Analisi delle feci su UPF (flora opportunistica): l'essenza, la preparazione e la consegna dell'analisi

La disbatteriosi è un disturbo comune associato al fatto che ci sono meno batteri benefici e batteri più dannosi.

Molto spesso questo accade con il trattamento antibiotico e i cambiamenti nutrizionali. Ma ci sono molte altre ragioni..

Il corpo del bambino è più vulnerabile alla disbiosi e se un adulto può avere un mal di stomaco lieve, il bambino soffrirà della malattia a lungo e con gravi conseguenze.

Microflora intestinale

La microflora intestinale è un ambiente microbiologico interno abitato da organismi microscopici. Una composizione qualitativa e quantitativa stabile di batteri assicura uno stato e una funzionalità sani delle parti intestinali dell'apparato digerente (intestino tenue e crasso).

La microflora partecipa ai processi metabolici, alla regolazione dell'immunità cellulare, all'assorbimento dei nutrienti, alla sintesi di aminoacidi e vitamine del gruppo B. In caso di squilibrio nel microambiente, disturbi intestinali, patologie di natura batterica e malattie croniche del tratto gastrointestinale si sviluppano.

I rappresentanti del microambiente intestinale sono:

  • Anaerobi benefici normali (microrganismi che vivono senza ossigeno), che rappresentano oltre il 90% del numero totale di batteri. Il gruppo intestinale comprende latto-, bifido-, enterobatteri, enerococchi ed E. coli.
  • Anaerobi facoltativi condizionatamente patogeni gram-positivi e gram-negativi (non rigorosi), il cui numero è strettamente limitato (con riproduzione attiva che provoca disturbi batteriologici). Questa categoria comprende streptococchi, stafilococchi, Klebsiella, funghi del genere Candida, clostridi, Helicobacter e altri microrganismi.

Inoltre, ci sono microrganismi patogeni, la cui presenza nell'intestino non è prevista. Penetrano dall'ambiente esterno e sono la causa di malattie infettive (shigellosi, salmonellosi, colera, ecc.). L'attività dei patogeni opportunistici si manifesta con un effetto esocrino (esterno) negativo, in un contesto di immunità indebolita.

Letteratura

  1. Bogomolov G.I. Diagnosi differenziale di malattie infettive. M. 2000.231 p..
  2. Enciclopedia dei test di laboratorio clinico, ed. BENE. Viso. Casa editrice Labinform - M. - 1997 - 942 s.
  3. Medical Microbiology Guide, ed.A.S.Labinskaya, Mosca, 2010.
  4. Metodi di ricerca clinica di laboratorio sotto la direzione di V.V. Menshikov, vol.3, Mosca, 2009.
  5. Microbiologia medica, virologia, immunologia, L.B. Borisov, Mosca, 2005.
  6. Gorbach S. Et al. / Malattie infettive (3a edizione) / 2003 / Lippincott Williams & Wilkins / 2700 ps.
  7. Jacobs D. et al. Manuale delle prove di laboratorio / Lexi-Comp.2002-1534 p.

Determinazione dell'eziologia della dissenteria e scelta della terapia antibiotica razionale.

Il trattamento razionale della dissenteria si basa sull'identificazione del suo agente patogeno - batteri del genere Shigella.

Shigella (a nome dello scienziato giapponese K. Shigi) bacilli non spore immobili gram-negativi lunghi 23 micron, larghi 0,6 micron. Per tipo di scambio, aerobi e anaerobi facoltativi secernono tossine che danneggiano l'epitelio intestinale, aumentano la secrezione di liquidi e sali nel lume intestinale. Shigella cambia rapidamente la sua sensibilità a vari farmaci antibatterici.

L'infezione si verifica attraverso la via fecale-orale. Per l'insorgenza della malattia è sufficiente un'infezione con meno di 100 cellule microbiche Shigella. Il periodo di incubazione va da uno a 7 giorni (in media da 2 a 3 giorni), ma può essere ridotto a 12 o anche a 2 ore. La malattia inizia in modo acuto. Si verifica intossicazione generale, aumento della temperatura corporea, crampi dolori addominali (tenesmo), intensificazione prima della defecazione. Negli ultimi anni, c'è stato un forte aumento del numero di pazienti con dissenteria grave e sue forme croniche. La diagnosi di dissenteria cronica viene stabilita se la malattia dura più di 3 mesi.

La conferma di laboratorio della dissenteria viene effettuata con metodi batteriologici e sierologici. Il metodo batteriologico (semina di shigella dalle feci) con uno studio di 3 volte fornisce la conferma della diagnosi nella maggior parte dei pazienti. Ciò fornisce una diagnosi differenziale con altre malattie acute della diarrea: salmonellosi, escherichiosi, yersiniosi intestinale, colera, amebiasi.

Agenti patogeni: shigella, salmonella, Escherichia coli enteropatogeno.

Richiamiamo l'attenzione sulla necessità di acquistare una provetta sterile con un mezzo nutritivo per portare il biomateriale su cauzione. La restituzione della garanzia viene effettuata al momento della consegna dell'analisi e soggetta alla disponibilità di un assegno per il deposito.

Indicazioni per lo studio

La propagazione di batteri opportunistici e patogeni nell'intestino è rara e asintomatica. Il cambiamento nell'equilibrio della flora è accompagnato da:

  • disturbo delle feci (diarrea);
  • gravità epigastrica e nausea;
  • rilascio riflesso del contenuto dello stomaco (vomito);
  • temperatura corporea subfebrile (37–38 ° С) e febbrile (38–39 ° С);
  • dolore addominale acuto.

La presenza di tali sintomi è un'indicazione diretta per la diagnosi di laboratorio della microflora intestinale. E anche l'analisi delle feci in UPF è assegnata:

  • dopo il contatto con una potenziale fonte di infezione (una persona a cui è stata diagnosticata un'infezione intestinale);
  • per la differenziazione dell'agente patogeno e la selezione del farmaco più efficace;
  • come controllo della terapia in corso di malattie intestinali;
  • nell'ambito della commissione medica per l'impiego in catering e istituzioni mediche.

Al momento dell'ammissione ad alcune scuole materne ed educative, l'analisi UPF viene eseguita insieme al coprogramma obbligatorio. Squilibrio nel rapporto tra batteri dannosi e benefici nell'intestino, altrimenti la disbiosi viene rilevata particolarmente spesso nei bambini piccoli. Lo studio delle feci per la flora opportunistica è uno dei più popolari nella pratica pediatrica..

Analisi delle feci per la flora patogena quando necessario

La comparsa di nausea, diarrea e dolore addominale può essere il precursore di una grave malattia infettiva, che può essere rilevata solo dall'analisi UPF. La consegna tempestiva di questa analisi consente non solo di evitare una grave complicazione della malattia, ma anche di proteggere gli altri dalle infezioni.

Quando è necessario assumere feci per la flora condizionatamente patogena?

Per verificare la presenza di disturbi nell'intestino, un medico può scrivere un'analisi delle feci per la flora condizionatamente patogena.

Che tipo di analisi viene generalmente riconosciuta da molte persone durante una visita medica per un libro di medicina.

Ma a volte, per questa analisi, il medico può iniziare una conversazione anche se ci sono alcuni sintomi che indicano lo sviluppo di una malattia provocata da un aumento dei microrganismi opportunistici.

In totale ci sono 4 situazioni in cui una persona deve fare un'analisi delle feci per una flora condizionatamente patogena:

  • L'occupazione. Un dipendente viene avvelenato per aver inviato un'analisi all'UPF se è assunto da una società alimentare. Inoltre, che tipo di analisi diventa noto a coloro che sono sottoposti a un sondaggio in relazione al lavoro in un istituto scolastico o prescolare o medico;
  • La presenza di contatto con una persona che ha un'infezione intestinale;
  • Sono presenti sintomi che indicano la probabilità di sviluppare una malattia infettiva;
  • Sospetto sviluppo di disbiosi intestinale.

