Appendicite durante la gravidanza

L'infiammazione dell'appendice provoca più spesso un intervento chirurgico nelle donne in gravidanza. L'appendicite in gravidanza in molti casi è associata a un utero in espansione della gestante.

Di primaria importanza è la diagnosi corretta. L'operazione è inevitabile, ma ha alcune differenze rispetto al solito, anche la riabilitazione postoperatoria è diversa.

Processo di sviluppo della malattia

Il processo patologico inizia con una violazione dell'apporto di sangue all'appendice. Le cause dell'appendicite, non solo durante la gravidanza, sono la sua schiacciamento, l'intasamento con le masse alimentari, l'infezione. Ma la dimensione dell'utero, il peso del feto, hanno spesso un'influenza decisiva. Tuttavia, i medici definiscono la fase iniziale semplice.

Poi arriva la fase superficiale o catarrale. Gli ascessi si formano all'interno dell'appendice, la massa purulenta inizia ad accumularsi. Questo processo continua per circa un giorno, quindi inizia la fase di distruzione. Su di esso, lo sviluppo dell'appendicite, come al solito, può continuare in varie forme: flemmone, apostematoso, ulcerativo, cancrenoso. Ognuno di essi può portare a danni agli organi vicini, a cui si estende l'infiammazione purulenta. Se l'operazione non viene eseguita, il pus cadrà nella cavità addominale, il che porterà a complicazioni molto gravi..

La durata dello sviluppo della patologia va da due a quattro giorni. Ma nel terzo trimestre di gravidanza, l'appendicite si sviluppa rapidamente, quindi a volte passano solo sei ore.

I soliti sintomi della malattia sono generalmente caratteristici delle donne in gravidanza. Appaiono in sequenza:

  • prima appaiono dolori addominali;
  • perdita di appetito, nausea, può vomitare;
  • la temperatura aumenta, ma non superiore a 37,5.

I sintomi si manifestano come benessere generale.

Inoltre, durante l'esame, il medico determina una reazione dolorosa alla palpazione. Per fare questo, con due o tre dita premere leggermente sullo stomaco, quindi rilasciarli bruscamente.

Un segno di appendicite durante la gestazione può anche essere una postura forzata di una donna. Sul lato destro, con le gambe sollevate, diventa un po 'più facile sopportare il dolore.

Il dolore può diminuire dopo il movimento intestinale, l'emissione di gas. A volte capita che nel primo stadio non ce ne siano affatto. D'altra parte, nelle fasi successive a causa dello spostamento del processo, il dolore può essere sentito sotto le costole, vicino all'ombelico, nella parte bassa della schiena, perineo e dare alle gambe.

Il primo sintomo di appendicite durante la gravidanza è il dolore addominale. Solo allora possono apparire altri. Ma il loro significato è di solito svalutato dalla posizione di una donna.

  1. Le sensazioni dolorose possono indicare una minaccia di aborto spontaneo, gravidanza ectopica, nonché malattie infettive e infiammatorie.
  2. Nausea, vomito, febbre: questi sintomi sono simili alla tossicosi.

Per questo motivo, circa la metà dei casi di appendicite nelle donne in posizione viene diagnosticata in modo errato, si perde tempo prezioso per l'operazione. D'altra parte, abbastanza spesso già durante un'appendicectomia risulta che l'appendice è sana. Pertanto, una diagnosi accurata è così importante..

I dolori acuti sono un chiaro segno

Chiarire la diagnosi preliminare, sulla base di un'indagine ed esame, metodi di laboratorio e strumentali. Un'analisi delle urine mostrerà un aumento della conta dei globuli bianchi.

Circa 4-5 donne su dieci riescono a riconoscere l'appendicite in una procedura così sicura durante la gravidanza come l'ecografia. Ma per il resto, la mancanza di risultati è dovuta al fatto che non è possibile considerare il processo e la diagnosi rimane non confermata.

Quindi ricorrere ad altre procedure: tomografia computerizzata e risonanza magnetica. Per la loro attuazione, le donne in gravidanza usano farmaci a bassa concentrazione o non li usano affatto. L'accuratezza di questi metodi è molto elevata..

Se si sospetta l'appendicite durante la gravidanza, possono eseguire la laparoscopia, che darà al medico l'opportunità di vedere il quadro reale all'interno della cavità addominale. Per fare ciò, attraverso piccole incisioni, vengono introdotti all'interno sottili tubi sottili con ottica che trasferiscono l'immagine sullo schermo. Se viene rilevata un'infiammazione, possono immediatamente iniziare un intervento chirurgico..

La laparoscopia è meno traumatica per una donna incinta

Questo metodo è considerato il meno traumatico, dopo di che la guarigione di piccole cicatrici è più veloce. Ma non è ancora ben compreso. Pertanto, una donna deve fare affidamento esclusivamente sull'opinione e sulle qualifiche del chirurgo. Leggi le recensioni su chi ha eseguito la biopsia dei villi coriali.

Grado di pericolo delle conseguenze

Se riscontri sintomi di appendicite durante la gravidanza, dovresti consultare immediatamente un medico. Si consiglia di misurare la temperatura, controllare la propria condizione per descriverla in modo accurato e coerente.

Quando si conferma la diagnosi, la chirurgia è inevitabile. Altrimenti, sono possibili conseguenze molto gravi sia per la madre che per il bambino:

  • peritonite;
  • lo sviluppo di ascessi multipli;
  • processo purulento-infiammatorio delle vene del fegato - pieliflebite.

Queste conseguenze dell'appendicite durante la gravidanza portano ad avvelenamento del sangue, incapacità di mantenere la gravidanza, in situazioni molto difficili è probabile un esito fatale. Peggio ancora, nell'ultima fase dell'infiammazione dell'appendice, i nervi muoiono, il dolore si attenua. Ma dopo la rottura dell'appendice, riprendono con rinnovato vigore, spargendosi sull'intero addome: questa è la peritonite.

Naturalmente, l'operazione stessa comporta un rischio per la salute di entrambi gli organismi. Ma la prognosi dopo è abbastanza favorevole, specialmente se segui tutte le raccomandazioni di un medico. Pertanto, tagliare l'appendicite non è solo possibile, ma anche necessario durante la gravidanza. A meno che, naturalmente, non venga stabilita la presenza di infiammazione.

L'appendicectomia è comune. Esistono differenze nella preparazione, nell'anestesia e nel periodo di riabilitazione. Vengono selezionati antibiotici e altri farmaci appropriati. L'anestesia può essere generale, spinale o epidurale. Alla fine, non mettere carico e ghiaccio sullo stomaco.

Elimina per operazione

Dopo la rimozione dell'appendicite, sono possibili tali complicazioni della gravidanza:

  • nascita prematura;
  • complicanze del travaglio (sanguinamento, contrazioni);
  • infezione postoperatoria;
  • occlusione intestinale;
  • molto raramente: infezione intrauterina, distacco prematuro del posto del bambino, carenza di ossigeno del bambino.

