Analisi per la febbre tifoide - in quali casi e come viene eseguita

L'infezione intestinale acuta causata dal bacillo tifoide è chiamata febbre tifoide. La malattia ha un decorso rigorosamente ciclico con sintomi caratteristici di danno al tratto gastrointestinale. Test di laboratorio su sangue, urine, feci aiuteranno a diagnosticare la patologia.

Agente causativo della malattia

La causa dell'infezione è il microrganismo Salmonella. È mobile, vive e si riproduce a basse temperature. L'endotossina prodotta da essa è pericolosa per l'uomo. Una grande quantità di bacillo tifoide nel sangue (batteriemia) provoca un aumento della milza e del fegato, aumentando l'intossicazione, il danno al flusso linfatico dell'intestino tenue.

La virulenza della salmonella addominale è molto elevata, ma diminuisce sotto l'influenza di una serie di fattori. Il virus muore quando bollito, esposto alla luce solare, disinfettanti: alcool etilico, cloruro di mercurio, cloramina.

L'infezione si verifica attraverso le vie fecale-orale e domestica attraverso l'acqua e il cibo. L'infezione viene trasmessa solo da persona a persona, mentre il corriere può essere sia malato che sano. Il trasporto cronico è annotato nel 5% di casi, la morte - non più dell'1%.

Quando viene prescritto un esame del sangue per la febbre tifoide?

La malattia ha sintomi non specifici. Il test della febbre tifoide è necessario per aiutare le persone che lavorano con prodotti provenienti da paesi con clima caldo e con le prime manifestazioni cliniche. I sintomi principali sono:

  • febbre;
  • costipazione o diarrea;
  • rivestimento grigio sulla lingua;
  • ritardo della coscienza;
  • eruzione cutanea rossa sul corpo;
  • dolore, gonfiore;
  • tosse umida;
  • diminuzione dell'appetito;
  • sangue nelle feci;
  • nausea;
  • sete intensa.

Tipi di test per la febbre tifoide

La diagnosi differenziale di patologia consiste in metodi di ricerca di laboratorio. È possibile condurre ricerche negli ospedali municipali o nei laboratori a pagamento. Metodi di ricerca:

  1. Clinica generale: indicare le condizioni generali del paziente, il grado di disidratazione, la presenza del processo infiammatorio. L'accuratezza della ricerca è bassa..
  2. Batteriologico - usato per identificare l'agente causale delle specie tifoidi nel corpo, ha un grado medio di accuratezza.
  3. Sierologico: il gruppo più accurato di metodi per determinare gli antigeni del coli addominale.

Cultura batterica

Questo gruppo di metodi viene utilizzato per la diagnosi precoce specifica della malattia. Le analisi vengono eseguite prima di utilizzare la terapia antibatterica. Il materiale per lo studio sono fluidi biologici (urina, sangue, bile, feci). Una breve descrizione dei metodi:

Il metodo di campionamento del biomateriale

Semina il sangue su un mezzo nutriente da bile, glucosio e colorante. Lo studio è condotto al culmine della febbre.

Sangue dalla vena ulnare. 2-3 volte al giorno.

Il coprogramma viene utilizzato per stabilire il trasporto della patologia. È detenuto per dipendenti di servizi idrici, reti di ristorazione di scuole, asili nido.

Vengono esaminati 10-15 g di feci molli, vengono esaminate le impurità di muco, sangue, pus in esso contenute..

Per la coltura dell'urina, viene utilizzato un precipitato, che viene posto in una centrifuga e quindi placcato su terreni di coltura.

40-50 ml di urina vengono raccolti in un contenitore sterile dopo l'igiene degli organi genitali esterni.

Metodi di ricerca sierologica

Questi metodi sono utilizzati non prima della seconda settimana della malattia. La diagnosi sierologica si basa sull'identificazione di antigeni e anticorpi specifici nel sangue del paziente. Utilizzando metodi ELISA (test di immunoassorbimento enzimatico), coagglutinazione (rilevazione di antigeni mediante anticorpi ed elettroliti). Le principali reazioni sierologiche:

Prezzo medio, rub

Reazione di emagglutinazione indiretta (RNGA)

Determinazione di anticorpi e antigeni utilizzando globuli rossi che precipitano in presenza di immunoglobuline.

Sangue a digiuno dalla vena ulnare.

Diluizione a fasi del siero del sangue dopo la coagulazione. Aiuta a determinare la presenza di O-antigene..

15 ml di sangue venoso dal gomito

RPHA per febbre tifoide (test di emoagglutinazione passiva)

Rilevazione di anticorpi specifici per l'agente patogeno

Il sangue scorre dalla vena cubitale

Analisi cliniche

Viene utilizzato quando un paziente visita per la prima volta un medico. I cambiamenti nei valori non diagnosticano direttamente la febbre tifoide, ma contribuiscono a stabilire le condizioni generali del paziente. La clinica include:

  • Emocromo completo (emogramma): viene eseguito su VES (tasso di sedimentazione eritrocitaria), leucopenia (riduzione dei globuli bianchi) e leucocitosi (diminuzione della resistenza corporea). Il costo medio è di 300 rubli.
  • Biochimica: determinazione della concentrazione proteica, che indica lo stadio della malattia. Il prezzo varia tra 300-500 rubli.
  • Analisi delle urine - la determinazione della presenza e aumento del numero di globuli rossi e proteine. Il costo medio è di 250 rubli.

Altri metodi

Metodi aggiuntivi sono utilizzati per diagnosticare la malattia. Questi includono:

  • identificazione di globuline specifiche da M a salmonella tifoide (600 rubli);
  • Analisi PCR per determinare il DNA dell'agente patogeno (350 rubli);
  • radiografia del torace (500 rubli);
  • Ultrasuoni degli organi addominali (800 rubli);
  • ecocardiogramma (400 sfregamenti).

In che modo un'analisi per il tifo si attacca

Per l'affidabilità dei dati ottenuti, si dovrebbe preparare correttamente per gli studi sul tifo. Regole fondamentali:

  1. Prendi il biomateriale al mattino a stomaco vuoto.
  2. Non bere alcolici e cibi grassi il giorno prima dell'analisi.
  3. Non fumare 3-4 ore prima dello studio.
  4. Entro 3 giorni prima dell'analisi, l'uso di droghe dovrebbe essere escluso, se possibile..
  5. Rifiuta da un aumento dello stress fisico ed emotivo.

Decifrare i risultati

Se la conclusione sull'analisi è negativa, ciò indica l'assenza di patologia nel 90% dei casi. Nelle fasi iniziali, gli anticorpi potrebbero non essere rilevati; saranno necessari test ripetuti. In questo caso, un risultato negativo indica che la persona era malata di tifo. Una conclusione positiva indica la presenza di infezione acuta o il suo trasporto.

video

Trovato un errore nel testo?
Selezionalo, premi Ctrl + Invio e lo ripareremo!

Febbre tifoide (anticorpi contro Salmonella typhi (test RPGA)

La febbre tifoide è una malattia infettiva acuta antroponica con meccanismo di trasmissione fecale-orale. È caratterizzato da danni all'apparato linfatico dell'intestino, batteriemia, grave intossicazione, ingrossamento del fegato e della milza, eruzione cutanea da roseola e, in alcuni casi, enterite.

L'agente eziologico è la Salmonella typhi, un bacillo mobile gram-negativo del genere Salmonella della famiglia delle Enterobacteriaceae. I batteri sono senza pretese e crescono su normali sostanze nutritive. In S. typhi sono isolati O-Ag somatici termostabili, H-Ag flagellari termolabili, Vi-Ag somatici termolabili e altri, i batteri non formano esotossine. Con la distruzione di microrganismi, viene rilasciata l'endotossina, che svolge un ruolo importante nella patogenesi della malattia. In una certa misura, la patogenicità dei batteri tifoidi è anche determinata dagli "enzimi di aggressione" - ialuronidasi, fibrinolisina, lecitinasi, emolisina, catalasi e altri. Più di 100 fagovari stabili si distinguono per sensibilità ai tipici batteriofagi. La determinazione del phagovar dell'agente patogeno è un comodo marker per identificare le relazioni epidemiologiche tra le singole malattie, accertando la fonte e le vie di trasmissione dell'agente patogeno. In condizioni avverse, come nel sistema immunitario, i batteri si trasformano in L-forme. I batteri sono moderatamente stabili nell'ambiente - nel suolo e nell'acqua possono durare fino a 1-5 mesi, nelle feci - fino a 25 giorni, sulla biancheria - fino a 2 settimane, sui prodotti alimentari - da diversi giorni a settimane. Sono conservati per un po 'più a lungo nel latte, nella carne macinata, nelle insalate di verdure, dove a temperature superiori a 18 ° C possono moltiplicarsi. Quando riscaldato, l'agente patogeno muore rapidamente, le soluzioni disinfettanti a concentrazioni normali agiscono in modo distruttivo su di esso.
Il serbatoio e la fonte di infezione è una persona (escrezione malata o batterica). Il pericolo del paziente per gli altri in diversi periodi della malattia non è lo stesso. Nel periodo di incubazione, una persona infetta non è praticamente pericolosa. Il pericolo del paziente per gli altri aumenta con lo sviluppo della malattia e raggiunge il massimo alla 2a-3a settimana della malattia - durante il periodo di isolamento dei batteri con movimenti intestinali, urina e sudore; possono anche essere trovati nel latte materno e nel rinofaringe. La maggior parte dei pazienti che sono malati vengono rilasciati dal patogeno nelle prime 1 2 settimane o nei successivi 2-3 mesi di convalescenza. Circa il 3-5% rimane portatore a lungo termine e alcuni rimangono per tutta la vita. Il pericolo epidemiologico di un portatore cronico è determinato dalla sua professione e dipende dal suo rispetto delle regole di igiene personale. Particolarmente pericolosi sono i vettori che hanno accesso alla preparazione, alla conservazione e alla vendita di alimenti.
Il meccanismo di trasmissione è fecale-orale; è realizzato con acqua, cibo e modi domestici; nelle aree con un tasso di incidenza aumentato, la diffusione è prevalentemente per via acquatica. Quest'ultimo si verifica a causa dell'uso di acqua prelevata da serbatoi aperti o tecnici contaminati, nonché a causa delle insoddisfacenti condizioni sanitarie e tecniche dell'approvvigionamento idrico e delle strutture fognarie. Come risultato dell'uso di acqua contaminata, si verificano epidemie acute e croniche che possono continuare a lungo e coprire grandi gruppi della popolazione. Gli scoppi idrici sono causati da incidenti sulle reti e strutture di approvvigionamento idrico, cadute di pressione e irregolarità nell'approvvigionamento idrico, accompagnati dall'aspirazione di acque sotterranee infette attraverso sezioni di rete che perdono. Gli alimenti più pericolosi sono latte e latticini, creme, insalate e altri prodotti che fungono da ambiente favorevole per la crescita dei batteri. A volte l'infezione può verificarsi anche attraverso le verdure, specialmente quando vengono irrigate con fognature o fertilizzanti. Una via di trasmissione domestica è possibile con una bassa cultura di portatori di batteri o pazienti con una forma cancellata della malattia. In questo caso, si verifica l'infezione degli oggetti circostanti e, successivamente, la contaminazione degli alimenti.

Diagnosi differenziale
La febbre tifoide deve essere differenziata dalle malattie accompagnate da febbre prolungata e dallo sviluppo di segni di intossicazione, come tifo, malaria, brucellosi, polmonite, sepsi, tubercolosi, linfogranulomatosi, ecc. Nella diagnosi clinica differenziale di febbre tifoide, sintomi come febbre alta, prolungata devono essere invocati pallore della pelle del viso, dolore e brontolio alla palpazione nella regione iliaca destra, sindrome epatolienale, bradicardia, aumento delle dimensioni della lingua, allineato al centro, comparsa nell'8-9 ° giorno della malattia di un'eruzione cutanea di colore rosa scarso sull'addome e sulla parte inferiore del torace, con più decorso grave - lo sviluppo dello stato tifoide. La diagnosi corretta causa notevoli difficoltà, soprattutto con forme atipiche di febbre tifoide. Pertanto, ogni caso di febbre non chiara della durata superiore a 3 giorni richiede test di laboratorio appropriati, tra cui l'isolamento dell'agente patogeno dal sangue e dalle feci, la determinazione degli antigeni patogeni nei sieri del sangue e nei movimenti intestinali. Ottenere l'emocoltura tifoide è una conferma assoluta della diagnosi di febbre tifoide. Il rilevamento di bacilli tifoidi nelle feci è meno informativo.

Diagnostica di laboratorio
All'apice dell'intossicazione nei pazienti con febbre tifoide, i cambiamenti dell'emogramma sono caratterizzati da leucopenia, aneosinofilia, linfocitosi relativa e un moderato aumento della velocità di eritrosedimentazione (VES). Nelle prime fasi della malattia, si può anche osservare una leucocitosi moderata con uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra. Nell'analisi delle urine, è possibile rilevare proteine ​​e un aumento del numero di globuli rossi e cilindri.

Il metodo più affidabile per diagnosticare la febbre tifoide è isolare l'agente patogeno. Per questo, vengono seminati 10 ml di sangue per 100 ml di terreno contenente bile (10-20% di brodo di gallina, terreno Rappoport). La selezione dell'emocoltura è più efficace nella prima settimana della malattia, tuttavia, a fini diagnostici, lo studio viene condotto in tutti i periodi della reazione di temperatura. Le colture di feci (microcoltura) e di urina (urinocoltura) vengono eseguite anche in tutti i periodi della malattia, in particolare alla 2-3a settimana. Tuttavia, va ricordato che il bacillo tifoide da feci e urina può essere distinto non solo nei pazienti con febbre tifoide, ma anche dai corrieri batterici in varie condizioni febbrili. Le colture di feci e urina vengono eseguite su mezzi nutrienti solidi. Oltre agli studi batteriologici, fin dai primi giorni della malattia, O-Ag tifoide può essere rilevato nelle feci o nel siero del sangue in RCA, RLA, nonché mediante microscopia a immunofluorescenza ed ELISA.

La diagnostica sierologica (RNHA nei sieri accoppiati con O-diagnostica del tifo eritrocitario) viene eseguita dalla fine della prima settimana della malattia, tuttavia, il titolo diagnostico minimo AT (1: 200) può essere rilevato per la prima volta in una fase successiva della malattia (alla 3a settimana della malattia). L'RNGA con tifo eritrocitico Vi-diagnostico nei pazienti con febbre tifoide ha un valore ausiliario (il titolo diagnostico minimo è 1:40). Più spesso questa reazione viene utilizzata per selezionare individui sospetti di trasporto batterico. A titoli di 1:80 e superiori, questi soggetti sono sottoposti a più studi batteriologici. Attualmente, l'RPHA è il più comune, che è già positivo al 4 ° -5 ° giorno della malattia..

Test del tifo

La febbre tifoide è una malattia pericolosa di natura infettiva, il cui agente causale è Salmonella S.typhi. La febbre tifoide può essere raccolta attraverso prodotti contaminati con acqua, se non vengono seguite semplici norme igieniche (attraverso le mani non lavate) e anche dal corriere dell'infezione.

I segni iniziali della febbre tifoide sono molto simili per molti aspetti a varie altre malattie infettive, quindi, se si sospetta la presenza di questa infezione nel corpo, è necessario effettuare un'analisi per la febbre tifoide senza fallo per una diagnosi accurata. Solo in questo modo è possibile confermare il fatto dell'infezione e prescrivere un trattamento tempestivo ed efficace.

Indicazioni per la nomina di un esame del sangue per la febbre tifoide

È necessaria un'analisi per la febbre tifoide quando si verificano i seguenti sintomi:

  • Attacchi di nausea, vomito, dolore addominale.
  • Segni di intossicazione: insonnia, perdita di appetito.
  • Feci instabili: costipazione o viceversa diarrea.
  • Malessere generale e debolezza.
  • Sintomi di disidratazione: pelle secca, sete, lingua "ricoperta".
  • Un graduale aumento della temperatura corporea che si trasforma in febbre.

