: operazione di Whipple o resezione parziale dello stomaco, duodenale e digiuno, testa del pancreas, coledoch, quando vengono rimossi tutti i linfonodi interessati. L'intervento chirurgico porta al recupero, consente di sbarazzarsi del tumore, interrompere il processo. Le radiazioni e la chemioterapia sono utilizzate in preparazione per e dopo l'operazione, poiché rallentano lo sviluppo del tumore.

Controindicazioni al trattamento chirurgico, quando il cancro è iniziato o si è ripresentato e le condizioni del malato di cancro sono gravi, costringono l'oncologo a cambiare tattica. In tali situazioni, le azioni del medico mirano ad alleviare la sofferenza e l'anestesia prima della morte. Solitamente prescritto per assumere analgesici narcotici, antidolorifici, sedativi.

Prevenzione del cancro della grande papilla duodenale

Evitare il cancro della grande papilla duodenale non è sempre possibile, ma in ogni caso, si consiglia vivamente di cambiare lo stile di vita:

  • • mangiare correttamente;
  • • evitare lo stress;
  • • escludere alcol, fumo;
  • • stabilire il sonno e la routine quotidiana;
  • • praticare sport;
  • • trattare le malattie gastrointestinali in tempo.

Queste raccomandazioni dei medici non possono prevenire completamente i problemi di salute, ma proteggere comunque da fattori che contribuiscono allo sviluppo del cancro.

Puoi anche trovare utili questi articoli.

Trattamento del cancro della papilla duodenale in Israele

Il trattamento del cancro della grande papilla duodenale in Israele è un complesso di misure radicali per rimuovere i tumori maligni.

Trattamento del cancro della grande papilla duodenale

Il trattamento del cancro della grande papilla duodenale è un complesso di procedure chirurgiche volte a rimuovere i tumori maligni.

Cancro della papilla duodenale

La radioterapia per il cancro della papilla duodenale grande viene spesso utilizzata come parte di un trattamento combinato e implica.

Chemioterapia per il cancro della papilla duodenale grande

Chemioterapia per il cancro della grande papilla duodenale - effetto farmacologico sulla neoplasia maligna nel mainstream.

Consulenza gratuita sul trattamento a Mosca.
Chiama 8 (800) 350-85-60 o compila il modulo sottostante:

Cancro della grande papilla duodenale

Il cancro della grande papilla duodenale è un tumore maligno della papilla Vater, situato nella zona del duodeno. Crescita lenta e metastasi tardive con comparsa precoce di ittero ostruttivo sono caratteristiche. Si osservano dolore, un aumento periodico della temperatura corporea, un aumento del fegato e della cistifellea. Nelle fasi successive, è possibile sanguinare. La diagnosi si basa su sintomi, radiografia, fibrogastroduodenoscopia e risultati della biopsia. Terapia chirurgica: resezione gastropancreatoduodenale, papillectomia, duodenectomia, interventi palliativi.

Informazione Generale

Il cancro della papilla duodenale grande è una neoplasia maligna del capezzolo duodenale grande (Vater), localizzato nella parte discendente del duodeno e che rappresenta l'anastomosi del dotto pancreatico principale e del dotto biliare comune. Rappresenta il 40% del numero totale di lesioni oncologiche della zona piloroduodenale, il 5% del numero totale di neoplasie gastrointestinali e l'1-2% del numero totale di tumori in varie località. Il cancro della grande papilla duodenale è la terza causa più comune di ittero ostruttivo. Di solito colpisce i pazienti anziani, l'età media dei pazienti è di 54 anni. Molto raramente rilevato nei bambini. Le donne soffrono meno spesso degli uomini. Il trattamento viene effettuato da specialisti nel campo dell'oncologia, della gastroenterologia e della chirurgia addominale.

Cause del cancro alla papilla di Vater

Le cause del tumore non sono esattamente chiarite. Gli esperti osservano che una predisposizione ereditaria è di una certa importanza: la malattia viene spesso diagnosticata in famiglie i cui membri soffrono di poliposi familiare. Inoltre, K-ras è una mutazione genetica in alcuni pazienti. È stato stabilito che la neoplasia può svilupparsi a causa di malignità dell'adenoma del capezzolo del Vater. La pancreatite cronica e le malattie del sistema epatobiliare sono anche incluse nell'elenco dei fattori di rischio..

La fonte del cancro della grande papilla duodenale è la trasformazione delle cellule epiteliali della mucosa duodenale, del dotto pancreatico o del dotto biliare comune. Una neoplasia è caratterizzata da una lenta crescita esofitica. In apparenza, la neoplasia ricorda il papilloma, la crescita di una forma di fungo o sotto forma di infiorescenza di cavolfiore. Le forme endofitiche vengono rilevate meno comunemente. Con le forme esofitiche di cancro della grande papilla duodenale, l'ittero è spesso remittente, con ittero endofitico è costante. Il diametro del nodo durante la sua rimozione chirurgica è in media 3 mm.

L'esame microscopico rivela cluster di cellule e cellule endocrine distese separatamente di forma mandrino, triangolare e cilindrica. Il numero di cellule endocrine diminuisce al diminuire del livello di differenziazione della neoplasia. Tipicamente, il cancro della grande papilla duodenale germoglia il dotto biliare comune, è anche possibile un danno al pancreas e alla parete duodenale, metastasi linfatiche e distanti. Le metastasi linfogeniche si trovano nel 21-51% dei pazienti. I fuochi secondari distanti vengono rilevati raramente. Il fegato è solitamente colpito, meno comunemente le ossa, il cervello, i polmoni e le ghiandole surrenali..

Il cancro della grande papilla duodenale può ostruire completamente il lume del dotto biliare, meno spesso viene rilevata la stenosi. Anche con una compressione parziale dovuta al gonfiore della mucosa, si verificano gravi disordini del deflusso della bile, che causano lo sviluppo di ittero ostruttivo. Appare l'ipertensione biliare, accompagnata da dilatazione del tratto biliare e dei dotti pancreatici. L'ostruzione intestinale è molto rara. Con la diffusione del processo, sono possibili la germinazione della parete intestinale e il collasso della neoplasia con lo sviluppo di sanguinamento interno.

Sintomi di cancro della papilla Vater

La prima manifestazione della malattia diventa spesso l'ittero ostruttivo, che è sorto sullo sfondo del benessere somatico. Inizialmente, l'ittero è solitamente intermittente, la normalizzazione dei parametri biochimici del sangue è dovuta a una diminuzione dell'edema nel dotto biliare stenotico. Con la progressione del cancro della grande papilla duodenale, l'ittero diventa più persistente, viene rilevato un cambiamento nel colore della pelle dopo un intenso dolore, accompagnato da brividi e sudorazione pesante. I pazienti lamentano un forte prurito. La natura intermittente dell'ittero nelle fasi avanzate (rilevata nel 51% dei casi) è dovuta al decadimento del cancro della grande papilla duodenale, accompagnato da un ripristino temporaneo dell'ostruzione del dotto biliare.

