Pancreatite alcolica acuta

L'autore dell'articolo è la gastroenterologa Daniela Sergeevna Purgina.

L'alcol è la causa dello sviluppo di processi infiammatori non solo nel fegato, ma anche nel pancreas, ne parleremo oggi. Nello sviluppo di pancreatite acuta e nella formazione di pancreatite cronica, uno dei ruoli principali è svolto dall'abuso di alcol. E questa ragione è una delle principali in tutto il mondo. Più comune nei paesi economicamente sviluppati.

Chi ha la pancreatite più spesso?

La pancreatite alcolica si presenta di solito nei maschi di età superiore ai 30-40 anni..

Al momento, non è stata stabilita una soglia di alcol, che porta a cambiamenti nel pancreas, tutto dipende dalla sensibilità individuale. Il tipo di bevanda alcolica non ha un effetto significativo sull'incidenza della pancreatite..

L'abuso di alcol non danneggia solo il fegato, ma anche il pancreas.

Leggi anche un articolo su come ripristinare il pancreas dopo una festa e dopo una lunga abbuffata, come ridurre i danni del bere in anticipo ed è possibile bere alcolici con pancreatite già sviluppata.

Come si verifica la pancreatite alcolica?

Sebbene sia stata stabilita la relazione tra l'abuso di alcol e lo sviluppo della pancreatite, il meccanismo non è completamente compreso.

  1. Si ritiene che l'essenza dello sviluppo della pancreatite alcolica sia che l'abuso di alcol porta allo sviluppo di "tappi" proteici nei dotti pancreatici, questi tappi bloccano i dotti e impediscono il deflusso degli enzimi pancreatici, che porta al processo infiammatorio nel parenchima degli organi e alla sostituzione del normale tessuto fibroso.
  2. Un ruolo importante nello sviluppo della pancreatite alcolica è giocato dall'effetto tossico diretto dei prodotti di decadimento dell'etanolo..
  3. Un altro meccanismo può essere attribuito a questo: bere alcolici porta a uno spasmo dello sfintere di Oddi, che deve consentire al succo pancreatico e alla bile di passare nel duodeno nel tempo. L'interruzione dello sfintere di Oddi aumenta la pressione all'interno del dotto pancreatico, impedisce il flusso di enzimi e provoca lo sviluppo del processo infiammatorio.

Il rischio di infiammazione del pancreas aumenta se si morde l'alcool in cibi grassi e pesanti per l'assorbimento. Questa combinazione carica notevolmente il pancreas e allo stesso tempo peggiora il flusso biliare. A proposito di quale antipasto non fa male, ma piuttosto aiuta a incontrare una mattinata allegra, leggi l'articolo sullo spuntino giusto.

Quali sono i sintomi della pancreatite??

Il sintomo più importante è il dolore, sono localizzati nell'ipocondrio sinistro o sono simili a guaine. La loro intensità è associata alla gravità del processo infiammatorio: più pronunciato è il processo, più forte è il dolore.

Il dolore ha diverse opzioni che dipendono dalla localizzazione del processo infiammatorio e dalla presenza di malattie concomitanti del tratto gastrointestinale:

  • la variante simile all'ulcera è caratterizzata da fame o dolore notturno;
  • dal tipo di colica renale sul lato sinistro - con la localizzazione del processo nella coda del pancreas;
  • dal tipo di colica biliare (sindrome dell'ipocondrio destro) - con infiammazione nella testa del pancreas;
  • dispeptico o dismotore combinato con una sensazione di pesantezza dopo aver mangiato e vomito;
  • comune - senza una chiara localizzazione.

Molto spesso, è il dolore che induce i pazienti a cercare assistenza medica. Il dolore è testardo, estenuante e può durare per diverse settimane..

Come mal di stomaco con pancreatite?

  • Il dolore può verificarsi 4-48 ore dopo l'ultima bevanda..
  • Non ogni assunzione di alcol può causare dolore.
  • Un'esacerbazione provoca spesso un'assunzione lunga e abbondante di bevande alcoliche (abbuffata).
  • È possibile la localizzazione atipica del dolore: nell'ipocondrio destro, nell'inguine, nella regione del cuore, ecc..
  • Circa il 15% non ha dolore e la pancreatite si manifesta con altri sintomi.

Quali altri sintomi sono

La pancreatite è anche caratterizzata da disturbi di natura dispeptica:

  • rilassamento delle feci. Le feci si verificano 3-5 volte al giorno, più spesso dopo aver mangiato, burbero, grasso, scarsamente lavato dalle pareti del gabinetto e fetido;
  • flatulenza, brontolio nell'addome a causa di una violazione della digestione del cibo a causa della mancanza di enzimi pancreatici;
    nausea e vomito si verificano a causa della ridotta motilità del tratto gastrointestinale superiore;
  • perdita di peso. Si verifica a causa di una violazione della digestione del cibo e dell'assorbimento dei nutrienti a causa della mancanza di enzimi;
  • eruttazione;
  • diminuzione dell'appetito;
  • l'ipovitaminosi si sviluppa a causa di disturbi della digestione.

La più alta frequenza di complicanze si verifica proprio con pancreatite di eziologia alcolica. Le complicanze della pancreatite sono:

  • cisti,
  • pseudocisti,
  • trombosi venosa splenica,
  • versamento pleurico,
  • ascite,
  • calcificazione pancreatica,
  • pancreatite pseudotumorale.

Nel 18% dei casi, la pancreatite alcolica è complicata dal diabete mellito, che è una malattia formidabile, se la si ignora, non seguire una dieta speciale e non assumere farmaci.

Come diagnosticare la pancreatite?

Esame radiografico: nel quadro generale della cavità addominale, è possibile rilevare la presenza di calcificazioni nel pancreas.

La fibrogastroduodenoscopia rivela segni indiretti di pancreatite:

  • reflusso duodeno-gastrico;
  • sintomo di semola;
  • cambiamenti nella grande papilla duodenale.

Le seguenti modifiche possono essere rilevate su ultrasuoni ed ultrasuoni endoscopici:

  • ingrandimento del pancreas;
  • contorni sfocati del corpo;
  • aumento dell'ecostruttura del pancreas;
  • espansione del dotto pancreatico;
  • la presenza di cisti nel pancreas.

Tomografia computerizzata o risonanza magnetica: i segni sono gli stessi dell'ecografia, solo più pronunciati.

La colangiopancreatografia endoscopica retrograda è il "gold standard" per la diagnosi di pancreatite cronica, grazie alla quale è possibile rilevare i cambiamenti nei dotti pancreatici.

I metodi di ricerca di laboratorio includono:

  • analisi biochimica del sangue con determinazione di enzimi amilasi, lipasi ed fegato;
  • coprogram;
  • determinazione dell'attività delle feci elastasi e della diastasi urinaria.

Come essere trattati?

L'insidiosità dei processi infiammatori del pancreas è che il periodo di recupero è molto lungo. Con l'esacerbazione della pancreatite cronica, il recupero può richiedere 4 settimane o più, con pancreatite acuta, il processo può richiedere diversi mesi.

Gli obiettivi principali nel trattamento sono:

  • cure di emergenza per esacerbazioni di pancreatite;
  • prevenzione delle esacerbazioni.

I principali principi di trattamento:

  • diminuzione dell'attività funzionale del pancreas (freddo, fame e riposo);
  • rimozione dell'edema dal pancreas;
  • prevenzione dell'intossicazione enzimatica, auto-digestione del pancreas;
  • sollievo dal dolore;
  • ripristino della motilità gastrointestinale;
  • correzione del bilancio idrico-elettrolitico mediante somministrazione endovenosa di soluzioni elettrolitiche;
  • prevenzione delle infezioni.

