Cosa mostra l'analisi delle feci per la disbiosi?

Nello stomaco di una donna in buona salute, ci sono circa 3 chilogrammi di utili batteri vivi. Uno dei disturbi nell'intestino si chiama disbiosi. I risultati di un test delle feci possono rivelare questa malattia. La patologia è una riduzione significativa dei bifidobatteri, che porta a gonfiore, diarrea e problemi metabolici..

Durante la gravidanza, questi fattori sono estremamente importanti, quindi è necessario monitorare attentamente le condizioni del sistema digestivo. L'analisi delle feci per la disbiosi aiuta a confermare la malattia, a identificarne il grado e a monitorare i risultati del trattamento.

Che tipo di ricerca è questa?

L'analisi fecale per la disbiosi è uno studio condotto in un laboratorio medico. Utilizzando questa analisi, è possibile determinare la composizione della microflora intestinale.

La PKD (feci da semina) è una procedura semplice ma efficace. Entro pochi giorni puoi scoprire i tuoi risultati e prendere le misure necessarie. Di norma, di conseguenza, vengono diagnosticate le malattie associate al tratto gastrointestinale (tratto gastrointestinale)..

Tipi di analisi

Esistono tre metodi per studiare il biomateriale:

  1. Coprogram. Mostra i risultati generali degli indicatori e una possibile causa luminosa della malattia, ad esempio un disturbo nell'intestino a causa della terapia prolungata con antibiotici o altri farmaci. I risultati dell'analisi possono essere trovati il ​​giorno successivo..
  2. Analisi batteriologiche. Questo metodo viene utilizzato per studi approfonditi, ad esempio, se il coprogramma non è riuscito a identificare l'agente causale della disbiosi. I risultati delle prove di laboratorio saranno disponibili 2-3 giorni dopo la presentazione del materiale.
  3. Biochimica. Si basa sulla misurazione della quantità di acidi grassi nelle feci, mentre questo metodo è il più moderno e veloce. Entro due ore: cosa mostra l'analisi delle feci per la disbiosi? Informazioni accurate sui tipi di batteri contenuti nello stomaco e sul loro numero. Le indicazioni sono approssimative, dal momento che il cibo viene elaborato, che dipende dalla salute dei reni. Si otterrà un risultato, mentre non ci sono requisiti essenziali per le feci.

Un'analisi delle feci per la disbiosi durante la gravidanza è estremamente importante. Anche una leggera diminuzione del numero di batteri benefici può portare a disturbi nei sistemi escretore, digestivo e di trasporto del corpo.

Cosa mostra l'analisi

L'analisi delle feci per la disbiosi mostra dati sulla presenza quantitativa di batteri di vario tipo nell'intestino di una donna incinta.

Può essere utilizzato per rilevare agenti patogeni che non dovrebbero essere presenti nell'intestino..

Quando vengono identificati i patogeni, devono essere eliminati il ​​più presto possibile, ma in modo tale da ridurre al minimo i danni alla madre e al bambino. Altrimenti, esiste il rischio di complicazioni che comportano un ritardo nello sviluppo fetale e l'inibizione delle funzioni del sistema nervoso centrale di una donna incinta.

Se necessario, è possibile ripetere la procedura per assicurarsi che i risultati e l'efficacia del trattamento

indicazioni

I medici raccomandano un'analisi delle feci per la microflora con i seguenti sintomi:

  • gonfiore;
  • disagio intestinale;
  • disturbo delle feci prolungato;
  • manifestazioni di allergie;
  • eruzioni cutanee;
  • flatulenza prolungata;
  • diffusione del sangue e muco nelle feci;
  • avere pezzi di cibo non digerito.

A volte la malattia non è espressa chiaramente, ma con frequente disagio nell'intestino di una donna incinta, si consiglia di assumere biomateriale per la rilevazione della disbiosi.

Come sottoporsi al test per la disbiosi intestinale

Per aumentare l'accuratezza dei risultati, è necessario eseguire una serie di procedure preparatorie:

  1. Alcuni giorni prima della fornitura del materiale, si raccomanda di limitare l'assunzione di alimenti proteici, poiché contiene un'alta concentrazione di emoglobina.
  2. Anche i prodotti rossi devono essere eliminati, poiché hanno un alto contenuto di ferro, il che influisce anche sui risultati dell'esame..
  3. Eventuali farmaci antibatterici prescritti, se presenti, devono essere sospesi almeno 7 giorni prima dell'analisi.
  4. Non dimenticare che possono verificarsi cambiamenti nel corpo di una donna incinta a causa di un alto livello di stress, quindi una donna deve essere disturbata il meno possibile prima della ricerca medica.

Per la raccolta diretta, è necessario eseguire diverse azioni sequenziali:

  1. Risciacquare accuratamente il perineo per eliminare la possibilità di conservare oggetti obsoleti che potrebbero influire negativamente sui risultati..
  2. Il movimento intestinale dovrebbe essere spontaneo. È vietato l'uso di lassativi ausiliari..
  3. Il contenitore di raccolta deve essere preparato in anticipo. Un contenitore speciale per le feci dovrebbe essere con un coperchio aderente. Tale dispositivo può essere acquistato in farmacia..
  4. L'urina non dovrebbe entrare nell'analisi delle feci. Distorsione significativa dei risultati..
  5. Usando un cucchiaino o qualsiasi altro strumento, vengono prelevati 3 piccoli campioni da diverse aree delle feci.
  6. Se si notano aree con sangue o muco, allora è necessario prima prendere una recinzione.

Per la massima affidabilità dei risultati, il biomateriale deve essere consegnato al laboratorio non più di 2 ore dopo la raccolta.

Indicatori chiave di analisi e loro norme

Gli indicatori possono variare leggermente a seconda dell'età e delle caratteristiche individuali del corpo..

La schiacciante presenza di determinati tipi di batteri nelle feci può indicare problemi. Identificare quali potrebbero richiedere una serie di studi aggiuntivi, ad esempio la coproscopia.

I risultati dell'analisi considerano indicatori quantitativi di tali tipi di batteri come:

  • bifidobatteri;
  • E. coli;
  • lattobacilli;
  • stafilococchi;
  • enterobatteri;
  • funghi;
  • Salmonella
  • bacchetta dissenterica, ecc..

bifidobatteri

La maggior parte di questi elementi nell'intestino (circa il 95%), sono responsabili della sintesi di vitamina K e B, consentono di assorbire più rapidamente il calcio, aiutare a rafforzare il sistema immunitario.

lattobacilli

Una quantità ridotta di lattobacilli nelle feci significa problemi con il livello di acidità, mentre la sintesi di lattosio sarà significativamente ridotta. Questo è estremamente importante per le donne in posizione, poiché il lattosio è il principale nutriente per il bambino nell'utero..

Ashheria coli

Questi batteri consentono di assorbire (digerire) lo zucchero e aiutano anche a proteggere da vari ceppi di infezioni fungine.

bacteroids

Abbattere i grassi, aiutare a proteggere il tratto gastrointestinale dagli effetti dannosi dei batteri maligni.

enterococchi

Promuovere l'assorbimento e la scomposizione dei carboidrati.

