Studio delle feci per la disbiosi

La disbatteriosi è una violazione non solo del contenuto quantitativo di microrganismi nell'intestino, ma anche di un rapporto proporzionale. Il giusto equilibrio fornisce il processo di digestione necessario, aiuta i sistemi enzimatici.

Le caratteristiche nutrizionali legate all'età sono accompagnate da cambiamenti nei requisiti di microflora intestinale. Pertanto, ciò che è ottimale per un bambino è considerato una violazione per un adulto e viceversa.

Feci per disbiosi: un'analisi complessa. Richiede il rispetto di:

  • preparazione preliminare;
  • regole di raccolta delle feci;
  • escrezione di ciascun gruppo di microrganismi;
  • differenziazione con flora patologica.

Parte della ricerca richiede metodi biochimici, inoltre, se necessario, coltivano batteriologicamente la disbiosi su speciali mezzi nutritivi. Pertanto, lo studio delle feci per la disbiosi viene effettuato da assistenti di laboratorio esperti con formazione speciale..

Un po 'sui microrganismi intestinali

Più di 500 specie di microrganismi vivono nell'intestino umano. I loro compiti:

  • aiutare nella scomposizione delle sostanze cadute con il cibo in uno stato che consenta il libero passaggio attraverso il muro nel flusso sanguigno;
  • rimuovere scorie, gas emersi durante il processo di digestione, prevenire la putrefazione;
  • accelerare l'eliminazione di sostanze nocive non necessarie;
  • sviluppare gli enzimi mancanti per il corpo;
  • sintetizzare le vitamine necessarie;
  • assicurare la partecipazione alla sintesi di componenti per l'immunità.

Tutti i microrganismi sono divisi:

  • utile - svolgono le funzioni di cui sopra, supportano la salute (bifidobatteri - 95% della composizione totale, lattobacilli fino al 5%, Escherichia);
  • condizionatamente patogeni - diventano patogeni in presenza delle condizioni necessarie (un cambiamento nell'equilibrio acido-base dell'ambiente, una diminuzione dell'immunità dovuta a una malattia lunga o grave), stafilococchi, enterococchi, clostridi, funghi del genere Candida possono diventare traditori;
  • dannoso o patogeno - entrando nel corpo, diventano la causa della malattia intestinale (salmonella, shigella).

Gli elicobatteri sono localizzati nella regione pilorica dello stomaco. Sono una delle cause importanti di gastrite, ulcera peptica e cancro. Forse la loro allocazione dalla saliva e dalle feci di una persona infetta. Si trova in 2/3 della popolazione.

Decifrare l'analisi delle feci per la disbiosi fornisce informazioni sulla composizione quantitativa e qualitativa della microflora, avvisa di deviazioni pericolose. Con il metodo di generazione di energia, i microrganismi condividono:

  • su quelli aerobici, sono vitali solo in presenza di ossigeno (enterobatteri, lattobacilli, streptococchi, stafilococchi, funghi);
  • anaerobico - si sviluppano senza ossigeno, sono resistenti (bifidobatteri, enterococchi, clostridi).

Normalmente, il corpo umano è protetto dalla diffusione della flora batterica e dei funghi dall'intestino nello stomaco e in altre parti del tratto digestivo. L'ostacolo è:

  • acido cloridrico del succo gastrico, che distrugge alcuni tipi di microrganismi;
  • la presenza di una valvola ileocecale al confine tra l'ileo (l'ultimo nell'intestino tenue) e il cieco (la parte iniziale del colon);
  • sistema muscolare liscio che regola i movimenti ondulatori peristaltici per spingere il contenuto in una direzione - dall'intestino sottile a quello spesso.

Questo succede in una persona sana. L'analisi delle feci per la disbiosi può mostrare una violazione dei meccanismi di difesa.

Quando è necessario passare un'analisi delle feci per la disbiosi?

La disbatteriosi non è una malattia, ma una conseguenza di una malattia. Di solito portano ad esso:

  • patologia cronica del sistema digestivo;
  • il risultato di processi infiammatori nell'intestino con enterocolite di varie eziologie;
  • l'uso di alte dosi e cicli a lungo termine di antibiotici.

I cambiamenti nello stato di salute possono essere causati da una diminuzione della percentuale di microrganismi benefici e da un aumento della moltiplicazione di patogeni e parassiti condizionati. Non ci sono sintomi specifici. Ma, dato il fallimento nel funzionamento dell'intestino nel paziente, ci si dovrebbe aspettare:

  • disturbi delle feci (alternando diarrea e costipazione);
  • gonfiore (flatulenza) dovuto all'aumento dei processi di fermentazione nell'intestino;
  • attacchi di coliche;
  • la comparsa di residui non digeriti di fibre alimentari, muco, sangue nelle feci;
  • diminuzione dell'appetito, aumento di peso insufficiente nei bambini;
  • reazioni allergiche comuni;
  • placca costante su lingua, denti, alitosi;
  • gengive sanguinanti;
  • rafforzamento della caduta dei capelli, unghie fragili;
  • aree di secchezza e desquamazione della pelle;
  • segni di ridotta immunità, che possono essere giudicati da raffreddori frequenti, difficoltà nel trattamento.

Ai pazienti viene prescritto l'esame necessario per la diagnosi. Per scoprire il ruolo della flora intestinale disturbata, il medico prescriverà un'analisi per la disbiosi intestinale. Lo studio è stato mostrato ai pazienti sullo sfondo della chemioterapia e della radioterapia per la scelta del trattamento di mantenimento..

Come sottoporsi al test per la disbiosi intestinale?

Per ottenere risultati affidabili, non è sufficiente disporre di un numero di specialisti qualificati e di un laboratorio ben attrezzato. È necessario rispettare i requisiti per la preparazione per l'analisi e raccogliere correttamente le feci.

L'analisi per la disbiosi può essere valutata come affidabile se qualsiasi prodotto che contribuisce ai processi di fermentazione fosse escluso dalla dieta nei tre giorni precedenti. Questi includono:

  • alcol;
  • barbabietola;
  • piatti di carne e pesce.

Tre giorni prima del test, smetti di usare medicinali come:

  • antibiotici
  • lassativi di qualsiasi tipo (comprese supposte rettali, olio di ricino e paraffina liquida).

È bene lavare l'area del perineo e dell'ano con sapone prima della defecazione. Attendere che i movimenti intestinali spontanei raccolgano materiale, non usare lassativi. Questo requisito è difficile per le persone con costipazione persistente. Raccogliere le feci in un contenitore sterile, senza urina. Chiudere il campione ermeticamente..