Pertanto, viene effettuato un attento monitoraggio delle condizioni della donna incinta e del feto. Il rischio di complicanze per il bambino è maggiore se l'appendicite durante la gravidanza è stata rimossa nel secondo trimestre.

Tutte le donne in gravidanza che hanno subito un intervento chirurgico sono automaticamente a rischio. La base è un'infezione sofferta da un bambino. Il controllo da parte dei medici sarà rafforzato, cioè dovranno essere visitati più spesso. Sono inoltre previsti ulteriori esami..

I più pericolosi sono sette giorni dopo l'operazione. Se è stato effettuato nelle ultime settimane di gravidanza e dopo l'appendicite la nascita è iniziata pochi giorni dopo, vengono eseguite il più accuratamente possibile. L'addome può essere strettamente bendato in modo che le cuciture non si aprano. Per accelerare l'espulsione del feto, è consentito un taglio del perineo.

Cause e modi per prevenire la malattia

Finora non sono state stabilite le cause esatte di questa malattia. Ma il più delle volte è associato a malnutrizione, infezione, costipazione frequente, blocco dell'entrata dal colon all'appendice. L'appendicite durante la gravidanza, specialmente nella seconda metà, provoca l'utero che comprime l'appendice.

Alla luce di questi motivi, è possibile utilizzare alcune misure preventive, sebbene la loro efficacia non sia stata scientificamente dimostrata.

  1. Evitare le infezioni accidentali.
  2. Prevenire la costipazione.
  3. Tieni traccia della nutrizione, il cibo dovrebbe includere molte fibre, prodotti a base di acido lattico, la carne non dovrebbe essere troppo.
  4. Abbastanza per muoverti, inizia la mattinata con la ginnastica.
  5. Non mangiare le bucce di semi, semi d'uva, cioè ciò che può ostruire l'ingresso dell'appendice.

Nessun medico può sapere esattamente come fa male l'appendicite, specialmente durante la gravidanza. Pertanto, ogni sospetto è una strada diretta per l'ospedale. Un intervento chirurgico precedentemente eseguito causerà conseguenze meno negative. Tuttavia, è meglio assicurarsi che non ci sia pericolo molte volte che portare se stessi e il proprio bambino a gravi complicazioni.

Dopotutto, questa patologia si sviluppa in non più di cinque donne su cento in gravidanza. Nel primo trimestre, si verifica circa un terzo di tutti i casi, nel secondo - circa il 60%. A giudicare dalle recensioni che hanno subito appendicite durante la gestazione, di solito tutto finisce felicemente. Anche con complicazioni, anche il parto pretermine con cura adeguata ha un esito favorevole..

Informazioni sull'autore: Olga Borovikova

Appendicite durante la gravidanza

L'appendicite è la causa più comune di chirurgia durante la gravidanza. Tra le donne in gravidanza, si trova il 2-5% delle donne che sviluppano appendicite. Un fattore predisponente è un aumento del volume dell'utero, che può causare uno spostamento dell'appendice e una violazione del suo apporto di sangue. E questo, a sua volta, porta a processi infiammatori. Esistono altri motivi per lo sviluppo dell'appendicite durante la gravidanza: tendenza alla stitichezza, spostamento del cieco, malfunzionamenti nel sistema immunitario, che porta a un cambiamento delle proprietà del sangue. Un ruolo importante è giocato dall'alimentazione e dalla posizione anomala dell'appendice nella cavità addominale.

La diagnosi della malattia comprende un esame del sangue, una microscopia urinaria, un'ecografia. Ma solo con l'aiuto della laparoscopia puoi diagnosticare di sicuro l'appendicite. In ogni caso, tutto inizia con l'esame e l'interrogatorio della donna.

I principali sintomi di appendicite durante la gravidanza

Come riconoscere l'appendicite? I sintomi dell'infiammazione nelle donne in gravidanza sono gli stessi di tutti. Nei pazienti, la temperatura aumenta spesso e gli indicatori sotto l'ascella e nel retto possono variare notevolmente. Un segno essenziale è un improvviso inizio di dolore colico, solitamente localizzato nella regione iliaca destra. Ma nelle fasi successive della localizzazione, il dolore può spostarsi più in alto. In un attacco acuto, il paziente rimane a lungo in una posizione forzata sulla schiena con le gambe portate allo stomaco, respirando superficialmente, accelerando. Dovresti anche tenere conto della frequenza cardiaca, del vomito, del gonfiore, della mancanza di respiro. L'emocromo completo mostra un aumento del numero di globuli rossi.

Più lungo è il termine, maggiori saranno le difficoltà nella diagnosi, nella chirurgia e nella riabilitazione postoperatoria. Pertanto, è molto importante fare una diagnosi in tempo. La gravidanza in sé complica il riconoscimento dell'infiammazione dell'appendicite, specialmente nella seconda metà. Molti sintomi sono considerati normali durante la gravidanza..

Appendicite durante la gravidanza

L'appendicite durante la gravidanza è un'infiammazione acuta o cronica dell'appendice che si è verificata in una donna durante la gestazione, durante il parto o immediatamente dopo di loro. Si manifesta come un improvviso dolore costante o parossistico di varie intensità nell'addome, nella febbre, nella nausea e nel vomito giusti. Diagnosi mediante esame fisico, ecografia transaddominale, esami del sangue di laboratorio, laparoscopia diagnostica di emergenza. Trattamento chirurgico con rimozione dell'appendice e successiva terapia per prevenire complicanze e possibile interruzione della gravidanza.

ICD-10

Informazione Generale

L'appendicite acuta è la patologia chirurgica addominale più comune nelle donne in gravidanza. È rilevato nello 0,05-0,12% delle donne in età fertile. L'incidenza di infiammazione del processo appendicolare durante la gravidanza è leggermente superiore rispetto alle donne non in gravidanza. Fino al 19-32% dei casi di appendicite acuta si verifica nel 1o trimestre, 44-66% nel 2o trimestre, 15-16% nel 3o, 6-8% dopo la fine del travaglio. Si notano casi sporadici di infiammazione dell'appendice durante il travaglio..

L'importanza di considerare l'appendicite durante la gestazione come un tipo speciale di malattia è dovuta alla cancellazione del quadro clinico e alla sua individuazione in fasi distruttive tardive, quando peggiora la prognosi per la madre e il bambino. Quindi, nelle donne in gravidanza, la forma gangrenosa di infiammazione viene osservata 5-6 volte e perforata - 4-5 volte più spesso delle donne non in gravidanza. Sono opzioni distruttive che spesso provocano l'interruzione della gestazione e la morte del feto.