Vale la pena sapere che un'analisi tempestiva delle feci per una flora condizionatamente patogena consente di eliminare la probabilità di un ulteriore sviluppo di una malattia infettiva, evitando così un significativo deterioramento della salute.

Non sempre in presenza di infezione intestinale, ci sono sintomi evidenti che indicano lo sviluppo della malattia. Una persona non può né provare dolore né avere problemi con le feci. Ma allo stesso tempo, diventa portatore della malattia. E solo la consegna tempestiva dell'analisi all'UPF consente in questo caso di evitare la diffusione dell'infezione intestinale, che può svilupparsi in un'epidemia.

Durante lo studio delle feci per la flora condizionatamente patogena, gli specialisti studiano circa 20 microbi, alcuni dei quali si riflettono positivamente nel corpo, mentre altri sono dannosi. Va notato che tutti i microbi coccali esistenti appartengono alla flora condizionatamente patogena..

Cosa consente di identificare UPF?

È progettato per identificare elementi come stafilococco, streptococco, clebsiella e altri microrganismi altrettanto pericolosi. Ma oltre ai microrganismi dannosi, comprendono la decrittazione e la presenza di batteri favorevoli. Particolare attenzione è rivolta non solo alla loro disponibilità, ma anche alla quantità.

bifidobatteriResidenti utili, il loro numero ottimale dovrebbe consistere in un minimo del 95%, una diminuzione del suo numero a 10 * 9 gradi indica la presenza di disbiosi.Il loro scopo è quello di garantire il pieno funzionamento dell'intestino.
lattobacilliUn buon indicatore è la loro presenza di circa il 5%. Con una diminuzione di questa percentuale, apparirà la costipazione, provocata dalla mancanza di lattosio.Destinato alla produzione di acido lattico, contribuendo alla normalizzazione dell'intestino.
E. coliOccupa l'1% della microflora. Se gli indicatori sono più bassi o più alti del normale, allora indicano disbiosi e vermi.Previene la propagazione di microrganismi opportunistici, assorbe ossigeno, garantendo così l'esistenza di bifidobatteri e lattobacilli.
Batteri CoccalIl rapporto ottimale raggiunge il 25%. Un aumento del rapporto indica una violazione della microflora e un possibile sviluppo di infezione nel sistema genito-urinario.Sono sempre presenti nell'intestino..
Escherichia coli emoliticoIn condizioni normali, non è disponibile. Se presente, indica la presenza di disturbi nella microflora. Provoca la comparsa di problemi di pelle, allergie.È un concorrente di bifido e latcobatteri.
Staphylococcus aureusNon dovrebbe essere rilevato. La comparsa anche di una quantità minima, può causare vomito, diarrea.Può apparire a causa di una diminuzione della microflora di buoni microrganismi.
Batteri patogeniSono dannosi, a causa del loro aspetto, si verifica lo sviluppo di una malattia infettiva. Alla norma, possono ancora essere presenti, ma hanno una forma lenta.Quando si analizzano le feci per la disbiosi, sono i primi nell'elenco dei risultati.

È necessario fare un'analisi fecale per la dissenteria con diarrea?

Vale la pena notare che è con l'aiuto di UPF che viene determinato il tipo esatto di batteri che provoca lo sviluppo dell'infezione.

L'analisi UPF mostra sempre la decrittografia corretta?

Succede che a causa di alcuni fattori la decodifica dell'analisi delle feci diventa errata. Questo può accadere per tre motivi. Quindi, a causa della terapia antibatterica eseguita prima della consegna delle feci, i batteri nocivi presenti non verranno rilevati o l'errore sarà nella loro quantità. La chemioterapia può anche essere la causa di un risultato falso negativo. Pertanto, prima di prendere la CPF, dovresti fare una breve pausa, durante questo periodo di tempo, la microflora intestinale sarà in grado di avvicinarsi il più possibile allo stato attuale.

Un risultato errato potrebbe essere dovuto al trasporto. Se 3 ore dopo la raccolta delle feci, non è stato possibile trasferirlo in laboratorio, il risultato potrebbe non essere valido.

Può essere esteso mediante raffreddamento. Per fare questo, metti un contenitore con le feci su uno degli scaffali del frigorifero. Non mettere nel congelatore.

Microscopia da laboratorio

L'analisi delle feci per la flora opportunistica rivela i tipi e il numero di batteri anaerobici facoltativi come causa del disturbo intestinale. Inoltre, lo studio determina il grado di resistenza (resistenza) dei microrganismi agli antibiotici. Uno studio così dettagliato aiuta il medico a scegliere i farmaci più efficaci e le tattiche di trattamento efficaci..


In totale, nell'analisi dei movimenti intestinali vengono analizzate una ventina di specie di batteri.

L'esame degli escrementi è una semina batteriologica di biomateriale in contenitori speciali, ognuno dei quali contiene un mezzo nutritivo per uno o un altro tipo di microrganismo. L'ambiente fornisce ai batteri respirazione, nutrizione e condizioni ottimali per la riproduzione. Se nel campione del test sono presenti agenti patogeni, iniziano ad aumentare attivamente il loro numero, formando colonie.

Viene calcolato il numero di CFU (unità formanti colonie), viene identificato uno specifico microrganismo attivo. Viene eseguito un test antibatterico su una colonia batterica cresciuta (valutazione della resistenza del patogeno a diversi tipi di antibiotici). Parallelamente, tenendo conto dei microbi patogeni e condizionatamente patogeni, gli assistenti di laboratorio valutano la composizione e il numero di microrganismi benefici.

Importante! Ci vuole un certo tempo per far crescere una colonia batterica. La durata dello studio può variare da 3 giorni a due settimane.

Un breve risultato può essere "positivo", il che significa che viene superata la norma dei patogeni condizionati o che sono presenti batteri patogeni, che non dovrebbero essere nell'intestino. Un punteggio "negativo" indica la stabilità della microflora. In questo caso, vengono prescritti ulteriori test di laboratorio per determinare la causa della cattiva salute..

Se necessario, sono integrati con procedure diagnostiche hardware e strumentali. Nel risultato espanso, vengono registrati i dati su un patogeno specifico, ovvero il nome del microrganismo e la concentrazione - il numero di CFU per millilitro di mezzo liquido (CFU / ml).

Interpretazione dei risultati

Normalmente, non ci sono batteri patogeni nella microflora intestinale. L'isolamento di microrganismi virulenti indica un'infezione. Parallelamente, la resistenza agli antibiotici dei batteri è determinata a prescrivere il giusto trattamento.

In assenza di crescita di microrganismi patogeni, il risultato può essere considerato negativo quando si esaminano tre campioni prelevati in momenti diversi..

I risultati vengono inseriti nella scheda elettronica del paziente, il paziente può vederli nel suo account personale sul sito Web dell'azienda.

Preparazione per analisi e raccolta di biomateriale

Per ottenere risultati oggettivi dell'analisi fecale presso UPF, il paziente deve aderire a regole appositamente progettate. Si consiglia di iniziare a preparare il corpo 2-3 giorni prima della raccolta del biomateriale:

Analisi delle urine per microflora

  • eliminare dalla dieta cibi fritti, cibi grassi, dolci e bibite zuccherate, prodotti che causano un'intensa formazione di gas (legumi, cavoli, latte e kefir, prodotti da forno al burro, pane integrale).
  • escludere l'alcool;
  • rifiutare di assumere farmaci: antibiotici, farmaci che aumentano la motilità intestinale, lassativi, integratori alimentari e medicinali contenenti ferro, sorbenti (Enterosgel, Polysorb, Alkoklin, ecc.).