Con la stabilizzazione della condizione, la stretta aderenza alla dieta, un completo rifiuto dell'alcol, si raccomanda l'assunzione regolare di droghe.

Cosa attende il paziente?

In assenza di trattamento e ulteriore abuso di alcol, la prognosi è scarsa. Complicazioni potenzialmente letali come lo sviluppo:

  • suppurazione e rottura delle cisti;
  • peritonite enzimatica;
  • diabete mellito scompensato;
  • adenocarcinoma pancreatico.

L'alcol è un motivo comune, ma non l'unico, per lo sviluppo della pancreatite. Sul perché la cattiva salute degli organi vicini porta all'infiammazione del pancreas, oltre a come riconoscere e curare questa malattia, leggi l'articolo sulla pancreatite acuta e cronica.

Puoi fare una domanda all'epatologo nei commenti. Chiedi di non essere timido!

Ultimo aggiornamento dell'articolo: 05/10/2020

Non hai trovato quello che cercavi?

Prova a usare la ricerca

Guida alla conoscenza gratuita

Iscriviti alla newsletter. Ti diremo come bere e mangiare, in modo da non danneggiare la tua salute. Il miglior consiglio degli esperti del sito, che viene letto da oltre 200.000 persone ogni mese. Smetti di rovinare la tua salute e unisciti!

Questo sito è realizzato da esperti: tossicologi, narcologi, epatologi. Strettamente scientifico. Verificato sperimentalmente.

Pensi di poter bere?
Fai il test, controlla te stesso!
251.376 persone hanno completato il sondaggio, ma solo il 2% ha risposto correttamente a tutte le domande. Che voto avrai?

Che cos'è la pancreatite alcolica cronica?

L'infiammazione del pancreas causata dall'abuso di alcol può scatenare una malattia come la pancreatite alcolica cronica, che può essere suddivisa in 2 forme del corso: acuta e cronica.

Cause di patologia

Lo sviluppo della pancreatite alcolica cronica è molto lento. La malattia si verifica a causa dell'abuso prolungato di alcol. A causa della prolungata esposizione di sostanze tossiche al pancreas, si formano biocatalizzatori che iniziano ad assorbire la ghiandola stessa, causando necrosi tissutale. Nel tempo, il pancreas inizia a gonfiarsi, aumentare di dimensioni e spremere allo stesso tempo gli organi situati accanto ad esso, causando un forte dolore.

Se non si inizia il trattamento in tempo, il tessuto pancreatico sano inizia a essere sostituito da depositi di grasso e tessuto fibroso, con un effetto dannoso non solo sul pancreas, ma anche sull'intero sistema endocrino, a seguito del quale, insieme alla pancreatite, il diabete inizia a svilupparsi. È noto che non solo l'alcol e il fumo possono causare pancreatite, spesso la pancreatite alcolica cronica si verifica con l'assunzione prolungata di cibi grassi e ipercalorici in combinazione con l'uso di un gran numero di bevande alcoliche e prodotti del tabacco.

Possono formarsi una cisti o un ascesso del pancreas.

La pancreatite acuta alcolica si verifica improvvisamente, mentre è importante notare che la sua formazione non richiede il consumo di alcol a lungo termine, solo una volta è sufficiente. Le bevande alcoliche possono essere molto diverse, sia che si tratti della birra più economica o del cognac molto costoso, se si utilizza carne grassa insieme a essa, questo è sufficiente per provocare un attacco di pancreatite alcolica acuta.

Sintomi della malattia

Durante la pancreatite alcolica cronica, sintomi come:

  • forte mal di testa;
  • nausea e vomito;
  • bruciore di stomaco;
  • diarrea;
  • cattiva digestione del cibo consumato;
  • dolore allo stomaco, che poi passa nell'ipocondrio e nella schiena.

La natura del dolore è sempre diversa: da lieve, quasi impercettibile a molto grave.

Mangiare carne grassa con alcool può scatenare un attacco di pancreatite

Importante! Il dolore si intensifica quando il paziente giace sulla schiena e si attenua se il paziente è seduto o piegato. Dopo aver mangiato, il dolore può aumentare notevolmente..

Un paziente con pancreatite alcolica cronica inizia improvvisamente a perdere peso, il suo appetito è parzialmente o completamente perso. Se la pancreatite inizia a sviluppare il diabete mellito, quindi l'appetito aumenta, al contrario, il paziente sperimenta costantemente sete e fame.

Uno dei sintomi caratteristici della pancreatite alcolica cronica è l'insorgenza o frequenti esacerbazioni del diabete esistente. Ciò è dovuto al fatto che nella pancreatite cronica la produzione di insulina è disturbata..

Attenzione! Se la malattia non viene trattata a lungo, può formarsi una cisti o un ascesso del pancreas. Inoltre, i pazienti con pancreatite alcolica cronica possono sviluppare ittero e ascite..

Trattamento patologico

Importante! Quando si diagnostica la pancreatite alcolica cronica, il paziente deve sempre rifiutare qualsiasi tipo di bevanda contenente alcol, altrimenti tutto il trattamento passato non porterà alcun risultato.

Nel trattamento della pancreatite alcolica cronica, è necessario:

  • rimuovere tutte le tossine dal corpo;
  • ridurre il dolore;
  • ripristinare tutte le capacità funzionali del pancreas e degli organi del tratto gastrointestinale che erano compromesse a causa dell'intossicazione da alcol nel corpo.

Il trattamento della pancreatite alcolica cronica di solito inizia con eventi generali, tra cui il primo è il digiuno terapeutico, prescritto per diversi giorni. Durante questo periodo, il paziente deve utilizzare solo acqua minerale senza gas, quindi seguire rigorosamente la dieta n. 5. Il trattamento deve essere effettuato solo in ospedale sotto la stretta supervisione dei medici. La nutrizione del corpo avviene solo attraverso contagocce e iniezioni.

Al fine di ridurre il dolore, prescrivere antidolorifici e farmaci che riducono i crampi. I farmaci che riducono il dolore non possono essere scelti da soli, devono essere prescritti dal medico curante, poiché molti farmaci sono vietati in una malattia come la pancreatite. Si consiglia l'anestesia per iniezione. Come antispasmodici, vengono usati No-shpa e Papaverin..

Terapia della pancreatite alcolica cronica

Per calmare il pancreas e portarlo alla normalità, al paziente viene prescritto un ciclo di assunzione di preparati enzimatici come Mezim, Creonte. È importante ricordare che il consumo di questi farmaci per lungo tempo non è raccomandato..

Antiacidi - Maalox, Almagel aiutano bene per il bruciore di stomaco. Prima di usarli, dovresti consultare un medico e leggere attentamente le istruzioni, poiché questi farmaci hanno effetti collaterali.

Per eliminare tutte le sostanze tossiche dal corpo, vengono prescritti sorbenti e diuretici: si tratta di carbone attivo, chitosano, sorbex, smecta, sorbolong, polysorb, atoxol, omeprazolo, diacarb.

Se tale trattamento non aiuta e il processo infiammatorio continua, al paziente viene prescritto un intervento chirurgico. Durante l'operazione, la parte danneggiata del pancreas viene rimossa; ci sono spesso casi in cui la ghiandola viene completamente asportata. È importante notare che dopo l'intervento chirurgico nel trattamento della pancreatite alcolica cronica, non si può parlare di completo recupero. Con l'intervento chirurgico, è possibile esacerbare il diabete.

Dieta speciale numero 5

Spesso, nel trattamento della pancreatite cronica, viene prescritta una dieta n. 5 o, come viene chiamato in altro modo, la quinta tabella pancreatica.

