Università medica superiore del Kazakistan occidentale. Il sito dell'insegnante MKLI Baybulatova Svetlana Andreevna

RICERCA DI CONTENUTO DUODENALE

Lo studio dei contenuti duodenali del duodeno, della cistifellea e dei dotti biliari del fegato è di grande valore diagnostico per la rilevazione di duodenite, discinesia della cistifellea, angiocholitis, discoli.

La bile viene prodotta dalle cellule del fegato e si sposta lungo i capillari bilaterali verso i dotti biliari, che si fondono in un dotto biliare comune. Attraverso di essa, la bile entra nel duodeno, qui anche attraverso il dotto cistico entra nella bile dalla cistifellea.

Alcuni componenti della bile vengono escreti dal corpo con le feci, un altro - attraverso la vena portale torna nuovamente al fegato, e il terzo entra nel circolo generale della circolazione sanguigna e prende parte a vari processi fisiologici.

La bile lega la pepsina, attiva la lipasi, emulsiona i grassi, inibisce i microrganismi che causano la decomposizione e la fermentazione e, al contrario, stimola l'attività vitale della microflora benefica.

Metodi per produrre contenuti duodenali.

Sono stati sviluppati diversi metodi per estrarre i contenuti duodenali: suono duodenale a tre stadi con rilascio di porzioni A, B, C; suono multistadio con l'ottenimento di 5 fasi di escrezione biliare; suono duodenale cromatico, che consente in modo più accurato di ottenere la bile cistica; suono gastroduodenale con l'uso di una sonda a due canali e simultanea estrazione di contenuti gastrici.

Il suono duodenale viene eseguito utilizzando una sottile sonda di gomma con un'oliva all'estremità, la lunghezza della sonda è di circa 1,5 m, segna ogni 10 cm.

La sonda viene inserita al mattino a stomaco vuoto, in posizione seduta, al segno di 0,45-0,5 m, quindi il paziente viene posizionato su un divano senza cuscino sul lato destro, posizionando un rullo sotto la parte bassa della schiena in modo da sollevare la parte inferiore del corpo.

Quando la sonda ha raggiunto il segno di 0,8-0,9 m, l'estremità libera della sonda viene abbassata in una delle provette posizionate sotto la testa del paziente.

La prima porzione scorre in modo indipendente - questa è la porzione "A" - il contenuto del duodeno. È una miscela di bile, segreti del pancreas, duodeno e una piccola quantità di succo gastrico. Il servizio "A" viene raccolto entro 10-20 minuti.

La seconda porzione "B" viene raccolta 5-25 minuti dopo l'introduzione di un agente coleretico caldo attraverso la sonda, causando contrazione e svuotamento della cistifellea (magnesia solfato, peptone, sorbitolo, olio d'oliva) - questa è la bile della cistifellea.

La terza porzione "C" viene raccolta 10-15 minuti dopo la cessazione della scadenza della bile cistica - questa è la bile epatica.

Esame biliare Analisi duodenale frazionaria Microscopia biliare.

La categoria è stata preparata sulla base della pubblicazione "Clinical Laboratory Diagnostics. National Guidelines" in due volumi, ed. V.V. Dolgova (GEOTAR-Media, 2012)


Suono duodenale frazionario
1 fase - fase del dotto biliare comune, porzione "A".
2 fasi - fase dello sfintere chiuso di Oddi.
3 fasi - fase di una porzione di bile "A1".
4 fasi - porzione di bile "B" - bile cistica, bile vescicolare o reflusso cistico.
5a fase - bile epatica, una porzione della bile "C".
Esame microscopico della bile
Inclusioni patologiche
Bile sedimentaria

1 fase - fase del dotto biliare comune, porzione "A".
Limiti normali
-secrezione di bile in risposta all'irritazione della sonda
-quantità normale - 15-20 ml, tempo di allocazione - 10-20 min.
-selezione uniforme e continua
-velocità di rilascio - 1 ml / min.
-giallo dorato, giallo ambrato.
-piena trasparenza
-densità relativa - 1,010 - 1,015 g l.
-pH 7,2-7,4
-concentrazione (indice di bilirubina di Meilengracht) - 90-100 unità.

Possibile patologia
Ipersecrezione di bile (più di 25 ml di bile per 10-20 minuti)
-un aumento del volume del dotto biliare comune (choolectasie congenite o acquisite)
-disabilitando o rimuovendo la cistifellea.
Iposecrezione della bile (meno di 15 ml di bile per 10-20 minuti)
-danno al parenchima epatico
meno di 5 ml
-choledochitis
-epatite o epatosi
-cirrosi epatica
-diskrinia e un gran numero di pietre nel dotto biliare comune
Manca una parte della bile "A"
-epatite infettiva (stasi intraepatica)
-sfintere dell'ostruzione di Oddi
Escrezione biliare intermittente della porzione “A” (sfintere dell'ipertono di Oddi)
-duodenite
-choledochitis
-angiocolite
-Colelitiasi, colecistite calcarea
Colore pallido della porzione biliare "A" (violazione della secrezione di bilirubina), una diminuzione della densità relativa della bile e concentrazione
-epatite
-cirrosi epatica
Colorazione intensiva di una porzione di bile "A"
-anemia emolitica (aumento della densità e concentrazione della bile)
Isolamento di una porzione di bile "A" con impurità
-coledocite, duodenite (muco in scaglie)
-ulcera, carcinoma duodenale, tumore della papilla (miscela di sangue)
Colore pallido, spostamento del pH inferiore a 7,0, offuscamento uniforme di una porzione della bile "A"
-una miscela di contenuti gastrici acidi (il materiale non può essere studiato)

2 fasi - fase dello sfintere chiuso di Oddi.
Opzioni Norm
Il tempo dall'introduzione di uno stimolo enterico o parenterale alla comparsa di una nuova porzione di bile non supera i 5 minuti (il tempo di assenza di bile)

Possibili patologie
Aumento della cintura fino a 10 minuti
-sfintere dello spasmo di Oddi
-spasmo dello sfintere di Lutkins-Martynov
-colelitiasi
-papillite

3 fasi - fase di una porzione di bile "A1"
Opzione Norm
Dopo l'apertura dello sfintere di Oddi e Lutkins-Martynov, vengono rilasciati 3-5 ml di bile trasparente giallo dorato entro 3-4 minuti

Possibili patologie
L'aumento del numero di porzioni di bile "A1"
-dotto biliare comune allungato o dilatato
La diminuzione del numero di porzioni di bile "A1" (meno di 3 ml)
-spasmo dello sfintere di Oddi (una forte diminuzione del volume del dotto biliare comune)

4 fasi - porzione di bile "B" - bile cistica, bile vescicolare o reflusso cistico.
Opzioni Norm
-arriva immediatamente la fase di digiuno 3
-numero di porzioni di delchi - 30-50 ml
-tempo di allocazione - 20-30 min.
-la velocità di rilascio è inizialmente di 2-3 ml / min, in futuro il volume dei minuti diminuisce
-secrezione biliare uniforme e continua
-Parte “B” piena trasparenza della bile
-bile viscosa
-colore marrone scuro o oliva scuro
-pH - 6,5 - 7,2
-densità relativa - 1,015-1,035 g l
-concentrazione (indice di bilirubina di Meilengracht) - 300-500 unità

Possibili patologie
Discinesia ipermotoria: rapido svuotamento incompleto della cistifellea entro 10-15 minuti.
Discinesia ipomotoria: secrezione biliare lenta e intermittente al di sopra della frequenza di servizio
Riduzione della quantità di bile che serve "B" (10 ml o meno)
-malattia del calcoli biliari (colelitiasi)
-alterazioni atrofiche nella cistifellea
-colecistite
-recholecystitis
-spasmo dello sfintere di Oddi
-spasmo del duodeno
-epatite, cirrosi, epatosi (violazione della coleresi)
Un aumento della quantità di bile che serve "B" (più di 60 ml in combinazione con un alto grado di concentrazione)
-congestione prolungata nella cistifellea allargata e atonica
-ostruzione alla contrazione della cistifellea (aderenze con una capsula del fegato)
-spasmo prolungato dello sfintere di Oddi
-spasmo prolungato del duodeno
-Vater cancro alla papilla
-tumore del pancreas
Mancanza di bile alla cistifellea
-lesioni della colecisti (calcoli nella cistifellea, alterazioni atrofiche, colecistite, atonia della colecisti, prolasso, nodo del collo della colecisti)
-danno al dotto biliare comune (coledocite, coledocolitiasi)
-sfintere dello spasmo di Oddi
-epatite infettiva durante il ristagno intraepatico
Arresto completo della cistifellea (assenza di bile dopo due volte l'introduzione di uno stimolo enterico)
Colore marrone chiaro di una porzione di bile "B" (con una diminuzione della densità relativa e concentrazione della bile)
-cirrosi epatica
-epatite, epatite infettiva
Colore verde o verdastro della porzione biliare "B" (ossidazione della bilirubina gialla in biliverdina verde)
-colecistite
-prolungato ristagno della bile nella cistifellea
Colore bianco della porzione biliare "B"
-colecistite calculosa prolungata, idropisia della colecisti (blocco del dotto cistico con distruzione dei pigmenti biliari e formazione di composti leucoidi incolori)
Colorazione pleocromica scura della porzione biliare "B"
-anemia emolitica (degradazione dell'emoglobina)
-ristagno della bile nella cistifellea

5a fase - bile epatica, una porzione della bile "C".
Opzioni Norm
La bile epatica viene rilasciata dalla sonda tanto quanto la sonda si trova nel duodeno. Pertanto, la ricerca della sonda è limitata a 20 minuti - 2 frazioni di 10 minuti.
-allocato immediatamente dopo l'assegnazione della porzione "B"
-velocità di rilascio - 1 ml / min
-uniformemente, continuamente
-colore bile - giallo chiaro o giallo limone
-duttilità biliare - trascurabile
-piena trasparenza
-pH biliare - 7,5 - 8,5
-la densità relativa della bile - 1.005-1.010 g l
-concentrazione (indice di bilirubina di Meilengracht) - 60-70 unità.

