Felice e naturale

Condividi "Come faccio a sapere se hai un'intolleranza al glutine?"

L'intolleranza al glutine è un evento molto comune nel nostro tempo. Come determinare se si soffre di sensibilità al glutine senza sospettare da soli. E perché rifiutare questa proteina può migliorare notevolmente la tua salute.

Ogni giorno aumenta il numero di persone che rifiutano il glutine. Qualcuno che soffre di malattie croniche, qualcuno come me, per motivi di prevenzione, per così dire. Molte persone non sono consapevoli del fatto che la celiachia non è l'unico indicatore per smettere di mangiare cibi contenenti questa proteina..

Gli scienziati stanno iniziando a concludere che la sensibilità o l'intolleranza al glutine si riscontra nel 90% delle persone in tutto il mondo. E la maggior parte di queste persone non lo sospetta nemmeno.

La sensibilità al glutine non è solo un altro nuovo chip, è una grave condizione che può portare a depressione, osteoporosi, malattie autoimmuni e malattie del sistema nervoso, morbo di Crohn.

Pensi ancora che il pane sia il capo di tutto? Non riesci a immaginare di cuocere senza farina di grano? Soffri di malattie croniche senza una ragione apparente? Quindi hai un rischio maggiore di avere una sensibilità al glutine.

Che cos'è l'intolleranza al glutine?

Cominciamo a capire cos'è questo glutine..

Questa è una proteina composta da 2 parti: glutine e gliadina. Tutte le conseguenze negative provengono dalla gliadina..

Quando mangiamo qualsiasi cosa contenga glutine, entra nel nostro tratto digestivo. Il nostro sistema immunitario percepisce il glutine come un corpo estraneo e patogeno e innesca un attacco immunitario, cercando di distruggerlo..

Il glutine nella sua struttura è simile a molte cellule dei nostri organi e sistemi. E per questo motivo, anche le nostre stesse cellule rientrano nella distribuzione del nostro sistema immunitario. Cioè, noi stessi ci distruggiamo dall'interno! E Gluten ci aiuta attivamente in questo..

Non dimenticare che nel tempo il glutine porta a una condizione patologica che aggrava il corso della sensibilità al glutine - aumento della permeabilità intestinale.

La Sindrome da permeabilità intestinale aumentata è la formazione di piccole lacrime nella mucosa intestinale, attraverso le quali particelle di cibo parzialmente digerite e tutti i tipi di prodotti di decomposizione delle tossine entrano nel flusso sanguigno, diffondendosi in tutto il corpo, indebolendo il nostro sistema immunitario. Tutto questo insieme dà uno slancio alle reazioni allergiche e ad altre malattie gravi..

Molte malattie del sistema nervoso non possono essere scatenate da nientemeno che questa proteina! Esiste persino una malattia: neuropatia ideopatica sensibile al glutine.

Le persone che soffrono di schizofrenia, autismo, epilessia, malattie autoimmuni notano un miglioramento dei sintomi e del decorso della malattia, eliminando il glutine dalla loro dieta.

La principale fonte di glutine è il grano preferito da tutti e tutti i suoi prodotti creano dipendenza perché, come lo zucchero (e le sostanze narcotiche), attiva anche recettori speciali nel nostro cervello. Pertanto, non vogliamo così tanto lo zucchero e i prodotti da forno!

Come capire se hai intolleranza al glutine?

Il glutine non lascia senza la sua attenzione una singola cellula, tessuto, organo e sistema del nostro corpo. Ha un effetto negativo sul nostro corpo nel suo insieme..

Ecco i principali sintomi e segni che il tuo corpo non è così facile e gioioso come pensi che tollera il glutine:

  • Problemi digestivi: diarrea, costipazione, crampi, morbo di Crohn
  • Indigestibilità: osteoporosi, anemia, affaticamento cronico, insonnia
  • Problemi con il sistema respiratorio superiore: sinusite, allergie
  • Malattie autoimmuni: artrite reumatoide, sclerosi multipla, gozzo di Hashimoto, ecc.
  • Malattie del sistema nervoso
  • Depressione, ansia, sbalzi d'umore
  • Carenza di vitamina K.
  • Squilibrio ormonale
  • Sindrome surrenalica stanca
  • Dolori muscolari e articolari
  • Problemi di pelle: acne, eczema, psoriasi
  • Immunità debole
  • fibromialgia
  • Stomatite

Come possiamo vedere dall'elenco sopra, la sensibilità al glutine è molto facile da confondere con altre malattie e condizioni..

Per chiarirti come reagisci a questa proteina, ti consiglio vivamente di fare un test e di rinunciare al glutine per 30 giorni.

E dopo questo periodo, ricomincia a usarlo e valuta come si sente il tuo corpo, cosa è cambiato nella salute e nel benessere generale. Ma questo deve essere fatto se sei completamente in salute, che sfortunatamente è molto raro al giorno d'oggi.

Per tutti coloro che soffrono di qualsiasi tipo di condizione cronica, rinunciare al glutine sarà uno dei più grandi doni che puoi dare alla tua salute!

Non dimenticare che gli effetti negativi causati da questa proteina lasciano completamente il nostro corpo solo dopo 6 mesi. E rinunciare al glutine significa una decisione consapevole di evitare tutti i prodotti che lo contengono. Concedersi anche una volta al mese lascerà andare l'intero risultato.

Per una recensione più dettagliata del danno di Glutine, puoi leggere il mio post qui..

Dove si trova il glutine e come sostituirlo?

Per una nazione che non può vivere senza pane, questa è una cosa molto seria! Il glutine si trova nel grano, nell'orzo, nella segale e nel farro.

Alcuni cereali che non contengono naturalmente glutine possono essere infettati quando vengono trasformati in fabbrica o coltivati. Quindi il più corretto sarebbe cercare l'etichetta "senza glutine" sulla confezione.

Cereali come avena, riso e mais contengono proteine ​​che hanno una struttura simile al glutine e, pertanto, una risposta immunitaria può innescare nelle persone sensibili a queste proteine. Questo è un altro motivo per cui consiglio a tutte le persone che soffrono di malattie autoimmuni di abbandonare completamente tutti i cereali e i cereali e passare alla dieta Paleo.

Non dimenticare che il glutine può essere nascosto in altri alimenti, come ad esempio cibi pronti, conservare salse e condimenti, ecc. Leggi sempre attentamente l'elenco degli ingredienti..