In presenza di spotting o impurità del muco, devono essere inclusi nel materiale raccolto. Il bambino dovrebbe essere seduto su una pentola, precedentemente ben lavato e sciacquato con acqua bollente.

Per la ricerca, sono sufficienti circa 10 g di feci, in volume è pari a un cucchiaino. Sul coperchio della nave devono indicare le iniziali e il cognome del paziente, per un bambino - data di nascita, ora e data in cui l'analisi.

Ideale per completare le condizioni per passare l'analisi per la disbiosi è la consegna rapida del contenitore al laboratorio (entro e non oltre 40 minuti). Supponi un periodo di due ore. È consentito conservare in frigorifero per un massimo di quattro ore, ma non nel congelatore. Più lungo è il ritardo, più microrganismi anaerobici moriranno per contatto con l'aria. E questo distorce i risultati..

Quali metodi rilevano la disbiosi?

Il medico suggerisce di passare prima le feci per un'analisi generale chiamata coproscopia o coprologia. Viene eseguito al microscopio di una goccia di feci diluita con acqua distillata..

  • melma;
  • elementi di infiammazione;
  • fibra dietetica non digerita;
  • globuli rossi;
  • inclusioni grasse;
  • uova di verme;
  • parassiti cistici.

Non viene eseguito un conteggio esatto del numero di batteri. Nei risultati per il medico, è importante registrare una violazione del processo digestivo. Al fine di chiarire le ragioni, viene prescritto uno studio biochimico o batteriologico aggiuntivo.

Metodo biochimico

Un'analisi biochimica delle feci per la disbiosi consente di ottenere risultati in un'ora. Il metodo si basa sulla capacità dei batteri di rilasciare acidi grassi. Secondo l'analisi della varietà del contenuto di acido, i microrganismi si distinguono e viene determinata la localizzazione nell'intestino.

I vantaggi del metodo sono:

  • velocità comparativa;
  • la possibilità di prolungare i tempi di consegna al laboratorio fino a un giorno;
  • la sicurezza del materiale nelle condizioni di congelamento nel frigorifero;
  • accuratezza delle informazioni.

Per una corretta raccolta, contrariamente allo schema già indicato, è necessario:

  • prevedere un periodo dopo la terapia antibiotica di almeno due settimane;
  • le donne si astengono dal fare l'analisi se i loro periodi non sono completamente finiti;
  • raccogliere pezzi di feci da parti diverse.

Il contenuto di acido è determinato in mg per g di feci. Sono considerati validi gli indicatori:

  • acido acetico 5,35-6,41;
  • propilene 1,63-1,95;
  • olio 1.6–1.9.

Secondo la concentrazione di acidi grassi, si trae una conclusione sulla possibile composizione di microrganismi nell'intestino.

Metodo di coltura batteriologica

La coltura batteriologica delle feci per la disbiosi è un metodo di ricerca più laborioso. L'analisi deve essere eseguita il più presto possibile dopo i movimenti intestinali..

La riproduzione dei batteri avviene 4-5 giorni. Quanta analisi viene fatta per la disbiosi determina il tempo impiegato nel processo di crescita. Sono molto più grandi che negli studi biochimici, perché è necessario non solo calcolare un indicatore quantitativo, ma anche identificare i microrganismi in base alle loro proprietà. I risultati sono riportati in CFU / g (unità formanti colonie).

Il normale allineamento dei microrganismi dovrebbe corrispondere al seguente schema:

  • bifidobatteri 10 8–10 10;
  • lattobacilli ed Escherichia 10 6–10 9;
  • streptococchi 10 5 –10 7;
  • stafilococchi non emolitici 10 4 –10 5;
  • clostridia 10 3 –10 5;
  • enterobatteri condizionatamente patogeni 10 3 –10 4;
  • stafilococchi emolitici inferiori a 10 3 CFU / g.

Il numero di batteri nei bambini fino a un anno con l'allattamento al seno differisce dagli adulti:

  • i bifidobatteri sono 10 10-10 11;
  • lattobacilli 10 6–10 7.

Gli svantaggi del metodo sono:

  • Significativa distorsione dei risultati a seconda del ritardo di consegna del materiale
  • mancanza di contabilità per i batteri della mucosa situati nel colon;
  • morte di microrganismi anaerobici per contatto con l'ossigeno.

Cosa mostra l'analisi delle feci per la disbiosi??

Sulla base dei risultati di tutti gli studi, viene eseguita una decrittazione dell'analisi per la disbiosi negli adulti. Tiene conto dei microrganismi selezionati e del loro numero:

  1. Gli enterobatteri patogeni indicano chiaramente la fonte della malattia. Normalmente, non dovrebbero essere o quantitativamente non superare 10 4 CFU / g (salmonella, protea, enterobatteri, bastoncino di peste). La presenza nell'analisi indica un pericolo per la salute del paziente.
  2. La crescita di enterobatteri negativi al lattosio (ad es. Klebsiella, dentellatura) accompagna i casi di ridotta immunità nel periodo postoperatorio, con terapia antibiotica prolungata.
  3. Un aumento del contenuto di microbi condizionatamente patogeni (Escherichia coli, Clostridia, Staphylococcus) è possibile con sintomi dispeptici, costipazione, nausea e malattie della pelle. Gli stafilococchi sono particolarmente pericolosi per neonati e bambini fino a un anno. Non solo causano una violazione dell'assimilazione del cibo, ma provocano grave polmonite, meningite, endocardite. La sepsi è fatale. L'identificazione dell'infezione da stafilococco nel reparto di maternità richiede la completa chiusura e sanificazione.
  4. Livelli eccessivi nell'analisi di Escherichia coli possono essere associati a infezione da parassiti, elminti.
  5. I funghi del genere Candida si trovano in piccole quantità in ogni persona. La crescita è possibile in risposta all'uso di antibiotici. Ma in altri casi, indica focolai di infezione fungina in bocca, sui genitali, nell'ano.

I risultati dell'analisi devono essere trattati attentamente sia in termini di prevenzione dello sviluppo della malattia in futuro, sia nella scelta del trattamento ottimale.

Esame batteriologico per disbiosi

Disbatteriosi (disbiocenosi) - un cambiamento nel rapporto quantitativo e nella composizione della normale microflora del corpo, principalmente dei suoi intestini, in cui vi è una diminuzione del numero o della scomparsa dei suoi solitamente microrganismi e la comparsa di un gran numero di microbi rari o insoliti.