L'obiettivo principale della dieta è di normalizzare tutte le funzioni pancreatiche. La dieta include una grande quantità di proteine, tutti i cibi fritti sono esclusi dalla dieta. Mangiare dovrebbe essere frazionario, in piccole porzioni 5-6 volte al giorno.

Nella dieta, dovrebbero prevalere le zuppe e le purè di patate. La carne deve essere magra, mentre è necessario rimuovere tutti i tendini e la cartilagine da essa. La carne e i prodotti derivati ​​possono essere bolliti e cotti a vapore. Il pesce dovrebbe anche essere solo varietà magre, può essere bollito, cotto a vapore e cotto al forno. Tutti i prodotti lattiero-caseari dovrebbero essere a basso contenuto di grassi. Le uova possono essere consumate come una frittata proteica. Il numero di uova non deve superare i 2 pezzi. in un giorno. Puoi mangiare cereali sotto forma di cereali, bolliti in acqua con una piccola quantità di latte. Va tenuto presente che tutti i cereali dovrebbero essere completamente bolliti. Le verdure possono anche essere consumate solo in forma bollita. Tutti i frutti consumati devono essere morbidi e non acidi. Dalle bevande puoi bere un tè debole al limone, succhi di frutta diluiti con acqua. Il pane dovrebbe essere consumato un po 'stantio o sotto forma di cracker. Lo zucchero dovrebbe essere sostituito con xilitolo.

Un paziente con pancreatite cronica non dovrebbe mangiare funghi, prodotti da forno freschi e burro, carne e pesce affumicati, fegato, pesce in scatola e caviale. Anche l'aglio, le cipolle e i ravanelli dovrebbero essere esclusi. Anche uva, banane, caffè, bevande gassate non devono essere consumate..

È necessario abbandonare completamente l'uso di alcol e prodotti del tabacco

Azioni preventive

Al fine di evitare una malattia come la pancreatite alcolica cronica, è necessario abbandonare completamente l'uso di alcol e prodotti del tabacco. Dovresti mangiare cibi ricchi di proteine ​​e altre sostanze benefiche. È necessario trascorrere il più tempo possibile all'aria aperta, condurre uno stile di vita sano, impegnarsi attivamente nello sport.

Un paziente con pancreatite alcolica cronica non dovrebbe attendere alcuna prognosi favorevole. Spesso la pancreatite alcolica trascurata, se non si inizia la terapia in tempo, può portare alla morte. Ma nel caso in cui la malattia venga rilevata in tempo e inizi il trattamento, la malattia può recedere.

Pancreas e alcol: effetti della pancreatite alcolica

La pancreatite alcolica sembra essere una forma grave del processo infiammatorio nel pancreas, si sviluppa a causa della dipendenza cronica da alcol o con un singolo uso di bevande alcoliche o surrogati insieme a cibi grassi.

Manifestazioni cliniche soggettive: herpes zoster nell'addome superiore, nausea, vomito ripetuto, interruzione del tratto digestivo, diarrea, aumento della temperatura corporea.

La diagnosi si basa su un esame del paziente. Assicurati di chiarire la concentrazione di enzimi pancreatici, un'ecografia, una tomografia computerizzata o una risonanza magnetica.

Il trattamento della pancreatite alcolica è un processo complesso e lungo. Un fattore chiave per un risultato positivo è l'assoluta esclusione di qualsiasi bevanda alcolica dalla dieta..

Il meccanismo di sviluppo della pancreatite alcolica

La classificazione internazionale delle malattie (ICD) identifica questa forma della malattia come onnipresente. L'etiopatogenesi si basa sul danno tossico alle cellule pancreatiche.

La pancreatite di origine alcolica è considerata una malattia che molto spesso si sviluppa nell'alcolismo cronico. L'etanolo e i suoi derivati ​​influenzano negativamente i tessuti dell'organo interno, il che porta a funzionalità compromessa.

Lo sviluppo della malattia si verifica in base a questo scenario:

  • Nel segreto dell'organo interno sotto l'influenza di sostanze tossiche, le proteine ​​iniziano a essere prodotte attivamente.
  • Nella cavità gastrica, aumenta la concentrazione di acido cloridrico.
  • Nel fegato, aumenta la produzione di bile, rispettivamente, aumenta la sua concentrazione.
  • Nel duodeno, a causa dell'elevato contenuto di acido nello stomaco, si osserva un'eccessiva produzione di ormoni come la colecistochina e il pancreas. Il loro livello aumenta di dieci volte.
  • A causa dell'elevato contenuto di componenti proteici, viene rivelata la loro associazione in grandi formazioni, di conseguenza, le proteine ​​vengono trattenute sulla superficie interna dei dotti pancreatici, il che porta alla formazione di placche proteiche.
  • Questa catena provoca una violazione del deflusso di secrezioni secrete nel pancreas.
  • A causa delle placche proteiche, la pressione intraduttale aumenta, il che porta alla penetrazione di sostanze enzimatiche nel pancreas.

I componenti degli enzimi che sono prodotti dal corpo sono in uno stato latente. Ma nel processo di normale digestione del cibo, si "svegliano", aiutano a scomporre proteine, grassi e composti di carboidrati.

Quando c'è una violazione del deflusso di enzimi, questi vengono attivati ​​non nei dotti, ma all'interno dell'organo stesso, che porta al loro eccesso, i tessuti del pancreas vengono digeriti.

I processi necrotici sono osservati all'interno dell'organo, i passaggi vascolari si restringono, appare l'infiammazione.

Tipi e sintomi

La pancreatite acuta alcolica è un tipo di malattia alcol-pancreatica che si sviluppa a seguito di un consumo una tantum di alcol. Soprattutto se l'immagine procede sullo sfondo di un consumo una tantum di cibi grassi e fumo.

Questo tipo di disturbo rappresenta un pericolo non solo per la salute umana, ma anche per la sua vita e può portare alla morte in mancanza di un'adeguata assistenza. Di solito viene diagnosticato negli uomini in giovane età..

La pancreatite alcolica cronica si sviluppa come una malattia indipendente o a causa di un processo acuto trascurato. La malattia è causata dall'uso frequente di alcol, in altre parole, da ubriachezza. Non importa quanto alcool entra nel corpo..

I sintomi della pancreatite negli uomini con alcolismo aumentano gradualmente, mentre ci sono processi di blocco dei dotti escretori della ghiandola. Il sintomo principale del processo patologico è il dolore. È presente nella regione centrale dell'addome. La durata del dolore varia da poche ore a un paio di giorni. Se l'alcolista ha una forma acuta della malattia, dopo aver mangiato la sintomatologia si intensifica molte volte.

Dopo aver accertato l'eziologia della malattia e l'effetto dell'alcol sulla ghiandola, consideriamo i sintomi della malattia:

  1. Gonfiore, perdita di appetito, nausea, vomito, che tende ad aggravare dopo aver mangiato cibo o alcool.
  2. Dolore di herpes zoster. Dopo aver mangiato, inizia a fare più male; il dolore può essere eliminato solo con farmaci forti. Con la remissione cronica, questo sintomo è ovattato. Gli attacchi di esacerbazione di solito si verificano ogni 6-12 mesi.
  3. La rapida perdita di peso, basata sull'interruzione del tratto gastrointestinale, ha ridotto l'assunzione di cibo.
  4. Cambio di feci. I pazienti spesso visitano il bagno, le feci diventano fluide, è presente una lucentezza oleosa.
  5. In alcuni casi, l'immagine è completata da debolezza, arrossamento della pelle.

Sulla base delle manifestazioni cliniche, il medico effettua la diagnosi iniziale, prescrive il trattamento della malattia.

In assenza di una terapia adeguata, i processi infiammatori si spostano nei tessuti circostanti il ​​pancreas.