Le cause

L'appendicite durante la gravidanza si verifica a causa dell'attivazione patologica della microflora mista, che vive nel lume intestinale. Gli agenti causali della malattia sono solitamente batteri anaerobici che non formano spore (cocchi, batteroidi), meno spesso - stafilococchi, enterococchi, Escherichia coli. Durante la gravidanza, ci sono una serie di fattori aggiuntivi che contribuiscono allo sviluppo dell'appendicite:

  • Spostamento del cieco e dell'appendice. Sotto la pressione dell'utero in crescita, le sezioni iniziali dell'intestino crasso si spostano gradualmente verso l'alto e verso l'esterno. Di conseguenza, l'appendice può essere piegata, allungata, il suo svuotamento è disturbato, l'afflusso di sangue peggiora. La mobilità e il posizionamento atipico degli organi interferiscono con la limitazione adesiva protettiva dell'infiammazione.
  • Stipsi Fino a due terzi delle donne in gravidanza e ogni terza donna in travaglio hanno difficoltà a muoversi nell'intestino. Ciò è dovuto al deterioramento della peristalsi dovuto alla diminuzione della sensibilità della parete muscolare agli stimolanti delle contrazioni e all'effetto inibitorio del progesterone. Con costipazione, il contenuto del processo appendicolare ristagna e aumenta la virulenza della flora intestinale.
  • Diminuzione dell'acidità del succo gastrico. Sebbene l'aumento dell'acidità sia più caratteristico per la gravidanza, in alcuni pazienti che soffrono di gastrite ipoacida cronica, lo spostamento degli organi interni porta ad una esacerbazione della malattia. Il succo gastrico cessa di svolgere una funzione protettiva, che porta all'attivazione della microflora del tratto gastrointestinale.
  • Disturbo della reattività immunitaria. L'immunodeficienza fisiologica relativa è uno dei meccanismi per proteggere il feto dal rigetto da parte della madre. Inoltre, durante la gravidanza esiste una ridistribuzione degli anticorpi per garantire l'immunità umorale del bambino. Un ulteriore fattore è la ristrutturazione compensativa del tessuto linfoide del cieco..

patogenesi

Nello sviluppo dell'appendicite durante la gravidanza, una combinazione di meccanismi occlusivi e non inclusivi svolge un ruolo. In quasi due terzi dei casi, la malattia inizia con una violazione del deflusso del contenuto dell'appendice a causa di costipazione, inflessione e iperplasia del tessuto linfoide. In alcune donne in gravidanza, l'appendicite è il risultato dell'ischemia del processo di spostamento. La graduale estensione delle pareti dell'organo sotto la pressione dell'accumulo di muco, effusione e gas lo rende vulnerabile ai danni dei microrganismi che vivono nell'intestino. La situazione è esacerbata da disturbi circolatori derivanti dallo spostamento e dalla distensione degli organi, nonché dalla virulenza inizialmente elevata della flora su uno sfondo di ridotta immunità.

Sotto l'influenza delle tossine prodotte in serie dai microrganismi, la mucosa dell'appendice (affetto da Aschoff primario) viene ulcerata. In risposta all'azione di agenti infettivi, una reazione infiammatoria locale inizia con il rilascio di un gran numero di interleuchine e altri mediatori. All'inizio, il processo di infiammazione è localizzato nell'appendice, tuttavia, la distruzione dello strato muscolare porta alla rottura dell'organo e al coinvolgimento del peritoneo. Una caratteristica dell'appendicite durante la gravidanza è una generalizzazione più rapida dovuta allo spostamento dell'appendice e ai disturbi immunitari.

Classificazione

La sistematizzazione delle forme della malattia nelle donne in gravidanza corrisponde alla classificazione clinica generale utilizzata dai chirurghi addominali domestici. Si basa sui criteri per la gravità della patologia, la presenza di complicanze e caratteristiche dei processi morfologici che si verificano nel processo appendicolare. L'appendicite acuta e cronica (primaria o ricorrente) si distingue per la velocità di sviluppo, la durata e la gravità dei sintomi. Da un punto di vista clinico, è importante considerare le forme morfologiche della malattia, che sono in realtà le fasi del suo sviluppo. Si distinguono varianti di infiammazione, come:

  • Catarrale. La mucosa dell'appendice e il suo strato sottomucoso sono coinvolti nel processo infiammatorio. La forma più lieve della malattia, che dura circa 6 ore e viene diagnosticata nel 13-15% delle donne in gravidanza.
  • Flemmonosa. L'infiammazione si estende allo strato muscolare e alla membrana sierosa. La prognosi dell'appendicite sta diventando più grave. L'appendice flemmone si osserva nel 70-72% dei casi e dura dalle 6 alle 24 ore.
  • Cancrena. È caratterizzato dalla distruzione parziale o completa del processo appendicolare. Prognosticamente la forma più sfavorevole della malattia. Viene rilevato nel 12-17% dei pazienti dopo 24-72 ore dall'inizio dell'infiammazione.

Un aumento comparativo delle forme distruttive flemmatiche e cancrenose di appendicite nel periodo gestazionale in relazione alla popolazione principale è associato a una successiva richiesta di assistenza medica con gravi sintomi clinici. Per una prognosi più accurata e la scelta delle tattiche chirurgiche durante la gravidanza, è giustificato evidenziare complicate varianti di infiammazione, in cui si formano ascessi periappendicolari e altri della cavità addominale, si sviluppano peritonite, periappendicite, pieliflebite, sepsi addominale.

Sintomi di appendicite

Nel primo trimestre, i segni della malattia sono quasi gli stessi al di fuori del periodo di gravidanza. Il paziente di solito avverte un improvviso dolore da taglio a destra nella regione iliaca, che è costante o di natura parossistica, può irradiarsi nell'addome inferiore e nella parte bassa della schiena. A volte il dolore si verifica prima nell'epigastrio e solo allora si sposta in un luogo tipico. Possibile nausea, vomito, un singolo disturbo delle feci, gonfiore, ipertermia, tensione dei muscoli addominali, sensazione di mancanza d'aria. L'accesso tardivo a uno specialista può essere dovuto a una spiegazione dei disturbi dispeptici con tossicosi precoce e dolore pelvico - la minaccia di aborto spontaneo.

Le specifiche delle manifestazioni della malattia nei trimestri II-III sono associate a una posizione dell'appendice spostata, una sindrome del dolore meno pronunciata e una distensione muscolare della parete addominale anteriore, che complica l'identificazione dei sintomi di irritazione peritoneale. La sindrome del dolore è spesso moderata, la maggior parte dei pazienti la associa a una gravidanza in via di sviluppo. Di solito il dolore è localizzato nella parte destra dell'addome più vicino all'ipocondrio.