La presenza di febbre tifoide è determinata sulla base di test di laboratorio, anamnesi (interviste ai pazienti), che possono indicare i segni caratteristici della malattia e il contatto con il corriere dell'infezione. Al fine di prevenire l'insorgenza della febbre tifoide e di conformarsi alle norme sanitarie standard, il personale addetto alle istituzioni mediche, gli asili nido, nonché i lavoratori dell'industria alimentare, le imprese che vendono vari prodotti alimentari, esegue un esame del sangue per il tifo. una volta all'anno.

Quali sono i test prescritti per diagnosticare la febbre tifoide??

Se ci sono segni di un disturbo, prima di assumere antibiotici è necessario eseguire un esame del sangue per il tifo. Questa condizione è spiegata dal fatto che dopo 2-4 giorni dall'inizio del trattamento, un esame del sangue può dare un risultato negativo. In generale, per tale studio sono generalmente prescritti una serie di test seguenti:

  • Esame del sangue sierologico (reazione di Vidal). Usandolo, è possibile identificare gli anticorpi per l'agente eziologico della febbre tifoide il giorno 4-5.
  • Analisi del sangue generale. Tale esame è di solito prescritto nei primi giorni della malattia, tuttavia, indica la presenza della febbre tifoide solo indirettamente..
  • Esame del sangue biochimico: rivela le proteine ​​della fase acuta.
  • Coltura batterica: i risultati di tale esame del sangue possono essere ottenuti solo dopo 4-5 giorni.

Per rilevare gli anticorpi anti-tifo, vengono utilizzati i metodi del test radioimmunologico e del test immunoenzimatico. Il metodo di analisi più comune, che viene utilizzato per rilevare i portatori di infezione tra i dipendenti dell'industria alimentare e per valutare l'efficacia della vaccinazione contro la febbre tifoide, è un metodo di ricerca che utilizza RNGA (reazione di emoagglutinazione indiretta). Il materiale per questa analisi è il sangue venoso. Per ottenere i dati più accurati, è vietato fumare 30 minuti prima di eseguire l'analisi di RNGA.

Con un esito positivo di un esame del sangue per il tifo, possiamo parlare del decorso acuto della malattia o di un'infezione già sperimentata. Inoltre, un risultato positivo può indicare che la persona è portatrice dell'agente causale della febbre tifoide. Se i risultati del test sono negativi, il medico può trarre una conclusione sul passaggio di molto tempo dopo il recupero, sulla forma precoce della malattia (in presenza delle corrispondenti manifestazioni cliniche) o persino sull'assenza di infezione nel corpo. Sono possibili analisi false positive per la febbre tifoide in presenza di reazioni crociate con altri agenti patogeni di malattie infettive del genere Salmonella.

Come prepararsi per i test per la febbre tifoide?

I principali fattori che influenzano il risultato di un esame del sangue per il tifo includono:

  • Mangiare Il giorno del test per la febbre tifoide, non è consigliabile mangiare cibi fritti, piccanti, affumicati e grassi, nonché burro, latticini e uova. Con una dieta così impropria, è possibile un effetto diretto sulla composizione del sangue dovuto all'assorbimento dei componenti alimentari, nonché un effetto indiretto sulla torbidità del campione, variazioni del livello degli ormoni.
  • Alcol. È vietato bere alcolici due giorni prima dell'analisi del sangue, poiché ha un effetto acuto e cronico su molti processi metabolici.
  • Smoking. Un'ora prima della visita al punto di donazione di sangue per l'analisi, è necessario astenersi dal fumare. Il fatto è che questa cattiva abitudine cambia la secrezione di sostanze biologicamente attive, che influisce negativamente sui risultati dello studio..
  • Sovraccarico emotivo e fisico: causa cambiamenti biochimici e ormonali.
  • Esami strumentali, fisioterapia - possono causare una modifica temporanea dei parametri di laboratorio.

Inoltre, quando si preleva il sangue, l'ora del giorno è molto importante: ogni persona ha determinati ritmi circadiani di attività e, in base a ciò, fluttuazioni circadiane di molti parametri biochimici e ormonali, espressi in misura minore o maggiore per diversi indicatori. Se possibile, è consigliabile donare il sangue per analisi a stomaco vuoto (almeno 8 ore e non più di 14 ore di fame, si può bere acqua come al solito), evitare sovraccarichi alimentari il giorno prima. Il momento più ottimale per gli esami del sangue per la febbre tifoide è al mattino, dalle 8 alle 11 ore.

Per quanto riguarda i farmaci, non è consigliabile prenderli 72 ore prima del test. Questo requisito è spiegato dal fatto che l'influenza dei medicinali sui risultati degli esami di laboratorio non è sempre prevedibile. Se è già in trattamento con un qualche tipo di farmaco, è necessario consultare un medico in merito all'opportunità di eseguire lo studio o alla possibilità di annullare prima dell'esame l'assunzione di farmaci. La durata della sospensione del farmaco è determinata principalmente dal periodo della sua rimozione dal sangue.

Test del tifo: indicazioni e tipi

La febbre tifoide è una grave malattia infettiva causata da Salmonella S.typhi. La febbre tifoide può essere infettata attraverso acqua infetta, cibo e inosservanza delle norme igieniche di base (attraverso le mani sporche), nonché da un corriere sano di infezione.

I sintomi iniziali della febbre tifoide possono essere molto simili a molte altre malattie infettive, quindi se si sospetta un'infezione, deve essere fatta una diagnosi accurata per diagnosticare accuratamente la febbre tifoide, l'unico modo per rilevare il fatto dell'infezione e prescrivere il trattamento appropriato.

Indicazioni per l'analisi

Un'analisi per la febbre tifoide deve essere superata con i seguenti sintomi:

  • un sentimento di debolezza e malessere generale;
  • un graduale aumento della temperatura corporea, entro il terzo o il quinto giorno dal momento dell'inizio del malessere, trasformandosi in febbre;
  • segni di intossicazione: perdita di appetito, insonnia;
  • segni di disidratazione: lingua "rivestita", sete, pelle secca;
  • dolore addominale, vomito, nausea;
  • feci instabili: diarrea e costipazione.

La febbre tifoide viene diagnosticata in base all'anamnesi, che può indicare il contatto con una persona malata, i sintomi caratteristici della malattia e le analisi di laboratorio.

Al fine di rispettare gli standard sanitari e la prevenzione della febbre tifoide con una frequenza di una volta all'anno, l'analisi viene data ai dipendenti delle scuole materne e mediche, della ristorazione e dell'industria alimentare, delle imprese del commercio alimentare.

Quali sono i test prescritti

Se ci sono sintomi della malattia, è necessario eseguire un esame del sangue per il tifo prima di assumere antibiotici, poiché dopo due o quattro giorni dall'inizio del trattamento, un esame del sangue può mostrare un risultato negativo. Per lo studio, è possibile assegnare una serie di test seguenti:

  • esame del sangue generale: può essere prescritto nei primi giorni della malattia, ma indica la presenza della febbre tifoide solo indirettamente;
  • un esame del sangue per coltura batterica, in cui i risultati possono essere ottenuti solo dopo 4-5 giorni e analisi batteriologiche di altri fluidi corporei;
  • esame del sangue biochimico: in presenza di febbre tifoide, mostra proteine ​​della fase acuta;
  • un esame del sangue che rivela il titolo di anticorpi per l'agente causale della malattia;
  • esame del sangue sierologico per tifo (reazione di Vidal): consente di identificare gli anticorpi dell'agente causale della malattia al quarto o quinto giorno della malattia.

Per la rilevazione di anticorpi contro la febbre tifoide, vengono anche utilizzati immunosorbenti enzimatici e esami del sangue radioimmuni..

La ricerca che utilizza la reazione di emoagglutinazione indiretta (RNGA) è il test più comune per la febbre tifoide, che viene utilizzato per identificare i portatori di infezione tra i lavoratori del settore alimentare. Il materiale per questa analisi è il sangue venoso. 30 minuti prima dell'analisi rnga.

decrittazione

Un risultato positivo di un esame del sangue per la febbre tifoide può indicare sia un decorso acuto della malattia, un'infezione già verificata, sia che la persona è portatrice dell'agente causale della malattia. Se i risultati sono negativi, il medico può trarre conclusioni sull'assenza di infezione, sulla forma precoce della febbre tifoide (se ci sono manifestazioni cliniche appropriate) o su un lungo periodo di tempo dopo il recupero.

Un risultato del test falso positivo è probabilmente in presenza di reazioni crociate con altri agenti patogeni delle malattie infettive del genere Salmonella. Inoltre, fattori come l'emolisi del campione e la terapia antibiotica (assunzione di antibiotici) possono influenzare i risultati dell'analisi..

Test del tifo

La diagnosi della febbre tifoide è difficile a causa della complessa differenziazione della malattia dai sintomi simili di disturbi intestinali, tubercolosi o colera. I test per la febbre tifoide e altri studi sono di solito prescritti nella fase di fissaggio di una temperatura febbrile costante (38-39 0 С) e segni caratteristici stabili. Oltre a determinare la diagnosi di malattia, un'analisi della febbre tifoide è obbligatoria per i lavoratori della ristorazione, i dipendenti delle istituzioni mediche e dei bambini, i rappresentanti del settore alberghiero o dei servizi di sanatorio.

Cause e sintomi della febbre tifoide

L'agente eziologico della malattia infettiva, il batterio Salmonella typhi, penetra nel corpo umano attraverso oggetti comuni - ad esempio giocattoli nell'asilo o articoli per l'igiene personale, latticini mal lavorati, acqua sporca. Non importa quanti anni ha l'infezione, una volta che si ammala, una persona ottiene un'immunità stabile alla reinfezione.

Secondo le statistiche, il rischio di penetrazione dei batteri della Salmonella è più elevato tra gli studenti più giovani, ma ciò non esclude il fatto che l'agente causale del tifo o una malattia nella forma acuta degli anziani.

Un'analisi per la febbre tifoide viene eseguita in presenza di tutti i segni caratteristici dei seguenti (ad eccezione dell'eruzione cutanea, che non si verifica in tutti i casi di infezione):

  • sete costante con una costante sensazione di serraggio, secchezza delle fauci, sbiancamento e desquamazione della pelle del viso e del corpo, gonfiore e rivestimento con un rivestimento biancastro della lingua;
  • dolore addominale periodico acuto;
  • sintomi di intossicazione - vomito, nausea rotolante, scarso appetito, perdita di forza, sudorazione;
  • difficoltà alle feci o alla diarrea;
  • la comparsa di un'eruzione di roseol che diventa indistinguibile quando viene premuto.

I sintomi sono caratterizzati da un accumulo graduale, ma in un terzo di tutti i casi è possibile un'insorgenza acuta della malattia, con la presenza di più segni contemporaneamente e, necessariamente, con una temperatura nell'intervallo 38-39 0 С. Se il decorso della malattia è standard, seguirà questo algoritmo:

  • debolezza inaspettata, scarso sonno, problemi con le feci;
  • mal di testa, aumento del malessere generale, febbre;
  • la temperatura entro 3-5 giorni raggiunge valori indicativi fino a 39 0 e si ferma a questo punto;
  • forti dolori addominali, compaiono formazione di gas, la reazione di una persona agli stimoli esterni diventa noiosa, le sue condizioni possono essere chiamate "inibite". Roseol può apparire nello stesso periodo..

Poiché l'insorgenza dei sintomi dell'infezione si verifica non prima del settimo giorno dall'ingestione del bacillo tifoide nell'intestino, è quasi impossibile determinare l'origine del patogeno infettivo.

Tipi di test tifoidi

Ancor prima di ottenere i risultati degli esami di laboratorio, il quadro clinico della totalità dei segni consente al medico di diagnosticare la febbre tifoide e iniziare il trattamento del paziente in isolamento da pazienti di altri gruppi di malattie. Nonostante il fatto che la diagnosi si basi su uno studio completo del sangue, se si sospetta il tifo, saranno necessari altri campioni, ad esempio urina, bile, feci.

Prima di prelevare campioni biologici, si raccomanda di osservare le condizioni di preparazione in modo che i dati ottenuti abbiano un grado minimo di errore:

  • Non assumere medicinali per tre giorni prima della consegna del materiale;
  • 24 ore prima del campionamento, non bere bevande contenenti alcol;
  • 2-4 ore prima dei test, non è possibile fumare, sforzare fisicamente e astenersi dall'esperienza e dalle emozioni negative;
  • tutti i campioni vengono prelevati al mattino, a stomaco vuoto del paziente;
  • alla vigilia della consegna di materiale biologico non può essere consumato: uova, latticini e prodotti a base di latte acido, carni affumicate, carne di maiale, agnello, piatti piccanti e salati.

Tutti i tipi di esami aggiuntivi che possono causare disagio o richiedere una preparazione separata devono essere eseguiti dopo aver effettuato test di laboratorio.

Analisi del sangue generale

Un esame del sangue clinico aiuta a determinare il cambiamento nei principali indicatori dello stato del corpo nel suo insieme. I valori principali che indicano l'attività dell'agente causale del tifo nel corpo sono la distorsione (rispetto ai valori normali) dei seguenti dati:

  • una diminuzione della conta dei globuli bianchi;
  • mancanza di eosinofili nel sangue;
  • linfocitosi dei parametri relativi, che indica una bassa risposta immunitaria;
  • elevata velocità di eritrosedimentazione (parametri ESR);
  • valori criticamente sopravvalutati di neutrofili;
  • basso numero di piastrine.

Il prelievo di sangue per la ricerca viene effettuato dalla vena del paziente immediatamente dopo il ricovero nel reparto infettivo dell'ospedale. Successivamente, il sangue verrà prelevato più volte durante il processo di trattamento e prima della dimissione.

Chimica del sangue

Un esame del sangue biochimico viene anche somministrato da una vena prima dell'inizio del trattamento antibatterico. Ottenuti entro 24 ore, i risultati dello studio determinano la presenza di proteine ​​di fase acuta sintetizzate nel fegato come risposta all'infezione.

Sierologia del sangue

Per gli studi sierologici, il plasma viene rilasciato dal sangue di una persona malata, dove la presenza di anticorpi caratteristici è cruciale.

Un'analisi è considerata efficace se presa non prima del quinto giorno dal momento della penetrazione del bacillo tifo nell'intestino, poiché è in questo periodo che l'organismo richiede di produrre anticorpi contro il patogeno infettivo.

I valori sovrastimati degli anticorpi rilevati indicano un alto livello di risposta immunitaria all'infezione, che è specifico in due casi:

  • in fase di recupero;
  • se una persona malata è portatrice di bacillo tifoide.

Per ottenere una risposta affidabile, vengono eseguiti studi sierologici il 7-10 ° giorno dall'inizio dei sintomi iniziali.

Cultura batterica

L'inoculazione batterica di materiale biologico consente di rilevare la malattia in una fase precoce dell'infezione. Il sangue viene spesso utilizzato come fluido di prova - questo si chiama coltura di sangue. Il prelievo di sangue viene preferibilmente eseguito in un momento in cui la temperatura corporea del paziente è superiore a 38 ° C. Il terreno di coltura Rappoport viene utilizzato per la coltura, in cui vengono posti 15-20 ml di sangue del paziente. Quindi, per dieci giorni, il personale di laboratorio nota quotidianamente la crescita delle colonie batteriche nel campione e, se vengono rilevate in modo dinamico, effettua la successiva inoculazione in una capsula di Petri. Qui, i batteri vengono analizzati per 24 ore sotto test costanti, inclusa la sensibilità ai farmaci antibatterici..

La coltura delle urine è indicativa in qualsiasi fase della malattia, tuttavia, il periodo migliore per la rilevazione dell'agente patogeno è dal 21 ° giorno dal momento dell'infezione. Il principio di condurre studi di test della lezione è lo stesso di quando si osserva il sangue del paziente.