Microbi patogeni, stafilococchi e funghi

Alcuni di essi hanno un effetto negativo sul funzionamento dell'apparato digerente, ma il corpo non può funzionare completamente senza di essi..

Standard per l'analisi delle feci durante la gravidanza:

L'interpretazione dell'analisi delle feci per la disbiosi è abbastanza semplice, poiché non contiene nomi latini.

TitoloValore ottimale
enterococchi10 7 -10 8
Gli agenti patogenimeno di 10 4
bacteroids10 9 - 10 10
Ashheria coli10 4 -10 6
lattobacilli10 7 -10 8
bifidobatteri10 9 - 10 10

Se i risultati sono dubbi, è possibile ripetere lo studio o utilizzare i servizi di un altro laboratorio.

Accuratezza dell'analisi

Il principale risultato positivo è il rapporto tra batteri benefici e batteri patogeni. Affinché il risultato dell'analisi sia il più preciso possibile, devono essere presi in considerazione diversi fattori

La presenza di batteri anaerobici. Sono sempre presenti nelle feci. Il numero di tali batteri nell'intestino è sempre maggiore rispetto al materiale raccolto.

Il tempo trascorso tra la raccolta e l'esame delle feci. Più lungo è il tempo, meno accurato sarà il risultato. Ciò è dovuto al fatto che alcuni dei microrganismi contenuti nelle feci muoiono.

L'analisi delle feci per la disbiosi fornisce informazioni sulla composizione della flora intestinale, ma non fornisce dati sui microrganismi che vivono sulle sue pareti..

Nella maggior parte dei casi, gli scienziati affermano che tre sondaggi nel complesso forniscono informazioni con un'accuratezza del 90 +%, ma soggetti a tutte le condizioni per la raccolta e la fornitura del materiale di prova.

Analisi delle feci per disbiosi: tipi, essenza e caratteristiche della condotta

Nell'intestino di un adulto vive una media di 2,5-3,5 kg di vari microrganismi. La loro combinazione si chiama microflora e la nostra salute e il nostro benessere dipendono in gran parte dal rapporto specifico dei suoi rappresentanti individuali..

Se l'equilibrio della microflora nell'intestino è disturbato, ha senso parlare di disbiosi - un problema abbastanza comune, che, tuttavia, è più logico da considerare non come una malattia indipendente, ma come una condizione contro la quale le malattie possono svilupparsi. Per prevenire complicazioni, quando compaiono i primi segni sospetti, dovrebbe essere presa un'analisi delle feci per la disbiosi. Decifrare i suoi risultati aiuterà uno specialista a determinare le tattiche di ulteriori diagnosi e cure..

1. Analisi delle feci per disbiosi, che cos'è?

Un'analisi per la disbiosi è uno studio di laboratorio che consente di determinare la composizione della microflora intestinale. Poiché le violazioni della digestione del cibo e l'assorbimento di sostanze utili da esso possono portare a una serie di problemi, in questi casi può essere prescritta un'analisi fecale:

Abbastanza spesso, l'analisi viene eseguita dopo una forte terapia ormonale o antibatterica, poiché può portare alla morte di microflora non solo patogena, ma anche benefica. Lo studio consente di valutare la composizione della microflora e il suo rapporto e identificare i microrganismi patogeni che non dovrebbero risiedere nell'intestino.

Le feci per la disbatteriosi vengono somministrate per determinare la natura dei disturbi della biocenosi intestinale in base alla presenza e al numero di microrganismi come E. coli, bifido e lattobacilli, funghi, stafilococchi, enterobatteri, salmonella, clostridi, bacilli di dissenteria e così via.

Coprogram

Il coprogramma per la disbiosi consente di valutare l'aspetto delle feci. Con una malattia, il suo colore, di regola, cambia e acquisisce una tinta verde. Ma l'obiettivo principale di questa analisi è identificare nelle masse di feci i resti di cibo non digerito, grasso, sangue, amido, muco, parassiti, le loro uova e così via.

Analisi batteriologiche delle feci

Analisi classica, che è semplice ed economica, ma consente solo di determinare il numero di diversi microrganismi e il loro rapporto. Tuttavia, esistono numerosi fattori esterni che possono influire sull'affidabilità dei risultati..

Per ottenere informazioni sulla composizione della microflora, una piccola quantità del campione viene posizionata su uno speciale mezzo nutritivo. Non meno di quattro giorni dopo, si stima il numero e la composizione delle specie di colonie di microrganismi. Dopo i calcoli, questi dati vengono inseriti in una tabella speciale e, di norma, i risultati vengono valutati dopo 7-10 giorni.

Analisi biochimiche delle feci

Un metodo più moderno è l'analisi cromatografica gas-liquido delle feci, basata sul rilevamento di acidi grassi in esso per spettro. Richiede meno tempo, consente di ottenere dati sulla composizione della microflora parietale, ha una maggiore sensibilità e richiede una consegna rapida del materiale al laboratorio. Pertanto, è più accurato e informativo, ma non tutti i laboratori possono offrirlo ai pazienti..

Durante lo studio, è possibile identificare i microrganismi patogeni e la loro sensibilità agli agenti antibatterici. Ciò consente di scegliere una terapia efficace..

2. Presentazione dell'analisi fecale

Per ottenere risultati affidabili, è necessario non solo raccogliere correttamente il materiale, ma anche consegnarlo in modo tempestivo e rispettare tutte le regole di preparazione.

Video sull'argomento: quanto e come conservare i test delle feci e delle urine in frigorifero.

Fase preparatoria

Durante la preparazione è necessario considerare i seguenti aspetti:

  • Se sei stato trattato con antibiotici, ha senso fare un'analisi non prima di due settimane dopo la fine del corso.
  • Tre giorni prima della diagnosi, i farmaci antidiarroici, lassativi, antielmintici, pro e prebiotici, i farmaci antinfiammatori non steroidei, la vaselina e l'olio di ricino, i preparati di bismuto e bario dovrebbero essere abbandonati.
  • Acquista in anticipo in farmacia o porta in laboratorio un contenitore di plastica sterile dotato di un cucchiaio e un coperchio aderente, progettato specificamente per la raccolta e la consegna di feci per l'analisi.

Raccolta di feci

La raccolta delle feci avviene come segue:

  • La defecazione dovrebbe essere naturale, senza l'uso di un clistere e altri farmaci ausiliari.
  • Non è possibile raccogliere campioni dalla toilette. Per fare ciò, utilizzare qualsiasi contenitore che deve essere lavato, sciacquato con acqua bollente, asciugato e defecato in esso.
  • Pre-urinare e lavare, asciugarsi. L'urina o l'escrezione non devono entrare nel campione. Durante le mestruazioni, una donna ha bisogno di usare un tampone.
  • Dopo la defecazione, aprire il contenitore preparato, prendere un cucchiaio e raccogliere gradualmente il materiale da varie parti dei movimenti intestinali. Se noti un'area sospetta in cui sono visibili muco o sangue, assicurati di metterlo in un contenitore. Ho solo bisogno di 6-8 cucchiai.
  • Chiudere il contenitore ermeticamente e consegnarlo al laboratorio non prima di due ore dopo la raccolta.