La domanda più comune che mi viene posta quando le persone scoprono che non uso glutine e allo stesso tempo il grano è ciò che uso per cucinare i prodotti da forno, per quale farina utilizzo.

Un sostituto ideale e utile per la farina di grano è il cocco, che non contiene glutine, gli antinutrienti di cui sono ricchi altri cereali e per coloro che non possono vivere senza fibre, contengono molte volte più fibre di persino la farina integrale dannosa preferita da tutti.

La bellezza della farina di cocco è che non devi nemmeno acquistarla, ma puoi farla a casa dalle noci di cocco, nella produzione di rifiuti! E credetemi, le paste di farina di cocco si rivelano gustose come quelle ordinarie, ma senza alcun rischio per la salute!

Rifiutare il glutine - non fa paura! All'inizio è molto insolito, ma poi gli stessi organismi tornano in sé e non chiedono panini e pizza!

Quindi, se trovi segni di intolleranza al glutine, allora ti consiglio di prenderla da solo e controllare come ti sentirai senza di essa nella tua vita. E credimi, molte persone non tornano mai da lui e vivono perfettamente senza di lui.

E cosa ne pensi - hai intolleranza al glutine? Ti sei rifiutato di usarlo? Progettando di rifiutare?

Condividi "Come faccio a sapere se hai un'intolleranza al glutine?"

Allergene f79 - Glutine (glutine), IgE (ImmunoCAP)

Quantificazione di anticorpi specifici nel sangue, immunoglobuline di classe E, che si presentano in presenza di una reazione allergica al glutine.

Immunoglobulina glutine-specifica classe E.

Sinonimi inglese

Immunoglobulina specifica E al glutine, Spec. IgE al glutine (siero).

Immunofluorescenza in fase solida (ImmunoCAP).

KEDA / l (kg di allergene per litro).

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Sangue venoso o capillare.

Come prepararsi allo studio?

  • Non fumare per 30 minuti prima dello studio..

Panoramica dello studio

Un allergene è una sostanza che provoca una reazione allergica. Esiste un numero enorme di sostanze di origine naturale o artificiale, ognuna delle quali può diventare un allergene per l'uomo.

Tra loro gli allergeni differiscono per solubilità, stabilità enzimatica e temperatura. Gli allergeni alimentari sono di origine animale o vegetale. La loro caratteristica è la capacità di modificare le proprietà allergeniche durante la cottura. Allo stesso tempo, alcuni alimenti perdono la loro allergenicità, mentre altri diventano pericolosi per l'uomo. A volte il trattamento termico porta a una perdita della struttura proteica nativa, ma le immunoglobuline di classe E possono ancora reagire con le proteine ​​alimentari rotte.

Il principale partecipante a una reazione allergica di tipo immediato (tipo 1) è la classe E di immunoglobuline (IgE). Per ogni allergene esiste un'immunoglobulina specifica E. Lo scopo di questo test è determinare la reazione allergica al glutine..

Il glutine o il glutine combina un gruppo di proteine ​​che sono parte integrante dei semi delle piante di cereali, come grano, segale, orzo e avena. Come fattore eziologico nelle allergie alimentari, ha un alto grado di attività allergenica (senza tenere conto delle caratteristiche individuali). La quantità massima di glutine si trova nel grano (fino all'80%). La farina di frumento e i suoi componenti (rispettivamente e glutine) sono spesso usati come leganti e stabilizzanti in salsicce e salsicce, cibi in scatola di carne e pesce, latticini (yogurt, cagliata, cagliata), maionese, ketchup, salse, bastoncini di granchio, cibi istantanei, cubetti di brodo, caffè istantaneo, anche in corn flakes, quindi con l'intolleranza al glutine devi fare attenzione quando scegli il cibo. Spesso c'è un'allergia crociata al polline delle erbe di cereali (erba di grano strisciante, prato di erba timothy, erba di piume, ecc.).

L'allergia al glutine è solitamente accompagnata da una violazione del sistema digestivo (cheilite, gastrite, colite, gastroenterite, sindrome dell'intestino irritabile), manifestazioni cutanee (dermatite atopica, orticaria, edema di Quincke) e disturbi del sistema respiratorio e manifestazioni sistemiche meno comunemente, come anafilattici shock.

L'analisi è sicura per il paziente rispetto ai test cutanei (in vivo), in quanto elimina il contatto con l'allergene. Inoltre, l'assunzione di antistaminici e le caratteristiche legate all'età non influiscono sulla qualità e sull'accuratezza dello studio..

La quantificazione di anticorpi IgE specifici ci consente di valutare la relazione tra il livello di anticorpi e le manifestazioni cliniche delle allergie. Valori bassi di questo indicatore indicano una bassa probabilità di una malattia allergica, mentre un livello elevato ha un'alta correlazione con le manifestazioni cliniche della malattia. Se vengono rilevati livelli elevati di IgE specifiche, è possibile prevedere lo sviluppo di allergie in futuro e una manifestazione più vivida dei suoi sintomi. Tuttavia, la concentrazione di IgE nel sangue è instabile. Cambia con lo sviluppo della malattia, con la quantità di dose ricevuta di allergeni e durante il trattamento. Si raccomanda di ripetere lo studio quando i sintomi cambiano e durante il monitoraggio del trattamento. La necessità di riesaminare dovrebbe consultare il proprio medico.

ImmunoCAP è caratterizzato da elevata precisione e specificità: anche in concentrazioni di anticorpi IgE molto basse vengono rilevate in una piccola quantità di sangue. Lo studio è rivoluzionario e si basa sul metodo di immunofluorescenza, che consente di aumentare la sensibilità più volte rispetto ad altre analisi. L'Organizzazione mondiale della sanità e l'Organizzazione mondiale degli allergologi riconoscono la diagnostica ImmunoCAP come lo "standard di riferimento" perché ha dimostrato la sua accuratezza e stabilità in studi indipendenti. Nella Federazione Russa, fino ad ora, la tecnica non è stata ampiamente utilizzata, anche se in tutto il mondo fino all'80% dei test per immunoglobuline specifiche di classe E viene eseguito utilizzando ImmunoCAP.

Pertanto, il rilevamento di IgE specifiche utilizzando questa tecnica porta la diagnostica delle allergie a un livello completamente nuovo..

A cosa serve lo studio??

  • Per la diagnosi di malattie allergiche (allergie alimentari, dermatite atopica, asma bronchiale, rinite allergica, allergosi ​​respiratoria).
  • Per valutare il rischio di sviluppare reazioni allergiche al glutine.