Si osserva la temperatura subfebrilare, a volte si verificano nausea e vomito singolo. La tensione dei muscoli allungati è difficile da catturare. Di tutti i sintomi peritoneali, i sintomi di Obraztsov (aumento del dolore nella regione iliaca destra quando si solleva la gamba destra raddrizzata) e Bartomier-Michelson (aumento del dolore durante la palpazione del cieco nella posizione incinta sul lato sinistro) sono più pronunciati. In generale, a differenza dell'appendicite nelle donne non in gravidanza, il quadro clinico è spesso atipico, il che complica la diagnosi.

Nel parto, la patologia è estremamente rara, caratterizzata da un decorso sfavorevole. La sindrome del dolore e la tensione muscolare addominale caratteristica dell'appendicite sono mascherate dalle contrazioni. L'infiammazione dell'appendice può essere sospettata di ipertermia, indebolimento o disordine del travaglio, conservazione e persino intensificazione del dolore nella metà destra dell'addome nel periodo interscapitale. Dopo il parto, di solito si osserva un corso tipico di appendicite con insorgenza di dolore, nausea, vomito e febbre. Tuttavia, la tensione muscolare è meno pronunciata, poiché i muscoli dell'addome non hanno ancora completamente ripristinato il tono dopo la gravidanza.

complicazioni

La diagnosi tempestiva dell'appendicite acuta e il ritardo nella rimozione dell'appendice infiammata portano alla perforazione dell'appendice e allo sviluppo di forme complicate della malattia - peritonite con grave intossicazione, pieliflebite, ascessi addominali e shock settico. Irritazione dell'utero in gravidanza da parte di metaboliti infiammatori e formazione di aderenze, febbre, aumento della pressione intra-addominale, lesioni strumentali, stress psicoemotivo nel 2,7-3,2% dei casi provoca aborto nei primi periodi gestazionali e parto prematuro - alla fine.

Dopo l'appendicectomia, aumenta il rischio di distacco di una placenta normalmente localizzata, infezione intrauterina del feto, sviluppo di corioamnionite, ipossia fetale, malformazioni del travaglio, sanguinamento ipotonico durante il parto e aumento del periodo postpartum. La morte di un bambino con forme semplici di appendicite, secondo vari ostetrici-ginecologi, è osservata nel 2-7% dei casi, con una rottura del processo, aumenta al 28-30% e con la peritonite raggiunge il 90%. La mortalità materna nell'infiammazione acuta dell'appendice è dell'1,1%, che è 4 volte di più rispetto ai pazienti senza gravidanza.

Diagnostica

La corretta diagnosi di appendicite nella fase preospedaliera viene stabilita solo nel 42,9% dei casi della malattia; in altri pazienti viene assunta la minaccia di aborto. La diagnosi tardiva e l'operazione prematura peggiorano la prognosi dell'infiammazione. L'esame fisico nelle donne in gravidanza è meno informativo. Quando si utilizzano i metodi tradizionali di diagnosi nei pazienti con possibile appendicite, è necessario tenere conto di una serie di caratteristiche a causa delle specificità del periodo gestazionale:

  • Analisi del sangue generale. Il valore diagnostico della diagnosi di laboratorio di appendicite durante la gravidanza è basso. Durante il corso fisiologico della gestazione si può osservare un aumento dell'ESR e della leucocitosi, caratteristica della malattia. Si consiglia di valutare i risultati ottenuti in dinamica. La probabile infiammazione dell'appendice è evidenziata dal rapido aumento dei cambiamenti infiammatori nel sangue.
  • Ultrasuoni dell'addome. Normalmente, l'appendice non viene visualizzata. Con l'appendicite, è definita come una formazione non riparativa iperecogena con un diametro di 6,0-10,0 mm con una parete ispessita proveniente dal cieco. La sensibilità del metodo raggiunge il 67-90%. Se necessario, l'ecografia è integrata con dopplerometria, che consente di rilevare un'area di infiammazione nella cavità addominale.
  • Laparoscopia diagnostica Sebbene con l'aiuto di un endoscopio, l'appendice possa essere completamente visualizzata nel 93% dei casi, ci sono una serie di limitazioni per l'uso del metodo. In genere, la procedura è prescritta per il decorso atipico dell'infiammazione prima delle 16-18 settimane di gravidanza, nonché dopo il parto. Nella seconda metà della gestazione, un utero allargato interferisce con un esame efficace dell'appendice e della cupola del cieco.

Sulla base dei dati clinici e dei risultati della ricerca, l'appendicite acuta verificatasi durante la gravidanza può essere rilevata in tempo nel 57,0-83,5% dei casi. A seconda della tempistica gestazionale, la diagnosi differenziale di appendicite viene effettuata con tossicosi precoce, rischio di aborto spontaneo, gravidanza ectopica, pielite di donne in gravidanza, torsione della cisti ovarica, gastrite acuta, perforazione di uno stomaco o ulcera duodenale, colecistite, pancreatite e colite renale. Un chirurgo deve essere collegato a una donna incinta con sospetta infiammazione dell'appendice. Secondo le indicazioni, il paziente viene consultato da un gastroenterologo, epatologo, urologo, nefrologo, anestesista per la rianimazione.

Trattamento di appendicite in gravidanza

Se una donna incinta mostra segni di infiammazione del processo appendicolare, sono indicati ricovero urgente e appendicectomia indipendentemente dall'età gestazionale. La durata dell'osservazione del paziente non deve superare le 2 ore, per le quali è necessario condurre una diagnosi differenziale e determinare il volume dell'intervento chirurgico. I principali obiettivi terapeutici per l'appendicite in una donna incinta sono:

  • Appendicectomia. La chirurgia laparoscopica è preferita prima del periodo di 18 settimane e dopo il parto. In altri casi, una laparotomia viene eseguita attraverso un'incisione sulla linea mediana inferiore o un accesso modificato corrispondente alla posizione presunta del cieco spostato con il processo appendicolare. Quando si esegue un'appendicectomia, è necessario creare le condizioni per una revisione approfondita della cavità addominale e del suo drenaggio secondo le indicazioni. Se l'appendicite viene diagnosticata durante il parto, con travaglio normale e infiammazione catarrale o flemmatica dell'appendice, l'intervento viene eseguito alla fine della nascita con un periodo di esilio ridotto. La presenza di una clinica di processo gangreno o perforato serve da indicazione per il taglio cesareo simultaneo e la rimozione dell'appendice infiammata.
  • Prevenzione di complicanze e aborto. Per eliminare la paresi intestinale postoperatoria, le donne in gravidanza che hanno subito un'appendicectomia non sono autorizzate a prescrivere proserina, clisteri ipertonici, una soluzione iperosmotica di cloruro di sodio, che può provocare contrazioni miometriali. Di solito, per ripristinare la peristalsi intestinale nelle prime fasi della gestazione, viene utilizzata la diatermia del plesso solare e, in quelle successive, la regione lombare. Nel primo trimestre di gravidanza, gli antispasmodici vengono utilizzati a scopi profilattici, i progestinici, se necessario, i tocolitici in 2-3 trimestri. Per prevenire complicanze infettive e infiammatorie, sono indicati farmaci antibatterici. Il volume della terapia antibiotica dopo l'intervento chirurgico è determinato dalla prevalenza del processo..