Possibili patologie
Lento (8-10 gocce al minuto), allocazione intermittente della porzione biliare "C", il colore è pallido, la concentrazione è nettamente ridotta
-epatite infettiva, cirrosi
-epatosi del fegato
Colore scuro della porzione biliare del fegato "C"
-anemia emolitica
-contrazione ritardata della cistifellea (che serve "Sole")
Allocazione intermittente di una porzione della bile "C"
-ipertonicità dello sfintere di Oddi
La mancanza di porzioni di bile "C"
-ostruzione del dotto biliare comune (pietra, neoplasia)
-spasmo dello sfintere di Oddi

Inclusioni patologiche
Epitelio basso prismatico con globuli bianchi
Si trova in scaglie di muco della bile epatica (una porzione di bile "C")
Rilevato con colangite, colangioepatite
Globuli bianchi con epitelio fiammifero
Porzioni di bile "A", "B", "C" si trovano nei fiocchi di muco.
Rilevato con coledocite
Rilevato con colangite e colecistite settica
Globuli bianchi sullo sfondo di un epitelio cuticolare cilindrico
Si trovano nel muco delle frazioni di una porzione "A", "B", "C"
Rilevato con duodenite
Leukocytoid
Trovato in porzioni di bile "A" e o "C"
Sono una variante della norma nelle persone con maggiore irritabilità neuroumorale in giovane età

Bile sedimentaria
Microlites
-trovato più spesso in una porzione di bile "BC", a volte in una porzione di bile "A"
-indicare la patologia del tratto biliare
Cristalli di colesterolo
-a volte trovato normale nelle persone sane, nelle donne 3-4 giorni prima dell'inizio del ciclo mestruale
-a volte il colesterolo precipita durante la conservazione prolungata della bile
-con patologia, le porzioni “A” si trovano nella bile, indicano un alto rischio di formazione di calcoli biliari o della loro presenza
Bilirubinato di calcio
-trovato in porzioni di bile "A" nelle persone anziane con malattia epatica
-ristagno incompleto della bile con infezione (batteriocholia)
Cristalli di acido biliare
-spesso coprono l'intero campo visivo
-in grandi quantità si trova nella porzione biliare "A" con impurità di succo gastrico acido (non ha valore diagnostico)
Sali biliari
-il rilevamento di sali biliari in una porzione incontaminata della bile “A” a pH 7,0–7,5 e una densità relativa di 1,010 g / l di un precipitato abbondante indicano discriminazione
Cristalli di acidi grassi
-il rilevamento di cristalli di acidi grassi solo in una porzione della bile "B" insieme a una diminuzione del pH della bile della cistifellea indica un processo infiammatorio
Altre impurità
La microscopia delle frazioni biliari fresche rivela:
-trofozoidi mobili di lamblia
-Larve di Strongyloides stercoralis
-uova di fegato di fegato

La categoria "Ricerca biliare" presentata della sezione "Norme sui metodi di ricerca strumentale e di laboratorio" esamina due metodi principali di ricerca biliare: il sondaggio duodenale frazionario e i metodi di microscopia della bile e delle formazioni biliari sedimentarie. La categoria riflette le norme del suono duodenale frazionario e presenta possibili patologie quando si modificano le caratteristiche delle porzioni della bile, inclusioni patologiche della bile con suono duodenale frazionario in varie porzioni / frazioni, esame microscopico della bile con una caratteristica del sedimento biliare. speriamo che la nostra categoria "Ricerca sulla bile" ti sia utile!

Conduzione di test di laboratorio e studi hardware per la colecistite

La colecistite è un'infiammazione delle pareti della cistifellea. I sintomi sono simili a una serie di altre patologie del tratto gastrointestinale (GIT). Diagnosticare correttamente i risultati di test di laboratorio, ultrasuoni, tomografia computerizzata.

I test per la colecistite rivelano deviazioni degli indicatori dalla norma, segnalano l'inizio dell'infiammazione, aiutano a valutare le condizioni del fegato, i dotti biliari.

Diagnostica

La colecistite è una patologia della colecisti in combinazione con disturbi funzionali del sistema biliare. La malattia si verifica a causa di errori nell'alimentazione, lesioni infettive dell'intestino e del fegato, infestazione da parassiti. La colecistite può essere ereditaria, essere una manifestazione di shock.

Il compito delle misure diagnostiche è identificare la causa dell'aspetto e dello sviluppo della patologia.

Esistono 2 forme di flusso:

  • Acuto. È caratterizzato da un forte dolore a destra sotto le costole, nausea, vomito, disagio nell'intestino, giallo della pelle e sclera degli occhi, febbre da 38 ° C. Causa: il deflusso biliare è compromesso.
  • cronico Lo sviluppo è graduale. È caratterizzato da dolore doloroso, debolezza, perdita di peso, nausea ripetuta. Spesso, sullo sfondo di un'infiammazione prolungata, si formano calcoli nella vescica.

La malattia non si manifesta per molto tempo o viene scambiata per altre patologie gastrointestinali. Può essere rilevato da una diagnostica complessa, che include una serie di procedure standard:

  • test per colecistite: rappresentano un campionamento di biomateriale (sangue, urina, feci);
  • diagnostica ecografica, tomografia computerizzata;
  • suono duodenale per prelievo biliare;
  • esame epatico (ASD).

Il gastroenterologo registra i reclami del paziente, lo esamina e studia la storia medica. Sulla base delle informazioni ricevute, effettua una diagnosi preliminare, che richiede conferma mediante analisi e diagnostica aggiuntiva.

Il trattamento della colecistite è lungo, rigorosamente sotto la supervisione di un medico, spesso in ambito ospedaliero. Ogni anno svolgono l'intero complesso di procedure diagnostiche. Ciò ti consentirà di monitorare lo sviluppo della malattia o di assistere al recupero.

Esame del sangue

Quando le condizioni del paziente cambiano dal punto di vista del deterioramento, della paura dell'infiammazione nel corpo, viene eseguito un prelievo di sangue per studiare e determinare le deviazioni nella sua composizione.

Il medico prescrive 2 tipi di esame:

  • Clinico (KLA). Determina il numero di cellule del sangue. Viene prelevato sangue capillare.
  • biochimica Studia una vasta gamma di enzimi, sostanze. Oggetto dello studio - sangue venoso.

Gli esami del sangue per la colecistite vengono eseguiti dopo un digiuno di 12 ore. Per ottenere informazioni accurate, vengono eseguite a intervalli regolari.

Un emocromo completo è necessario per determinare il numero di globuli bianchi, neutrofili, VES. Durante il periodo di esacerbazione della malattia, saranno elevati, il che indica un processo infiammatorio. Un basso livello di emoglobina indicherà l'anemia. In un decorso cronico, i parametri delle cellule del sangue saranno normali o inferiori. La conta dei globuli bianchi ridotta (leucopenia) indica un'infiammazione prolungata nella colecistite..

Studio biochimico della composizione del sangue

Gli indicatori di un esame del sangue biochimico per la colecistite informano sul livello di bilirubina, colestasi. Un aumento degli indicatori del sangue della normale fosfatasi alcalina, le globuline determina la colecistite e il ristagno della bile nella vescica. L'aumento della bilirubina indiretta suggerisce calcoli nella cistifellea, contrazione vascolare, alterazioni distruttive degli organi, colestasi extraepatica.

L'affidabilità dei risultati dipende dalla corretta preparazione. È necessario:

  • rinunciare ad alcol, cibi grassi e piccanti per 5 giorni;
  • interrompere l'assunzione di medicinali per 3 giorni (come concordato con il medico);
  • ridurre l'attività fisica;
  • l'ultimo pasto, le bevande prima del prelievo di sangue dovrebbero essere 12 ore prima dello studio;
  • ecografia, radiografia prima dell'analisi è vietata.

La mancata osservanza distorcerà i risultati, il che contribuirà a una falsa diagnosi..

Analisi della bile

Uno studio di laboratorio rivela deviazioni dai valori standard nella sua struttura. Norme di composizione e secrezione:

  • basale - giallo chiaro trasparente, densità 1007-1015, leggermente alcalino;
  • cistico - colore verde scuro trasparente, densità 1016-1035, pH 6,5-7,5;
  • epatico - giallo chiaro trasparente, densità 1007-1011, pH 7,5-8,2.

La ricerca frazionata consentirà di giudicare le violazioni del funzionamento del sistema biliare. Parti della bile raccolte durante l'esame della sonda vengono inviate alla biochimica e, se necessario, all'istologia e alla microscopia. I campioni sono studiati per la sensibilità agli antibiotici, alla microflora.

Se gli indicatori di analisi si discostano dalla norma, è possibile diagnosticare:

  • Processo infiammatorio. È caratterizzato da una diminuzione della trasparenza della bile, un aumento dei globuli bianchi, la presenza di cellule cilindriche.
  • Pietre nei dotti, ristagno della bile. Identificato con colesterolo alto, presenza di cristalli di calcio.

