Diamo feci per la disbiosi, le regole

La diagnosi di "disbiosi" appare ancora nelle cartelle cliniche di adulti e bambini. Gli spot televisivi persistenti offrono trattamenti intestinali magici e gli operatori sanitari danno feci per la disbiosi. Scopriamo se esiste una tale malattia che un esame fecale mostrerà effettivamente.

Chi vive nella tenda?

Ognuno di noi trasporta 2-3 kg di microrganismi. Orde di batteri sono gli abitanti del nostro intestino. La colonizzazione del tratto digestivo inizia con il passaggio del neonato attraverso il canale del parto. Sebbene ci siano prove che i primi microbi si depositano ancora nell'utero, arrivano al bambino dal liquido amniotico. La composizione delle specie del microbiota intestinale (il nome scientifico dei piccoli abitanti) dipende dal metodo di parto, dall'applicazione riuscita o non così prima al seno, dall'articolazione o dal posizionamento separato in ospedale. L'allattamento al seno contribuisce alla predominanza dei bifidobatteri nel neonato. La nutrizione con una miscela avvicina gli indicatori della flora intestinale del bambino a quelli degli adulti. L'aggiunta di alimenti solidi alla dieta dopo 6 mesi modifica il quadro microbiologico. Il microbiota del bambino varia durante il primo anno e mezzo. C'è una conoscenza con il nuovo cibo, le condizioni circostanti. La composizione finale è approvata da circa 3 anni.

Il ruolo dei batteri intestinali

La realizzazione che miriadi di colonie di batteri microscopici vivono all'interno è sorprendente. Molti sono abituati al fatto che i microbi sono agenti estranei contro i quali vi è una lotta costante. Si scopre che l'umanità non sopravviverebbe se non ci fossero creature così invisibili.

Elenchiamo le funzioni del microbiota intestinale:

  • sono il "secondo stomaco" - partecipano alla digestione del cibo in arrivo;
  • prendere parte allo scambio di bile;
  • sintetizzare sostanze biologicamente attive, vitamine;
  • proteggere la superficie interna del tratto digestivo, formando muco;
  • regolare la motilità dello stomaco e dell'intestino;
  • prevenire la penetrazione di batteri, virus, funghi ovviamente pericolosi;
  • purifica l'intestino dalle tossine.

Sono stati condotti studi su larga scala che confermano l'incredibile ruolo dei batteri intestinali nella protezione del corpo dal diabete, dall'aterosclerosi e dalle malattie autoimmuni. La microflora sana previene lo sviluppo di allergie, cancro.

Che cos'è la disbiosi?

La disbiosi, o disbiosi, è generalmente chiamata violazione della composizione o diminuzione del numero di microrganismi del tratto digestivo. La diagnosi è diventata popolare circa 30 anni fa ed esiste ancora. La classificazione internazionale delle malattie non considera la disbiosi intestinale come una patologia separata. In nessuna parte del mondo standard e protocolli diagnostici includono un'analisi della disbiosi intestinale nella forma accettata dai laboratori nello spazio post-sovietico.

La flora intestinale è estremamente sensibile alle influenze esterne, risponde a qualsiasi fattore. I cambiamenti nella composizione e nella percentuale di batteri sono sempre una conseguenza, non una causa di malattia. È sbagliato dare la colpa a dysbacteriosis per tutti i problemi, a partire da un raffreddore e termina con infezioni della pelle. È necessario cercare la vera ragione e non decifrare l'analisi delle feci per la disbiosi.

Sembrerebbe che, una volta noto quale ruolo importante svolgono i microbi, è necessario identificare tutti, rimuovere gli eccessi e aggiungere quelli mancanti. Tuttavia, non esiste un modello singolo. I ricercatori identificano diversi tipi di persone in base al predominio di un particolare tipo di batteri intestinali..

Esame delle feci in condizioni normali

Che cosa mostra l'analisi delle feci per la disbiosi intestinale mostrata in una clinica pubblica o in un laboratorio privato??