Lo studio delle feci viene effettuato tra la terza e la quinta settimana della malattia, mentre solo la sostanza liquida delle feci è considerata adatta per la semina. Per i pazienti infetti questo tipo di analisi viene usato raramente, ma è considerato ragionevole per gli esami periodici di lavoratori affondati.

Saggio di reazione di fluorescenza immunitaria (RIF) e immunosorbente enzimatico (ELISA)

Il RIF è un metodo di ricerca di emergenza utilizzato per sospettare la febbre tifoide, quando i sintomi sono lievi o c'è motivo di credere che una persona possa essere infettata. Gli anticorpi speciali colorati con elementi fluorescenti vengono iniettati nel campione biologico prelevato dal paziente che, quando combinato con gli antigeni dell'agente infettivo, inizia a produrre un bagliore. Questa caratteristica, chiaramente visibile quando si esamina un campione al microscopio, suggerisce la presenza di bacillo tifoide.

ELISA, contrariamente al metodo precedente per determinare antigeni e anticorpi, può persino valutare con precisione il loro numero. Sulla base dei dati ottenuti, il medico conclude che il regime terapeutico iniziato è corretto.

Reazione di emagglutinazione indiretta (RNGA)

RNGA si riferisce ai tipi più accurati di diagnosi nei casi di sospetta febbre tifoide, poiché questa reazione è sensibile a 3 antigeni del bacillo tifo. Quando si esegue questo tipo di analisi, vengono valutati i globuli rossi che hanno un'immunità stabile agli antigeni patogeni. L'RNGA viene diagnosticato più volte e un aumento dei titoli di anticorpi O è considerato la norma per una risposta positiva. Se vengono rilevati titoli aumentati di anticorpi H e Vi, ciò indica un rapido recupero del paziente o il suo stato di portatore di un patogeno batterico.

Prevenzione della febbre tifoide

Il controllo più rigoroso della febbre tifoide si osserva in relazione ai dipendenti delle scuole materne e di miglioramento della salute, ai dipendenti dei centri di nutrizione e delle istituzioni sanitarie. Se viene trovato un corriere di infezione tra i dipendenti di queste istituzioni, le misure di doppio disinfettante vengono eseguite sul posto di lavoro della persona malata.

La prevenzione individuale di una malattia infettiva è l'igiene personale, che include l'isolamento obbligatorio di oggetti personali da luoghi pubblici. Per prevenire l'infezione attraverso il cibo, non mangiare frutta e verdura non lavate, latticini non cotti e uova crude. Di grande pericolo è l'acqua di rubinetto ininterrotta o reclutata da fonti discutibili, l'acqua.

Poiché i bambini in età scolare o primaria sono più sensibili alle infezioni da tifo rispetto alla popolazione adulta, i genitori dovrebbero prestare maggiore attenzione al fatto che i dipendenti dell'istituto visitati dal proprio figlio dispongano di tutti i referti medici necessari sul proprio stato di salute. Ciò escluderà quasi il 100% la possibilità di infezione del bambino con un pericoloso bacillo tifoide.

Come viene diagnosticata la febbre tifoide e metodi di trattamento

La diagnosi della febbre tifoide si basa sulle caratteristiche del quadro clinico (in particolare l'insorgenza della malattia), l'anamnesi (soprattutto epidemiologica - contatto con i pazienti, visite in aree infettive in cui vi sono molti portatori di batteri) e risultati ottenuti da ricercatori di laboratorio.

Naturalmente, nella diagnosi della febbre tifoide, vengono utilizzati la diagnostica microbiologica, in cui l'agente patogeno viene rilasciato dal sangue e dalle secrezioni naturali di una persona. Sono i metodi diagnostici microbiologici che ti consentono di identificare la malattia in una fase precoce.

Viene anche utilizzata la diagnosi sierologica. Tuttavia, i suoi metodi possono mostrare la malattia solo a partire dal 5 ° - 8 ° giorno dall'inizio della malattia. Inoltre, il massimo potenziale raggiunge la 2a - 3a settimana della malattia. Cioè, un ritardo nella diagnosi è evidente.

Notiamo che nella pratica della diagnosi sierologica della febbre tifoide, la reazione di Vidal è ampiamente usata, così come l'RPHA (reazione di emoagglutinazione passiva). Queste opzioni diagnostiche vengono utilizzate anche per la diagnosi differenziale al fine di sintonizzarsi su malattie con sintomi simili (febbre paratifoide, salmonellosi).

Caratteristiche della febbre tifoide a fini diagnostici

La febbre tifoide è una tipica infezione intestinale antroponotica. La fonte della malattia può essere solo una persona malata o un portatore sano di batteri. L'infezione si verifica per via fecale-orale (con l'uso di acqua contaminata, latte non trattato termicamente, carne, ecc.) E per via familiare (di norma, questo è più tipico per i bambini).

Il periodo di incubazione della malattia è di 3-14 giorni (a volte può essere esteso al 21 ° giorno). Con la via alimentare dell'infezione, il periodo di incubazione è molto più breve rispetto all'infezione da acqua o da contatto domestico. Più breve è il periodo di incubazione dell'infezione, più grave è il decorso della febbre tifoide e più acuta l'insorgenza della malattia.

Come si può sospettare la febbre tifoide?

La diagnosi completa della febbre tifoide si basa su un'analisi dei sintomi clinici, dati su una storia epidemica e analisi. Un ruolo importante nella diagnosi è la presenza di una storia di:

  • contatto con un paziente con febbre tifoide o pazienti febbrili;
  • viaggi in aree endemiche per la febbre tifoide;
  • consumo di latte crudo, carne non trattata termicamente e carne macinata, frutta o verdura non lavate;
  • l'uso di prodotti lattiero-caseari o di carne preparati da privati ​​in condizioni antigieniche (shawarma, patè, ecc., acquistati in mercati e bancarelle spontanei);
  • mangiare in ristorazione pubblica o caffè con un basso livello di controllo sanitario, ecc..

Quando si esamina un paziente, in primo luogo, si attira l'attenzione su se stessi:

  • letargia, sonnolenza e dinamismo;
  • la presenza di febbre 39-40 gradi;
  • abbassamento della pressione sanguigna;
  • bradiaritmia, comparsa di soffio sistolico grossolano;
  • addome gonfio, doloroso alla palpazione con linfonodi mesenterici ingrossati. Si nota un sintomo di Padalka: con la palpazione e le percussioni della regione iliaca destra, viene rivelato un forte rombo e accorciamento del suono delle percussioni.
  • lamentele di insonnia, mal di testa, grave debolezza, costipazione;
  • giallo della pelle su piedi e suole;
  • crepe e ulcere sulle labbra, così come la lingua tifo o "fritta" (placca grigiastra al centro con un bordo rosso brillante ai bordi);
  • ingrossamento del fegato e della milza dal quarto giorno;
  • eruzione di roseolous da 8 giorni;
  • delirio, deliri, psicosi e allucinazioni del paziente.

Diagnosi di laboratorio della febbre tifoide

I primi due o tre giorni di malattia nell'analisi del sangue generale indicano un moderato aumento dei globuli bianchi o una leggera leucopenia (una diminuzione del numero di globuli bianchi). Dal quarto al quinto giorno di malattia nelle analisi, compaiono un'accelerazione del tasso di sedimentazione eritrocitaria e una grave leucopenia.

ELENCO DEI CENTRI MEDICI,
RICEVERE BIOMATERIAL PER LA RICERCA SU COVID-19 (SARS-CoV-2)

Costo del servizio: Mosca e regione di Mosca

L'assunzione di biomateriale viene pagata in più

Raccolta di sangue da una vena periferica: 200,00 r.

97-20-200. Anticorpi anti-Vi-antigene (tifo) RPHA

Nomenclatura MZRF (numero d'ordine 804n): A26.06.077.000.02 "Determinazione degli anticorpi dell'antigene del tifo salmonella Vi (Salmonella typhi) mediante il metodo della reazione passiva di emoagglutinazione (RPHA) nel sangue"

Biomateriale: siero di sangue

Durata (in laboratorio): 3 giorni lavorativi *

Descrizione

Lo studio ha lo scopo di determinare gli anticorpi dell'antigene tifoide nel siero del sangue per diagnosticare la malattia e fornisce anche informazioni per valutare l'intensità dell'immunità alla malattia dopo la vaccinazione.
La febbre tifoide è una malattia infettiva causata da Salmonella Typhi. È un batterio con un antigene Vi somatico di superficie. La malattia è grave e prolungata, con lo sviluppo di complicazioni pericolose. La fonte di infezione sono solo i malati e i portatori di batteri.
Il periodo di incubazione va da 3 giorni a 3 settimane. Durante questo periodo, il paziente potrebbe non sospettare di essere infetto, pertanto è in grado di infettare attivamente gli altri con scarsa igiene personale.
La malattia inizia gradualmente con malessere generale, mal di testa, aumento della debolezza, diminuzione dell'appetito. Quindi febbre debilitante, danno al sistema nervoso centrale (sotto forma di letargia), coscienza compromessa, i pazienti iniziano a rave (stato tifoide). Un'eruzione monomorfa (roseola elevata) appare sulla pelle del tronco e del torace, le feci diventano liquide, le ulcere tifoidi si formano nell'intestino.
In assenza di terapia o trattamento insufficiente, la malattia può essere complicata da perforazione intestinale, sanguinamento interno, peritonite. Il 5% dei pazienti può sviluppare un batterioportatore tifoide cronico.

Indicazioni per l'appuntamento

  • Per l'esame di pazienti con un quadro clinico di infezione intestinale (nausea, vomito, feci molli, malessere generale, febbre).
  • Identificare i trasportatori batterici di Salmonella Typhi, anche tra i gruppi trattati (operatori del settore alimentare, operatori del servizio alimentare).
  • Valutazione dell'efficienza di vaccinazione del tifo.
  • Esame dei pazienti a contatto con la febbre tifoide.

Preparazione allo studio

Non è richiesta una preparazione speciale per lo studio. Il prelievo di sangue viene effettuato a stomaco vuoto o non prima di 4 ore dopo un pasto insalubre. È consentito bere acqua pura non minerale e non gassata. Tè, caffè, succo di frutta sono vietati.

Interpretazione dei risultati / Informazioni per gli specialisti

Il risultato dello studio è di alta qualità.

Valori di riferimento: non rilevato.

Fattori che influenzano il risultato:

  • emolisi del campione;
  • reazione crociata con altri agenti patogeni del genere Salmonella (falso positivo);
  • l'uso della terapia antibatterica;

Dove passare l'analisi?

Indirizzi dei centri medici in cui è possibile ordinare uno studio, specificare per telefono 8-800-100-363-0
Tutti i centri medici CITILAB a Mosca >>

Questo servizio è spesso ordinato

Il codiceNomeTerminePrezzoOrdine
23-12-001Glucosioda 1 giorno lavorativo.260,00 r.
27-20-001Colesterolo totaleda 1 giorno lavorativo.280,00 r.
41-20-001Combo HIV (HIV): At a virus dell'immunodeficienza umana 1, 2 + antigeneda 1 giorno lavorativo.480,00 r.
42-20-010Antigene del virus dell'epatite B (HBsAg)da 1 giorno lavorativo.380,00 r.
44-20-500Reazione di microprecipitazione con antigene nontreponemico (RPR)da 1 giorno lavorativo.380,00 r.

* Il sito indica la durata massima possibile dello studio. Riflette il tempo impiegato per completare lo studio in laboratorio e non include i tempi per la consegna del biomateriale al laboratorio..
Le informazioni fornite sono solo di riferimento e non sono un'offerta pubblica. Per informazioni aggiornate, contattare il centro medico o il call center del contraente.

Analisi del sangue febbre tifoide

L'infezione intestinale acuta causata dal bacillo tifoide è chiamata febbre tifoide. La malattia ha un decorso rigorosamente ciclico con sintomi caratteristici di danno al tratto gastrointestinale. Test di laboratorio su sangue, urine, feci aiuteranno a diagnosticare la patologia.

La causa dell'infezione è il microrganismo Salmonella. È mobile, vive e si riproduce a basse temperature. L'endotossina prodotta da essa è pericolosa per l'uomo. Una grande quantità di bacillo tifoide nel sangue (batteriemia) provoca un aumento della milza e del fegato, aumentando l'intossicazione, il danno al flusso linfatico dell'intestino tenue.

La virulenza della salmonella addominale è molto elevata, ma diminuisce sotto l'influenza di una serie di fattori. Il virus muore quando bollito, esposto alla luce solare, disinfettanti: alcool etilico, cloruro di mercurio, cloramina.

L'infezione si verifica attraverso le vie fecale-orale e domestica attraverso l'acqua e il cibo. L'infezione viene trasmessa solo da persona a persona, mentre il corriere può essere sia malato che sano. Il trasporto cronico è annotato nel 5% di casi, la morte - non più dell'1%.

La malattia ha sintomi non specifici. Il test della febbre tifoide è necessario per aiutare le persone che lavorano con prodotti provenienti da paesi con clima caldo e con le prime manifestazioni cliniche. I sintomi principali sono:

  • febbre;
  • costipazione o diarrea;
  • rivestimento grigio sulla lingua;
  • ritardo della coscienza;
  • eruzione cutanea rossa sul corpo;
  • dolore, gonfiore;
  • tosse umida;
  • diminuzione dell'appetito;
  • sangue nelle feci;
  • nausea;
  • sete intensa.

La diagnosi differenziale di patologia consiste in metodi di ricerca di laboratorio. È possibile condurre ricerche negli ospedali municipali o nei laboratori a pagamento. Metodi di ricerca:

  1. Clinica generale: indicare le condizioni generali del paziente, il grado di disidratazione, la presenza del processo infiammatorio. L'accuratezza della ricerca è bassa..
  2. Batteriologico - usato per identificare l'agente causale delle specie tifoidi nel corpo, ha un grado medio di accuratezza.
  3. Sierologico: il gruppo più accurato di metodi per determinare gli antigeni del coli addominale.

Questo gruppo di metodi viene utilizzato per la diagnosi precoce specifica della malattia. Le analisi vengono eseguite prima di utilizzare la terapia antibatterica. Il materiale per lo studio sono fluidi biologici (urina, sangue, bile, feci). Una breve descrizione dei metodi:

Il metodo di campionamento del biomateriale

Semina il sangue su un mezzo nutriente da bile, glucosio e colorante. Lo studio è condotto al culmine della febbre.

Sangue dalla vena ulnare. 2-3 volte al giorno.

Il coprogramma viene utilizzato per stabilire il trasporto della patologia. È detenuto per dipendenti di servizi idrici, reti di ristorazione di scuole, asili nido.

Vengono esaminati 10-15 g di feci molli, vengono esaminate le impurità di muco, sangue, pus in esso contenute..

Per la coltura dell'urina, viene utilizzato un precipitato, che viene posto in una centrifuga e quindi placcato su terreni di coltura.

40-50 ml di urina vengono raccolti in un contenitore sterile dopo l'igiene degli organi genitali esterni.

Questi metodi sono utilizzati non prima della seconda settimana della malattia. La diagnosi sierologica si basa sull'identificazione di antigeni e anticorpi specifici nel sangue del paziente. Utilizzando metodi ELISA (test di immunoassorbimento enzimatico), coagglutinazione (rilevazione di antigeni mediante anticorpi ed elettroliti). Le principali reazioni sierologiche:

Reazione di emagglutinazione indiretta (RNGA)

Determinazione di anticorpi e antigeni utilizzando globuli rossi che precipitano in presenza di immunoglobuline.

Sangue a digiuno dalla vena ulnare.

Diluizione a fasi del siero del sangue dopo la coagulazione. Aiuta a determinare la presenza di O-antigene..