Alla palpazione viene determinata l'epatomegalia. Nel 60% dei pazienti, si sente una cistifellea allargata sotto il bordo inferiore del fegato (sintomo di Courvoisier). Con un'ostruzione prolungata del tratto biliare, si verificano cirrosi epatica e pancreatite cronica. Con l'invasione del cancro della grande papilla duodenale nella parete intestinale e il conseguente decadimento del tumore, è possibile sanguinamento (acuto massiccio o ripetuto minore) con lo sviluppo di anemia. Con metastasi regionali, si nota un cambiamento nel dolore.

Una caratteristica del cancro della grande papilla duodenale è la perdita precoce di peso. La causa della perdita di peso è la stenosi o l'ostruzione dei dotti pancreatici, a causa della quale gli enzimi necessari per la scomposizione di proteine ​​e grassi cessano di entrare nel tratto digestivo. La violazione della pervietà del dotto biliare comune aggrava ulteriormente i disturbi dell'assorbimento dei grassi e compromette l'assorbimento delle vitamine. La perdita di peso e la carenza di vitamine causano adynamia.

Nei pazienti con tumore della grande papilla duodenale, si osserva spesso diarrea, accompagnata da gonfiore e dolore addominale. Puzzo fecale, grigio argilla. In casi avanzati, è possibile rilevare feci grasse. Con la comparsa di metastasi regionali, si nota un cambiamento nella natura della sindrome del dolore. Nelle fasi successive, vengono determinati l'esaurimento e la disfunzione degli organi colpiti da metastasi a distanza.

Diagnosi del carcinoma papale Vater

La diagnosi è irta di difficoltà significative a causa della non specificità dei sintomi. Nel processo di diagnosi, l'oncologo si concentra su reclami, dati di un esame obiettivo, radiografia, colangiografia transepatica o endovenosa, sondaggio duodenale, fibrogastroduodenoscopia e altri studi. Con l'ittero, viene determinato un alto livello di bilirubina con una predominanza di una frazione diretta, la sterkobilina è assente nelle feci. Nelle ultime fasi del cancro della grande papilla duodenale, viene rilevata l'anemia.

Uno studio abbastanza affidabile è il suono duodenale, durante il quale è spesso possibile rilevare il sangue nei contenuti duodenali. A volte, durante questo studio vengono rilevate cellule neoplastiche ed enzimi pancreatici. I segni radiografici di cancro della grande papilla duodenale sono contorni irregolari o un difetto di riempimento nell'area della parete interna del duodeno, nonché mancanza di pervietà o deformazione del dotto biliare nell'area vicino al capezzolo veterano.

Quando viene eseguita la fibrogastroduodenoscopia, viene rilevata una formazione di tumore e viene eseguita una biopsia endoscopica del sito sospetto. In alcuni casi, la diagnosi di cancro della grande papilla duodenale non può essere stabilita utilizzando metodi standard; per chiarire la natura della patologia, è necessario eseguire una laparotomia, dissezionare la vera del capezzolo, prendere il tessuto e quindi decidere il volume dell'operazione in base ai dati di un esame istologico urgente. La diagnosi differenziale viene effettuata con epatite, carcinoma della testa del pancreas e carcinoma del dotto biliare.

Vater trattamento contro il cancro alla papilla

Il modo principale per trattare questa patologia è l'intervento chirurgico, che, a seconda della prevalenza del processo, può essere radicale o palliativo. Il gruppo di operazioni palliative comprende circa dieci diverse varianti di anastomosi, che consente di ripristinare il deflusso della bile nel tratto digestivo o (meno spesso) di prevenire la compressione del duodeno aumentando il cancro della papilla duodenale grande.

La chirurgia radicale è un intervento difficile e complesso, pertanto viene eseguita solo dopo un'attenta selezione dei pazienti secondo gli standard, tra cui il grado ammissibile di deplezione, il livello di proteine ​​nel sangue, alcuni parametri del polso e la capacità vitale dei polmoni, ecc. Pazienti con carcinoma della papilla duodenale di grandi dimensioni resezione gastropancreatoduodenale. In presenza di controindicazioni all'intervento radicale, vengono eseguite operazioni condizionatamente radicali: papillectomia, duodenectomia o resezione pancreatoduodenale economica. La radioterapia e la chemioterapia per il cancro della papilla duodenale grande sono inefficaci.

Tumori benigni della grande papilla duodenale

Prima dello sviluppo e dell'introduzione diffusa della diagnostica endoscopica, le neoplasie benigne nell'area del BDS erano estremamente rare. Negli ultimi anni, in connessione con il miglioramento delle apparecchiature endoscopiche, i tumori benigni del BDS durante l'endoscopia con biopsia vengono rilevati nel 6,1-12,2% dei casi. I tumori benigni del BDS si trovano ugualmente spesso nelle persone di entrambi i sessi, principalmente nella fascia di mezza età.

Papillomi e adenomi sono riferiti a tumori epiteliali benigni del BDS e lipomi, fibromi, neurofibromi, leiomiomi e altri processi iperplastici sono classificati come tumori peepithelial. I papillomi multipli più comuni del BDS.

Eziologia e patogenesi

L'eziologia e la patogenesi dei papillomi (papillomatosi, polipi iperplastici della bocca del BDS) e altri tumori benigni del BDS non sono noti. Si ritiene che la papillomatosi BDS si verifichi più spesso sullo sfondo di una duodenite distale o totale, papillite, colecistite cronica, calcoli biliari, patologia parassitaria del duodeno e delle vie biliari precedenti.

In una ciotola, si osserva lo sviluppo di papillomi nella zona BDS quando il dotto biliare comune e il dotto pancreatico (senza la formazione di un'ampolla epatico-pancreatica) scorrono separatamente nella cavità del duodeno. Si ritiene che questa struttura anatomica contribuisca al trauma dell'area della bocca dei dotti durante la motilità intestinale, lo sviluppo di processi congestivi, infiammatori, fibrosi e iperplastici.

Pathomorphology

Macroscopicamente, con papillomatosi, BDS mostra escrescenze papillari alla bocca dei dotti della papilla. Le crescite sono piccole, rosa brillante o grigio-rosso; riempiono l'apertura dei dotti, sporgendo nel lume dell'intestino. I papillomi hanno gambe sottili associate alla mucosa BDS.

Microscopicamente, i papillomi sono costituiti da elementi fibro-epiteliali e ghiandolari (ghiandole tubulari). I polipi sono ricoperti da un alto epitelio prismatico a fila singola, le cui cellule hanno un citoplasma leggero, debolmente eosinofilo e un nucleo localizzato basalmente. Le cellule caliciformi e gli endocrinociti si trovano nell'epitelio papillare. Spesso rivelano aree di metaplasia (epitelio squamoso stratificato). I papillomi hanno uno stroma pronunciato contenente vasi ed elementi cellulari del tessuto connettivo; spesso ci sono elementi di infiammazione cronica (infiltrazione linfoplasmatica).