L'esame della bile può rivelare la presenza di elminti nel duodeno 12, tratto biliare.

Test del fegato

Il sangue per gli esami del fegato mostra il tipo di processo infiammatorio (acuto, cronico), rivela o conferma il danno d'organo.

Tipi di campioni, loro norme (mmol ora / l):

L'aumento del contenuto di ALT, AST indica un'infiammazione dell'eziologia virale, tossica e farmacologica. Un aumento della GGT può essere rilevato quando lo stato della cistifellea, i suoi tessuti e il coledochus non consentono loro di funzionare completamente. L'eccessiva fosfatasi alcalina implica un deflusso anormale della bile, cambiamenti nei tessuti degli organi.

L'iperbilirubinemia è un segno di ristagno della bile. Il motivo è la presenza di calcoli nella cistifellea. Un'aumentata concentrazione di bilirubina nel sangue del paziente può indicare cambiamenti patologici nel fegato (cirrosi, epatite, cancro).

Analisi di urina e feci

Il modo in cui la cistifellea svolge la sua funzione può essere stimato dai risultati del controllo delle urine e delle feci del paziente.

L'indicatore principale è la quantità di bilirubina nel biomateriale. Il basso contenuto di sostanza nelle feci porta al suo accumulo nella pelle. La tonalità gialla del derma è la prova diretta del funzionamento anomalo del fegato e della cistifellea.

Con la colecistite, potrebbe esserci uno scolorimento delle feci. Il coprogramma mostra molti prodotti azotati, grassi, che danno una tinta biancastra. Il motivo è la mancanza di bile nell'intestino a causa dell'ostruzione dei dotti biliari comuni (colelitiasi).

L'analisi delle feci fornisce informazioni sulle lesioni parassitarie del fegato, dei dotti biliari.

Quali dovrebbero essere i test delle urine per la colecistite:

  • il colore è marrone scuro;
  • acidità non superiore a 7 pH;
  • bilirubina 17-34 mmol / l;
  • superata la norma proteica;
  • i fosfati sono presenti;
  • la presenza di muco, batteri.

La conta delle urine riflette l'infiammazione nella cistifellea, il blocco dei canali del deflusso della bile.

  • escludere alimenti che cambiano colore dalla dieta;
  • per 2-3 giorni, interrompere l'assunzione di vitamine, farmaci diuretici;
  • raccogliere l'urina al mattino, è la parte centrale.

Il contenitore del test deve essere sterile. Non conservare materiale.

Ecografia e tomografia computerizzata

Per integrare l'anamnesi, viene eseguita un'ecografia della cistifellea. L'ecografia rivela un cambiamento nelle dimensioni e nella forma dell'organo, l'irregolarità delle pareti, la presenza di sigilli e pietre all'interno. Ti permette di vedere l'accumulo irregolare della bile, determinarne la densità.

Preparazione dello screening:

  • digiuno 12 ore prima della procedura;
  • escludere bevande (tè, caffè), fumo, gomma da masticare per 2-3 giorni prima di un'ecografia, una TAC.

L'esame si svolge in due posizioni: sul retro, sul lato sinistro.

La forma di colecistite è determinata dalla tomografia computerizzata, con l'aiuto del quale è possibile identificare la fase acuta o cronica. Informa inoltre su neoplasie, infiammazione dei dotti (colangite), discinesia, polipi e pietre nella cavità della bolla, i suoi canali. Il metodo di radiazione fornisce maggiori informazioni sulla patologia dell'organo rispetto agli ultrasuoni.

Non è richiesta una formazione speciale. Con il metodo contrastante, c'è un limite nell'ultimo pasto (per 4-5 ore). Durante la procedura, il paziente deve rimuovere tutti i gioielli in modo da non distorcere il risultato. Posizione - sdraiato sulla schiena.

Per la diagnosi della cistifellea, un esame strumentale completo è più informativo. La sua caratteristica distintiva è la non invasività.

Esame della cistifellea con una sonda speciale

Esaminando la cistifellea dal suono gastroduodenale, diagnosticare i cambiamenti nel lavoro dell'organo. La fase preparatoria consiste nel digiuno quotidiano, assunzione di farmaci coleretici.

Il suono si svolge in più fasi:

  • Il materiale viene prelevato dal duodeno 12. Il servizio A è di circa 10-20 minuti.
  • Utilizzando una soluzione speciale che scorre attraverso la sonda, viene stimolata la compressione dello sfintere di Oddi (3-5 min).
  • La bile viene raccolta da coledici extraepatici. La raccolta dura circa 3 minuti.
  • "B" viene prelevato dalla cistifellea per 20-30 minuti.
  • La "C" viene prelevata dal fegato. La fase finale dura 30 minuti.

Il biomateriale risultante viene controllato in 2 direzioni:

  • Microscopia: per la rilevazione di muco, acidi, globuli bianchi, microliti e una serie di altre sostanze. La loro presenza nella parte "B" indica un'infiammazione d'organo.
  • Biochimica: determina i livelli di bilirubina, lisozima, proteine, fosfatasi alcalina, immunoglobuline A e B. Le deviazioni dalle norme sono confermate dalla diagnosi di colecistite.

Una procedura di rilevamento ripetuta viene eseguita dopo 3 giorni. Viene eseguito per analizzare i dotti biliari per la presenza di parassiti, nonché per valutare la contrattilità dei percorsi che rimuovono la bile.

Quali test vengono eseguiti con la colecistite, solo un medico decide. Una serie di studi usati in medicina aiuta a dare una conclusione accurata. I metodi strumentali sono eseguiti da diverse apparecchiature, ma un obiettivo è determinare la patologia della cistifellea e del dotto biliare.

La diagnostica di laboratorio informa sui processi infiammatori negli organi, sulla presenza di batteri patogeni e parassiti. Include un esame del sangue generale e biochimico, esami del fegato, analisi delle urine, feci. Dopo un esame approfondito, il gastroenterologo troverà la vera causa del disturbo con l'aiuto di analisi e studi condotti da ultrasuoni (ultrasuoni) e tomografia a radiazioni (CT).

La colecistite provoca disagio, dolore, peggioramento delle condizioni generali. Spesso mascherato da altre malattie dell'apparato digerente.

Suono duodenale: tipi, preparazione, algoritmo e tecnica dello studio. Decifrare i risultati dell'analisi della bile e identificare le malattie della cistifellea e del fegato. Dove fare, recensioni, prezzo della procedura.

Il sito fornisce informazioni di riferimento a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È richiesta la consultazione di uno specialista!

Il suono duodenale è un metodo di esame strumentale utilizzato per diagnosticare le malattie e valutare lo stato del sistema biliare, basato sull'analisi di porzioni selezionate di bile dal duodeno, dove entra dal tratto biliare. La bile selezionata viene sottoposta ad analisi citologiche, biochimiche, batteriologiche, sulla base delle quali è possibile identificare disturbi della formazione biliare, secrezione biliare e motilità del sistema biliare (ad esempio, il tipo di discinesia della colecisti, colestasi, ecc.). Inoltre, il suono duodenale viene utilizzato non solo a fini diagnostici, ma anche per l'aspirazione della bile con congestione nel sistema biliare.

Panoramica del suono duodenale

Nomi dei metodi del suono duodenale

Oggi ci sono due principali varietà del suono duodenale: questa è la classica trifase e frazionaria. Per designare una versione classica trifase, di solito non vengono utilizzati altri nomi..

Ma il metodo del suono duodenale frazionario attualmente nella letteratura scientifica e nella documentazione medica ufficiale può essere pienamente definito "suono duodenale frazionario", "suono duodenale porzionato", "suono duodenale graduale", "suono duodenale multi-stadio". Tutti questi nomi sono usati per indicare lo stesso metodo di esame: il suono duodenale frazionario..

Dovresti essere consapevole che non ci sono differenze fondamentali tra i due tipi di suono duodenale (frazionario e trifase), dal momento che vengono eseguiti allo stesso modo dal punto di vista del paziente. Proprio nel suono frazionario, il palcoscenico, che era lo stesso del suono classico a tre fasi, era diviso in tre fasi, risultando non in un metodo a tre fasi, ma a cinque.

Suono duodenale della cistifellea e suono duodenale della bile

I nomi "suono duodenale della cistifellea" e "suono duodenale della bile" sono nomi errati per il suono duodenale convenzionale. In questi nomi errati, è stato introdotto un chiarimento che il rilevamento riguarda la cistifellea o la bile, che è errato, poiché durante la procedura vengono prelevate tre porzioni di bile dal duodeno - dal dotto biliare comune, dalla cistifellea e dai dotti epatici. Dopo il campionamento, tutte e tre le porzioni di bile vengono inviate per l'analisi. Di conseguenza, il suono duodenale comporta il campionamento di varie porzioni di bile, anche dalla cistifellea, quindi i chiarimenti sopra indicati non sono completamente necessari.

Pertanto, è ovvio che i termini "suono duodenale della cistifellea" e "suono duodenale della bile" devono significare un suono duodenale convenzionale.

Qual è il suono duodenale?

Il suono duodenale è l'estrazione della bile dal duodeno usando una sonda speciale contenuta in questo organo. E nel duodeno, a sua volta, la bile proviene dal dotto biliare, dalla cistifellea e dai dotti intraepatici. Pertanto, attraverso il duodeno, i medici riescono a estrarre la bile da tre organi del sistema biliare: il dotto biliare, la cistifellea e il fegato. Successivamente, la bile selezionata viene analizzata in laboratorio: viene determinata la sua composizione, la presenza di parassiti, il volume, ecc. Sulla base dei dati di uno studio di laboratorio ottenuto durante il sondaggio della bile, il medico può valutare le condizioni e l'attività del tratto biliare, nonché identificare vari disturbi della formazione della bile, della secrezione biliare e della motilità degli organi "biliari".