Previsioni e prevenzione

La prognosi dell'appendicite dipende dal momento del rilevamento, dall'età gestazionale, dalla velocità del processo decisionale sull'operazione e dalla correttezza del supporto durante la gravidanza nel periodo postoperatorio. Più tardi inizia il trattamento, maggiore è la probabilità di perdere un bambino e il complicato decorso dell'appendicite. Con un aumento dell'età gestazionale, aumenta la probabilità di un esito fatale in una donna incinta; dopo 20 settimane, la frequenza di interruzione della gestazione aumenta di 5 volte.

Sebbene la prevenzione primaria dell'appendicite non sia stata sviluppata in dettaglio, durante la gravidanza, si raccomanda la correzione dietetica per garantire una buona digestione e la prevenzione di possibili costipazioni, aderenza a una dieta ad eccezione di eccesso di cibo, attività motoria sufficiente, trattamento tempestivo delle malattie gastrointestinali croniche. Se si verifica improvvisamente un dolore addominale insolito, è necessaria una consultazione urgente con uno specialista nel campo della chirurgia addominale o ostetricia e ginecologia per la diagnosi precoce della malattia e la prevenzione delle complicanze.

Appendicite durante la gravidanza

Le donne in gravidanza soffrono delle stesse malattie della gente comune. La gravidanza stessa può influenzare in modo significativo il quadro di queste malattie e creare problemi per la diagnosi. Il trattamento di qualsiasi malattia nelle donne in gravidanza è un problema ancora più grande: è necessario tenere conto degli interessi non solo della madre, ma anche di suo figlio.

Tutto ciò si applica pienamente all'appendicite acuta, che non è così rara durante la gravidanza..

Che cos'è l'appendicite??

L'appendicite è un'infiammazione dell'appendice, parte dell'intestino, che è un ramo sottile, stretto, che termina alla cieca dall'intestino crasso e si trova nell'addome inferiore destro. Perché abbiamo bisogno di un'appendice vermiforme, o appendice, i medici non lo sanno per certo.

Si ritiene che questo organo, nonostante la sua apparente non funzionalità, svolga un ruolo cruciale nel mantenimento dell'immunità, poiché contiene molto tessuto linfoide - quello che è responsabile della protezione della persona dai batteri.

Forse, proprio a causa del ritardo in un gran numero di batteri e varie tossine, l'appendice in alcune persone si infiamma, si verifica l'appendicite.

È interessante notare che all'inizio del XX secolo era l'appendicite acuta che era la principale causa di morte nel mondo per malattie chirurgiche della cavità addominale. Questa malattia è comune oggi, ha appena imparato a diagnosticare e curare meglio, quindi le persone muoiono per appendicite ora molto meno spesso.

Tuttavia, se salti l'appendicite, può letteralmente collassare e causare lo sviluppo di peritonite, ad es. infiammazione dell'intera cavità addominale e questa malattia è molto più difficile e trattata. Attualmente, è l'appendicite secondo le statistiche che è la causa più comune di peritonite versata.

In che modo l'appendicite influisce sul feto?

Durante la gravidanza, può verificarsi anche appendicite e la sua frequenza nelle donne in gravidanza e non in gravidanza è approssimativamente la stessa, il che indica l'assenza di una connessione diretta tra infiammazione dell'appendice e gravidanza. Non ci sono ragioni chiare che potrebbero essere descritte come la causa di questa malattia: l'appendicite può svilupparsi sullo sfondo di un benessere completo, senza alcuna connessione con eventi esterni.

Poiché l'appendicite rappresenta intrinsecamente un ascesso nella cavità addominale, può influenzare negativamente non solo la madre, ma anche il feto. Il bambino è molto ben protetto dalle influenze esterne dalle spesse pareti dell'utero e, quando si verifica l'appendicite, l'infiammazione non si "diffonde" al feto, sebbene sia molto vicino.

Tuttavia, con casi avanzati di appendicite, si verifica un'infiammazione di tutti gli organi della cavità addominale e della piccola pelvi, compreso l'utero. In questo caso, esiste il rischio di parto prematuro, poiché l'utero infiammato cercherà di liberarsi dal feto.

Come riconoscere l'appendicite

Ci sono molti segni di appendicite, i medici conoscono diverse dozzine (!) Di sintomi speciali che si verificano con l'una o l'altra frequenza. Tuttavia, nelle donne in gravidanza, la diagnosi di appendicite è difficile, specialmente nella tarda gravidanza.

Un grosso utero si trova nell'addome, il che cambia la posizione relativa degli organi addominali e rende impossibile palparne alcuni. Pertanto, ci sono molti meno sintomi "utili" per diagnosticare l'infiammazione dell'appendice..

La principale lamentela delle donne in gravidanza con appendicite, come nelle donne non in gravidanza, è il dolore addominale. Il dolore si trova più spesso nell'angolo in basso a destra dell'addome, tra l'arco costale e l'ala superiore del bacino. Dolore doloroso, persistente, difficile da trattare con antidolorifici.

Ricorda: per l'appendicite, l'insorgenza di dolore allo stomaco e il suo successivo movimento verso l'addome inferiore destro sono molto caratteristici. I medici chiamano questo sintomo un sintomo di Kocher. Si verifica in quasi tutti i pazienti con appendicite..

Inoltre, saranno osservati segni di intossicazione: debolezza, malessere, febbre e forse nausea. Queste manifestazioni non sono specifiche e possono verificarsi in altre malattie degli organi addominali..

Come trattare l'appendicite durante la gravidanza

Il trattamento dell'appendicite nelle donne in gravidanza non è l'ostetrico-ginecologo, ma il chirurgo. Se si sospetta un'infiammazione dell'appendice, è necessario contattare l'ospedale chirurgico e non l'ospedale di maternità. Il medico verifica la presenza di sintomi di appendicite, prescrive test di laboratorio di emergenza e conferma o confuta questa diagnosi sulla base dei risultati dei dati..

Se la diagnosi è confermata, il trattamento può essere duplice. A molte donne viene mostrata una terapia conservativa, che è fame, raffreddore allo stomaco e nomina di antibiotici (tenendo conto della sicurezza del bambino) per sopprimere l'infezione nell'appendice.

Questo metodo è abbastanza efficace nelle primissime fasi della malattia, quindi vale la pena sottolineare ancora una volta: al minimo sospetto di appendicite, una donna incinta dovrebbe cercare l'aiuto di un chirurgo. Puoi chiamare un'ambulanza per un rapido ricovero in ospedale..

Tuttavia, spesso il trattamento conservativo è impossibile (a causa della negligenza del processo) o inefficace. In questo caso, è necessaria un'operazione: rimozione dell'appendice o appendicectomia.