L'adenoma BDS è anche un tumore epiteliale benigno, ma la sua prevalenza nella popolazione è leggermente inferiore alla papillomatosi - 0,15%. Secondo autori stranieri, sulla base di materiali autopsici, la frequenza di rilevazione degli adenomi BDS varia dallo 0,04-0,21%.

Macroscopicamente, un adenoma del BDS è un singolo nodo o una formazione polipoide che riempie la fiala epato-pancreatica e sporge nel lume del duodeno (prolasso dell'adenoma). Dimensione del tumore entro pochi centimetri (di solito 1-2 cm).

L'esame microscopico rivela che l'adenoma BDS è coperto da un epitelio che ricorda il normale BDS e l'epitelio duodenale. L'epitelio è simile a quello dei papillomi BDS, tuttavia, se l'ateripia cellulare non è espressa nei papillomi, nell'adenoma sono presenti caratteristiche di atipia: cellule e nuclei sono grandi, i nuclei sono ipercromici, sono molto allungati e situati nelle cellule in modo più casuale rispetto ai papillomi, ci sono figure mitosi.

Inoltre, alcune cellule non secernono il muco, mentre altre sono ipersecrezione. Stroma è scarsamente espresso. Gli adenomi nel 12-23% dei casi diventano maligni (la stessa frequenza con tumori del colon simili); il rischio aumenta se il tumore è grande o una struttura villo.

A volte nel lume dell'ampolla epato-pancreatica o nella regione delle sezioni distali del dotto biliare comune o del dotto pancreatico compaiono polipi intrapapillari iperplastici. Il loro sviluppo è associato a una componente produttiva dell'infiammazione cronica (papillite). Macroscopicamente e microscopicamente, questi polipi sono identici a quelli con papillomatosi della bocca dei dotti, l'unica differenza è nella posizione.

Numerosi autori fanno anche riferimento all'iperplasia mucosa-cistica della piega di transizione verso le formazioni benigne della zona BDS. L'iperplasia ghiandolare della piega di transizione è una patologia abbastanza comune con la formazione di cluster a grappolo nella zona BDS, che a volte coprono completamente la bocca della papilla, creando un rischio di sviluppare ittero ostruttivo e pancreatite. Nella maggior parte dei casi, questa patologia è asintomatica e viene scoperta per caso con endoscopica.

Microscopicamente, questa formazione è rappresentata da ghiandole iperplastiche ed espanse cistiche della mucosa della piega di transizione del duodeno.

Quando le ghiandole papillari iperplastiche si muovono nell'embriogenesi (eterotopia) nella struttura muscolare del BDS, si sviluppa l'adenomiosi della papilla, un proliferato simile a un tumore di origine iperplastica. Questa condizione è caratterizzata da ipertrofia degli elementi muscolari del BDS. Ci sono suggerimenti sulla stimolazione ormonale di queste formazioni, come l'iperplasia della mammella o della prostata.

Macroscopicamente, il BDS con adenomiosi ha una forma sferica, raggiunge un diametro di 1,5 cm, la consistenza della papilla è densa, è quasi impossibile determinare la bocca. Distingue microscopicamente tre forme (fasi di sviluppo) dell'adenomiosi BDS, che si sostituiscono reciprocamente con la progressione del processo:
• nodale;
• nodo-diffuso;
• diffuso.

Nelle strutture di adenomiosi non ci sono mitosi, segni di crescita della distruzione e atipia cellulare. Questa formazione è riferita alle neoplasie più a causa del quadro macroscopico e clinico simile al tumore che per caratteristiche morfologiche..

Quadro clinico

Le manifestazioni di neoplasie benigne del BDS sono le stesse. Nelle prime fasi del processo, dipendono non tanto dalla struttura istologica del tumore quanto dal grado di violazione della separazione della secrezione biliare e pancreatica, disfunzione dello sfintere di Oddi e motilità del duodeno. Un quadro caratteristico di colecistite cronica ricorrente, pancreatite, disfunzione secondaria dello sfintere di Oddi.

Meno comunemente, la malattia si manifesta con ittero ricorrente di natura meccanica, colica epatica. I sintomi della colestasi cronica sono talvolta presenti sotto forma di prurito cutaneo prolungato, disturbi digestivi nel duodeno e nell'intestino tenue e costipazione cronica. Di solito non c'è colestasi subepatica meccanica prolungata e in aumento caratteristica del carcinoma BDS con neoplasie benigne

Diagnostica

Trattamento

Trattamento chirurgico. In caso di papillomavirus, viene eseguita EPST o papillomectomia endoscopica. I piccoli adenomi vengono generalmente rimossi endoscopicamente. Per tumori di grandi dimensioni, viene eseguita la papillotomia o papillomectomia con papilloplastica, meno spesso resezione pancreatoduodenale. Se si sospetta la malignità, viene eseguita la resezione pancreatoduodenale, con un processo inoperabile, viene applicata un'anastomosi biliodigestiva.

Cosa mostra FGDS gastrico: norma, patologia

Con il suo aiuto, viene eseguito un test dello stomaco e viene esaminata la cavità del duodeno con le strutture del tratto epatobiliare: la grande papilla o BDSC del duodeno, che è la bocca del dotto pancreatico e biliare che si apre nell'intestino, viene esaminata..

FGDS: che cos'è

Sotto il concetto di endoscopia gastroduodenale, i gastroenterologi significano un esame completo delle mucose del tratto digestivo superiore, ad eccezione dell'esofago. Anche se spesso nel momento in cui viene eseguita la gastroscopia dello stomaco, il medico lo esamina. La procedura FGDS viene eseguita utilizzando apparecchiature endoscopiche contenenti elementi controllabili flessibili. Grazie a loro, il medico ha più opportunità di condurre un esame più completo e di alta qualità dello stomaco su FGDS.

In generale, la FGDS classica e la gastroscopia sono lo stesso studio. Per il paziente, non vi è alcuna differenza nella sensazione e nel risultato. Le differenze visibili sono evidenti solo allo specialista: può impostare la direzione dell'estremità del tubo del fibrogastroscopio per esaminare in modo più dettagliato le superfici interne degli organi.

La gastroscopia moderna offre ai pazienti una varietà di tipi di gastroscopia:

  • FGDS diagnostico panoramico con esame del BDS (papilla duodenale grande) e dello stomaco - è prescritto per sospetti processi infiammatori delle mucose;
  • FGDS diagnostico con test dell'ureasi - è prescritto per ulcera peptica e gastrite;
  • FGDS diagnostico con misurazione dell'acidità della secrezione digestiva - è prescritto per alcuni tipi di gastrite, ulcera peptica e reflusso;
  • procedura diagnostica con campionamento di particelle di membrana mucosa per microscopia o istologia - utilizzata per tumori allo stomaco, sospetta gastrite infettiva e ulcera provocata da Helicobacter;
  • gastroscopia diagnostica e terapeutica: è necessario, se necessario, stabilire la fonte del sanguinamento ed eliminarlo e consente anche di rilevare oggetti estranei e rimuoverli.