L'uso di sorbenti e farmaci per la terapia antibiotica può distruggere parte del microbiota intestinale, il che porterà a una distorsione dei risultati della ricerca. I bambini non sono autorizzati a introdurre nuovi alimenti complementari prima dell'analisi. Un prodotto insolito per il corpo può provocare una reazione allergica, dispepsia (digestione difficile).

In questo caso, i dati finali sullo stato della flora intestinale saranno imprecisi e l'analisi dovrà essere ripetuta. Non utilizzare supposte rettali, microclysters, oli che possono cambiare la microflora. Immediatamente prima di raccogliere il biomateriale, si consiglia di eseguire la procedura di igiene della regione anorettale (senza l'uso di sapone e gel). Di grande importanza è la preparazione preliminare del contenitore per gli escrementi.

È necessario acquistare un contenitore sterile in farmacia dotato di un cucchiaio speciale. Per feci molli, utilizzare una pipetta. È vietato raccogliere le feci in un contenitore non sterile. Se impurità estranee penetrano nel materiale di prova, il risultato sarà impreciso. Per lo stesso motivo, non è consigliabile raccogliere biomateriale dalla toilette.


Contenitore sigillato con un cucchiaio per la consegna degli escrementi per analisi

Quello corretto sarebbe usare una nave, fogli di carta, involucro di plastica. Quando si raccoglie un campione di analisi dal pannolino di un bambino, assicurarsi che nessun materiale igienico entri nel contenitore. Si sconsiglia alle donne di effettuare un'analisi nei primi sette giorni della fase follicolare del ciclo mestruale (periodo di scarico del sangue). Il contenitore viene riempito per 1/3 e chiuso ermeticamente con un coperchio.

Risultati affidabili sono garantiti dal trasporto immediato del campione di analisi al laboratorio. L'esposizione a temperature elevate o il congelamento rendono gli escrementi inadatti alla ricerca. La durata di conservazione del materiale raccolto non deve superare le tre ore a temperatura ambiente e le otto ore in frigorifero.

Feci di semina in UPF, Che cos'è UPF? - Euromed Kids

Molti batteri e funghi vivono nell'intestino umano. Sono divisi in tre gruppi:

  • Flora intestinale normale

Questi microrganismi assicurano il normale funzionamento dell'intestino. Sono necessari e svolgono molti ruoli importanti nel processo di digestione: proteggono la mucosa intestinale, promuovono la peristalsi e producono gli enzimi necessari. Questi includono bifidobatteri e lattobacilli, enterobatteri, enterococchi, alcuni E. coli.

Normalmente, questi microrganismi sono presenti nell'intestino in una piccola quantità. La normale flora intestinale e l'immunità locale all'interno dell'intestino impediscono loro di moltiplicarsi troppo.

Tuttavia, se la protezione della mucosa non riesce, la percentuale di UPF può aumentare notevolmente. In questo caso, inizia l'infiammazione, anche se non c'è stata infezione esterna.

Gli UPF includono, ad esempio, streptococchi e stafilococchi, Helicobacter pylori, alcuni Escherichia coli.

Questi sono microrganismi che non dovrebbero essere nell'intestino sano: salmonella, shigella, colera vibrio e altri.

Come è lo studio UPF?

Analizzando le feci di UPF, determiniamo quanto sia sana "atmosfera" nell'intestino umano, ovvero qual è il rapporto tra la flora patogena condizionale e la flora sana. Per questo materiale biologico (feci) viene seminato su un mezzo nutritivo in cui crescono colonie di microrganismi. Viene calcolato il numero di colonie di ciascun tipo di batteri e funghi e viene determinato il loro rapporto.

Come prepararsi per l'analisi all'UPF?

Il medico che prescrive l'analisi fornisce al paziente raccomandazioni dettagliate per la preparazione. Di solito sono i seguenti:

  • Rifiuto di alimenti che causano fermentazione, cibi oleosi e insoliti, piccanti 2-3 giorni prima del test. Se stai facendo un test per un bambino, non dovresti farlo mentre introduci una nuova poppata..
  • Non è possibile effettuare un'analisi durante l'assunzione di antibiotici (influenzano fortemente la microflora intestinale).
  • Non puoi raccogliere le feci dopo un clistere o l'uso di supposte.
  • Prima di raccogliere le feci, dovresti lavarti, ma senza sapone.
  • Le feci devono essere raccolte in un contenitore di plastica sterile monouso. Tali contenitori possono essere acquistati in farmacia. Se non è possibile acquistare un tale contenitore, utilizzare un barattolo di vetro. Esso e il coperchio non devono solo essere accuratamente lavati, ma anche bolliti per 5 minuti. Non raccogliere le feci dalla toilette: ci sono molti microrganismi sulle pareti e sul fondo. Per un'analisi accurata, stendere un foglio di carta bianco e defecare su di esso. Quindi raccogli le feci con una spatola o un cucchiaio di plastica usa e getta, in modo che il volume del materiale non superi un terzo della capacità in cui lo metti.

Puoi sempre fare dei test nel nostro laboratorio. Per la registrazione, chiamaci per telefono

Le norme del contenuto di microrganismi intestinali

La decifrazione dell'analisi delle feci per la flora opportunistica viene effettuata confrontando i risultati con i valori di riferimento adottati nella microscopia di laboratorio. Le norme per il contenuto di vari microrganismi nell'intestino sono sviluppate tenendo conto delle caratteristiche legate all'età - separatamente per neonati fino a dodici mesi e separatamente per adulti e bambini di età superiore a un anno.

Riferimento! Poiché il numero di batteri arriva a milioni, per semplificare la lettura e la comprensione dell'analisi, i numeri indicano il numero 10 e il grado (esempio: da 10 a 6 gradi = 10 ^ 6 = 1.000.000).

Norme dei microrganismi benefici

batteribifidobatterilattobacilliE. colienterobatterienterococchi
Bambini⩾10 ^ 1010 ^ 6 - 10 ^ 710 ^ 710 ^ 410 ^ 5 - 10 ^ 7
Adulti e bambini da un anno⩾10 ^ 910 ^ 7 - 10 ^ 810 ^ 810 ^ 510 ^ 5 - 10 ^ 8

La microflora dei neonati è influenzata dal tipo di alimentazione. Nei bambini allattati al seno, il numero di bifidobatteri può raggiungere 10 ^ 11. Con una forma mista di alimentazione, i valori diminuiscono da 10 a 6 gradi a 10 a 9 gradi. Per gli artigiani, una cifra di 10 ^ 8 è considerata normale. Il valore dei batteroidi nei bambini e negli adulti varia da 10 a 7 gradi a 10 a 8 gradi.

Valori normativi dei patogeni condizionali

batteriPeptostreptococcusclostridicandidaclebsiella, grafnia, dentellatura, protea, stafilococco saprofiticoStaphylococcus aureus
Bambini10 ^ 3 - 10 ^ 510 ^ 310 ^ 310 ^ 40
Adulti e bambini da un anno10 ^ 9 - 10 ^ 1010 ^ 510 ^ 410 ^ 40

Se il numero di microrganismi opportunistici non supera i valori ammessi, non vi è motivo di fare una diagnosi di disbiosi. Per chiarire la causa del disturbo, è necessario un ulteriore esame. Un risultato di controllo negativo dopo un ciclo di trattamento indica il recupero del paziente.

La riduzione dei tassi di batteri benefici indica uno squilibrio nella flora intestinale. Le ragioni possono essere:

  • malnutrizione, brama di diete, digiuno;
  • malattie croniche del tratto gastrointestinale;
  • patologie associate a disturbi congeniti (acquisiti) nella produzione di enzimi;
  • angoscia (costante stress psicologico).

La riduzione del numero di batteri benefici è influenzata dall'uso di determinati farmaci. Sotto forma di una normale analisi (negativa) per la flora intestinale patogena, di fronte a tutti i batteri del gruppo patogeno (salmonella, colera vibrio, shigella, yersinia, enterovirus) c'è un trattino o "non trovato", "mancante", "non rilevato".