Indicazioni per la diagnosi batteriologica della disbiosi intestinale: infezioni e disturbi di lunga durata in cui non è possibile isolare enterobatteri patogeni; un periodo prolungato di convalescenza dopo un'infezione intestinale; disfunzione del tratto gastrointestinale sullo sfondo o dopo la terapia antibiotica o in persone che sono costantemente in contatto con agenti antimicrobici. Dovrebbero anche essere condotti studi per malattie della crescita maligna, in pazienti con disturbi dispeptici, persone che si stanno preparando per operazioni sugli organi addominali, neonati prematuri o feriti, nonché in presenza di batteriemia e processi purulenti che sono difficili da trattare (colite ulcerosa ed enterocolite, pielite, colecistite e altro).

Le colture sono studiate per la presenza di microrganismi patogeni e per la violazione del rapporto tra diversi tipi di microbi. I risultati dello studio dovrebbero essere considerati obiettivi nell'analisi della crescita di colonie isolate, anche se si può studiare la morfologia e calcolare il numero di colonie per capsula di Petri. Dopo l'identificazione, il contenuto di microrganismi di ogni specie viene ricalcolato per 1 g del materiale di prova. Se viene rilevata microflora patogena, è necessario studiare la sua sensibilità ai farmaci antibatterici e ai batteriofagi.

Selezione e consegna del materiale per la disbiosi
Materiale di ricerca ha le feci entro e non oltre 2 ore dopo il movimento intestinale.
Per ottenere un risultato affidabile, la sedia deve essere mattutina, indipendente, non sullo sfondo del trattamento. Togliere materiale da neonati e pannolini dai bambini.
Un cucchiaio di feci viene posto in un barattolo di vetro bollito.

Diagnosi di laboratorio della disbiosi intestinale
Metodo di ricerca - batteriologico: semina misurata del materiale di prova al fine di determinare il numero di microrganismi dei gruppi più significativi.
Fasi di ricerca:

  • preparazione di diluizioni seriali di una sospensione di feci;
  • semina su terreni di coltura da diluizioni;
  • registrazione dei risultati della semina e identificazione approssimativa dei microrganismi;
  • valutazione dei risultati.

Analisi delle feci per disbiosi: che mostra come prenderlo correttamente, norma e patologia

Un'analisi delle feci per la disbiosi è di solito prescritta come parte della diagnosi di patologia intestinale..

La disbiosi intestinale (disbiosi) è una sindrome caratterizzata da un cambiamento nella composizione microbica del colon. La diagnosi di laboratorio della disbiosi inizia con un'analisi batteriologica delle feci. Di norma, il medico curante, scrivendo la direzione per lo studio, dice non solo su dove eseguire i test, ma anche su come prepararsi correttamente. Il rispetto delle regole di preparazione e tecniche di raccolta sotto molti aspetti influisce sull'affidabilità del risultato dello studio della microflora intestinale.

Al fine di determinare qualitativamente e quantitativamente le forme patogene di microrganismi in 1 g di feci, viene utilizzata un'analisi del serbatoio - semina di feci su terreni nutritivi.

Quando è indicato un test di disbatteriosi fecale

Il sospetto di uno squilibrio della flora microbica può causare segni di cattiva salute, manifestati a lungo e non spiegati da altri motivi..

  • diminuzione dell'appetito;
  • malessere generale;
  • mal di testa;
  • riduzione dell'immunità;
  • allergia;
  • violazione del normale aumento di peso nei bambini.
  • disturbi delle feci, dolore durante i movimenti intestinali;
  • flatulenza, gonfiore, brontolio;
  • crampi al dolore addominale;
  • nausea, eruttazione, cattivo gusto in bocca.

I disturbi delle feci sono determinati dalla localizzazione dei cambiamenti disbiotici: la diarrea enterica è un segno di disbiosi nell'intestino tenue. A causa del ridotto assorbimento dei nutrienti, la quantità di feci aumenta, le feci sono fetide, schiumose. La violazione delle feci di tipo colitico indica disbiosi con localizzazione nell'intestino crasso. Il volume dei movimenti intestinali in questo caso è spesso scarso, con una miscela di muco, strisce di sangue.

Un assorbimento alterato a lungo nell'intestino dei nutrienti necessari può causare ipovitaminosi, carenza di energia proteica, compromissione dell'equilibrio ionico, carenza di calcio e ha le seguenti manifestazioni:

  • sbalzi d'umore, irritabilità, riduzione delle capacità cognitive;
  • secchezza e pallore della pelle e delle mucose;
  • prurito della pelle;
  • opacità e fragilità dei capelli, esfoliazione delle unghie;
  • riduzione della mineralizzazione ossea;
  • stomatite angolare.

Preparazione per l'analisi delle feci per la disbiosi

Una settimana prima dello studio, gli antibiotici e altri farmaci che influenzano la flora microbica, così come i parametri fecali, vengono cancellati. La sedia destinata all'analisi dovrebbe essere formata naturalmente, non si dovrebbe usare un clistere, lassativi o supposte rettali.

Un'analisi delle feci per la disbiosi può solo rivelare la sua presenza, è necessario un ulteriore esame per determinare le cause..

È vietato raccogliere materiale per la ricerca prima di due giorni dopo uno studio di contrasto a raggi X del tratto digestivo. Alla vigilia dell'analisi delle feci per la disbiosi, i prodotti che promuovono la colorazione delle feci, l'eccessiva formazione di gas, l'insorgenza di diarrea o costipazione dovrebbero essere esclusi dalla dieta.

Lo scarico di urina o vaginale non deve entrare nel materiale per l'analisi, quindi, prima di raccogliere le feci, la vescica deve essere svuotata, quindi lavata con acqua e sapone senza additivi o aromi schiumogeni.

In anticipo, è necessario prendersi cura del contenitore da cui verranno raccolte le feci. Può essere una nave asciutta e pulita, in caso contrario, è possibile fissare un film di plastica sulla superficie della toilette. Immediatamente dopo la defecazione, le feci di diverse aree devono essere raccolte in un contenitore di plastica sterile utilizzando una speciale scapola incorporata nel coperchio. Per l'analisi della disbiosi, sono necessari circa 10 ml di biomateriale. Le feci vengono consegnate al laboratorio entro tre ore dalla raccolta del test. È consentito conservare il materiale in frigorifero a una temperatura da +3 a +7 ° C per sei ore, con una conservazione più lunga l'affidabilità dei risultati è considerata ridotta.