L'urgenza non è così importante in uno studio biochimico. Il campione può anche essere congelato e consegnato per analisi il giorno successivo. Questo è conveniente per i genitori di bambini piccoli, perché non esiste alcuna garanzia che sarà possibile raccogliere le feci dal bambino al mattino - potrebbe semplicemente non voler usare il bagno.

Decodifica delle ricerche di laboratorio

La decrittazione dell'analisi viene eseguita dal medico curante. Esistono standard di ricerca che dipendono dall'età del paziente. Possono essere facilmente trovati, quindi tutti possono pre-valutare i risultati per conto proprio. Va tenuto presente che i seguenti fattori possono indicare un'influenza significativa sui risultati:

  1. Contatto del materiale con l'aria. La composizione della microflora ha sempre microrganismi anaerobici che non richiedono ossigeno per la vita e l'effetto dell'aria su di essi può essere fatale. È impossibile raccogliere le feci in modo che non entrino in contatto con l'aria, quindi è necessario considerare che il numero effettivo di anaerobi nell'intestino sarà maggiore di quanto mostrato dall'analisi e la differenza sarà determinata dal tasso di raccolta del materiale e dalla composizione della microflora.
  2. Il tempo tra la raccolta dei materiali e la diagnostica. Più tempo è passato, peggiore è il contenuto informativo dell'analisi, poiché alcuni microrganismi muoiono.
  3. Lo studio delle feci ti consente solo di ottenere informazioni sulla microflora, che si trova nel lume intestinale. Tuttavia, quasi non fornisce informazioni su quegli organismi che vivono sulle sue pareti, sebbene siano loro in gran parte responsabili della qualità della digestione e dell'assorbimento delle sostanze dal cibo. Pertanto, l'analisi delle feci può dare solo un'idea approssimativa della composizione della microflora nell'intestino.

Periodo di esecuzione

I risultati dell'analisi di solito possono essere prelevati non prima di 5-7 giorni dopo la consegna, poiché il test richiede tempo.

Prezzi per i test per la disbiosi

Il costo dell'analisi delle feci per la disbiosi varia tra 1000-2000 rubli. A Mosca, il prezzo medio è di 1.500 rubli ed è effettuato in istituti medici multifunzionali e in cliniche private.

3. Cosa mostra l'analisi

L'analisi delle feci per la disbiosi ci consente di valutare la concentrazione e il rapporto tra microrganismi “benefici” (E. coli, lattobacillo e bifidobatteri), opportunistici (stafilococchi, enterobatteri, funghi, clostridi) e patogeni (salmonella, shigella). Per alcuni motivi, i microrganismi "benefici" possono scomparire dalla microflora intestinale e altri compaiono: stafilococchi, funghi candida, Pseudomonas aeruginosa, Proteus.

4. Perché sono necessarie le feci

Il compito principale dell'analisi è stabilire il rapporto numerico tra le colonie di batteri che popolano l'intestino. Le indicazioni per questo sono disturbi digestivi, sintomi spiacevoli dal sistema digestivo, sospette infezioni, presenza di impurità patologiche visibili nelle feci.

L'analisi è altamente auspicabile se una persona sta assumendo farmaci ormonali o antibiotici da molto tempo. Ciò consentirà di determinare in che modo la terapia ha influenzato la microflora intestinale e se è necessaria la sua correzione.

Video sull'argomento: indicazioni per la nomina di uno studio sulla disbiosi fecale e le principali fasi della sua ricerca in laboratorio.

5. Analisi delle feci nei neonati: cosa devi sapere

Le norme per l'esame batteriologico delle feci nei bambini differiscono da quelle negli adulti e più il bambino è piccolo, più queste differenze sono pronunciate. Sono associati al fatto che il corpo del bambino viene colonizzato gradualmente con batteri benefici. Questo processo può avvenire in diversi modi, a seconda che il bambino abbia un'alimentazione naturale o artificiale..

La microflora dell'intestino del bambino non può cambiare in meglio a causa dell'infezione da infezioni nosocomiali. Ciò può portare, nella migliore delle ipotesi, a lievi problemi di salute e, nel peggiore dei casi, a gravi patologie..

I genitori devono monitorare attentamente la salute e il comportamento del bambino, le condizioni delle mucose e della pelle, il tipo e la frequenza dei movimenti intestinali, soprattutto se sei stato di recente in ospedale.

È necessaria un'analisi delle feci per la disbiosi del bambino con i seguenti sintomi:

  • eruttazione regolare e grave dopo l'alimentazione, simile al vomito;
  • perdita di appetito;
  • problemi con l'introduzione di alimenti complementari;
  • sintomi di intolleranza a cibi specifici;
  • eruzioni cutanee e macchie sulla pelle o sulle mucose;
  • recente terapia ormonale o antibatterica;
  • disturbi delle feci: frequenza, aspetto, odore, impurità patologiche.

Perché i risultati dello studio siano affidabili, è necessaria la giusta preparazione per l'analisi:

  • Entro 3-4 giorni prima di visitare il laboratorio, non è possibile introdurre nuovi alimenti complementari..
  • Il giorno prima, non puoi dare ai bambini prodotti che possono cambiare il colore delle feci (bacche rosse e nere, succo di barbabietola, purea di carote, ecc.).
  • Eventuali farmaci devono essere interrotti prendendo qualche giorno prima dell'analisi. Questo vale, tra cui vitamine e lassativi. La terapia antibatterica deve essere completata due settimane prima della diagnosi. È meglio informare in anticipo il medico su eventuali farmaci che il bambino ha assunto e consultare con lui i tempi dei test..
  • Compra uno speciale contenitore di plastica con un cucchiaio. Puoi prelevare un campione di feci dalla superficie del pannolino, ma solo se il riempitivo non è in gel. È meglio usare un pannolino di cotone pulito, stirandolo con un ferro pre-caldo. Per l'analisi, sono sufficienti due cucchiai di materiale.

La disbatteriosi in assenza di terapia può portare a conseguenze pericolose. Pertanto, è importante diagnosticare il prima possibile. L'analisi fecale è uno dei principali metodi diagnostici. Ti consente di valutare le condizioni della microflora e determinare la terapia appropriata.

dysbacteriosis

La disbiosi intestinale (disbiosi) è una violazione del tratto gastrointestinale della relazione tra microrganismi. Questa violazione provoca un cambiamento nei processi vitali nel corpo: dalla digestione ai cambiamenti immunitari, accompagnata da manifestazioni di allergie o segni di infiammazione cronica.

Recentemente, il termine "disbiosi intestinale", creato dalle parole latine "dis" "- difficoltà, interruzione, frustrazione e" bios "- la vita è ampiamente usato.

La disbiosi è una violazione del funzionamento e dei meccanismi di interazione del corpo umano, della sua microflora e dell'ambiente. Secondo l'Accademia Russa di Scienze Mediche, quasi il 90% della popolazione della Russia ha notato una varietà di cambiamenti patologici nella microflora, indicando la loro presenza di disbiosi intestinale (disbiosi).