Il tecnico di laboratorio posiziona le feci risultanti con un anello speciale in appositi contenitori di vetro riempiti con una miscela di sostanze nutritive. I contenitori vengono fatti invecchiare per diversi giorni a temperatura e umidità favorevoli. In quanti giorni viene eseguita l'analisi della disbiosi fecale? Di solito circa 7 giorni. Durante questo periodo, i batteri germinano su un mezzo nutritivo e creano colonie. Il medico valuta l'aspetto delle colonie, le caratteristiche di crescita, conduce ricerche al microscopio. I dati raccolti vengono interpretati e il risultato finale viene dato al paziente..

Il modulo di analisi include i seguenti indicatori:

  1. Bifidobatteri e lattobacilli.
  2. E. coli con varie proprietà.
  3. Stafilococchi di diversi sottotipi. Staphylococcus aureus.
  4. enterococchi.
  5. Funghi Candida.
  6. Batteri patogeni ed emolitici.

Si ritiene che i microrganismi di cui ai paragrafi 1-5 siano normali abitanti dell'intestino. Resta inteso che i microbi di cui al paragrafo 6 non devono essere seminati in soggetti sani.

Ogni laboratorio fornisce i propri standard per il numero di batteri e funghi. L'eccesso di contenuto microbico in un'analisi della disbiosi è descritto come proliferazione. Cos'è? Il termine si riferisce alla crescita eccessiva di microrganismi secondo gli standard adottati in un particolare laboratorio..

Perché l'analisi ordinaria non è informativa

Una volta effettuata un'analisi batteriologica della materia fecale, è possibile rilevare la disbiosi e iniziare il trattamento?

La cultura standard quasi non riflette il vero quadro di ciò che sta accadendo nell'intestino per i seguenti motivi:

  • le feci portate all'analisi contengono microbi della sola parte finale dell'intestino. Il microbiota si trova liberamente in tutto il tubo digestivo. I batteri si trovano nello stomaco, in tutte le parti dell'intestino. Un test di disbiosi di routine è disponibile su una piccola frazione di tutti i batteri. Flora dell'intestino tenue, la maggior parte del colon rimarrà sopra;
  • in laboratorio vengono seminati solo circa 10 tipi di microrganismi. Mentre l'intestino ospita oltre 400 specie di batteri. Secondo alcuni rapporti, la diversità dei tipi di microbiota supera i 1000 articoli;
  • le feci seminatrici mostreranno una piccola percentuale della flora che vive nel lume del colon. Una parte significativa dei batteri sono microrganismi parietali. Esistono circa 6 volte più di tali microbi; la normale analisi batteriologica non mostrerà la composizione della compagnia parietale;
  • la composizione microbiologica delle feci, identificata nell'analisi per la disbiosi, varia ogni giorno a seconda del cibo, dei farmaci assunti e di molti fattori. Puoi ingoiare cibo contaminato da batteri malvagi, che verrà seminato in uno studio standard. Allo stesso tempo, il paziente si sente bene, poiché i microbi amici interni affrontano indipendentemente l'alieno e neutralizzano l'effetto dannoso;
  • La composizione della flora intestinale è unica per ogni adulto e bambino. I batteri che sono considerati patogeni (potenzialmente pericolosi) possono vivere all'interno per anni senza causare problemi..

Quando è utile questa analisi?

La semina batteriologica delle feci è necessaria solo quando il medico sa cosa sta cercando. Stiamo parlando di malattie infettive che colpiscono l'intestino. Il paziente deve avere una clinica di lesioni infettive acute con febbre, diarrea, vomito.

Il medico sospetterà l'agente causale in base ai sintomi, ma le feci devono essere seminate per un'identificazione accurata. In ogni caso, il trattamento inizia prima della ricezione dei risultati, poiché non puoi aspettare una settimana.

Come passare un'analisi delle feci per la flora patogena e non per la disbiosi?