Durante l'analisi delle feci per la disbiosi, vengono determinati la concentrazione e il rapporto tra microrganismi normali, opportunistici e patogeni.

Microflora intestinale normale e sue funzioni nel corpo

La flora microbica è necessaria per la vita del corpo. L'intestino di una persona sana normalmente contiene 400-500 ceppi di vari microrganismi. Forniscono una normale digestione, partecipano alla sintesi e all'assorbimento delle vitamine, inibiscono l'attività dei microbi patogeni.

A volte viene utilizzato un metodo espresso per diagnosticare la disbatteriosi, i cui risultati possono essere ottenuti in un'ora, tuttavia, con questo test, viene stimato il contenuto nelle feci di soli bifidobatteri e proprie proteine.

La microflora intestinale normale svolge le seguenti funzioni:

  • partecipazione allo sviluppo dell'immunità locale, la sintesi di anticorpi che sopprimono la microflora estranea;
  • aumento dell'acidità del mezzo (diminuzione del pH);
  • protezione (citoprotezione) dell'epitelio, aumentando la sua resistenza a fattori cancerogeni e patogeni;
  • cattura del virus, prevenendo la colonizzazione del corpo da parte di microrganismi estranei;
  • la digestione dei batteri viene effettuata dagli enzimi batterici e si formano vari composti (ammine, fenoli, acidi organici e altri). Sotto l'influenza degli enzimi, si trasformano anche gli acidi biliari;
  • partecipazione alla decomposizione finale di residui alimentari non digeriti;
  • fornendo al corpo sostanze nutritive, la sintesi di acidi grassi a basso peso molecolare, che sono una fonte di energia per le cellule intestinali;
  • formazione di una composizione gassosa, regolazione della peristalsi, aumento dell'assorbimento nell'intestino;
  • sintesi di vitamine del gruppo B, acido nicotinico, folico e pantotenico, vitamina K, che fornisce assorbimento di calcio, magnesio, ferro;
  • partecipazione ai meccanismi di regolazione dei processi riparativi durante il rinnovamento delle cellule epiteliali intestinali;
  • sintesi di un numero di aminoacidi e proteine, lo scambio di grassi, proteine, carboni, bile e acidi grassi, colesterolo;
  • smaltimento del cibo in eccesso, formazione di feci.

In una persona sana, un equilibrio dinamico viene mantenuto nell'intestino tra l'organismo ospite, i microrganismi che lo popolano e l'ambiente. La violazione della composizione qualitativa e quantitativa della microflora provoca disbiosi.

Di solito la disbiosi è una conseguenza o una complicazione della patologia delle malattie intestinali o della terapia antibiotica irrazionale.

Analisi delle feci per disbiosi

Al fine di determinare qualitativamente e quantitativamente le forme patogene di microrganismi in 1 g di feci, viene utilizzata un'analisi del serbatoio - semina di feci su terreni nutritivi. La coltura batteriologica viene utilizzata per diagnosticare le infezioni intestinali e il trasporto batterico. Il materiale per l'inoculazione batterica viene posto in un contenitore sterile con un conservante, quindi viene isolata una coltura di microrganismi puri, le sue proprietà vengono studiate e viene calcolato il numero di unità formanti colonie (CFU).

Quanto viene eseguita l'analisi della disbiosi fecale? Di norma, il tempo di attesa per il risultato è compreso tra due giorni e una settimana. A volte viene utilizzato un metodo espresso per diagnosticare la disbatteriosi, i cui risultati possono essere ottenuti in un'ora, tuttavia, con questo test, viene stimato il contenuto nelle feci di soli bifidobatteri e proprie proteine.

La decifrazione dell'analisi delle feci per la disbiosi viene eseguita dal medico curante, tenendo conto dell'anamnesi e delle manifestazioni cliniche della malattia.

Prestazione normale

Le norme del contenuto di batteri in 1 g di feci sono presentate nella tabella.

Cosa mostra l'analisi delle feci per la disbiosi?

Nello stomaco di una donna in buona salute, ci sono circa 3 chilogrammi di utili batteri vivi. Uno dei disturbi nell'intestino si chiama disbiosi. I risultati di un test delle feci possono rivelare questa malattia. La patologia è una riduzione significativa dei bifidobatteri, che porta a gonfiore, diarrea e problemi metabolici..

Durante la gravidanza, questi fattori sono estremamente importanti, quindi è necessario monitorare attentamente le condizioni del sistema digestivo. L'analisi delle feci per la disbiosi aiuta a confermare la malattia, a identificarne il grado e a monitorare i risultati del trattamento.

Che tipo di ricerca è questa?

L'analisi fecale per la disbiosi è uno studio condotto in un laboratorio medico. Utilizzando questa analisi, è possibile determinare la composizione della microflora intestinale.

La PKD (feci da semina) è una procedura semplice ma efficace. Entro pochi giorni puoi scoprire i tuoi risultati e prendere le misure necessarie. Di norma, di conseguenza, vengono diagnosticate le malattie associate al tratto gastrointestinale (tratto gastrointestinale)..

Tipi di analisi

Esistono tre metodi per studiare il biomateriale:

  1. Coprogram. Mostra i risultati generali degli indicatori e una possibile causa luminosa della malattia, ad esempio un disturbo nell'intestino a causa della terapia prolungata con antibiotici o altri farmaci. I risultati dell'analisi possono essere trovati il ​​giorno successivo..
  2. Analisi batteriologiche. Questo metodo viene utilizzato per studi approfonditi, ad esempio, se il coprogramma non è riuscito a identificare l'agente causale della disbiosi. I risultati delle prove di laboratorio saranno disponibili 2-3 giorni dopo la presentazione del materiale.
  3. Biochimica. Si basa sulla misurazione della quantità di acidi grassi nelle feci, mentre questo metodo è il più moderno e veloce. Entro due ore: cosa mostra l'analisi delle feci per la disbiosi? Informazioni accurate sui tipi di batteri contenuti nello stomaco e sul loro numero. Le indicazioni sono approssimative, dal momento che il cibo viene elaborato, che dipende dalla salute dei reni. Si otterrà un risultato, mentre non ci sono requisiti essenziali per le feci.

Un'analisi delle feci per la disbiosi durante la gravidanza è estremamente importante. Anche una leggera diminuzione del numero di batteri benefici può portare a disturbi nei sistemi escretore, digestivo e di trasporto del corpo.