15 ml di sangue venoso dal gomito

RPHA per febbre tifoide (test di emoagglutinazione passiva)

Rilevazione di anticorpi specifici per l'agente patogeno

Il sangue scorre dalla vena cubitale

Viene utilizzato quando un paziente visita per la prima volta un medico. I cambiamenti nei valori non diagnosticano direttamente la febbre tifoide, ma contribuiscono a stabilire le condizioni generali del paziente. La clinica include:

  • Emocromo completo (emogramma): viene eseguito su VES (tasso di sedimentazione eritrocitaria), leucopenia (riduzione dei globuli bianchi) e leucocitosi (diminuzione della resistenza corporea). Il costo medio è di 300 rubli.
  • Biochimica: determinazione della concentrazione proteica, che indica lo stadio della malattia. Il prezzo varia tra 300-500 rubli.
  • Analisi delle urine - la determinazione della presenza e aumento del numero di globuli rossi e proteine. Il costo medio è di 250 rubli.

Metodi aggiuntivi sono utilizzati per diagnosticare la malattia. Questi includono:

  • identificazione di globuline specifiche da M a salmonella tifoide (600 rubli);
  • Analisi PCR per determinare il DNA dell'agente patogeno (350 rubli);
  • radiografia del torace (500 rubli);
  • Ultrasuoni degli organi addominali (800 rubli);
  • ecocardiogramma (400 sfregamenti).

Per l'affidabilità dei dati ottenuti, si dovrebbe preparare correttamente per gli studi sul tifo. Regole fondamentali:

  1. Prendi il biomateriale al mattino a stomaco vuoto.
  2. Non bere alcolici e cibi grassi il giorno prima dell'analisi.
  3. Non fumare 3-4 ore prima dello studio.
  4. Entro 3 giorni prima dell'analisi, l'uso di droghe dovrebbe essere escluso, se possibile..
  5. Rifiuta da un aumento dello stress fisico ed emotivo.

Se la conclusione sull'analisi è negativa, ciò indica l'assenza di patologia nel 90% dei casi. Nelle fasi iniziali, gli anticorpi potrebbero non essere rilevati; saranno necessari test ripetuti. In questo caso, un risultato negativo indica che la persona era malata di tifo. Una conclusione positiva indica la presenza di infezione acuta o il suo trasporto.

La febbre tifoide si sviluppa quando i batteri della Salmonella entrano nel corpo. Può essere introdotto nell'intestino attraverso alimenti non lavati, acqua contaminata, trascurando le norme igieniche (ad esempio, durante l'uso di asciugamani con una persona che trasporta i batteri).

La via di trasmissione è fecale-orale. Poiché il quadro clinico della malattia non presenta sintomi specifici, per confermare la diagnosi, è necessario condurre un'analisi per la febbre tifoide, che aiuterà a determinare la presenza dell'agente patogeno nel corpo.

Un esame del sangue per la febbre tifoide può essere somministrato in due casi:

  • con la manifestazione di una clinica caratteristica dell'infezione intestinale;
  • prevenire le epidemie (è un'analisi obbligatoria quando si estende il libro sanitario).

Se il paziente si rivolge al medico con una denuncia per problemi digestivi e ipertermia, il medico, sulla base delle manifestazioni della malattia, farà un'ipotesi sullo sviluppo dell'infezione intestinale. I seguenti reclami dei pazienti indicano la presenza di febbre tifoide:

  • dolore addominale;
  • segni di avvelenamento (nausea, vomito, debolezza, perdita di appetito, ipertermia);
  • problemi con le feci (costipazione, diarrea un po 'meno frequente);
  • disidratazione (sete grave, lingua coperta da un rivestimento bianco, desquamazione della pelle);
  • è possibile la formazione di roseol (un'eruzione cutanea appare una settimana dopo l'infezione. Quando viene premuto, scompare e poi ricompare. Il numero di eruzioni cutanee va da 4 a 25 elementi).

La febbre tifoide, di regola, procede come segue. Insorgenza acuta della malattia nel 30% dei casi. I sintomi di avvelenamento, insonnia, mal di testa, debolezza si intensificano gradualmente. La temperatura corporea aumenta per diversi giorni e raggiunge valori febbrili. Appare l'inibizione delle reazioni, lo stomaco si gonfia, appare flatulenza, brontolio.

L'agente causale del tifo nell'acqua dolce può rimanere vitale per un massimo di un mese e nei prodotti agricoli per un massimo di 10 giorni, nei prodotti lattiero-caseari si moltiplica e si accumula. Housefly è anche in grado di trasferire batteri al cibo.

I primi segni della malattia compaiono 7–23 giorni dopo l'infezione, quindi è estremamente difficile stabilire la fonte esatta. La febbre tifoide deve essere differenziata da tubercolosi, brucellosi, tifo, colera, peste e altre malattie in cui il paziente sviluppa febbre e intossicazione.

Per confermare la febbre tifoide, vengono prescritti test di laboratorio che devono essere eseguiti prima dell'inizio della terapia antibiotica (l'assunzione di farmaci antibatterici può influenzare la diagnosi).

Per l'esame, possono prendere sangue, feci, urina, bile, liquido cerebrospinale (se si sospetta una complicazione). I seguenti test per la febbre tifoide possono essere prescritti a seconda dello stadio della malattia e dei sintomi..

Con esso viene studiato il plasma sanguigno. È necessario rilevare anticorpi specifici prodotti dall'immunità umana. L'analisi può essere effettuata solo 4-5 giorni dopo l'infezione da febbre tifoide, poiché il corpo non ha precedentemente sintetizzato anticorpi.

Nominato per determinare le caratteristiche quantitative di tutte le cellule del sangue. In caso di infezione da febbre tifoide, i conteggi ematici normali cambiano.

Si verifica la leucopenia (il numero di leucociti diminuisce), l'aneosinofilia (non ci sono eosinofili), aumenta il numero di linfociti, che indica la presenza di infezione nel sangue.

Anche durante la febbre tifoide, aumenta il livello di neutrofili, leucociti sintetizzati dal corpo durante l'infiammazione, diminuisce il numero di piastrine responsabili della coagulazione del sangue.

Un esame del sangue approfondito è obbligatorio per l'ammissione al trattamento ospedaliero e durante la terapia al fine di rintracciare la dinamica. Per lo studio, un esame del sangue viene prelevato da una vena o da un dito.

Rileva le proteine ​​della fase acuta, deve essere eseguita prima di prendere l'antibiotico. Il test richiede 5-10 ml di sangue da una vena, i risultati dello studio possono essere trovati entro 24 ore.

Ci sono pochi batteri nel campione di sangue prelevato, quindi viene trasferito in un mezzo nutritivo (brodo di carne e peptone) e posto in un apparato termostatico. Il microrganismo in condizioni favorevoli inizierà a formare una grande colonia, che sarà adatta per la ricerca.

Dopo aver usato reagenti chimici e stabilire il tipo di batteri. Un test analogo viene eseguito da tutto il paziente con ipertermia, nonché durante il controllo della febbre tifoide. I risultati possono essere ottenuti 4-5 giorni dopo l'analisi, una risposta preliminare verrà data dopo 2 giorni. Serbatoio che semina la diagnosi di laboratorio più accurata della febbre tifoide.

Per rilevare una persona portatrice di bacillo tifoide, nonché per controllare l'effetto della vaccinazione contro la febbre tifoide, viene utilizzato RNGA (reazione indiretta di emoagglutinazione) o emoagglutinazione passiva (RPHA). Questo metodo aiuta a rilevare antigeni e anticorpi con globuli rossi che precipitano al contatto con l'antigene..

I globuli rossi, sui quali vengono assorbiti gli antigeni, aderiscono al contatto con l'anticorpo. Uno studio immunologico determina il livello di questi anticorpi. In una persona che soffre di febbre tifoide, può essere al livello di 1:40 e nel vincitore dell'infezione 1: 2000, quindi la diagnosi viene eseguita con un intervallo di 5 giorni per monitorare la dinamica.

Questa analisi è raramente prescritta, poiché il bacillo tifoide lascia il corpo solo 8-10 giorni dopo l'infezione. Questo metodo viene utilizzato per identificare le persone portatrici di infezione, ma che non si ammalano.

Il batterio tifoide viene rilevato nelle urine solo 1–1,5 settimane dopo l'infezione. Un'analisi delle urine può indicare evidenza indiretta di febbre tifoide, come la leucocitosi (nella fase iniziale della malattia, il numero di globuli bianchi aumenta e diminuisce drasticamente entro 7 giorni), leucopenia, aumento della VES, aneosinofilia e linfocitosi relativa.

Prima di raccogliere l'urina, il paziente deve condurre l'igiene degli organi genitali esterni, quindi raccogliere il materiale per l'analisi in un barattolo sterile. Per la diagnosi, saranno sufficienti 40-50 ml di urina. Per lo screening dell'infezione, viene utilizzato un precipitato, che viene trasferito su un mezzo nutritivo solido..

La possibilità di rilevare l'agente causale della febbre tifoide con metodi microbiologici è direttamente correlata al numero di batteri nel fluido biologico e all'uso della terapia antibatterica. Una settimana dopo l'infezione da Salmonella S. Typhi, i test sierologici di agglutinazione (RPHA per il tifo) danno una risposta positiva.

I test sierologici sono meno specifici dei metodi batteriologici, poiché una risposta positiva può indicare un'infezione causata da un altro tipo di salmonella. Uno studio aggiuntivo in cinque giorni aiuta a monitorare la crescita del titolo, tipico per l'infezione acuta..

Un esame del sangue per la febbre tifoide deve essere eseguito non solo da pazienti con segni caratteristici della malattia, ma anche da coloro che lavorano con un gran numero di persone o cibo. Questo viene fatto per prevenire la diffusione della febbre tifoide, poiché la persona infetta è in grado di essere portatrice di infezione per lungo tempo.

Il paziente rilascia il maggior numero di batteri con le feci durante il periodo dalla prima alla quinta settimana della malattia e con l'urina per 2-4 settimane. Ogni decima persona infetta rilascia bacillo tifoide nell'ambiente per 3 mesi e il 3-5% del numero totale di pazienti con tifo è portatore cronico dell'infezione, diffondendo il bacillo per diversi anni.

Con il passaggio e l'estensione dell'affondamento, è obbligatoria l'analisi della febbre tifoide. Molti non sanno da dove proviene il sangue per il test. Per diagnosticare un paziente, il sangue venoso viene prelevato dal gomito.

Lo studio è condotto in vitro, che significa letteralmente "in vitro". Per quanto tempo viene eseguito un test dipende dal carico di lavoro del laboratorio, almeno il risultato sarà pronto in due giorni. Come eseguire correttamente un'analisi per la febbre tifoide specificherà il medico che prescrive la direzione.

Se non ci sono chiarimenti, è necessario seguire le seguenti raccomandazioni:

  • devi dare sangue a stomaco vuoto;
  • il giorno prima dell'evento non puoi mangiare cibi troppo piccanti, salati, grassi o affumicati;
  • è necessario escludere l'uso di bevande alcoliche deboli e forti, medicine almeno tre giorni prima della donazione di sangue;
  • non è necessario modificare il regime di consumo, ma è meglio rifiutare il caffè;
  • vietato fumare un'ora prima dell'analisi.

Se non vengono trovati anticorpi contro la febbre tifoide, questa è la conferma che la persona non è portatrice di infezione. Se ci sono sintomi della malattia e il test non ha mostrato la presenza di una proteina specifica, è possibile che la risposta immunitaria non si sia ancora formata, poiché la patologia è in una fase iniziale.

Un risultato falso positivo dell'analisi è possibile se un batterio del genere Salmonella è presente nel corpo, ma provoca un'altra malattia, cioè il microrganismo è lì e il sistema immunitario risponde producendo anticorpi. Quali sono i test da eseguire con la sospetta febbre tifoide o quando si verifica la presenza di batterio trasportatore e dove è meglio passare il materiale biologico, il medico indicherà.

Se la febbre tifoide si manifesta in forma acuta, il paziente verrà ricoverato in un ospedale per malattie infettive. Al paziente vengono prescritti antibiotici, dieta e riposo a letto. Si consiglia di evitare qualsiasi sovratensione, anche quando si visita il bagno. La febbre tifoide, in assenza di un trattamento adeguato, può portare a shock tossico, perforazione della mucosa intestinale. La terapia dura da 2 a 4 settimane.

La febbre tifoide è una grave malattia infettiva causata da Salmonella S.typhi. La febbre tifoide può essere infettata attraverso acqua infetta, cibo e inosservanza delle norme igieniche di base (attraverso le mani sporche), nonché da un corriere sano di infezione.

I sintomi iniziali della febbre tifoide possono essere molto simili a molte altre malattie infettive, quindi se si sospetta un'infezione, deve essere fatta una diagnosi accurata per diagnosticare accuratamente la febbre tifoide, l'unico modo per rilevare il fatto dell'infezione e prescrivere il trattamento appropriato.

Un'analisi per la febbre tifoide deve essere superata con i seguenti sintomi:

  • un sentimento di debolezza e malessere generale;
  • un graduale aumento della temperatura corporea, entro il terzo o il quinto giorno dal momento dell'inizio del malessere, trasformandosi in febbre;
  • segni di intossicazione: perdita di appetito, insonnia;
  • segni di disidratazione: lingua "rivestita", sete, pelle secca;
  • dolore addominale, vomito, nausea;
  • feci instabili: diarrea e costipazione.

La febbre tifoide viene diagnosticata in base all'anamnesi, che può indicare il contatto con una persona malata, i sintomi caratteristici della malattia e le analisi di laboratorio.

Al fine di rispettare gli standard sanitari e la prevenzione della febbre tifoide con una frequenza di una volta all'anno, l'analisi viene data ai dipendenti delle scuole materne e mediche, della ristorazione e dell'industria alimentare, delle imprese del commercio alimentare.

Se ci sono sintomi della malattia, è necessario eseguire un esame del sangue per il tifo prima di assumere antibiotici, poiché dopo due o quattro giorni dall'inizio del trattamento, un esame del sangue può mostrare un risultato negativo. Per lo studio, è possibile assegnare una serie di test seguenti:

  • esame del sangue generale: può essere prescritto nei primi giorni della malattia, ma indica la presenza della febbre tifoide solo indirettamente;
  • un esame del sangue per coltura batterica, in cui i risultati possono essere ottenuti solo dopo 4-5 giorni e analisi batteriologiche di altri fluidi corporei;
  • esame del sangue biochimico: in presenza di febbre tifoide, mostra proteine ​​della fase acuta;
  • un esame del sangue che rivela il titolo di anticorpi per l'agente causale della malattia;
  • esame del sangue sierologico per tifo (reazione di Vidal): consente di identificare gli anticorpi dell'agente causale della malattia al quarto o quinto giorno della malattia.

Per la rilevazione di anticorpi contro la febbre tifoide, vengono anche utilizzati immunosorbenti enzimatici e esami del sangue radioimmuni..

La ricerca che utilizza la reazione di emoagglutinazione indiretta (RNGA) è il test più comune per la febbre tifoide, che viene utilizzato per identificare i portatori di infezione tra i lavoratori del settore alimentare. Il materiale per questa analisi è il sangue venoso. 30 minuti prima dell'analisi rnga.

Un risultato positivo di un esame del sangue per la febbre tifoide può indicare sia un decorso acuto della malattia, un'infezione già verificata, sia che la persona è portatrice dell'agente causale della malattia. Se i risultati sono negativi, il medico può trarre conclusioni sull'assenza di infezione, sulla forma precoce della febbre tifoide (se ci sono manifestazioni cliniche appropriate) o su un lungo periodo di tempo dopo il recupero.

Un risultato del test falso positivo è probabilmente in presenza di reazioni crociate con altri agenti patogeni delle malattie infettive del genere Salmonella. Inoltre, fattori come l'emolisi del campione e la terapia antibiotica (assunzione di antibiotici) possono influenzare i risultati dell'analisi..