Le principali cause di disbiosi:

  • uso incontrollato di antibiotici;
  • malnutrizione;
  • ecologia disturbata;
  • stato di stress cronico;
  • malattie funzionali o infiammatorie del tratto gastrointestinale;
  • terapia del cancro;
  • disturbi dell'immunità.

Le principali manifestazioni di disbiosi:

  • diarrea (o costipazione);
  • flatulenza;
  • gonfiore;
  • mal di stomaco.

Nella maggior parte dei casi, i pazienti manifestano intolleranza a determinati alimenti e notano reazioni allergiche generali sotto forma di prurito cutaneo, orticaria, varie eruzioni cutanee e tosse prolungata. I sintomi di intossicazione sono caratteristici (malessere generale, mancanza di appetito, mal di testa). I pazienti con disbiosi spesso si ammalano, hanno spesso infezioni ricorrenti del tratto respiratorio superiore.

L'importanza della normoflora per l'uomo

Ogni persona ha una composizione individuale di normoflora, ma le funzioni sono sempre le stesse. Il numero totale di microrganismi sulle mucose di un adulto è 10 volte il numero delle sue stesse cellule.

Questa simbiosi della flora protegge le mucose dall'invasione di microbi patogeni, funghi, allergeni e sostanze nocive attraverso le pareti delle mucose nel sangue di una persona, preservando la costanza del suo ambiente interno (omeostasi).

La flora normale forma legami con immunoglobuline secretorie (anticorpi protettivi), forma biofilm sulla superficie delle mucose.

Normoflora è coinvolto nella digestione e produce vitamine del gruppo B e vitamina K..

La biomassa dei microrganismi che popolano l'intestino di una persona sana adulta è di 2,5–3 kg (circa il 5% del suo peso totale) e comprende fino a 450–500 diversi tipi di microrganismi.

Caratteristiche dell'età della microflora intestinale

In un bambino sano, dal momento della nascita, si verifica una rapida colonizzazione dell'intestino da parte dei batteri. La microflora normale dovrebbe popolare l'intestino del neonato nel 3-5 ° giorno di vita. Nei bambini allattati al seno, entro il 10-21 ° giorno di vita nell'intestino vi è una crescita costante di lattobacilli, bifidobatteri, streptococco lattico.

Il latte materno contiene una serie di sostanze, i cosiddetti fattori bifidi, che contribuiscono alla colonizzazione dell'intestino da parte di questi tipi di microrganismi in quantità adeguate.

La formazione di una normale flora microbica in un bambino può essere compromessa da:

  • l'uso di farmaci antibatterici durante la gravidanza e dopo il parto;
  • nutrirsi di miscele, non di latte materno;
  • disturbi neurologici nel bambino, in particolare con danno perinatale al sistema nervoso centrale del bambino.

Sotto l'influenza di tutti questi fattori, i tempi della formazione della normale microflora intestinale, così come la sua composizione qualitativa e quantitativa, cambiano.

In un bambino sano del primo anno di vita, il 90-98% della microbiocenosi totale del colon dovrebbe essere bifidoflora, che protegge il corpo dai microbi patogeni a questa età.

Nei bambini di età superiore a un anno, quando il loro modello alimentare si avvicina alla normale dieta degli adulti, la composizione della flora intestinale si stabilizza, i suoi indicatori quantitativi si avvicinano alle norme degli adulti.

Negli anziani, cambia anche la composizione dei microbi intestinali: il contenuto di bifidobatteri, lattobacilli è ridotto, il contenuto di Escherichia coli è aumentato con un cambiamento nella loro attività enzimatica.

Metodi diagnostici di laboratorio
I metodi di laboratorio possono essere diretti (isolamento della microflora vivente dal materiale) e indiretti (determinazione dei prodotti associati alla vita della flora).

Quando è possibile confermare la disbiosi mediante analisi di laboratorio:

  • Diminuzione o scomparsa dei bifidobatteri.
  • Diminuzione del contenuto di E. coli a tutti gli effetti.
  • Un aumento del contenuto di ceppi di E. coli emolitici.
  • Variazione della quantità totale di E. coli.
  • Presenza di enterobatteri opportunistici.
  • Variazione del numero di enterococchi.

I medici valutano il grado di squilibrio nella flora intestinale come segue:

La fase latente della disbiosi: si manifesta solo con una diminuzione di 1-2 ordini di grandezza della microflora protettiva - bifidobatteri, lattobacilli e E. coli a tutti gli effetti - fino all'80% del totale. Gli indicatori rimanenti corrispondono alla norma fisiologica (eubiosi). Di norma, la fase iniziale non provoca disfunzioni intestinali e si presenta come una reazione di un organismo di una persona praticamente sana all'influenza di fattori sfavorevoli, come, ad esempio, una violazione della dieta e un cambiamento nella zona climatica (stagione dell'anno). In questa fase è possibile la vegetazione nell'intestino di un piccolo numero di singoli rappresentanti della flora condizionatamente patogena. Non ci sono manifestazioni cliniche di disbiosi in questa fase..

La fase iniziale di disturbi più gravi è caratterizzata da una marcata carenza di bifidobatteri sullo sfondo di un numero normale o ridotto di lattobacilli o della loro attività di formazione degli acidi, uno squilibrio nel numero e nella qualità di Escherichia coli, tra i quali vi è una percentuale crescente di varianti lattosio-negative o citrato-assimilanti. Allo stesso tempo, sullo sfondo di una carenza dei componenti protettivi della microbiocenosi intestinale, si propagano gli stafilococchi coagulanti il ​​plasma o le proteine ​​o i funghi del genere Candida. La vegetazione nell'intestino delle proteine ​​o gli stafilococchi coagulanti il ​​plasma in questa fase dello sviluppo della disbiosi è più spesso transitoria che permanente. I disturbi digestivi funzionali sono espressi indistintamente: feci sporadicamente sciolte di colore verdastro con un odore sgradevole, con uno spostamento del pH verso il lato alcalino, a volte, al contrario, ritenzione di feci, a volte nausea.

La fase di aggressione della flora aerobica è caratterizzata da un netto aumento del contenuto di microrganismi aggressivi: in questo caso, stafilococchi aureo e protea, enterococchi emolitici si moltiplicano fino a decine di milioni, si osserva la completa sostituzione di Escherichia da batteri del genere Klebsiella, Enterobacter, ecc. enzimi e assorbimento. I pazienti hanno notato feci liquide rapide, spesso verdi, diminuzione dell'appetito, cattiva salute, i bambini diventano letargici, capricciosi.