Cosa mostra l'analisi

L'analisi delle feci per la disbiosi mostra dati sulla presenza quantitativa di batteri di vario tipo nell'intestino di una donna incinta.

Può essere utilizzato per rilevare agenti patogeni che non dovrebbero essere presenti nell'intestino..

Quando vengono identificati i patogeni, devono essere eliminati il ​​più presto possibile, ma in modo tale da ridurre al minimo i danni alla madre e al bambino. Altrimenti, esiste il rischio di complicazioni che comportano un ritardo nello sviluppo fetale e l'inibizione delle funzioni del sistema nervoso centrale di una donna incinta.

Se necessario, è possibile ripetere la procedura per assicurarsi che i risultati e l'efficacia del trattamento

indicazioni

I medici raccomandano un'analisi delle feci per la microflora con i seguenti sintomi:

  • gonfiore;
  • disagio intestinale;
  • disturbo delle feci prolungato;
  • manifestazioni di allergie;
  • eruzioni cutanee;
  • flatulenza prolungata;
  • diffusione del sangue e muco nelle feci;
  • avere pezzi di cibo non digerito.

A volte la malattia non è espressa chiaramente, ma con frequente disagio nell'intestino di una donna incinta, si consiglia di assumere biomateriale per la rilevazione della disbiosi.

Come sottoporsi al test per la disbiosi intestinale

Per aumentare l'accuratezza dei risultati, è necessario eseguire una serie di procedure preparatorie:

  1. Alcuni giorni prima della fornitura del materiale, si raccomanda di limitare l'assunzione di alimenti proteici, poiché contiene un'alta concentrazione di emoglobina.
  2. Anche i prodotti rossi devono essere eliminati, poiché hanno un alto contenuto di ferro, il che influisce anche sui risultati dell'esame..
  3. Eventuali farmaci antibatterici prescritti, se presenti, devono essere sospesi almeno 7 giorni prima dell'analisi.
  4. Non dimenticare che possono verificarsi cambiamenti nel corpo di una donna incinta a causa di un alto livello di stress, quindi una donna deve essere disturbata il meno possibile prima della ricerca medica.

Per la raccolta diretta, è necessario eseguire diverse azioni sequenziali:

  1. Risciacquare accuratamente il perineo per eliminare la possibilità di conservare oggetti obsoleti che potrebbero influire negativamente sui risultati..
  2. Il movimento intestinale dovrebbe essere spontaneo. È vietato l'uso di lassativi ausiliari..
  3. Il contenitore di raccolta deve essere preparato in anticipo. Un contenitore speciale per le feci dovrebbe essere con un coperchio aderente. Tale dispositivo può essere acquistato in farmacia..
  4. L'urina non dovrebbe entrare nell'analisi delle feci. Distorsione significativa dei risultati..
  5. Usando un cucchiaino o qualsiasi altro strumento, vengono prelevati 3 piccoli campioni da diverse aree delle feci.
  6. Se si notano aree con sangue o muco, allora è necessario prima prendere una recinzione.

Per la massima affidabilità dei risultati, il biomateriale deve essere consegnato al laboratorio non più di 2 ore dopo la raccolta.

Indicatori chiave di analisi e loro norme

Gli indicatori possono variare leggermente a seconda dell'età e delle caratteristiche individuali del corpo..

La schiacciante presenza di determinati tipi di batteri nelle feci può indicare problemi. Identificare quali potrebbero richiedere una serie di studi aggiuntivi, ad esempio la coproscopia.

I risultati dell'analisi considerano indicatori quantitativi di tali tipi di batteri come:

  • bifidobatteri;
  • E. coli;
  • lattobacilli;
  • stafilococchi;
  • enterobatteri;
  • funghi;
  • Salmonella
  • bacchetta dissenterica, ecc..

bifidobatteri

La maggior parte di questi elementi nell'intestino (circa il 95%), sono responsabili della sintesi di vitamina K e B, consentono di assorbire più rapidamente il calcio, aiutare a rafforzare il sistema immunitario.

lattobacilli

Una quantità ridotta di lattobacilli nelle feci significa problemi con il livello di acidità, mentre la sintesi di lattosio sarà significativamente ridotta. Questo è estremamente importante per le donne in posizione, poiché il lattosio è il principale nutriente per il bambino nell'utero..

Ashheria coli

Questi batteri consentono di assorbire (digerire) lo zucchero e aiutano anche a proteggere da vari ceppi di infezioni fungine.

bacteroids

Abbattere i grassi, aiutare a proteggere il tratto gastrointestinale dagli effetti dannosi dei batteri maligni.

enterococchi

Promuovere l'assorbimento e la scomposizione dei carboidrati.

Microbi patogeni, stafilococchi e funghi

Alcuni di essi hanno un effetto negativo sul funzionamento dell'apparato digerente, ma il corpo non può funzionare completamente senza di essi..

Standard per l'analisi delle feci durante la gravidanza:

L'interpretazione dell'analisi delle feci per la disbiosi è abbastanza semplice, poiché non contiene nomi latini.

TitoloValore ottimale
enterococchi10 7 -10 8
Gli agenti patogenimeno di 10 4
bacteroids10 9 - 10 10
Ashheria coli10 4 -10 6
lattobacilli10 7 -10 8
bifidobatteri10 9 - 10 10

Se i risultati sono dubbi, è possibile ripetere lo studio o utilizzare i servizi di un altro laboratorio.

Accuratezza dell'analisi

Il principale risultato positivo è il rapporto tra batteri benefici e batteri patogeni. Affinché il risultato dell'analisi sia il più preciso possibile, devono essere presi in considerazione diversi fattori

La presenza di batteri anaerobici. Sono sempre presenti nelle feci. Il numero di tali batteri nell'intestino è sempre maggiore rispetto al materiale raccolto.

Il tempo trascorso tra la raccolta e l'esame delle feci. Più lungo è il tempo, meno accurato sarà il risultato. Ciò è dovuto al fatto che alcuni dei microrganismi contenuti nelle feci muoiono.

L'analisi delle feci per la disbiosi fornisce informazioni sulla composizione della flora intestinale, ma non fornisce dati sui microrganismi che vivono sulle sue pareti..

Nella maggior parte dei casi, gli scienziati affermano che tre sondaggi nel complesso forniscono informazioni con un'accuratezza del 90 +%, ma soggetti a tutte le condizioni per la raccolta e la fornitura del materiale di prova.