Prima della defecazione, è necessario lavare a fondo il perineo e l'area dell'ano con sapone. Per raccogliere le feci, non utilizzare una tazza del water, ma una pentola preparata in modo pulito e lavato. Non mescolare urina e feci.

Le feci vengono raccolte esclusivamente in un contenitore sterile, che viene acquistato in farmacia o rilasciato dal laboratorio. Il contenitore delle feci è un barattolo di plastica trasparente con coperchio. Un cucchiaio è attaccato al coperchio..

Con un cucchiaio, le feci vengono raccolte da luoghi diversi, la quantità totale è di circa un cucchiaino. Il tappo è ben avvitato. Il contenitore viene inserito in un sacchetto o in un sacchetto isolato termicamente, accanto a esso viene posizionata una fonte di freddo. Se la consegna rapida delle feci non è possibile, la durata di conservazione massima nel frigorifero è di 3 ore. Le feci raccolte non devono essere congelate..

Le feci dovrebbero essere ottenute naturalmente senza l'uso di clisteri e lassativi. Supposte rettali, anche i microclysters escludono.

Come si può studiare il microbiota intestinale?

C'è solo un modo per valutare in modo affidabile il contenuto qualitativo e quantitativo dell'intestino. Per questo, viene eseguita una biopsia: una sezione della parete intestinale con il contenuto. Studi simili sono condotti in centri di ricerca specializzati. Utilizzando questo metodo, viene studiato lo stato della flora dell'intestino tenue e crasso..

Il campione di biopsia risultante viene raramente seminato su terreni nutritivi, poiché la stragrande maggioranza dei veri abitanti del tratto digestivo non cresce su di essi. Per identificare i microbi, utilizzare il metodo PCR - identificazione del materiale genetico del microbiota.

Esistono metodi non invasivi senza penetrazione nella parete intestinale. Ad esempio, un test del respiro. In precedenza, il soggetto riceve lattulosio, una sostanza sintetica che viene utilizzata come lassativo. I batteri del colon assorbono il lattulosio contenente idrogeno marcato. L'idrogeno viene rilasciato durante la rottura del lattulosio, in base al suo contenuto e al tempo di comparsa nell'aria espirata, viene giudicata l'attività dei batteri dell'intestino tenue e crasso.

Vengono anche utilizzati metodi cromatografici in cui vengono esaminati i contenuti del tubo intestinale per i prodotti di scarto del microbiota..

È sempre necessario cercare la vera causa della malattia, che si tratti di una malattia della pelle o di un'indigestione. I batteri trovati nelle feci nei neonati o negli adulti sono motivo di preoccupazione solo nel caso di sintomi di una malattia infettiva acuta, ad esempio dissenteria o salmonellosi.

Analisi delle feci per disbiosi: che mostra come prenderlo correttamente, norma e patologia

Un'analisi delle feci per la disbiosi è di solito prescritta come parte della diagnosi di patologia intestinale..

La disbiosi intestinale (disbiosi) è una sindrome caratterizzata da un cambiamento nella composizione microbica del colon. La diagnosi di laboratorio della disbiosi inizia con un'analisi batteriologica delle feci. Di norma, il medico curante, scrivendo la direzione per lo studio, dice non solo su dove eseguire i test, ma anche su come prepararsi correttamente. Il rispetto delle regole di preparazione e tecniche di raccolta sotto molti aspetti influisce sull'affidabilità del risultato dello studio della microflora intestinale.

Al fine di determinare qualitativamente e quantitativamente le forme patogene di microrganismi in 1 g di feci, viene utilizzata un'analisi del serbatoio - semina di feci su terreni nutritivi.

Quando è indicato un test di disbatteriosi fecale

Il sospetto di uno squilibrio della flora microbica può causare segni di cattiva salute, manifestati a lungo e non spiegati da altri motivi..