L'analisi sierologica diagnostica per rilevare gli anticorpi sierici agli antigeni Vi dell'agente causale della febbre tifoide ha lo scopo di confermare o negare il trasporto.

scadenze7-8 giorni
Sinonimi (rus)Analisi sierologiche per gli anticorpi Vi dell'agente causale della febbre tifoide nel siero del sangue
Sinonimi (eng)Test di emoagglutinazione indiretta per anticorpi Vi di Salmonella typhi
Metodo di analisi
Reazione di emagglutinazione indiretta (RNGA)
Preparazione allo studioL'analisi viene eseguita al mattino a stomaco vuoto.
Dovrebbero trascorrere almeno 8 ore dall'ultimo pasto.
Escludere l'assunzione di alcol almeno 24 ore prima di assumere il biomateriale.
Non è consigliabile donare sangue per sierologia dopo fluorografia, radiografia, fisioterapia.
Biomateriale e metodi per la sua catturaSangue deossigenato

La febbre tifoide si riferisce a malattie intestinali infettive acute. È caratterizzato da un decorso ciclico con danno sistemico all'intestino, al sistema nervoso centrale, al fegato e al sistema linfatico; intossicazione generale del corpo, batteriemia persistente, in cui viene rilevata la presenza di batteri nel sangue. La fonte di infezione sono i pazienti che hanno avuto portatori di batteri.

L'agente causale della febbre tifoide - Salmonella Salmonella typhi, si riferisce ai batteri intestinali.

Il sistema antigenico del patogeno è rappresentato dagli antigeni O, H, Vi.

L'antigene Vi è un antigene di virulenza che forma la resistenza dell'agente causativo della salmonella tifoide alle reazioni di difesa dell'organismo. La presenza di anticorpi contro gli antigeni della Salmonella typhi Vi durante i test sierologici su campioni di sangue è un marker di batterio trasportatore.

La rilevazione di anticorpi verso gli antigeni eritrocitari Vi viene effettuata utilizzando il test sierologico indiretto di emoagglutinazione, RNGA, utilizzando speciali kit diagnostici.

  • basato sulla capacità di interazione di anticorpi sierici e antigeni fissati sui globuli rossi (eritrocita diagnostico); il risultato della reazione è l'aggregazione dei globuli rossi seguita da precipitazione, agglutinazione;
  • la natura del sedimento eritrocitario è giudicata dalla presenza di anticorpi (un caratteristico "ombrello") o dalla loro assenza (il precipitato ha la forma di un "punto");
  • è semiquantitativo; per la reazione, le diluizioni del siero del sangue vengono utilizzate per rilevare un titolo diagnostico;
  • il titolo diagnostico minimo durante la reazione è un indicatore di 1:40;
  • si osserva un aumento del valore diagnostico della reazione quando si utilizza la nuova analisi (metodo dei sieri accoppiati);
  • la reazione è altamente sensibile e specifica, può essere utilizzata nel quinto o settimo giorno della malattia.

I risultati dell'analisi possono essere positivi o negativi..

  • la rilevazione nel sangue di anticorpi anti-antigeni Vi del patogeno tifoide (il valore minimo del titolo diagnostico è 1:40) è considerata un'indicazione del fatto che il trasportatore batterico e la necessità di ripetere i test;
  • la risposta cattura il valore della didascalia;
  • può indicare il verificarsi di un'infezione acuta, una malattia passata, la vaccinazione;
  • in rari casi, può essere falso positivo a causa della reazione crociata.

Viene fornita una risposta negativa se non vengono rilevati anticorpi. Una situazione simile è possibile sia in assenza di infezione da patogeno tifoide che nelle prime fasi della malattia.

Questo studio è di particolare importanza nella prevenzione della diffusione della febbre tifoide da parte dei batterioterapici..

Costo dell'analisi Domanda: Ciao! Si prega di scrivere il costo delle seguenti analisi. Ho intenzione di prendere Sochi Staronasypnaya St., 22, Adler microdistrict, BC Office Plaza, et. 2 Per le donne: 1. Ultrasuoni degli organi pelvici nei 5-8 giorni del ciclo mestruale. 2. Definizione del gruppo sanguigno (incluso il fattore Rh). 3. Esame del sangue clinico, inclusa la coagulazione del sangue 4. Esame del sangue biochimico (incluso glucosio, proteine ​​totali, bilirubina diretta e indiretta, urea) 5. Esame del sangue per sifilide, HIV, epatite B e C 6. Coagulogramma indicazioni) 7. Analisi delle urine generale 8. Esame delle condizioni dell'utero e delle tube di Falloppio (laparoscopia, isterosalpingografia o isterosalpingoscopia) - secondo le indicazioni. 9.Esame infettivo: - esame batteriologico della vagina staccabile, canale cervicale dall'uretra (striscio sulla flora) - esame microscopico del canale cervicale staccabile per microrganismi anaerobici aerobi e facoltativi, Trichomonas, funghi Candida (coltura dal canale cervicale) - PCR (clamidia, urea e micoplasmi, virus dell'herpes simplex di tipo I-II, citomegalovirus) (canale cervicale) - determinazione di anticorpi di classe M, G per toxoplasma, rosolia (sangue) 10. ECG 11. Fluorografia dei polmoni (valida per 12 mesi). 12. Consultazione di un terapeuta 13. Colposcopia ed esame citologico della cervice. 14. Mammografia (donne di età superiore ai 35 anni), ecografia delle ghiandole mammarie (donne di età inferiore ai 35 anni). 15. Analisi cromosomica per coppie sposate di età superiore a 35 anni, donne con anamnesi di malformazioni congenite e malattie cromosomiche, anche tra parenti stretti; donne con amenorrea primaria. 16. Isteroscopia e biopsia endometriale (come indicato). 17. Esame ormonale: sangue per 2-5 giorni del ciclo mestruale: LH, FSH, prolattina, testosterone (St., totale), estradiolo, progesterone, cortisolo (800-1700), T3 St., T4 St., TSH, STH, AMG, 17-OP, DGA-S. sangue nel giorno 20-22 del ciclo: progesterone. 18. Consultazione dell'endocrinologo (secondo le indicazioni). 19. Conclusione di specialisti specializzati in presenza di patologia extragenitale (secondo le indicazioni). 20. Ultrasuoni della tiroide e delle ghiandole paratiroidi, reni e ghiandole surrenali (secondo le indicazioni). Per un uomo: 1. Esame del sangue per sifilide, HIV, epatite B e C (i test sono validi per 3 mesi). 2. Spermogramma e test MAP 3. Esame microscopico dell'eiaculato per microrganismi anaerobici aerobi e facoltativi, funghi Trichomonas, Candida (semina di eiaculato) (le analisi sono valide per 6 mesi). 4. PCR (clamidia, urea e micoplasma, virus dell'herpes simplex di tipo I-II, citomegalovirus) (eiaculato). 5. Consultazione dell'andrologo / urologo.

La febbre tifoide è una malattia infettiva acuta causata dal bacillo tifoide. La via di trasmissione è alimentare, il meccanismo è fecale-orale. L'agente causale causa batteriemia (una grande quantità di bacillo tifo nel sangue), elevata intossicazione, colpisce l'apparato linfatico dell'intestino tenue, del fegato e della milza (gli organi sono ingranditi). L'analisi diagnostica per la febbre tifoide nei primi giorni della malattia è difficile. Ciò è dovuto al fatto che il processo infettivo può avvenire in forma atipica o latente. Pertanto, con qualsiasi tipo di febbre, indipendentemente dalla sua intensità, viene eseguita una diagnosi di febbre tifoide 5 giorni consecutivi.

L'infezione è causata da un agente patogeno del genere Salmonella - Salmonella typhi. Questo è un stick gram-negativo mobile che vive in condizioni di accesso all'ossigeno. Non è in grado di formare controversie, ma è molto stabile nell'ambiente. Essendo in acqua, il bacillo tifoide rimane praticabile da 1 a 5 mesi. Nelle feci, è attivo per 25 giorni..

Con un moderato raffreddamento, ad esempio, in frigorifero, il microrganismo nei prodotti lattiero-caseari non solo è conservato, ma è anche in grado di riprodursi entro un mese. Le alte temperature sono dannose per l'agente patogeno. Quando bolle, il bacillo tifoide muore all'istante. Se l'acqua viene riscaldata a 60 ° C, il microrganismo morirà in 4-5 minuti. Sotto l'influenza della luce solare diretta, perde anche la sua vitalità..

Il bacillo tifoide è molto sensibile ai disinfettanti chimici. Se esposto a cloramina, cloruro di mercurio, lisolo, viene disinfettato in pochi minuti.

Il bacillo tifoide ha una struttura antigenica complessa. Ma a fini diagnostici, vengono utilizzati solo due complessi antigenici: O-antigene (termostabile somatico) e Vi-antigene (termolabile flagello). Il microrganismo patogeno è in grado di formare forme a L, che contribuiscono allo sviluppo del trasporto batterico e alla ricaduta della febbre tifoide..

Secondo il quadro clinico, la febbre tifoide è simile ad altre malattie infettive. Pertanto, è importante distinguerlo dai sintomi manifestanti da malattie come tifo, brucellosi, influenza, infezione da meningococco, febbre KU (coxiellosi).

Segni distintivi di febbre tifoide:

  • insorgenza acuta della malattia solo in 1/3 dei casi;
  • disturbi del sonno, debolezza e mal di testa aumentano gradualmente;
  • la pelle diventa pallida e secca;
  • ritardo delle reazioni;
  • l'intossicazione del corpo progredisce gradualmente;
  • la temperatura corporea aumenta lentamente, ma per i pazienti è difficile tollerare, mentre i pazienti non sudano, la pelle rimane asciutta;
  • il battito cardiaco rallenta, la pressione sanguigna diminuisce leggermente, con l'auscultazione, i suoni del cuore vengono smorzati;
  • appare una tosse morbida e umida, che si trasforma in bronchite precoce;
  • l'addome è gonfio, si sente il rombo, che sono localizzati nell'ipocondrio destro (regione del fegato).

Per rilevare la febbre tifoide nelle prime fasi della malattia, viene utilizzata l'emocoltura - analisi delle emocolture. Ciò è dovuto al fatto che la malattia infettiva è accompagnata da batteriemia intensiva, vale a dire i primi giorni della malattia, nel tardo periodo della malattia la quantità di bacillo tifoide nel sangue diventa significativamente inferiore.

Per isolare l'agente patogeno, il sangue prelevato dal paziente viene seminato su uno speciale mezzo nutritivo - brodo di carne e peptone.

Per lo studio donare sangue venoso dalla vena ulnare nella quantità di 10-15 ml tutti i pazienti con febbre alta. In alcuni casi, se si sospetta la febbre tifoide, la coltura del sangue può essere eseguita a temperatura normale nel paziente. Il sangue viene seminato immediatamente dopo la raccolta e inviato al laboratorio.

Quanta analisi viene fatta? I dati preliminari possono essere ottenuti in due giorni. Il risultato finale è noto per 4-5 giorni. Per confermare la diagnosi, viene eseguito un test di emocoltura 2-3 volte.

Per migliorare la qualità della cultura e la crescita del microrganismo, l'adrenalina viene somministrata al paziente 20 minuti prima del prelievo di sangue. L'emocoltura deve essere eseguita prima dell'inizio della terapia antibiotica, altrimenti i risultati dell'analisi non saranno affidabili.

Gli studi sierologici sono metodi diagnostici specifici per identificare l'agente patogeno. Il loro obiettivo è il rilevamento di anticorpi nel siero del sangue. Nella febbre tifoide, gli anticorpi vengono prodotti il ​​giorno 6-8 della malattia..

Questo è un metodo per determinare antigeni e anticorpi usando i globuli rossi che sono in grado di precipitare in presenza di antigeni. In precedenza, anticorpi e antigeni vengono adsorbiti e conservati in questa forma sulla superficie dei globuli rossi.

La RNGA viene eseguita in una diagnosi completa con altri test, durante la ricerca di fonti di infezione da febbre tifoide in caso di epidemia. Preparazione per lo studio:

  • sangue prelevato dalla vena cubitale;
  • il materiale dovrebbe essere preso a stomaco vuoto;
  • l'intervallo tra l'ultimo pasto e la donazione di sangue per almeno 8 ore.

L'RNGA della diagnosi del tifo rileva anticorpi Vi e O. Per un risultato positivo, i titoli diagnostici minimi dovrebbero essere 1:80 per gli anticorpi Vi, 1: 200 per gli anticorpi O.

Questo è un metodo di ricerca che identifica anticorpi specifici per l'agente patogeno nel siero del sangue..

Un test anticorpale per la febbre tifoide diventa positivo entro la fine della seconda settimana di malattia. Per risultati affidabili, un esame del sangue per la febbre tifoide viene ripetuto dopo 5 giorni. Se l'infezione è acuta, aumentano i titoli.

Il sangue per RPGA sulla febbre tifoide viene prelevato al mattino a stomaco vuoto dalla vena cubitale. Titoli diagnostici positivi per anticorpi Vi - 1:40, per O-anticorpi - 1: 200.

A fini diagnostici, è possibile utilizzare altri metodi sierologici:

  • IFM - microscopia a immunofluorescenza;
  • IFA - dosaggio immunoenzimatico;
  • reazione di coagglutinazione.

Con la febbre tifoide, è obbligatorio un esame del sangue generale. I suoi principali indicatori:

  • leucopenia - globuli bianchi nel sangue al di sotto del normale;
  • aneosinofilia - l'assenza di uno dei tipi di globuli bianchi - eosinofili;
  • linfocitosi relativa - indica una diminuzione della resistenza corporea;
  • ESR aumentato o moderato (tasso di sedimentazione eritrocitaria);
  • leucocitosi neutrofila - un numero anormalmente elevato di neutrofili - leucociti prodotti dal sistema immunitario in risposta a un processo infiammatorio acuto, con febbre tifoide - questa è batteriemia;
  • trombocitopenia: diminuzione del numero di piastrine responsabili della coagulazione del sangue.

Viene eseguito un esame del sangue generale al momento del ricovero in ospedale, nonché più volte durante il trattamento.

Questo metodo diagnostico non viene spesso utilizzato, poiché il bacillo tifoide appare nelle feci non prima della fine della 2a settimana o dell'inizio della 3a settimana di malattia. Fondamentalmente, questo metodo viene utilizzato per esaminare le persone per il trasporto. Inoltre, l'analisi batteriologica delle feci per la febbre tifoide viene eseguita per affondare i lavoratori delle istituzioni per bambini, la ristorazione, l'approvvigionamento idrico.

  1. 3-4 g prima di prendere le feci, è necessario prendere 30 g di sale di magnesia per rendere le feci più morbide.
  2. Il materiale per la ricerca dovrebbe essere preso solo dalla parte liquida.
  3. Se nelle feci si trovano impurità di sangue, pus, muco, devono essere raccolte per l'analisi.
  4. La quantità di feci - 10-15 g, viene raccolta con una spatola sterile di legno o di plastica e posta in un barattolo con un collo largo.

È meglio seminare immediatamente al letto del paziente. Se non è possibile consegnarlo immediatamente al laboratorio, le feci vengono introdotte in un conservante speciale.

Nei campioni di urina, il bacillo tifoide viene rilevato a 3-4 settimane di malattia. Regole per la raccolta delle urine per l'esame:

  • condurre un servizio igienico completo dei genitali esterni;
  • in pazienti gravemente malati, l'urina viene raccolta usando un catetere;
  • la quantità richiesta di urina è di 40-50 ml.

L'urina viene consegnata al laboratorio. Per la semina usare sedimenti. Per ottenerlo, il materiale viene centrifugato e quindi seminato su mezzi nutrienti solidi..

Per ottenere una parte della bile per l'analisi, viene emesso un suono duodenale al paziente. Per una migliore scarica della bile, una soluzione di 40-50 ml di magnesia viene iniettata nel duodeno attraverso una sonda. Tre porzioni vengono raccolte in provette: A, B, C, ciascuna con un volume di 5-10 ml.