Disbiosi intestinale

Uno studio microbiologico che consente di valutare la composizione della microflora intestinale - la concentrazione e il rapporto tra microrganismi “utili”, condizionatamente patogeni e patogeni nelle feci, per determinare l'attività specifica dei principali probiotici in relazione ai microrganismi identificati e la loro sensibilità ai batteriofagi e agli antibiotici. La microflora intestinale normale (batteri "benefici") comprende lattobacilli, bifidobatteri, enterococchi, E. coli (tipico), flora anaerobica (batterioidi). La flora condizionale patogena è enterobatteri, batteri non fermentanti, stafilococchi, batteri anaerobici (clostridi), funghi. I microrganismi patogeni sono salmonella, shigella, patogeno Escherichia. Se vengono rilevati microrganismi patogeni e / o opportunistici, verrà determinata la loro sensibilità agli antimicrobici (antibiotici e batteriofagi) e probiotici. Se vengono rilevati microrganismi che compongono la normale microflora, la sensibilità agli antibiotici e ai batteriofagi non viene determinata, perché non ha valore diagnostico.

Disbiosi intestinale, determinazione degli antagonisti probiotici.

Sinonimi inglese

Disbiosi intestinale, attività antagonistica dei probiotici e test di sensibilità ai batteriofagi, Disbatteriosi intestinale.

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi allo studio?

  • Si raccomanda di eseguire lo studio prima di assumere antibiotici e altri farmaci chemioterapici antibatterici..
  • Per escludere l'uso di lassativi, l'introduzione di supposte rettali, oli, per limitare (come concordato con il medico) l'assunzione di medicinali che influenzano la motilità intestinale (belladonna, pilocarpina, ecc.) E farmaci che influenzano il colore delle feci (ferro, bismuto, solfato di bario), entro 72 ore prima della raccolta delle feci.

Panoramica dello studio

La disbiosi intestinale (disbiosi) è una violazione della composizione e del rapporto quantitativo dei microrganismi batterici e fungini del tratto gastrointestinale. Normalmente, la mucosa gastrointestinale è l'habitat dei cosiddetti microrganismi commensali, fornendo una serie di funzioni protettive in cambio di micronutrienti utilizzati dall'uomo. La maggior parte dei commensali intestinali appartiene ai generi Lactobacillus, Bifidobacterium e Bacteroides (batteri obbligati), anche se la composizione e il numero di microrganismi variano notevolmente a seconda del tratto gastrointestinale. Pertanto, lo stomaco è caratterizzato dalla più bassa densità di batteri, tra cui predominano Lactobacillus, Streptococcus ed Helicobacter pylori. Nell'intestino tenue vengono rilevati fino a 10 3-10 6 CFU / ml di batteri, principalmente streptococco e lattobacillo. La più alta densità di microrganismi commensali si osserva nel colon (10 8-10 9 CFU / ml), dove predominano Bacteroides, Clostridium, Fusobacterium e Bifidobacterium. I microrganismi commensali sono in interazione dinamica con l'epitelio intestinale e, quindi, rappresentano un ostacolo meccanico all'invasione di agenti patogeni. Inoltre, secernono un numero di composti antimicrobici (ad es. Defensine). I batteri commensali sono in grado di regolare la risposta immunitaria delle mucose intestinali e, in alcuni casi, di sopprimere le reazioni infiammatorie, comprese quelle allergiche. Lo squilibrio nel microbiota si verifica a seguito di un trattamento prolungato o incontrollato con farmaci antibatterici, con una violazione della motilità del tratto gastrointestinale (periodo postoperatorio, assunzione di lassativi), malassorbimento (alcolismo cronico, pancreatite cronica) e in alcune altre condizioni. La disbatteriosi può portare allo sviluppo di malattie del tratto gastrointestinale e di altri organi. Quindi, attualmente ottenuto dati sul suo ruolo nella patogenesi della malattia di Crohn, della colite ulcerosa e della celiachia, nonché della sindrome da affaticamento cronico e della dermatite atopica.

Il metodo principale per diagnosticare la disbiosi è il metodo microbiologico, in cui viene eseguita una valutazione qualitativa e quantitativa dei microrganismi obbligati, condizionatamente patogeni e patogeni nelle feci. Sulla base dei risultati dello studio, concludono che vi è una carenza di microrganismi obbligati o una crescita eccessiva di batteri opportunistici o patogeni. La ricerca microbiologica è uno dei metodi di ricerca più specifici e sensibili utilizzati nella diagnosi di disbiosi. Tuttavia, va ricordato che la composizione batteriologica delle feci (è usata come biomateriale) è in qualche modo diversa dalla composizione batteriologica della mucosa intestinale. Inoltre, il risultato del test può dipendere da molti altri fattori, come il recente uso di farmaci antibatterici, cibi ricchi di probiotici o lassativi..

Data la crescente resistenza dei microrganismi opportunistici e patogeni ai farmaci antibatterici, i metodi alternativi di trattamento con i probiotici stanno assumendo un ruolo sempre più importante nel trattamento della disbiosi. I probiotici sono un gruppo di farmaci contenenti batteri commensali o funghi di lievito. Si ritiene che proteggano il corpo dall'eccessivo microbiota condizionatamente patogeno e patogeno. La totalità delle proprietà protettive dei probiotici contro qualsiasi microrganismo è chiamata attività antagonistica e può essere determinata mediante studi microbiologici. L'analisi valuta l'attività antagonistica dei principali probiotici utilizzati nella pratica gastroenterologica. La determinazione dell'attività antagonistica dei probiotici viene effettuata prima della nomina di questi farmaci per il trattamento della disbiosi. Può essere integrato da un'analisi della sensibilità dei microrganismi identificati agli antibiotici e ai batteriofagi..

Il risultato dell'analisi viene valutato tenendo conto di ulteriori dati di laboratorio e strumentali.

A cosa serve lo studio??

  • Per la diagnosi e il trattamento della disbiosi intestinale, monitorandone il trattamento;
  • stabilire le cause dei disturbi intestinali;
  • per la selezione della terapia antibiotica razionale.

Quando è programmato uno studio?

  • Quando si esamina un paziente dopo un lungo ciclo di trattamento con farmaci antibatterici;
  • quando si esamina un paziente con un'indicazione di somministrazione incontrollata di farmaci antibatterici e lassativi nella storia;
  • nell'identificazione della resistenza dei microrganismi opportunistici e patogeni ai farmaci antibatterici;
  • quando si esamina un paziente con pancreatite cronica, alcolismo cronico e altre condizioni accompagnate da malassorbimento;
  • con diarrea cronica;
  • dopo un lungo trattamento con antibiotici, glucocorticosteroidi, immunosoppressori, farmaci chemioterapici;
  • con malattie allergiche difficili da trattare (ad esempio dermatite atopica);
  • dopo esposizione a sostanze chimiche o radiazioni ionizzanti - se ci sono sintomi di disfunzione intestinale;
  • con un lungo periodo di recupero dopo infezioni intestinali acute.