Inoltre, viene fornito un rinvio a FGDS a pazienti preoccupati per il duodeno. Il problema potrebbe essere con il sistema biliare o il pancreas, ma l'unico modo per analizzare la secrezione secreta attraverso la BSC è attraverso la gastroscopia.

Importante! Oltre alle condizioni delle mucose, la fibrogastroduodenoscopia consente di valutare le condizioni e il funzionamento delle valvole (sfinteri) dell'esofago, dello stomaco e del duodeno.

Periodo di validità della gastroscopia prima dell'intervento chirurgico

Durata dei test e degli esami N. n / n Elenco dei test e degli esami Periodo di validità 1 Esame del sangue clinico generale 14 giorni 2 Analisi clinica generale delle urine 14 giorni 3 Esame del sangue per tempo di coagulazione, durata del sanguinamento 14 giorni 4 Esame del sangue biochimico: proteine ​​totali, bilirubina totale, colesterolo, AST, ALT, urea, creatinina, elettroliti nel sangue, glucosio, emoglobina glicosilata, indice di protrombina 1 mese. 5 Elettrocardiogramma 14 giorni 6 Parere dell'esperto (medico di medicina generale, endocrinologo, cardiologo, nefrologo) 14 giorni 7 Reazione di Wasserman (RW), HIV, marker di epatite (HCV, HbsAg) 3 mesi. 8 Radiografia (fluorografia) del torace, seni paranasali, monitoraggio Holter, ecocardiografia 6 mesi.

Come FGDS

Il paziente viene sottoposto a gastroscopia in regime ambulatoriale, ovvero non è necessario il ricovero in ospedale. Per fare ciò, utilizzare un fibrogastroscopio per dispositivi endoscopici, costituito da un tubo lungo e sottile. Ad un'estremità c'è una telecamera e una sorgente luminosa. Il segnale dal dispositivo di imaging viene trasmesso attraverso una fibra speciale situata all'interno del tubo. C'è anche un canale per strumenti medici (chirurgici), attraverso il quale il medico può eliminare alcuni problemi durante la gastroscopia.

All'altra estremità del tubo c'è un dispositivo ottico (una specie di spioncino che può guardare un endoscopista) e una maniglia rotante, che viene utilizzata per impostare la direzione dell'estremità del fibrogastroscopio. Qui si trovano cavi sottili che collegano il dispositivo endoscopico al monitor. Visualizza più volte l'immagine ingrandita catturata dalla fotocamera.

Buono a sapersi! A causa delle grandi dimensioni del tubo del fibrogastroscopio, viene eseguita la gastroscopia dello stomaco attraverso la bocca.

Prima della gastroduodenoscopia endoscopica, il medico esegue l'anestesia locale della radice della lingua e della parte posteriore della faringe in modo che il paziente non si senta a disagio quando viene introdotto il dispositivo. Dopo che il farmaco ha funzionato, il paziente viene posizionato su un divano sul lato sinistro e gli viene chiesto di bloccare un boccaglio speciale tra i denti. Impedirà il serraggio riflessivo della mascella durante l'esame dello stomaco. Successivamente, il medico inizia la gastroscopia secondo il piano.

La sequenza delle azioni dipenderà dagli obiettivi della procedura:

  1. Panoramica FGDS diagnostica prevede la lenta introduzione di un tubo gastroscopio prima nello stomaco e poi nel duodeno. Durante l'avanzamento, il medico esamina le superfici, corregge le modifiche (scatta foto ingrandite) e completa la diagnosi.
  2. Le FGDS diagnostiche con campionamento biomateriale e misurazione di indicatori importanti (acidità, test dell'ureasi, biopsia) sono leggermente diverse da come viene eseguita la gastroscopia per la revisione. Mentre penetra nella cavità dello stomaco e del duodeno, il medico esamina prima le mucose, quindi rimuove un frammento della mucosa, prende una macchia per l'analisi o misura la concentrazione di acido o ureasi nella secrezione digestiva. Dopo un esame completo e il prelievo dei campioni necessari da tutti o da alcuni siti, il medico completa la procedura.
  3. FGDS diagnostico-diagnostico comporta non solo il rilevamento di aree patologiche sulla mucosa, ma anche l'eliminazione delle neoplasie, la sutura dei fori, la coagulazione dei vasi sanguigni e delle superfici delle ferite e la rimozione di corpi estranei. Questa è la procedura più complessa e lunga di tutte le varietà di FGDS.

Durante lo studio, il medico pompa periodicamente l'aria, che allunga le pareti dello stomaco e del duodeno. Questo viene fatto in modo da poter vedere meglio le mucose. Senza rifornimento d'aria, le pareti degli organi presentano pieghe piuttosto profonde in cui possono nascondersi neoplasie patologiche: ulcere, focolai di erosione, polipi e oggetti estranei.

Alla fine della procedura, il medico compila il modulo, che indica quali cambiamenti sono stati trovati. Questo documento viene inviato al gastroenterologo per la diagnosi..

Preparazione per la procedura

Dopo aver visualizzato il risultato del test finale, viene fatta una diagnosi, che può essere confermata o smentita durante uno studio dettagliato dei test. Un ruolo particolarmente significativo è assegnato alla fase preparatoria. Ad esempio, è necessario studiare le caratteristiche del periodo di tempo durante la digestione del cibo.

Con FGDS, l'ultimo pasto dovrebbe essere entro e non oltre 6 ore. Sono ammessi carne bollita, acqua, latticini. Prima della procedura, è consentito bere solo acqua, ma solo un paio d'ore prima dell'operazione stessa. Inoltre, è consentito assumere farmaci prescritti, destinati esclusivamente al riassorbimento, è possibile sottoporsi a esami ecografici, bere tè dolce.

Il processo di ricerca stesso prevede 2 tipi: attraverso la cavità nasale o orale del paziente. È facoltativo essere al momento dell'intervento chirurgico sotto l'influenza dell'anestesia. Puoi rifiutarlo. L'intero processo non richiede molto tempo. Con un intervento attraverso la cavità orale, la durata sarà di circa 10 minuti e attraverso la cavità nasale - molto meno.

L'esofagogastroduodenoscopia prevede di mangiare il giorno prima la sera, non oltre 8 ore prima dell'intervento chirurgico. Nella dieta sono ammessi solo alimenti leggeri non difficili da digerire. Dopo 8 ore è vietato l'uso di prodotti lattiero-caseari. La mattina dopo puoi bere solo una piccola quantità di acqua.