Quando è programmato uno studio?

  • Se hai i seguenti sintomi che indicano una natura allergica quando mangi cibi che usano il glutine: arrossamento e prurito della pelle, angioedema, rinocongiuntivite, edema laringeo, tosse e broncospasmo, nausea, vomito, dolore addominale e diarrea e dr.
  • Con malattia ricorrente ricorrente senza periodi di remissione.
  • Se non è possibile annullare i farmaci per il trattamento della malattia di base, in quanto possono influenzare i risultati dei test cutanei.
  • Bambini - se i loro genitori soffrono di malattie allergiche.
  • Bambini di età inferiore a 5 anni (se è impossibile eseguire test cutanei).
  • Con danni alla pelle, nel periodo acuto della malattia.
  • Con la natura polivalente della sensibilizzazione, quando non è possibile condurre test in vivo con sospetti allergeni.
  • Con un risultato falso positivo o falso negativo del test cutaneo.

Cosa significano i risultati??

Valore dell'indicatore,

Classe

Il livello di anticorpi IgE specifici per allergeni

Quanto puoi fidarti dei test di intolleranza al glutine.

Test della celiachia e dell'intolleranza al glutine - accurati o fuorvianti?

05 settembre 2011 da: Julie McGinnis

5 settembre 2011 Notizie naturali

Un esame del sangue di routine a cui i medici si riferiscono è il pannello per celiaci. Questa analisi stabilisce indicatori della risposta immunitaria al glutine, nonché indicatori di danno ai tessuti intestinali.
Il pannello è composto dai seguenti indicatori:
Anticorpi anti-gliadina (AGA) per IgA e IgG (IgA e IgG sono coinvolte nel controllo del sistema immunitario);
Autoantigene endomisiale (EMA) - IgA;
Anticorpi anti-transglutaminasi tissutale (tTG) - IgA;
IgA totale.

Il Dr. Thomas O’Brien (Specialista dell'intolleranza al glutine) afferma che questa analisi è falsa negativa in 7 casi negativi su 10. I casi di falsi negativi sono in parte dovuti all'interpretazione dei risultati da parte del medico, nonché alle condizioni del paziente durante il prelievo di sangue per l'analisi. I medici spesso interpretano il risultato come negativo se l'analisi del danno tissutale (tTG ed EMA) è negativa, anche se esiste un test positivo per la risposta immunitaria. Nel frattempo, un'analisi del danno tissutale darà una risposta positiva solo se ci sono lesioni gravi o atrofia dei tessuti, ad es. cosa si può trovare nella fase finale della celiachia. Se c'è solo un'atrofia parziale, il limite di precisione di questo test scende al 27-30%.

Un altro problema di questo gruppo è che non tiene conto della carenza di IgA, che tra i pazienti con malattia celiaca si verifica 10-15 volte più spesso della popolazione media. In tali pazienti, ovviamente, il test delle IgA sarà negativo. Inoltre, questo pannello tiene conto solo di una parte del glutine (alfa gliadina) e il glutine contiene fino a 60 parti che possono causare problemi. Se il paziente è intollerante a una delle oltre 50 proteine ​​contenute nel glutine diverso dall'alfa gliadina, il risultato del test sarà comunque negativo. Il dott. Vicki Peterson, autore di The Gluten Effect, ritiene che nel 50% dei casi i pazienti non vengano diagnosticati a causa di risultati falsi negativi. Man mano che apprendiamo gradualmente, il grado di intolleranza al glutine può variare da lieve a grave, e un esame del sangue in non tutti i singoli casi, la sensibilità al glutine dà un risultato positivo..

Celiachia vs. Sensibilità al glutine.

Il Dott. Alessio Fasano, direttore del Center for Celiac Research dell'Università del Maryland, raccomanda un esame del sangue per la celiachia; tuttavia, se il risultato è negativo, raccomanda un test di allergia al grano tradizionale (tramite test IgE). Se anche questo test è negativo, suggerisce ai suoi pazienti di provare una dieta priva di glutine per 2-4 settimane e di seguire i sintomi. Se sono diventati più deboli, allora il Dr. Fassano considera questo un risultato positivo sulla sensibilità al glutine di fatto, e dal suo punto di vista, oggi è il modo migliore per analizzare la sensibilità al glutine, oltre alla bassa tecnologia.

Il Dr. Fasano ha recentemente completato uno studio che conferma la presenza di sensibilità al glutine in assenza di celiachia. Lo studio ha confermato che la sensibilità al glutine differisce dalla celiachia sia a livello molecolare che nella risposta del sistema immunitario. Fasano e i suoi coautori hanno dimostrato che la sensibilità al glutine e la celiachia sono malattie di una serie di disturbi associati alla risposta al glutine. “Considera di mangiare glutine nei pazienti dello spettro. Ad un'estremità ci saranno quelli che non possono tollerare le briciole di un singolo prodotto senza glutine. Dall'altro, quelli che sono fortunati e mangiano pizza, birra, pasta, biscotti senza alcun danno per la salute. Nel mezzo c'è una striscia grigia di sensibilità al glutine. Questo è il territorio che stiamo esplorando attentamente per trovare modi per diagnosticare e trattare i pazienti con sensibilità celiache. ".

Come malattia autoimmune, la celiachia è una conseguenza dell'interazione tra i geni e un fattore esterno (glutine). La presenza di due geni, HLA DQ2 e / o HLA DQ8, è una condizione assolutamente necessaria per lo sviluppo della celiachia. Poiché un terzo della popolazione ha questi geni, la loro presenza non è sufficiente per una persona a sviluppare la celiachia, è più probabile che abbia una predisposizione genetica a questa malattia. La ricerca del Dr. Kenneth Fine su Enterolab mostra l'esistenza di molti più geni associati allo sviluppo della celiachia, della sensibilità celiaca e di altre malattie associate alla risposta al glutine.

Studi di feci e saliva.

È possibile verificare la sensibilità al glutine mediante analisi di feci e saliva. Questi test possono essere ordinati online e fatti a casa. Lo studio unico di Enterolab include test non solo per la sensibilità al glutine, ma anche per gli antigeni per altri componenti della dieta. Il metodo Enterolab si basa sull'analisi delle feci e non del sangue come substrato indicativo del corpo, poiché la reazione immunologica alle proteine ​​del glutine si verifica nell'intestino e non nel sangue. Un'analisi della saliva determina la presenza di geni associati alla celiachia o alla sensibilità. Per fare questo, fai una raschiatura dall'interno della guancia e invialo al laboratorio.