La bile viene seminata in fiale con brodo nutritivo. Se la bile contiene fiocchi o altre inclusioni, non è adatta per la ricerca. Le colture vengono poste in termostati con una temperatura costante di 37 ° C e la coltura viene coltivata per 20 ore.

Un test per la febbre tifoide con un risultato positivo conferma la presenza di infezione nel corpo. Gli indicatori negativi indicano l'assenza della malattia o il suo periodo iniziale. Se i risultati del test sono falsi positivi, ciò può indicare una reazione crociata con altre infezioni. Una risposta inaffidabile può anche essere quando si assumono farmaci antibatterici.

La diagnosi della febbre tifoide è difficile a causa della complessa differenziazione della malattia dai sintomi simili di disturbi intestinali, tubercolosi o colera. I test per la febbre tifoide e altri studi sono di solito prescritti nella fase di fissaggio di una temperatura febbrile costante (38-39 0 С) e segni caratteristici stabili. Oltre a determinare la diagnosi di malattia, un'analisi della febbre tifoide è obbligatoria per i lavoratori della ristorazione, i dipendenti delle istituzioni mediche e dei bambini, i rappresentanti del settore alberghiero o dei servizi di sanatorio.

L'agente eziologico della malattia infettiva, il batterio Salmonella typhi, penetra nel corpo umano attraverso oggetti comuni - ad esempio giocattoli nell'asilo o articoli per l'igiene personale, latticini mal lavorati, acqua sporca. Non importa quanti anni ha l'infezione, una volta che si ammala, una persona ottiene un'immunità stabile alla reinfezione.

Secondo le statistiche, il rischio di penetrazione dei batteri della Salmonella è più elevato tra gli studenti più giovani, ma ciò non esclude il fatto che l'agente causale del tifo o una malattia nella forma acuta degli anziani.

Un'analisi per la febbre tifoide viene eseguita in presenza di tutti i segni caratteristici dei seguenti (ad eccezione dell'eruzione cutanea, che non si verifica in tutti i casi di infezione):

  • sete costante con una costante sensazione di serraggio, secchezza delle fauci, sbiancamento e desquamazione della pelle del viso e del corpo, gonfiore e rivestimento con un rivestimento biancastro della lingua;
  • dolore addominale periodico acuto;
  • sintomi di intossicazione - vomito, nausea rotolante, scarso appetito, perdita di forza, sudorazione;
  • difficoltà alle feci o alla diarrea;
  • la comparsa di un'eruzione di roseol che diventa indistinguibile quando viene premuto.

I sintomi sono caratterizzati da un accumulo graduale, ma in un terzo di tutti i casi è possibile un'insorgenza acuta della malattia, con la presenza di più segni contemporaneamente e, necessariamente, con una temperatura nell'intervallo 38-39 0 С. Se il decorso della malattia è standard, seguirà questo algoritmo:

  • debolezza inaspettata, scarso sonno, problemi con le feci;
  • mal di testa, aumento del malessere generale, febbre;
  • la temperatura entro 3-5 giorni raggiunge valori indicativi fino a 39 0 e si ferma a questo punto;
  • forti dolori addominali, compaiono formazione di gas, la reazione di una persona agli stimoli esterni diventa noiosa, le sue condizioni possono essere chiamate "inibite". Roseol può apparire nello stesso periodo..

Poiché l'insorgenza dei sintomi dell'infezione si verifica non prima del settimo giorno dall'ingestione del bacillo tifoide nell'intestino, è quasi impossibile determinare l'origine del patogeno infettivo.

Ancor prima di ottenere i risultati degli esami di laboratorio, il quadro clinico della totalità dei segni consente al medico di diagnosticare la febbre tifoide e iniziare il trattamento del paziente in isolamento da pazienti di altri gruppi di malattie. Nonostante il fatto che la diagnosi si basi su uno studio completo del sangue, se si sospetta il tifo, saranno necessari altri campioni, ad esempio urina, bile, feci.

Prima di prelevare campioni biologici, si raccomanda di osservare le condizioni di preparazione in modo che i dati ottenuti abbiano un grado minimo di errore:

  • Non assumere medicinali per tre giorni prima della consegna del materiale;
  • 24 ore prima del campionamento, non bere bevande contenenti alcol;
  • 2-4 ore prima dei test, non è possibile fumare, sforzare fisicamente e astenersi dall'esperienza e dalle emozioni negative;
  • tutti i campioni vengono prelevati al mattino, a stomaco vuoto del paziente;
  • alla vigilia della consegna di materiale biologico non può essere consumato: uova, latticini e prodotti a base di latte acido, carni affumicate, carne di maiale, agnello, piatti piccanti e salati.

Tutti i tipi di esami aggiuntivi che possono causare disagio o richiedere una preparazione separata devono essere eseguiti dopo aver effettuato test di laboratorio.

Un esame del sangue clinico aiuta a determinare il cambiamento nei principali indicatori dello stato del corpo nel suo insieme. I valori principali che indicano l'attività dell'agente causale del tifo nel corpo sono la distorsione (rispetto ai valori normali) dei seguenti dati:

  • una diminuzione della conta dei globuli bianchi;
  • mancanza di eosinofili nel sangue;
  • linfocitosi dei parametri relativi, che indica una bassa risposta immunitaria;
  • elevata velocità di eritrosedimentazione (parametri ESR);
  • valori criticamente sopravvalutati di neutrofili;
  • basso numero di piastrine.

Il prelievo di sangue per la ricerca viene effettuato dalla vena del paziente immediatamente dopo il ricovero nel reparto infettivo dell'ospedale. Successivamente, il sangue verrà prelevato più volte durante il processo di trattamento e prima della dimissione.

Un esame del sangue biochimico viene anche somministrato da una vena prima dell'inizio del trattamento antibatterico. Ottenuti entro 24 ore, i risultati dello studio determinano la presenza di proteine ​​di fase acuta sintetizzate nel fegato come risposta all'infezione.

Per gli studi sierologici, il plasma viene rilasciato dal sangue di una persona malata, dove la presenza di anticorpi caratteristici è cruciale.

Un'analisi è considerata efficace se presa non prima del quinto giorno dal momento della penetrazione del bacillo tifo nell'intestino, poiché è in questo periodo che l'organismo richiede di produrre anticorpi contro il patogeno infettivo.

I valori sovrastimati degli anticorpi rilevati indicano un alto livello di risposta immunitaria all'infezione, che è specifico in due casi:

  • in fase di recupero;
  • se una persona malata è portatrice di bacillo tifoide.

Per ottenere una risposta affidabile, vengono eseguiti studi sierologici il 7-10 ° giorno dall'inizio dei sintomi iniziali.

L'inoculazione batterica di materiale biologico consente di rilevare la malattia in una fase precoce dell'infezione. Il sangue viene spesso utilizzato come fluido di prova - questo si chiama coltura di sangue. Il prelievo di sangue viene preferibilmente eseguito in un momento in cui la temperatura corporea del paziente è superiore a 38 ° C. Il terreno di coltura Rappoport viene utilizzato per la coltura, in cui vengono posti 15-20 ml di sangue del paziente. Quindi, per dieci giorni, il personale di laboratorio nota quotidianamente la crescita delle colonie batteriche nel campione e, se vengono rilevate in modo dinamico, effettua la successiva inoculazione in una capsula di Petri. Qui, i batteri vengono analizzati per 24 ore sotto test costanti, inclusa la sensibilità ai farmaci antibatterici..

La coltura delle urine è indicativa in qualsiasi fase della malattia, tuttavia, il periodo migliore per la rilevazione dell'agente patogeno è dal 21 ° giorno dal momento dell'infezione. Il principio di condurre studi di test della lezione è lo stesso di quando si osserva il sangue del paziente.

Lo studio delle feci viene effettuato tra la terza e la quinta settimana della malattia, mentre solo la sostanza liquida delle feci è considerata adatta per la semina. Per i pazienti infetti questo tipo di analisi viene usato raramente, ma è considerato ragionevole per gli esami periodici di lavoratori affondati.

Il RIF è un metodo di ricerca di emergenza utilizzato per sospettare la febbre tifoide, quando i sintomi sono lievi o c'è motivo di credere che una persona possa essere infettata. Gli anticorpi speciali colorati con elementi fluorescenti vengono iniettati nel campione biologico prelevato dal paziente che, quando combinato con gli antigeni dell'agente infettivo, inizia a produrre un bagliore. Questa caratteristica, chiaramente visibile quando si esamina un campione al microscopio, suggerisce la presenza di bacillo tifoide.

ELISA, contrariamente al metodo precedente per determinare antigeni e anticorpi, può persino valutare con precisione il loro numero. Sulla base dei dati ottenuti, il medico conclude che il regime terapeutico iniziato è corretto.

RNGA si riferisce ai tipi più accurati di diagnosi nei casi di sospetta febbre tifoide, poiché questa reazione è sensibile a 3 antigeni del bacillo tifo. Quando si esegue questo tipo di analisi, vengono valutati i globuli rossi che hanno un'immunità stabile agli antigeni patogeni. L'RNGA viene diagnosticato più volte e un aumento dei titoli di anticorpi O è considerato la norma per una risposta positiva. Se vengono rilevati titoli aumentati di anticorpi H e Vi, ciò indica un rapido recupero del paziente o il suo stato di portatore di un patogeno batterico.

Il controllo più rigoroso della febbre tifoide si osserva in relazione ai dipendenti delle scuole materne e di miglioramento della salute, ai dipendenti dei centri di nutrizione e delle istituzioni sanitarie. Se viene trovato un corriere di infezione tra i dipendenti di queste istituzioni, le misure di doppio disinfettante vengono eseguite sul posto di lavoro della persona malata.

La prevenzione individuale di una malattia infettiva è l'igiene personale, che include l'isolamento obbligatorio di oggetti personali da luoghi pubblici. Per prevenire l'infezione attraverso il cibo, non mangiare frutta e verdura non lavate, latticini non cotti e uova crude. Di grande pericolo è l'acqua di rubinetto ininterrotta o reclutata da fonti discutibili, l'acqua.

Poiché i bambini in età scolare o primaria sono più sensibili alle infezioni da tifo rispetto alla popolazione adulta, i genitori dovrebbero prestare maggiore attenzione al fatto che i dipendenti dell'istituto visitati dal proprio figlio dispongano di tutti i referti medici necessari sul proprio stato di salute. Ciò escluderà quasi il 100% la possibilità di infezione del bambino con un pericoloso bacillo tifoide.

Scarica il modulo di analisi del sangue typhoid fb2

Decodifica di un esame del sangue per Helicobacter pylori. Nella febbre tifoide, un esame del sangue generale mostra un aumento del numero di forme nei primi due giorni della malattia e una diminuzione nei giorni seguenti. Non è necessaria una preparazione speciale per il prelievo di sangue per l'analisi in Invitro, Prelevare il sangue con uno stomaco addominale a stomaco vuoto o dopo un'analisi del tifo dopo colazione o pranzo.

I pazienti tifoidi vengono dimessi dall'ospedale non prima di tre settimane dopo l'abbassamento della temperatura, a condizione che i risultati dei test batteriologici siano negativi. Sangue Anticorpi anti-Vi, l'agente eziologico della febbre tifoide. Puoi prendere il tifo sia a casa che in viaggio.

I risultati di tutti gli esami e studi medici sono registrati sotto forma di un libro di medicina personale. L'ambito della ricerca e dell'ispezione è determinato rigorosamente dalla presunta specializzazione del futuro dipendente. Di seguito forniamo varie opzioni per la progettazione di un libro medico personale, per vari tipi di attività di un dipendente: esame del sangue per RNGA, febbre tifoide (arrendersi una volta ad ogni nuovo impiego in questa specializzazione); Analisi delle feci per uova di verme; Analisi delle feci per enterobiosi.

La febbre tifoide è una malattia infettiva acuta con trasmissione fecale-orale, il cui agente causale è la Salmonella typhi. Il periodo di incubazione dura in media giorni. La malattia inizia gradualmente con malessere generale, insonnia e mal di testa, quindi si uniscono a febbre, sintomi di danno al sistema nervoso centrale sotto forma di letargia, compromissione della coscienza e delirio, nonché disturbi delle feci e un'eruzione cutanea caratteristica nell'addome e nel torace.

La fonte dell'infezione è rappresentata dai portatori di batteri tifo e S. typhi. Emocromo completo (senza emocromo e VES). Formula dei leucociti. La velocità di eritrosedimentazione (VES). Un'analisi per la febbre tifoide viene fornita in presenza di tutti i segni caratteristici dei seguenti (ad eccezione di un'eruzione cutanea, che non si verifica in tutti i casi di infezione): sete costante con una sensazione costante di serraggio, secchezza delle fauci, sbiancamento e desquamazione della pelle del viso e del corpo, gonfiore e rivestimento con un rivestimento biancastro L'analisi del sangue clinica aiuta a determinare il cambiamento nei principali indicatori dello stato del corpo nel suo insieme.

I valori principali che indicano l'attività dell'agente causale del tifo nel corpo sono la distorsione (rispetto agli indicatori normali) dei seguenti dati: una diminuzione del livello dei leucociti; mancanza di eosinofili nel sangue. Quando si sceglie dove effettuare l'analisi "Anticorpi contro l'agente causale della febbre tifoide Salmonella typhi (test RPHA per anticorpi contro S. typhi, test sierico semiquantitativo IHA sul siero)" a Mosca e in altre città della Russia, non dimenticare che il prezzo dell'analisi, il costo della procedura per l'assunzione del biomateriale, I metodi e le scadenze per la ricerca negli studi medici regionali possono variare. Si raccomanda un prelievo di sangue non prima di 4 ore dopo l'ultimo pasto. risultati di esempio su un modulo *.

Scarica esempio. * Attiriamo la vostra attenzione sul fatto che quando si ordinano diversi studi, diversi risultati della ricerca possono riflettersi su un unico modulo. In questa sezione. Sangue su RW, striscio, dermatofenerologo 2 volte l'anno.

Sangue su RW, striscio, dermatatovenerologo una volta all'anno. Sangue su RW, striscio, dermatatovenerologo una volta all'anno. ORL, dentista, coltura batterica dalla gola e dal naso per forme patogene di stafilococco (ogni anno).

Febbre tifoide una volta ogni 5 anni o quando si cambia lavoro. - Febbre tifoide una volta ogni 5 anni o quando si cambia lavoro. - Infezioni intestinali 1 volta in 5 anni o quando si cambia lavoro. Test HIV una volta all'anno. Analisi di HBs (epatite B) 1 volta all'anno. Uova di elminto ed enterobiosi 1 volta all'anno. - ORL, dentista, coltura batterica dalla gola e dal naso per forme patogene di stafilococco (ogni anno).

Analisi dell'HCV (epatite C) 1 volta all'anno. Esame del sangue sierologico per la febbre tifoide con antigene Vi. L'analisi diagnostica sierologica per rilevare gli anticorpi sierici agli antigeni Vi dell'agente causale della febbre tifoide ha lo scopo di confermare o negare il trasporto. Scadenze. giorni. Sinonimi (rus). Analisi sierologiche per gli anticorpi Vi dell'agente causale della febbre tifoide nel siero. Sinonimi (eng). Test di emoagglutinazione indiretta per anticorpi Vi di Salmonella typhi.

Forme di febbre tifoide. La febbre tifoide a volte può verificarsi atipicamente, cioè non include sintomi specifici. Distinguere tra forme subcliniche abortive e cancellate. I possibili cambiamenti nell'analisi del sangue clinica per la febbre tifoide sono: un moderato aumento dei globuli bianchi (globuli bianchi); leucopenia (riduzione della conta dei globuli bianchi).