Dopo la procedura, puoi prendere cibo e bevande solo dopo 10 minuti e dopo aver eliminato la sensazione di coma in gola. Ma è meglio farlo in 1-2 ore. Quando si esegue una biopsia, immediatamente dopo il suo completamento, è possibile mangiare alimenti relativamente caldi all'interno e si dovrebbe rifiutare dal freddo e troppo caldo.

Inoltre, questa procedura è caratterizzata da alcune sensazioni spiacevoli, che sono espresse in gola secca e solletico. La forma ambulatoriale della malattia prevede che il paziente rimanga sul posto per diversi minuti mentre è in atto l'anestesia..

Prima di condurre studi sul tratto digestivo usando un endoscopio, il paziente deve preparare:

  • 2 giorni prima della procedura, non dovresti assumere alcolici, mangiare noci, semi, confetteria al cioccolato, piatti piccanti e affumicati;
  • non assumere farmaci il giorno dello studio;
  • 10-12 ore prima dell'esame è indesiderabile mangiare, ma un paio d'ore prima della procedura, bere tè dolce debole o acqua naturale;
  • anche il fumo indesiderato il giorno dell'evento.

Quanto dura la gastroscopia?

La durata media dell'FGDS dipende da diversi fattori: la corretta preparazione, le qualifiche e l'esperienza del medico dell'endoscopista e il tipo di gastroscopia. La durata della procedura di revisione per la gastroscopia dello stomaco non è più di 5 minuti, ma possono esserci deviazioni su o giù. Ad esempio, con una scarsa preparazione, il paziente può avere difficoltà con l'introduzione di un dispositivo endoscopico: appare la nausea che rallenta l'avanzamento del fibrogastroscopio.

Inoltre, durante FGDS ai fini della diagnosi, la durata della procedura può aumentare a causa del rilevamento di focolai di sanguinamento o oggetti estranei. Molto spesso, lo specialista decide di risolvere il problema all'interno di una procedura, che richiederà da 5 a 7 minuti e, in generale, l'esame dura 10-15 minuti. La stessa durata nella fibrosi gastrica con una biopsia o test.

La procedura di gastroscopia diagnostica del trattamento dura più a lungo, soprattutto se il medico deve rimuovere neoplasie benigne o perforazioni di sutura nelle pareti degli organi. L'intero processo può richiedere fino a 20 minuti e, in situazioni particolarmente difficili, fino a 45 minuti.

Importante! Puoi contattare il tuo medico in anticipo sulla durata della FGDS. Tuttavia, in ogni caso, vale la pena impostare che l'esame richiederà alcuni minuti in meno rispetto a quanto annunciato dal medico, poiché gli specialisti tendono a indicare i massimi indicatori possibili.

Come prepararsi per l'endoscopia

È necessario capire che prima dell'endoscopia è importante la preparazione allo studio, che dipenderà dalle sue caratteristiche: dalla necessità di una biopsia, dalla scelta dell'anestesia e di altri.

La preparazione all'esofagogastroduodenoscopia dipende anche dal tempo per il quale è stato prescritto l'esame, dallo stile di vita del paziente. A volte la procedura porta a manifestazioni negative, il medico deve informare il paziente.

Analisi

Non è difficile ridurre la probabilità di complicanze dopo la procedura superando in anticipo una serie di test, tra cui:

  • analisi del sangue generale;
  • coagulogram;
  • ECG (per pazienti con problemi nel lavoro del cuore e dei vasi sanguigni).

A volte può essere necessario determinare il gruppo sanguigno e il fattore Rh del paziente. È inoltre necessario assicurarsi che la persona non sia malata di epatite B o C e che non sia infettata dall'HIV..

Ciò che il medico deve sapere sul paziente

Prima dell'endoscopia, il medico verificherà sicuramente con il paziente alcuni punti importanti relativi alla sua salute, che non possono essere ignorati, altrimenti non si possono evitare complicazioni.

Prima di tutto, il paziente deve informare il medico sull'assunzione del medicinale, su come si sente in generale. Gli specialisti sono particolarmente interessati alla presenza di problemi nel sistema cardiovascolare..

Dieta prima dell'esame

Per ottenere dati accurati dell'esame, nonché per evitare conseguenze negative, 3 giorni prima dell'endoscopia devono essere abbandonati i prodotti che:

  • digerito a lungo - carne e pesce grassi, noci, funghi;
  • provoca flatulenza - latticini, legumi, frutta e verdura fresca, pane integrale;
  • irritare le mucose: salsicce, condimenti, alcool.

Per il periodo di preparazione allo studio, si consiglia di includere prodotti come:

  • verdure bollite e in umido;
  • purè di cereali;
  • brodi leggeri;
  • pesce magro, carne al vapore.

L'esofagoscopia (la preparazione per lo studio dipende dal tempo della sua condotta) viene spesso prescritta al mattino. Il paziente non può fare colazione, le bevande sono escluse.

Se lo studio verrà condotto al mattino, alla vigilia è consentita una cena leggera, che può includere:

  • casseruola di ricotta;
  • verdure al vapore o in umido;
  • porridge di purè;
  • soufflé di pollo.

Puoi mangiare rigorosamente fino alle 22:00. Quindi è consentita solo l'assunzione di liquidi. I farmaci vengono assunti la sera, questo non dovrebbe essere fatto al mattino. Se necessario, può essere iniettato il medicinale giusto.

Quando la diagnosi è nel pomeriggio, puoi fare colazione. È importante che l'intervallo tra i pasti e la procedura sia di almeno 8 ore.

Per comodità, è possibile utilizzare il seguente memo.

Tempo di proceduraOra dell'ultimo pasto
Dopo pranzo6 del mattino.
La fine della giornata lavorativa8-9
Sera10-11: 00

Posso bere acqua e altre bevande

Bevande che possono essere consumate prima dell'endoscopia:

  • infusi di erbe;
  • gelatina;
  • composta di frutta secca.

Il giorno prima dell'esame, dovresti bere bevande calde.

È severamente vietato bere alcolici, acqua gassata, succhi dai colori vivaci. Meglio rinunciare a tè e caffè forti. Tre ore prima dell'inizio dell'ispezione non puoi bere.

Posso fumare?

Il fumo di sigaretta irrita il tratto digestivo. Alla vigilia della diagnosi, è vietato fumare, poiché ciò complica la procedura e può portare a risultati errati.

Atteggiamento psicologico

Uno dei fattori più importanti che influenzano il corso della procedura è l'umore psicologico del soggetto. Molti hanno paura di ingoiare la sonda, quindi sono alla ricerca di motivi per abbandonare l'endoscopia.

Il medico deve convincere il paziente che una tale diagnosi è necessaria nel suo caso, poiché aiuterà a valutare la condizione, fare la diagnosi corretta e scegliere un metodo di trattamento.

Sarà più facile per il paziente se gli parleranno in dettaglio dell'avanzamento della procedura, quindi potrà prepararsi. Durante l'esame, devi rilassarti ed essere distratto, ma ascolta attentamente tutto ciò che dice il medico.