Biopsia dell'intestino tenue.

Questo studio richiede un intervento più doloroso. Non lo consiglio, come oggi sono disponibili studi meno dolorosi. Un recente studio del Dr. Benjamin Lebwol, gastroenterologo presso il Celiac Research Center presso il University of Columbia Medical Center di New York, ha rilevato che il 65% dei pazienti sottoposti a biopsia non aveva il numero raccomandato di campioni (4) per diagnosticare la celiachia.

Test di sensibilità al glutine

Puoi usare la tua farina per preparare i tuoi dolci preferiti e, naturalmente, farina senza glutine di produttori noti e di fiducia.

Ricette di zucca super salutari, gustose e semplici

Pumpkin è un ospite immeritatamente raro sul nostro tavolo. E questo nonostante il fatto che la zucca nel suo sapore e la quantità di nutrienti in essa contenuti superi la maggior parte delle verdure.

10 segni di intolleranza al glutine

Prestare particolare attenzione al fatto che si tratterà dell'intolleranza al glutine (sensibilità al glutine) e non della celiachia o delle allergie al glutine.

Dessert delizioso dell'insalata del puff con le mele, il formaggio, le noci, le uova e le prugne

L'insalata di bignè con mele, formaggio, noci, uova e prugne è un ottimo piatto per la primavera, quando il corpo ha soprattutto bisogno di vitamine e alimenti nutrienti e nutrienti.

Sensibilità al glutine in domande e risposte

Cos'è la sensibilità al glutine e in che modo questa condizione è diversa dalla celiachia e dall'allergia al glutine?

La sensibilità al glutine è un disturbo funzionale non allergico..

Il corpo umano, che è ipersensibile al glutine, reagisce al glutine con la manifestazione di sintomi non specifici. Tuttavia, tali persone non soffrono di celiachia e sono allergiche al glutine..

La sensibilità al glutine è spesso associata a una mancanza o assenza dell'enzima necessario per l'assorbimento di alimenti contenenti glutine. La sensibilità alimentare è generalmente accompagnata da un minor numero di sintomi, a differenza della celiachia o delle allergie. Inoltre, i sintomi esistenti inizialmente non sono molto pronunciati, quindi la sensibilità al glutine è più difficile da diagnosticare..

I sintomi possono essere assenti per diverse ore o addirittura giorni dopo aver consumato cibi contenenti glutine..

IMPORTANTE. Tutti i sintomi della malattia scompaiono sullo sfondo di una dieta priva di glutine, una serie di procedure terapeutiche e l'uso di preparati enzimatici. Con la sensibilità al glutine, i pazienti possono in seguito tornare a un'assunzione limitata di alimenti contenenti glutine..

La celiachia (intolleranza alle proteine ​​dei cereali) è una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario di una persona danneggia il suo intestino.

La celiachia è una diagnosi permanente. Sorgendo una volta, rimarrà per sempre con la persona. Tutti possono avere la celiachia: uomini e donne, bambini e adulti, rappresentanti di tutte le razze e nazionalità. La celiachia può essere congenita e acquisita..

La celiachia può manifestarsi nei primi mesi di vita, oppure può nascondersi e iniziare ad attaccare l'intestino dopo anni. La celiachia "acquisita" è una violazione del sistema immunitario. Si verifica a causa di danni ai villi che rivestono la parete intestinale.

La celiachia viene trattata esclusivamente con una dieta priva di glutine..

Il meccanismo dell'allergia al glutine nei bambini e negli adulti è lo stesso del meccanismo di altre allergie alimentari: una reazione autoimmune si verifica nel corpo quando il corpo inizia ad attaccare i propri tessuti in risposta alla comparsa di un allergene, in questo caso le proteine ​​dei cereali. Ciò porta all'infiammazione intestinale e all'interruzione di altri sistemi corporei. Più a lungo si infiammano gli intestini, più viene disturbata la sua funzione di assorbimento di sostanze benefiche. Tuttavia, con le allergie, non si verificano così gravi problemi intestinali come con la celiachia. Ma ci sono abbastanza altri problemi. Non meno serio. Durante un attacco allergico, può svilupparsi un grave edema che minaccia la vita di una persona.

L'allergia al glutine viene trattata in modo simile ad altri tipi di allergie alimentari - ad eccezione di un allergene dal menu e seguendo una dieta, in questo caso, seguendo una dieta priva di glutine. In futuro, puoi consultare il tuo medico sull'uso di preparati speciali contenenti enzimi per migliorare la digestione..

A che età può verificarsi la sensibilità al glutine??

La sensibilità al glutine può verificarsi inaspettatamente a qualsiasi età..

Se ho una sensibilità al glutine, questa condizione può verificarsi nei miei figli? Quanto è alto il rischio di sviluppare la sensibilità al glutine nei miei figli?

Sensibilità al glutine non ereditata.

Test di screening per determinare se il bambino ha una sensibilità al glutine.

Gli studi hanno dimostrato che nei bambini con una predisposizione alla sensibilità al glutine, la probabilità di sviluppare la malattia dipende dal tipo di cibo nei primi mesi di vita.

In particolare, l'allattamento al seno esclusivo dei bambini nei primi 4 mesi di vita e l'allattamento continuato durante il periodo in cui il bambino inizia a conoscere prodotti contenenti glutine (cereali, pane, ecc.) Riduce il rischio di sviluppare non solo sensibilità al glutine, ma anche celiachia e allergie al glutine.

È importante che il bambino riceva solo una piccola quantità di glutine dopo l'interruzione dell'allattamento.

È stato anche notato che alcune infezioni intestinali (come il rotavirus) aumentano il rischio che un bambino sviluppi malattie gastrointestinali, incluso il rischio di sviluppare la sensibilità al glutine..

Come appare la sensibilità al glutine??

I sintomi della sensibilità al glutine sono simili a molti sintomi della celiachia e dell'allergia al glutine..

I seguenti reclami sono più comunemente disturbati:

  • Dolore addominale, nausea, aumento dei gas, sensazione di pesantezza allo stomaco, all'intestino e al retto.
  • Problemi alle feci (diarrea o costipazione).
  • Problemi della pelle (eruzioni cutanee, acne, eczema).
  • Problemi con l'attività cerebrale (riduzione della concentrazione, scarsa memoria).
  • Problemi neurologici (sonno scarso, depressione, stress, ansia).
  • Dolore migratorio nelle articolazioni e nelle ossa.
  • Infiammazione nel rinofaringe di eziologia sconosciuta, naso che cola, rinite, congiuntivite.