Come testare la disbiosi intestinale? Regole per la raccolta di feci per la semina batterica

La diagnosi di laboratorio della disbiosi intestinale è un esame microbiologico delle feci (batteriologico o biochimico), che rivela cambiamenti nella quantità e qualità normali dei microrganismi nel tratto gastrointestinale.

Il ruolo della microflora

La microflora del corpo nel suo insieme, e in particolare il microbiota intestinale, è un sistema ecologico complesso. Uno dei fattori determinanti per mantenere un equilibrio dinamico tra il corpo umano e i microbi che lo abitano, vale a dire l'eubiosi, è la resistenza intestinale alla colonizzazione da parte dei batteri. Insieme a questo, la flora del tratto gastrointestinale è un sistema di indicazione altamente sensibile che inizia a reagire bruscamente a qualsiasi cambiamento nell'equilibrio del suo ecosistema.

Circa 500 rappresentanti della microflora intestinale abitano la parte inferiore del tratto gastrointestinale umano. Tutti sono interconnessi da relazioni complesse. La loro composizione è equilibrata dal punto di vista qualitativo e quantitativo. L'ubiososi è una componente essenziale sia del normale funzionamento del tratto gastrointestinale sia della salute in generale, poiché svolge un compito decisivo nel sistema immunitario del corpo.

I principali rappresentanti del microbiota intestinale:

  • Batteri dell'acido lattico (lattobacilli, bifidobatteri), batterioidi appartenenti alla classe degli anaerobi.
  • Opzionale, in grado di vivere sia in ambienti privi di ossigeno che di ossigeno, e indigeni, cioè costantemente presenti (E. coli).
  • Microbiota aggiuntivo (cellule di funghi e batteri della famiglia stafilococcica).
  • Microbiota allochthonous, cioè casuale - o, come viene anche chiamato, condizionatamente patogeno (batteri non fermentanti e molti tipi di enterobatteri appartengono ad esso).

Tutti questi microbi svolgono funzioni molto importanti. È noto che E. coli sono i principali difensori del corpo che impediscono la propagazione di batteri patogeni e alcuni ceppi di virus. L'ambiente acido e le sostanze antibiotiche che la normale microflora produce promuovono una buona peristalsi e prevengono anche la formazione di colonie di microrganismi opportunistici.

I microrganismi indigeni contribuiscono alla produzione di un gran numero di enzimi coinvolti nel metabolismo idrico-elettrolitico, nonché nell'assorbimento di grassi, carboidrati e molte proteine. Inoltre, svolgono un'importante funzione nella sintesi di molte vitamine, acido folico e nicotinico, aminoacidi essenziali.

La flora normale svolge un ruolo particolarmente importante nella formazione del sistema immunitario e nello sviluppo di reazioni di difesa non specifiche. Ha anche effetti anti-allergici, è coinvolto nell'eliminazione delle sostanze tossiche..

Studio delle feci per la disbiosi

La base della normale microecologia intestinale sono i batterioidi e i batteri dell'acido lattico. Altre specie dovrebbero normalmente essere molto più piccole..

Un aumento delle colonie di batteri opportunistici e flora aggiuntiva, a seguito del quale c'è uno squilibrio nel microbiota intestinale, si chiama disbiosi.

Quando e da chi viene prescritta un'analisi per la disbiosi intestinale?

Di solito, le feci di semina sulla microflora (analisi delle feci su un paesaggio di micropia) sono raccomandate da un gastroenterologo, uno specialista in malattie infettive o un terapista, meno comunemente, altri specialisti altamente specializzati. Viene prescritto un esame batteriologico delle feci per la diagnosi di disbiosi, la differenziazione di altre diagnosi in un esame completo del tratto gastrointestinale, una valutazione generale della microecologia intestinale.

In caso di trattamento inefficace per disbiosi, enterocolite o terapia antibiotica, nonché per la diarrea associata agli antibiotici, si raccomanda di trasmettere le feci per la disbiosi con una determinazione della sensibilità agli antibiotici e ai batteriofagi. Perché in uno studio di routine, la sensibilità agli antibiotici non è sempre enfatizzata..

Quando si consiglia di donare le feci per la semina posteriore:

  • in presenza di infezione intestinale di origine incerta,
  • con eruzioni cutanee e varie reazioni allergiche di eziologia sconosciuta,
  • con costipazione prolungata, diarrea e altri disturbi funzionali delle feci,
  • nel caso di terapia farmacologica lunga con antibiotici, ormoni, immunomodulatori, nonché in terapia chimica e radioterapia.

I seguenti fattori possono influenzare il valore informativo dell'analisi fecale per la disbiosi:

  • Gli anaerobi obbligatori (ad esempio i clostridi appartenenti alla classe della flora condizionatamente patogena) possono vivere solo in un ambiente privo di ossigeno. Quando vengono prelevate le feci per la disbiosi, una parte significativa degli anaerobi muore, a contatto con l'aria. Pertanto, i risultati dell'analisi possono mostrare la presenza di questi organismi in una quantità molto più piccola di quanto non sia in realtà..
  • È stato violato l'algoritmo corretto per l'analisi della disbiosi (errori in laboratorio).
  • La tecnica di analisi è stata violata (portare le feci in un contenitore non sterile, congelare le feci, usare lassativi per defecazione, conservazione impropria, ecc.).
  • Assunzione di antibiotici, probiotici e altre medicine.
  • Tempi di consegna fecali per l'analisi (più tempo passa dalla raccolta delle feci prima dell'inizio dello studio, meno accurati saranno gli indicatori).

Pertanto, la decodifica dello studio dell'analisi fecale per la disbiosi (bacanalisi fecale o biochimica) viene effettuata solo da uno specialista, tenendo conto di altre analisi e di un esame generale dello stato del corpo.

Inoltre, le norme dei lattobacilli e di altri microrganismi sono condizionate e che per una persona può essere una caratteristica individuale e la norma, per un'altra - la patologia. La microflora intestinale non è una costante, i cambiamenti si verificano regolarmente in essa, compresi quelli legati all'età. Inoltre, il numero di batteri può variare a seconda delle abitudini alimentari, della presenza di stress e di molti altri. altri fattori.