Se la paura della procedura è insormontabile, lo specialista suggerisce di eseguirla in anestesia generale.

Cosa prendere per la procedura

Per l'esame diagnostico medico è necessario portare con sé:

  • pannolino pulito (può essere usa e getta);
  • copriscarpe o scarpe;
  • asciugamano;
  • documenti - rinvio all'endoscopia, risultati dell'esame precedente (se presente), scheda ambulatoriale.

Immediatamente prima dell'inizio della procedura, gioielli, una sciarpa o cravatta, gli occhiali dovrebbero essere rimossi dal collo. È inoltre necessario rimuovere la mascella falsa o le protesi rimovibili.

Cosa mostra l'HDF o quali malattie vengono diagnosticate

La diagnosi mediante FGDS può rivelare patologie organiche, infezioni, processi infiammatori e distruttivi, disturbi funzionali di tutte le strutture e tessuti all'interno dello stomaco e del duodeno. Nella pratica diagnostica, la gastroscopia dello stomaco determina facilmente le seguenti patologie:

  • insufficienza dello sfintere del cardia con esofagite e reflusso;
  • gastrite della porzione pilorica o distale della mucosa gastrica;
  • atrofia o ipertrofia della mucosa gastrica;
  • lesioni erosive o ulcerative;
  • perforazione (rottura del muro) dello stomaco;
  • escrescenze benigne (polipi) nello stomaco.

Anche durante l'esame FGDS, il medico esamina il duodeno, in cui sono visibili anche i minimi cambiamenti: aree iperemiche che indicano irritazione, infiammazione o processo erosivo, ulcere, corpi estranei. Se lo scopo della diagnosi è scoprire le cause del bruciore di stomaco, la gastroscopia può mostrare insufficienza dello sfintere che separa lo stomaco e il duodeno 12. Di norma, esaminano l'FGDS e le condizioni della grande papilla duodenale, mediante la quale è possibile determinare le disfunzioni del tratto epatobiliare.

L'elenco delle malattie rilevate da FGDS comprende anomalie anatomiche: stenosi congenita o acquisita dell'esofago, uno o più sfinteri. Spesso, utilizzando questo tipo di diagnosi, vengono determinate le vene varicose dell'esofago, che non manifestano sintomi spiacevoli.

Importante! Anche se la gastroscopia ha mostrato una completa assenza di processi patologici nel tratto digestivo, il risultato sarà considerato utile, poiché alcuni sintomi gastroenterologici hanno una componente esclusivamente psicosomatica. In questo caso, il paziente sarà trattato da un neurologo o psichiatra, non da un gastroenterologo.

Cause del cancro alla papilla di Vater

Le cause del tumore non sono esattamente chiarite. Gli esperti osservano che una predisposizione ereditaria è di una certa importanza: la malattia viene spesso diagnosticata in famiglie i cui membri soffrono di poliposi familiare. Inoltre, K-ras è una mutazione genetica in alcuni pazienti. È stato stabilito che la neoplasia può svilupparsi a causa di malignità dell'adenoma del capezzolo del Vater. La pancreatite cronica e le malattie del sistema epatobiliare sono anche incluse nell'elenco dei fattori di rischio..

La fonte del cancro della grande papilla duodenale è la trasformazione delle cellule epiteliali della mucosa duodenale, del dotto pancreatico o del dotto biliare comune. Una neoplasia è caratterizzata da una lenta crescita esofitica. In apparenza, la neoplasia ricorda il papilloma, la crescita di una forma di fungo o sotto forma di infiorescenza di cavolfiore. Le forme endofitiche vengono rilevate meno comunemente. Con le forme esofitiche di cancro della grande papilla duodenale, l'ittero è spesso remittente, con ittero endofitico è costante. Il diametro del nodo durante la sua rimozione chirurgica è in media 3 mm.

L'esame microscopico rivela cluster di cellule e cellule endocrine distese separatamente di forma mandrino, triangolare e cilindrica. Il numero di cellule endocrine diminuisce al diminuire del livello di differenziazione della neoplasia. Tipicamente, il cancro della grande papilla duodenale germoglia il dotto biliare comune, è anche possibile un danno al pancreas e alla parete duodenale, metastasi linfatiche e distanti. Le metastasi linfogeniche si trovano nel 21-51% dei pazienti. I fuochi secondari distanti vengono rilevati raramente. Il fegato è solitamente colpito, meno comunemente le ossa, il cervello, i polmoni e le ghiandole surrenali..

Il cancro della grande papilla duodenale può ostruire completamente il lume del dotto biliare, meno spesso viene rilevata la stenosi. Anche con una compressione parziale dovuta al gonfiore della mucosa, si verificano gravi disordini del deflusso della bile, che causano lo sviluppo di ittero ostruttivo. Appare l'ipertensione biliare, accompagnata da dilatazione del tratto biliare e dei dotti pancreatici. L'ostruzione intestinale è molto rara. Con la diffusione del processo, sono possibili la germinazione della parete intestinale e il collasso della neoplasia con lo sviluppo di sanguinamento interno.

La prima manifestazione della malattia diventa spesso l'ittero ostruttivo, che è sorto sullo sfondo del benessere somatico. Inizialmente, l'ittero è solitamente intermittente, la normalizzazione dei parametri biochimici del sangue è dovuta a una diminuzione dell'edema nel dotto biliare stenotico. Con la progressione del cancro della grande papilla duodenale, l'ittero diventa più persistente, viene rilevato un cambiamento nel colore della pelle dopo un intenso dolore, accompagnato da brividi e sudorazione pesante. I pazienti lamentano un forte prurito. La natura intermittente dell'ittero nelle fasi avanzate (rilevata nel 51% dei casi) è dovuta al decadimento del cancro della grande papilla duodenale, accompagnato da un ripristino temporaneo dell'ostruzione del dotto biliare.

Alla palpazione viene determinata l'epatomegalia. Nel 60% dei pazienti, si sente una cistifellea allargata sotto il bordo inferiore del fegato (sintomo di Courvoisier). Con un'ostruzione prolungata del tratto biliare, si verificano cirrosi epatica e pancreatite cronica. Con l'invasione del cancro della grande papilla duodenale nella parete intestinale e il conseguente decadimento del tumore, è possibile sanguinamento (acuto massiccio o ripetuto minore) con lo sviluppo di anemia. Con metastasi regionali, si nota un cambiamento nel dolore.

Una caratteristica del cancro della grande papilla duodenale è la perdita precoce di peso. La causa della perdita di peso è la stenosi o l'ostruzione dei dotti pancreatici, a causa della quale gli enzimi necessari per la scomposizione di proteine ​​e grassi cessano di entrare nel tratto digestivo. La violazione della pervietà del dotto biliare comune aggrava ulteriormente i disturbi dell'assorbimento dei grassi e compromette l'assorbimento delle vitamine. La perdita di peso e la carenza di vitamine causano adynamia.