Trattamento per l'infiammazione del pancreas

La forma acuta di pancreatite alcolica richiede il rifiuto del cibo entro 1-4 giorni. Il riposo e l'astinenza dal cibo consentono al corpo interessato, che ha preso il colpo di un'alta concentrazione di tossine, di riposare.

Poiché la patogenesi della malattia è dovuta all'esposizione a sostanze tossiche, è severamente vietato utilizzare bevande alcoliche durante il trattamento. Non è consigliabile fumare durante la terapia.

Descrizione degli obiettivi della terapia terapeutica:

  • Neutralizzazione ed eliminazione dei componenti tossici dal corpo causati dall'intossicazione da alcol.
  • Ripristino della funzionalità dell'organo interno (rimozione dell'edema, livellamento del processo infiammatorio, normalizzazione del diametro dei dotti, miglioramento del deflusso delle secrezioni pancreatiche, ecc.).
  • Ripristino della funzionalità di altri organi digestivi che hanno sofferto a causa degli effetti negativi delle sostanze tossiche.
  • Ridurre la gravità del dolore.

Si raccomanda una dieta speciale, che implica il consumo di alimenti consentiti in conformità con la 5a dieta pancreatica. Ai pazienti adulti vengono prescritti farmaci enzimatici come terapia sostitutiva; antiemetici e antidolorifici. Durante la terapia, è necessario controllare la concentrazione di glucosio nel corpo, se necessario, adattarsi con i farmaci.

Ai pazienti viene prescritta pancreatina, un farmaco che promuove lo sviluppo del succo pancreatico. Contiene enzimi: lipasi, proteasi, amilasi, che distruggono il cibo.

Il trattamento alternativo a casa non aiuterà con un attacco di esacerbazione. Nei forum tematici, i medici notano che l'autoterapia può portare a gravi complicazioni fino alla morte. L'unica cosa che puoi fare a casa è applicare un cuscinetto riscaldante freddo sullo stomaco per alleviare il dolore.

La chirurgia si concentra sull'apertura di un ascesso e una cisti, sulla rimozione di una parte di un organo interno e sulla chiusura di un passaggio fistoloso.

Si ricorre alla chirurgia quando ci sono complicanze della pancreatite..

Complicanze e prognosi, prevenzione

Le frequenti conseguenze negative della pancreatite alcolica includono la comparsa di ittero ostruttivo, la formazione di passaggi fistolosi, lo sviluppo di cisti. Sullo sfondo dell'ittero, si osserva un grave avvelenamento del corpo da parte della bile, che porta a un cambiamento nel colore della pelle - diventano gialli.

Una conseguenza altrettanto pericolosa - l'insorgenza del diabete mellito - è una malattia cronica accompagnata da glicemia alta. A sua volta, questa malattia porta ad altre, non meno gravi complicazioni..

La prognosi di una malattia cronica è sfavorevole. In un attacco acuto, la prognosi dipende dalla gravità del decorso della patologia, dalle manifestazioni cliniche e dalla tempestività delle cure mediche. La necrosi pancreatica viene spesso diagnosticata, portando alla morte del paziente..

Consigli di prevenzione:

  1. Smettere di fumare, fumare.
  2. Nutrizione corretta ed equilibrata.
  3. Visita preventiva a un gastroenterologo.

L'uso di alcol in futuro porta al fatto che nel prossimo futuro malattie come tumori maligni, cirrosi epatica, colecistite, gastroduodenite compaiono nella scheda dell'anamnesi del paziente. Pertanto, la compatibilità di alcol e pancreatite è zero.

Gli effetti dell'alcol sul pancreas sono descritti nel video in questo articolo..

Che cos'è la pancreatite alcolica?

Patogenesi della malattia

Dal tratto digestivo, le bevande alcoliche contenenti sostanze tossiche vengono assorbite nel flusso sanguigno e, con un flusso sanguigno, entrano nel fegato e nel pancreas, causando loro cambiamenti anatomici e funzionali..

Nella prima fase, si verificano i seguenti processi:

  • la concentrazione di proteine ​​nel succo pancreatico aumenta bruscamente;
  • la produzione di succo gastrico è migliorata;
  • la secrezione di bile nel fegato viene attivata e aumenta la concentrazione di acidi biliari in esso;
  • l'aumento del volume del succo gastrico nel duodeno migliora la produzione dell'ormone colecistochinina, portando allo sfintere della disfunzione di Oddi.

Inoltre, una crescente concentrazione di composti proteici porta alla loro coagulazione e alla formazione di ammassi densi che ostruiscono i dotti e bloccano il deflusso della secrezione pancreatica. A causa della crescente pressione, gli enzimi attivi accumulati nei dotti iniziano a impregnare e digerire il tessuto ghiandolare, causando la comparsa di focolai necrotici.

Le cellule di organo morenti innescano la produzione di serotonina e mastociti. Di conseguenza, si verifica un forte restringimento dei vasi sanguigni e inizia lo sviluppo di infiammazione acuta, che è accompagnata da forte dolore, intossicazione e dispepsia.

Digestione dell'enzima pancreatico dopo ostruzione del dotto

A poco a poco, il parenchima pancreatico viene sostituito dal tessuto connettivo, si verifica una riduzione significativa del livello di produzione di enzimi. Il corpo cessa di svolgere pienamente la sua funzione, il che porta a un'interruzione del processo digestivo e allo sviluppo del diabete.

Se il paziente continua a bere alcolici con pancreatite, le conseguenze della conseguente reazione a catena diventano irreversibili e nella maggior parte dei casi portano alla morte.

Sintomi di pancreatite alcolica acuta e cronica


Nella fase iniziale dell'insorgenza della pancreatite alcolica, una persona potrebbe non essere consapevole dello sviluppo della malattia, ma l'uso costante di alcol aggrava la situazione. Di conseguenza, con lo sviluppo della pancreatite alcolica, si possono notare i seguenti sintomi:

  1. Indigestione del cibo (ad esempio il latte): la prima campana sulle violazioni dell'apparato digerente;
  2. dolore acuto nell'ipocondrio (su entrambi i lati), che si trasforma in fuoco di Sant'Antonio. Le sensazioni dolorose sorgono inaspettatamente, durante la prima esacerbazione possono causare disagio al paziente per 7-10 giorni, mentre l'intensità del dolore aumenterà costantemente. Nella pancreatite cronica, la colica può durare per diverse settimane;
  3. Possibile gonfiore;
  4. Vomito intenso, dopo di che non c'è sollievo;
  5. Costipazione in una fase precoce della malattia, trasformandosi in diarrea sistematica;
  6. Bocca asciutta, rivestimento stretto sulla lingua;
  7. Problemi con la microcircolazione del sangue nei vasi, che porta alla formazione di emorragie puntuali nell'ombelico e alla comparsa di macchie bluastre su viso, addome e lati.

Questi sintomi sono caratterizzati da pancreatite acuta alcolica. Inoltre, al momento degli attacchi, possono verificarsi febbre, annebbiamento della mente, nausea, letargia, debolezza, compromissione della funzionalità renale, ecc..

Se non si esclude l'uso di alcol, si verificheranno sempre più spesso esacerbazioni con intensità crescente, che porteranno a una forma cronica della malattia e all'insorgenza di malattie concomitanti, una delle quali è il diabete.

A differenza della forma acuta della malattia, la pancreatite alcolica cronica presenta i seguenti sintomi:

  • c'è una violazione di tutte le funzioni del pancreas;
  • il paziente sta rapidamente perdendo peso;
  • in ogni terzo caso, una malattia come il diabete mellito si unisce alla pancreatite;
  • si verificano ascite e ittero;
  • si nota il blocco delle vene della milza.