Se vengono rilevati microrganismi che causano infezioni, il modulo deve indicare: "+", "positivo" o il valore specifico dei microbi identificati. Se vengono rilevati agenti patogeni che non corrispondono alla normale microflora durante l'esame fecale, ma non ci sono sintomi della malattia, la persona è portatrice del patogeno.

Il contatto diretto con il corriere comporta il rischio di contagiosità (infezione). I dati dell'analisi finale per UPF possono essere distorti dal corso del trattamento chemioterapico, dall'assunzione di antibiotici e dalla consegna prematura del biomateriale a un laboratorio medico. Se i risultati non sono chiari, lo studio deve essere ripetuto..

I principi del trattamento per il cambiamento

I cambiamenti che influenzano i risultati degli indicatori dell'analisi fecale su UPF sono di solito manifestati da un aumento del numero di vari batteri opportunistici al di sopra dell'indicatore normale o dalla comparsa di microrganismi patogeni. In questo caso, viene prescritto un trattamento complesso, che può includere diverse direzioni:

  • Terapia antibiotica - utilizzata per sopprimere l'attività della microflora condizionatamente patogena (secondo le indicazioni) o per distruggere i rappresentanti della flora patogena.
  • Probiotici: farmaci che contengono batteri vitali della flora normale, principalmente bifidobatteri e lattobacilli.
  • Prebiotici: farmaci che stimolano l'attività dei batteri benefici a causa del contenuto di sostanze necessarie.
  • Raccomandazioni generali, inclusa una dieta ad eccezione degli alimenti che migliorano la fermentazione intestinale. Sono preferiti prodotti a base di latte fermentato e alimenti vegetali contenenti fibre..

La durata del trattamento complesso è determinata dal medico individualmente. Di solito, dopo un corso di terapia, possono essere prescritti test di laboratorio di controllo, compresa l'analisi delle feci su UPF.

Esame microbiologico, che consente di caratterizzare qualitativamente e quantitativamente la flora intestinale condizionatamente patogena, nonché di determinare la sensibilità agli antibiotici dei suoi rappresentanti individuali.

Microrganismi opportunistici, batteri opportunistici, microbi opportunistici, agenti patogeni opportunistici, analisi della disbiosi, analisi dell'UPF.

Sinonimi inglese

Patogeni opportunistici, flora opportunistica, organismi opportunistici, suscettibilità agli antibiotici.

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi allo studio?

  • Si raccomanda di eseguire lo studio prima di assumere antibiotici e altri farmaci chemioterapici antibatterici..
  • Escludere l'uso di lassativi, la somministrazione di supposte rettali, oli, limitare l'assunzione di medicinali che influenzano la motilità intestinale (belladonna, pilocarpina, ecc.) E il colore delle feci (ferro, bismuto, solfato di bario), entro 72 ore prima della raccolta delle feci.

Panoramica dello studio

La flora condizionatamente patogena è un microrganismo presente con moderazione nell'uomo. Tuttavia, a determinate condizioni, il loro numero aumenta e supera la norma consentita, che porta alle malattie corrispondenti. I rappresentanti più comuni della flora intestinale condizionatamente patogena includono: Staphylococcus aureus (S. aureus), Klebsiella (Klebsiella), Escherichia (Escherichia), Enterobacter, Citrobacter e Acinetobacter, Acinetobacterium, Proteus, Proteus) (Clostridia), dentellature (Serratia), pseudomonas (Pseudomonas), funghi simili a lieviti (Candida, ecc.) E altri agenti patogeni. Questi microrganismi possono causare danni infettivi al tratto gastrointestinale con lo sviluppo di gastroenterite, enterite ed enterocolite.

La semina delle feci sulla flora opportunistica con la determinazione della sensibilità agli antibiotici viene utilizzata per diagnosticare le infezioni intestinali causate da microrganismi opportunistici, nonché per determinare la sensibilità di questi agenti patogeni agli antibiotici.

A cosa serve lo studio??

  • Stabilire l'agente causale dell'infezione intestinale.
  • Per la diagnosi differenziale (insieme ad altri studi) di malattie che si verificano con sintomi simili (diarrea, malattia infiammatoria intestinale, cancro del colon-retto, malattie accompagnate da malassorbimento).
  • Al fine di valutare l'efficacia della terapia antibiotica in corso.

Quando è programmato uno studio?

  • Con sintomi di infezione intestinale.

Cosa significano i risultati??

Se nella coltura c'è una crescita moderata di microrganismi opportunistici (non superiore alla norma), è impossibile dire che hanno causato un'infezione intestinale. L'abbondante crescita di microrganismi opportunistici (che supera la norma) indica che sono stati la causa dello sviluppo dell'infezione.

Sommario

Il compito di analizzare le feci per la flora opportunistica (UPF) è determinare il contenuto qualitativo e quantitativo dei batteri che compongono il microambiente intestinale. I microrganismi studiati sono divisi in tre gruppi:

  • batteri aerobici benefici;
  • microbi condizionatamente patogeni (consentiti in un numero limitato)
  • agenti patogeni (non devono essere contenuti in microflora sana).

Oltre al numero di colonie batteriche, l'analisi valuta la loro sensibilità agli antibiotici di vari gruppi. I risultati dell'analisi vengono confrontati con i valori standard. Le norme degli indicatori per bambini e adulti sono leggermente diverse. Nei neonati fino a un anno, il numero di microrganismi benefici dipende dal tipo di alimentazione (seno, misto, artificiale).

La tattica e i farmaci terapeutici saranno determinati dal medico. L'automedicazione può portare a complicazioni, particolarmente pericolose per i bambini. L'analisi delle feci nell'UPF è prescritta da un terapeuta (per i bambini - un pediatra), un gastroenterologo, un medico di malattie infettive. L'accuratezza dei risultati garantisce il rispetto delle raccomandazioni per la preparazione e la raccolta del biomateriale.

Caratteristiche dell'assunzione di materiale clinico

L'analisi microbiologica viene eseguita per confermare o escludere lesioni infiammatorie di natura infettiva, per determinare la composizione della microflora con l'identificazione di rappresentanti transitori (condizionatamente patogeni), il loro rapporto quantitativo con batteri sani.

La composizione del normale microbiota degli organi genitali nelle donne è relativamente stabile. Piccoli cambiamenti e differenze che non sono considerati patologia possono essere dovuti a:

  • caratteristiche dell'età;
  • gravidanza
  • cambiamenti ormonali.

Macchie vaginali

I campioni per microscopia vengono raccolti dalla mucosa del fornice posteriore o dalle aree infiammatorie. Dopo l'introduzione dello specchio, lo scarico viene raccolto su un bastoncino di cotone sterile. Per un ulteriore studio dello striscio colorato, lo scarico viene trasferito sul vetro facendo rotolare il tampone sul vetro. Successivamente, lo striscio viene essiccato e viene eseguita la fissazione dell'etanolo..

Se è necessario condurre uno studio culturale (inoculazione di antibiotici dalla vagina con determinazione della suscettibilità dei microrganismi patogeni a vari farmaci), il tampone deve essere immediatamente posto in un contenitore sterile e inviato al laboratorio.

Continua a leggere: Farmaci per il trattamento del prurito in un luogo intimo dopo gli antibiotici

Uretra

Il campionamento viene effettuato dal serbatoio. loop, dopo aver pulito l'apertura esterna dell'uretra con una garza sterile. Il cappio è inserito nell'uretra, non più in profondità di due centimetri. Inoltre, per microscopia ed ELISA, il campione viene distribuito su un vetrino. Quando si eseguono analisi culturali e reazioni a catena della polimerasi, il materiale viene posto in un contenitore contenente un mezzo speciale e consegnato al laboratorio.