Potresti notare uno o più sintomi. Possono verificarsi 1-2 ore dopo aver mangiato, a volte 1-2 giorni.

Se noti i suddetti sintomi, assicurati di consultare un gastroenterologo. Il medico prescriverà i test necessari, diagnosticherà e raccomanderà un trattamento e una dieta adeguati. Non automedicare.

Quali sono i sintomi più comuni nei bambini??

Nei bambini, il glutine più spesso che negli adulti provoca sintomi più gravi e vividi: diarrea, gonfiore, dolore, vomito. L'intestino danneggiato non può assorbire vitamine e minerali - si sviluppa carenza di vitamina. I bambini iniziano a rimanere indietro rispetto ai coetanei in altezza, peso e persino sviluppo.

Quali sono i sintomi più comuni negli adulti sensibili al glutine??

Negli adulti, i sintomi sono più cancellati. Molto spesso, la sensibilità al glutine negli adulti si manifesta sotto forma di aumento della formazione di gas e eruzioni cutanee sotto forma di piccoli noduli rossi sulla pelle del viso. Inoltre, gli adulti si stancano rapidamente, hanno un cattivo umore vicino alla depressione, compaiono lamentele per i denti poveri e perdita di capelli.

A volte questi sintomi compaiono insieme, a volte separatamente..

Come viene diagnosticata la sensibilità al glutine? Quali test dovrebbero essere superati?

La sensibilità al glutine spesso passa inosservata e non viene curata..

A causa della mancanza di specifiche misure diagnostiche per confermare questo stato del corpo, la diagnosi di "sensibilità al glutine" rimane attualmente la diagnosi di esclusione. In altre parole, la diagnosi viene fatta dopo l'esclusione della celiachia e dell'allergia al glutine..

La cosa più semplice che puoi fare è escludere dalla dieta per 2-3 settimane tutti i prodotti contenenti glutine. Quindi reinseriscili nella dieta. Se la tua salute peggiora e i problemi derivano dal tratto gastrointestinale (e altri, tra cui eruzioni cutanee, mal di testa, ecc., Vedi l'articolo), il tuo corpo è sensibile a determinate dosi di glutine.

Esiste una serie di misure diagnostiche che è possibile rivolgersi a un istituto medico per escludere la celiachia e l'allergia al glutine.

  • Alla scoperta di una storia familiare di celiachia e allergia al glutine.
  • Esame del sangue biochimico (per anticorpi).
  • Analisi genetica.
  • Colonscopia.
  • Endoscopia e biopsia della mucosa dell'intestino tenue seguite da esame istologico.
  • Fibrogastroduodenoscopy (FGDS).
  • Analisi del sangue generale.
  • Ricerca coprologica.
  • Endoscopia con capsula video.
  • Ultrasuoni della cavità addominale e della ghiandola tiroidea.
  • Fluoroscopia intestinale.

In alcuni casi, per evitare di fare una diagnosi errata, il medico può prescrivere ulteriori misure diagnostiche.

IMPORTANTE. Le misure diagnostiche devono essere eseguite prima di iniziare una dieta priva di glutine. Passare a una dieta priva di glutine prima della diagnosi può distorcere i risultati dell'esame, portando a una diagnosi inaccurata.

Come trattare la sensibilità al glutine?

Sensibilità al glutine trattata con una dieta priva di glutine.

Inoltre, a differenza della celiachia e delle allergie al glutine, non è richiesta la stretta aderenza a una dieta priva di glutine su base continuativa. Una dieta rigorosa senza glutine dovrebbe essere seguita per sei mesi o due anni, a seconda dello stato del corpo. Successivamente, puoi iniziare a introdurre gradualmente piccole quantità di glutine nella tua dieta..

Cucina il tuo cibo fresco.

Acquista prodotti finiti solo con etichettatura: senza glutine, senza glutine.

Se i sintomi persistono dopo aver escluso cibi senza glutine dalla dieta, consultare nuovamente il medico per una diagnosi accurata..

Si noti che con la celiachia e l'allergia al glutine, una dieta priva di glutine dovrebbe durare per tutta la vita, mentre i pazienti con sensibilità al glutine possono in seguito tornare a un consumo limitato di alimenti contenenti glutine..

Cosa succederà se non vengono prese misure?

Nel tempo, la sensibilità al glutine può causare:

  • Infiammazione e disbiosi intestinale.
  • Disturbi del sistema immunitario.
  • Disturbi nel sistema endocrino.
  • Disturbi neurologici e mentali.
  • Infertilità.
  • Malattia cardiovascolare.
  • E persino il cancro.

Il glutine è dannoso per una persona sana?

Il glutine è relativamente innocuo per una persona sana se si consumano alimenti contenenti glutine con moderazione.

Perché il glutine è importante per una dieta priva di glutine?

Per molte persone, la sensibilità al glutine si manifesta con una serie di sintomi minori. Per questo motivo, è molto più difficile per loro seguire una dieta priva di glutine che tollerare i sintomi della malattia..

Prima di rinunciare a una dieta priva di glutine, nota che, senza seguire una dieta, la sensibilità al glutine può portare a una serie di gravi complicazioni..

Quanto tempo dopo una dieta priva di glutine mi sento meglio?

Le persone con sensibilità al glutine possono notare un miglioramento o addirittura la completa scomparsa di molti sintomi solo un paio di giorni dopo aver iniziato una dieta.

La completa scomparsa dei sintomi e il ripristino del corpo possono richiedere da alcune settimane a 2-3 mesi (a seconda dello stato del corpo prima del trattamento). In particolare, nei bambini si osserva un completo recupero intestinale entro circa 2-3 settimane da una dieta priva di glutine. Negli adulti, la funzione intestinale è di solito completamente regolata entro un mese.

In casi estremamente rari, l'inizio della dieta non porta a un notevole miglioramento del benessere nei tempi indicati sopra. In tali casi, può essere necessario un trattamento aggiuntivo, che può essere prescritto solo da un medico..

Come scegliere i prodotti in un negozio o in un caffè?