Viene eseguito nello stesso ordine delle donne non gravide, tuttavia la presenza del feto impone la necessità di scegliere il giusto metodo di anestesia: dopo tutto, tutto ciò che verrà iniettato nella madre entrerà nel flusso sanguigno e nel suo bambino.

Lo stesso vale per il periodo postoperatorio: sono prescritti solo quei farmaci la cui sicurezza per il feto è dimostrata. La rimozione dell'appendice viene solitamente eseguita in anestesia generale e non usa farmaci che possono causare contrazioni uterine, in modo da non provocare lo sviluppo di un parto prematuro.

Nella tarda gravidanza, il processo può essere rimosso in anestesia spinale. che è più sicuro per il feto. In ogni caso, la scelta del metodo di anestesia spetta all'anestesista.

L'unica cosa che è soggetta alle future mamme è un atteggiamento attento nei confronti del proprio corpo e una manifestazione di cautela nei confronti di questa malattia. In caso di dolore addominale e febbre, è sempre meglio essere sicuri e consultare un medico.

Appendicite durante la gravidanza: segni, conseguenze, cosa fare

Articoli di esperti medici

L'infiammazione dell'appendice del cieco e la sua pronta eliminazione (appendicectomia) sono la ragione più comune per le cure chirurgiche di emergenza alla popolazione, parte delle quali sono donne in gravidanza. È per questo motivo che nella maggior parte dei casi li fa sdraiare sotto il coltello del chirurgo per salvare la vita a se stessi e al proprio bambino. Può esserci appendicite durante la gravidanza? Certo, come qualsiasi altra malattia.

Pertanto, una donna incinta che è preoccupata per il dolore addominale dovrebbe immediatamente andare in un istituto medico (il conto va all'orologio). Le consultazioni di un ginecologo e un chirurgo in questo caso sono obbligatorie, in questo caso è molto rischioso rifiutare il ricovero.

In nessun caso è possibile alleviare il dolore con gli analgesici, sono ammessi solo antispasmodici, ad esempio No-shpa. Tuttavia, è ancora meglio non prendere nulla, ma presto essere sotto controllo medico.

Codice ICD-10

Epidemiologia

L'infiammazione dell'appendice appartiene giustamente a patologie in giovane età - più di sette pazienti su dieci operati per appendicite non avevano più di 35 anni. Le giovani donne vengono operate circa tre volte più spesso degli uomini. Parte delle donne in gravidanza tra i pazienti con appendicite va dallo 0,5 al 4%. I casi di infiammazione dell'appendice si verificano in una o due donne su 1000-10.000 donne in gravidanza. Quasi la metà di tutti i casi si verificano nel secondo trimestre di gravidanza.

Cause di appendicite durante la gravidanza

Normalmente, la mucosa intatta dell'appendice è una barriera insormontabile alla flora patogena e condizionatamente patogena. La sua permeabilità aumenta con l'invasione microbica massiccia, l'indebolimento dell'immunità locale, il danno meccanico o il blocco del lume, portando al trabocco del chimo nell'appendice e all'allungamento delle sue pareti, ai processi ischemici nei vasi sanguigni dell'appendice del cieco.

Le cause esatte dell'infiammazione dell'appendice non sono ancora completamente comprese, tuttavia la teoria infettiva prevale su altre. Nella maggior parte dei pazienti, l'esame istologico dei tessuti dell'appendice rimossa ha rivelato colonie di microbi migrati dall'intestino. La penetrazione della flora patogena nel sangue o nella linfa è estremamente rara e non è considerata una via di infezione..

Una varietà di microrganismi si trova nell'appendice, colonizzandola e causando il processo infiammatorio. La stragrande maggioranza degli agenti infettivi rilevati (oltre il 90% dei casi) sono batteri anaerobici che non formano spore. Si trovano anche colonie di batteri aerobici (E. coli, Klebsiella, enterococchi e altri), ma molto meno spesso.

In casi isolati, la fonte di infezione può essere l'elminto che è penetrato nell'appendice, che è più tipica per i bambini; citomegalovirus, micobatterio tubercolare, ameba dissenterica (questi agenti patogeni si trovano spesso nell'appendice infiammata nei pazienti con AIDS).

Fattori di rischio che contribuiscono allo sviluppo dell'infiammazione dell'appendice durante la gravidanza:

  • crescita attiva delle dimensioni dell'utero, contribuendo allo spostamento dell'organo, alla sua compressione e alla ridotta circolazione del sangue nei suoi vasi;
  • una riduzione naturale dell'immunità durante il periodo di gravidanza, che riduce la capacità del tessuto linfoide di distruggere gli organismi patogeni;
  • l'uso predominante di alimenti poveri di fibre alimentari (fibre), che porta alla costipazione e alla formazione di fecolite;
  • un naturale cambiamento nella composizione del sangue durante la gravidanza, aumentando il rischio di trombosi;
  • caratteristiche anatomiche della posizione dell'appendice, che esacerbano l'effetto dei suddetti fattori.

patogenesi

Il principale legame patogenetico che porta allo sviluppo dell'infiammazione dell'appendice è il restringimento del suo lume (circa 2/3 dei casi), che interrompe il deflusso del muco secreto e contribuisce allo straripamento della cavità dell'appendice. In giovane età, il restringimento è causato, di regola, da un aumento dei follicoli linfoidi. La presenza di fecalite (calcoli fecali) viene rilevata in oltre un terzo dei casi di infiammazione dell'appendice. Molto meno spesso, corpi estranei, parassiti e tumori sono considerati collegamenti patogenetici. Nelle donne in gravidanza, oltre alle basi generali di patogenesi, possono unirsi spostamento, compressione, o flessione dell'appendice a causa di un aumento delle dimensioni dell'utero.

Quindi, il muco continua a essere prodotto, si verificano formazione di gas ed essudazione e il loro deflusso diminuisce o si arresta, il che provoca un aumento della pressione sulle pareti del processo, il loro allungamento. Di conseguenza, il flusso sanguigno venoso viene disturbato e quindi arterioso. In condizioni di ipossia della parete dell'appendice, inizia la rapida riproduzione e colonizzazione da parte dei microbi della sua cavità interna. I prodotti di scarto batterici danneggiano l'epitelio, le ulcere compaiono sulla mucosa, il cosiddetto effetto Ashoff primario. Gli immunociti, rispondendo all'attività dei batteri, producono mediatori antinfiammatori che limitano il processo infiammatorio nella fase iniziale dell'appendice, impedendo lo sviluppo del processo sistemico.

L'ulteriore sviluppo di immunoregolatori locali promuove l'approfondimento delle trasformazioni distruttive nella parete appendicolare. Quando lo strato muscolare è necrotizzante, in circa la metà dei pazienti la parete dell'appendice è perforata. Ciò è facilitato dalla presenza di calcoli fecali in esso. La perforazione porta allo sviluppo di complicanze: peritonite o formazione di infiltrati periappendicolari.