Cervice

La recinzione viene eseguita dopo l'apertura della cervice negli specchi e l'elaborazione accurata della sua parte vaginale nat. soluzione. Il tampone deve essere inserito nel canale cervicale, facendo attenzione a non toccare le pareti vaginali.

Se è necessario eseguire una coltura del serbatoio dal canale cervicale per la sensibilità agli antibiotici, il tampone viene posto in un ambiente speciale per un ulteriore trasporto e inviato al laboratorio.

Quando si raccolgono materiali per microscopia, ELISA, PCR e studi virologici, viene utilizzato uno speciale pennello per tampone per ottenere la raschiatura delle cellule. La recinzione deve essere eseguita con molta attenzione in modo da non danneggiare la mucosa e impedire al sangue di entrare nel tampone.

Contrariamente alla credenza popolare, la procedura non è controindicata per le donne in gravidanza e non può causare un aborto spontaneo o danneggiare un bambino non ancora nato.

Utero

Una sonda speciale viene inserita attraverso il canale cervicale nell'utero, con un'ulteriore aspirazione del contenuto patologico. È necessario il rigoroso rispetto delle regole asettiche. La procedura non viene eseguita in presenza di malattie infiammatorie della cervice e della vagina, a causa del rischio di infezione che penetra nella cavità uterina.

appendici

La realizzazione del campionamento del materiale viene effettuata durante la puntura delle formazioni tumorali o l'intervento chirurgico. Di norma, pus ed essudato sono usati per la semina..

Genitali esterni

Il campione viene prelevato da aree infiammatorie. In caso di danno alle ghiandole di Bartolini (grandi ghiandole del vestibolo), viene eseguita una puntura, seguita da prendere il pus per la semina.

Quando è necessario fare un'analisi delle feci per una flora condizionatamente patogena?

La comparsa di nausea, diarrea e dolore addominale può essere il precursore di una grave malattia infettiva, che può essere rilevata solo dall'analisi UPF. La consegna tempestiva di questa analisi consente non solo di evitare una grave complicazione della malattia, ma anche di proteggere gli altri dalle infezioni.

Quando è necessario assumere feci per la flora condizionatamente patogena?

Per verificare la presenza di disturbi nell'intestino, un medico può scrivere un'analisi delle feci per una flora condizionatamente patogena. Che tipo di analisi viene generalmente riconosciuta da molte persone durante una visita medica per un libro di medicina. Ma a volte, per questa analisi, il medico può iniziare una conversazione anche se ci sono alcuni sintomi che indicano lo sviluppo di una malattia provocata da un aumento dei microrganismi opportunistici.

In totale ci sono 4 situazioni in cui una persona deve fare un'analisi delle feci per una flora condizionatamente patogena:

  • L'occupazione. Un dipendente viene avvelenato per aver inviato un'analisi all'UPF se è assunto da una società alimentare. Inoltre, che tipo di analisi diventa noto a coloro che sono sottoposti a un sondaggio in relazione al lavoro in un istituto scolastico o prescolare o medico;
  • La presenza di contatto con una persona che ha un'infezione intestinale;
  • Sono presenti sintomi che indicano la probabilità di sviluppare una malattia infettiva;
  • Sospetto sviluppo di disbiosi intestinale.

Vale la pena sapere che un'analisi tempestiva delle feci per una flora condizionatamente patogena consente di eliminare la probabilità di un ulteriore sviluppo di una malattia infettiva, evitando così un significativo deterioramento della salute.

Non sempre in presenza di infezione intestinale, ci sono sintomi evidenti che indicano lo sviluppo della malattia. Una persona non può né provare dolore né avere problemi con le feci. Ma allo stesso tempo, diventa portatore della malattia. E solo la consegna tempestiva dell'analisi all'UPF consente in questo caso di evitare la diffusione dell'infezione intestinale, che può svilupparsi in un'epidemia.

Durante lo studio delle feci per la flora condizionatamente patogena, gli specialisti studiano circa 20 microbi, alcuni dei quali si riflettono positivamente nel corpo, mentre altri sono dannosi. Va notato che tutti i microbi coccali esistenti appartengono alla flora condizionatamente patogena..

Cosa consente di identificare UPF?

È progettato per identificare elementi come stafilococco, streptococco, clebsiella e altri microrganismi altrettanto pericolosi. Ma oltre ai microrganismi dannosi, comprendono la decrittazione e la presenza di batteri favorevoli. Particolare attenzione è rivolta non solo alla loro disponibilità, ma anche alla quantità.

a tutti coloro che pensano che il bambino abbia la disbiosi.

C'è una disbiosi o no?

Articoli scientifici tradotti dell'ultimo decennio, in particolare quelli tradotti, dimostrano in modo convincente che non c'è disbiosi, ma in pratica ci sono bambini che, dopo aver applicato pre e probiotici, manifestano sintomi di dermatite atopica, scompaiono dolori addominali, normale carattere delle feci... Ma ci sono tali i bambini hanno molte meno probabilità di una diagnosi di disbiosi.

Le opinioni dei medici su questo problema vanno da "non esiste una diagnosi del genere, non c'è mai stata e non ci sarà mai !!", a una spiegazione di tutti i problemi, dall'ascite alle ulcere, e solo una violazione della flora intestinale. Che cos'è la disbiosi? Non esiste una tale diagnosi in Occidente - questa è un'invenzione dei medici russi.

La disbatteriosi - una violazione della composizione della microflora intestinale (molti "batteri cattivi", pochi "batteri buoni" o entrambi) - non è una diagnosi. Questa non è una malattia, è una sindrome, ad es. una certa combinazione di segni della malattia, che può essere causata da vari motivi. Negli studi occidentali, la "sindrome dell'eccessiva colonizzazione batterica dell'intestino" e la "diarrea associata ad antibiotico" possono servire da analogo alla "nostra" disbiosi. Questa non è una diarrea temporanea causata dall'antibiotico stesso e passa dopo che gli antibiotici sono stati annullati, ma la diarrea dovuta a cambiamenti nel corpo causati dall'antibiotico.

Pertanto, la disbiosi è una sindrome, non una malattia. Esistono disturbi della flora intestinale e possono causare molti sintomi spiacevoli, tuttavia non esiste la diagnosi di "disbiosi". La diagnosi del paziente può solo suonare come "sindrome della disbiosi intestinale" (o "sindrome dell'eccessiva colonizzazione batterica dell'intestino"), e questo dovrebbe essere in aggiunta alla diagnosi principale.

Funzioni della microflora intestinale nei bambini.

La mucosa intestinale nel processo di evoluzione ha acquisito funzioni estremamente importanti:

- funzione barriera (la normale microflora impedisce la penetrazione di microbi estranei e le loro tossine nel corpo). Tuttavia, un aumento del livello di un numero di cellule batteriche a causa della riproduzione più intensa e dell'esposizione ai prodotti della loro attività vitale, nonché della morte di uno o più tipi di batteri, può portare a una violazione della microecologia e allo sviluppo di un processo patologico;

- partecipazione alla formazione della resistenza alla colonizzazione (la resistenza alla colonizzazione è intesa come un insieme di meccanismi che danno stabilità alla normale microflora e assicurano che l'organismo ospite non sia colonizzato da microrganismi patogeni o condizionatamente patogeni), vale a dire molti utili che non consentono una crescita dannosa;

- funzione metabolica (partecipazione al metabolismo di proteine, grassi, carboidrati, nucleici, acidi biliari, acidi organici (acetico, propionico, butirrico), gas (anidride carbonica, idrogeno, metano), colesterolo, metabolismo dell'acqua-elettrolita (contribuendo all'assorbimento di calcio, ferro, Vitamina D), steroidi;

- funzione di sintesi vitaminica (vitamina B1, B2, B6, B12, K);

- digestivo compreso funzione di sintesi degli enzimi, aiuta la digestione, abbatte alcune sostanze.