La fase di disbiosi associativa è caratterizzata da un profondo squilibrio della microbiocenosi intestinale con un cambiamento nei rapporti quantitativi dei principali gruppi di microrganismi, un cambiamento nelle loro proprietà biologiche e l'accumulo di metaboliti tossici. La vegetazione di sierotipi enteropatogeni di E. coli, Salmonella, Shigella e altri agenti patogeni delle infezioni intestinali acute è caratteristica. Forse la propagazione dei clostridi. Questa fase di disbiosi è caratterizzata da disturbi funzionali dell'apparato digerente e disturbi dello stato nutrizionale generale, carenza di peso corporeo, pallore della pelle, diminuzione dell'appetito, feci frequenti con una miscela di muco, verde, talvolta sangue, con un forte putrido o odore acido.

Secondo I. B. Kuvaeva e K. S. Ladodo (1991)

Se lo studio per la disbiosi non ha rivelato agenti patogeni di pericolose infezioni intestinali, quindi per ripristinare il normale equilibrio della microflora, è possibile utilizzare batteriofagi dannosi per i microbi, ma sicuri per l'uomo. Nel modulo di risultato, dove è indicata la sensibilità del microrganismo patogeno identificato ai batteriofagi, sono indicati il ​​produttore del farmaco e la serie.

Utilizzando questi dati, è possibile acquistare esattamente il batteriofago con cui è stato effettuato il test.

Ti auguro buona salute!
Il tuo laboratorio KDL

Analisi per "disbiosi": per favore basta

GMS è l'unica clinica che ha risposto prontamente la sera quando mia moglie aveva mal di stomaco. La solita ambulanza noi.

In qualche modo gli alieni sono arrivati ​​sulla Terra. Abbiamo osservato: i ghiacciai si stanno sciogliendo, i buchi di ozono stanno crescendo, i panda non si riproducono. Cominciarono a pensare al perché tutto qui. Siamo scesi nel distretto di Mosca di Biryulyovo. Hanno preso un centinaio di persone, spogliate, sentite, interrogate. Abbiamo concluso: i buchi di ozono sono dovuti alle brune (molti di loro sono stati catturati), i panda non si riproducono a causa degli uomini - ce n'erano più della metà su un disco volante. Bene, il riscaldamento globale è dovuto al rublo: tutti i residenti di Biryulyovo avevano questa valuta in tasca. Gli alieni volarono a casa loro e, secondo i risultati dello studio, stamparono dieci tesi di dottorato con i loro tentacoli verdi..

È così che in qualche modo viene condotta "l'analisi della disbiosi". Parliamo di questa diagnosi con la gastroenterologa GMS Clinic Alexey Golovenko.

Cosa c'è di sbagliato in questo studio? È così spesso prescritto dai medici!

  1. Facciamo una prenotazione: è prescritta dai medici solo nei paesi dell'ex Unione Sovietica. Al di fuori di questi stati, non viene eseguita la semplice semina di feci per rilevare lo squilibrio della microflora. Non troverete indicazioni sulla necessità di questo studio né nelle Linee guida WGO per la Sindrome dell'intestino irritabile, né nelle linee guida ACG (American College of Gastroenterology) per la diarrea acuta, o nello standard AAFP (American Family Physicians Association) per il monitoraggio dei neonati con coliche. Bene, ovviamente, non esiste una diagnosi di "disbiosi" né nella Classificazione internazionale delle malattie, né in almeno un (!) Libro di testo non russo.
  2. Almeno 1000 (migliaia!) Le specie di batteri vivono nel nostro tratto gastrointestinale e il numero di tutte le specie identificate è 2172. Eseguendo un'analisi fecale per la disbiosi, posizioniamo le feci in un mezzo nutritivo e aspettiamo la crescita (comparsa di colonie) di circa 20 tipi di batteri, che abbiamo scelto solo perché sono in grado di crescere in questo mezzo nutritivo. La maggior parte degli abitanti intestinali non è coltivata, cioè non possiamo vedere le loro colonie in una capsula di Petri con i nostri occhi. In altre parole, facendo conclusioni sullo stato della microflora nella riproduzione di 20 specie, ignoriamo la stragrande maggioranza dei batteri.
  3. La norma del numero di batteri nelle feci, che vediamo sotto forma di analisi per la disbiosi, è stata determinata sconosciuta. Esiste un intero standard industriale per il trattamento di pazienti con disbiosi. Non contiene una sola frase sul perché dovremmo considerare normale il contenuto di alcuni enterococchi da 10 ^ 5 a 10 ^ 8 in un grammo di feci. Ci sono riferimenti completi alla letteratura nello standard, ma, sospettosamente, non c'è una sola pubblicazione straniera tra loro. Bene, gli stessi articoli e libri di testo non descrivono in che modo sia stata confrontata esattamente la microflora di persone sane e malate, ovvero come siano state esattamente tratte le conclusioni sul normale contenuto di un particolare batterio.
  4. I batteri trovati nelle feci (che si formano nel colon) non sono gli stessi batteri che vivono nella cavità orale o nell'intestino tenue. Inoltre, i batteri nelle feci (cioè nel lume dell'intestino) non sono affatto batteri che vivono nel muco che protegge la parete intestinale. In generale, una quantità folle di batteri, funghi e virus estranei "vola" attraverso il nostro tratto digestivo. Fortunatamente, la maggior parte di loro non riesce ad avvicinarsi alla parete intestinale: la microflora parietale che vive lì compete con gli "alieni". Chiamiamo questo fenomeno resistenza alla colonizzazione e gli dobbiamo che il primo batterio condizionatamente patogeno ingerito con un bicchiere di acqua di Mosca non provoca diarrea.
  5. La composizione e il rapporto dei batteri intestinali in ogni persona è diverso. Avendo studiato (non seminando le feci, ovviamente, ma con i metodi genetici più complicati) la composizione dei batteri nelle feci, si può, ad esempio, indovinare se il campione appartiene a un residente di New York o dell'Amazzonia. Bene, o in quale regione di un determinato paese (ad esempio, la Danimarca). C'è una persona che ha inviato le sue feci per l'analisi. In generale, la vera composizione della microflora intestinale sono le nostre "impronte digitali", ed è ridicolo assumere una certa norma generale, e ancor più giudicare la "normalità" della flora da solo 20 specie su 1000.
  6. Il fatto che i batteri si moltiplicheranno su un mezzo nutritivo dipende non solo da quali batteri vivono nelle feci, ma anche da come sono state raccolte le feci (dal gabinetto, dalla carta sterile), da come sono state conservate (nel frigorifero, vicino alla batteria, vicino alla finestra) ), la velocità di consegna al laboratorio. Quante persone a cui è stato raccomandato di testare la disbatteriosi leggono queste istruzioni, in base alle quali le feci dovrebbero essere raccolte in piatti sterili, refrigerate e trasportate in un laboratorio non nelle mani, ma in un thermos con un cubetto di ghiaccio? Tuttavia, anche con queste azioni, il risultato di un'analisi della disbiosi non può essere interpretato da un medico normale. Il che significa che non dovrebbe nemmeno provare a farlo..

Colonie di batteri sono apparse nel mezzo nutritivo. Fortunatamente per noi, la Salmonella davvero pericolosa cresce in un terreno di coltura. La maggior parte dei batteri intestinali, ahimè, no.

Quindi, non esiste una "disbiosi"?