  • diminuzione dell'appetito;
  • malessere generale;
  • mal di testa;
  • riduzione dell'immunità;
  • allergia;
  • violazione del normale aumento di peso nei bambini.
  • disturbi delle feci, dolore durante i movimenti intestinali;
  • flatulenza, gonfiore, brontolio;
  • crampi al dolore addominale;
  • nausea, eruttazione, cattivo gusto in bocca.

I disturbi delle feci sono determinati dalla localizzazione dei cambiamenti disbiotici: la diarrea enterica è un segno di disbiosi nell'intestino tenue. A causa del ridotto assorbimento dei nutrienti, la quantità di feci aumenta, le feci sono fetide, schiumose. La violazione delle feci di tipo colitico indica disbiosi con localizzazione nell'intestino crasso. Il volume dei movimenti intestinali in questo caso è spesso scarso, con una miscela di muco, strisce di sangue.

Un assorbimento alterato a lungo nell'intestino dei nutrienti necessari può causare ipovitaminosi, carenza di energia proteica, compromissione dell'equilibrio ionico, carenza di calcio e ha le seguenti manifestazioni:

  • sbalzi d'umore, irritabilità, riduzione delle capacità cognitive;
  • secchezza e pallore della pelle e delle mucose;
  • prurito della pelle;
  • opacità e fragilità dei capelli, esfoliazione delle unghie;
  • riduzione della mineralizzazione ossea;
  • stomatite angolare.

Preparazione per l'analisi delle feci per la disbiosi

Una settimana prima dello studio, gli antibiotici e altri farmaci che influenzano la flora microbica, così come i parametri fecali, vengono cancellati. La sedia destinata all'analisi dovrebbe essere formata naturalmente, non si dovrebbe usare un clistere, lassativi o supposte rettali.

Un'analisi delle feci per la disbiosi può solo rivelare la sua presenza, è necessario un ulteriore esame per determinare le cause..

È vietato raccogliere materiale per la ricerca prima di due giorni dopo uno studio di contrasto a raggi X del tratto digestivo. Alla vigilia dell'analisi delle feci per la disbiosi, i prodotti che promuovono la colorazione delle feci, l'eccessiva formazione di gas, l'insorgenza di diarrea o costipazione dovrebbero essere esclusi dalla dieta.

Lo scarico di urina o vaginale non deve entrare nel materiale per l'analisi, quindi, prima di raccogliere le feci, la vescica deve essere svuotata, quindi lavata con acqua e sapone senza additivi o aromi schiumogeni.

In anticipo, è necessario prendersi cura del contenitore da cui verranno raccolte le feci. Può essere una nave asciutta e pulita, in caso contrario, è possibile fissare un film di plastica sulla superficie della toilette. Immediatamente dopo la defecazione, le feci di diverse aree devono essere raccolte in un contenitore di plastica sterile utilizzando una speciale scapola incorporata nel coperchio. Per l'analisi della disbiosi, sono necessari circa 10 ml di biomateriale. Le feci vengono consegnate al laboratorio entro tre ore dalla raccolta del test. È consentito conservare il materiale in frigorifero a una temperatura da +3 a +7 ° C per sei ore, con una conservazione più lunga l'affidabilità dei risultati è considerata ridotta.

Durante l'analisi delle feci per la disbiosi, vengono determinati la concentrazione e il rapporto tra microrganismi normali, opportunistici e patogeni.

Microflora intestinale normale e sue funzioni nel corpo

La flora microbica è necessaria per la vita del corpo. L'intestino di una persona sana normalmente contiene 400-500 ceppi di vari microrganismi. Forniscono una normale digestione, partecipano alla sintesi e all'assorbimento delle vitamine, inibiscono l'attività dei microbi patogeni.

A volte viene utilizzato un metodo espresso per diagnosticare la disbatteriosi, i cui risultati possono essere ottenuti in un'ora, tuttavia, con questo test, viene stimato il contenuto nelle feci di soli bifidobatteri e proprie proteine.