Cosa mostra e perché il suono duodenale?

Lo studio della bile ottenuto dal sondaggio consente di ottenere informazioni estremamente accurate per le malattie della cistifellea e dei dotti biliari, nonché di giudicare la natura dei dotti biliari del fegato, la presenza del processo infiammatorio e i microbi nei dotti biliari. Il sondaggio, inoltre, ti consente di valutare la concentrazione e la funzione contrattile della cistifellea, cioè di capire quanto bene l'organo ispessisce la bile epatica, la mescola e la getta nel duodeno quando il grumo di cibo vi penetra..

Inoltre, il suono duodenale consente di valutare le condizioni degli sfinteri di Lutkens e Oddi, che sono una specie di polpa che blocca l'uscita dalla cistifellea e l'uscita dal dotto biliare comune nel duodeno. Quindi, lo sfintere di Lutkens si trova nel collo della cistifellea e chiude l'uscita della bile da essa nel dotto biliare. Grazie allo sfintere di Lutkens, la cistifellea rimane una "sacca" chiusa in cui si accumula, si concentra e si mescola bene la bile proveniente dal fegato. Normalmente, quando un nodulo di cibo entra nel duodeno, questo, attraverso vari meccanismi di feedback, porta all'apertura dello sfintere di Lutkens e alla contrazione della cistifellea, a causa della quale la bile entra nel dotto biliare.

Lo sfintere di Oddi si trova alla confluenza del dotto biliare nel duodeno e, a sua volta, chiude il dotto biliare. Normalmente, lo sfintere di Oddi si apre quando la bile dalla vescica appare nel dotto biliare, la passa nel duodeno e si richiude.

Il lavoro buono, corretto e coordinato degli sfinteri di Oddi e Lutkens è estremamente importante per il normale funzionamento del sistema biliare e la digestione. Con il loro stress eccessivo o, al contrario, il rilassamento, così come le incoerenze, compaiono vari disturbi della secrezione biliare. Ad esempio, con un'eccessiva contrattilità degli sfinteri, non si aprono in modo tempestivo, il che porta a un ristagno della bile e una compromissione della digestione a causa della sua mancanza nell'intestino. E quando gli sfinteri sono rilassati, la bile fluisce liberamente dalla vescica nell'intestino, irritando, provocando reflussi e fenomeni infiammatori.

Alla luce di quanto sopra, è ovvio che il suono duodenale è indicato per l'uso in presenza di malattie del fegato, della cistifellea o del tratto biliare nell'uomo. In altre parole, il suono viene eseguito quando è necessario valutare lo stato del sistema biliare.

Tipi di suono duodenale

Al momento, a seconda delle caratteristiche della divisione del suono duodenale in fase (fasi, fasi), ci sono tre varietà principali di questo studio:

  • Suono duodenale classico trifase;
  • Suono duodenale frazionario;
  • Suono duodenale graduale cromatico.

Considera una breve descrizione di ciascun tipo di suono duodenale. Le caratteristiche di conduzione e decodifica dei risultati di ciascun tipo di suono forniremo separatamente nelle sezioni pertinenti.

Rilevamento trifase classico

Il metodo ha preso il nome dal fatto che il suono duodenale è diviso in tre fasi, in ciascuna delle quali sono selezionate porzioni di bile, indicate dalle lettere A, B e C (Figura 1). In questo caso, la porzione A corrisponde alla bile, che viene rilasciata nei momenti iniziali del suono dai grandi dotti biliari che collegano la cistifellea al duodeno. La porzione B corrisponde alla bile secreta dalla cistifellea nel secondo stadio della sonda, che inizia con la somministrazione del farmaco coleretico (di solito magnesia al 33%) e continua fino a quando la bile fuoriesce dalla vescica. Infine, la porzione C corrisponde alla bile che scorre dai dotti biliari intraepatici nel terzo stadio della sonda.

Ogni porzione di bile viene raccolta in un contenitore separato e firmata con le lettere A, B e C. Successivamente, vengono studiate in laboratorio le proprietà fisico-chimiche della bile (colore, trasparenza, densità, pH, quantità), la concentrazione di lecitina, acidi biliari, colesterolo, proteine, alfa nel sedimento viene rilevata l'amilasi, la tripsina e la presenza o l'assenza di leucociti, epitelio, muco, cristalli di bilirubina e colesterolo. Separatamente, nella porzione B, viene determinata la presenza o l'assenza di parassiti. Inoltre, la durata di ciascuna delle tre fasi in minuti è fissa e la quantità di bile rilasciata durante questo.

Il classico suono a tre fasi consente di valutare le condizioni, l'attività funzionale del tratto biliare, identificare i processi patologici in essi e chiarire la diagnosi. Pertanto, tale sondaggio è indicato per l'uso nelle malattie del fegato, della cistifellea e del tratto biliare.

Figura 1 - Tre porzioni di bile A, B e C raccolte durante il classico suono trifase.

Suono duodenale frazionario

Il suono duodenale frazionario è una modifica del suono trifase convenzionale. La modifica consiste nel fatto che il primo stadio, in cui viene secreta una parte della bile A, è diviso in tre fasi, la cui durata viene registrata separatamente nel tempo. Pertanto, il suono duodenale frazionario è costituito da cinque stadi, i primi tre dei quali corrispondono alla prima fase del suono trifase, e il secondo e il terzo stadio coincidono completamente con quelli del suono trifase (Figura 2).

Di conseguenza, nel corso del sondaggio duodenale frazionario, si ottengono anche tre porzioni di bile, indicate dalle lettere A, B e C. Queste porzioni sono ottenute dalle stesse parti del sistema escretore biliare come nel caso del sondaggio trifase. E vengono anche analizzati in laboratorio, determinando le proprietà fisico-chimiche, il contenuto biochimico delle sostanze e eseguendo la microscopia dei sedimenti.

L'unica differenza tra il suono duodenale frazionario e il suono classico trifase è che lo stadio di raccolta della bile della porzione A è diviso in tre stadi separati, la cui durata temporale è anche fissata separatamente.

Lo scopo e le indicazioni per l'uso del suono duodenale frazionario sono esattamente gli stessi del classico trifase. Cioè, il metodo viene utilizzato per valutare lo stato del sistema biliare e biliare nelle malattie del fegato, della cistifellea e del tratto biliare.

Figura 2 - Stadi del suono duodenale frazionario.

Suono duodenale graduale cromatico

È una modifica del suono duodenale frazionario con l'uso preliminare di un colorante speciale. Cioè, 14 ore prima dell'inizio della procedura di sondaggio duodenale frazionario, al paziente viene somministrato blu di metilene ad una dose di 0,15 g, che è il colorante. Successivamente, viene eseguito un metodo standard del suono duodenale frazionario..

La tintura entra nella circolazione sistemica, entra nel fegato da essa e inizia a distinguersi da essa con la bile secreta, macchiando quest'ultima con sfumature di blu e viola. Il tasso di escrezione e la quantità di blu di metilene trovato nella bile delle porzioni A, B e C consentono di valutare la concentrazione e le funzioni contrattili della cistifellea, cioè determinare se la bile si concentra e mescola la bile nella sua interezza e quanto attivamente si spinge nel dotto biliare.

Invece del blu di metilene, la bromosulfoftalina, che viene somministrata per via endovenosa durante il suono duodenale frazionario, può essere usata come colorante. Allo stesso tempo, viene rilevato il tempo dopo il quale il colorante appare nella bile. Normalmente, il colorante appare entro 25 minuti dalla sua introduzione. Se si trova nella bile dopo più di 25 minuti dopo la somministrazione endovenosa, ciò indica alterata pervietà del tratto biliare.

Tre porzioni di bile A, B e C ottenute durante il sondaggio sono sottoposte ad analisi di laboratorio di routine con proprietà fisiche, microscopia dei sedimenti e determinazione biochimica delle concentrazioni di varie sostanze..

Oltre all'analisi di laboratorio delle porzioni di bile, durante una stadiazione cromatica, viene necessariamente costruito un programma di escrezione biliare, sul quale viene tracciato il tempo di ciascuna delle cinque fasi lungo l'asse X (ascissa) e il volume rilasciato in ciascuna fase biliare viene tracciato lungo l'asse Y (ordinata). Inoltre, secondo una semplice formula, il tasso di secrezione biliare viene calcolato in ciascuna delle cinque fasi sulla base della conoscenza della sua durata e del volume della bile prodotta. L'immagine grafica in combinazione con il tasso calcolato di secrezione biliare consente di valutare in dettaglio il lavoro degli sfinteri dell'intero tratto biliare.

Dopotutto, la velocità di movimento della bile nella prima fase del suono duodenale frazionario dipende dallo stato e dal lavoro coordinato degli sfinteri di Oddi e Mirizzi. Nel quarto stadio, il tasso di secrezione biliare dipende dalla contrattilità della cistifellea e dallo stato dello sfintere di Lutkens. Al quinto stadio, il tasso di secrezione biliare dipende dalla pressione secretoria del fegato. Pertanto, conoscendo il tasso di escrezione biliare, misurato durante la stadiazione cromatica, è possibile valutare il lavoro degli sfinteri, l'attività contrattile della cistifellea e la pressione secretoria del fegato. Alla fine, questo ti permette di scoprire la pervietà del tratto biliare con la specifica di esattamente a quale livello c'è un ostacolo e a cosa è dovuto.