Tutti i suddetti sintomi influenzano il rapido deterioramento della salute umana, che presto senza adottare le misure necessarie e urgenti sotto forma di abbandono delle cattive abitudini e di sottoporsi a trattamenti complessi può portare a disabilità e disabilità.

Trattamento della pancreatite alcolica.

Un processo infiammatorio acuto si verifica contemporaneamente, quindi quando compaiono i primi sintomi, è urgente ricoverare il paziente. L'assistenza medica prematura può portare ad autointossicazione, insufficienza renale acuta, shock ipovolemico circolatorio, edema cerebrale e altre cause comuni di morte. Il trattamento viene effettuato sotto la supervisione di un gastroenterologo, narcologo, chirurgo, endoscopista, psicoterapeuta, endocrinologo e altri specialisti. La condizione principale per la cura è il rifiuto di assumere bevande alcoliche e fumare. A seconda del grado della malattia nominare: raccomandazioni generali. Digiuno terapeutico. Terapia dietetica. Conformità con la dieta Tabella 5 secondo Pevzner per tutta la vita. Trattamento conservativo (per eliminare i sintomi) Ricezione di enzimi microincapsulati con uno scopo sostitutivo, farmaci analgesici e antiemetici. La glicemia è controllata. Il trattamento chirurgico (rimozione di una parte di un organo) viene effettuato in caso di un decorso complicato della malattia secondo le seguenti indicazioni:

  • Cisti in una cavità tissutale contenente fluido, ascessi con capsula piena di pus;
  • Fistole patologiche nei dotti;
  • Blocco del condotto principale della ghiandola;
  • Tumore maligno che rappresenta una minaccia per la vita del paziente.

Previsioni e statistiche degli specialisti In un decorso acuto, il risultato dipende dalla gravità della malattia, che spesso termina con la pancreaticosi, che porta alla morte del paziente. Nella pancreatite alcolica cronica, anche la prognosi è sfavorevole, poiché in casi frequenti si osserva una forma progressiva della malattia. Senza una terapia appropriata, un paziente maltrattante può avere gravi complicazioni e conseguenze:

  • Cisti, ascessi, fistole;
  • Lo sviluppo di ittero ostruttivo (avvelenamento del corpo con pigmenti biliari velenosi che entrano nel flusso sanguigno);
  • Diabete;
  • Lo sviluppo di un tumore maligno (a questo punto, l'organo perde la sua capacità di distinguere le sue cellule dalle cellule tumorali);
  • Gastroduodenite (una malattia della mucosa duodenale e del rivestimento dello stomaco);
  • Colecistite (infiammazione della cistifellea);
  • Cirrosi epatica;

Le osservazioni hanno mostrato che 29 su 58 pazienti sono deceduti entro 5-13 anni dall'esordio della malattia e nei restanti pazienti nel 70% dei casi sono state riscontrate molte calcificazioni. Tra 65 pazienti che sono stati osservati per 4 anni, 46 avevano pancreatite alcolica. E solo 5 pazienti sono stati operati. In questo periodo, sono stati registrati 26 casi fatali, il 39% dei quali - per complicanze della pancreatite alcolica, il 16% - per tumori maligni e il 47% - per altri motivi. Come risultato dei dati ottenuti, è stato calcolato un indicatore approssimativo della mortalità attesa dopo 8 anni, che era pari al 50%. È stato anche notato che esattamente la metà dei pazienti con pancreatite cronica muore entro 20 anni a causa di malattie associate all'alcolismo e non a causa della pancreatite stessa. Tuttavia, se il fattore primario viene eliminato, lo sviluppo di processi distruttivi rallenta in modo significativo. E con un rifiuto completo dell'uso di bevande alcoliche, il rispetto di tutte le raccomandazioni, le diete, un'adeguata terapia medica, c'è la possibilità di ottenere una remissione a lungo termine stabile da 5 a 7 anni. Ciò migliora notevolmente la qualità della vita e, soprattutto, rallenta la progressione della malattia.

Trattamento per l'infiammazione del pancreas

Con intossicazione da alcol, il fumo e altre cattive abitudini vengono completamente eliminati.

È fondamentale alleviare e alleviare l'infiammazione da un pancreas irritato. Poiché la pancreatite alcolica è irta di diabete, i medici stanno adottando misure di rianimazione per prolungare il periodo di remissione

Ecco alcune raccomandazioni preziose in questo quadro clinico:

  • al fine di mantenere e rafforzare la funzionalità epatica, è severamente vietato al paziente consumare cibi pesanti nella dieta per il periodo di trattamento e remissione: grassi, carni affumicate, conservanti;
  • poiché le funzioni di tutto il corpo si indeboliscono con pancreatite, è necessario visitare le consultazioni di specialisti ristretti come gastroenterologo, chirurgo, endoscopista, endocrinologo, radiologo, psicoterapeuta, narcologo.
  • poiché le bevande alcoliche aumentano patologicamente la concentrazione di zucchero nel sangue, il paziente necessita di un monitoraggio sistematico di questo indicatore, assunzione orale di vitamine liposolubili, oligoelementi.
  • nella fase di ricaduta, è necessario assumere una posizione orizzontale, assumere un paio di compresse No-shpa all'interno e applicare freddo sullo stomaco. Si consiglia di morire di fame temporaneamente, non sovraccaricare il pancreas infiammato.
  • la procedura chirurgica è indicata in complicati quadri clinici aprendo ed eliminando la cisti, eliminando così il rischio di complicazioni pericolose.

Dieta terapeutica

Con pancreatite alcolica, è necessaria la correzione della dieta quotidiana. Dolci, dolci, zucchero, latte, cibi salati, piccanti e affumicati sono vietati per il paziente. Questi ingredienti alimentari contribuiscono allo sviluppo del succo pancreatico, con un aumento del numero di recidive. Sono inoltre vietati altri alimenti, tra cui:

  • salsicce;
  • conservanti;
  • primi brodi;
  • frutta acida;
  • spezie e sale;
  • soda, birra, caffè.

Nel processo di consumo alimentare, si consiglia di porre l'accento sui seguenti ingredienti alimentari utili per la pancreatite alcolica:

  • zuppe magre;
  • carni magre;
  • porridge magro;
  • varietà di pesci senza grassi;
  • mele cotte;
  • tisane, decotti;
  • verdure bollite.

Sintomi clinici della pancreatite alcolica

Con lo sviluppo della pancreatite alcolica, i sintomi aumentano gradualmente, poiché si formano tappi proteici-calcio nei dotti escretori del pancreas, che interrompono il deflusso degli enzimi digestivi. Di conseguenza, si formano le cisti, il tessuto fibroso cresce, che vicino alle terminazioni nervose diventa una fonte di dolori lancinanti.

Nel tempo, con la crescita del tessuto fibroso, il dolore diminuisce, le esacerbazioni si verificano meno spesso, ma l'insufficienza pancreatica enzimatica e ormonale diventa più pronunciata.

I dolori, di regola, durante l'esacerbazione sono molto intensi, sono simili a cinture (estendono a destra e a sinistra ipocondrio, schiena), si intensificano dopo aver mangiato, sono accompagnati da sintomi dispeptici e sono fermati solo da farmaci forti. Il dolore aumenta anche con la posizione supina e diminuisce nella posizione seduta con una leggera curva in avanti, quindi i pazienti spesso assumono una posizione forzata. Durante la remissione, il dolore è meno intenso, sordo, dolorante. Le esacerbazioni della pancreatite cronica alcolica possono verificarsi dopo 6-12 mesi.