La microflora intestinale normale svolge le seguenti funzioni:

  • partecipazione allo sviluppo dell'immunità locale, la sintesi di anticorpi che sopprimono la microflora estranea;
  • aumento dell'acidità del mezzo (diminuzione del pH);
  • protezione (citoprotezione) dell'epitelio, aumentando la sua resistenza a fattori cancerogeni e patogeni;
  • cattura del virus, prevenendo la colonizzazione del corpo da parte di microrganismi estranei;
  • la digestione dei batteri viene effettuata dagli enzimi batterici e si formano vari composti (ammine, fenoli, acidi organici e altri). Sotto l'influenza degli enzimi, si trasformano anche gli acidi biliari;
  • partecipazione alla decomposizione finale di residui alimentari non digeriti;
  • fornendo al corpo sostanze nutritive, la sintesi di acidi grassi a basso peso molecolare, che sono una fonte di energia per le cellule intestinali;
  • formazione di una composizione gassosa, regolazione della peristalsi, aumento dell'assorbimento nell'intestino;
  • sintesi di vitamine del gruppo B, acido nicotinico, folico e pantotenico, vitamina K, che fornisce assorbimento di calcio, magnesio, ferro;
  • partecipazione ai meccanismi di regolazione dei processi riparativi durante il rinnovamento delle cellule epiteliali intestinali;
  • sintesi di un numero di aminoacidi e proteine, lo scambio di grassi, proteine, carboni, bile e acidi grassi, colesterolo;
  • smaltimento del cibo in eccesso, formazione di feci.

In una persona sana, un equilibrio dinamico viene mantenuto nell'intestino tra l'organismo ospite, i microrganismi che lo popolano e l'ambiente. La violazione della composizione qualitativa e quantitativa della microflora provoca disbiosi.

Di solito la disbiosi è una conseguenza o una complicazione della patologia delle malattie intestinali o della terapia antibiotica irrazionale.

Analisi delle feci per disbiosi

Al fine di determinare qualitativamente e quantitativamente le forme patogene di microrganismi in 1 g di feci, viene utilizzata un'analisi del serbatoio - semina di feci su terreni nutritivi. La coltura batteriologica viene utilizzata per diagnosticare le infezioni intestinali e il trasporto batterico. Il materiale per l'inoculazione batterica viene posto in un contenitore sterile con un conservante, quindi viene isolata una coltura di microrganismi puri, le sue proprietà vengono studiate e viene calcolato il numero di unità formanti colonie (CFU).

Quanto viene eseguita l'analisi della disbiosi fecale? Di norma, il tempo di attesa per il risultato è compreso tra due giorni e una settimana. A volte viene utilizzato un metodo espresso per diagnosticare la disbatteriosi, i cui risultati possono essere ottenuti in un'ora, tuttavia, con questo test, viene stimato il contenuto nelle feci di soli bifidobatteri e proprie proteine.

La decifrazione dell'analisi delle feci per la disbiosi viene eseguita dal medico curante, tenendo conto dell'anamnesi e delle manifestazioni cliniche della malattia.

Prestazione normale

Le norme del contenuto di batteri in 1 g di feci sono presentate nella tabella.

Studio delle feci per la disbiosi

La disbatteriosi è una violazione non solo del contenuto quantitativo di microrganismi nell'intestino, ma anche di un rapporto proporzionale. Il giusto equilibrio fornisce il processo di digestione necessario, aiuta i sistemi enzimatici.

Le caratteristiche nutrizionali legate all'età sono accompagnate da cambiamenti nei requisiti di microflora intestinale. Pertanto, ciò che è ottimale per un bambino è considerato una violazione per un adulto e viceversa.

Feci per disbiosi: un'analisi complessa. Richiede il rispetto di:

  • preparazione preliminare;
  • regole di raccolta delle feci;
  • escrezione di ciascun gruppo di microrganismi;
  • differenziazione con flora patologica.

Parte della ricerca richiede metodi biochimici, inoltre, se necessario, coltivano batteriologicamente la disbiosi su speciali mezzi nutritivi. Pertanto, lo studio delle feci per la disbiosi viene effettuato da assistenti di laboratorio esperti con formazione speciale..