1. Tieni sempre d'occhio ciò che è contenuto nei prodotti. Anche se il pacchetto è scritto in caratteri grandi - senza glutine, senza glutine, non perdere la vigilanza. Perché oltre ai cereali indicati (grano, segale, orzo, avena), qualsiasi ingrediente dall'elenco seguente può contenere anche glutine:

proteine ​​vegetali idrolizzate

malto, aroma di malto

amido alimentare modificato e amido modificato.

2. Scopri quali alimenti contengono glutine. Acquista cibi freschi e non trasformati quando possibile. Molto probabilmente non contengono glutine. Una varietà di combinazioni contribuirà a rendere il tuo menu non solo utile, ma anche incredibilmente interessante e gustoso..

3. Ricorda che il glutine può essere trovato in marinate, salse, condimenti, ecc..

4. Attenzione agli additivi alimentari. A proposito, non solo gli additivi alimentari, ma anche alcuni tipi di amido, zuccheri e aromi possono contenere glutine..

5. Evitare di andare in "esercizi di ristorazione" (ristoranti, caffè, bistrot, ecc.), Dove vengono preparati piatti per glutine. Molti alimenti in questi stabilimenti contengono una maggiore quantità di glutine, che può causare problemi al tratto gastrointestinale.

6. Fai un elenco di marchi e marchi di prodotti senza glutine.

7. Fai un elenco di alimenti senza glutine. Ciò faciliterà la ricerca di prodotti nel negozio e l'ordinazione di piatti in bar e ristoranti..

Quali alimenti sono i migliori per la sensibilità al glutine??

Da prodotti da forno e prodotti finiti contenenti glutine.

Quali alimenti puoi tranquillamente mangiare con sensibilità al glutine?

Carne, pesce, verdure, cereali senza glutine, frutta, ecc...

Nella sezione Prodotti senza glutine, troverai informazioni complete su questo argomento..

Dove acquistare alimenti senza glutine?

In reparti speciali di supermercati, negozi specializzati di alimenti naturali e negozi online.

A cosa serve una dieta senza glutine??

La sensibilità al glutine può influenzare la maggior parte delle persone..

Quasi tutti, in una certa misura, affrontiamo questo problema. Il numero di persone con sensibilità al glutine è decine di volte maggiore del numero di persone che soffrono di celiachia.

Il glutine rende permeabile l'intestino, facendo entrare nel flusso sanguigno proteine ​​e prodotti di decomposizione. Ciò interrompe il sistema immunitario, che di conseguenza provoca una varietà di disturbi e malattie nel corpo.

Il glutine può essere una delle cause di tali problemi, che sono immediatamente difficili da collegare al lavoro dell'intestino. Può essere acne, dermatite, stomatite, vitiligine, ecc...

Dieta senza glutine:

  • Aiuta a perdere peso. Se decidi di utilizzare una dieta priva di glutine per ridurre il peso, includi meno pasticcini senza glutine nel menu. Non è dannoso, a differenza della cottura al glutine. Tuttavia, è anche ipercalorico, così come i dolci senza glutine..
  • Aiuta a migliorare le condizioni di pelle, capelli e unghie. Se decidi di utilizzare una dieta priva di glutine per migliorare l'aspetto, allo stesso tempo escludi i prodotti lattiero-caseari dal menu - influenzano in modo negativo le condizioni della pelle, causando eruzioni cutanee. Sostituiscili con prodotti caseari a base di ingredienti a base di erbe. L'acquisto di tali prodotti non è un problema. Inoltre, possono essere facilmente preparati indipendentemente.
  • Aiuta a prevenire una serie di malattie gravi. Il glutine può causare asma, dermatite, infertilità, morbo di Parkinson, morbo di Crohn, morbo di Addison e cancro, incluso il linfoma. Eliminando il glutine dalla dieta, farai un ottimo servizio al tuo corpo.

Come riconoscere l'intolleranza al glutine (glutine)

Il glutine o il glutine è una proteina presente nel grano, nell'orzo e nella segale. Il glutine agisce come la colla e consente al cibo di mantenere la sua forma, conferisce elasticità all'impasto del pane, lo aiuta a lievitare e a renderlo appiccicoso. Nelle persone con celiachia (celiachia) o sensibilità al glutine, provoca una reazione negativa del sistema immunitario che danneggia l'intestino. I medici stimano che l'uno per cento della popolazione soffre di celiachia e circa il 15% è sensibile al glutine. Anche le persone senza celiachia possono avere una risposta intestinale o immunitaria al glutine. [1] X Fonte di informazione A causa di sintomi simili, la celiachia è talvolta confusa con la sindrome dell'intestino irritabile (IBS). Sebbene non vi siano esami medici per l'intolleranza al glutine, è possibile adottare alcune misure per riconoscere la sensibilità al glutine e migliorare la salute..

Intolleranza al glutine: sintomi, trattamento e diagnosi degli adulti

Celiachia, allergia al grano, sensibilità non celiaca: questi concetti sono spesso confusi. Mettiamo tutto sugli scaffali. In questo articolo, per la maggior parte, ci concentreremo sulla celiachia, la forma più grave di intolleranza. Promettiamo in futuro di fare una serie di articoli e parlare di tutte le "malattie celiache".

Cos'è il glutine?

Il glutine latino C si traduce in colla. In russo, questa sostanza è generalmente chiamata glutine. Il concetto combina contemporaneamente diverse proteine ​​di diversi cereali: grano - gliadina, segale - sekalin, orzo - chordine. Sono queste proteine ​​che formano una rete appiccicosa, grazie alla quale l'impasto è così viscoso ed elastico..

Il glutine, secondo la FSA (Food Standards Agency), è incluso nell'elenco degli allergeni che il produttore deve indicare sulla confezione del prodotto

Perché il glutine è allergico?

Intolleranza al glutine: come determinare la celiachia

Come si esprime la celiachia? Il fatto è che spesso - assolutamente no. Può essere asintomatico per lungo tempo e per la prima volta si manifesta già nella vecchiaia. La malattia può provocare gravidanza e parto nelle donne, situazioni stressanti, infezioni, trattamenti antibiotici.

In questo caso, il corpo percepisce il glutine come un agente patogeno, cioè un ospite estremamente indesiderato. Il sistema immunitario incontra i suoi complessi immunitari protettivi.

Problemi gastrointestinali

Le pareti intestinali sono rivestite con piccoli villi. Aumentano l'area di contatto con gli alimenti e aumentano l'assorbimento dei nutrienti..