Nei pazienti con tumore della grande papilla duodenale, si osserva spesso diarrea, accompagnata da gonfiore e dolore addominale. Puzzo fecale, grigio argilla. In casi avanzati, è possibile rilevare feci grasse. Con la comparsa di metastasi regionali, si nota un cambiamento nella natura della sindrome del dolore. Nelle fasi successive, vengono determinati l'esaurimento e la disfunzione degli organi colpiti da metastasi a distanza.

La diagnosi è irta di difficoltà significative a causa della non specificità dei sintomi. Nel processo di diagnosi, l'oncologo si concentra su reclami, dati di un esame obiettivo, radiografia, colangiografia transepatica o endovenosa, sondaggio duodenale, fibrogastroduodenoscopia e altri studi. Con l'ittero, viene determinato un alto livello di bilirubina con una predominanza di una frazione diretta, la sterkobilina è assente nelle feci. Nelle ultime fasi del cancro della grande papilla duodenale, viene rilevata l'anemia.

Uno studio abbastanza affidabile è il suono duodenale, durante il quale è spesso possibile rilevare il sangue nei contenuti duodenali. A volte, durante questo studio vengono rilevate cellule neoplastiche ed enzimi pancreatici. I segni radiografici di cancro della grande papilla duodenale sono contorni irregolari o un difetto di riempimento nell'area della parete interna del duodeno, nonché mancanza di pervietà o deformazione del dotto biliare nell'area vicino al capezzolo veterano.

Quando viene eseguita la fibrogastroduodenoscopia, viene rilevata una formazione di tumore e viene eseguita una biopsia endoscopica del sito sospetto. In alcuni casi, la diagnosi di cancro della grande papilla duodenale non può essere stabilita utilizzando metodi standard; per chiarire la natura della patologia, è necessario eseguire una laparotomia, dissezionare la vera del capezzolo, prendere il tessuto e quindi decidere il volume dell'operazione in base ai dati di un esame istologico urgente. La diagnosi differenziale viene effettuata con epatite, carcinoma della testa del pancreas e carcinoma del dotto biliare.

Il modo principale per trattare questa patologia è l'intervento chirurgico, che, a seconda della prevalenza del processo, può essere radicale o palliativo. Il gruppo di operazioni palliative comprende circa dieci diverse varianti di anastomosi, che consente di ripristinare il deflusso della bile nel tratto digestivo o (meno spesso) di prevenire la compressione del duodeno aumentando il cancro della papilla duodenale grande.

La chirurgia radicale è un intervento difficile e complesso, pertanto viene eseguita solo dopo un'attenta selezione dei pazienti secondo gli standard, tra cui il grado ammissibile di deplezione, il livello di proteine ​​nel sangue, alcuni parametri del polso e la capacità vitale dei polmoni, ecc. Pazienti con carcinoma della papilla duodenale di grandi dimensioni resezione gastropancreatoduodenale. In presenza di controindicazioni all'intervento radicale, vengono eseguite operazioni condizionatamente radicali: papillectomia, duodenectomia o resezione pancreatoduodenale economica. La radioterapia e la chemioterapia per il cancro della papilla duodenale grande sono inefficaci.

Il decorso clinico del cancro della grande papilla duodenale è diviso in periodi itterici e itterici. L'inizio è asintomatico. Poiché l'educazione si sviluppa a lungo e cresce lentamente, non vi è alcuna sintomatologia evidente nelle prime fasi. I suoi primi sintomi sono rilevati quando il tumore cresce di dimensioni o ulcerati, si sviluppa infiammazione, gonfiore del grande capezzolo duodenale. Un tale presagio, come il dolore nell'ipocondrio destro, si verifica più tardi.

La manifestazione visibile iniziale è un cambiamento nel colore della pelle, che è associato alla compressione del dotto cistico ed è visibile durante l'esame esterno iniziale. Segni di ittero in tutto il corpo (compresi pelle e mucose) fanno sospettare altre patologie simili: colangite, colecistite (spesso nelle donne). Per distinguerli, è necessario studiare attentamente la storia medica.

Se il giallo appare a causa del processo infiammatorio e del gonfiore della grande papilla duodenale, inizia a ferire nell'ipocondrio destro, appare una temperatura. Un nodulo viene palpato nella cistifellea (sintomo di Courvoisier), l'urina si scurisce e le feci diventano leggere. Di solito la terapia antinfiammatoria allevia il gonfiore, l'ittero scompare gradualmente.

Se il dotto di Wirsung si sovrappone al dotto pancreatico, la sintomatologia assomiglia alla pancreatite - con caratteristiche sensazioni di bruciore e forte dolore alla cintura. Il fegato aumenta, che è determinato dalla percussione dito-dito, doloroso alla palpazione. Macchie di grasso si trovano nelle feci e, con alterazioni ulcerative, compaiono tracce di sangue.

I reclami tardivi del paziente includono: debolezza senza sforzo fisico, intossicazione, che è espressa da un polso frequente, condizione subfebrilare, insufficienza respiratoria (respiro corto), perdita di peso, cachessia. Il crollo di un grosso tumore alla papilla porta a sanguinamento, che è mortale..

L'eziologia del cancro della grande papilla duodenale non è ben compresa. Si presume che l'elevata oncopatogenicità di quest'area sia associata alle sue caratteristiche funzionali. Gli enzimi biliari e pancreatici che causano l'oncologia sembrano essere i più aggressivi.

Le principali cause della formazione del cancro includono:

  • • Età: le persone anziane si ammalano, raramente si formano negli adolescenti.
  • • Eredità. Malattie ereditarie e che provocano malignità (poliposi familiare), nonché mutazioni in un gene che inibisce i disturbi del DNA o che possono innescare un processo oncologico (ad esempio, il gene K-ras).
  • • Cattive abitudini (fumo, alcol). Più spesso, negli uomini si riscontra una neoplasia, ma l'alcolismo femminile crea anche una predisposizione alla formazione del cancro della grande papilla duodenale.
  • • malnutrizione. La fame, le diete che le ragazze amano, portano alla carenza di vitamine e riducono la naturale difesa delle mucose e l'immunità.
  • • Elmintiasi (giardiasi, schistosomiasi). Gli elminti danneggiano le cellule della mucosa, il che contribuisce alla malignità. Non possono essere infettati da goccioline trasportate dall'aria, ma le feci umane che penetrano nelle acque reflue e negli oggetti domestici sono contagiose se la persona infetta non osserva l'igiene. Con la giardiasi, l'infezione si verifica quando si nuota negli stagni, attraverso gli animali. Giardia, agenti causali della malattia, penetrano nell'epitelio mucoso che riveste la grande papilla, il dotto biliare comune e la cistifellea.
  • • Psicosomatici: esperienze emotive, stress, superlavoro.
  • • Irradiazione.
  • • Lavori nelle industrie chimiche (esposizione ad amianto, pitture e vernici).