- funzione morfocinetica (regolazione della motilità fisiologica e assorbimento gastrointestinale);

- partecipazione ai processi di disintossicazione degli xenobiotici che non sono caratteristici dell'intestino (le reazioni di idrolisi e riduzione dominano nell'intestino, mentre l'ossidazione e la sintesi con la formazione di prodotti idrosolubili dominano nel fegato);

- funzione immunostimolante della microflora benefica (mantenimento di alti livelli di lisozima, immunoglobuline secretorie, interferone, citochine, propriodio e complemento, importanti per la resistenza immunologica).

L'intera microflora intestinale può essere divisa in tre parti:

Obbligatorio, costantemente vivo e caratteristico (microflora principale);

facoltativo (microflora condizionatamente patogena e saprofitica);

transitorio (microrganismi casuali).

La microflora intestinale è anche divisa nella direzione dalla superficie della mucosa al centro dell'intestino e secernono parietale e cavità.

Obbligatori, cioè permanenti per il colon, sono gli anaerobi - bifidobatteri e batteri propionici, i lattobacilli, che sono classificati come anaerobi e microaerofili e aerobi - E. coli.

Il numero di anaerobi è stabile e in media 1-10 miliardi di cellule per grammo di feci. Rappresentano il 95% dell'intera flora intestinale. Il numero di aerobi è meno costante e ammonta a decine e centinaia di milioni in 1 g di feci (una media di 1-3 milioni).

La composizione del gruppo opzionale è molto variabile. Ciò include enterobatteri negativi al lattosio, stafilococchi, protea, funghi, ecc. Molti di loro sono lì per un periodo più lungo, ma non presentano normali effetti patogeni..

La microflora transitoria è rappresentata da flavobatteri, acinetobatteri, alcune pseudomonadi.

Il numero di batteri normali nell'intestino del bambino dovrebbe essere sufficientemente elevato ed essere compreso tra 10 e 9 e 11 gradi per i bifidobatteri, tra 10 e 7 e 9 gradi per l'Escherichia coli e lattobacilli normali in 1 grammo di feci.

Microbi che vivono nel corpo senza danneggiarlo quando il loro livello non supera un certo limite. Questa è una microflora intestinale condizionatamente patogena; non appena il suo numero aumenta, sorgono vari problemi: gonfiore, feci instabili, ecc. I batteri opportunistici più comuni sono:

- Escherichia coli condizionatamente patogeno (emolitico, lattosio-negativo, ecc.), La loro quantità non deve superare il 10% del numero totale di Escherichia coli. Il superamento del loro livello porta a dolore e gonfiore, comparsa di muco e verde nelle feci.

- Staphylococcus aureus, il cui numero non dovrebbe superare i 10 nel terzo grado nei bambini di età superiore a un anno e negli adulti, e non dovrebbero essere presenti nei bambini di età inferiore a un anno, il superamento del loro livello può portare allo sviluppo di diarrea con colorazione arancione delle feci fino allo sviluppo di un quadro classico di infezione intestinale. Si noti che alcuni prodotti metabolici stafilococcici sono strutturalmente simili alle proteine ​​del latte vaccino e pertanto si ritiene che lo stafilococco possa contribuire all'allergia alle proteine ​​del latte vaccino con lo sviluppo di dermatite atopica.

- Klostridia. Il loro livello non deve superare i 10 a 4 gradi, quando viene superato, si verifica spesso gonfiore, feci instabili, perdita di appetito.

- Klebsiella. Con un numero superiore a 10 o 3 gradi, potrebbe esserci un aumento delle feci, dolore addominale.

- Candidati. La microflora fungina in quantità superiori a 10 o 3 gradi si trova spesso nei bambini con ridotta immunità, specialmente dopo un uso frequente di farmaci antibatterici. Simile ai disturbi clostridiali.

I microbi che causano sempre una malattia in una dose infettiva sono batteri patogeni intestinali, come agenti patogeni di salmonellosi, dissenteria, febbre tifoide, colera, Escherichia coli patogena, rotavirus e altri. Quando entrano nel corpo, si verifica un'intossicazione generale, manifestata da una violazione del benessere, mal di testa, febbre, quindi dolore addominale, vomito e frequenti feci molli con varie impurità patologiche (verdi, muco, sangue). Questa condizione senza la supervisione di un medico e un trattamento adeguato è molto pericolosa, specialmente durante l'infanzia, perché può portare alla disidratazione e allo sviluppo di gravi complicanze.

La clinica della disbiosi è la più diversificata. Più comuni:

- pelle secca, dermatite atopica, "marmellate",

- violazione del colore e dell'odore delle feci - dal verde scuro al verde intenso, con inclusioni, cibo non digerito, ecc..

- dolore addominale, coliche nei neonati. Perché? In che modo i batteri sono associati alla dermatite atopica??

I disturbi della microflora possono essere nell'intestino tenue e nell'intestino crasso (e talvolta sia lì che lì). A seconda di ciò, la patogenesi cambia anche: - nell'intestino tenue, un'eccessiva semina batterica provoca diarrea, interrompe l'assorbimento delle vitamine (B12, A, K, D), interrompe l'assorbimento intestinale (un gran numero di microbi secerne molte tossine - le tossine danneggiano la parete intestinale - attraverso l'intestino danneggiato "Crawl" grandi molecole che contribuiscono alle allergie).

- nel colon, un'eccessiva contaminazione dei batteri provoca costipazione (sebbene possa esserci diarrea), dolore addominale, disturbo delle feci.

1. Sono necessarie manifestazioni cliniche, cioè il bambino e i genitori devono presentare lamentele (disturbi delle feci, dolore nell'utero e altri). La disbatteriosi senza manifestazioni cliniche (nulla fa male, ma i test sono molto spaventosi) non richiede un trattamento. Inoltre, secondo me, è completamente sbagliato diagnosticare la "sindrome da disbiosi" sulla base dei soli risultati dell'analisi..

Bambino, bambino, se necessario! E quando vuoi trattare un pezzo di carta... non fa per me.

2. Coprologia. Questa è un'analisi della composizione delle feci: quanto grasso, quanti carboidrati e così via. Coprology ha caratteristiche di età. L'analisi è molto preziosa, molto istruttiva e semplice e indolore per il bambino. Basta raccogliere le feci. Ti dirò come farlo correttamente in un altro articolo. Coprogramma: uno studio clinico generale sulle feci. Per il normale sviluppo del bambino, è importante non solo una corretta alimentazione, ma anche un indicatore come una buona digestione del cibo. Sulla base dei risultati di questa analisi, il medico sarà in grado di valutare in quale sezione (stomaco o intestino) la digestione viene interrotta e se esiste un'infiammazione che può accompagnare un'infezione intestinale, inclusi parametri fisico-chimici e dati dell'esame microscopico. Questa analisi ci consente di giudicare alcuni processi patologici nel sistema digestivo e, in una certa misura, consente di valutare lo stato dei sistemi enzimatici dell'apparato digerente.

3. Analisi delle feci per i vermi e analisi delle feci per l'enterobiosi - è particolarmente importante per i bambini di età superiore a 1,5 anni (e per i bambini striscianti, se sono allattati al seno). In affitto, oltre a coprologia, nel laboratorio più vicino. Se il bambino prude in un sogno, se ha irritazione intorno all'ano, se la ragazza ha una vulvovaginite infinita - un'analisi delle feci per l'enterobiosi (ossiuri) dovrebbe essere presa tre volte, preferibilmente in luoghi diversi. L'invasione elmintica è molto più comune della disbiosi, ma la clinica è completamente identica.

4. Presso la clinica appropriata (dolore addominale, feci schiumose, diarrea o costipazione, in alternanza con diarrea) e corrispondenti cambiamenti nel coprogramma (ci sono acidi grassi e saponi) - analisi delle feci per i carboidrati. La norma è dello 0,25%. Aumento dell'escrezione di carboidrati con le feci, manifestazione facoltativa di carenza di lattasi, è sempre necessaria la consultazione di un medico.