Oltre alla sindrome del dolore, si verificano spesso sintomi di pancreatite alcolica, come eruttazione, nausea e vomito, flatulenza, abbondanti feci molli con lucentezza oleosa fino a 3-6 volte al giorno, che si verificano a causa di una carenza degli enzimi digestivi del pancreas nell'intestino, attraverso i quali viene digerito il cibo. Si nota anche un aumento della temperatura corporea..

La malattia può iniziare improvvisamente, per via parossistica, e può aumentare gradualmente sullo sfondo della pancreatite cronica. In alcuni casi, la pancreatite alcolica ha un decorso indolore.

Nella metà dei casi di pancreatite alcolica cronica, ci sono segni di diabete mellito, a seguito di una violazione della funzione ormonale della ghiandola.

Trattamento della pancreatite alcolica

La terapia dietetica e il completo rifiuto dell'uso di bevande alcoliche sono i principali nel trattamento di questa malattia.

Il trattamento conservativo prevede un riposo funzionale per il pancreas. Questa condizione è raggiunta dall'astinenza dal cibo per 1-3 giorni. Il paziente beve solo acqua pulita. Successivamente, viene applicata la dieta n. 5p, vengono utilizzati purea di kazhi e verdure, zuppe di verdure leggere, infusi o decotti di cinorrodo e infusi di erbe.

Dopo che il dolore e il processo infiammatorio si placano nel pancreas, viene prescritta una dieta più parsimoniosa, con un elenco di prodotti consentiti e proibiti preparati mediante cottura, cottura al forno o al vapore.

mira a eliminare le violazioni delle funzioni esocrine ed endocrine del pancreas, nonché ad alleviare il dolore acuto. Nel trattamento della pancreatite con farmaci, devono essere prese in considerazione le peculiarità del loro assorbimento per via orale. La linea di fondo è che l'alcol provoca cambiamenti nel pH intracavitario - una diminuzione nelle parti superiori dell'intestino tenue è un fattore determinante nella patogenesi della perdita della bile fecale con insufficienza pancreatica. L'aumento del tasso di svuotamento gastrico e intestinale inerente alla pancreatite alcolica è una condizione anormale che può influire sull'efficacia del trattamento.

Poiché la maggior parte dei farmaci viene assorbita dall'intestino tenue, il ritardo dello svuotamento dello stomaco prolunga il tempo di picco della concentrazione del principale ingrediente attivo del farmaco e il suo effetto terapeutico. Lo svuotamento accelerato del tratto gastrointestinale porta all'esatto risultato opposto..

La secrezione giornaliera del pancreas è di circa 2 litri di succo pancreatico ed enzimi che possono scomporre e digerire lipidi, proteine ​​e carboidrati. Negli individui che soffrono di pancreatite alcolica per i motivi di cui sopra, si osserva insufficienza pancreatica esocrina, causando una diminuzione della secrezione di bicarbonato, con conseguente diminuzione del pH del duodeno dopo aver mangiato, che porta all'inattivazione degli enzimi esogeni somministrati per via orale. Nell'inattivazione degli enzimi pancreatici, gli esperti nominano tra i principali fattori che riducono l'efficacia del trattamento farmacologico della pancreatite alcolica.

Insieme, i suddetti fattori possono portare a una significativa riduzione dell'assorbimento dei farmaci somministrati per via orale. Il grafico mostra la dinamica dell'assorbimento del farmaco nel gruppo di pazienti con pancreatite alcolica dopo aver assunto una capsula di pregabalin (75 mg).

Con l'inefficacia della terapia conservativa, viene eseguita la chirurgia. Il trattamento chirurgico può anche essere prescritto nei seguenti casi:

  • Quando si blocca il dotto principale del pancreas.
  • In presenza di cisti e pseudocisti pieni di liquido, nonché ascessi con una capsula di pus completo.
  • Se ci sono fistole nei dotti biliari.

Nella maggior parte dei casi, la chirurgia per pancreatite alcolica viene eseguita sotto forma di operazioni di drenaggio e drenaggio della resezione.

Si consiglia di tenere presente che il trattamento chirurgico non influisce sullo sviluppo dell'insufficienza pancreatica funzionale.

Trattamento

Nella pratica medica, la pancreatite alcolica è di due tipi: acuta e cronica. La forma cronica della malattia nell'uomo è andata avanti per molti anni. I periodi di remissione sono sostituiti da esacerbazioni, di cui la persona stessa è principalmente responsabile. Un paziente con una diagnosi di pancreatite alcolica cronica dovrebbe cambiare radicalmente il suo stile di vita: per rivedere la dieta, non è consentito mangiare cibi grassi, piccanti e salati, è necessario abbandonare molti dolci e, naturalmente, non bere alcolici. Qualsiasi sollievo porterà inevitabilmente a un'esacerbazione.

Una forma acuta di pancreatite può verificarsi improvvisamente dopo aver bevuto alcolici e una grande quantità di cibi grassi. Se vedi un medico in tempo, con l'aiuto di un trattamento competente e il rispetto di tutte le prescrizioni del medico, si possono evitare gravi conseguenze. Il trattamento della pancreatite acuta acuta è il seguente:

  • Dopo la diagnosi, al paziente viene prescritta una dieta a digiuno per tre giorni. È progettato per facilitare il carico sull'organo infiammato e ridurre il dolore. Quindi al paziente viene prescritta una dieta speciale, che elimina completamente l'uso di cibi grassi e salati. Tutti i piatti devono essere preparati con la loro carne magra e solo al vapore. Il cibo dovrebbe essere frequente e frazionario.
  • Con l'aiuto di farmaci, le tossine alcoliche vengono rimosse dal corpo del paziente.
  • Nei primi giorni di trattamento, il dolore viene alleviato dagli antidolorifici.
  • Ripristino della glicemia e mantenimento del livello ottimale;
  • Normalizzazione delle funzioni pancreatiche;

Con l'inefficacia del trattamento farmacologico, viene presa una decisione sull'intervento chirurgico

È importante ricordare che la terapia pancreatica deve essere eseguita solo in ospedale sotto la supervisione di medici. L'automedicazione non solo non è efficace, ma può portare a gravi conseguenze, persino alla morte

Cause di pancreatite

Nel moderno campo di informazione, ci sono molte pubblicazioni di noti organismi di ricerca, la cui idea principale è la disposizione che non esiste una tale quantità di alcool che sarebbe unicamente benefica per il corpo. Inoltre, l'alcol non ha proprietà medicinali (ad esempio non cura l'ulcera peptica). Al contrario, chi abusa di alcol spesso soffre di una varietà di malattie, tra cui organi digestivi come la pancreatite.

Lo stesso si può dire del tipo di bevanda. La pancreatite alcolica sta nel fatto che l'infiammazione si verifica a causa dell'azione di enzimi pancreatici prematuramente irritati e attivati ​​sulla ghiandola stessa. Questo processo porta alla cosiddetta "auto-digestione" e alla successiva necrosi tissutale..

Patogenesi della pancreatite alcolica

La pancreatite alcolica cronica è considerata una malattia indipendente in cui, a differenza della pancreatite acuta, non vi è alcuna distruzione significativa della ghiandola e dell'edema e predominano i sintomi dell'infiammazione catarrale. Il danno d'organo si basa sui processi di autolisi, auto-digestione della ghiandola da parte dei suoi stessi enzimi, che sono sotto forma di proenzimi in questo organo e sono attivati ​​solo nel lume del duodeno, ma nella patologia, l'attivazione dei proteolitici (tripsina, chimotripsina, elastasi) avviene all'interno della ghiandola. Oltre ai proteolitici, varie lipasi del succo pancreatico, in particolare le fosfolipasi attivate da tripsina, che distruggono lo strato di fosfolipidi della membrana cellulare, svolgono un ruolo importante nel danno tissutale. Le cause che portano all'autolisi sono diverse per la pancreatite alcolica e ostruttiva..