Febbre tifoide e paratifo nei bambini. RCHR (Centro Repubblicano per lo Sviluppo Sanitario del Ministero della Salute della Repubblica del Kazakistan) Versione: Protocolli clinici del Ministero della Salute della Repubblica del Kazakistan - Categorie ICD: Typhoid (A), Paratyphoid a (A), Paratyphoid b (A), Paratyphoid c (A), Paratyphoid non specificato (A). Categorie di medicina: Malattie infettive nei bambini, Pediatria. Informazione Generale. Colpo.

analisi del sangue generale. OAM. analisi generale delle urine.

Quando vengono prescritti test del tifo?

L'infezione si sviluppa a seguito dell'attività attiva della salmonella. Tuttavia, i segni non sono specifici, spesso osservati con altre malattie del tratto gastrointestinale:

  1. Svuotamento alterato. Sono possibili sia costipazione che grave diarrea..
  2. Sanguinamento gastrointestinale. Il sangue è presente nelle feci.
  3. Nausea e bavaglio.
  4. Insonnia, apatia, debolezza, perdita di appetito.
  5. Sete intensa.
  6. Eruzione cutanea.
  7. Aumento della temperatura fino a 40 gradi.
  8. Dolore nell'addome e nell'ipocondrio destro.
  9. La lingua è coperta da un tocco di grigio, ma la punta è ancora rossa.

In gravi condizioni, il quadro clinico comprende delusioni e disorientamento nello spazio.

Nella Federazione Russa, è previsto un esame annuale obbligatorio per la febbre tifoide per i lavoratori dell'industria alimentare, degli ospedali e delle istituzioni per bambini. Si consiglia di sottoporsi a diagnostica per i turisti di ritorno da paesi esotici in cui la patologia è comune.

È facile isolare l'agente patogeno nei primi 2 giorni. Pertanto, è necessario andare in ospedale con i segni iniziali.

Dove posso prendere il biomateriale per l'analisi?

Oggi, la ricerca viene effettuata in laboratori municipali e privati, in quanto è necessario per la registrazione sanknizhki. Naturalmente, una clinica pagata dovrà pagare una piccola somma per un certificato. Ma puoi ottenere risultati molto più velocemente..

Il costo di un esame del sangue per la febbre tifoide

  1. La diagnostica sierologica richiederà 600-800 rubli.
  2. Un emocromo completo avrà un costo di 300-400 r.
  3. Semina batteriologica in 700-900 p.
  4. Biochimica nel 300-400.
  5. IFA e RIF in media 500–800 p.

Naturalmente, si ottiene una quantità decente, ma per una diagnosi accurata, è necessario un confronto di diversi tipi di studi. Decifrare i risultati aiuta non solo a identificare l'agente patogeno, ma anche a determinare il programma di trattamento.

In una clinica municipale, la maggior parte dei campioni di sangue, urina o feci sono gratuiti..

Per lo più preferiscono prendere materiali biologici per lo studio. Se si sospetta la febbre tifoide, vengono utilizzati vari metodi diagnostici di laboratorio..

Il metodo è applicato principalmente, ma non fornisce una garanzia completa. Gli indicatori indiretti sono presi in considerazione: un ESR sopravvalutato, una diminuzione della concentrazione di leucociti, un aumento del livello dei linfociti e l'assenza di eosinofili. I risultati aiutano a stabilire la presenza di infezione, infiammazione.

Per esaminare il paziente in vitro, in condizioni di laboratorio, è sufficiente prelevare un campione da un dito o da un vaso venoso.

Chimica del sangue

È necessario fare prima dell'uso della terapia antibiotica. 5-10 ml sono necessari per identificare le proteine ​​nella fase acuta prodotte dall'organismo nella febbre tifoide.

Sierologia del sangue

È necessario prelevare un campione dal capillare. Il termine è di 4-5 giorni dal momento dell'infezione, quando nel plasma sono presenti antigeni di tipo O, Vi e H caratteristici della Salmonella. Lo studio viene ripetuto l'8-10 ° giorno di permanenza del paziente nel reparto di degenza..

RNGA (reazione di emoagglutinazione indiretta)

Il metodo rpg per la febbre tifoide aiuta a rilevare anticorpi e antigeni in base al tasso di sedimentazione degli eritrociti. La recinzione viene eseguita a stomaco vuoto, come con altri metodi di esame. È necessario astenersi dal cibo per 8 ore. Materiale prelevato dalla vena ulnare.

Un risultato positivo viene diagnosticato con indicatori minimi: per O, un titolo di 1: 200, per Vi 1:80.

RPHA (reazione di emoagglutinazione passiva)

L'obiettivo principale è la ricerca di anticorpi presenti nel siero. Questo esame del sangue per la febbre tifoide viene eseguito entro la fine di 2 settimane di malattia e viene ripetuto dopo 5 giorni. Nella forma acuta di patologia, si nota un aumento dei titoli.

Il campione viene prelevato dal vaso a gomito, a stomaco vuoto. Un risultato positivo corrisponde a una lettura di 1:40 per gli anticorpi Vi e 1: 200 per O.

Non c'è abbastanza salmonella nel sangue, quindi il tessuto prelevato per l'analisi viene posto in un brodo nutritivo e pulito in un termostato. Propagando, il microrganismo forma colonie. La ricerca di laboratorio consente di determinare il tipo di batteri.

Il risultato è pronto per 4-5 giorni. Di tutti i metodi, il backseeding è il più accurato. Aiuta a identificare i farmaci antibiotici efficaci in caso di febbre tifoide. Per lavoro, sangue, urina sono adatti, se dal momento dell'infezione è passata circa una settimana, puoi usare le feci.

Immune Fluorescence Reaction (RIF)

Un modo rapido per identificare la patologia nello sviluppo iniziale. Gli anticorpi pre-etichettati con sostanze specifiche vengono introdotti nel biomateriale. In presenza di antigeni, l'esame microscopico nel campione mostra un bagliore caratteristico.

Saggio di immunosorbenti enzimatico (ELISA)

Un metodo altamente sensibile che determina la presenza di anticorpi e antigeni, che aiuta a chiarire la loro concentrazione. È importante sia per la diagnosi che per il monitoraggio delle dinamiche nelle condizioni del paziente.

Esame batteriologico delle feci (copro-coltura)

Molto spesso, il paziente prende sangue per la febbre tifoide. Ma dopo 1-1,5 settimane, l'agente patogeno è presente nelle feci. Viene utilizzato per rilevare infetti, ma non malati.

Esame batteriologico delle urine (urinocoltura)

8-10 giorni dopo l'infezione, l'agente patogeno può essere rilevato nelle urine. Allo stesso tempo, si nota la leucocitosi: un aumento della concentrazione di globuli bianchi nella fase iniziale della malattia e un forte calo dell'indice dopo una settimana.

Per l'affidabilità dell'analisi, è necessaria un'attenta preparazione: è necessario fare scorta su un contenitore sterile e risciacquare gli organi genitali esterni. È sufficiente raccogliere solo 40-50 ml di liquido.

Esame batteriologico della bile (bilicoltura)

L'analisi viene utilizzata se sono trascorse circa 2 settimane dall'inizio dell'infezione. A questo punto, la salmonella scompare dal siero del sangue, ma si diffonde ad altri fluidi..

A volte viene praticata una puntura del midollo osseo per la ricerca. La tecnica è complessa, ma affidabile, poiché è esclusa la presenza di agenti patogeni di altre patologie.

Affinché la diagnosi sia il più accurata possibile, è necessario preparare in anticipo la raccolta di campioni di tessuto:

  1. Per 72 ore, si consiglia di non assumere agenti farmacologici, in particolare antibiotici. Altrimenti, è necessario informare il medico del tipo di farmaco, del tempo di somministrazione, del dosaggio.
  2. Donazione di sangue ottimale al mattino dalle 8 alle 11.
  3. La sera rifiutano la cena. Il giorno prima dell'analisi, vengono interrotti l'alcol, le spezie fritte, grasse, speziate, i latticini e le uova.
  4. Non fumare per diverse ore prima della recinzione.

È meglio astenersi dallo sforzo fisico, meno nervoso, perché anche questi fattori possono influenzare la composizione biochimica del materiale.

Come leggere i risultati dei test?

Con la febbre tifoide, si nota un elevato numero di leucociti nei primi 2 giorni e una diminuzione del livello in futuro. Allo stesso tempo osservato:

  1. Aumento della concentrazione dei linfociti.
  2. Ingrandimento piastrinico.
  3. Alto ESR.

Dopo l'analisi sierologica, viene emesso un certificato in cui è stato emesso un verdetto. Quando "positivo" è il numero di anticorpi.

Il risultato è sempre "negativo" nella forma che indica l'assenza di malattia?

Non significa necessariamente che una persona non abbia un agente patogeno. I composti proteici tipici a volte compaiono nel sangue più tardi, quindi, quando un paziente entra in ospedale, all'inizio non vengono rilevati. Quindi eseguire un esame aggiuntivo in pochi giorni.

L'assenza di anticorpi indica spesso che il paziente era malato, ma è riuscito a riprendersi.

Cosa dice "positivamente" il risultato dell'analisi?

Tale verdetto significa 2 opzioni:

  1. Malattia della fase acuta.
  2. La presenza di salmonella inattiva.

I portatori del patogeno sono il 3-4% delle persone che hanno avuto la febbre tifoide. Vi sono rischi di contaminazione di altri.

Quale medico contattare?

Con sintomi gravi, è necessario garantire la rapida ammissione del paziente in ospedale. Ma a volte una persona visita un'istituzione medica da sola, lamentando segni di avvelenamento. In questo caso, è meglio andare all'appuntamento di uno specialista in malattie infettive, ma anche un terapeuta esperto sospetterà il quadro clinico della febbre tifoide..

La malattia si trasmette facilmente attraverso il contatto personale con alimenti e articoli per la casa. Per proteggere te stesso e i tuoi cari, è consigliabile eseguire tutti i test raccomandati ai primi sintomi.

Esame del sangue clinico e malattie infettive

Identificazione di cambiamenti nei parametri del sangue periferico che hanno valore diagnostico e prognostico.

Non ci sono controindicazioni per lo studio.

Preparazione allo studio

Uno studio pianificato viene effettuato al mattino e preferibilmente a stomaco vuoto, secondo le indicazioni di emergenza e al momento del ricovero - in qualsiasi momento della giornata. Uno studio programmato ripetuto viene eseguito ogni 10 giorni. Nessuna preparazione speciale richiesta.

Il sangue viene prelevato dalla falange terminale del quarto dito (lobo dell'orecchio o tallone nei neonati e nei bambini piccoli), dopo aver precedentemente trattato il sito di puntura con un bastoncino di cotone sterile inumidito con alcool al 70%.

Esame del sangue - infezione virale o batterica

Una puntura della pelle viene eseguita con uno scarificatore usa e getta. La prima goccia di sangue viene rimossa con un batuffolo di cotone sterile asciutto. Puoi usare il sangue di una vena prelevata in una provetta con EDTA.

Un esame del sangue generale include la determinazione della quantità di emoglobina, globuli rossi, piastrine, reticolociti, globuli bianchi (con il calcolo della conta dei globuli bianchi), la velocità di eritrosedimentazione (VES) e il calcolo dell'indice di colore. La tradizionale determinazione di routine del numero di globuli rossi, globuli bianchi, emoglobina, leucogrammi nei moderni laboratori viene effettuata su analizzatori automatici; Per determinare l'ESR, utilizzare il capillare Panchenkov. Un esame dello striscio di sangue viene eseguito al microscopio..

Interpretazione dei risultati di un esame del sangue clinico

• Emoglobina - 130-160 g / l (maschio); 120–140 g / l (donne).

• Globuli rossi - 4,0-6,0 × 1012 / l (maschio); 3,9–4,7 × 1012 / L (femmina).

• Indicatore di colore - 0,86–1,05.

- mielociti e metamyelocytes - sono assenti;

- pugnalare neutrofili - 1-6%;

- neutrofili segmentati - 47–72%;

- plasmacellule - assente.

• ESR - 2-10 mm / h (maschio), 2-15 mm / h (femmina).

Numerose malattie infettive sono caratterizzate da anemia di varia origine. Quindi, l'anemia ipocromica con una diminuzione del numero di globuli rossi, livello di emoglobina e indice di colore è tipica delle febbri emorragiche (GL), gravi invasioni elmintiche; l'anemia emolitica è caratteristica di malaria, leptospirosi; ipercromia - diphyllobotriosis. L'anemia può avere una genesi combinata. Quindi, con sepsi, si verificano emolisi e inibizione dell'eritropoiesi. Lo sviluppo di anemia può essere il risultato della perdita di sangue, ad esempio, con sanguinamento intestinale in pazienti con febbre tifoide.

Un importante valore prognostico è la trombocitopenia, che è caratteristica di sepsi, GL, leptospirosi. Una riduzione della conta piastrinica a meno di 30.000 in 1 ml è di solito accompagnata da un aumento del sanguinamento. Di grande importanza è la definizione di leucocitosi e formula dei leucociti. Per le malattie infettive causate dalla flora batterica del coccige (strepto-, stafiloco-, meningo-, pneumococchi), sono caratteristici alcuni batteri gram-negativi a forma di bastoncino, leucocitosi neutrofila con spostamento a sinistra. L'assenza di una reazione leucocitaria (sepsi, meningococcemia) è prognosticamente sfavorevole, ad eccezione della pertosse, in cui si osserva la leucocitosi linfocitaria.

Nella maggior parte delle infezioni causate da flora gram-negativa a forma di bastoncino, rickettsia, leucocitosi è meno pronunciata, la leucopenia è possibile, tuttavia, uno spostamento neutrofilo a sinistra.

La maggior parte delle infezioni virali (influenza, morbillo, rosolia, epatite virale, GL, ecc.) Sono caratterizzate da leucopenia e linfocitosi, l'ESR non aumenta o aumenta leggermente, ma con molte infezioni, ad esempio con enterovirus, rickettsiosi, il quadro ematico non è caratteristico.

Con alcune infezioni virali, la leucopenia si trasforma in leucocitosi, ad esempio con GL, in altri casi (influenza, morbillo), la comparsa di leucocitosi può indicare lo sviluppo di complicanze batteriche.

Nel periodo acuto della maggior parte delle infezioni, si osserva aneosinofilia o eosinopenia e per le infezioni allergiche al corpo, si osserva eosinofilia (yersiniosi). È particolarmente caratteristico per le infestazioni elmintiche con migrazioni di agenti patogeni nel corpo e il grado di eosinofilia (fino al 60-70%) corrisponde all'intensità dell'infestazione. La mancanza di eosinofilia con invasione massiccia (trichinosi) è prognosticamente sfavorevole.

In alcuni casi, un'immagine del sangue è cruciale per fare una diagnosi. Ad esempio, la mononucleosi del virus infettivo di Epstein-Barr è caratterizzata da leucocitosi, linfocitosi e comparsa di cellule mononucleate atipiche nel sangue (oltre il 10%).

Fattori che influenzano il risultato di un esame del sangue clinico

Disidratazione, ipervolemia, prelievo di sangue dopo aver mangiato.

Le complicazioni sono estremamente rare. Con la coagulopatia, può svilupparsi sanguinamento capillare..

Autore: Malattie infettive: Guida nazionale a cura di N.D. Yushchuk, Yu.Ya. Vengerov. 2009

Un esame del sangue WBC (test sui globuli bianchi) si riferisce a un esame del sangue generale. Il suo compito è determinare il numero di leucociti nel siero del sangue. Secondo i risultati di questa analisi, il medico valuta le condizioni generali del paziente e lo stato del suo sistema immunitario. La conta dei globuli bianchi è una delle caratteristiche più importanti del sangue umano..

WBC in un esame del sangue: normale e anomalie

I globuli bianchi (WBC - globuli bianchi) sono globuli bianchi che svolgono una funzione immunitaria. Queste cellule del sangue si formano nel midollo osseo rosso e nei linfonodi di una persona. La loro funzione principale è proteggere il corpo da un'infezione patogena: batteri, virus, parassiti. Il WBC nell'analisi del sangue generale è un importante indicatore diagnostico. Con il suo aiuto, uno specialista determina le principali reazioni del sistema immunitario umano.