Ad esempio, se il tasso di secrezione biliare è inferiore al normale nella prima fase, ciò indica una discrepanza nel lavoro degli sfinteri di Oddi e Mirizzi o il sovraccarico di questi sfinteri, ecc. Se il tasso di secrezione biliare è inferiore al normale nel quarto stadio, ciò indica un'attività contrattile insufficiente della cistifellea, cioè discinesia.

Suono duodenale sui parassiti

In connessione con la "popolarità" dello studio della bile per la presenza di vari parassiti, dovrebbe essere indicato separatamente come viene fatto. Prima di tutto, dovresti sapere che questo non è un metodo di rilevamento speciale separato, ma uno studio completamente standard, durante il quale viene controllata la bile aggiuntiva per i parassiti.

Quindi, il suono duodenale sui parassiti può essere eseguito con il classico metodo trifase o con il frazionario. Successivamente, per verificare la presenza di parassiti, viene presa una parte della bile cistica B, che viene consegnata al laboratorio in una forma calda, dove il medico esegue i test necessari per identificare i microrganismi patogeni. Va ricordato che per la diagnosi qualitativa dei parassiti, la bile della porzione B deve essere sempre consegnata al laboratorio calda. Cioè, deve essere portato in laboratorio immediatamente dopo la ricezione, o non deve essere lasciato raffreddare fino al termine della procedura di sondaggio duodenale.

Cosa ottieni con il suono duodenale??

Quando il suono duodenale di qualsiasi modifica (trifase, frazionaria, messa in scena cromatica) riceve porzioni del contenuto del duodeno, che include i seguenti succhi:

  • Bile, che viene secreta nel duodeno attraverso il dotto biliare comune (dotto biliare comune);
  • Il segreto del pancreas, che viene secreto nel duodeno attraverso il dotto di Wirsung;
  • Succo intestinale prodotto dalla mucosa del duodeno;
  • Contenuti gastrici che entrano nel duodeno attraverso il piloro.

Tutti i succhi di cui sopra sono in porzioni di fluido prelevate durante il suono duodenale. La maggior parte di ogni porzione è costituita da bile, e quindi si ritiene semplicisticamente che durante il suono duodenale, tre diverse porzioni di bile siano secrete da vari organi del tratto biliare. La prima porzione di bile viene secreta dal dotto biliare comune, la seconda porzione proviene dalla cistifellea e la terza dal fegato.

Successivamente, ogni porzione di bile viene sottoposta ad analisi di laboratorio per determinare i parametri biochimici, le proprietà fisiche e la presenza di sedimenti organizzati..

Qual è una parte del suono duodenale?

Il suono duodenale di qualsiasi modifica (classica trifase, frazionaria, messa in scena cromatica) è diviso in fasi o fasi. Durante queste fasi, si ottengono porzioni di bile, che fluisce dalla sonda nel contenitore preparato. Di conseguenza, una parte del suono duodenale è il volume della bile ottenuto durante una fase dello studio.

Come suona il duodenale?

Di seguito considereremo le regole per la preparazione e la conduzione di varie modifiche del suono duodenale. Inoltre, prima di tutto, indichiamo le condizioni e le malattie in cui la condotta di questo studio è controindicata.

Controindicazioni al suono duodenale

Preparazione al suono duodenale. Dieta e prima del suono duodenale

La preparazione per la procedura di sondaggio duodenale di qualsiasi modifica (stadiazione classica trifase, frazionaria o cromatica) inizia pochi giorni prima.

In primo luogo, durante la settimana prima del suono duodenale imminente, è impossibile creare tubi ciechi del sistema biliare.

In secondo luogo, almeno 2 o 3 giorni prima della data stabilita per il sondaggio duodenale, tutti i farmaci e le erbe che influenzano lo stato del sistema biliare vengono cancellati. È necessario annullare l'assunzione dei seguenti medicinali ed erbe:

  • Colagoga (Allohol, Holosas, Cholenzym, Holagol, Liv-52, Flamin, Cycalvalon, ecc.).
  • Farmaci antispasmodici (Papaverina, No-shpa, Bishpan, Tifen, Duspatalin, Belloid, Bellalgin, ecc.).
  • Lassativi ad azione coleretica (sale di Karlovy Vary, sale di Barbara, solfato di magnesio, xilitolo, sorbitolo, ecc.).
  • Aiuti digestivi (Pancreatina, Mezim, Festal, Abomin, Panzinorm, Penzital, Creon, ecc.).
  • Mezzi che aumentano la secrezione dello stomaco (succo gastrico naturale, Acedin-pepsin, Pepsidil, Plantaglucid, ecc.).
  • Erbe ad azione coleretica (radici, corteccia, frutti di crespino, fiori di immortelle, fiordaliso, tanaceto, colonne di mais, frutti di sorbo, rosa canina, ginepro, foglie di tre foglie, mirtilli rossi, erba di centauro, assenzio amaro, radice di bardana, cicoria, semi di cumino coni di luppolo, gemme di betulla, succo di mirtillo rosso).
  • Erbe ad azione antispasmodica (erba di malva, rizomi, foglie di farfaraccio, finocchio, cumino, coriandolo, frutti di anice, fiori e frutti di immortelle, foglie di menta piperita, radici di crespino e angelica).
  • Erbe che riducono l'attività secretoria dello stomaco (succo di tuberi di patata, foglie di piantaggine, menta piperita, radice di ghiaia, fiori di tiglio, frutti di finocchio, erba con tappo).
  • Erbe che potenziano l'attività secretoria dello stomaco (rizoma di rafano, erba di assenzio, centaury, acido acido, radice di genziana, dente di leone, angelica, cicoria, foglie di turno, fiordaliso, fiori di immortelle, semi di cumino, senape, frutti di coriandolo, coni di luppolo).

In terzo luogo, per un minimo di 2-3 giorni prima del suono duodenale, dovrebbe essere seguita una dieta, che è di limitare il consumo di alimenti che stimolano fortemente la formazione della bile e l'escrezione biliare. Quindi, dovresti limitare l'uso di grassi e fritti, oli vegetali (girasole, olive, ecc.) Come condimenti per insalate, brodi di carne e pesce forti, uova e piatti di uova, legumi (piselli, fagioli, lenticchie, ecc.), panna acida, panna, spezie, caffè, tè forte, dolci, bevande gassate, bevande alcoliche, verdure fresche, frutta e bacche. Si consiglia di fare una dieta prima del suono duodenale da zuppe su brodi deboli, cereali sull'acqua, ricotta a basso contenuto di grassi, carne bollita e pesce di varietà a basso contenuto di grassi, cotolette al vapore o soufflé, verdure bollite, frutta al vapore, pane bianco secco.

Il giorno prima del suono duodenale, dovresti cenare alle 18.00, prendere 2 compresse No-shpa. Se non è possibile cenare prima delle 18.00, ciò dovrebbe avvenire fino ad un massimo di 20.00 ore. Dopo cena, puoi bere tè senza zucchero, acqua normale con l'aggiunta di una piccola quantità di miele.

La mattina del giorno del suono duodenale, non dovresti mangiare, bere (anche il tè non zuccherato), fumare o masticare una gomma! Dovresti solo lavarti i denti al mattino, sciacquarti la bocca con acqua e aspettare che inizi il suono, senza cercare di fare colazione o bere il tè.

Cosa è necessario per il suono duodenale?

Elenco degli elementi richiesti per il suono

Per la produzione del suono duodenale, l'infermiera prepara in anticipo i seguenti articoli:

  • Sonda sterile con oliva all'estremità;
  • Siringa sterile con una capacità di 20 ml;
  • Rulli morbidi;
  • Pad riscaldante caldo;
  • Asciugamano;
  • Vassoio;
  • 50 ml di una soluzione di magnesia riscaldata al 25% o al 33% (o un altro agente coleretico, ad esempio 40 ml di olio d'oliva caldo, 30-40 ml di una soluzione al 10% di cloruro di sodio, 30-50 ml di una soluzione di glucosio al 10% );
  • Un rack con provette o altri contenitori per la raccolta di porzioni di bile;
  • Set di biancheria;
  • Un bicchiere di acqua bollita o una soluzione leggermente rosa di permanganato di potassio, o una soluzione leggermente salata, o una soluzione al 2% di soda;
  • Aerosol per alleviare il dolore;
  • toppa.

La sonda viene inserita nel duodeno ed è attraverso di essa che viene prelevata la bile. Un aerosol per analgesia viene utilizzato prima dell'introduzione della sonda per eliminare il dolore, il vomito e quindi facilitare la penetrazione del tubo nella gola. Una siringa è necessaria per l'introduzione di farmaci coleretici. Un asciugamano copre il collo e il torace del paziente in modo che non si sporchi, un set di biancheria pulita viene posato sul divano. Cuscini morbidi sono posizionati sotto il bacino e un cuscinetto riscaldante sotto il lato destro per facilitare l'uscita della bile. Il vassoio viene utilizzato per raccogliere saliva e vomito. Il colagogo è necessario per stimolare la contrazione della colecisti e la raccolta della porzione di bile nella colecisti. La bile in evoluzione viene raccolta in provette. Il cerotto viene utilizzato per fissare l'estremità libera della sonda alla guancia del paziente in modo che non fuoriesca accidentalmente dal duodeno. È necessaria acqua bollita o una soluzione di permanganato di potassio per risciacquare la cavità orale dopo il completamento del sondaggio.