Certamente. Ad esempio, la colite pseudomembranosa - una grave infiammazione del colon dopo un antibiotico - è una vera disbiosi: i concorrenti sono morti e quindi il Clostridium difficile si moltiplica. Solo per trattare questo, non è assolutamente necessario dichiarare l'ovvio: la composizione dei batteri nell'intestino è cambiata. È sufficiente confermare l'infezione (rilevare le tossine C.difficile) e prescrivere il trattamento.

La microflora intestinale, senza dubbio, influenza tutti i processi del nostro corpo. Avendo trapiantato le feci da un topo obeso a un topo di peso normale, causiamo l'obesità in quest'ultimo. La composizione dei batteri intestinali è sostanzialmente diversa nelle persone con ansia e depressione. Bene, l'aggiunta del probiotico Bacteroides fragilis ai topi che hanno innescato artificialmente l'autismo migliora le loro abilità sociali. Leggi il famoso libro "Guarda cosa c'è dentro di te" del famoso microbiologo Rob Knight: la nostra conoscenza della microflora è enorme, ma stiamo appena iniziando a metterlo in pratica (cioè per curare le malattie).

La composizione dei batteri può e deve essere studiata. Un ambizioso studio internazionale sul progetto del microbioma umano con un budget di $ 115 milioni è dedicato a questo, naturalmente, non vengono utilizzate "coltivazioni da sedia". Per analizzare la "giungla" microbica dell'intestino, vengono utilizzati metodi di metagenomica. Ci permettono di descrivere quante sequenze di DNA uniche sono presenti in una persona in particolare, quali gruppi di batteri predominano e quali sono assenti. A proposito, quando sono apparse tali tecnologie (ad esempio, il sequenziamento del 16S-rRNA, si è scoperto che il 75% delle specie trovate dall'analisi genetica delle stesse feci non erano affatto note alla scienza.

Stop. Cioè, non ha senso seminare una sedia?

Non ho detto quello. Effettuiamo sicuramente la semina delle feci se vogliamo rilevare la crescita di batteri veramente dannosi. Ad esempio, in una persona con diarrea sanguinolenta, stiamo cercando di trovare Salmonella o Shigella, Campylobacter o un tipo speciale di E. coli. Qui, le feci sono fondamentali, perché in questo modo possiamo prescrivere un trattamento antibiotico - per uccidere un agente patogeno specifico.

Un medico competente esegue un test diagnostico solo quando il suo risultato può modificare il trattamento. Se sia la "carenza" di lattobacilli sia l '"eccesso" di Escherichia coli sono prescritti con lo stesso medicinale o dieta, l'analisi è uno spreco di denaro.

Uno studio a tutti gli effetti della propria microflora può già essere fatto su base commerciale negli Stati Uniti e in Europa. C'è un "piacere" di circa 100 euro e, a seguito dell'analisi genetica della microflora, riceverai un'opinione (ad esempio, questa) sui batteri che prevalgono nel tuo tratto digestivo. Il problema è che questi risultati non possono essere applicati nella pratica. Perché:

mentre non abbiamo modo di cambiare selettivamente la composizione dei batteri intestinali.

Supponiamo di aver inequivocabilmente stabilito che una persona ha una carenza di un microrganismo specifico (ad esempio il lattobacillo). Noi possiamo:

  • Dare un probiotico (cioè un batterio vivo specifico) e sperare che rimanga nell'intestino.
  • Dai un prebiotico (cioè "cibo" per i batteri) e speri che questo aumenti la crescita dei batteri di cui abbiamo bisogno.
  • Dai un antibiotico (veleno per i batteri) e spera che muoiano i batteri eccessivamente moltiplicati.
  • Trapiantare la microflora aliena di una persona - trapiantare un microbiota fecale (introdurre feci diluite di una persona sana a una persona malata).

Ovviamente, solo la nomina di un probiotico può essere considerata un'azione selettiva. La dose massima del miglior probiotico commerciale è di 10 miliardi di batteri vitali per dose. Circa 100 trilioni di batteri vivono nell'intestino. Cioè, per ogni batterio "dalla farmacia" ci sono 10 mila batteri che "vivono" nell'intestino. È improbabile che questo numero trascurabile di batteri possa superare la resistenza alla colonizzazione e "colonizzare" l'intestino. Inoltre, il meccanismo d'azione dei probiotici (quando funzionano) potrebbe non essere associato ai batteri stessi: nei topi transgenici predisposti all'infiammazione intestinale, questa infiammazione è stata fermata utilizzando non un probiotico "vivente", ma DNA e alcune proteine ​​isolate dalla droga "uccisa" dalla temperatura.

Bene, e soprattutto: una cosa è la teoria e la ricerca di laboratorio, un'altra cosa è la sperimentazione clinica (cioè uno studio dell'effetto dei farmaci sull'uomo). Analizzeremo tre situazioni tipiche per la Russia quando a una persona viene offerto di passare un'analisi delle feci per la disbiosi:

Colica in un neonato

La mamma si lamenta che il bambino piange molto. A proposito, ogni bambino nei primi tre mesi di vita urla da 117 a 133 minuti al giorno (meta-analisi). La presenza o l'assenza di coliche (un pianto irragionevole di più di 3 ore al giorno almeno 3 giorni alla settimana), in generale, non influenza il rischio di ritardo dello sviluppo di un bambino. In uno studio, una semplice conversazione con i genitori sulla colica della "sicurezza" ha ridotto la durata del pianto da 2,6 a 0,8 ore al giorno. Bambini empatici.

Più spesso che non. Viene eseguita un'analisi delle feci per la disbiosi, lì, naturalmente (la norma è presa dal "soffitto"), vengono rilevate "deviazioni". Viene prescritto un probiotico. E spesso aiuta: sicuramente, perché la frequenza della colica diminuisce inesorabilmente con l'età del bambino. Allo stesso tempo, non abbiamo fiducia che i probiotici siano generalmente efficaci per le coliche. Numerose meta-analisi sul trattamento e la prevenzione di questa condizione non sono state in grado di confermare inequivocabilmente l'efficacia dei probiotici. Probabilmente, il probiotico Lactobacillus reuteri ha qualche effetto utile. Ma per prescrivere questo farmaco, non abbiamo bisogno di un'analisi delle feci per la "disbiosi".

Dermatite atopica in un bambino

Tutti sono sicuri che i problemi della pelle provengano dall'addome. Se così fosse, la dermatite atopica verrebbe probabilmente trattata perfettamente con i probiotici. Ma questo approccio non è molto efficace. L'ultima meta-analisi mostra che l'uso di probiotici (principalmente Lactobacillus rhamnosus GG) riduce in qualche modo la gravità dell'eczema, ma questo effetto è molto simbolico e la terapia probiotica aggiuntiva non riduce la frequenza degli steroidi locali, che (insieme all'idratazione della pelle) rimangono la base del trattamento per l'atopia dermatite. E ancora: possiamo prescrivere questo probiotico, indipendentemente dai "risultati" dell '"analisi della disbiosi".