Sotto l'influenza dei complessi immunitari, l'intestino si infiamma, la sua mucosa è gravemente colpita. I villi sono danneggiati, l'assorbimento peggiora. Il risultato - una violazione delle funzioni intestinali (diarrea, gonfiore).

Anemia sideropenica (anemia)

Una delle gravi conseguenze della celiachia. In poche parole: questo è quando ci sono piccoli globuli rossi (globuli rossi) nel sangue o poca emoglobina (una proteina che trasporta l'ossigeno) nei globuli rossi stessi.

Come abbiamo detto, con la celiachia, le sostanze benefiche vengono assorbite peggio nell'intestino. Compresi gli elementi necessari per la sintesi dell'emoglobina: vitamina B12, acido folico e ferro.

Squilibrio ormonale

Per mantenere l'equilibrio degli ormoni nel corpo, sono necessari nutrienti. Con la celiachia, l'assorbimento di vitamine e minerali è compromesso, il che significa che sono possibili disturbi ormonali.

Ciò può influire sul sistema riproduttivo. Possibili manifestazioni di celiachia nelle donne: sviluppo sessuale ritardato, mestruazioni irregolari, infertilità, menopausa precoce, aborto spontaneo.

Altre possibili complicazioni

I complessi immunitari che ne risultano influenzano le condizioni del sistema muscoloscheletrico, del cervello, delle fibre nervose, del fegato, dei reni e della pelle. Alcuni esempi:

Le ossa diventano meno dense (osteoporosi) o più morbide (osteomalacia). In conclusione: aumento del rischio di fratture.

Dolori articolari.

Mal di testa e affaticamento.

Intorpidimento e formicolio alle gambe e alle braccia, problemi di equilibrio, insonnia, depressione - tutto ciò è dovuto a problemi del sistema nervoso.

La dermatite erpetiforme è un'eruzione cutanea specifica su gomiti, ginocchia, corpo e cuoio capelluto. Accompagnato da prurito e vesciche.

Diagnosi della malattia: come capire cos'è l'intolleranza

Ogni medico capisce: diagnosticare la celiachia è una grande responsabilità. Pertanto, condannerai il paziente per tutta la vita a mangiare esclusivamente alimenti senza glutine..

Quando si diagnostica, bisogna ricordare: questa malattia può mascherarsi come altre malattie autoimmuni e genetiche. Ad esempio, diabete di tipo 1, artrite reumatoide, disturbi della tiroide, morbo di Crohn o sindrome di Down.

All'appuntamento iniziale, il medico ti chiederà attentamente dei reclami e condurrà un esame: determinare il peso corporeo, l'altezza, l'indice di massa corporea, l'elasticità dei tessuti, la presenza di edema, il tono muscolare e la palpazione addominale. Supponiamo che i sintomi parlino di celiachia, ma come verificare con certezza se esiste o meno una malattia?

Wikipedia afferma: "Il gold standard per la diagnostica è l'endoscopia con biopsia e sierodiagnosi". Tre parole sono in grassetto: le prime due riguardano l'analisi morfologica, la terza riguarda l'analisi del sangue.

Esame del sangue per anticorpi

Serodiagnosi: studiamo il siero del sangue e determiniamo gli anticorpi. Se ci sono molti anticorpi specifici nel sangue, allora c'è una risposta immunitaria al glutine.

Studio morfologico

Endoscopia: osserva il tratto digestivo dall'interno usando una sonda.

Biopsia: prelevare un campione di tessuto e vedere se ci sono anomalie che indicano la celiachia.

Ricerca genetica

Diciamo che abbiamo fatto tutte queste analisi. Ma come fai a sapere esattamente cosa ha il paziente: una predisposizione genetica, un'allergia o una NCHG? Usando un test del DNA, almeno puoi eliminare la prima opzione più sfavorevole.

La celiachia può svilupparsi solo nelle persone che hanno alcuni cambiamenti nel loro DNA. Se "leggi" i geni necessari, puoi confermare o escludere la vera malattia celiaca geneticamente determinata. E dopo di ciò, già prescrivere un trattamento.

I marcatori genetici sono preziosi anche perché un'alimentazione senza glutine non li influenza. Tutti gli altri test dipendono dal fatto che il paziente debba seguire una dieta speciale o meno..

Intolleranza al glutine: trattamento e prevenzione

Le analisi positive non sono, ovviamente, buone. Ma puoi conviverci.

Nutrizione e dieta

In effetti, l'unico metodo per curare la celiachia e prevenirne le complicanze è una rigorosa dieta priva di glutine. Ahimè, per tutta la vita.

Importante rifiutare non solo glutine "ovvio" (pane, panini, pasta, semola, orzo perlato, bulgur, couscous, farro, farro, triticale, kamut), ma anche quelli che contengono glutine "nascosto". In quest'ultimo caso, il glutine viene utilizzato come additivo alimentare nel processo di fabbricazione..

È assolutamente esotico ottenere una porzione significativa di glutine da prodotti non alimentari. Ad esempio, dalla colla su francobolli e buste, rossetto, dentifricio, compresse di conchiglie. Il rischio è piccolo, ma dovrebbe essere preso in considerazione..

È chiaro che è proibito. Cosa è permesso? Verdure, frutta, legumi, bacche, carne, uova, pesce, latticini, verdura e burro. In effetti, tutti i prodotti sono disponibili per una dieta sana, sana ed equilibrata..

L'unico punto è che i cereali sono ancora necessari, anche per i pazienti con malattia celiaca. Ma qui ci sono opzioni senza glutine: riso integrale, nero o selvaggio, quinoa, amaranto, grano saraceno, mais, farina di mais, popcorn, miglio, avena senza glutine, sorgo e teff. Buona abitudine: cerca l'adesivo “Gluten Free” sulla confezione..

È importante capire: l'uso di alimenti contenenti glutine è un fattore obbligatorio, ma non l'unico nella celiachia. Il fattore principale è la predisposizione genetica.

Supervisione del medico

Ai pazienti è richiesta la supervisione medica. Sullo sfondo di una dieta priva di glutine, il medico valuta il benessere del paziente, i cambiamenti negli esami del sangue e determina la risposta alla terapia.

Nella maggior parte dei casi, una dieta priva di glutine favorisce la guarigione delle pareti intestinali. Il bambino può essere curato in 3-6 mesi. Potrebbero essere necessari diversi anni prima che un adulto si riprenda completamente..

E anche quando la mucosa è completamente guarita, si consiglia di continuare a seguire una dieta. E in alcune situazioni, può essere necessaria un'endoscopia ripetuta con una biopsia..