Sonda duodenale

Per eseguire qualsiasi modifica del suono duodenale (stadiazione classica trifase, frazionaria o cromatica), viene utilizzata una sonda speciale, che è un tubo di gomma lungo 1,5 m con i segni applicati su di esso e una punta di metallo (oliva). Le etichette sono necessarie per determinare la profondità di penetrazione della sonda nel tratto digestivo e l'oliva è progettata per raccogliere il contenuto del duodeno. L'oliva stessa è dotata di numerosi fori attraverso i quali scorre la bile. Tale sonda viene inserita nel tratto digestivo prima che entri nel duodeno, in cui rimane fino alla fine della procedura della sonda duodenale.

Esecuzione del suono duodenale nella classica tecnica trifase

Il paziente si reca nella sala di trattamento, dove l'infermiera esegue la procedura del suono duodenale..

Prima di iniziare la manipolazione, un asciugamano viene posizionato sul torace e sul collo del paziente in modo che non si sporchi, e gli viene chiesto di rimuovere l'eventuale protesi. Nelle mani del paziente viene dato un vassoio per la raccolta di saliva e vomito.

Successivamente, il paziente è seduto su una sedia e gli viene chiesto di inclinare leggermente la testa in avanti. L'estremità della sonda sterile viene inumidita con acqua e al paziente viene chiesto di aprire la bocca, dopo di che viene applicato un aerosol o un gel anestetico sulla mucosa della faringe. Quindi, la sonda metallo oliva viene posizionata sulla radice della lingua e il riflesso del vomito viene controllato toccando la lingua palatina e la parete faringea posteriore.

Successivamente, viene chiesto al paziente di deglutire e a questo punto la sonda viene fatta avanzare nell'esofago. Dopo il primo avanzamento della sonda, al paziente viene chiesto di respirare profondamente con il naso per, in primo luogo, arrestare il riflesso del vomito e, in secondo luogo, assicurarsi che la sonda sia entrata nell'esofago. Se dopo il primo avanzamento della sonda una persona inizia a tossire, allora dovrebbe essere estratta, poiché il tubo è entrato nel tratto respiratorio.

Quindi, ad ogni movimento di deglutizione, la sonda viene fatta avanzare lentamente verso l'interno fino al quarto segno + altri 10-15 cm, dopodiché viene attaccata una siringa all'estremità della sonda, il pistone viene tirato su se stesso per ricevere fluido. Se appare un liquido torbido nella siringa, la sonda è nello stomaco.

Successivamente, con l'aiuto dei movimenti di deglutizione, il paziente sposta la sonda verso l'interno fino al settimo segno. Se una persona è in grado, allora è meglio farlo, camminando lentamente per la stanza del trattamento.

Quando la sonda viene ingerita fino al settimo segno, il paziente viene posizionato su un divano sul lato destro, posizionando un rullo sotto il bacino e un cuscinetto riscaldante caldo sotto l'ipocondrio destro. In questa posizione, il paziente deve continuare l'introduzione della sonda deglutendo fino al nono segno.

Quando il paziente ingoia la sonda fino al nono segno, la sua oliva si trova nel duodeno e puoi iniziare a raccogliere porzioni di bile.

Se la bile non va dopo l'introduzione della sonda nel duodeno, dovrai alzarti, accovacciarti o sdraiato sul letto, piegare costantemente le gambe piegate allo stomaco o gonfiare lo stomaco e provare a spingere il fluido fuori dall'addome.

Per raccogliere la bile, l'estremità libera della sonda viene abbassata in una provetta o un barattolo installato sotto il livello del lettino. Non appena la bile giallo chiaro inizia a fluire dalla sonda, l'infermiera rileva l'ora e firma il contenitore con la lettera A. Successivamente, consentono alla bile di fluire liberamente fino a quando non si esaurisce. Il tempo di escrezione biliare viene fissato e la prima fase di sensing viene considerata completata, durante la quale viene raccolta la bile dal dotto biliare comune, indicata dalla lettera A. Normalmente, durante la prima fase vengono secreti 15 - 40 ml di bile e dura 20-30 minuti.

Successivamente, passano alla seconda fase del rilevamento: raccogliere la bile dalla cistifellea, che è indicata dalla lettera B. Per questo, un agente coleretico viene introdotto attraverso una sonda - 30-50 ml di una soluzione calda al 25 - 33% di solfato di magnesio o 40 ml di olio d'oliva caldo o 30 - 40 ml di una soluzione al 10% di cloruro di sodio, o 30 - 50 ml di una soluzione al glucosio al 10%. Dopo la somministrazione dell'agente coleretico, viene applicato un morsetto all'estremità libera della sonda per 5-10 minuti. Quindi il morsetto viene rimosso, l'estremità libera della sonda viene abbassata nel contenitore per la raccolta della bile della cistifellea, firmata con la lettera B e viene annotato il tempo. Una densa bile di oliva scura inizia a fluire nel serbatoio. Viene raccolto fino a quando dalla sonda non esce la bile giallo brillante. In questo momento, il tempo è fisso e l'estremità libera della sonda viene trasferita in un contenitore firmato con la lettera C per raccogliere la bile epatica. Cioè, la seconda fase del rilevamento, consistente nella raccolta della bile della cistifellea, termina quando la bile epatica giallo brillante inizia a fluire dalla sonda. Normalmente, la seconda fase dura 20-30 minuti, durante i quali vengono secreti 50-60 ml di bile dalla cistifellea.

Dopo l'inizio della terza fase, quando appare la bile giallo brillante, viene raccolta per 15 minuti. Durante questo periodo, normalmente fluiscono 25-30 ml di bile epatica.

Quando viene raccolto l'ultimo lotto di C, la sonda viene considerata completa. Il paziente viene posto in posizione seduta, estraendo lentamente e con attenzione la sonda. Al paziente viene somministrato un bicchiere d'acqua o un antisettico per sciacquare la cavità orale.

Successivamente, l'infermiere misura la pressione, poiché potrebbe diminuire a causa dell'uso della magnesia. Se la pressione è bassa, vengono introdotti farmaci che la aumenteranno. Quindi dovresti tornare al reparto e sdraiarti per 30-60 minuti. Dopo di che puoi fare colazione.

Tecnica del suono duodenale frazionario

Il suono duodenale frazionario viene eseguito anche nella sala di trattamento. In questo caso, la tecnica di introduzione della sonda è esattamente la stessa di quando si esegue il rilevamento trifase classico. Cioè, il paziente si siede su una sedia, inclina leggermente la testa, prende un vassoio per saliva e vomito, un'infermiera si copre il collo e il petto con un asciugamano, lubrifica la parte posteriore della gola con gel anestetico o aerosol, quindi chiede movimenti di deglutizione e durante esso run promuove la sonda nell'esofago. Quando la sonda si sposta nell'esofago, l'infermiera chiede di respirare profondamente con il naso per eliminare il riflesso del vomito e assicurarsi che il tubo non penetri nelle vie respiratorie.

Successivamente, l'infermiera chiede movimenti di deglutizione e durante la loro esecuzione sposta lentamente la sonda più in profondità al livello di 45 cm (o quarto posto + 10-15 cm). Raggiunta questa profondità, l'infermiera pompa il contenuto della sonda, che dovrebbe essere un liquido torbido, con una siringa. Tale pompaggio di fluidi è necessario per assicurarsi che la sonda sia nello stomaco.

Successivamente, il paziente viene posizionato su un divano sul lato destro con le gambe piegate su ginocchia e fianchi e un cuscinetto riscaldante viene posizionato nell'ipocondrio destro e viene chiesto di ingoiare la sonda per andare più in profondità fino al nono segno. Su questo, la sonda viene considerata inserita e inizia a raccogliere la bile in diverse provette, che devono essere firmate con le lettere A, B e C. La bile viene raccolta in una provetta per cinque minuti, quindi i successivi cinque minuti in una seconda provetta, ecc. Assicurati di registrare la quantità di bile rilasciata durante ogni intervallo di cinque minuti.

Se la bile non va dopo l'introduzione della sonda, sarà necessario accovacciarsi, o tirare le gambe piegate verso lo stomaco, o gonfiare lo stomaco e provare a forzare l'aria fuori di esso.

Il processo di secrezione biliare consiste in cinque fasi successive.

La prima fase (stadio I). Si chiama stadio della secrezione basale della bile o fase del coledoco, quando, in risposta all'irritazione della sonda della parete duodenale con ulivo metallico, viene rilasciata una bile trasparente giallo chiaro dal dotto biliare comune (coledochus). La durata di questa fase è da 20 a 40 minuti, durante i quali vengono secreti da 15 a 40 ml di bile..

Il tasso di secrezione biliare al primo stadio caratterizza la pressione secretoria al di fuori del fegato e le condizioni dello sfintere di Oddi.

Al termine della secrezione biliare al primo stadio, un farmaco coleretico viene iniettato lentamente attraverso la sonda per un periodo di 7 minuti (30-50 ml di una soluzione calda al 25-33% di solfato di magnesio o 40 ml di olio d'oliva caldo o 30-40 ml del 10% soluzione di cloruro di sodio, o 30-50 ml di una soluzione di glucosio al 10%), dopo di che viene applicato un morsetto sull'estremità libera della sonda per tre minuti. Quindi viene rimosso il morsetto, e di solito dopo questo, diversi millilitri del farmaco coleretico iniettato.