La norma WBC nell'analisi del sangue di un adulto è 4.0-9.0 × 109 / l, in un bambino dai 12 ai 15 anni è 4.3-9.5 × 109 / l, dai 6 ai 12 anni è 4.5– 10,0 × 109 / l, da un anno di vita a sei anni - 5,0-12,0 × 109 / l, da 6 a 12 mesi - 6,0-12,0 × 109 / l, per un bambino di un mese - 5, 5–12,5 × 109 / l.

Un aumento del volume dei globuli bianchi nel sangue si chiama leucocitosi. Distinguere tra leucocitosi fisiologica (si verifica in persone sane in alcune situazioni) e leucocitosi patologica (indica lo sviluppo di malattie).

Un aumento fisiologico dei globuli bianchi nel sangue si verifica nelle seguenti condizioni:

  • poche ore dopo aver mangiato cibo;
  • dopo stress psico-emotivo;
  • dopo uno sforzo fisico eccessivo;
  • dopo aver fatto un bagno freddo o caldo;
  • nelle donne prima delle mestruazioni;
  • nella seconda metà della gravidanza.

A questo proposito, si consiglia di eseguire un esame del sangue al mattino a stomaco vuoto, evitando un notevole stress fisico ed emotivo alla vigilia..

Secondo la trascrizione dell'analisi del sangue WBC, la leucocitosi è un sintomo delle seguenti malattie:

  • infezioni di varia natura;
  • la meningite è un processo infiammatorio delle membrane del cervello e del midollo spinale;
  • erisipela;
  • otite;
  • bronchite, polmonite;
  • infiammazione del tessuto sottocutaneo - ascesso, flemmone, panaritium;
  • infiammazione e suppurazione della cavità addominale - appendicite, peritonite;
  • pancreatite acuta;
  • leucemia (malattie tumorali);
  • coma diabetico;
  • fallimento renale cronico;
  • infarti;
  • danno traumatico ai tessuti;
  • eclampsia;
  • uremia;
  • malattia della tiroide;
  • sanguinamento acuto.

Una riduzione della conta dei globuli bianchi si chiama leucopenia. La leucopenia critica, in cui il contenuto di leucociti nel sangue è ridotto al minimo, si chiama agranulocitosi. Questa condizione è un grave pericolo per la vita umana..

Nella decodifica di un esame del sangue su globuli bianchi, sono indicati i seguenti motivi per la diminuzione della concentrazione di leucociti nel sangue:

  • malattie oncologiche in cui si sviluppano metastasi del midollo osseo;
  • patologie ipoplastiche o aplastiche, a seguito delle quali si riduce la formazione di leucociti nel midollo osseo;
  • malattie in cui la funzione della milza aumenta - tubercolosi, sifilide, linfogranulomatosi, cirrosi;
  • prime fasi della leucemia;
  • alcune lesioni infettive, come influenza, morbillo, malaria, rosolia, epatite virale, febbre tifoide, brucellosi;
  • lupus eritematoso sistemico;
  • anemia in via di sviluppo a causa della carenza di vitamina B12;
  • malattia da radiazioni.

Emocromo completo: conta dei globuli bianchi e dei globuli bianchi

Molto spesso, in un esame del sangue generale, il WBC è determinato con un conteggio dei globuli bianchi. Esistono cinque tipi di globuli bianchi che vengono esaminati in un esame del sangue: neutrofili, eosinofili, basofili, linfociti, monociti. La formula dei leucociti è la percentuale di questi tipi di leucociti.

1. Neutrofili - il tipo più numeroso di globuli bianchi, che svolge un ruolo importante nel garantire l'immunità del corpo. Normalmente, il contenuto di neutrofili nel sangue negli adulti è del 60-75% di tutti i leucociti, nei bambini dai 6 ai 12 anni - 30-65%.

Un aumento del livello di neutrofili (neutrofilia) si osserva nelle malattie infettive (polmonite, bronchite, infezione intestinale, sinusite, tonsillite), artrite, tiroidite, peritonite, pancreatite, osteomielite, cancrena, flemmone, ascesso, tumori cancerosi, uremia, diabete mellito, diabete.

Bassi livelli di neutrofili (neutropenia) possono indicare alcune infezioni (rosolia, epatite virale, varicella, influenza, febbre tifoide), leucemia acuta, anemia aplastica, tireotossicosi.

2. Eosinofili - prendere parte alla protezione del corpo da parassiti, reazioni allergiche. La norma nell'analisi WBC del sangue di eosinofilo è l'1-5% del numero di tutti i tipi di globuli bianchi.

Decifrare gli esami del sangue per le infezioni

La causa dell'aumentato contenuto di questo tipo di leucociti nel sangue sono reazioni allergiche, infezione parassitaria (enterobiosi, ascariasi, giardiasi, echinococcosi, opistorchiasi), neoplasie maligne, malattie del sistema ematopoietico, sclerodermia, periarterite nodosa, artrite reumatoide.

Si osserva una diminuzione degli eosinofili con sepsi, processi purulenti, intossicazione con metalli pesanti, all'inizio dello sviluppo di processi infiammatori.

3. Linfociti: un tipo speciale di globuli bianchi, responsabile della formazione dell'immunità specifica del corpo. È interessante notare che nel sangue dei bambini di età inferiore ai 4-6 anni prevale questo tipo di leucociti. E solo dopo questa età si verifica la graduale predominanza dei neutrofili sui linfociti. Il normale contenuto di linfociti nel sangue degli adulti è del 20–35%.

Un aumento del livello dei linfociti nel sangue può indicare lo sviluppo di infezioni virali (influenza, parainfluenza, adenovirus), tubercolosi, tireotossicosi, asma bronchiale, infezioni infantili (scarlattina, pertosse, rosolia, morbillo). Un aumento significativo dei linfociti si verifica con la leucemia linfocitaria, un tumore del midollo osseo.

Una diminuzione della conta dei globuli bianchi può essere un sintomo di malattie batteriche (polmonite, sepsi), infarto del miocardio, linfoma, lupus eritematoso sistemico, infezione da HIV.

4. I monociti sono cellule del sangue immature che si trasformano in macrofagi quando entrano nei tessuti del corpo. I macrofagi assorbono agenti patogeni, microrganismi estranei, cellule morte. L'analisi del sangue WBC decodifica indica la norma del contenuto di monociti - 4-10%.

La monocitosi o un aumento del contenuto di monociti può essere associata a linfogranulomatosi, linfoma, alcuni tipi di leucemia, endocardite subacuta, tubercolosi, sepsi, brucellosi, malaria, sifilide, mononucleosi, toxoplasmosi.

Una ridotta concentrazione di monociti si verifica con disfunzioni o danni al midollo osseo, malattie da radiazioni.

5. Basofili (mastociti) - un tipo di globuli bianchi che sono responsabili del rilascio di istamina (un ormone che provoca una reazione allergica del corpo). Normalmente, il contenuto di basofili è 0-1%.

Un aumento dei basofili nel sangue può indicare malattie allergiche, leucemia megacarioblastica, leucemia mieloide cronica, mastocitosi sistemica, alcune infezioni (influenza, varicella, tubercolosi), malattia di Hodgkin.

Una diminuzione dei basofili è spesso un sintomo di infezione acuta, ipertiroidismo, shock anafilattico, asma bronchiale..

Club di discussione del Russian Medical Server> Forum di consultazioni mediche> Pediatria> ARVI (bronchite discutibile) in un bambino

Visualizza la versione completa: SARS (bronchite discutibile) in un bambino

Ciao. Il bambino ha 2,11 anni, il peso è di 12 kg, è attivamente malato il 4 ° giorno. Tosse settimana. L'esacerbazione è iniziata domenica con una temperatura di 38,5+ tosse, il sangue scorreva dal naso. Lunedì è stato invitato un pediatra, ascoltando la respirazione affannosa. Una diagnosi preliminare è la bronchite acuta o la polmonite. Esami del sangue assegnati, urine + radiografia ed ORL (sangue dal naso - adenoidi?). Nel pomeriggio c'erano dei mozziconi. La notte successiva la temperatura raggiunse i 39,5 abbattuti due volte con candele efferalgan. Al mattino, l'urina è stata presa per l'analisi. Non c'era quasi freddo. Ancora una volta c'era un pediatra che sollevava la questione degli antibiotici. Ho detto dopo i risultati del test. L'analisi del KLA e dei raggi X sono state passate oggi. Il pediatra è venuto oggi di sua iniziativa e ha portato una copia del risultato UAC. Non ho visto la foto e OAM, ha detto che la bronchite era alla radiografia e il chetone nelle urine (lo hanno passato ad alta temperatura, ma l'endocrinologia è discutibile, poiché un bambino ha spesso un alito cattivo). Alla domanda sulla bronchite virale o batterica, ha detto che molto probabilmente era batterica, indicando un jab. Oggi, di nuovo naso che cola, gonfio di acquamarina. Cari dottori, per favore commentate l'analisi. Emoglobina 108 Eritrociti 4.1 (detta anisocitosi) leucociti 7.4 pugnalata 5 (detto molto) segmentato 48 linfociti 41 monociti 6 soe 55 Scopo - augmentin 400, 2 p * 5 ml con cibo, aceple (non lo faremo), ambrobene ( anche), rehydron (?) - il bambino beve poco. Sul resto delle medicine che sono state prescritte da lunedì ma non prese - Zyrtec, Vibrocil, Nazivin, Lasolvan.

Ho dimenticato di indicare che oggi non c'è temperatura. Il bambino è stato a casa con ARVI per 3 settimane in ottobre. 2 settimane andarono in giardino e si ammalarono di nuovo. In una malattia passata, i globuli bianchi nei risultati dell'UCK erano notevolmente aumentati. Un pediatra senza fisioterapia non ci ha dato un certificato, 4 volte si sono seduti con un magnete sulla schiena. Nell'attuale malattia, ci offre di essere ricoverati in ospedale..

Buonasera. Quasi sempre sul tuo forum ho trovato la risposta alle domande sul trattamento del bambino e ho cercato di seguirle. Forse non ho trasmesso la mia domanda ai professionisti, ma per me la tua risposta è molto importante. Non so se iniziare un bambino a prendere un antibiotico o no. Seguirei le consuete istruzioni che date nel trattamento delle infezioni virali respiratorie acute, ma questo esame del sangue, in cui o l'anemia, quindi stabilizzazione, quindi ESR generalmente irreale. La temperatura del bambino è ora 37.7 (termometro elettronico). Mangia male, ma in linea di principio abbiamo un grosso problema. Ti sto inviando, per favore commenta le analisi.

Una diminuzione dell'emoglobina dovuta all'infiammazione non dovrebbe spaventarti, questo è normale.

Decodifica di un esame del sangue generale nei bambini - interpretazione dei risultati del test di laboratorio più comune, che indica lo stato di salute dei pazienti, a partire da 1 giorno di vita e termina con 16 anni.

In pediatria, un esame del sangue clinico generale svolge un ruolo speciale, poiché i piccoli pazienti non sono in grado di descrivere a parole i cambiamenti nella salute.

A differenza degli adulti, i bambini non hanno bisogno di preparazione prima di sostenere il test. L'interpretazione dei valori ottenuti viene eseguita da un ematologo, dopo di che i risultati vengono trasmessi al pediatra.

L'UAC per bambini ha diverse caratteristiche, dovute alla costante crescita del corpo, quando il sangue subisce cambiamenti. Per valutare i parametri di uno studio clinico generale sul sangue, vengono assegnati 7 gruppi di età:

  • 1 giorno dalla nascita;
  • 1 mese;
  • metà anno;
  • 12 mesi;
  • 1-6 anni;
  • da 7 a 12 anni;
  • dai 13 ai 16 anni.

Ogni categoria di età è caratterizzata da una norma individuale, il cui aumento o decremento consente di diagnosticare con precisione.

Affinché il medico possa avere un quadro completo dello stato di salute del bambino, durante la decodifica, è necessario tenere conto di molti indicatori corrispondenti alle parti costitutive del sangue.

Tra i principali componenti sagomati del sangue, vale la pena evidenziare:

  1. L'emoglobina o l'Hb è una sostanza presente nei globuli rossi. Responsabile dello scambio di gas e della saturazione di ossigeno degli organi interni.
  2. Globuli rossi o globuli rossi - sono considerati i globuli più numerosi, a causa dei quali il bioliquido ha un colore rosso. Partecipa al trasporto di ossigeno, anidride carbonica, sostanze nutritive, medicine e tossine.
  3. Indicatore di colore o MCHC: consente di comprendere la quantità di emoglobina contenuta nei globuli rossi. Se le cellule del sangue sono eccessivamente luminose o troppo pallide, ciò indica un problema di salute..
  4. I reticolociti o RTC sono globuli rossi immaturi. Il loro numero indica la velocità con cui viene aggiornata la composizione del sangue nel corpo del bambino..
  5. Piastrine o PLT - sono responsabili della capacità del sangue di coagulare e di prendere parte alla formazione di coaguli di sangue.
  6. Piastrina o PST: determina la proporzione di piastrine nell'intero volume del sangue circolante.

La presenza di problemi con trombocrite nei bambini indica malattie ereditarie.

VES o VES - tasso di sedimentazione eritrocitaria.

Emocromo completo - trascrizione nei bambini

Questo tipo di test di laboratorio, come un esame del sangue generale (OAC), occupa uno dei posti centrali nella diagnosi di un numero enorme di malattie. Dopotutto, qualsiasi violazione comporta una reazione del corpo, in particolare un cambiamento nella composizione e nelle caratteristiche dei singoli componenti del sangue.

Questo tipo di ricerca viene effettuata quasi dal momento della nascita. Quindi, durante il primo anno di vita, il bambino dovrà passarlo almeno 3 volte e se si verifica improvvisamente una malattia, più spesso.

L'interpretazione dei risultati di un esame del sangue generale nei bambini e il loro confronto con la norma dovrebbero essere eseguiti esclusivamente da un medico. In effetti, di per sé, un cambiamento in alcuni indicatori può essere solo un segno di una malattia. Pertanto, al fine di trarre una conclusione corretta e prescrivere il trattamento necessario, devono essere presi in considerazione molti altri fattori (presenza di malattie croniche, disturbi del processo di formazione del sangue, ecc.).

Come cambiano le norme dell'analisi generale per età e quali sono le deviazioni testimoniate?

Quindi, quando decifrano un esame del sangue generale nei bambini, i medici fanno affidamento su una formula di globuli bianchi che corrisponde all'età del bambino. Riflette il rapporto di tutte le forme di leucociti (neutrofili, linfociti, monociti, eosinofili, basofili). Oltre ai leucociti, il KLA indica il contenuto di globuli rossi, emoglobina e piastrine e VES (tasso di sedimentazione eritrocitaria).

Quando eseguono un esame del sangue generale nei bambini e lo decifrano, prestano particolare attenzione all'ESR, che normalmente ha i seguenti significati:

  • neonati: 2-4 mm / h;
  • bambini di età inferiore a un anno: 4-10.

Il fatto è che con lo sviluppo di un processo patologico nel corpo, in particolare di natura virale o infettiva, la prima cosa che cambia nell'analisi è proprio questo ESR. In tali casi, di norma, questo parametro accetta valori più grandi del normale.

Presta attenzione anche al contenuto di emoglobina nel sangue del bambino. La sua carenza può indicare una violazione come anemia o anemia. In una situazione simile, il bambino può avere attività ridotta, perdita di appetito, i bambini più grandi possono lamentare mal di testa e vertigini. Con questa sintomatologia, la prima cosa che i medici prescrivono è un esame del sangue generale.

Pertanto, un tale metodo di diagnostica di laboratorio, come un esame del sangue generale, semplicemente non può essere sottovalutato. È con l'aiuto di esso che in una fase precoce è possibile suggerire una violazione e nominare un esame aggiuntivo in tal senso.