Prevenzione

In breve: non lo è. L'allattamento prolungato, i supplementi contenenti glutine limitati o le iniezioni ritardate di glutine sono tutti suddivisi in studi multicentrici, randomizzati, controllati con placebo..

L'unico modo corretto per la celiachia:

  1. Diagnosticare chiaramente la malattia.
  2. Segui una dieta rigorosa.
  3. Consultare un medico.

ru_happychild

Bambini speciali - Bambini felici!

Club di incontri, ufficio di consulenza e giubbotto collettivo per genitori

Test della celiachia e dell'intolleranza al glutine - accurati o fuorvianti?

05 settembre 2011 da: Julie McGinnis

5 settembre 2011 Notizie naturali

Un esame del sangue di routine a cui i medici si riferiscono è il pannello per celiaci. Questa analisi stabilisce indicatori della risposta immunitaria al glutine, nonché indicatori di danno ai tessuti intestinali.
Il pannello è composto dai seguenti indicatori:
Anticorpi anti-gliadina (AGA) per IgA e IgG (IgA e IgG sono coinvolte nel controllo del sistema immunitario);
Autoantigene endomisiale (EMA) - IgA;
Anticorpi anti-transglutaminasi tissutale (tTG) - IgA;
IgA totale.

Il Dr. Thomas O’Brien (Specialista dell'intolleranza al glutine) afferma che questa analisi è falsa negativa in 7 casi negativi su 10. I casi di falsi negativi sono in parte dovuti all'interpretazione dei risultati da parte del medico, nonché alle condizioni del paziente durante il prelievo di sangue per l'analisi. I medici spesso interpretano il risultato come negativo se l'analisi del danno tissutale (tTG ed EMA) è negativa, anche se esiste un test positivo per la risposta immunitaria. Nel frattempo, un'analisi del danno tissutale darà una risposta positiva solo se ci sono lesioni gravi o atrofia dei tessuti, ad es. cosa si può trovare nella fase finale della celiachia. Se c'è solo un'atrofia parziale, il limite di precisione di questo test scende al 27-30%.

Un altro problema di questo gruppo è che non tiene conto della carenza di IgA, che tra i pazienti con malattia celiaca si verifica 10-15 volte più spesso della popolazione media. In tali pazienti, ovviamente, il test delle IgA sarà negativo. Inoltre, questo pannello tiene conto solo di una parte del glutine (alfa gliadina) e il glutine contiene fino a 60 parti che possono causare problemi. Se il paziente è intollerante a una delle oltre 50 proteine ​​contenute nel glutine diverso dall'alfa gliadina, il risultato del test sarà comunque negativo. Il dott. Vicki Peterson, autore di The Gluten Effect, ritiene che nel 50% dei casi i pazienti non vengano diagnosticati a causa di risultati falsi negativi. Man mano che apprendiamo gradualmente, il grado di intolleranza al glutine può variare da lieve a grave, e un esame del sangue in non tutti i singoli casi, la sensibilità al glutine dà un risultato positivo..

Celiachia vs. Sensibilità al glutine.

Il Dott. Alessio Fasano, direttore del Center for Celiac Research dell'Università del Maryland, raccomanda un esame del sangue per la celiachia; tuttavia, se il risultato è negativo, raccomanda un test di allergia al grano tradizionale (tramite test IgE). Se anche questo test è negativo, suggerisce ai suoi pazienti di provare una dieta priva di glutine per 2-4 settimane e di seguire i sintomi. Se sono diventati più deboli, allora il Dr. Fassano considera questo un risultato positivo sulla sensibilità al glutine di fatto, e dal suo punto di vista, oggi è il modo migliore per analizzare la sensibilità al glutine, oltre alla bassa tecnologia.

Il Dr. Fasano ha recentemente completato uno studio che conferma la presenza di sensibilità al glutine in assenza di celiachia. Lo studio ha confermato che la sensibilità al glutine differisce dalla celiachia sia a livello molecolare che nella risposta del sistema immunitario. Fasano e i suoi coautori hanno dimostrato che la sensibilità al glutine e la celiachia sono malattie di una serie di disturbi associati alla risposta al glutine. “Considera di mangiare glutine nei pazienti dello spettro. Ad un'estremità ci saranno quelli che non possono tollerare le briciole di un singolo prodotto senza glutine. Dall'altro, quelli che sono fortunati e mangiano pizza, birra, pasta, biscotti senza alcun danno per la salute. Nel mezzo c'è una striscia grigia di sensibilità al glutine. Questo è il territorio che stiamo esplorando attentamente per trovare modi per diagnosticare e trattare i pazienti con sensibilità celiache. ".

Come malattia autoimmune, la celiachia è una conseguenza dell'interazione tra i geni e un fattore esterno (glutine). La presenza di due geni, HLA DQ2 e / o HLA DQ8, è una condizione assolutamente necessaria per lo sviluppo della celiachia. Poiché un terzo della popolazione ha questi geni, la loro presenza non è sufficiente per una persona a sviluppare la celiachia, è più probabile che abbia una predisposizione genetica a questa malattia. La ricerca del Dr. Kenneth Fine su Enterolab mostra l'esistenza di molti più geni associati allo sviluppo della celiachia, della sensibilità celiaca e di altre malattie associate alla risposta al glutine.

Studi di feci e saliva.

È possibile verificare la sensibilità al glutine mediante analisi di feci e saliva. Questi test possono essere ordinati online e fatti a casa. Lo studio unico di Enterolab include test non solo per la sensibilità al glutine, ma anche per gli antigeni per altri componenti della dieta. Il metodo Enterolab si basa sull'analisi delle feci e non del sangue come substrato indicativo del corpo, poiché la reazione immunologica alle proteine ​​del glutine si verifica nell'intestino e non nel sangue. Un'analisi della saliva determina la presenza di geni associati alla celiachia o alla sensibilità. Per fare questo, fai una raschiatura dall'interno della guancia e invialo al laboratorio.

Biopsia dell'intestino tenue.

Questo studio richiede un intervento più doloroso. Non lo consiglio, come oggi sono disponibili studi meno dolorosi. Un recente studio del Dr. Benjamin Lebwol, gastroenterologo presso il Celiac Research Center presso il University of Columbia Medical Center di New York, ha rilevato che il 65% dei pazienti sottoposti a biopsia non aveva il numero raccomandato di campioni (4) per diagnosticare la celiachia.