5. Analisi delle feci per batteri patogeni (salmonella, shigella, serovar patogeni di E. coli). Il fatto è che le forme cancellate di salmonellosi o dissenteria sono molto più comuni di quanto si pensi comunemente.

6. Siamo arrivati ​​all'analisi delle feci per la disbiosi.

Quindi, la semina delle feci per la disbiosi non è informativa e non riflette l'intero quadro della flora microbica dell'intestino; piuttosto, parla della flora delle ultime sezioni del colon. Molti batteri non vivono nell'aria, il che influisce anche sulla qualità di questa analisi. Perché questa analisi possa essere utile è stimare il numero di batteri patogeni e condizionatamente patogeni nell'intestino. Per dirla semplicemente, per chiarire se batteri "velenosi" in gran numero vivono nell'intestino di un bambino. L'affidabilità delle feci per la disbiosi rispetto alla valutazione del numero e del rapporto di "batteri benefici" non mi sembra elevata. È necessario prendere la coltura delle feci per la disbatteriosi come ultima risorsa, quando è già stata presentata un'analisi generale delle feci (coprologia), insufficienza della disaccaridasi (compresa la lattasi, inclusa), ecc.

Analisi abbastanza insignificanti, a dire il vero. E queste pile di spazi vuoti: "Abbiamo consegnato le feci per la disbatteriosi 10 volte e ogni volta c'era un risultato diverso..." La cosa più importante per quanto riguarda l'analisi delle feci per la disbiosi:

L'analisi non può essere trattata. Almeno qualcosa è stato seminato lì - se non esiste una clinica (ma perché allora, a proposito, hai fatto un'analisi?), Non è necessario trattare nulla.

Non darò le norme, anche se non sono molto forti, variano da laboratorio a laboratorio. A chi è interessante di seguito fornirò collegamenti ad articoli su questo problema. A mio avviso, si dovrebbe prestare attenzione solo alla presenza di batteri patogeni o condizionatamente patogeni in grandi quantità. Se viene seminata una grande quantità di Klebsiella, o Proteus, o funghi...

Per la centesima volta lo ripeto: non è necessario trattare l'analisi. E inoltre, non trattarlo da soli.

Pertanto, se il bambino ha dolori addominali o disturbi delle feci o dermatite atopica o scarso appetito, o tutto questo insieme, l'algoritmo delle tue azioni dovrebbe essere il seguente:

1. Vedi un dottore. Pediatra o gastroenterologo o allergologo.

2. Sottoporre a test di base (emocromo generale, analisi delle urine generale, coprologia, feci per vermi ed enterobiosi, se necessario - per i carboidrati, se necessario - ecografia dell'addome, gastroscopia) + prendere il trattamento prescritto dal medico

3. Mostra i risultati dei test, parla se il trattamento ha aiutato, migliora gli appuntamenti.

4. Se il trattamento è scadente (valutare non prima di dopo 2 settimane) - consultare nuovamente un medico (puoi provare a cambiarlo, ma è meglio trovare immediatamente un buon specialista).

5. Su consiglio di un medico - se ce n'è uno - fai un'analisi delle feci per la disbiosi.

la consueta sequenza di azioni è fare un'analisi per la disbiosi, mostrarla a un medico, chiedere di nuovo su Internet, fare una manciata di consigli su Internet e raccomandazioni mediche, essere sorpreso dalla mancanza di effetti terapeutici e fare di nuovo un'analisi per la disbiosi. Non offenderti, per favore, ma non c'è forza di guardare questi pezzi di carta! E i bambini poveri e infelici trattati con vari farmaci sono anche peggio.

Concordiamo immediatamente: la disbiosi durante l'allattamento è impossibile. Il bambino può avere un'allergia, può esserci carenza di lattasi (e a lungo, senza trattamento, la carenza di lattasi può portare alla sindrome da disbatteriosi), può esserci immaturità correlata all'età (colica fino a 3 mesi) dell'intestino - ma è nel latte materno, non può esserci un'eccessiva colonizzazione batterica dell'intestino. Se ti viene detto che i problemi di un bambino (o peggio, un neonato!) Sull'allattamento al seno sono causati da disbiosi, è meglio consultare qualche altro specialista.

La disbatteriosi può essere:

- nei neonati allattati al seno, se sono a rischio (prematuri, affetti da qualche altra malattia, sottoposti a un'operazione grave),

- nei bambini con immunità compromessa. Questo si riferisce all'infezione da HIV e ad altre malattie del sistema immunitario..

- in bambini e adulti sottoposti a intervento chirurgico sul tratto gastrointestinale, in particolare con la rimozione di parte dell'intestino,

- negli anziani, in particolare quelli con disturbi alimentari,

- dopo chemioterapia e radioterapia,

- in bambini e adulti sottoposti a terapia antibiotica massiva e di lunga durata.

Voglio sottolineare subito che una prescrizione di 5-7 giorni di un antibiotico alla dose di età non farà nulla con la flora di un bambino (o adulto) che non soffre di disturbi immunitari.

La microflora può essere disturbata solo prescrivendo un antibiotico per 14 giorni o più, prescrivendo due o più antibiotici contemporaneamente, prescrivendo un antibiotico in una dose superiore all'età e prescrivendo antibiotici del gruppo cefalosporine di 3-4 generazione e linkcosamidi (clindamicina, lincomicina) - questi antibiotici sono prescritti raramente, solo in ospedale e in connessione con malattie, molto peggio della disbiosi. Sì, a proposito, l'introduzione di un antibiotico per via intramuscolare (o endovenosa) o attraverso la bocca - non svolge alcun ruolo per la microflora. Se a tuo figlio viene offerto di iniettare antibiotici "per evitare la disbiosi", non ci credo. Un antibiotico colpisce la microflora intestinale, assorbito e quindi, con il sangue, portato alla parete intestinale. Il suo effetto locale è piccolo e dipende dal particolare reparto in cui viene assorbito questo o quell'antibiotico (bene, come può la medicina che viene assorbita all'inizio dell'intestino tenue influenzare localmente la flora del colon?!) Pertanto, da tutto ciò si possono trarre due conclusioni:

1. La prescrizione di un antibiotico per 5-7 giorni a un dosaggio specifico per età non porta alla disbiosi. Il disturbo delle feci durante l'assunzione di un antibiotico è un fenomeno temporaneo e passerà non appena l'antibiotico viene annullato. Quando si prescrive un antibiotico per 5-7 giorni, non è necessario somministrare contemporaneamente al bambino probiotici e / o agenti antifungini, poiché il rischio di sviluppare allergie è abbastanza alto con così tanti farmaci e i loro benefici sono piccoli.

2. La disbatteriosi nei bambini è rara. Più spesso, ci sono processi allergici, deficit di lattasi, invasione di elmintici o altre malattie del tratto gastrointestinale. Pertanto, se sospetti la disbiosi, devi prima escludere tutto il resto.

Quindi, in modo che non ci siano problemi con l'intestino (e la disbatteriosi non è affatto necessaria)

1. Allattamento al seno. Non voglio allattare - almeno le prime gocce di colostro, immediatamente dopo la nascita. Il bambino immediatamente dopo la nascita dovrebbe essere attaccato al petto e aspirare almeno alcune gocce.

2. Soggiorno congiunto con il bambino in ospedale. Al giorno d'oggi gli intestini sono colonizzati - e sarà una flora migliore dalle tue mani rispetto alla flora dell'ospedale e del personale.

3. Lavaggio a mano. E il tuo - quando comunichi con un bambino e i bambini prima di mangiare.

4. Una corretta alimentazione. Con prodotti lattiero-caseari, latticini, frutta, verdura, carne e pesce - non salsicce con pasta al giorno.