La seconda fase (fase II). Si chiama periodo latente di secrezione biliare o fase dello sfintere chiuso di Oddi. Caratterizza la pressione colestatica nel tratto biliare, nonché la prontezza della cistifellea a svuotare e il suo tono.

Inizia dopo aver rimosso il morsetto dall'estremità della sonda dopo la somministrazione di un agente coleretico. In questa fase, la bile non viene secreta. La sua durata è da 3 a 6 minuti. La seconda fase termina quando la bile inizia a fluire dalla sonda. Di conseguenza, con l'inizio della secrezione biliare, inizia la terza fase.

La terza fase (fase III). Lo stadio è chiamato sfintere di Lutkens e coledochus o la fase di escrezione biliare della porzione A. La fase dura da 2 a 5 minuti, durante i quali vengono rilasciati da 3 a 5 ml di bile marrone chiaro da choledoch (dotto biliare comune) ad una velocità di 1-2 ml / min. Quando la bile appare di colore verde oliva scuro, questo indica il completamento della terza fase e l'inizio della quarta.

Le prime tre fasi costituiscono la porzione A del classico suono duodenale trifase.

La quarta fase (fase IV). Si chiama lo stadio della cistifellea o la fase cistica della secrezione della bile. Inizia con l'apparizione della bile di oliva scura, che si chiama una porzione B. La durata di questa fase è di 20 - 40 minuti, durante i quali vengono rilasciati 30 - 70 ml di bile della cistifellea ad una velocità di 2 - 4 ml / min. La quarta fase caratterizza la durata dello svuotamento della cistifellea e il volume della bile depositato nella vescica. La quarta fase termina e la quinta inizia contemporaneamente alla comparsa della bile giallo brillante.

Quinta fase (stadio V). Si chiama stadio della secrezione esterna del fegato o fase epatica. Caratterizza la funzione di formazione della bile del fegato. Normalmente, entro 15-20 minuti, 15-30 ml di bile gialla o dorata brillante, che è chiamata porzione C, viene secreta ad una velocità di 1 ml / min, che viene chiamata porzione C. Di solito, dopo aver raccolto la bile epatica entro 15-20 minuti, il sondaggio duodenale è completato. Ma se la sonda viene lasciata nel duodeno, la bile epatica continuerà a essere rilasciata ad una velocità di circa 0,5 ml / min a causa del fatto che il fegato la formerà costantemente.

Dopo aver completato la sonda, l'infermiera rimuove con cura e lentamente la sonda dal duodeno, misura la pressione sanguigna, che può diminuire notevolmente a causa dell'azione della magnesia. Se la pressione è fortemente diminuita, vengono introdotti i farmaci necessari per aumentarla. Dopodiché, devi andare nel reparto e sdraiarti per 30-60 minuti, dopo di che devi fare una colazione dietetica.

Algoritmo Chromatic Stage Sensing

L'algoritmo per condurre il suono cromatico graduale è esattamente lo stesso del suono duodenale frazionario. C'è solo una differenza tra loro - 14 ore prima della sonda, al paziente viene somministrata una bevanda di colorante - blu di metilene alla dose di 0,15 g in una capsula di gelatina. Tutte le altre fasi del rilevamento del passo cromatico e le regole per la raccolta della bile sono esattamente le stesse del rilevamento frazionario.

Fa male suonare il suono duodenale?

La procedura del suono duodenale in sé non è dolorosa, ma spiacevole, poiché condurre una sonda nel duodeno provoca un riflesso del vomito a causa dell'irritazione della parete faringea posteriore. Inoltre, la situazione stessa di trovare un corpo estraneo nell'esofago, nello stomaco e nel duodeno è molto spiacevole. Inoltre, l'introduzione di un farmaco coleretico nella sonda provoca sensazioni spiacevoli, ma il processo stesso di secrezione biliare non provoca disagio.

Tuttavia, secondo molti pazienti che hanno subito ripetutamente il suono duodenale, il dolore si verifica spesso dopo la manipolazione. Allo stesso tempo, entro pochi giorni tutto all'interno del corpo fa male, ma gradualmente il dolore si attenua e tutto torna alla normalità.

Dopo il suono duodenale

Dopo il completamento del suono duodenale, è necessario astenersi dal bere e mangiare per due ore, dopo di che è possibile fare colazione. Per questo, il porridge sull'acqua o il pane bianco essiccato, così come un bicchiere di tè non zuccherato con diversi cucchiai di miele, sono adatti. Per tutto il giorno dopo la manipolazione, dovresti seguire la stessa dieta durante la preparazione al suono duodenale. Il giorno dopo il rilevamento, puoi condurre uno stile di vita familiare e mangiare tutto quello che vuoi..

Entro 1 o 2 giorni dopo il suono duodenale, potrebbe esserci un rilassamento delle feci dovuto all'azione della magnesia. Quando il farmaco smette di funzionare, le feci torneranno alla normalità.

Recensioni di rilevamento duodenale

Le recensioni del suono duodenale sono contrastanti - circa 2/3 di esse sono positive e 1/3 sono negative. Le recensioni positive indicano che la procedura, ovviamente, è spiacevole, ma importante, necessaria, informativa e abbastanza tollerabile, quindi, per la salute, puoi soffrire un po 'di disagio.

Le revisioni negative indicano che la procedura non è solo spiacevole, ma anche pericolosa, poiché quando si utilizzano sonde e olive non usa e getta, si verifica una contaminazione microbica del tratto gastrointestinale e dopo la manipolazione tutto fa male all'interno.

Suono duodenale nei bambini

Viene effettuato solo per bambini di età superiore ai tre anni. Non ci sono differenze fondamentali rispetto agli adulti nelle indicazioni, controindicazioni e metodologia dello studio. Ma le norme sulla quantità di bile, il tasso di secrezione biliare e la durata delle fasi differiscono da quelle per gli adulti. E così li diamo nella tabella qui sotto.

IndicePrima faseSeconda faseTerza faseQuarta faseQuinta fase
Il volume della bile, ml23 ± 604 ± 355 ± 1230 ± 6
La durata della fase, min31 ± 53 ± 13 ± 135 ± 622 ± 3
Tasso di secrezione biliare, ml / min0,8 ± 0,3010,3 ± 0,31,6 ± 0,31,3 ± 0,2

La tabella mostra le norme per il suono frazionario a cinque fasi. Dovresti sapere che possono essere facilmente convertiti in norme per la classica trifase. Dopotutto, la prima, la seconda e la terza fase del suono frazionario insieme danno la prima fase del suono classico a tre fasi. Pertanto, le norme per la prima fase del suono trifase sono pari alla somma degli indicatori per la prima, seconda e terza fase del suono frazionato. La quarta fase del suono frazionario corrisponde alla seconda classica trifase. E la quinta fase del suono frazionato corrisponde alla terza classica trifase.

Risultati del suono duodenale

Considera le letture normali, il loro significato e l'interpretazione dei risultati del suono duodenale.

Analisi e frequenza del suono duodenale

I risultati del suono duodenale sono due grandi cluster. Nel primo cluster, viene indicata la durata di ciascuna fase in minuti, il numero di porzioni di bile A, B e C in ml ottenute, nonché il tasso di secrezione biliare in tutte le fasi.

Il secondo gruppo è costituito dai risultati delle prove di laboratorio di tre porzioni (A, B e C) di bile. In laboratorio, i seguenti indicatori sono determinati per ogni porzione di bile:

  • Colore;
  • Trasparenza;
  • Densità;
  • Acidità (pH);
  • Concentrazione di acido biliare;
  • Concentrazione di lecitina;
  • Concentrazione di colesterolo;
  • Concentrazione di proteine;
  • Attività alfa-amilasi;
  • Attività di tripsina;
  • La presenza di leucociti, muco, epitelio, cristalli di colesterolo e bilirubina, parassiti nei sedimenti della bile.

Inoltre, una piccola quantità di ciascuna porzione di bile può essere selezionata separatamente per coltura batteriologica su microbi patogeni. Di solito, la semina viene eseguita per le malattie infiammatorie croniche del tratto biliare per identificare i microbi coinvolti nel processo patologico e la loro sensibilità agli antibiotici.

I tassi normali di velocità biliare, quantità e durata della fase per il classico suono duodenale trifase sono mostrati nella tabella seguente.

IndiceLa prima fase (porzione di bile A)La seconda fase (una porzione di bile B)La terza fase (porzione di bile C)
Durata della fase20-30 minuti20-30 minuti15-20 minuti
Il volume della bile secreta15 - 40 ml50 - 60 ml25-30 ml
Tasso di secrezione biliare1 - 2 ml / min1 - 2 ml / min1 ml / min

Gli indicatori normali della durata delle fasi, la quantità di bile secreta e il tasso di escrezione biliare per sonde di stadiazione frazionarie e cromatiche sono mostrati nella tabella seguente.