Crampi addominali e gonfiori in un adulto

Il gonfiore è spesso una manifestazione di eccessiva crescita batterica nell'intestino tenue (SIBR), in cui non aiuta un probiotico ma un antibiotico, come la rifaximina. Questa condizione viene diagnosticata utilizzando uno speciale test respiratorio. Spesso, il gonfiore costante è una conseguenza dell'insufficienza pancreatica esocrina: la carenza di enzimi nelle feci può essere rilevata utilizzando un test di elastasi fecale, prescrivendo una terapia enzimatica costante con una diminuzione. Ma molto spesso la sensazione di "gonfiore" è associata ad una maggiore sensibilità intestinale (ipersensibilità viscerale), che si sviluppa nelle persone con sindrome dell'intestino irritabile. Come avrete intuito, al fine di stimare il numero di batteri nell'intestino tenue, la funzione pancreatica o la sensibilità dell'intestino a distorsioni, non ha senso studiare 20 batteri nelle feci. E l'efficacia dei probiotici nella sindrome dell'intestino irritabile è discutibile.

Quindi è necessario almeno in alcune situazioni per prendere "feci per disbiosi"?

No. Mai. In nessuna circostanza. Non trattiamo il gonfiore esaminando le linee nel palmo della nostra mano. Non trattiamo un'eruzione cutanea esaminando una sfera di cristallo. Non facciamo un test di disbiosi insignificante per prescrivere un trattamento.

Stiamo aspettando la medicina basata sull'evidenza per offrirci farmaci efficaci e modi pratici per capire cosa c'è di sbagliato nei nostri batteri..

Studio delle feci per la disbiosi

La disbatteriosi è una violazione non solo del contenuto quantitativo di microrganismi nell'intestino, ma anche di un rapporto proporzionale. Il giusto equilibrio fornisce il processo di digestione necessario, aiuta i sistemi enzimatici.

Le caratteristiche nutrizionali legate all'età sono accompagnate da cambiamenti nei requisiti di microflora intestinale. Pertanto, ciò che è ottimale per un bambino è considerato una violazione per un adulto e viceversa.

Feci per disbiosi: un'analisi complessa. Richiede il rispetto di:

  • preparazione preliminare;
  • regole di raccolta delle feci;
  • escrezione di ciascun gruppo di microrganismi;
  • differenziazione con flora patologica.

Parte della ricerca richiede metodi biochimici, inoltre, se necessario, coltivano batteriologicamente la disbiosi su speciali mezzi nutritivi. Pertanto, lo studio delle feci per la disbiosi viene effettuato da assistenti di laboratorio esperti con formazione speciale..

Un po 'sui microrganismi intestinali

Più di 500 specie di microrganismi vivono nell'intestino umano. I loro compiti:

  • aiutare nella scomposizione delle sostanze cadute con il cibo in uno stato che consenta il libero passaggio attraverso il muro nel flusso sanguigno;
  • rimuovere scorie, gas emersi durante il processo di digestione, prevenire la putrefazione;
  • accelerare l'eliminazione di sostanze nocive non necessarie;
  • sviluppare gli enzimi mancanti per il corpo;
  • sintetizzare le vitamine necessarie;
  • assicurare la partecipazione alla sintesi di componenti per l'immunità.

Tutti i microrganismi sono divisi:

  • utile - svolgono le funzioni di cui sopra, supportano la salute (bifidobatteri - 95% della composizione totale, lattobacilli fino al 5%, Escherichia);
  • condizionatamente patogeni - diventano patogeni in presenza delle condizioni necessarie (un cambiamento nell'equilibrio acido-base dell'ambiente, una diminuzione dell'immunità dovuta a una malattia lunga o grave), stafilococchi, enterococchi, clostridi, funghi del genere Candida possono diventare traditori;
  • dannoso o patogeno - entrando nel corpo, diventano la causa della malattia intestinale (salmonella, shigella).

Gli elicobatteri sono localizzati nella regione pilorica dello stomaco. Sono una delle cause importanti di gastrite, ulcera peptica e cancro. Forse la loro allocazione dalla saliva e dalle feci di una persona infetta. Si trova in 2/3 della popolazione.

Decifrare l'analisi delle feci per la disbiosi fornisce informazioni sulla composizione quantitativa e qualitativa della microflora, avvisa di deviazioni pericolose. Con il metodo di generazione di energia, i microrganismi condividono:

  • su quelli aerobici, sono vitali solo in presenza di ossigeno (enterobatteri, lattobacilli, streptococchi, stafilococchi, funghi);
  • anaerobico - si sviluppano senza ossigeno, sono resistenti (bifidobatteri, enterococchi, clostridi).

Normalmente, il corpo umano è protetto dalla diffusione della flora batterica e dei funghi dall'intestino nello stomaco e in altre parti del tratto digestivo. L'ostacolo è:

  • acido cloridrico del succo gastrico, che distrugge alcuni tipi di microrganismi;
  • la presenza di una valvola ileocecale al confine tra l'ileo (l'ultimo nell'intestino tenue) e il cieco (la parte iniziale del colon);
  • sistema muscolare liscio che regola i movimenti ondulatori peristaltici per spingere il contenuto in una direzione - dall'intestino sottile a quello spesso.

Questo succede in una persona sana. L'analisi delle feci per la disbiosi può mostrare una violazione dei meccanismi di difesa.

Quando è necessario passare un'analisi delle feci per la disbiosi?

La disbatteriosi non è una malattia, ma una conseguenza di una malattia. Di solito portano ad esso:

  • patologia cronica del sistema digestivo;
  • il risultato di processi infiammatori nell'intestino con enterocolite di varie eziologie;
  • l'uso di alte dosi e cicli a lungo termine di antibiotici.

I cambiamenti nello stato di salute possono essere causati da una diminuzione della percentuale di microrganismi benefici e da un aumento della moltiplicazione di patogeni e parassiti condizionati. Non ci sono sintomi specifici. Ma, dato il fallimento nel funzionamento dell'intestino nel paziente, ci si dovrebbe aspettare:

  • disturbi delle feci (alternando diarrea e costipazione);
  • gonfiore (flatulenza) dovuto all'aumento dei processi di fermentazione nell'intestino;
  • attacchi di coliche;
  • la comparsa di residui non digeriti di fibre alimentari, muco, sangue nelle feci;
  • diminuzione dell'appetito, aumento di peso insufficiente nei bambini;
  • reazioni allergiche comuni;
  • placca costante su lingua, denti, alitosi;
  • gengive sanguinanti;
  • rafforzamento della caduta dei capelli, unghie fragili;
  • aree di secchezza e desquamazione della pelle;
  • segni di ridotta immunità, che possono essere giudicati da raffreddori frequenti, difficoltà nel trattamento.

Ai pazienti viene prescritto l'esame necessario per la diagnosi. Per scoprire il ruolo della flora intestinale disturbata, il medico prescriverà un'analisi per la disbiosi intestinale. Lo studio è stato mostrato ai pazienti sullo sfondo della chemioterapia e della radioterapia per la scelta del trattamento di mantenimento..

Come sottoporsi al test per la disbiosi intestinale?