I sintomi della pancreatite alcolica dipendono dalla quantità e dalla durata dell'assunzione di alcol. Sotto l'influenza dell'alcool, la composizione chimica del succo pancreatico cambia, che in condizioni normali è sovrasaturata con calcio e bicarbonato e, per prevenire la cristallizzazione e la formazione di calcoli, contiene un glicoproteina inibitore della crescita dei cristalli (litostatina). L'alcol influisce sulla sintesi della litostatina e modifica anche la concentrazione di bicarbonato e acqua nel succo pancreatico. In condizioni di carenza di litostatina, non può impedire la crescita di cristalli di carbonato e la formazione di calcoli, da cui risalta la proteina dei calcoli pancreatici. Gli ioni calcio attivano tripsinogeno e lipasi pancreatica e influenzano il rilascio di bicarbonati. La formazione di calcificazioni nel tessuto pancreatico e nei calcoli nei suoi piccoli condotti porta ad un aumento della pressione del condotto, danni al tessuto ghiandolare e attivazione dell'autolisi. L'alcol ha anche un effetto tossico diretto sul tessuto ghiandolare..

Uno stile di vita sano e soddisfacente è l'unico e insostituibile metodo di prevenzione delle malattie.

Aspettativa di vita per pancreatite alcolica

La natura delle malattie causate dall'abuso di alcol è di solito grave, con molte complicazioni. Nel 65% dei pazienti, è stata osservata una relazione diretta tra la frequenza del consumo di alcol e il cancro del pancreas. L'alcol nell'80% dei casi, la causa principale dell'infiammazione del pancreas è la pancreatite. La mortalità per pancreatite alcolica acuta rimane molto alta oggi. Per lo sviluppo della malattia, la quantità totale di alcol non è critica.

Video: Sergey Agapkin sul trattamento e i sintomi della pancreatite alcolica

Cos'è

L'infiammazione del pancreas, provocata dall'assunzione di alcol, secondo l'ICD-10 ha un codice di N. 86. Questo è un disturbo frequente che porta a cambiamenti nell'organo che sono irreversibili.

Molto spesso, la patologia si sviluppa con l'abuso di bevande contenenti alcol contemporaneamente a nicotina e cibi grassi. Il tipo di alcol non gioca un ruolo significativo: la pancreatite può iniziare anche dopo aver bevuto bevande alcoliche deboli, per non parlare dell'alcol più forte.

Esistono due forme del processo:

  1. Acuto - in rapido sviluppo, accompagnato da una clinica luminosa.
  2. Cronico - in via di sviluppo con alcolismo prolungato, nonché in assenza di una terapia acuta adeguata.
  3. La pancreatite alcolica di eziologia cronica è considerata un disturbo indipendente.

Il motivo principale per lo sviluppo della patologia è l'avvelenamento da sostanze formate durante il decadimento dell'alcol. In questo caso, ci sono:

  • aumento della secrezione di enzimi, mentre si verifica l'auto-digestione dell'organo;
  • gonfiore e cambiamenti necrotici nei tessuti;
  • la formazione del tessuto connettivo, che porta alla deformazione dei dotti e, di conseguenza, al ristagno del fluido secreto;
  • il verificarsi di formazioni cistiche e altri cambiamenti irreversibili.

I processi distrofici sono aggravati e accelerati dal fumo e dalla cattiva alimentazione, a seguito dei quali l'intero sistema digestivo, così come gli organi endocrini, sono coinvolti nel processo patologico. Quando il pancreas smette di funzionare, la funzionalità dell'intero orfismo viene interrotta.

Trattamento delle malattie

Il trattamento della pancreatite alcolica può essere effettuato con uno dei due metodi: conservativo (assunzione di farmaci) o chirurgico.

Medicinali

Per eliminare la malattia del pancreas, nella maggior parte dei casi negli adulti, inizialmente viene prescritto un digiuno di 2 giorni, seguito da una graduale introduzione di alimenti in conformità con una dieta rigorosa, tabella n. 5 e assunzione di farmaci sostitutivi con l'uso di enzimi microincapsulati.

Sono anche prescritti analgesici e farmaci antinfiammatori. Nei sintomi acuti dolorosi, vengono prescritti farmaci antispasmodici, come No-Shpa, Drotaverin o Papaverina.

Come anestetico, vengono utilizzati farmaci standard sotto forma di analgin e paracetamolo. La prescrizione di medicinali enzimatici aiuterà a migliorare la digestione, ridurre la sensazione di nausea e sintomi dolorosi. Tutti i preparati enzimatici sono divisi in due sottogruppi principali:

  1. Contiene bile, tra cui Festal, Forestal e Enzyme Forte sono i più efficaci, hanno un potente effetto curativo, ma non sono raccomandati per l'uso nell'ulcera gastrica, nella gastrite e nello sviluppo della colelitiasi.
  2. Senza bile, come Mezim e Pancreatin.

Tra l'altro, i rimedi popolari sono prescritti sotto forma di decotti e infusi.

È importante ricordare che il trattamento dell'avvelenamento da alcol del pancreas è necessario solo sotto la supervisione di professionisti medici, tenendo conto di tutti gli appuntamenti e le raccomandazioni del medico curante.. Chirurgia

Chirurgia

Nei casi in cui si sviluppa una forma ostruttiva della malattia del pancreas alcolica o i metodi di trattamento conservativo non danno una prognosi positiva, sorge la domanda di condurre un intervento chirurgico per resecare la parte interessata del pancreas. Le seguenti indicazioni sono utilizzate per questa manipolazione:

  • lo sviluppo di lesioni cistiche del pancreas o dell'ascesso;
  • formazione di fistole;
  • ostruzione dei principali dotti pancreatici;
  • con sospetto sviluppo di un tumore maligno.

Rimedi popolari

Come rimedio popolare, si consiglia l'uso di infusi e decotti medicinali preparati con erbe e tasse medicinali. Le erbe più efficaci per il trattamento della pancreatite sono:

  • calendula;
  • semprevivo;
  • cardo mariano;
  • assenzio;
  • camomilla;
  • aneto;
  • prezzemolo;
  • menta piperita e altri.

L'uso della medicina tradizionale è raccomandato già nella fase di remissione stabile, quando il paziente è già a casa e la storia della sua malattia non prevede un'esacerbazione immediata.

La cosa principale nel trattamento dei metodi popolari è di escludere qualsiasi uso di prodotti contenenti alcol e continuare a seguire una dieta dietetica, anche a casa.

Diagnostica

La diagnosi di pancreatite alcolica nelle fasi iniziali, prima che il tessuto pancreatico sia gravemente danneggiato, è praticamente impossibile. All'inizio della malattia, non ci sono né segni tipici di ultrasuoni, né cambiamenti caratteristici nelle analisi (ad esempio, l'enzima amilasi mantiene un'attività sufficiente fino a quando la sua produzione non scende al di sotto del 10% del normale). I sintomi compaiono anche quando si verificano gonfiore e necrosi significativi del tessuto ghiandolare..

Quando si riscontra un'anamnesi, il fatto dell'assunzione di alcol viene necessariamente registrato. La diagnosi di pancreatite alcolica è anche difficile perché molti nascondono l'alcolismo e persino una singola assunzione di alcol..

I sintomi caratteristici della pancreatite impongono la necessità di numerosi studi. In questo caso, i marker di infiammazione (un alto livello di globuli bianchi, cambiamenti nei globuli bianchi, un aumento dell'ESR) sono rivelati in un esame del sangue clinico. Nell'analisi biochimica del sangue, si nota un cambiamento nell'attività degli enzimi pancreatici, un aumento del livello di gamma-glutamil transpeptidasi, che indica non solo la presenza di pancreatite, ma anche l'alcolismo cronico, ha un valore diagnostico. L'urina aumenta i livelli di glucosio, albumina e transferrina. Nel coprogramma si trova una grande quantità di grassi neutri, fibre alimentari e acidi grassi.