Quali sono i test per la disbiosi?

Nella medicina moderna, tre metodi sono usati per studiare il micro paesaggio delle feci (analisi per la disbiosi): due principali e uno ausiliario. Questo è uno studio batteriologico (vasca di semina delle feci), analisi biochimica delle feci per disbiosi (analisi rapida) e coprologia.

Analisi coprologiche

Gli studi coprologici delle feci sono di base, primari. Questo è un metodo aggiuntivo che fornisce informazioni diagnostiche generali sulla condizione e sul funzionamento dell'intestino..
L'analisi coprologica viene eseguita in due modi. It:

  • Macroscopico: valuta i residui di cibo non digerito, il colore delle feci, il suo odore, la forma, la consistenza, controlla se nelle feci sono presenti componenti di muco, grasso (saponi), ecc..
  • Microbiologico (microscopia): valutazione di alimenti digeriti, cellule di fibre muscolari, fibre digerite e indigeribili, residui di vari tessuti.

Analisi batteriologiche delle feci

Se la coprologia delle feci in un adulto mostra una deviazione dai valori desiderati, uno specialista può ordinare di effettuare un'analisi delle feci per la disbiosi. L'analisi delle feci del serbatoio viene eseguita in un laboratorio batteriologico o ad ampio spettro medico, dove le feci vengono seminate per la disbiosi.

Quanto costa un'analisi per la disbiosi? Questo è uno studio abbastanza lungo. Un'analisi può essere preparata per almeno sei giorni e anche di più.

Innanzitutto, viene eseguita la "semina" del materiale di prova in un mezzo nutritivo batterico. I microrganismi crescono per almeno quattro giorni, quindi l'assistente di laboratorio li conta.

Alla consegna delle feci per l'esame batteriologico, i dati vengono calcolati in unità formanti colonie per grammo di materiale - CFU / g. Tutti i valori ricevuti sono registrati in una forma speciale..

Analisi delle feci per il metodo biochimico della disbiosi

L'analisi cromatografica biochimica o gas-liquida delle feci per disbiosi è una tecnica abbastanza nuova, che è stata ampiamente utilizzata nei primi anni 2000. È considerato più avanzato e informativo rispetto a prendere feci su una semina in vasca. Inoltre, i risultati di questo studio saranno pronti tra poche ore.

In biochimica per la disbiosi intestinale, viene determinato lo spettro degli acidi grassi, che sono prodotti dell'attività vitale dei batteri. Se si esaminano le feci su un micro paesaggio usando questa tecnica, questo non solo rivelerà cambiamenti quantitativi nel microbiota, ma determinerà anche in quali parti dell'intestino è disturbato l'equilibrio..

Inoltre, superare i test per la disbiosi intestinale in modo biochimico è molto più semplice. Le feci raccolte non devono essere riportate immediatamente ed esaminate, come nella diagnosi batteriologica. Può essere congelato e conservato per un giorno nel congelatore.

Cosa mostra l'analisi delle feci per la disbiosi??

L'interpretazione dei dati viene effettuata secondo la norma di età. E se abbiamo studiato le feci della disbiosi negli adulti, gli indicatori in CFU / g saranno i seguenti:

  • Batteri dell'acido lattico - 106 -1010.
  • Bacteroids - 107-108.
  • Escherichia - 106-108.
  • Peptostreptococcus - 105-106.
  • Stafilococchi patogeni ed enterobatteri - dovrebbero essere assenti.
  • Enterococchi - 104.
  • Clostridia - non più di 105.
  • Stafilococchi condizionatamente patogeni - non più di 103.
  • Candida - assente o in piccola quantità.

Un cambiamento nel numero di alcuni microrganismi può indicare che l'immunità è ridotta. Di conseguenza, i microrganismi dell'acido lattico diventano più piccoli e aumenta la colonizzazione di agenti patogeni opportunistici. La disbatteriosi può anche causare ceppi patogeni di microbi che entrano nel corpo quando non vengono seguite le norme igieniche. La terza e più comune causa di squilibrio è l'assunzione di antibiotici..

Come superare un'analisi per la disbiosi

La preparazione all'analisi comprende l'osservazione di un regime dietetico per diversi giorni, il rifiuto di prodotti a base di carne, nonché frutta e verdura crude. Inoltre, prima di effettuare un'analisi, è necessario interrompere l'assunzione di probiotici e prebiotici, antistaminici e altri farmaci. Si consiglia di eseguire l'analisi del serbatoio dopo la terapia antibiotica non prima di 10 giorni dopo il suo completamento.

L'accuratezza e l'affidabilità dei risultati dipendono direttamente da come preparare e come passare l'analisi e dalla corretta osservanza di tutte le regole..

Come raccogliere e come passare le feci per la disbiosi:

  • Prima di raccogliere le feci, è necessario preparare un contenitore. Dovrebbe essere ben chiuso e sigillato. L'analisi è richiesta in un contenitore sterile..
  • Prima dell'atto di defecazione, è necessario condurre un'igiene completa del perineo e dell'ano.
  • La sedia per la ricerca dovrebbe essere il risultato di un atto di movimento intestinale spontaneo. Non dovrebbero essere utilizzati clisteri o altri ausili..
  • Prima della defecazione, la vescica deve essere svuotata. Non è consentito l'accesso all'analisi delle urine e di altri liquidi.
  • Come raccogliere le feci? Con le mani pulite, devi aprire il contenitore, prendere un cucchiaio e immediatamente dopo la defecazione raccogliamo 5-6 cucchiai di feci da luoghi diversi, preferibilmente non toccando il bagno. Se gli escrementi mostrano sangue, muco, ecc., Componenti sospetti, devono anche essere collocati in un contenitore e ben chiusi.
  • Dopo la recinzione, si consiglia di portare immediatamente le feci in laboratorio. È possibile conservare la massa di prova in frigorifero, ma conservare non più di 3-4 ore (per un serbatoio di analisi delle feci per la disbiosi con determinazione della sensibilità). Per cromatografia, il congelamento e la conservazione del materiale sono consentiti fino a 24 ore.

Non c'è nulla di complicato nel modo in cui passare correttamente l'analisi. E fatte salve queste semplici raccomandazioni, l'analisi mostrata può essere eseguita in modo affidabile. In effetti, l'accuratezza dei risultati dipende dalla tecnica dell'algoritmo, il che significa l'accuratezza della diagnosi e un trattamento efficace.