Nella patogenesi delle forme non occlusive della malattia, l'ischemia dell'appendice primaria è considerata a causa di un flusso sanguigno insufficiente per garantire i bisogni dell'appendice. Variazione della composizione del sangue durante la gravidanza - un aumento della componente trombogenica si adatta perfettamente al quadro della trombosi dei vasi che forniscono l'organo.

La patogenesi dello sviluppo dell'infiammazione acuta dell'appendice è anche considerata come conseguenza di una reazione allergica nell'appendice di una forma immediata o ritardata. Le loro manifestazioni locali sotto forma di restringimento dei vasi sanguigni e disturbi nella struttura della parete dell'appendice vermiforme consentono ai patogeni dall'intestino di infettare i suoi tessuti e migrare con il flusso linfatico. La risposta all'introduzione e allo sviluppo di microrganismi patogeni è il gonfiore della mucosa, che provoca una diminuzione del volume della cavità e del diametro del lume dell'appendice, i cui tessuti subiscono ischemia, ipossia e trasformazioni necrotiche purulente.

Una conseguenza dell'ulteriore corso del processo infiammatorio è lo sviluppo di complicanze. Quando viene interessato l'intero spessore della parete dell'appendice, vengono coinvolti la parte adiacente del peritoneo e gli organi adiacenti.

Se viene attivata una delle più importanti capacità addominali, è proteggersi dalla peritonite diffusa separando l'essudato purulento dagli organi vicini colpiti dall'infiammazione, si forma un infiltrato periappendicolare (l'appendice infiammata, per esempio, copre la connessione di organi e tessuti saldati insieme tra loro situati nell'area dell'infiammazione locale). Questo conglomerato protegge il sito dell'infiammazione dal resto del peritoneo. Dopo un certo periodo di tempo, l'infiltrato si risolve o il processo infiammatorio si sviluppa con la formazione di un ascesso.

Il progresso della malattia senza collegare il meccanismo di delimitazione porta allo sviluppo di peritonite diffusa.

Con la trombosi vascolare e l'ischemia della membrana appendicolare, la morte graduale dei tessuti termina con la cancrena, che si diffonde nel ciclo del mesentere, dove si sviluppano anche le vene trombose e la tromboflebite settica ascendente, raggiungendo la vena portale e i suoi rami (pieriflebite). Questa complicazione è estremamente rara (5 su 10.000 casi di appendicite), tuttavia, è uno dei più formidabili.

Sintomi di appendicite durante la gravidanza

La sintomatologia dell'infiammazione dell'appendice nelle donne che portano un bambino cambia, a volte in modo molto significativo, a causa di cambiamenti fisiologici, ormonali e metabolici che si verificano nel corpo durante questo periodo. Il sintomo principale dell'infiammazione è il dolore, che inizia improvvisamente e non ti permette più di dimenticare te stesso. Nel primo trimestre, quando l'utero in crescita non ha ancora un effetto significativo sulla posizione degli organi addominali, la localizzazione del dolore è comune. I primi segni si sentono nella parte superiore dell'addome sopra l'ombelico o lo stomaco fa male senza una localizzazione specifica. Il disagio addominale è accompagnato da gonfiore e pienezza dell'addome, i gas vanno via male o non vanno affatto via. Il dolore all'appendicite durante la gravidanza può essere intenso o moderato, persistente o parossistico. Dopo un breve periodo di tempo, il dolore migra verso la posizione del processo appendicolare. La versione classica è a destra nel quadrante inferiore dell'addome. I sintomi dell'appendicite all'inizio della gravidanza sono praticamente gli stessi di altri pazienti..

Con la crescita dell'utero, il cieco e il suo processo vengono spostati verso l'alto, la parete addominale si alza e si allontana dall'appendice. A questo proposito, le donne nella seconda metà della gravidanza di solito lamentano dolore alla destra di fronte all'ombelico, e talvolta più in alto sotto le costole. Con un'appendice alta, possono comparire sintomi simili alla gastrite.

Allo stesso modo, il dolore nella regione lombare, simile a quello renale. Con una localizzazione pelvica dell'appendice, si può osservare una clinica simile alla cistite - frequente produzione di urina in piccole porzioni, dolore che si irradia alla vescica, al perineo e alla gamba destra.

Vale la pena prestare attenzione al fatto che per l'infiammazione dell'appendice, una caratteristica è l'aumento del dolore durante la tosse, la deambulazione, l'agitazione, la rotazione su qualsiasi lato. In oltre la metà dei pazienti, l'appendicite nella tarda gravidanza non si manifesta con la tensione muscolare della parete anteriore del peritoneo a causa del suo progressivo rilassamento, nel resto questa tensione è molto debole e praticamente non avvertita. Altri sintomi di irritazione della parete addominale anteriore possono anche essere assenti..

Il dolore nella fase iniziale dell'appendicite nella maggior parte dei casi è caratterizzato da moderazione. Ciò corrisponde a un processo superficiale o catarrale, in cui è coinvolta solo la mucosa dell'appendice. Di solito le prime sei o dodici ore dall'inizio del dolore corrispondono a questo stadio..

Quando si riempie l'appendice di pus (appendicite flemmonica) e si allunga di conseguenza, la sindrome del dolore diventa intensa. La natura del dolore può cambiare in crampi, pulsazioni. In questa fase, la sottomucosa e parte dello strato muscolare sono già coinvolte nel processo. Nel tempo, ciò corrisponde alla seconda metà del primo giorno dal momento in cui compaiono i primi sintomi (12-24 ore).

I cambiamenti cancrenosi che si verificano di solito il secondo giorno (24-48 ore dall'esordio del dolore) portano alla morte delle terminazioni nervose e il dolore si attenua per un po '(miglioramento immaginario). Poi c'è un forte aumento, questo potrebbe essere un segno di perforazione del processo e l'inizio dell'infiammazione del peritoneo - una condizione molto pericolosa per una donna incinta e un feto.

La nausea e la mancanza di appetito piuttosto costanti possono iniziare prima del dolore, tuttavia, una donna incinta, specialmente con tossicosi precoce, è improbabile che questa condizione allerta. Ma in combinazione con il dolore, dovrebbe già farti vedere un medico.

La nausea e il vomito una tantum iniziano dopo l'inizio del dolore ed è la risposta del corpo al dolore. Il vomito con infiammazione dell'appendice contiene la bile, se non è presente, è molto probabile che il vomito sia causato da un'altra causa (esacerbazione della colecistite, deflusso alterato della bile). Se il paziente ha ripetuto vomito e la risoluzione non porta sollievo, questo è un brutto segno di appendicite complicata. E il vomito prima dell'inizio del dolore mette in dubbio la diagnosi di appendicite.