Per valutare la funzione pancreatica esocrina, viene eseguito un test speciale con secretina e colecistochinina (stimolano la produzione di enzimi ghiandolari). Dopo la loro introduzione, vengono prelevati sei campioni di succo intestinale dal duodeno, la cui quantità è stimata. Nei primi tre campioni, viene determinato il livello di bicarbonati, negli ultimi - enzimi. I risultati del test consentono di valutare la funzione digestiva del pancreas.

L'ecografia degli organi addominali valuta le dimensioni del pancreas, la presenza di cisti e calcificazioni in esso, condotti dilatati

Si presta anche attenzione alle condizioni del fegato e dei dotti biliari, poiché con la pancreatite il loro lavoro può anche essere compromesso. Su risonanza magnetica e TC degli organi addominali ricevono informazioni sulla dimensione e posizione della ghiandola, cisti e siti di calcificazione, escludere il processo tumorale

La conduzione di ERCP (colangiopancreatografia retrograda endoscopica) consente di valutare lo stato dei dotti della ghiandola. Per fare ciò, viene iniettata una soluzione di contrasto con l'aiuto di un endoscopio, quindi il risultato viene valutato ai raggi X.

Corso della malattia

La malattia ha un diverso tasso di sviluppo, che dipende dalla quantità di alcol consumato. Le forme croniche si sviluppano negli anni e possono procedere in modo completamente indolore. La qualità dell'alcool consumato non è in grado di influenzare lo sviluppo e il decorso della patologia, quindi sia i fan del cognac di alta qualità che costosi che quelli che usano surrogati economici possono contrarre la pancreatite.

Secondo le statistiche, la prognosi per una forma cronica di alcol-pancreatico è meno favorevole, circa la metà dei pazienti con una diagnosi simile muore entro 2 decenni dal momento del rilevamento della malattia, tuttavia, spesso alcune malattie correlate all'alcol anziché l'infiammazione del pancreas portano alla morte.

Nella forma pancreatica acuta, le previsioni e l'aspettativa di vita sono determinate dalla gravità del processo patologico. Accade spesso che la pancreatite acuta porta alla necrosi pancreatica, che spesso causa la morte del paziente.

Ragioni per lo sviluppo della patologia

Un fattore nella comparsa della pancreatite alcolica (AP) è il danno al pancreas da parte dei prodotti di decomposizione di C2H5OH. L'etanolo si trasforma in acetaldeide acetica nel fegato, che danneggia le cellule degli organi.

AP è formato come segue:

  • Sotto l'influenza dell'acetaldeide, la sostituzione delle membrane vascolari interne con il tessuto cheloide porta a una diminuzione della circolazione sanguigna e dell'apporto di ossigeno al pancreas.
  • Penetrando nel sangue, l'alcol provoca uno spasmo dello sfintere di Oddi. Ciò porta al ristagno del succo nel pancreas e all'irritazione del rivestimento interno dei dotti.
  • Prendere anche una piccola quantità di alcol aumenta la produzione dell'enzima e porta alla formazione di tappi che bloccano i dotti dell'organo. Il deflusso fisiologico del succo viene impedito, creando una maggiore pressione nel dotto, a seguito della quale gli enzimi, entrando nel tessuto pancreatico, causano l'aut digestione del corpo.
  • Di conseguenza, si verifica la distruzione del tessuto interessato e si sviluppa edema pancreatico. L'organo cresce di dimensioni e inizia a comprimere gli organi vicini. Il guscio della ghiandola è allungato, il che provoca la comparsa di forti dolori.

Questo processo è accompagnato dalla formazione di pseudocisti, il cui spazio interno è pieno di contenuti necrotici formati a causa del decadimento dei tessuti degli organi. Questa condizione è molto pericolosa e richiede un ricovero urgente..

Il normale tessuto pancreatico nel tempo viene sostituito dal tessuto connettivo e adiposo, a causa del quale non può svolgere pienamente la sua funzione endocrina e il diabete si sviluppa. L'assunzione di alcol contemporaneamente a farmaci che abbassano lo zucchero nel sangue può causare coma ipoglicemico.

Studi scientifici ci consentono di concludere che la pancreatite alcolica si verifica principalmente in coloro che hanno una predisposizione genetica a questa malattia. Non tutte le persone con alcolismo cronico sviluppano AP nel tempo, anche se l'abuso di alcol dura per decenni.
https://youtu.be/yrdYMOnHvN8 ″>

Si noti inoltre che il danno pancreatico è spesso causato dall'effetto combinato di diversi fattori sfavorevoli: consumo di alcol, fumo, eccesso di cibo, abuso di cibi grassi contenenti proteine ​​insufficienti.

La metà dei pazienti con AP muore entro 20 anni dal momento del rilevamento della malattia, ma la causa della morte del paziente sono spesso condizioni patologiche causate dall'alcolismo, ma non l'infiammazione del pancreas.

Schema della lesione pancreatica della pancreatite alcolica

Esistono varie previsioni per lo sviluppo della pancreatite alcolica cronica: ostruzione dei dotti, effetti tossici dell'etanolo, stress ossidativo nei tessuti ghiandolari dall'esposizione ai metaboliti dell'etanolo. La loro sommatoria mostra la seguente immagine dei cambiamenti che si verificano all'interno del pancreas.

L'alcol e i prodotti della sua conversione chimica nel corpo umano (metaboliti) influenzano direttamente il tessuto pancreatico (li avvelenano). La produzione (secrezione) di proteine ​​nel succo pancreatico aumenta, la produzione di acido cloridrico aumenta nello stomaco, la produzione di bile viene attivata nel fegato e la sua concentrazione aumenta. Nel duodeno, una maggiore quantità di acido gastrico provoca un'eccessiva produzione di un ormone chiamato colecistochinina (il secondo nome è pancreosimina), la quantità dell'ormone aumenta di 10 volte.

Una maggiore concentrazione di proteine ​​nel succo pancreatico porta alla loro coagulazione, precipitazione e formazione di grumi proteici e blocchi nei dotti pancreatici. Il naturale deflusso di secrezione dal pancreas nell'intestino viene interrotto.

Come risultato di queste formazioni insolubili, la pressione all'interno dei condotti aumenta. Gli enzimi attivi penetrano nel tessuto pancreatico.

Gli enzimi prodotti all'interno della ghiandola sono inattivi. In totale, i tessuti pancreatici producono fino a 30 diverse sostanze enzimatiche. Durante la normale digestione, la loro attivazione si verifica nelle pareti dei dotti biliari, dopo di che iniziano a scomporre proteine, grassi e carboidrati. In caso di violazione del deflusso del succo pancreatico, l'attivazione degli enzimi avviene all'interno della ghiandola. I tessuti pancreatici sono saturi di enzimi digestivi aggressivi (fosfolipasi, pepsina, elastazina, agente chimotripsina), per mancanza di altri alimenti, gli enzimi iniziano a digerire i tessuti pancreatici.

Il processo di decomposizione interna e morte si chiama necrosi. Le cellule pancreatiche morenti rilasciano serotonina (una sostanza che restringe i vasi sanguigni) e mastociti (innescano un processo infiammatorio). Viene lanciata una reazione a catena, che è molto difficile da curare senza l'intervento di potenti farmaci.

Quindi c'è un'infiammazione acuta del pancreas. È accompagnato da forti dolori in una vasta area dell'ipocondrio sinistro, vomito grave.