5. Camminare, fare il bagno per temperare - sia i neonati che i bambini più grandi.

Bene, diciamo, bene, diciamo che tuo figlio ha la disbiosi. Sapere con quale trattamento inizia la disbatteriosi?

Con la nomina di antibiotici.

Al fine di distruggere la flora patogena (1 ° stadio del trattamento della disbiosi), vengono utilizzati:

- batteriofagi speciali (possono essere prodotti sfusi o su ordinazione, direttamente sotto il batterio) - piobatteriofago polivalente, batteriofago di salmonella, batteriofago di Klebsiella, ecc. Questi sono batteri che "mangiano" batteri "cattivi" nel corpo. Il metodo più fisiologico, ma - dicono - è molto allergico. Viene somministrato contemporaneamente attraverso la bocca e in piccoli clisteri, i primi giorni di trattamento possono essere forti dolori addominali: questa è una reazione al farmaco.

- speciali preparazioni probiotiche (ovvero contenenti batteri "utili" vivi) che "spostano" i batteri "cattivi" - bactisubtil (è stato dimostrato che non può essere usato da bambini di età inferiore ai 2 anni, sebbene sia stato usato con successo in precedenza) nei neonati). Sì, a proposito, da un punto di vista classico, il bactisubtil è un prebiotico, perché Il B.cereus in esso contenuto non "sostituisce" i batteri cattivi stessi, ma crea un ambiente acido in cui vivono scarsamente), bififorme (Bifidobacterium longum + Enterococcus faecium o Lactobacillus GG + Bifidobacterium lactis) - da 1 anno di età, enterolo (Saccharomyces boulardii) - da 1 anno

- antibiotici, per la distruzione di batteri "cattivi" - gli antibiotici di un ampio spettro di azione sono usati, di regola, o la serie di penicilline o macrolidi.

I "cattivi" sono stati distrutti, puoi iniziare a risolvere il "buono" (trattamento di fase 2)

- all'inizio, i prebiotici sono prescritti per 7-10 giorni (farmaci che aiutano a mettere radici in batteri "buoni") - i più comuni sono Hilak-forte - è possibile aggiungere preparati di lattulosio come Dufalac, Lactusan, ecc. a qualsiasi liquido diverso dal latte dalla nascita (ci sono molti integratori alimentari che contengono lattulosio e impersonano l'unica medicina unica per tutte le dysbacterioses). Mi affido maggiormente a farmaci normali come il Dufalac, il lattulosio, che sono fibre alimentari. Non viene assorbito, ma funge da "alimento" per la crescita di batteri benefici..

Hilak-forte può causare stitichezza, i preparati di lattulosio aiutano ad alleviare i movimenti intestinali.

- dopo 7-10 giorni di assunzione di prebiotici, i probiotici iniziano a dare la flora molto "buona". Dei più comuni - Bifiform, che è già stato menzionato, Linex (Lactobacillus acidophilus, Bifidobacterium infantis v.liberorum, Enterococcus faecium) (attentamente, molti falsi) - dalla nascita, Normoflorins (L. acidophilus, B. bifidum, B.longum, L. casei rhamnosus) - dalla nascita, Primadofilus (Bifidobacterium breve, longum, tongu; Lactobacillus rhamnosus, acidophilus) - dalla nascita, secondo la mia opinione irragionevolmente pubblicizzata, Bifidumbacterin forte e Probifor (Bifidobacterium bifidum + attivato, carbone usati dalla nascita, sono bifidobatteri "ordinari", "piantati" su piccolissimi pezzi di carbone attivo, che contribuiscono a una migliore colonizzazione dei batteri, e il carbone attivo assorbe (assorbe) tutte le sostanze "cattive" dall'intestino, dal normale latto e dai bifidobatteri polvere (sì, lo stesso bifidumbacterin) - ora sono prescritti relativamente raramente, perché attecchire male. Esistono molti diversi integratori alimentari contenenti pre e probiotici, solo che questo non è un integratore alimentare biologicamente attivo, è una medicina a tutti gli effetti, che - dall'economia - è stata effettuata come integratore alimentare. Di conseguenza, tutti gli studi clinici erano la metà rispetto a un farmaco. Trarre le proprie conclusioni e non assumere integratori alimentari senza il parere di un medico. Va notato che gli esperti occidentali sostengono all'unanimità che i seguenti microrganismi sono i più efficaci nel trattamento della disbiosi (o meglio, diarrea associata agli antibiotici) nei bambini: Saccharomyces boulardii, Lactobacillus rhamnosus GG e B. lactis + Str. thermophilus, ad es. "Trasferimento" ai farmaci - Enterol, Malifera bififorme, Normoflorin D, Primadofilus Di norma, i preparati enzimatici, i sorbenti (carbone attivo, smecta, poliphepam, ecc.) E altri farmaci sono prescritti contemporaneamente ai pre-probiotici e poiché la disbiosi non lo fa malattia, ma solo una parte di altre malattie, rispettivamente, è il trattamento della malattia di base.

Due parole sugli alimenti arricchiti con pre e probiotici.

Ce ne sono molti adesso, soprattutto negli alimenti per bambini. I prebiotici (galattooligosaccaridi e fruttoligosaccaridi sono anche fibre alimentari, non vengono assorbiti, ma servono come cibo per "batteri benefici") vengono spesso aggiunti alle miscele per l'alimentazione artificiale, arricchiscono i cereali per alimenti per bambini, lattulosio, yogurt; molti yogurt e altri prodotti a base di latte fermentato (in linea di principio, qualsiasi prodotto a base di latte fermentato è un probiotico, poiché contiene "batteri buoni" o funghi, come il kefir). Senza teoria, solo conclusioni:

- una miscela con pre e probiotici è meglio di una miscela senza di loro, ma il medico deve comunque scegliere la miscela. Perché, nella miscela senza pre e probiotici, potrebbero esserci altri vantaggi che saranno più necessari per il tuo bambino. E, naturalmente, ovviamente, naturalmente, l'alimentazione naturale è preferibile ad artificiale;

- c'è una differenza tra un prodotto che porta il nome di "yogurt" e alcuni frugurt, ermigurt e altri. Gli yogurt sono più utili, c'è un numero maggiore di "batteri benefici" viventi, tutto ciò che non si chiama "yogurt", ma solo in sintonia con esso - contiene meno di tali batteri e attecchisce peggio;

- yogurt e altri prodotti a base di latte fermentato non possono curare i disturbi della microflora (se si verificano), ma il loro sviluppo può essere prevenuto. In ogni caso, tutti i prodotti a base di latte fermentato sono benefici per il corpo (anche senza disturbare la microflora intestinale).

Quindi, per riassumere:

- se sospetti che tuo figlio abbia la disbiosi - quasi certamente, il bambino non ce l'ha, ma c'è qualche altra malattia che deve essere trattata da un medico, possibilmente usando pre-probiotici.

- se sospetti che il tuo bambino abbia la disbatteriosi - assicurati di prendere prima sangue, esami delle urine, un coprogramma, analisi delle feci per uova di verme ed enterobiosi - e consultare un medico, e solo dopo (se necessario!) vai a prendere le feci per la disbatteriosi.

- l'analisi "dysbacteriosis" non è informativa e deve essere eseguita solo su consiglio di un medico e dopo aver eseguito i test di base.

- l'assunzione di probiotici con un antibiotico prescritto per 5-7 giorni è inutile. Questo ha senso solo nel caso di un uso prolungato di antibiotici in grandi dosi..

- sull'allattamento al seno in un bambino sano a tempo pieno non c'è disbiosi.

- E anche se ho dimenticato di menzionarlo nel testo principale, la semina del latte è inutile quanto la semina delle feci per la disbiosi - e lo stafilococco seminato nel latte scorreva lì dalla pelle delle mani e / o del torace e non richiede alcun trattamento.