IndiceLa prima fase (fase di coledochus)Seconda fase (sfintere chiuso di Oddi)Terza fase (porzione fase A)Quarta fase (fase di bolla, porzione B bile)Quinta fase (fase epatica, porzione biliare C)
Durata della fase20 - 40 minutiDa 3 a 6 minuti2 - 5 minuti20 - 40 minuti15-20 minuti
Il volume della bile secreta15 - 40 ml0 ml3-5 ml30 - 70 ml15-30 ml
Tasso di secrezione biliare1 - 1,5 ml / min0 ml / min1 - 2 ml / min2-4 ml / min1 ml / min

I valori di laboratorio normali per tre porzioni di bile (A, B e C) raccolti a seguito del sondaggio duodenale trifase o frazionario sono mostrati nella tabella seguente.

indicatoriPorzioni di bile
Porzione di bile A (dotto biliare comune)Porzione di bile B (cistica)Porzione di bile C (fegato)
ColoreGiallo chiaroOliva scura (o marrone)d'oro
TrasparenzaTrasparenteTrasparenteTrasparente
Densità relativa1007-10151016-10321007-1010
Reazione (pH)Debole alcalino (pH maggiore di 7, ma inferiore a 8)Alcalino (pH 6,5 - 7,5)Alcalino (pH 7,5 - 8,2)
Acidi biliari, g / l0Meno di 115 g / l7-14 g / l
Lecitina, g / l0Meno di 35 g / l1 - 5,8 g / l
Colesterolo, g / l04,3 g / l0,8 - 2,1 g / l
Proteine, g / l04,5 g / l1,4 - 2,7 g / l
Alfa-amilasi, g / ml * h01,67 - 4,45 g / ml * h6 - 16 g / ml * h
Tripsina, μmol / L * min0050 - 500 μmol / l * min
EpitelioPochiCelle singoleCelle singole
globuli bianchi2 - 4 in vista5 - 10 in vista2 - 4 in vista
limoPochiPochiPochi
Cristalli di colesterolo e bilirubinaSono assentisingoloSono assenti
Parassiti (semina)Nessuno (sterile)Nessuno (sterile)Nessuno (sterile)

Decodifica del suono duodenale

In questa sezione considereremo quali patologie possono indicare anomalie nelle analisi del suono duodenale..

Quindi, se la bile non viene rilasciata nella prima fase di una sonda trifase o frazionaria, ciò indica uno spasmo dello sfintere di Oddi o un'ostruzione al deflusso della bile nella sezione finale del dotto biliare comune (ad esempio, blocco con una pietra, compressione da un tumore, ecc.). Se in questa fase si ottiene la bile cistica di un colore verde oliva scuro, questo indica discinesia ipercinetica della cistifellea. Se nella prima fase la bile viene ottenuta più del normale, ciò indica un'espansione del dotto biliare comune o una maggiore secrezione della bile. Se la bile viene ottenuta meno del normale, ciò indica una capacità ridotta del dotto biliare comune.

Se la bile appare nella seconda fase del suono frazionato, questo indica discinesia ipomotoria dello sfintere di Oddi o discinesia ipertonica della cistifellea. Se questa fase dura più a lungo del normale, allora questo indica uno spasmo (ipertonicità) dello sfintere di Oddi, ipertonicità del dotto biliare comune o presenza di un'ostruzione (pietra, tumore).

Se la durata della terza fase del suono frazionario è più lunga del normale, ciò indica una discinesia ipotonica della cistifellea o ipertonicità dello sfintere di Lutken.

Se la quarta fase del suono frazionario (o la seconda trifase) dura più a lungo del normale e il tasso di secrezione biliare si riduce, questo indica discinesia ipocinetica della cistifellea. Se queste fasi sono più brevi del normale e la portata della bile è più alta del normale, ciò indica discinesia ipercinetica della cistifellea. Se la bile viene secreta in modo intermittente, piuttosto che in un flusso costante, ciò indica una discrepanza nel lavoro degli sfinteri di Oddi e Lutkens.

Se nella quinta fase del rilevamento frazionario o nella terza fase, la bile è discontinua e non monotona, ciò indica una discrepanza nel lavoro degli sfinteri di Oddi e Mirizzi.

Ora considereremo quali patologie anomalie negli indicatori di laboratorio della bile delle porzioni A, B e C possono parlare.

In primo luogo, si può osservare un aumento della quantità di qualsiasi porzione della bile con atonia della cistifellea e dell'ulcera duodenale e una diminuzione del volume della bile secreta con blocco dei dotti biliari e ittero epatico.

Un cambiamento nel colore della bile in qualsiasi porzione indica un aumento o una diminuzione della concentrazione di bilirubina.

La torbidità della bile di qualsiasi porzione è spesso causata da una miscela di succo gastrico, ma può anche indicare processi infiammatori, se ci sono anche fiocchi di muco.

Si osserva un aumento della densità relativa in qualsiasi porzione della bile con ristagno nella cistifellea e nella malattia del calcoli biliari e una diminuzione dei processi infiammatori nella cistifellea.

Una ridotta concentrazione di bilirubina in qualsiasi porzione della bile indica il blocco del dotto biliare comune, l'epatite virale o la cirrosi e si osserva un aumento con anemia emolitica e qualsiasi altra condizione associata a grave decadimento dei globuli rossi.

Si osserva un aumento della concentrazione di colesterolo in tutte le parti della bile con malattia del calcoli biliari e colecistite e una diminuzione con una violazione della funzione di concentrazione della colecisti.

Una diminuzione della concentrazione di acidi biliari nella porzione C indica insufficienza epatica secretoria.

Un aumento del contenuto proteico in qualsiasi porzione indica un processo infiammatorio nel tratto biliare.

Un aumento dell'attività dell'alfa-amilasi e della tripsina in qualsiasi porzione della bile indica una malattia del pancreas.

Se nel sedimento di qualsiasi porzione c'è un gran numero di cristalli di colesterolo, questo indica una stabilità colloidale insufficiente della bile. La presenza di leucociti, scaglie di muco, grumi di acidi biliari e pellicole marroni nei sedimenti di qualsiasi porzione (in particolare le porzioni A e B) indica un processo infiammatorio nel tratto biliare e nella cistifellea. La presenza di parassiti o loro larve nei sedimenti indica un'infezione con un particolare elminto.

Inoltre, con l'uremia nella bile, viene rilevata l'urea e nel diabete mellito - glucosio, normalmente assente. In caso di avvelenamento cronico da arsenico, piombo o mercurio nella bile, si trovano anche queste sostanze..

La semina della bile su un mezzo nutritivo consente di identificare la flora che popola il tratto biliare. Se, in base ai risultati della semina, vengono rilevati Escherichia coli, Klebsiella, Proteus, Pseudomonas aeruginosa in gran numero, ciò indica un grave decorso dei processi infiammatori nel sistema biliare.

Va ricordato che il compito principale del suono duodenale è quello di valutare le funzioni contrattili e secretorie della cistifellea, nonché le condizioni degli sfinteri di Oddi e Lutkens. E tutti gli altri risultati di rilevamento (test di laboratorio sulla bile) sono considerati semplicemente aggiuntivi.

Suono duodenale

Dove eseguire il suono duodenale?

Iscriviti per uno studio

Per fissare un appuntamento con un medico o la diagnostica, devi solo chiamare un singolo numero di telefono
+7 495 488-20-52 a Mosca

+7 812 416-38-96 a San Pietroburgo

L'operatore ti ascolterà e reindirizzerà la chiamata alla clinica desiderata o accetterà un ordine per la registrazione allo specialista di cui hai bisogno..

Di seguito forniamo gli indirizzi delle grandi istituzioni mediche in varie città della Russia dove è possibile eseguire il suono duodenale.

Ultrasuoni del pancreas a Mosca

Eseguire nelle seguenti istituzioni:

  • Research Institute of Ambulance them. Sklifosovsky, situato in piazza Bolshaya Sukharevskaya, 3. Telefoni - (495) 680 41 54, (495) 680 93 60.
  • FNCC FMBA della Russia, situato in Orekhovy Boulevard, 28. Telefoni - (499) 688 83 54.

Ultrasuoni del pancreas a San Pietroburgo

Eseguire nelle seguenti istituzioni:

  • Research Institute of Ambulance them. Dzhanelidze, situato in ul. Budapest, 12. Telefono - (812) 313 28 58.
  • Istituto di ricerca di oncologia intitolato a Petrova, situata in ul. Leningradskaya, 68. Telefono - (812) 439 95 25.

Ultrasuoni del pancreas a Ekaterinburg

Nell'ospedale regionale n. 1, situato in ul. Volgograd, 185. Telefono - (343) 240 34 59, (343) 351 16 40.

Ultrasuoni del pancreas a Kazan

Nel Centro clinico e diagnostico interregionale, situato in ul. Karbysheva 12a. Telefoni - (843) 291 11 01, (843) 291 10 16, (843) 291 10 24.

Ultrasuoni del pancreas a Novosibirsk

Nell'ospedale clinico regionale di Novosibirsk, situato in ul. Nemirovich-Danchenko, 130. Telefono - (383) 315 98 18.

Ultrasuoni del pancreas a Chelyabinsk

Nell'ospedale clinico regionale n. 1 di Chelyabinsk, situato in ul. Vorovskogo, 90. Telefoni - (351) 232 80 60, (351) 232 80 61, (351) 232 79 88.

Ultrasuoni del pancreas a Ufa

Nell'ospedale ferroviario a st. Ferrovie russe Ufa JSC, situate in October Avenue, 71/1. Telefoni - (347) 246 03 35, (347) 246 03 40, (351) 246 03 45.

Prezzo del suono duodenale

Il costo del sondaggio duodenale di qualsiasi modifica varia attualmente da 300 a 5000 rubli in varie cliniche private e istituzioni mediche statali.

Cause di colecistite: età, sesso, giardiasi, discinesia biliare, ereditarietà - video

Diagnosi di colecistite: esami delle urine e del sangue, coprogramma, sondaggio duodenale - video

Malattia del calcoli biliari: cause, trattamento senza chirurgia, dissoluzione di calcoli, complicanze - video

Ciò che l'amarezza in bocca ti dice, i motivi per come liberartene - il video

Autore: Nasedkina A.K. Specialista in ricerca biomedica.