Fa male fare gastroscopia

La maggior parte dei pazienti a cui è stata prescritta la gastroscopia sono principalmente interessati a sapere se saranno feriti durante la procedura HDF. Nonostante il fatto che questo tipo di diagnosi non possa essere definito piacevole, durante le manipolazioni non vi sarà alcun dolore in quanto tale, soprattutto se il medico pianifica una procedura di revisione. Durante questo, il paziente può sentire:

  • spiacevole pressione sulla radice della lingua, che può causare nausea;
  • esplodere dietro lo sterno durante la fornitura d'aria nell'esofago;
  • esplodere nella regione epigastrica con aria nello stomaco e nel duodeno.

L'unico tipo di gastroscopia in cui il paziente può davvero ferire è l'FGDS con l'obiettivo di rimuovere le neoplasie e fare una biopsia. Fortunatamente, il medico avvisa in anticipo il paziente della necessità di procedure mediche, quindi seleziona l'opzione migliore per alleviare il dolore. Nella maggior parte delle cliniche, tali procedure vengono eseguite in anestesia, che elimina completamente le sensazioni spiacevoli anche nella fase di introduzione di un gastroscopio nell'esofago..

Analisi di validità gastroscopia

Oltre al programma Optimum (ospedale ginecologico), questo programma contiene la diagnostica ecografica dell'organo dei sistemi urinario e riproduttivo, la gastroscopia (endoscopia) e la colonscopia. Validità dei risultati dei test, metodi diagnostici strumentali e consultazioni specialistiche. Durata della ricerca Esame del sangue clinico + ESR 14 giorni Coagulogramma 14 giorni Chimica del sangue 14 giorni Gruppo sanguigno, fattore Rh RW, HBsAg, HCV, HIV 3 mesi Analisi delle urine 14 giorni ECG 1 mese Ultrasuoni del sistema urinario 1 mese Ultrasuoni degli organi pelvico (nelle donne) 1 mese Scansione duplex delle vene degli arti inferiori 1 mese Gastroscopia, colonscopia 1 mese Consultazioni con un terapista, ginecologo 1 mese 1. Procedura e condizioni per la prestazione di servizi: 1.1. L'elenco degli studi può essere breve per operazioni a basso rischio, come una biopsia mammaria o un intervento chirurgico per piccole aree della pelle (quando si rimuovono lipomi, papillomi, ecc.), Ecc. Con tali manipolazioni, c'è un rischio molto basso di complicanze se il paziente è in buona salute (no problemi di coagulazione, ecc.).

Pertanto, è necessario consultare uno specialista sulla necessità di superare determinati test prima del ricovero o dell'intervento chirurgico. Come sono regolati i termini? Cosa regola la shelf life dei test prima dell'intervento chirurgico? L'ordine del Ministero della Salute non prevede periodi esatti per le prove di laboratorio.

Ma ci sono requisiti generalmente accettati che dovrebbero essere seguiti. Il dinamismo dei cambiamenti nello stato del corpo richiede che tutti i risultati della ricerca vengano effettuati poco prima dell'intervento o del ricovero.

La relazione scritta rilasciata dopo la FGD conferma lo stato degli organi digestivi esaminati durante questa procedura. È necessario comprendere che la validità di qualsiasi analisi può essere limitata. Quindi non ritardare, e appena possibile procedere alla raccolta dei moduli. È importante interpretarlo correttamente in modo da non essere confuso sullo stato della propria salute. Questo è fatto meglio dal gastroenterologo presente per adottare ulteriori misure per trattare le patologie esistenti..

Molti pazienti, a causa della paura comune, esitano a fare un lungo esame. Tuttavia, devi capire quanto è grande il contenuto informativo di questa procedura FGS e che ti dà tutto ciò che devi sapere sulle condizioni dello stomaco, dell'esofago e anche del duodeno, se necessario.

Decodifica FGDS o quali parametri vengono valutati

L'interpretazione standard di FGDS contiene informazioni su tutte le sezioni studiate del tratto digestivo:

  1. Esofago: le dimensioni del restringimento del lume, le condizioni della mucosa, il grado di reflusso, in particolare il funzionamento degli sfinteri. Normalmente, l'esofago ha tre costrizioni fisiologiche, la mucosa è rosa chiaro, omogenea, le pareti sono lisce, senza sporgenze visibili e aree convesse, arrossamenti e ulcere. Le vene non sono visibili, gli sfinteri si chiudono completamente.
  2. Stomaco - la condizione delle mucose, la distribuzione uniforme della secrezione sulle pareti, il rilievo delle pareti, la contrattilità. Normalmente, il rivestimento interno dello stomaco è rosa pallido, senza arrossamenti, ulcere e neoplasie, le pieghe sono uniformi, della stessa altezza. Il segreto è uniformemente distribuito, trasparente, ha una struttura mucosa.
  3. Il duodeno - la struttura della mucosa e la trama delle pareti, lo stato del BDS. Normalmente, la mucosa dell'organo è dipinta in un colore rosa-grigiastro, ha una struttura vellutata e una superficie leggermente tuberosa. La grande papilla duodenale si apre ritmicamente e si chiude completamente, non ingrandita, senza arrossamenti.


Se FGDS ha rivelato eventuali deviazioni dalla norma, l'endoscopista indica il loro nome (iperemia, gonfiore, erosione, ulcera, ispessimento dei tessuti e così via), dimensioni, localizzazione e altre caratteristiche. Questa è la decodifica dei risultati della gastroscopia. Per una migliore comprensione da parte del gastroenterologo, i risultati scritti sono integrati da fotografie o video acquisiti durante l'esame. Possono essere stampati o archiviati su supporti elettronici..

Possibili complicazioni

Entro 1-2 giorni dopo la procedura, un mal di gola causato dal passaggio di un endoscopio può disturbare. Tale dolore è debole e si risolve rapidamente da solo. In alcuni casi, il dispositivo viene trattato con un gel medicinale che migliora lo scorrimento, che successivamente provoca dolore a breve termine. Per alleviare il dolore, puoi fare i gargarismi con un decotto di erbe o acqua con l'aggiunta di alcune gocce di iodio e rimanere in silenzio più a lungo.

Quando si prende materiale per biopsia, può verificarsi sanguinamento, ma questo può essere visto immediatamente. Il medico cauterizza la nave danneggiata, il che semplicemente allunga lo studio.

Una reazione allergica può verificarsi all'anestetico, sebbene ciò sia molto raro, solo nei casi in cui il paziente non è mai entrato in contatto con questo analgesico. C'è sempre un kit di farmaci anti-shock nella sala gastroscopia..

La gente vive "storie dell'orrore" secondo cui la sonda può perforare il muro dell'esofago o dello stomaco. Era su vecchie apparecchiature e ora non è praticamente trovato.

Alcuni pazienti lamentano eruttazione e sensazione di gonfiore. Queste sono le conseguenze della deglutizione dell'aria durante la procedura, che si svolge da sola in un paio di giorni.