Un po 'sui microrganismi intestinali

Più di 500 specie di microrganismi vivono nell'intestino umano. I loro compiti:

  • aiutare nella scomposizione delle sostanze cadute con il cibo in uno stato che consenta il libero passaggio attraverso il muro nel flusso sanguigno;
  • rimuovere scorie, gas emersi durante il processo di digestione, prevenire la putrefazione;
  • accelerare l'eliminazione di sostanze nocive non necessarie;
  • sviluppare gli enzimi mancanti per il corpo;
  • sintetizzare le vitamine necessarie;
  • assicurare la partecipazione alla sintesi di componenti per l'immunità.

Tutti i microrganismi sono divisi:

  • utile - svolgono le funzioni di cui sopra, supportano la salute (bifidobatteri - 95% della composizione totale, lattobacilli fino al 5%, Escherichia);
  • condizionatamente patogeni - diventano patogeni in presenza delle condizioni necessarie (un cambiamento nell'equilibrio acido-base dell'ambiente, una diminuzione dell'immunità dovuta a una malattia lunga o grave), stafilococchi, enterococchi, clostridi, funghi del genere Candida possono diventare traditori;
  • dannoso o patogeno - entrando nel corpo, diventano la causa della malattia intestinale (salmonella, shigella).

Gli elicobatteri sono localizzati nella regione pilorica dello stomaco. Sono una delle cause importanti di gastrite, ulcera peptica e cancro. Forse la loro allocazione dalla saliva e dalle feci di una persona infetta. Si trova in 2/3 della popolazione.

Decifrare l'analisi delle feci per la disbiosi fornisce informazioni sulla composizione quantitativa e qualitativa della microflora, avvisa di deviazioni pericolose. Con il metodo di generazione di energia, i microrganismi condividono:

  • su quelli aerobici, sono vitali solo in presenza di ossigeno (enterobatteri, lattobacilli, streptococchi, stafilococchi, funghi);
  • anaerobico - si sviluppano senza ossigeno, sono resistenti (bifidobatteri, enterococchi, clostridi).

Normalmente, il corpo umano è protetto dalla diffusione della flora batterica e dei funghi dall'intestino nello stomaco e in altre parti del tratto digestivo. L'ostacolo è:

  • acido cloridrico del succo gastrico, che distrugge alcuni tipi di microrganismi;
  • la presenza di una valvola ileocecale al confine tra l'ileo (l'ultimo nell'intestino tenue) e il cieco (la parte iniziale del colon);
  • sistema muscolare liscio che regola i movimenti ondulatori peristaltici per spingere il contenuto in una direzione - dall'intestino sottile a quello spesso.

Questo succede in una persona sana. L'analisi delle feci per la disbiosi può mostrare una violazione dei meccanismi di difesa.

Quando è necessario passare un'analisi delle feci per la disbiosi?

La disbatteriosi non è una malattia, ma una conseguenza di una malattia. Di solito portano ad esso:

  • patologia cronica del sistema digestivo;
  • il risultato di processi infiammatori nell'intestino con enterocolite di varie eziologie;
  • l'uso di alte dosi e cicli a lungo termine di antibiotici.

I cambiamenti nello stato di salute possono essere causati da una diminuzione della percentuale di microrganismi benefici e da un aumento della moltiplicazione di patogeni e parassiti condizionati. Non ci sono sintomi specifici. Ma, dato il fallimento nel funzionamento dell'intestino nel paziente, ci si dovrebbe aspettare:

  • disturbi delle feci (alternando diarrea e costipazione);
  • gonfiore (flatulenza) dovuto all'aumento dei processi di fermentazione nell'intestino;
  • attacchi di coliche;
  • la comparsa di residui non digeriti di fibre alimentari, muco, sangue nelle feci;
  • diminuzione dell'appetito, aumento di peso insufficiente nei bambini;
  • reazioni allergiche comuni;
  • placca costante su lingua, denti, alitosi;
  • gengive sanguinanti;
  • rafforzamento della caduta dei capelli, unghie fragili;
  • aree di secchezza e desquamazione della pelle;
  • segni di ridotta immunità, che possono essere giudicati da raffreddori frequenti, difficoltà nel trattamento.