La mancanza di appetito accompagna quasi sempre l'infiammazione dell'appendice. Inoltre, i sintomi persistenti includono movimenti intestinali ritardati a causa della paresi intestinale.

Molto meno spesso si osservano feci molli o dolori taglienti (che tirano) nel retto e vani tentativi di defecare, non accompagnati da movimenti intestinali. Questa sintomatologia è caratteristica della posizione mediale o pelvica dell'appendice..

I pazienti con appendicite spesso lamentano mucosa orale secca. Hanno un rivestimento bianco sulla lingua e un caratteristico fard.

In circa la metà dei pazienti si osserva una condizione subfebbrile il primo giorno, una temperatura superiore a 38 ℃ è un segno di una complicazione dell'infiammazione dell'appendice o dello sviluppo di infezione intestinale.

Appendicite durante la gravidanza: caratteristiche del dolore addominale

Soddisfare

Di solito, il dolore addominale che si verifica durante la gravidanza è associato a una nuova condizione di una donna, distorsione e un cambiamento nella posizione degli organi interni. Ma a volte è un sintomo di un'esacerbazione di malattie croniche o di una manifestazione di patologia chirurgica acuta - appendicite. L'infiammazione progressiva dell'appendice può diventare pericolosa e la chirurgia gestazionale è sempre un rischio.

Che cos'è l'appendicite??

Il termine appendicite è una patologia chirurgica acuta che si verifica a causa di infiammazione nella regione di un piccolo processo dell'intestino crasso - l'appendice. Nella pratica chirurgica, le operazioni per la rimozione dell'appendicite sono tra le più comuni. Secondo le statistiche, circa il 5% delle donne che finiscono in un ospedale chirurgico con sospetta appendicite sono in gravidanza. Ciò è dovuto al fatto che durante la gravidanza molte malattie, comprese quelle infiammatorie acute, sono inclini a esacerbazione e progressione..

Ad oggi, la causa esatta che porta all'infiammazione della regione dell'appendice non è stata chiarita; ci sono diverse ipotesi più comuni. Uno di questi è la sovrapposizione del lume del processo collegato alla cavità del cieco. Può verificarsi a causa della formazione di calcoli fecali, ingestione di particelle di cibo, che interrompe l'afflusso di sangue alle pareti dell'appendice. Di conseguenza, si provocano infiammazioni, gonfiore dei tessuti. La gravidanza porta a un cambiamento nell'anatomia dell'intestino a causa dell'utero in crescita, che comprime le pareti del colon, inclusa l'appendice. Può anche essere un fattore stimolante sullo sfondo di una predisposizione ereditaria esistente all'appendicite..

Opzioni di infiammazione: dalla catarrale alla peritonite

Molto spesso c'è un'infiammazione semplice (anche catarrale) dell'appendice. Se non viene riconosciuto in modo tempestivo, l'infiammazione passa in forme complicate e più gravi: flemmone, quindi cancrenoso, fino alla perforazione della parete e alla provocazione della peritonite (infiammazione del peritoneo). In realtà, si tratta di fasi successive di un singolo processo, ma durante la gravidanza, portare la patologia a forme estreme è pericoloso per la salute e la vita. Per ogni forma, sono tipici un quadro clinico specifico e un tempo approssimativo di occorrenza. La forma catarrale di infiammazione si forma in media fino a 8-12 ore, i cambiamenti influenzano il processo della mucosa. La forma flemmone si sviluppa nell'intervallo da 12 a 24 ore dall'inizio della malattia, i cambiamenti coinvolgono la mucosa, i tessuti sottostanti allo strato muscolare.

La forma gangrenosa si sviluppa il 2 ° giorno di patologia, con la quale si forma la necrotizzazione del tessuto dell'appendice e dopo questo periodo è possibile la perforazione della parete con il deflusso del contenuto nella cavità addominale, che provoca la peritonite. Il tempismo è indicativo e dovresti sempre ricordare lo sviluppo più rapido della malattia..

Le manifestazioni di appendicite nelle donne in gravidanza variano in modo significativo a seconda della forma, dei cambiamenti all'interno dell'appendice e dell'età gestazionale. Inoltre, la posizione dell'appendice all'interno della cavità addominale è importante (spesso ha una posizione atipica). Molto spesso, si verifica dolore addominale, con un processo limitato è locale, con cambiamenti caratteristici nel tempo. Il processo di solito inizia con dolore addominale localizzato più vicino alle costole o all'epigastrio (epigastrio), ma col passare del tempo, dopo alcune ore, scorre giù nell'addome. Nelle prime fasi, può essere un classico dolore addominale a destra, nell'area dell'ala ilio. Ma se l'utero è già grande, la localizzazione del dolore può cambiare. Di solito, il dolore addominale provoca nausea con attacchi di vomito e assottigliamento delle feci, motivo per cui le donne in gravidanza possono assumerlo per avvelenamento. Ma a differenza dei sintomi infettivi, il dolore addominale non tende a diminuire, il vomito non porta sollievo, il malessere aumenta, la temperatura aumenta.

Difficoltà nella seconda metà della gravidanza

A causa di un utero sufficientemente grande, a partire dalla seconda metà della gravidanza, il dolore potrebbe non comparire immediatamente o il dolore si avverte sopra la parte inferiore dell'utero, nella parte bassa della schiena, del bacino, simulando varie altre malattie. Quando si posa una donna sul lato destro, il dolore può diventare più forte, poiché l'utero preme sull'area infiammata: questo è uno dei metodi diagnostici per determinare l'appendicite delle donne in gravidanza. Se una donna durante la gravidanza, avvertendo dolore addominale, è lento a consultare un medico, le sensazioni fluiscono verso il basso addome o sul lato destro o danno all'ipocondrio destro. Maggiore è la lunghezza e le dimensioni dell'utero, più sintomi atipici.

Tossicosi, malattie somatiche o appendicite?

Nelle fasi iniziali, la diagnosi può anche essere difficile, a causa di una possibile esacerbazione di malattie somatiche o della presenza di tossicosi. Spesso, gli ormoni della gravidanza influenzano il corpo come rilassanti e antidolorifici naturali, quindi i sintomi della patologia possono essere offuscati, il che rende difficile la diagnosi. La posizione anomala del processo può simulare la malattia del fegato o la gastrite, quindi la donna entra in ospedale con una fase di appendicite già in esecuzione.

Se l'appendice vermiforme viene spostata nella piccola pelvi, è possibile simulare malattie dei reni o della cistite, nonché dolori che passano alla gamba o al perineo, che interferiscono con la normale minzione o defecazione. Inoltre, le donne spesso assumono i primi sintomi di appendicite per malattie infettive acute e possono bere autonomamente farmaci, inclusi analgesici, confondendo il quadro già poco chiaro dell'infiammazione.

Hai letto molto e lo apprezziamo!

Lascia la tua email per ricevere sempre informazioni e servizi importanti per mantenere la tua salute