Per ottenere risultati affidabili, non è sufficiente disporre di un numero di specialisti qualificati e di un laboratorio ben attrezzato. È necessario rispettare i requisiti per la preparazione per l'analisi e raccogliere correttamente le feci.

L'analisi per la disbiosi può essere valutata come affidabile se qualsiasi prodotto che contribuisce ai processi di fermentazione fosse escluso dalla dieta nei tre giorni precedenti. Questi includono:

  • alcol;
  • barbabietola;
  • piatti di carne e pesce.

Tre giorni prima del test, smetti di usare medicinali come:

  • antibiotici
  • lassativi di qualsiasi tipo (comprese supposte rettali, olio di ricino e paraffina liquida).

È bene lavare l'area del perineo e dell'ano con sapone prima della defecazione. Attendere che i movimenti intestinali spontanei raccolgano materiale, non usare lassativi. Questo requisito è difficile per le persone con costipazione persistente. Raccogliere le feci in un contenitore sterile, senza urina. Chiudere il campione ermeticamente..

In presenza di spotting o impurità del muco, devono essere inclusi nel materiale raccolto. Il bambino dovrebbe essere seduto su una pentola, precedentemente ben lavato e sciacquato con acqua bollente.

Per la ricerca, sono sufficienti circa 10 g di feci, in volume è pari a un cucchiaino. Sul coperchio della nave devono indicare le iniziali e il cognome del paziente, per un bambino - data di nascita, ora e data in cui l'analisi.

Ideale per completare le condizioni per passare l'analisi per la disbiosi è la consegna rapida del contenitore al laboratorio (entro e non oltre 40 minuti). Supponi un periodo di due ore. È consentito conservare in frigorifero per un massimo di quattro ore, ma non nel congelatore. Più lungo è il ritardo, più microrganismi anaerobici moriranno per contatto con l'aria. E questo distorce i risultati..

Quali metodi rilevano la disbiosi?

Il medico suggerisce di passare prima le feci per un'analisi generale chiamata coproscopia o coprologia. Viene eseguito al microscopio di una goccia di feci diluita con acqua distillata..

  • melma;
  • elementi di infiammazione;
  • fibra dietetica non digerita;
  • globuli rossi;
  • inclusioni grasse;
  • uova di verme;
  • parassiti cistici.

Non viene eseguito un conteggio esatto del numero di batteri. Nei risultati per il medico, è importante registrare una violazione del processo digestivo. Al fine di chiarire le ragioni, viene prescritto uno studio biochimico o batteriologico aggiuntivo.

Metodo biochimico

Un'analisi biochimica delle feci per la disbiosi consente di ottenere risultati in un'ora. Il metodo si basa sulla capacità dei batteri di rilasciare acidi grassi. Secondo l'analisi della varietà del contenuto di acido, i microrganismi si distinguono e viene determinata la localizzazione nell'intestino.

I vantaggi del metodo sono:

  • velocità comparativa;
  • la possibilità di prolungare i tempi di consegna al laboratorio fino a un giorno;
  • la sicurezza del materiale nelle condizioni di congelamento nel frigorifero;
  • accuratezza delle informazioni.

Per una corretta raccolta, contrariamente allo schema già indicato, è necessario:

  • prevedere un periodo dopo la terapia antibiotica di almeno due settimane;
  • le donne si astengono dal fare l'analisi se i loro periodi non sono completamente finiti;
  • raccogliere pezzi di feci da parti diverse.

Il contenuto di acido è determinato in mg per g di feci. Sono considerati validi gli indicatori:

  • acido acetico 5,35-6,41;
  • propilene 1,63-1,95;
  • olio 1.6–1.9.

Secondo la concentrazione di acidi grassi, si trae una conclusione sulla possibile composizione di microrganismi nell'intestino.

Metodo di coltura batteriologica

La coltura batteriologica delle feci per la disbiosi è un metodo di ricerca più laborioso. L'analisi deve essere eseguita il più presto possibile dopo i movimenti intestinali..

La riproduzione dei batteri avviene 4-5 giorni. Quanta analisi viene fatta per la disbiosi determina il tempo impiegato nel processo di crescita. Sono molto più grandi che negli studi biochimici, perché è necessario non solo calcolare un indicatore quantitativo, ma anche identificare i microrganismi in base alle loro proprietà. I risultati sono riportati in CFU / g (unità formanti colonie).

Il normale allineamento dei microrganismi dovrebbe corrispondere al seguente schema:

  • bifidobatteri 10 8–10 10;
  • lattobacilli ed Escherichia 10 6–10 9;
  • streptococchi 10 5 –10 7;
  • stafilococchi non emolitici 10 4 –10 5;
  • clostridia 10 3 –10 5;
  • enterobatteri condizionatamente patogeni 10 3 –10 4;
  • stafilococchi emolitici inferiori a 10 3 CFU / g.

Il numero di batteri nei bambini fino a un anno con l'allattamento al seno differisce dagli adulti:

  • i bifidobatteri sono 10 10-10 11;
  • lattobacilli 10 6–10 7.

Gli svantaggi del metodo sono:

  • Significativa distorsione dei risultati a seconda del ritardo di consegna del materiale
  • mancanza di contabilità per i batteri della mucosa situati nel colon;
  • morte di microrganismi anaerobici per contatto con l'ossigeno.

Cosa mostra l'analisi delle feci per la disbiosi??

Sulla base dei risultati di tutti gli studi, viene eseguita una decrittazione dell'analisi per la disbiosi negli adulti. Tiene conto dei microrganismi selezionati e del loro numero:

  1. Gli enterobatteri patogeni indicano chiaramente la fonte della malattia. Normalmente, non dovrebbero essere o quantitativamente non superare 10 4 CFU / g (salmonella, protea, enterobatteri, bastoncino di peste). La presenza nell'analisi indica un pericolo per la salute del paziente.
  2. La crescita di enterobatteri negativi al lattosio (ad es. Klebsiella, dentellatura) accompagna i casi di ridotta immunità nel periodo postoperatorio, con terapia antibiotica prolungata.
  3. Un aumento del contenuto di microbi condizionatamente patogeni (Escherichia coli, Clostridia, Staphylococcus) è possibile con sintomi dispeptici, costipazione, nausea e malattie della pelle. Gli stafilococchi sono particolarmente pericolosi per neonati e bambini fino a un anno. Non solo causano una violazione dell'assimilazione del cibo, ma provocano grave polmonite, meningite, endocardite. La sepsi è fatale. L'identificazione dell'infezione da stafilococco nel reparto di maternità richiede la completa chiusura e sanificazione.
  4. Livelli eccessivi nell'analisi di Escherichia coli possono essere associati a infezione da parassiti, elminti.
  5. I funghi del genere Candida si trovano in piccole quantità in ogni persona. La crescita è possibile in risposta all'uso di antibiotici. Ma in altri casi, indica focolai di infezione fungina in bocca, sui genitali, nell'ano.

I risultati dell'analisi devono essere trattati attentamente sia in termini di prevenzione dello sviluppo della malattia in futuro, sia nella scelta del trattamento ottimale.