Ai pazienti viene prescritto l'esame necessario per la diagnosi. Per scoprire il ruolo della flora intestinale disturbata, il medico prescriverà un'analisi per la disbiosi intestinale. Lo studio è stato mostrato ai pazienti sullo sfondo della chemioterapia e della radioterapia per la scelta del trattamento di mantenimento..

Come sottoporsi al test per la disbiosi intestinale?

Per ottenere risultati affidabili, non è sufficiente disporre di un numero di specialisti qualificati e di un laboratorio ben attrezzato. È necessario rispettare i requisiti per la preparazione per l'analisi e raccogliere correttamente le feci.

L'analisi per la disbiosi può essere valutata come affidabile se qualsiasi prodotto che contribuisce ai processi di fermentazione fosse escluso dalla dieta nei tre giorni precedenti. Questi includono:

  • alcol;
  • barbabietola;
  • piatti di carne e pesce.

Tre giorni prima del test, smetti di usare medicinali come:

  • antibiotici
  • lassativi di qualsiasi tipo (comprese supposte rettali, olio di ricino e paraffina liquida).

È bene lavare l'area del perineo e dell'ano con sapone prima della defecazione. Attendere che i movimenti intestinali spontanei raccolgano materiale, non usare lassativi. Questo requisito è difficile per le persone con costipazione persistente. Raccogliere le feci in un contenitore sterile, senza urina. Chiudere il campione ermeticamente..

In presenza di spotting o impurità del muco, devono essere inclusi nel materiale raccolto. Il bambino dovrebbe essere seduto su una pentola, precedentemente ben lavato e sciacquato con acqua bollente.

Per la ricerca, sono sufficienti circa 10 g di feci, in volume è pari a un cucchiaino. Sul coperchio della nave devono indicare le iniziali e il cognome del paziente, per un bambino - data di nascita, ora e data in cui l'analisi.

Ideale per completare le condizioni per passare l'analisi per la disbiosi è la consegna rapida del contenitore al laboratorio (entro e non oltre 40 minuti). Supponi un periodo di due ore. È consentito conservare in frigorifero per un massimo di quattro ore, ma non nel congelatore. Più lungo è il ritardo, più microrganismi anaerobici moriranno per contatto con l'aria. E questo distorce i risultati..

Quali metodi rilevano la disbiosi?

Il medico suggerisce di passare prima le feci per un'analisi generale chiamata coproscopia o coprologia. Viene eseguito al microscopio di una goccia di feci diluita con acqua distillata..

  • melma;
  • elementi di infiammazione;
  • fibra dietetica non digerita;
  • globuli rossi;
  • inclusioni grasse;
  • uova di verme;
  • parassiti cistici.

Non viene eseguito un conteggio esatto del numero di batteri. Nei risultati per il medico, è importante registrare una violazione del processo digestivo. Al fine di chiarire le ragioni, viene prescritto uno studio biochimico o batteriologico aggiuntivo.

Metodo biochimico

Un'analisi biochimica delle feci per la disbiosi consente di ottenere risultati in un'ora. Il metodo si basa sulla capacità dei batteri di rilasciare acidi grassi. Secondo l'analisi della varietà del contenuto di acido, i microrganismi si distinguono e viene determinata la localizzazione nell'intestino.

I vantaggi del metodo sono:

  • velocità comparativa;
  • la possibilità di prolungare i tempi di consegna al laboratorio fino a un giorno;
  • la sicurezza del materiale nelle condizioni di congelamento nel frigorifero;
  • accuratezza delle informazioni.

Per una corretta raccolta, contrariamente allo schema già indicato, è necessario:

  • prevedere un periodo dopo la terapia antibiotica di almeno due settimane;
  • le donne si astengono dal fare l'analisi se i loro periodi non sono completamente finiti;
  • raccogliere pezzi di feci da parti diverse.

Il contenuto di acido è determinato in mg per g di feci. Sono considerati validi gli indicatori:

  • acido acetico 5,35-6,41;
  • propilene 1,63-1,95;
  • olio 1.6–1.9.

Secondo la concentrazione di acidi grassi, si trae una conclusione sulla possibile composizione di microrganismi nell'intestino.

Metodo di coltura batteriologica

La coltura batteriologica delle feci per la disbiosi è un metodo di ricerca più laborioso. L'analisi deve essere eseguita il più presto possibile dopo i movimenti intestinali..

La riproduzione dei batteri avviene 4-5 giorni. Quanta analisi viene fatta per la disbiosi determina il tempo impiegato nel processo di crescita. Sono molto più grandi che negli studi biochimici, perché è necessario non solo calcolare un indicatore quantitativo, ma anche identificare i microrganismi in base alle loro proprietà. I risultati sono riportati in CFU / g (unità formanti colonie).

Il normale allineamento dei microrganismi dovrebbe corrispondere al seguente schema:

  • bifidobatteri 10 8–10 10;
  • lattobacilli ed Escherichia 10 6–10 9;
  • streptococchi 10 5 –10 7;
  • stafilococchi non emolitici 10 4 –10 5;
  • clostridia 10 3 –10 5;
  • enterobatteri condizionatamente patogeni 10 3 –10 4;
  • stafilococchi emolitici inferiori a 10 3 CFU / g.

Il numero di batteri nei bambini fino a un anno con l'allattamento al seno differisce dagli adulti:

  • i bifidobatteri sono 10 10-10 11;
  • lattobacilli 10 6–10 7.

Gli svantaggi del metodo sono:

  • Significativa distorsione dei risultati a seconda del ritardo di consegna del materiale
  • mancanza di contabilità per i batteri della mucosa situati nel colon;
  • morte di microrganismi anaerobici per contatto con l'ossigeno.

Cosa mostra l'analisi delle feci per la disbiosi??

Sulla base dei risultati di tutti gli studi, viene eseguita una decrittazione dell'analisi per la disbiosi negli adulti. Tiene conto dei microrganismi selezionati e del loro numero:

  1. Gli enterobatteri patogeni indicano chiaramente la fonte della malattia. Normalmente, non dovrebbero essere o quantitativamente non superare 10 4 CFU / g (salmonella, protea, enterobatteri, bastoncino di peste). La presenza nell'analisi indica un pericolo per la salute del paziente.
  2. La crescita di enterobatteri negativi al lattosio (ad es. Klebsiella, dentellatura) accompagna i casi di ridotta immunità nel periodo postoperatorio, con terapia antibiotica prolungata.
  3. Un aumento del contenuto di microbi condizionatamente patogeni (Escherichia coli, Clostridia, Staphylococcus) è possibile con sintomi dispeptici, costipazione, nausea e malattie della pelle. Gli stafilococchi sono particolarmente pericolosi per neonati e bambini fino a un anno. Non solo causano una violazione dell'assimilazione del cibo, ma provocano grave polmonite, meningite, endocardite. La sepsi è fatale. L'identificazione dell'infezione da stafilococco nel reparto di maternità richiede la completa chiusura e sanificazione.
  4. Livelli eccessivi nell'analisi di Escherichia coli possono essere associati a infezione da parassiti, elminti.
  5. I funghi del genere Candida si trovano in piccole quantità in ogni persona. La crescita è possibile in risposta all'uso di antibiotici. Ma in altri casi, indica focolai di infezione fungina in bocca, sui genitali, nell'ano.

I risultati dell'analisi devono essere trattati attentamente sia in termini di prevenzione dello sviluppo della malattia in futuro, sia nella scelta del trattamento ottimale.